http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Agosto 2019 - Radio L'Aquila 1
Martedì, 06 Agosto 2019 16:37

Cena di beneficenza all’Emiciclo

L’AQUILA - Una serata densa di emozioni quella che si è svolta all'Emiciclo a favore della Onlus "L'Aquila per i più piccoli" della presidente Rosa Persia

Lo chef stellato William Zonfa, insieme agli altri stellati Arcangelo Tinari (Villa Maiella), Marcello Spadone (LaBandiera), Nico Romito (Casadonna), Maurizio De Luca (La Fenice) e il produttore di champagne Tommy Monari hanno realizzato una magnifica cena, dall'aperitivo al dolce a base di piatti gourmet e bevande di pregio,  per la raccolta fondi a favore della "Onlus L'Aquila per i più piccoli".

Lo scopo della Onlus è quello di migliorare la qualità dell’assistenza, delle cure e della vita dei piccoli pazienti fornendo anche un supporto psicologico ai genitori dei bambini nati pre termine ospiti del reparto di Neonatologia dell'ospedale San Salvatore dell'Aquila. 

Il Consiglio Regionale, ha vestito di viola (il colore dei neonati prematuri) Palazzo dell'Emiciclo per ospitare quest'evento di beneficenza che è stato patrocinato anche dal Comune dell'Aquila. Il Nono Reggimento Alpini dell'Aquila ha messo a disposizione la cucina da campo, dove gli chef hanno trovato ospitalità e supporto per le loro preparazioni. Gli sponsor Todima, Coloromax e Generali assicurazioni di viale Corrado IV all'Aquila sono stati gli sponsor della serata che hanno consentito di coprire le spese della serata, così da poter devolvere tutto il ricavato in favore della Onlus. Iperbimbo dell'Aquila ha offerto i segnaposto per gli ospiti della cena. 

Il vice presidente del Consiglio regionale, Roberto Santangelo ha fatto gli onori di casa rimarcando l'importanza di aprire l'Emiciclo a manifestazioni pubbliche e di rilevanza sociale, come nel caso della beneficenza. Santangelo ha rimarcato anche la lungimiranza del direttore amministrativo del Consiglio regionale, Paolo Costanzi, nella scelta strategica di riaprire il piazzale dell'Emiciclo alla popolazione.

Erano presenti anche il vice sindaco del Comune dell'Aquila Raffaele Daniele e l'assessore al Turismo del Comune, Fabrizia Aquilio i quali hanno confermato l'importanza dell'iniziativa da parte dei cittadini e degli operatori dei settori commerciali per ricreare il tessuto sociale e rinsaldare i valori che unisco la popolazione aquilana, in particolare quelli della solidarietà. Hanno contribuito alla riuscita dell'evento anche i sommelier dell'Ais (Associazione Italiana Sommelier) il personale di Sala della Magione Papale e soprattutto tutti i cittadini che hanno risposto con grandissimo calore e generosità all'invito degli chef.

Una serata di buone stelle per tutti i partecipanti che ha confermato "l'impegno di tutte le stelle d'Abruzzo che rispondono sempre quando bisogna darsi da fare per il prossimo", ha sottolineato William Zonfa, l'ideatore della manifestazione. "Sono  anche onorato della risposta dei cittadini, della generosità dimostrata dagli chef e dalla risposta delle istituzioni". ha concluso lo chef Zonfa. 

A inizio settembre, in una cerimonia ufficiale, il ricavato della serata sarà consegnato alla Onlus. Tra i progetti c'è anche quello di una foresteria per i famigliari dei piccoli ospiti del reparto di neonatologia. Un progetti che ha già ricevuto il sostegno e l'impegno del Comune dell'Aquila.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - “Sulla mega commessa a Comdata per la gestione del call center Inps, il governo è assente e questo sta mettendo a rischio migliaia di posti di lavoro”. Lo denuncia la deputata democratica Stefania Pezzopane che sottolinea come ”nessuno sta gestendo il passaggio di consegna da Trascom e Consorzio Lavoranile a Comdata nuovo gestore  e questo rischia di mettere a repentaglio oltre 3 mila posti di lavoro, più di 600 solo a L’aquila".

"Torniamo a chiedere - prosegue - di avviare subito i tavoli di concertazione al Mise e la convocazione ad horas da parte della Regione e delle parti sociali e dell’Inps, così da fare ordine e colmare quel vuoto con cui il governo sta trattando l’intera vicenda. Di Maio la smetta di pensare unicamente alla salvaguardia della propria poltrona e si attivi immediatamente per l’applicazione tassativa e territoriale della clausola sociale a salvaguardia degli attuali livelli occupazionali e del trattamento salariale dei dipendenti del Call center dell’Inps. Comdata deve assumere tutti i lavoratori sia quelli di Trascom che quelli del Consorzio Lavorabile e tutto va fatto rapidamente e con la massima trasparenza".

"A Fratelli d’Italia impegnata questa mattina nel flash mob, suggerisco di farne uno anche sotto il comune e sotto la regione per sollecitare Marsilio e Biondi a convocare idonei tavoli per gestire il passaggio tra gli attuali gestori a Comdata con l’assunzione di tutti i lavoratori. È urgentissimo, lo chiedo da settimane inascoltata. La verità - termina Pezzopane - è che i lavoratori,a certa gente, interessano solo in campagna elettorale e questo è vergognoso“.

Pubblicato in Economia
Martedì, 06 Agosto 2019 16:32

FdI: flash mob, la crisi non va in vacanza

L'AQUILA - Questa mattina un gruppo di dirigenti e militanti di Fratelli d’Italia della Provincia dell'Aquila ha manifestato davanti alla sede del call center Consorzio Lavorabile a Pettino.  I militanti hanno srotolato uno striscione con sopra scritto “la crisi non va in vacanza”.

“Il nostro Partito – fanno sapere gli organi comunali di FdI - scende in piazza contemporaneamente in tutta Italia per una serie di manifestazioni davanti ai siti produttivi di aziende in crisi. Ogni realtà territoriale di Fratelli d’Italia ha scelto una delle aziende per le quali è stato istituito un “tavolo di crisi” nazionale presso il Ministero dello Sviluppo Economico: ne esistono quasi duecento, con quasi trecentomila lavoratori a rischio e quasi seicentomila nell'indotto.  All'Aquila abbiamo invece scelto di tenere alta la tensione sulle importanti e difficili vertenze aperte dei call center e altre situazioni su cui l’attenzione delle istituzioni e della comunità deve essere massima.  Per noi di Fratelli d’Italia non servono politiche passive di accompagnamento verso il reddito di cittadinanza ma politiche attive di impresa per prevenire e salvaguardare il tessuto produttivo. Bisogna strutturare un sistema che incentivi la reindustrializzazione, preservando il tessuto imprenditoriale dando l’unica risposta che gli italiani vogliono: il lavoro.”

Pubblicato in Cronaca
Martedì, 06 Agosto 2019 16:27

12° Premio Dean Martin a otto italiani

MONTESILVANO (PE) - Mercoledì 7 Agosto alle ore 21,00 al Teatro del Mare (via Ungheria) di Montesilvano si svolgerà il Premio Internazionale Dean Martin, giunto alla dodicesima edizione. Il prestigioso cappello, dopo Simona Molinari, verrà consegnato a sette personaggi che si sono distinti nella loro professione, nelle attività culturali, imprenditoriali e sociali, nei vari Paesi del mondo o nelle regioni italiane dove attualmente risiedono. Il Premio Speciale “Gaetano Crocetti”, sezione del premio dedicata a chi ha operato sul territorio in maniera meritoria nel campo del sociale e della solidarietà, verrà conferito a Germana Sorge per essersi distinta come presidente della Fondazione Il Cireneo per l’autismo.

In tutto sono otto gli italiani che domani sera riceveranno il premio: Matteo Brancaleoni, Luigi Marini, Lara Molino, Associazione Abruzzese e Molisana in Piemonte e Valle d’Aosta (pres. Carlo Di Giambattista), Levino Di Placido, Gianluca Di Medio Ciccarelli, Albano Paolinelli e Germana Sorge (Premio Speciale Gaetano Crocetti).

Il Premio Internazionale Dean Martin è organizzato dalla omonima fondazione con il contributo del Comune di Montesilvano e il patrocinio dell’assessorato regionale alla Cultura, del Consiglio Regionale degli Abruzzesi nel Mondo e della Provincia di Pescara.

In questa edizione si parlerà di emigrazione italiana dopo la seconda guerra mondiale, in particolar modo quella dal Sud Italia, partendo dalle note di uno dei più celebri film di Giuseppe Tornatore, Nuovo Cinema Paradiso. L’Orchestra Dean Martin, diretta dal Maestro Antonella De Angelis, proporrà un viaggio musicale sulle note dei famosi e indimenticabili brani di Dean Martin e Frank Sinatra. Verrà raccontato il viaggio di Gaetano Crocetti, barbiere emigrante montesilvanese, che ha poi trovato successo e fortuna negli Usa grazie anche a suo figlio Dino Paul. La regia dell’12° Premio Dean Martin è curata da Matteo Veleno, in collaborazione con l’attrice Tiziana Di Tonno. Presenta la serata la giornalista Mila Cantagallo. “Un’edizione destinata a lasciare il segno per le storie di emigrazione che i nostri corregionali racconteranno durante - spiega la presidente Alessandra Portinari -. Dopo il premio conferito a Simona Molinari al teatro del Mare verranno premiati otto personaggi che si sono distinti nel mondo per il loro operato. I premiati sono stati scelti dalla giuria non solo per il loro curriculum, ma per l’umanità e la passione impiegate nelle loro attività. Aspetti fondamentali per raggiungere un successo persistente. Sarà una serata di musica, con l’Orchestra Dean Martin, di solidarietà e memoria, che ripercorrerà in questa edizione il viaggio degli emigranti del Meridione d’Italia che negli anni Cinquanta raggiunsero il Nord”.

 

I VINCITORI:

SIMONA MOLINARI: CANTAUTRICE E MUSICISTA

Nata a Napoli, ma aquilana di adozione, la cantautrice e musicista jazz Simona Molinari è tra le artiste più apprezzate del panorama musicale italiano. Ha collaborato e duettato con artisti di fama mondiale tra i quali citiamo Al Jarreau, Gilberto Gil, Peter Cincotti, Andrea Bocelli, Ornella Vanoni, Lelio Luttazzi, Renzo Arbore, Massimo Ranieri, Fabrizio Bosso, Franco Cerri, Stefano Di Battista, Dado Moroni, Roberto Gatto, Roy Paci e Danny Diaz. In Italia è maggiormente nota al pubblico per la hit radiofonica In cerca di te e per le due partecipazioni al Festival di Sanremo nel 2009 con il brano Egocentrica e nel 2013 in coppia con il jazzista newyorkese Peter Cincotti con il brano La Felicità che ha raggiunto il Disco d’Oro. L’artista è stata inoltre coinvolta nella colonna sonora del Film “Tiramisù” di Fabio De Luigi ed è stata impegnata in una lunga tournée che ha superato 100 concerti in Italia e nel mondo: dal Blue Note di New York  al Teatro Estrada di Mosca, dall’Arena di Umbria Jazz  al Premio Tenco solo per citarne alcuni.

 

MATTEO BRANCALEONI: THE ITALIAN CROONER

Stimato da personaggi come Renzo Arbore, Maurizio Costanzo, Fiorello e Michael Bublè con il quale ha duettato dal vivo a Roma, nel 2007 durante un suo concerto, Matteo Brancaleoni è ormai ritenuto uno degli interpreti italiani di spicco del songbook americano. Erede di Dean Martin è tra i dieci migliori cantanti jazz italiani nel referendum 2012 dei lettori della rivista “JazzIt”. Sul palco del prestigioso “Blue Note” di Milano ha registrato ben 5 SOLD OUT. Negli anni ha avuto la fortuna di poter collaborare, fra gli altri, con jazzisti del calibro di Franco Cerri, Renato Sellani, Gianni Basso e Fabrizio Bosso. Affiancato spesso ai suo idoli Dean Martin e Frank Sinatra, Matteo negli anni si è costruito uno stile sempre più personale e ben definito. Artista dal talento poliedrico, cantante, attore, voce radiofonica e giornalista è stato premiato nel 2008 come Miglior Nuovo Talento ad Elba Jazz. Il suo debutto discografico “Just Smile” e il suo secondo album “Live In Studio” sono stati accolti entusiasticamente dal pubblico e dalla critica nazionale ed internazionale. Il suo ultimo disco era rimasto per due settimane il disco jazz più venduto su iTunes e per sei mesi fra i live consigliati dallo Store della Apple.  

Ha venduto più di 50mila copie in Italia, USA, Canada e Giappone.

 

ALBANO PAOLINELLI: ARTISTA, SCENOGRAFO, DOCENTE

Scenografo, ha curato vari allestimenti scenici in teatro, cinema e televisione. E’ stato Docente di Discipline pittoriche e Preside Vicario al Liceo Artistico Misticoni di Pescara. Numerose sono le mostre collettive e personali nazionali ed internazionali a cui ha partecipato. Protagonista e fondatore di una Galleria che negli anni 74/80 si è affermata in campo nazionale, Convergenze, Laboratorio Comune d’Arte che, con altri grandi artisti  e il giovane  Andrea Pazienza, suo allievo, ha operato a Pescara. Paolinelli, sempre curioso nella scelta delle tecnologie ha utilizzato la pellicola partecipando a varie rassegne di “cinema d’artista” con dei suoi lavori filmici sperimentali. Recentemente è stato impegnato ad un progetto itinerante dal titolo “Realismo astratto”, mostra ospitata in varie sedi tra cui Milano, Bologna, Bonassola, Termoli, Pescara, Tremiti, Trapani e Roma. Paolinelli è stato anche uno dei promotori, fin dall’inizio, dello Spoltore Ensemble, occupandosi dell’immagine e la cura degli spazi teatrali.

Sue opere si trovano in Musei e Gallerie in Italia e all’estero, apprezzato e amato per la didattica dai suoi numerosi allievi incontrati appunto negli anni d’insegnamento presso il Liceo di Pescara. Paolinelli ha sempre portato avanti la sua attività artistica con mostre che si sono tenute in varie città italiane, suscitando interesse da parte della critica e del pubblico ottenendo premi e riconoscimenti, recentissime  la mostra “ Tra le nuvole” presso la fondazione Pescarabruzzo a Pescara e “RI-GENERAZIONI” presso la Galleria Stradedarts a Milano nel 2019. Dalle varie pubblicazioni e monografie e dal suo curriculum , impegnativo e corposo si evidenziano inoltre mostre tenute a Parigi, Lione, Boston, New York, Spalato, Novi Grad, a Cork e Dublino, a Charleroi e Bruxelles.

 

LUIGI MARINI, ECONOMISTA, DIRETTORE BANCA D’ITALIA A NEW YORK E LONDRA

Luigi Marini divide il suo tempo tra la casa di Teramo, Londra, la Florida e New York. Ha fatto parte di un delle prime generazioni di italiani che venivano inviati all’estero da “professionisti”, per rappresentare il nostro Paese con competenze specifiche. Alle sue spalle aveva la fortuna di avere un’istituzione di tutto rispetto qual’è la Banca d'Italia. Luigi Marini, dopo aver completato gli studi di Giurisprudenza nell’Università di Roma, scelse di approfondire il settore finanziario e si spostò a Cambridge. Il primo grande incarico arrivò nel 1961, con l’assegnazione al Fondo Monetario Internazionale e alla Banca Mondiale quale assistente tecnico del Direttore Esecutivo per l’Italia. In quel periodo, all'Italia toccò la Presidenza della Riunione Annuale delle istituzioni di Bretton Woods, nella persona del Ministro del Tesoro On. Emilio Colombo e del Governatore della Banca d'Italia, Guido Carli. Luigi Marini, dopo aver preso parte alla costituzione del G 10 (gruppo dei Dieci) per la riforma del sistema monetario internazionale (sotto la presidenza di Rinaldo Ossola della Banca d'Italia) fu autore di uno dei primi rapporti per tale organismo e al tempo di Kennedy venne inviato a Ottawa per partecipare alla stesura del primo rapporto congiunto italo-canadese sul processo di aggiustamento delle bilance di pagamento dello stesso G10. Il manager teramano divenne collaboratore di fiducia del futuro presidente Carlo Azeglio Ciampi, proseguendo la propria carriera come Capo Delegazione della Banca d’Italia a New York, incarico rivestito anche a Londra.

 

GIANLUCA DI MEDIO CECCARELLI: ATTORE, STUNTMAN

E’ arrivato in California 14 anni fa con una borsa di studio da seguire nello Strasberg Theater Actor’s Studio, con il sogno di fare l’attore e lo stuntman e il suo obiettivo l’ha raggiunto proprio a Hollywood. Gianluca è nato ad Aracaju in Brasile, figlio di una coppia di genitori pescaresi emigrati in Brasile sul finire degli anni 70, è tornato in Italia, a Pescara, ancora bambino, il futuro attore per anni ha fatto la spola tra Roma (per studiare recitazione) e Milano (per lavorare come modello).

Gianluca Di Medio Ceccarelli ha iniziato negli Usa, lavorando su un percorso imprevisto ma altrettanto affascinante: l’animazione 3D.

Ha studiato nell’Accademia di Jenny Tamburi e nel 2000 il primo manager gli diede il nome d’arte di Lucas Di Medio e con quello partecipò al primo film. Arrivato a Los Angeles ha iniziato i primi lavori, partendo dalla gavetta: negli ostelli internazionali in cui alloggiava ha lavato i bagni per poi passare a lavorare in Receptions grazie alle conoscenze delle lingue (parla portoghese, inglese e spagnolo fluentemente). Con molti sacrifici è riuscito a farsi accettare nel mondo di Hollywood.

Gli anni trascorsi a Los Angeles in attesa della occasione giusta come attore, non sono stati però sprecati inutilmente. Gianluca infatti ha conseguito una laurea in ingegneria informatica e si è specializzato in animazione digitale in 3D. Nel 2011 è tornato a fare l’attore a tempo pieno e ha all’attivo già ruoli importanti nei film “Trafficanti” e “Wild for the Night” e nelle serie TV “Mistresses”, “Navi CIS:L.A.” e “Modern Family”. Usa il metodo di Strasberg e Stanislavsky, sogna di produrre e realizzare film per far conoscere Pescara a Hollywood.

Ha la passione della cucina e ha partecipato al Masterchef americano dove ho conosciuto lo chef Gordon Ramsay. Sta cercando fondi per poter girare un film tra Pescara, Roma e Los Angeles, una storia romantica ma anche drammatica e carica di suspence, mantenendosi fedele agli schemi del cinema americano.

 

LARA MOLINO: CANTAUTRICE E MUSICISTA

Nata a Chieti e residente a San Salvo (CH), Lara Molino è una cantautrice, musicista e musicoterapeuta, ha composto circa 200 canzoni in italiano e vernacolo abruzzese. Svolge studi e ricerche delle tradizioni abruzzesi attraverso la canzone popolare. Suona la chitarra, l'armonica a bocca e diversi strumenti a percussione. Ha inciso diversi dischi, tra i quali “Il mio angolo di cielo”, prodotto da Massimo Varini e “Fòrte e gendìle”, prodotto da Michele Gazich. Ha studiato Canto presso l'Accademia Musicale Pescarese e Chitarra Blues e Fingerpicking col Maestro Paolo Giordano. Si è diplomata in Musicoterapia nel 2016. Ama la Poesia, scrive poesie e canzoni dall'età di 13 anni. Insieme a Michele Molino (poeta e padre dell'artista) ha scritto le 10 canzoni contenute nell’Album in dialetto abruzzese dal titolo “Fòrte e Gendìle”, pubblicato il 9 giugno 2017. Lara Molino è stata “cantante ufficiale” di “Emmanuel”, l’inno della Giornata Mondiale della Gioventù del 2000, che ha più volte cantato davanti a milioni di giovani di tutto il mondo e al Papa Giovanni Paolo II. A febbraio 2019 si è esibita in Sardegna, a Cagliari, ospite del Festival “Buon Compleanno Faber”; ha eseguito i brani del suo repertorio in lingua abruzzese  ed ha avuto il piacere di cantare insieme a Giovanna Marini. Ha tenuto concerti in Italia e all'estero: Polonia, Spagna, Canada.

ASSOCIAZIONE ABRUZZESE E MOLISANA DEL PIEMONTE E VALLE D’AOSTA: PRESIDENTE CARLO DI GIAMBATTISTA

E’ la seconda associazione degli abruzzesi più longeva, dopo quella di Roma. Quest’anno ha conquistato il 40esimo anno di attività,  oltre alle finalità istituzionali, risultano essere quelle di promuovere ogni attività orientata non solo all’aggregazione dei soci, ma all’attivazione di iniziative culturali, promozionali e divulgative di ogni cosa che in Abruzzo e Molise si progetta e si realizza, con iniziative teatrali, espositive, di intrattenimento e turistiche. Carlo Di Giambattista è medico, amministratore delegato nonché Direttore Sanitario del Villa Maria Pia Hospital, risultata tra le prime dieci in Italia, e prima in Piemonte. E’ stato eletto all’unanimità, per la terza volta consecutiva Presidente della Famiglia Abruzzese e Molisana in Piemonte e Valle d'Aosta. Un sodalizio forte, attivo, coeso, propositivo, un’associazione, tanto per restare in tema, che gode di ottima salute e ha nominato un Direttivo altrettanto dinamico e volenteroso. Carlo Di Giambattista, a capo della Famiglia per il terzo mandato, è affiancato da Giuseppe Silla e Gino Marrone con il ruolo di Vice Presidenti, Maria Marrone è la segretaria, Roberta D'Onofrio neo eletta è collaboratore di Presidenza, Fiorenzo Marrone confermato come tesoriere. Tommaso Lo Russo, addetto stampa.

 

LEVINO DI PLACIDO: PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE ABRUZZESE “LA MAIELLA” A CHARLEROI E SINDACO DI PENNAPIEDIMONTE (CH)

Levino Di Placido, ex consigliere del Cram Regione Abruzzo in rappresentanza degli abruzzesi in Belgio (dove ha il titolo di “Ambasciatore d'Abruzzo”), è tornato in Italia per rivestire il ruolo di nuovo sindaco della sua Pennapiedimonte (Chieti). Di Placido, figlio di emigrati a Charleroi/Marcinelle (dov’è nato nel 1959), ha vinto con l’85,51% dei consensi con la sua lista “Il cambiamento”, contro quella “Per Pennapiedimonte” del competitor Giuseppe Carideo, che ha preso il resto dei voti (14,49%). Pennapiedimonte (460 abitanti) è nel Parco nazionale della Majella. Felicità è stata trasmessa dal Movimento associativo italiani all'estero (Maie), il partito di cui Di Placido è coordinatore in Belgio. Il Maie, che si presenta solo alle elezioni nei collegi esteri di Camera e Senato, ha sottolineato il fatto che Di Placido è il “primo sindaco che il Movimento ha in Italia”. Il neo sindaco del piccolo paese abruzzese è presidente dell’Associazione dei corregionali “La Maiella” a Charleroi.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L’AQUILA -Brillantementesuperata la prova del primo evento di Nell’ombra della musica italiana” progetto ideato dalla Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” nel nuovo spazio per spettacoli all’aperto allestito presso il Piazzale del Munda la sede del Museo Nazionale d’Abruzzo in Borgo Rivera, con ingresso da Piazza San Vito alla Rivera (di fronte la Fontana delle 99 Cannelle): straordinario successo per i “Fuochi sulla collina” del giornalista Andrea Scanzi e il chitarrista Filippo Graziani per un raffinato e coinvolgente omaggio a Ivan Graziani svoltosi nella serata di ieri 5 agosto.

Si registra molta attesa e richiesta per il secondo appuntamento in programma mercoledì 7 agosto con inizio alle ore 21,30 dedicato ad uno dei cantautori italiani più originali, Max Gazzè che fa tappa anche a L’Aquila con il suo “On the road – Summer Tour 2019”.

Dal 2010 il cantautore romano non torna ad esibirsi nel capoluogo abruzzese.

Max Gazzè è certamente uno degli autori italiani con background europeo e di stile in continua evoluzione. I suoi album sono sempre caratterizzati da successi condivisi con artisti come Franco Battiato, Alex Britti, Niccolò Fabi e Daniele Silvestri ed anche Carmen Consoli, Paola Turci e tanti altri. Dai primi singoli di successo come “Cara Valentina” e “Vento d’estate” agli album “La favola di Adamo ed Eva”, “Max Gazzè”, “Ognuno fa quello che gli pare”, “Un giorno”, la strada del cantante, bassista e compositore Gazzè è stata sempre in qualche modo legata al Festival di Sanremo. Nel 2011 nasce “L’uomo sinfonico” con la Filarmonica Toscanini di Parma fino ad arrivare al 2017 con  “Alchemaya, un’opera sintonica”, un’opera originale, il cui libretto è stato scritto insieme al fratello Francesco, suonata con la Bohemian Symphony Orchestra di Praga.

Sul fronte live il 2016 è stato un momento magico per Gazzè, che da inizio anno ha suonato ininterrottamente in oltre 70 concerti per poi affrontare la sua prima tournée mondiale.

Questo 2019 è un nuovo anno “On the road”, come lo ha definito lo stesso Max Gazzè. Insieme a lui, in questo nuovo viaggio, i suoi musicisti di sempre: Giorgio Baldi chitarre, Cristiano Micalizzi batteria, Clemente Ferrari tastiere e Max Dedo trombone e una particolarissima sezione fiati.

In occasione dei concerti è prevista l’apertura straordinaria del MUNDA dalle 20 in poi con visite guidate alle aree museali.Ultimo appuntamento con “Nell’ombra della musica italiana”  il 9 agosto con il grande RON che rende omaggio al suo amico di vita e di arte Lucio Dalla. 

Tutte le informazioni sulla sezione News del sito www.barattelli.it

Attenzione: In occasione dei concerti via Borgo Rivera ed in particolare l’area della Fontana delle 99 Cannelle è chiusa al traffico. Si consiglia di utilizzare i parcheggi della Stazione FS, della Meridiana e del Tribunale via Filomusi Gelfi.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

PESCARA - L’assessore al Turismo Alfredo Cremonese ha presentato questa mattina in sala Giunta del Comune di Pescara la manifestazione “La notte di San Lorenzo- Shopping sotto le stelle”, iniziativa che si terrà Sabato 10 agosto e si protrarrà fino a tarda serata.

Affiancato dai rappresentanti della Confcommercio e Confartigianato, dal presidente della Commissione Turismo, Cultura e Grandi Eventi Manuela Peschi, dai consiglieri Christian Orta e Zaira Zamparelli e dalla Dirigente  del Settore Istruzione, Cultura e Turismo, Maria Gabriella Pollio, l’assessore Alfredo Cremonese ha illustrato la scaletta degli eventi e ha ringraziato gli Uffici e le associazioni che in pochissimo tempo e grazie a un ottimo lavoro di sinergia, sono riusciti da organizzare un evento che sta diventando un punto di riferimento delle notti estive cittadine.

In Corso Vittorio Emanuele II ci saranno 5 punti musicali (con DJ set, Piano Bar, band di musica Pop), scuole di ballo, trampolieri, proiezioni di film di animazione, il mercatino, 2 aree di giochi gonfiabili per bambini, il Simulatore 3D e un’esposizione di Moto. In Corso Umberto si esibirà una band e ci sarà una scuola di ballo. In Via Firenze ci saranno diversi angoli di musica così come in via Roma. In via Trento è prevista un’esposizione di auto d’epoca e moto,  un’area per i giochi dei bambini e un’area per la proiezione di film di animazione. Il tutto, ovviamente, legato insieme dalle attività commerciali aperte e fruibili per lo shopping serale e notturno.

L’assessore Cremonese ha precisato che l’evento non ha avuto costi per il Comune e che tutte le iniziative sono state elaborate dai Commercianti.

Vincenzina De Sanctis, presidente del settore Federpreziosi della Confcommercio, portando anche il saluto di Marina Tucci dell’Associazione “Viviamo Pescara”, ha sottolineato lo spirito collaborativo tra tutti i soggetti interessati all’organizzazione ricordando che verrà interessato tutto il Quadrilatero del Centro Commerciale Naturale. Particolare attenzione merita l’area Food ma verranno proposti eventi musicali e iniziative ricreative, per offrire un ventaglio di eventi a chi decide di fare shopping nella notte di San Lorenzo.

Barbara Lunelli (Confartigianato) ha sottolineato la sinergia tra tutte le associazioni di categoria  e ha ricordato che si tratta di un appuntamento importante per i commercianti e gli artigiani di Pescara, tutti uniti per permettere la buona riuscita dell’evento.

La consigliera Zaira Zamparelli ha voluto sottolineare la preziosa collaborazione di Francesco Marino dell’Associazione “Periferie in Centro”.

Pubblicato in Cronaca

L’AQUILA – Dal Cammino del Perdono ai grandi eventi nel decennale del terremoto, il programma di questa edizione 725 riserva numerosissimi momenti culturali, musicali e religiosi. Dal 40° Fuoco del Morrone, con il Cammino del Perdono che dall’Eremo del Morrone attraverso Sulmona giungerà a L’Aquila il 23 Agosto; Gianni Morandi, Amii StewRT, Simona Molinari il Volo, e tanti altri artisti renderanno piacevolissime le serate dal 23 al 29 Agosto.  

Questo è il programma completo degli eventi:

23 agosto:

location: Teatro del Perdono (piazzale Basilica di Collemaggio)

ore 20,30: L’Accensione”, cerimonia, che darà il via alla settimana di eventi della 725ª Perdonanza, a dieci anni dal sisma del 2009.

ore 21,30 “L’Aquila, la terra, le radici, la Rinascita.

Evento ideato da Leonardo De Amicis e scritto con Paolo Logli, realizzato all’Aquila per l’Aquila, in occasione del decennale del sisma.

La conduzione della serata, che avrà come splendida scenografia la Basilica di Collemaggio, è affidata a Lorena Bianchetti.

Sul palcoscenico si avvicenderanno artisti straordinari come Gianni Morandi, Giancarlo Giannini, Amii Stewart, Paolo Vallesi, Simona Molinari, Piero Mazzocchetti, Stefano Di Battista, Vittoriana De Amicis e Franco Nero con il premio Oscar Vanessa Redgrave.

L’Orchestra Nazionale dei Conservatori d’Italia e i Cori scelti tra le nostre illustri compagini residenti, tutti diretti dal mº Leonardo De Amicis, faranno da colonna sonora a questo eccezionale evento.

 

24 agosto

location: Piazza Duomo

ore 21,30

“Shine Pink Floyd Moon”

Viaggio nel mondo della luna di Micha van Hoecke.

“I Pink Floyd? Una musica che ha un’anima…” È questo che ha ispirato il celebre coreografo/regista russo-belga Micha van Hoecke a creare il suo nuovo lavoro Shine (“Brilla”) sulle indimenticabili canzoni della leggendaria band inglese musiche senza tempo, ponte tra il rock e la musica classica che, nell’immaginario collettivo, sono legate alla giovinezza interiore di tutti noi. Shine è un viaggio sulla luna, non solo (o forse non più) luogo di follia e senno smarrito, bensì simbolo della poesia, della fantasia, della vita stessa.

 

25 Agosto

location: Teatro del Perdono

ore 21,30

Enrico Brignano in

”Un’ora sola vi vorrei ”

“Ruit hora”, dicevano i latini. “Il tempo fugge”, facciamo eco noi oggi. A spasso nel suo passato, tra ricordi e nuove proposte che rappresentano un ponte gettato sul futuro, Enrico passeggia sulla linea tratteggiata del nostro presente, saltella tra i minuti, prova a racchiudere il fiume di parole che ha in serbo per il suo pubblico e a concentrarle il più possibile, in un’ora e mezza di spettacolo.

 

26 agosto

location: Teatro del Perdono

ore 21,30

Il Volo per l’Aquila

(Gianluca, Ignazio e Piero raccontano “il Volo”)

Gianluca Ginoble, Ignazio Boschetto e Piero Barone, componenti del celebre trio Il Volo, famosi ormai in tutto il mondo verranno a testimoniare il loro affetto per questa città e a costruire assieme e “donare” all’Aquila uno spettacolo di musica racconti ed emozioni.

La Basilica di Collemaggio illuminata farà da sfondo a questo straordinario e irripetibile momento artistico.

Sul palco con la Grande Orchestra Sinfonica dei Conservatori, composta da giovani talenti proveniente da tutti i conservatori d’Italia, special guest il noto violinista virtuoso Alessandro Quarta.

Dirige il Mº Leonardo De Amicis.

 

27 agosto:

location: ogni spazio agibile

ore 21,30

L’Aquila suona.

Un happening che (ri)vedrà protagonisti artisti di ogni tipologia, dislocati in ogni angolo, cortile, piazza o strada agibile ed accessibile della città. Ogni artista o gruppo avrà il suo spazio per esibirsi durante la serata fino a tarda notte.

 

28 agosto:

Corteo storico ed apertura della Porta Santa

Nella notte tra il 28 ed il 29 lettura testi sacri nella basilica di Collemaggio con musica dal vivo.

 

29 agosto

location: Teatro del Perdono

ore 22,00

Chiusura della 725 Perdonanza con il “Gran Concerto” capitanato da Fiorella Mannoia che vedrà ospiti accanto a sé artisti come Luca Barbarossa, Paola Turci e Noemi.

Fiorella Mannoia, grande artista di sensibilità elevata, ha sempre amato L’Aquila e l’Abruzzo e torna in città a dieci anni dal suo concerto donato subito dopo il sisma.

Sul palco, assieme alla sua band guidata da Carlo Di Francesco, suonerà l’Orchestra del Conservatorio dell’Aquila “A. Casella” diretta dal mº Leonardo De Amicis.

Pubblicato in Arte e Cultura

L’AQUILA  – In occasione della 725esima Perdonanza celestiniana, dal 23 al 29 agosto, L’Aquila si appresta a diventare un palcoscenico internazionale, tra concerti, spettacoli e rievocazioni storiche. L’evento annuale più importante del capoluogo abruzzese assume quest’anno una valenza ancora più prestigiosa ed evocativa grazie all’impegno del sindaco Pierluigi Biondi e alla volontà del direttore artistico maestro Leonardo De Amicis, già all’opera dallo scorso anno, e che stamani hanno presentato il programma artistico che farà da contorno all’Evento celestiniano. L’intento è di consegnare al mondo il messaggio di pace, fratellanza e riconciliazione lanciato da Papa Celestino V, portando la città alla ribalta della scena nazionale e internazionale.

 “Lo scorso anno c’è stato grande successo di pubblico per Riccardo Cocciante e Francesco De Gregori. Anche questa nuova edizione sarà ricca di sorprese – ha raccontato il direttore artistico del Comitato Perdonanza – Sul palcoscenico, nella serata di apertura del 23 agosto, che avrà come splendida scenografia la Basilica di Collemaggio, si avvicenderanno artisti del calibro di: Gianni Morandi, Amii Stewart, Paolo Vallesi, Simona Molinari, Piero Mazzocchetti, Stefano Di Battista, Vittoriana De Amicis. Voci narranti di questo straordinario evento: Giancarlo Giannini, Franco Nero e il premio Oscar Vanessa Redgrave”.

La conduzione della serata, ideata e scritta per l’occasione da Leonardo De Amicis e Paolo Logli, dal titolo: L’Aquila, la terra, le radici, la Rinascita, e che si svolgerà a Collemaggio dove sarà allestito il Teatro del Perdono fulcro vitale della manifestazione, è affidata alla conduttrice Rai, Lorena Bianchetti.  A fare da colonna sonora l’Orchestra Nazionale dei Conservatori d’Italia e i cori scelti tra le illustri compagini residenti, tutti diretti dal mº Leonardo De Amicis.

Lo spettacolo continuerà per tutta la settimana con numerosi appuntamenti, tra musica, teatro e storia coinvolgendo tutta la città. In scena, infatti, sul palco, il musical Shine Pink Floyd Moon, viaggio nel mondo della luna del celebre coreografo e regista Micha Van Hoecke. Enrico Brignano con il suo show Un’ora sola vi vorrei: a spasso nel suo passato, tra ricordi e nuove proposte che rappresentano un ponte gettato sul futuro, in un’ora e mezza di sorprendente spettacolo. Al Teatro del Perdono, il 26 agosto, il celebre trio Il Voloregalerà una serata unica dal titolo: Il Volo per l’Aquila. Un progetto inedito fortemente voluto da Gianluca Ginoble, Ignazio Boschetto e Piero Barone che, forti della loro indiscussa fama internazionale, verranno a testimoniare il loro affetto per questa città “donando” all’Aquila un suggestivo spettacolo tra musica, racconti e forti emozioni.

Imperdibile, il 28 agosto, il suggestivo Corteo storico, che dopo aver attraversato la città, vedrà il suo culmine nell’apertura della Porta Santa della Basilica di Santa Maria di Collemaggio da parte di sua eminenza il cardinale Giuseppe Bertello, per dare il via al Giubileo dell’Aquila.

La conclusione della 725 Perdonanza, dopo la chiusura della Porta Santa di Collemaggio, sarà celebrata con un grandioso concerto capitanato da Fiorella Mannoia, sul palco insieme a lei per rendere omaggio all’Aquila e all’incredibile forza dei suoi abitanti, artisti come Luca Barbarossa, Paola Turci e Noemi. Fiorella Mannoia, grande artista di sensibilità elevata, ha sempre amato L’Aquila e l’Abruzzo e torna in città a dieci anni dal suo concerto donato subito dopo il sisma.

“Da ben 725 anni si celebra all’Aquila il rito solenne della Perdonanza Celestiniana, che permette ai fedeli di ricevere l’indulgenza plenaria varcando la Porta Santa della Basilica di Santa Maria di Collemaggio, in un momento di raccoglimento intimo e coinvolgente, così come voluto da Papa Celestino V. Inoltre, – ha ricordato il sindaco Pierluigi Biondi, presidente del Comitato Perdonanza - quest’anno ricorre il decennale dal tragico terremoto che ha visto la città distrutta nel 2009, non solo nella sua meravigliosa architettura, ma anche nella sua anima, lasciando aperta una ferita profonda nella comunità, che in questi anni ha dovuto ritrovare in se stessa la forza necessaria per illuminare con rinnovato coraggio e vigore i propri luoghi”.

Biondi ha posto l’accento sugli eventi illustrati da Leonardo De Amicis “cui si può assistere solo all’Aquila, visto che la gran parte degli spettacoli è stata scritta proprio per la città e la Perdonanza. Rilevante, inoltre, la presenza delle orchestre nazionali, a cominciare da quella composta dagli allievi dei conservatori di musica di tutta Italia”

 “Va sempre ricordato che il Giubileo indetto nel 1294 dal Papa Santo Celestino V, il più antico della storia, è il momento solenne e fondamentale dell’Evento e la Perdonanza ne costituisce il contenitore – ha concluso Biondi – un rito che quest’anno assumerà un valore ancor più elevato: il Comitato Direttivo della Commissione Nazionale Italiana per l'Unesco ha deciso la candidatura della Perdonanza Celestiniana a Patrimonio Immateriale dell'Umanità per l'anno 2018, riconoscendone l'importanza straordinaria di messaggio di pace, solidarietà e riconciliazione che da oltre 700 anni diffonde tra gli uomini”.

A sottolineare il forte legame della manifestazione con la ricorrenza per il decennale dal sisma, che ha profondamente segnato la città, il sindaco Biondi e il Comitato Perdonanza hanno voluto assegnare il ruolo di Dama della Bolla e Giovin Signore a due giovani aquilani sopravvissuti al tragico evento: Sara Luce Cruciani e Federico Vittorini. Saranno loro, in abiti antichi, i protagonisti del corteo storico che prenderà vita nelle vie della Città in occasione dell’apertura della Porta Santa.

Pubblicato in Arte e Cultura

ROMA - Campioni europei sulla teoria, rimandati nella pratica. “Gli italiani conoscono molto bene il sistema dei medicinali equivalenti, cosa che non trova riscontro in altri Paesi” nonostante “quote di mercato molto diverse” nella Penisola rispetto ad altre nazioni del Vecchio continente. E’ uno dei dati evidenziati da Enrique Häusermann, amministratore delegato di EG Spa e Crinos Spa, società del gruppo tedesco Stada, fra quelli emersi dall’Heath Report 2019 ‘Il futuro della salute’. Una ricerca condotta da Kantar Health per Stada in 9 Paesi (Belgio, Francia, Germania, Gb, Polonia, Russia, Serbia, Spagna e Italia), per un totale di 18 mila intervistati di cui 2 mila nella Penisola.

Dallo studio risulta che il 90% dei connazionali, contro una media Europa del 63%, conosce perfettamente i farmaci equivalenti. “Siamo rimasti molto stupiti”, confessa l’Ad all’AdnKronos Salute. “Mi sarei aspettato - spiega - che in Paesi tipo la Germania o l’Inghilterra, piuttosto che nelle nazioni del Nord Europa, i cittadini potessero avere una conoscenza diversa da quella italiana perché completamente diverse sono le quote di mercato”. In termini di unità, ossia di scatolette vendute, “la Germania è a più del 50%” mentre “l’Italia è al 25% e sale al 30% sul rimborsato dal Servizio sanitario nazionale”. Anche dall’indagine quindi “mi sarei aspettato una differenza percentuale abbastanza simile. Viceversa sembra gli italiani sembra che conoscano meglio di tutti, o grandemente, il nostro mondo”.

Benché “la crescita del mercato degli equivalenti” sia “costante in modo positivo rispetto a un mondo farmaceutico generale piatto (e parliamo sempre di spesa territoriale, ovvero dei medicinali venduti in farmacia)”, rileva Häusermann, per colmare il gap che ancora resiste nel Belpaese tra conoscenza dei medicinali ‘generici’ e loro effettivo utilizzo “bisogna fare più cultura e informazione”.

Sul fronte equivalenti “la cultura e l’informazione si fanno a livello del farmacista, e qui siamo abbastanza ben messi – osserva l’Ad – a livello del medico, e qui c’è da lavorare” anche se “oggi abbiamo un grosso appoggio” dai camici bianchi di famiglia e “nella fattispecie da Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale) e Simg (Società italiana di medicina generale e delle cure primarie)”, e poi è necessario agire sull’opinione pubblica: “Bisogna abbattere lo scetticismo che c’è da parte dei pazienti - ragiona Häusermann - perché ci sono ancora molti medici e molti pazienti che non riconoscono al medicinale equivalente le caratteristiche che hanno i farmaci a marchio”.

Per l’esperto del settore “c’è un’altra situazione molto interessante”, e cioè che per i farmaci equivalenti “la quota di mercato nel Nord Italia è decisamente più alta di quella del Sud. In certe regioni del Nord le quote sono esattamente doppie rispetto a quelle del Sud, quando per questioni puramente economiche ci si aspetterebbe una situazione contraria: avendo un potere d’acquisto più basso nel Sud rispetto alla media del Nord, ci attenderebbe che al Sud ci potessero essere delle quote di mercato un po’ più importanti”. Häusermann insiste sull’urgenza di “fare cultura”. Da parte degli attori della sanità “non ci interessa la promozione - precisa - Ci interessa far capire ai medici che si possono risparmiare dei soldi, ma li possono risparmiare soprattutto i cittadini”.

Dal rapporto sembra ci sia ancora molto da fare anche in termini di conoscenza per quanto riguarda invece i medicinali biosimilari: l’88% degli italiani non sa cosa siano, con un 22% che li definisce ad esempio “farmaci a base di piante con etichette bio”. Secondo il manager, “il mondo dei biosimilari è poco conosciuto” innanzitutto perché “è appannaggio degli specialisti e degli ospedali”. E poi perché “è nato relativamente dopo quello degli equivalenti: i generici sono arrivati sul mercato grosso modo all’inizio del 2000, i biosimilari diciamo 12-13 anni dopo”. Häusermann è dunque ottimista: “Ci aspettiamo che fra qualche anno anche per i biosimilari si raggiunga la stessa percentuale di conoscenza da parte dei cittadini”.

Pubblicato in Varie

GIULIANOVA (TE) - “Bambini al Museo!” ad agosto entra nel vivo con ben 5 proposte di laboratori didattici dedicati ai bambini organizzati dal Polo Museale Civico di Giulianova, in collaborazione con la Cooperativa “Virate” e sostenuti dall’Assessorato alla Cultura, con l’obiettivo di far conoscere, con metodo, professionalità e divertimento, la storia e il patrimonio culturale dei musei civici e della città ai giovanissimi cittadini e turisti. I protagonisti delle coinvolgenti esperienze sono bambini e ragazzi dai 5 ai 14 anni che dal martedì al venerdì potranno lasciarsi catturare dai “racconti esperienziali”, proposti dal Polo Museale di Giulianova, nelle sue sedi e nel centro storico rinascimentale.

Da agosto il martedì, alle ore 21.00, torna un laboratorio di grande successo: “La città con i piedi d’argilla", indicato per bambini tra i 5 e 10 anni che saranno guidati in un’esperienza sensoriale di manipolazione dell'argilla attraverso il gioco e la creatività, con l'esperta in didattica della scultura Noemi Caserta.
Un’inedita proposta per i ragazzi di età compresa tra i 9 e 14 anni è “Il Diario di Giulia”, che si tiene tutti i mercoledì di agosto: guidati dall’esperta in didattica museale Daniela Ferrante, i ragazzi visiteranno il centro storico di Giulia, prima “città ideale” del Rinascimento, per poi lavorare sulla mappa muta rilevando le caratteristiche sorprendenti del disegno urbano e prendendo appunti da riportare su un diario.

Anche in questo caso i due nuovi laboratori si tengono o prendono avviopresso la sala didattica del Punto Informazioni e Accoglienza dei Musei Civici in Piazza Buozzi. 

Proseguono poi i laboratori partiti nel mese di luglio. Il martedì alle ore 18.00, presso il Museo civico archeologico Torrione “La Rocca” in via del Popolo, è il turno de “Il piccolo archeologo", adatto a bambini tra 7 e 11 anni: un’occasione per trasformarsi in giovani archeologi facendo un vero e proprio scavo alla scoperta dei reperti di Castrum Novum, guidati dall'archeologa Andrea Mazzarulli.

Il giovedì, presso la sala didattica in Piazza Buozzi, alle ore 18.30, è il giorno dedicato alla fantasia con il laboratorio “Note di colore" in cui bambini dai 5 ai 10 anni, attraverso la cartapesta e la creazione di pentagrammi fatti da forme, creeranno la loro opera con la guida dell'esperta di grafica Patricia Piccioni e di didattica laboratoriale Valeria Marziani.

Il venerdì, alle 18.00, sempre presso la sala didattica,ragazzi tra i 9 e 14 anni muniti di smartphone, possono cimentarsi nell’arte della fotografia con “Guarda, scatta e crea", un laboratorio creativo per giovani fotografi che, esplorando il centro storico di Giulianova, realizzeranno la propria raccolta, guidati dalla docente di fotografia Emanuela Amadio. 

I laboratori sono a pagamento e prevedono un costo di € 7,00 a partecipante per “Il piccolo archeologo”, “La città con i piedi d’argilla” e “Note di colore”, mentre di € 10,00 per “Il diario di Giulia” e “Guarda, scatta e crea”. Si ricorda che per partecipare è necessaria la prenotazione entro le ore 13.00 del giorno del laboratorio e che tutte le attività verranno attivate al raggiungimento del numero minimo di 7 partecipanti, fino ad un massimo di 15.

Per informazioni e prenotazioni è possibile chiamare i numeri 085.8021290 e 349.3251050, o inviare una mail a museicivici@comune.giulianova.te.it. Per ulteriori informazioni e aggiornamenti seguiteci sul sito www.giulianovaturismo.it e sulla pagina Facebook del Polo Museale Civico di Giulianova.

Pubblicato in Eventi

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo