http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Gennaio 2019 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - Sanità, ricostruzione e aree interne sono i tre punti centrali del programma di Guido Quintino Liris, candidato alle elezioni regionali del prossimo 10 febbraio con Fratelli d’Italia, che domani mercoledì 30 gennaio alle ore 18.30 a Preturo presso la Galleria delle Arti incontrerà i cittadini per presentare le sue idee per “un Abruzzo normale”.

Accanto al candidato sarà presente il consigliere comunale di Insieme per L’Aquila, Roberto Junior Silveri

I prossimi appuntamenti in programma: giovedì 31 gennaio ore 18.30, San Demetrio ‘Ne Vestini c/o Ristorante “La Casetta”; venerdì 1 febbraio ore 19.00, Paganica c/o Ristorante “La Monachina 2.0”; domenica 3 febbraio ore 20.00, Fontecchio c/o Ristorante “Il Sirente”, Complesso conventuale San Francesco; mercoledì 6 febbraio ore 21.00, Tempera c/o Consorzio Costruttori Valle del Vera.

 

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Il tradizionale appuntamento con i seminari tematici Cetemps del giovedì si rinnova il 31 gennaio prossimo con Daniele Mocio, meteorologo, Tenente Colonnello dell’Aeronautica, previsore presso il Cnmca, attualmente presso il Remet (Reparto meteorologia dell’Aeronautica militare). Daniele Mocio è impiegato in qualità di addetto alle Cooperazioni nazionali e militari e relazioni con la Nato.

Il tema del seminario sarà incentrato sulla fondamentale capacità del previsore di saper combinare rigore scientifico e fruibilità dell’informazione meteorologica da parte della comunità. Il seminario percorrerà le fasi salienti relative la produzione e diffusione di una previsione meteorologica a breve e medio termine.

Il seminario avrà luogo presso l’Aula Signorelli, edificio “Renato Ricamo” (Coppito 1), alle ore 11.00.

Sarà possibile seguire l’evento anche via streaming, sul canale youtube dell’Università degli Studi dell’Aquila.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - La Fondazione Carispaq ha presentato, presso l’Auditorium del Parco all’Aquila, i risultati del progetto Borse di Studio/Lavoro, avviato nel 2013, che ha offerto l’opportunità di inserimento nel mercato del lavoro a 170 giovani della provincia aquilana inoccupati o disoccupati. Ogni stagista ha effettuato 16 mesi di percorso formativo retribuito presso imprese ed enti del territorio.

Lo stanziamento complessivo messo a disposizione dalla Fondazione Carispaq è stato di 1,8 milioni di euro. L’iniziativa ha coinvolto giovani laureati (40%), diplomati (46%) ed in possesso di licenza media (14%). Le borse sono state assegnate nel pieno rispetto del principio della parità di genere e hanno coinvolto in maniera omogenea l’intero territorio provinciale. L’età media rilevata tra i tirocinanti è stata di 33 anni (32 per gli uomini e 34 per le donne) ed il 72% delle borse ha riguardato giovani tra i 18 ed i 35 anni. L’iniziativa ha interessato tutti i settori merceologici e particolare attenzione è stata rivolta anche ai diversamente abili. Il 60 % dei tirocini effettuati si sono trasformati in contratti stabili.

La Fondazione Carispaq, nel 2013, ha voluto inserire l’ambito della “Crescita e Formazione Giovanile” tra i propri settori caratteristici di intervento con la consapevolezza che nel territorio aquilano la crisi occupazionale si era particolarmente aggravata anche a seguito della difficile fase post sisma.“Abbiamo voluto questo progetto - ha dichiarato il Presidente della Fondazione Carispaq Marco Fanfani - perché quello del lavoro, soprattutto giovanile, è uno dei temi principali per far ripartire lo sviluppo e la crescita del nostro territorio. L’interesse riscosso per le Borse di Studio/ Lavoro ci ha fatto capire che bisogna continuare a sostenere il sistema economico della nostra provincia per favorirne lo sviluppo”.

La Fondazione Carispaq ha avviato il progetto “Borse di Studio/Lavoro” cinque anni fa coerentemente alle linee guida in materia di tirocini elaborate dalla Regione Abruzzo, grazie alla stipula di una convenzione con il Centro per l’Impiego dell’Aquila che ha svolto il ruolo di “soggetto promotore”. Ed proprio con i responsabili e con il personale tutto del Centro per l’impiego dell’Aquila, al quale va il ringraziamento e l’apprezzamento per la grande professionalità dimostrata, che si è instaurata una proficua collaborazione e sinergia che ha consentito la migliore gestione del progetto.

“L’esperienze messa in campo - ha aggiunto il Segretario Generale della Fondazione Carispaq David Iagnemma - presenta alcuni spunti innovativi: primo tra tutti, la particolare, la semplicità del bando scelto per l’acquisizione delle manifestazioni di interesse da parte delle imprese che ha reso tale strumento più accessibile; inoltre di grande rilevanza è stato il coinvolgimento delle aziende che hanno direttamente selezionato i candidati in possesso di requisiti coerenti con le effettive esigenze aziendali. La durata significativa del periodo formativo (12 mesi a carico della Fondazione Carispaq con l’obbligo di ulteriori 4 mesi a carico dell’impresa ospitante) ha consentito, inoltre, ai tirocinanti di svolgere un training on the job adeguato con i tempi richiesti per un utile inserimento nel contesto aziendale; ed infine i tempi brevissimi di gestione dell’intervento con la definizione di tutta la procedura in poche settimane; quindi risposte date in tempi certi e utili alle esigenze e al timing richiesto dalle aziende”.

“L’auspicio - ha concluso il Presidente della Fondazione Carispaq Marco Fanfani - è che le peculiarità dell’esperienza realizzata dalla Fondazione Carispaq possano contribuire a definire un modello utilizzabile dalle istituzioni pubbliche nell’ambito delle politiche attive per il lavoro, nell’ottica di aiutare i giovani, le imprese ed il territorio.

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - Oggi prende il via l'esercitazione del Nono Reggimento Alpini "White Relief 2019".

L'esercitazione vedrà schierati nei Comuni di Lucoli (AQ) e Rocca di Cambio (AQ) vari assetti dell'Esercito Italiano, della Protezione Civile e dell'Associazione Nazionale Alpini.

Mercoledì 30 alle ore 9.15 nei pressi del Campo sportivo di Lucoli si terrà un incontro con la stampa e ci sarà la simulazione di soccorso di un travolto da valanga con un elicottero dell'Esercito e varie simulazioni rivolte a favore della popolazione.

Pubblicato in Cronaca

PESCARA - ''Legnini è a capo di una coalizione, dicono, di centrosinistra: mi chiedo come fa a votarla chi è di sinistra, io la sinistra non ce la vedo proprio''. Lo ha detto durante il Forum dell'ANSA la candidata del Movimento 5 Stelle Sara Marcozzi. La Marcozzi ha spiegato che ''chi si sente di sinistra come fai a mettersi col Pd? Penso ad Enrico Raimondi a Chieti, o a Alessandro Lanci, protagonista delle lotte contro Ombrina, che ha dichiarato che lo stop alle trivelle è merito dell'emendamento di Legnini, che stava al Csm da anni. Che sinistra è? Non si accorgono, Lanci e gli altri, che in questo modo portano voti ai soliti eletti? Arriveranno terzi e vedranno eletti i solito Paolucci, Pepe, la vecchia giunta'. 

''Legnini e Marsilio hanno 'zeru tituli' per governare l'Abruzzo. Centrodestra e centrosinistra si ripresentano dopo aver approvato insieme Fornero, pareggio di bilancio, dopo i governi Monti: cioè vogliono risolvere loro i problemi che loro stessi hanno creato''. Durante il Forum svoltosi all'ANSA la Marcozzi ha chiarito che i suoi avversari ''parlano di grandi esperienze di governo, tutti si dichiarano esperti, hanno tanti titoli accumulati: invece ragioniamo su questi titoli, 20 anni di politiche e un paese che va a rotoli. Questi sono i titoli per governare? e questi sono i risultati? Il futuro è solo il M5S, anche in Abruzzo''. ''Le coalizioni di centrosinistra e centrodestra sono in piedi solo per sconfiggere il M5S, non c'è un programma comune, noi siamo il loro 'faro contro'', ha concluso la Marcozzi.

Sara Marcozzi, parafrasando la battuta dell'ex tecnico dell'Inter Josè Mourinho, chiarisce che ''noi abbiamo proposto temi veri. Le coalizioni avversarie invece sono costruite su interessi. Va bene quando devi fare delle coalizioni elettorali, ma non quando poi devi governare su temi precisi. Lo stesso vicepresidente vicario uscente Giovanni Lolli in fase di chiusura di bilancio 2018 ammetteva che era 'in trattativa' con qualche consigliere di maggioranza dissidente: ma di che stiamo parlando? Qui gli interessi personali prevaricano sempre quelli generali e noi chiediamo sempre: chi paga le loro campagne elettorali?''

Secondo Sara Marcozzi, candidata presidente M5S alle prossime regionali in Abruzzo del 10 febbraio, le coalizioni di centrosinistra e centrodestra ''equivalenti in tutto, riciclati ovunque'', sono composte soprattutto da liste civiche ''che sono una truffa, sono lì solo per rastrellare voti, create apposta. Gli elettori di centrodestra e centrosinistra magari col voto alle civiche si illudono di poter scegliere il meglio, ma bisognerebbe spiegare loro che portano acqua alla carretta dei soliti che verranno eletti''.
''Noi siamo una sola lista, la coalizione è un problema che per noi non si pone - chiarisce al forum ANSA - mentre a livello nazionale scontiamo la legge elettorale dolosamente approvata per non far governare noi, e che ci ha costretti a fare il contratto di governo, qui in Abruzzo la legge elettorale consente di governare con un voto in più. Centrodestra e centrosinistra si ripropongono con D'Alfonso o Berlusconi: è questo il cambiamento?''

''Noi corriamo per il primo posto, ci fa piacere questo testa a testa con il centrodestra, dato al 38%, mentre a noi attestano un 37%, ma da soli. Quanto ai sondaggi, per il centrosinistra sapevamo che non avesse senso partecipare a queste elezioni, di sinistra ne vedo poca'', dice Sara Marcozzi. ''Il centrodestra non è in grado di vincere e di governare, hanno litigato sin dal primo giorno, anche quando hanno presentato le liste. Pretendono di governare questa regione e il loro candidato Marco Marsilio non è neanche abruzzese, come se io domani mi presentassi alle regionali del Lazio. Se per vincere basta il 35%? Dipende da quanto Marsilio possa causare il decremento del centrodestra e quanto Legnini sia in grado di recuperare''.
Alle scorse politiche di marzo il M5S in Abruzzo alla Camera ha conquistato il 39,8% dei voti, il centrodestra il 35,8%, il centrosinistra 17,4%, Leu 2,6%, Pap 1,3%.

Sulle trivelle "il MoVimento 5 Stelle non ha cambiato idea. Eravamo contro le trivelle e siamo contro le trivelle. Non è un no aprioristico e a prescindere. É un no perché noi crediamo che la vocazione del territorio italiano, non solo abruzzese, non sia quella del fossile", sottolinea Sara Marcozzi, candidata presidente M5s alle regionali del prossimo 10 febbraio in Abruzzo.
La Marcozzi ha sottolineato che, in secondo luogo, "l'Europa e il mondo ci chiede di uscire dal fossile per cui investire oggi per ottenere pochissimi risultati tra 10 o 20 anni sarebbe inutile perché dovremmo uscire dal fossile. Terzo non vale neanche il pretesto dei posti di lavoro perché con quello che si investe per queste trivelle si crea un quinto dei posti di lavoro che si creerebbero investendo in energie rinnovabili".
E sull'emendamento: "La Lega - ha affermato la Marcozzi - ha cambiato improvvisamente idea anche se Salvini io me lo ricordo con le magliette per il referendum sulle trivelle ed era contrario anche lui, allora. Oggi ha cambiato idea, non so per quale motivo, ma credo sia tornato nell'alveo del no trivelle e l'emendamento ha bloccato ogni ipotesi di nuove trivelle. Il ministro dell'Ambiente ha chiarito che non ce ne saranno per tutti i motivi che ho detto. Non è un no a priori, è un no assolutamente motivato".
Proprio il titolare del ministero dell'Ambiente, Sergio Costa, da Pescara, la scorsa settimana, in un evento con la candidata M5s della Regione Abruzzo, aveva lanciato il suo no secco alla firma di qualsiasi autorizzazione.

Un "piano Marshall per il lavoro, di sviluppo economico, un piano del turismo che porti finalmente le persone a conoscere la nostra regione e, per la sanità, taglio di tutti gli sprechi ma non dei servizi".
Questi i punti qualificanti del programma di Sara Marcozzi, candidata alla presidenza della Regione Abruzzo per il MoVimento 5 stelle.
Al primo punto, su lavoro e sviluppo, i Fondi Europei. "La Giunta regionale che si insedierà - ha detto la Marcozzi - avrà il compito di redigere tutta la nuova programmazione dei Fondi Europei 2021-2027. Ora sappiamo la sorte dei Fondi Europei: non si riescono a spendere e quelli che si spendono si spendono male, a pioggia. Il mio grande obiettivo è creare una pianificazione di fondi che permetta di spendere tutto quello che si può, non solo spenderlo ma metterlo a frutto. Dunque con un grande tavolo di concertazione, imprese, associazione di imprese, portatori di interesse, professionisti di europrogettazione di Fondi Europei per riprogrammare il futuro della nostra regione a 15 anni e non al prossimo anno come si è sempre fatto".
La Marcozzi insiste poi sulla "razionalizzazione della spesa farmaceutica che in questo modo - ha sottolineato - può diminuire di molto" e sulla delocalizzazione di alcuni presidi per evitare affitti di locali. Tra gli sprechi che la Marcozzi definisce "straordinari" in sanità, "l'esempio che faccio sempre della pet-tac di Pescara, noleggiata a 6mila euro al giorno: uno spreco straordinario che potrebbe essere evitato". "Ci chiedono poi una manutenzione sugli ospedali perché l'Abruzzo è una delle regione con il più alto rischio sismico e con un indice di vulnerabilità sismica bassissimo, prossimo allo zero" per le strutture ospedaliere. "Ci hanno raccontato in questi anni che - ha proseguito la candidata di M5s - siccome non c'erano i soldi, si doveva fare ricorso all'affidamento al privato sia per la costruzione che per la gestione di tanti servizi. Cosa non vera perché ci siamo confrontati con tecnici del ministero e con il direttore generale della programmazione".
Nel programma della Marcozzi, priorità poi alla condizione delle strade. "Abbiamo sempre lamentato in questi cinque anni che di tutti gli investimenti che era possibile impiegare nella manutenzione delle strade in realtà si è fatto poco. Ci prendono in giro per le strade di Roma ma se giriamo per le strade delle nostre province non siamo messi molto meglio soprattutto, nelle aree interne". Poi "evidentemente" mare pulito e bonifica delle aree inquinate partendo da Bussi.
Cosa avrebbe voluto portare a termine che non le è riuscito? "Una cosa che mi ha sempre affranto è il fondo per la vita indipendente. Mi porto dietro questa grande amarezza. Si trattava di 2 milioni di euro all'anno a favore di persone con disabilità gravi e gravissime. Abbiamo portato emendamenti e abbiamo sempre trovato un muro di gomma" (ANSA)

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Uno straordinario debutto quello che attende, nella prestigiosa Sala Sinopoli del Parco della Musica di Roma, il giovane direttore abruzzese Jacopo Sipari di Pescasseroli, Venerdì 1 Febbraio con l’Orchestra Sinfonica Abruzzese. L’Abruzzo musicale a supporto della stella del jazz italiano, Cinzia Tedesco, tra le più belle voci italiane degli ultimi anni, che presenta con Sipari e ISA “VERDI’s MOOD by CINZIA TEDESCO Jazz Quintet”. Dedicato a Giuseppe Verdi, Verdi’s Mood è un progetto ‘pure jazz’, ma al contempo è un omaggio reale al Verdi più autentico. Prodotto da Sony Classica e distribuito in Italia ed all’estero, il disco racchiude la grandezza dell’originale melodia verdiana che vive e risuona all’interno di armonie Jazz. L’unicità del progetto risiede negli arrangiamenti del maestro Stefano Sabatini al pianoforte, nel modo raffinato in cui la Tedesco canta le arie verdiane riuscendo magicamente a conferirgli un inedito, sorprendente e moderno jazzy mood, nel groove creato dal grande batterista Pietro Iodice, sostenuto dal talento di Luca Pirozzi al contrabasso. Orchestrazione del Maestro Nino Rapicavoli.

Verdi’s Mood rappresenta un ideale “ponte di continuità” tra il nostro passato musicale ed il nostro presente, creato per raggiungere un più vasto pubblico, con particolare attenzione ai giovani o comunque ai neofiti della musica jazz, o lirica e classica. Riconoscendone il valore artistico e culturale, il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT) ha quindi concesso a Verdi’s Mood un Patrocinio per l’Italia e per l’estero, premiando anche la sua intrinseca capacità di unire in modo originale l’interesse del pubblico verso la musica Jazz, la necessità di divulgazione della musica classica tra i giovani e la riconosciuta popolarità che lega Verdi all’immagine dell’eccellenza e genialità Italiana. Un evento culturale a favore di Canovalandia Onlus a cui andrà l’intero ricavato.

“Che io sia innamorato di Verdi lo sanno ormai tutti – dice Sipari – e partecipare a questo progetto della mia amica Cinzia e dunque un doppio onore oltre che un enorme piacere. Vivere Verdi sotto questa veste innovativa ed estremamente geniale è davvero fantastico. Dalla Traviata ai Vespri Siciliani, passando per Otello, Trovatore e Aida, il mondo che ho sempre amato si colora di una energia nuova, ispira sentimenti nuovi, ricchi di una emotività difficilmente spiegabile. Cinzia Tedesco ha una voce straordinaria che esalta la partitura verdiana con immensa facilità. Con noi l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, a cui sono molto legato e che come sempre regalerà momenti di grande intensità musicale”.

Il Concerto sarà in replica straordinaria a L’Aquila, Sabato ore 18.00 al Ridotto del Teatro Comunale “V. Antonellini”.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L'AQUILA - di Elio Ursini - In serata cielo molto nuvoloso con possibilità di qualche nevicata senza accumuli importanti al suolo. Durante la notte condizioni meteo in miglioramento con schiarite e termine delle precipitazioni. Domani nubi sparse con possibilità di addensamenti senza fenomeni di rilievo. Venti domani deboli Nord-Est. Temperatura minima prevista -3 gradi, massima di domani 6 gradi.

Pubblicato in Varie

PESCARA - Si è svolto ieri a Pescara, nella Sala Tosti dell’Aurum, il previsto incontro tra la Confcommercio ed i candidati alla Presidenza della Regione Abruzzo.

Sono intervenuti, oltre ai candidati Sara Marcozzi, Giovanni Legnini e Marco Marsilio, il Presidente Regionale di Confcommercio Abruzzo Roberto Donatelli, i Vice Presidenti Marisa Tiberio, Francesco Danelli e Giammarco Giovannelli ed il Direttore Celso Cioni,che ha moderato l’incontro.

I temi trattati in apertura dalla Presidente di Confcommercio Chieti Marisa Tiberio hanno riguardato lo stop definitivo e non più temporaneo degli insediamenti della Gdo che in Abruzzo hanno attualmente il non invidiabile primato europeo di mq per abitante, successivamente il Presidente Confcommercio Teramo e Presidente di Federalberghi Abruzzo Giammarco Giovannelli ha avanzato le proposte riguardo la necessità di stanziare risorse per il settore strategico del Turismo, mentre il Presidente di Confcommercio Pescara ha formulato le proposte relative alle infrastrutture (aeroporto, porti, alta velocità ferroviaria) ed alla risoluzione delle criticità che gravano attualmente sul comparto del Turismo Balneare abruzzese (erosione della costa, qualità delle acque, applicazione del Piano Demaniale Regionale, accesso al credito) per riposizionare la competitività del Sistema Abruzzo; infine, il Presidente Regionale Confcommercio Abruzzo Roberto Donatelli ha posto le problematiche riguardanti il terziario di mercato nelle aree interne e proposto un assessorato regionale per i settori del commercio, del turismo e dei servizi che ricomprenda anche quello per l’innovazione.

Il Direttore Regionale Celso Cioni ha invitato i candidati a valutare l’opportunità di rifinanziare i Cat (Centri di Assistenza Tecnica) per migliorare la preparazione e l’offerta dei servizi in ottica turistica e rivedere la destinazione dei fondi europei, per lo più destinati, negli ultimi anni, ad altri settori economici e che invece dovranno tenere conto che il terziario supera il 60% del PIL ed occupazione in Abruzzo.

“Siamo particolarmente soddisfatti dell’esito del confronto franco e costruttivo ed abbiamo trovato rispondenza da parte dei candidati rispetto ai contenuti della nostra piattaforma (allegata).

Per questo siamo fiduciosi che la prossima legislatura possa fornire risposte concrete al terziario di mercato che attende e merita finalmente una nuova fase di ascolto ed attenzione”.

Questa la dichiarazione resa all’unisono dal Presidente e dal Direttore Regionali di Confcommercio Roberto Donatelli e Celso Cioni a margine del partecipatissimo incontro al quale sono intervenuti i Dirigenti Confcommercio di tutte le quattro Province Abruzzesi.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Dopo il successo dell'esordio di Strade, sold out per "Vecchio Principe" di César Brie al Nobelperlapace, il 3 febbraio secondo atto della rassegna di teatro proposta da Arti e Spettacolo e giunta alla dodicesima edizione.

Nello spazio di San Demetrio ne' Vestini (L'Aquila) arriverà Mia madre è un fiume, spettacolo prodotto da Teatro del Paradosso / Associazione culturale Lauretana, di Donatella Di Pietrantonio (autrice de L'Arminuta, un romanzo che fu presentato da Arti e Spettacolo già prima della vittoria del premio Campiello 2017), drammaturgia e regia di Giacomo Vallozza, con Irene Cocchini.

"Le posso solo affabulare la vita". È la terapia somministrata dalla figlia alla madre che sta perdendo progressivamente la memoria. Nel dispiegarsi del racconto, ci si inoltra in un mondo arcaico, in un quotidiano scandito dal faticare e dalle stagioni, vissuto in una casa prima dei monti, un piccolo sasso rotolato per sbaglio dall'Appennino abruzzese: "Sembra un tempo lontanissimo eppure è solo qualche decennio fa. Narrare la vita alla madre vuol dire inevitabilmente delineare la propria. E i nodi irrisolti di una relazione vengono al pettine", si legge nelle note di regia.

Per il secondo appuntamento di Strade 2019 Arti e Spettacolo ha voluto scegliere la storia di una delle scrittrici più apprezzate in Italia – Donatella Di Pietrantonio – diretta da un regista apprezzato come Giacomo Vallozza.

La data da fissare sul calendario è domenica 3 febbraio (ore 18) al Nobelperlapace di San Demetrio, con prevendite presso la libreria Polarville, in via Castello all'Aquila (ingresso 10 €). Dopo lo spettacolo, come sempre, aperitivo offerto da Arti e Spettacolo, per un momento di socialità dove sarà possibile incontrare gli artisti.

 

Per info 348-6003614 | info@artiespettacolo.org.

 

 
Pubblicato in Musica e Spettacolo

L'AQUILA - Per il ventennale della compagnia Teatrozeta dell’Aquila, i direttori Manuele Morgese e Livio Galassi hanno pensato ad una produzione di altissimo livello e dalla tematica per niente scontata: in coproduzione con il Teatro nazionale di Toscana dopo l’anteprima svoltasi ad Aushwitz il 20 gennaio, con la delegazione del Miur, lo spettacolo "Shoah - Filastrocche della nera luce" di Giuseppe Manfridi con Manuele Morgese e due star internazionali del Jazz, Fabrizio Bosso (tromba) e Julian Oliver Mazzariello (pianoforte) per la regia di Livio Galassi sarà in scena al teatro Piccolo Eliseo di Roma, in prima nazionale, il 29 gennaio e al Teatro Niccolini a Firenze il 30 gennaio.

Impianto scenico suggestivo creato dal Teatrozeta per questo spettacolo con una sequenza di monologhi emozionanti e struggenti interpretati da Manuele Morgese.

La musica di Fabrizio Bosso e Julian Mazzariello sono il coronamento di un’atmosfera densa di ricordi e di testimonianze, per non dimenticare.

Pubblicato in Arte e Cultura

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo