http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Venerdì, 10 Gennaio 2020 16:37

Confcommercio Abruzzo indice stato agitazione settore commercio, turismo, trasporti e servizi abruzzesi

L’AQUILA - La situazione ormai drammatica che sta isolando l’Abruzzo dal sistema dei trasporti nelle infrastrutture autostradali della nostra Regione sta causando danni gravissimi ed irreparabili al sistema economico abruzzese.

Un territorio peraltro colpito negli ultimi dieci anni da eventi calamitosi e che richiederebbe ben altre attenzioni per favorire la ripresa economica e produttiva e che, invece, alla luce di provvedimenti discutibili, viene penalizzato da una situazione non più sostenibile sia a livello sociale che economico.

“Per tali ragioni e responsabilmente scrivono Roberto Donatelli e Celso Cioni rispettivamente Presidente e Direttore Confcommercio Abruzzo - la nostra Organizzazione ha indetto lo STATO DI AGITAZIONE delle categorie del commercio, del turismo, dei trasporti e dei servizi abruzzesi dandone opportuna comunicazione ai Signori Prefetti di tutte le quattro Province richiedendo un immediato ed urgente incontro per individuare ogni azione utile al riguardo, che consenta di ripristinare condizioni di percorribilità autostradali accettabili e che riportino la situazione alla normalità da tempo compromessa.

Analoga richiesta di immediato ed urgente incontro è stata rivolta al Presidente della Regione Marsilio che già si è opportunamente attivato sul Governo Nazionale per sottoporre quella che, ormai, è diventata una vera e propria emergenza Regionale.

Auspichiamo fortemente che il Governo con la tempestività estrema che il caso richiede, possa attivare a sua volta un deciso intervento per restituire all’Abruzzo, al suo Sistema Produttivo, Economico e Sociale, condizioni di fruibilità strategiche in un territorio in cui le altre infrastrutture di trasporto (rete ferroviaria, ecc…) non offrono alcuna alternativa e fanno riferimento a reti non più al passo con i tempi e che relegano l’Abruzzo ad un territorio isolato e penalizzato rispetto a quasi tutte le Regioni Italiane.”

“Ci auguriamo che le risposte giungano rapidissimamente altrimenti ci troveremo costretti ad azioni sindacali a tutela degli interessi della migliaia di imprese abruzzesi e dell’intero contesto socio economico del nostro territorio.”

Così, all’unisono, hanno commentato Donatelli e Cioni, nel presentare la sofferta ma irrimandabile decisione di indire lo stato di agitazione delle Categorie Produttive abruzzesi.

Letto 67 volte

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo