http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Luglio 2019 - Radio L'Aquila 1

ROMA - "Entro il 3 luglio scorso il governo avrebbe dovuto nominare un commissario straordinario per la messa in sicurezza dell'acquifero del Gran Sasso, ma ad oggi ancora del commissario non vi è traccia. E a sottolinearlo non è il Partito democratico ma le associazioni degli ambientalisti risentite con governo e presidente della Regione Abruzzo, per i fondi ricevuti 120 milioni di euro in tre anni, molti meno rispetto ai 172 milioni richiesti, e per la mancata realizzazione delle due cabine di regia promesse dal governo.

A questo punto ci chiediamo: a cosa serve commissariare e dare le deroghe se poi l'urgenza del caso viene annullata dai tatticismi delle due forze di governo Lega e M5s che come al solito non riescono a mettersi d'accordo su nulla e in questo caso nemmeno sulla nomina del commissario? Il ministro Toninelli non si pronuncia, a questo punto il presidente del Consiglio Conte prenda in mano lui le redini della situazione e agisca perché l'urgenza della messa in sicurezza della zona del Gran Sasso c'è e le associazioni lo hanno ribadito forte e chiaro".

Lo ha detto la deputata abruzzese del Pd, Stefania Pezzopane, alla luce delle notizie di stampa apparse oggi.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - Hanno avuto buon esito le richieste del capogruppo Lega e consigliere regionale dell’Abruzzo, Pietro Quaresimale, fatte a seguito della visita nell’Istituto Penitenziario di Castrogno a Teramo dello scorso 3 luglio.

“Avevo rilevato le mancanze nel sistema di cura interno al carcere - spiega Quaresimale – In particolare evidenziavo la necessità di allestire nuovi ambulatori, almeno uno per piano, per alleggerire il carico dell’unica infermeria presente nella struttura. Oggi ho avuto rassicurazioni dalla ASL di Teramo che entro la prima settimana di ottobre saranno pronti i nuovi ambulatori richiesti”.

“Il potenziamento dell’apparato sanitario dell’Istituto – sottolinea il capogruppo Lega – consentirà di migliorare il livello di sicurezza del personale e la qualità delle cure fornite ai detenuti. Ricordo che Castrogno ospita 430 detenuti a fronte dei 255 per cui inizialmente era stato previsto, con un esiguo numero di poliziotti penitenziari e un continuo rischio di rottura degli equilibri sociali. Il concentramento in un solo ambulatorio di tutti i pazienti bisognosi di cure non faceva che allentare le maglie della sicurezza rendendo difficoltosi i controlli. La creazione di un presidio medico per reparto, oltre che aumentare l’offerta sanitaria, consentirà di gestire al meglio il flusso dei detenuti dalle celle alle infermerie”.

“Il buon risultato ottenuto grazie alla collaborazione della Asl – dichiara infine Quaresimale – non comporterà un calo di attenzione sulla situazione penitenziaria nel teramano. Resta da risolvere il problema del personale di sorveglianza e altre questioni che continuiamo a segnalare. Il tal senso sono convinto che, in collaborazione col nuovo Garante dei detenuti d’Abruzzo, riusciremo a trovare soluzione alle criticità dell’Istituto”.

Pubblicato in Politica
L'AQUILA - Prima edizione della "Giornata Internazionale del Folclore" a Castelvecchio Subequo, località abruzzese fra le più ricche di cultura e tradizioni folcloristiche.
 
La Federazione Chorus Inside che ha organizzato l'evento in collaborazione con l'Amministrazione comunale ha posto le basi affinchè Castelvecchio Subequo diventi, nel tempo, un vero e proprio Centro di Cultura internazionale, un punto di riferimento per quanto concerne il Folclore europeo ed extracomunitario.
 
La giornata vissuta insieme ai gruppi di Paraguay e Colombia, ha commentato Davide Recchia, presidente della Federazione Chorus Inside, ha davvero coinvolto l'intera comunità di Castelvecchio in un abbraccio di amicizia, gioia, colori, musica, danze, tradizioni con gli amici sudamericani.
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Un piano di riordino della rete ospedaliero vuoto, fotocopia di quello del centro sinistra, in cui le parole sulla riapertura degli ospedali si scontrano con una mancanza di programmazione palese. “Ci ripetono di voler salvare - commenta il Vice Presidente del Consiglio Regionale Domenico Pettinari - gli ospedali minori, parlando della riapertura di tutti i pronto soccorso, e poi non dicono niente sui reparti strategici che dovrebbero essere riattivati. Ciò che emerge è quindi l’impossibilità di avere garanzie effettive sull’assistenza necessaria per il paziente che arriva all’interno del pronto soccorso. Il danno collaterale per queste strutture abruzzesi, alla fine, sarà che nessuno possa più andarci”.

“La verità è che un piano così scritto rischia di essere valutato negativamente e bocciato dal Ministero per colpe esclusivamente della Regione e del centro destra. Almeno il piano presentato negli anni scorsi dal Pd con l’ex assessore Paolucci e D’Alfonso era chiaro e metteva, nero su bianco, il depotenziamento dei nostri ospedali. Adesso la situazione è ben più grave perché i tagli sono fatti di nascosto”.

Quanto sta accadendo in questi mesi alla struttura di Penne è emblematico: “Abbiamo un’eccellenza riconosciuta a livello regionale che è la gastroenterologia di questa struttura essenziale per i cittadini. Vengono registrati numeri straordinari sia per la diagnostica endoscopica che per l’interventistica. Eppure, invece di essere premiato, il reparto è stato depotenziato, diventando Unità Operativa Semplice, e gli è stato persino tolto uno dei due medici operativi, dirottato all’ospedale di Pescara invece di essere inviato a Penne in sostituzione di un pensionamento. Ma la cosa ancora più grave, e che non deve passare sotto silenzio, è l’istituzione di un bando per affidare a Pescara un incarico fotocopia a quello svolto dalla gastroenterologia di Penne. Ciò significa sferrare un attacco al cuore di quella struttura, e se è vero che tre indizi fanno una prova, ci troviamo di fronte a un disegno che punta a svuotare una nostra eccellenza, che finirà col perdere pazienti e rischiare seriamente la chiusura. È un atto di una gravità inaudita che il centro destra deve bloccare immediatamente. L’Assessore Verì deve inoltre impegnarsi fin da subito per la riclassificazione dell’Unità Operativa Semplice di gastroenterologia, portandola a Unità Operativa Semplice Dipartimentale in modo da avere un proprio primario e una propria autonomia, così da non essere sotto il controllo di Pescara”.

“Ma quello di Penne - prosegue Pettinari - è solamente uno dei tanti casi che si possono ricreare, nella stessa forma, in altri ospedali abruzzesi. Il fumo negli occhi gettato dal piano di riordino della rete ospedaliera, presentato dall’Assessore Verì e dal Presidente di Regione Marsilio, punta a mascherare la totale assenza di un piano di assunzioni nella nostra sanità. La carenza di medici, infermieri, operatori socio-sanitari, la chiusura di reparti, rappresentano la malattia più grave che il nostro sistema debba debellare e il centro destra non ha scritto una riga su cosa intendano fare per trovarvi una soluzione. Non si parla dei grandi sprechi e della riattivazione delle macchine per la diagnostica ferme da anni. Non si parla del potenziamento della medicina territoriale. Non si parla mai degli infermieri e degli operatori socio sanitari imboscati nel settore amministrativo e che invece dovrebbero tornare nei reparti per aiutare tutti quei professionisti che ogni giorno svolgono turni massacranti per garantire agli abruzzesi il servizio migliore possibile”.

“La realtà che emerge - chiude Pettinari - è che questa maggioranza sta riuscendo nell’impresa di essere ancor più deludente di quanto non lo fosse stata quella targata Pd. Peccato per loro che all’opposizione ci sia il MoVimento 5 Stelle che ha già scoperto i loro trucchi nello scrivere una cosa e farne un’altra. Per noi la difesa della salute degli abruzzesi rimane l’unica assoluta priorità, e non abbiamo intenzione di rimanere in silenzio di fronte a tutto questo”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "Il Ministero dell’Interno ha risposto, nel pomeriggio, con il Sottosegretario Carlo Sibilia, nella Commissione Affari Costituzionali, all’interrogazione del Deputato abruzzese del PD Camillo D’Alessandro sul caso di Villa Santa Maria.

Il sottosegretario ha precisato che “sull’intera vicenda sono in corso approfondimenti da parte degli organi competenti”.

“Il sottosegretario, nella sua risposta, non ha fatto altro che riportare i fatti noti, ribadendo l’intenzione del Governo a contrastare e prevenire comportamenti illeciti di gruppi e di fazioni che si ispirano ai principi del nazi-fascismo e della discriminazione razziale”, aggiunge D'Alessandro.

“Chiaramente - prosegue - non è questo il caso, il punto è la cessione allo sdoganamento che tende a sminuire il valore simbolico di un marchio della propaganda fascista che non ha nulla a che fare con opere o arredi dell’era fascista, a tal punto , secondo il Sindaco, da auspicare che per Villa Santa Maria possa essere addirittura un attrattore turistico”.

“Continuerò a seguire la vicenda avendo reso noto il Sottosegretario che ci sono approfondimenti in corso. All’esito vedremo se in aula riterrà di rispondere il Ministro Salvini nel caso sia necessario”, termina il deputato dem.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - Sabato 3 Agosto alle ore 11,00 presso la sede comunale di Palazzo Fibbioni a L’Aquila, viene organizzata una conferenza stampa per accogliere la testimonianza di Sancho Francisco, il pellegrino dei record.

Spagnolo di origine, vive in Italia, nel Veneto. Innamorato del Cammino del Perdono sin dal primo approccio avvenuto qualche anno fa .

Georeferenziazione, studio del percorso, segnalamento, messa in sicurezza: sono i temi trattati e attività svolte in collaborazione.

La tappa a L’Aquila segna uno dei momenti più importanti del suo peregrinare: da “Finibus Terrae” (S. Maria in Leuca) a “FinesterreaSantiago di Compostela: oltre 9.358 chilometri a piedi.

Il Cammino del Perdono da S. Michele Arcangelo a Firenze viene pienamente “inglobato” nel sistema europeo dei Cammini grazie a questa iniziativa, unica nel suo genere e da record assoluto.

Vogliamo accoglierlo come “pellegrino” di pace. Sentiremo dalle sue parole le testimonianze e i messaggi che ci porta dalle popolazioni amiche.

A lui consegneremo un messaggio di pace da portare a tutte le amministrazioni che incontrerà fino a Santiago di Compostela.

Grazie a questo collegamento diretto del Cammino del Perdono, L’Aquila potrà finalmente intavolare una trattativa con la Basilica di Santiago per un gemellaggio religioso e culturale che sarà base per un incremento di interscambi turistici.

Il Vicesindaco dell’Aquila, Avv. Raffaele Daniele, coordinatore del Comitato Perdonanza, accoglierà il pellegrino e gli invitati.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - E' arrivata ieri sera la lettera del Ministro per i beni e le attività culturali Alberto Bonisoli ­­che assegna ad ACS Abruzzo Circuito Spettacolo un finanziamento di 20.000 euro per il bando "Progetti speciali di esclusiva iniziativa del Ministro" premiando  il progetto "Il Teatro al centro della città".

ACS ha beneficiato del finanziamento anche lo scorso anno, e oggi è ancora tra gli enti e le associazioni che vengono supportate con un intervento a carattere speciale per lo sforzo realizzato nella promozione dello spettacolo dal vivo. In questa prima tranche il Ministro ha individuato 78 progetti meritevoli in tutta Italia cui ha destinato un totale di  €2.681.490.

Il progetto presentato da ACS e assegnatario del finanziamento è finalizzato alla riqualificazione del Teatro Comunale di Teramo quale cuore pulsante della città e potenziale stimolo alla rinascita culturale e sociale, in grado di attrarre le periferie e di connettere le diverse espressioni artistiche, sociali e professionali, in un territorio colpito dal sisma del 2016. L'offerta culturale prevede una programmazione diversificata per generi e target di riferimento, attività laboratoriali, convegnistiche e di residenza artistica.

"Questa attestazione di apprezzamento per il nostro lavoro va oltre il pur cospicuo finanziamento" spiega Amelia Gattone presidente di ACS "è una soddisfazione veder riconosciuta, in modo ufficiale e dal vertice istituzionale, la bontà di un progetto cui teniamo molto legato al Teatro Comunale e alla Città. Stiamo lavorando per dare realmente un cuore pulsante alla vita culturale teramana, creando per tutti l'opportunità e la possibilità di godere di questa magnifica terapia per l'anima che è il teatro."

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Il 31enne Cosimo Vinci, ricercatore post doc dell’Università dell’Aquila, è l’autore della migliore ricerca di dottorato in informatica teorica, da lui realizzata e discussa lo scorso anno come studente del Gran Sasso Science Institute. A conferire il premio, assegnato ex aequo con Francesco Gavazzo dell’Università di Bologna, è stato il Capitolo italiano dell’European Association for Theoretical Computer Science (EATCS).

È la seconda volta a distanza di tre anni che l’EATCS riconosce e certifica l’alto livello della ricerca in computer science condotta all’Aquila. Nel 2016 aveva premiato come miglior giovane informatico teorico italiano Gianlorenzo D’Angelo, che ha seguito un percorso inverso rispetto a quello di Vinci: prima la laurea e il dottorato presso l’ateneo aquilano, poi il posto da ricercatore al GSSI.

Con le sue punte di eccellenza scientifiche, L’Aquila si conferma sempre di più come un polo di ricerca in grado di attrarre, formare e trattenere in Italia giovani talenti. Grazie alla sinergia e al fecondo interscambio tra Università, GSSI e Laboratori INFN del Gran Sasso, trova così realizzazione il progetto di rilancio del capoluogo d’Abruzzo come una moderna città della conoscenza.

La tesi che è valsa a Vinci il prestigioso riconoscimento, scritta sotto la supervisione del prof. Vittorio Bilò dell’Università del Salento, affronta lo studio dei giochi di congestione. Si tratta di una classe speciale della teoria dei giochi, la disciplina matematica resa celebre da John Nash, premio Nobel per l’economia e protagonista del film A beautiful mind.

“I giochi di congestione modellano scenari realistici in cui diversi agenti competono tra loro nella condivisione di una quantità limitata di risorse - spiega Vinci - È il caso ad esempio di un insieme di automobilisti che per raggiungere le loro destinazioni nel minor tempo possibile congestionano le arterie preferenziali, provocando un rallentamento del traffico e di conseguenza un danno a se stessi, oltre che agli altri”.

I modelli matematici adottati da Vinci permettono di quantificare con precisione il livello di “degrado sociale” prodotto in scenari del genere dalle scelte egoistiche di ciascun individuo. Essi inoltre calcolano il risultato di un eventuale intervento esterno - che nell’esempio del traffico automobilistico potrebbe essere l’introduzione di un pedaggio - volto a regolare il comportamento dei singoli in direzione di un maggiore benessere collettivo.

La consegna ufficiale del premio avverrà in occasione della XX edizione dell’Italian Conference on Theoretical Computer Science (ICTCS), che si terrà a Como dal 9 all’11 settembre 2019.

Pubblicato in Varie

ROMA - "Sono felice di comunicare che abbiamo depositato alla Camera la nostra proposta di legge che prevede l’istituzione di un Fondo di solidarietà tramite cui erogare 20 milioni di euro ai parenti delle vittime degli eventi sismici, destinando 100.000 euro a ogni nucleo familiare colpito dalla perdita di una persona cara". Così l'onorevole Valentina Corneli del M5S.

"In questo modo - spiega - rispondiamo anche alle sollecitazioni dell’onorevole Pezzopane, che aveva invitato nei giorni scorsi a incardinare una sua proposta analoga. Tuttavia, occorre ricordare alla deputata dem come, con la nostra iniziativa, si tenti di colmare un vuoto normativo lasciatoci in dote proprio dai governi a guida Pd, i quali hanno previsto in questi anni rimborsi per gli immobili, ma mai per le persone, dimenticando come era loro prassi quell’ineludibile principio di solidarietà sociale che anima invece l’azione del MoVimento 5 Stelle".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Sabato prossimo, 3 agosto, alle ore 16,30 presso la sala convegni del Comune di Rivisondoli (AQ), si terrà la presentazione del volume "Parole di vita nuova" curato dal giornalista Orazio la Rocca per le edizioni Marcianum di Venezia con la prefazione di don Luigi Ciotti.

Un libro, questo, dedicato agli elaborati - tesi di laurea, racconti, poesie, disegni - proposti alla seconda edizione del Premio nazionale "Sulle ali della libertà" svolto tra gli istituti di pena italiani, che ha ottenuto la medaglia di rappresentanza dal Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella.

Gli elaborati sono stati valutati da una commissione di esponenti del mondo della cultura, del giornalismo e del sociale presieduta da monsignor Paolo Lojudice, Arcivescovo di Siena e da Stefano Anastasia, Garante dei detenuti del Lazio.

L'iniziativa è stata patrocinata dal Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, dal Ministero di Giustizia, dal Ministero degli Interni, dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, dalla Regione Lazio, dell'VIII Municipio di Roma Capitale, dalla Comunità ebraica di Roma, dalle Acli di Roma, dal Coordinamento nazionale degli Operatori per la Salute nelle Carceri Italiane (Co.n.o.s.c.i.), dalla Fondazione Ozanam, dall'associazione Antigone e da Fidu (Federazione Italiana Diritti Umani).

La presentazione, patrocinata dal Comune di Rivisondoli e dalla Provincia de L'Aquila, è promossa dall'Associazione Isola Solidale e dall'associazione Roccaraso Futura con l'organizzazione dell'Agenzia giornalistica "Comunicatio".

Intervengono: Quintino Liris, assessore alle Aree Interne della regione Abruzzo; Angelo Caruso, Presidente della Provincia de L'Aquila; Roberto Ciampaglia, sindaco di Rivisondoli; Gianmarco Cifaldi, Garante dei detenuti della Regione Abruzzo; Elisabetta Rampelli, presidente dell'Unione Forense Italiana; Angela Iantosca, scrittrice e direttore della rivista "Acqua e Sapone"; Alessandro Pinna, presidente dell'associazione Isola Solidale; Alessandro Amicone, presidente dell'Associazione Roccaraso Futura.

Pubblicato in Arte e Cultura

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo