http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Venerdì, 12 Aprile 2019 17:21

Le associazioni cittadine sulla delibera 42/2019 del Comune dell'Aquila

L'AQUILA - Le sezioni aquilane delle associazioni Italia Nostra, Archeoclub, Legambiente Beni Culturali, Pro Natura, Zero Rifiuti e FrAzioni FraIntese sollevano alcune considerazioni sulla delibera appena passata in Consiglio Comunale, nel merito e nel metodo, nella forma e nella sostanza ed auspicano l’inizio di un confronto con l’amministrazione, le associazioni e la città tutta, aprendo una fase di pianificazione partecipata rigorosa ed autentica, così come previsto dalla delibera 38/2017. Così in una nota Paolo Muzi, presidente della sezione Italia Nostra "Carlo Tobia" L'Aquila.

La delibera 42/2019 così come viene presentata al consiglio comunale - spiega - non possiede più l’impianto e la ratio con cui fu sottoposta all’attenzione degli enti preposti a rilasciare il parere, in Conferenza Servizi; pertanto, essendo stata stravolta nella forma e nella sostanza rispetto all’impianto che aveva avuto i pareri favorevoli ed essendo stata anche emendata nella medesima commissione, riporta vizio di forma e sostanza rispetto alla procedura amministrativa, risultando potenzialmente illegittima e prospettando quindi uno scenario futuro estremamente caotico: la delibera sposta le lancette dell’orologio a tre anni fa, quando le pratiche di demolizione e ricostruzione venivano rallentate e bloccate in commissione pareri, poiché non rispondenti al vincolo indiretto che grava tutti i centri storici.

Scavalcando di fatto il vincolo indiretto, si apre una pericolosa frattura fra ricostruzione e Soprintendenza che è espressione della funzione di garanzia che lo Stato esprime per tutti i cittadini, nel rispetto degli obiettivi e delle finalità del Codice dei Beni Culturali.

La delibera così, sottrae qualunque forma di garanzia a tutela e valorizzazione del tessuto storico delle frazioni. Di fatto disgregando i tessuti storici in quanto unicum storico-culturale, testimonianza di memoria e di civiltà, indispensabili per la ricomposizione delle identità locali e quindi della ricostruzione sociale dei borghi e delle periferie. Un passo indietro culturale di anni.

I tessuti storici, e gli edifici che li compongono, fanno parte inoltre di un paesaggio culturale, unico ed irripetibile, che si compone della rete dei borghi che nei secoli, ed ancora oggi, concorre a dare forma e carattere al territorio aquilano e alla città stessa: dato di realtà imprescindibile che ci impone maggiore chiarezza, conoscenza e competenza nel trattare la pianificazione.

Proprio per questo, torniamo a ribadire l’urgenza di un nuovo Prg: questa ennesima variante al Prg vigente è l’ennesima riprova della sua obsolescenza e dunque della sua incapacità di garantire un governo della città e del territorio adeguato ai tempi e alla società aquilana contemporanea; da questo stato di cose deriva il degrado diffuso e la mancanza di efficacia dell’azione amministrativa.

La delibera, così come è stata scritta, inaugura una stagione di deregolamentazione, che non terrà più conto del valore storico culturale dei borghi: gli interessi individuali lederanno gli interessi collettivi, che senza vincoli di garanzia e tutela verranno meno, così come verrà meno l’immagine unitaria del singolo borgo, che verrà lasciato all’improvvisazione di pochi singoli, senza un criterio organico né un principio guida generale.

E’ fondamentale - termina la nota - aggiungere che, nella redazione di piani e progetti di ricostruzione, restauro e conservazione restano criteri inseparabili dai requisiti di sicurezza antisismica: non esistono gli uni senza gli altri. Sarebbe come chiedere di scegliere fra lavoro e salute. NO. Non vogliamo scegliere fra sicurezza e bellezza, ma pretendere entrambi, ovvero borghi autentici ed edifici sicuri. Occorre inserire funzioni di garanzia, chiare e nette, per le architetture che caratterizzano quel borgo: tipologia edilizia, architettonica e funzionale; impianto urbano; elementi architettonici e tecniche costruttive,etc.... Nei nostri borghi permangono elementi e strutture che nel loro impaginato architettonico e nel loro impianto urbano caratterizzano e rendono unico ed immediatamente riconoscibile quel borgo da un altro, permangono testimonianze che hanno valore di memoria storica e pertanto sono testimonianza di civiltà, che deve essere tutelata e valorizzata, così come previsto dalla Costituzione Italiana e dal Codice dei Beni Culturali.

Letto 108 volte

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
24 Agosto 2016 16:34:20

L'Aquila: Perdonanza, annullati tutti gli eventi in segno di lutto. Resta forma ridotta del Corteo Storico e apertura Porta Santa

in Cronaca
L'AQUILA: - La giunta comunale, anche sulla scorta del parere della Conferenza dei…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us