http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Febbraio 2019 - Radio L'Aquila 1
Mercoledì, 27 Febbraio 2019 09:05

7 giorni al reddito, a che punto siamo?

L'AQUILA - Pronti? Si parte. Manca una settimana alla data X: quella del 6 marzo, quando debutterà il reddito di cittadinanza, la misura bandiera del M5S. A partire da quel giorno, e fino al 31 marzo, tutti i potenziali beneficiari potranno fare domanda alle Poste, nei Caf oppure telematicamente tramite l'apposito portale www.redditodicittadinanza.gov.it (in questo caso solo se si è in possesso dello Spid, il sistema pubblico di identità digitale). Quanto ai tempi, l'Inps assicura che non ci sarà alcun ritardo e che l'Istituto sarà in grado di trasmettere alle Poste il flusso degli ordinativi di accreditamento sulle card già dal 15 aprile. Alcuni nodi però, come quello dei navigator o dei centri di assistenza fiscale, restano ancora da sciogliere.

QUANDO SI PARTE - Il sussidio, per chi rientra nei requisiti, inizierà a essere erogato a partire da aprile. Le informazioni contenute nella domanda per il reddito di cittadinanza vengono comunicate all'Inps entro dieci giorni lavorativi dalla richiesta. Lo stesso istituto, entro i successivi 5 giorni, verifica il possesso dei requisiti sulla base delle informazioni disponibili nei propri archivi e in quelle delle amministrazioni collegate e, in caso di esito positivo, riconosce il beneficio che sarà erogato attraverso un'apposita card emessa da Poste Italiane. Se la domanda verrà accettata, quindi, i 780 euro verranno caricati sulla card e potranno essere utilizzati.
 

COSA SI PUO' COMPRARE - Oltre all'acquisto di beni e servizi di base, con la card sarà possibile prelevare contante per un massimo di 100 euro mensili per le famiglie composte da un singolo individuo (importo incrementato in base al numero di componenti del nucleo) ed effettuare un bonifico mensile per pagare l'affitto o pagare l'intermediario che ha concesso il mutuo. Non sarà possibile usare la card per giochi che prevedono vincite in denaro o altre utilità.

QUANTO SI PRENDE - Una famiglia composta da 2 adulti, un figlio maggiorenne e un figlio minorenne potrà ricevere fino a 1.280 euro al mese di cui 280 euro per l'affitto (oppure 150 euro di contributo per il mutuo). Una famiglia con 2 adulti e 2 figli minorenni potranno avere fino a 1.180 euro al mese di cui 280 euro di contributo per l'affitto (oppure 150 euro di contributo per il mutuo). Un single può incassare fino a 500 euro di integrazione al reddito + 280 euro se è in affitto.

CHE SUCCEDE SE NON SI SPENDONO - L'importo non speso o non prelevato sarà sottratto nella mensilità successiva, nei limiti del 20% del beneficio erogato ad eccezione degli importi ricevuti a titolo di arretrati. Ogni sei mesi, inoltre, è prevista una decurtazione degli importi complessivamente non spesi o non prelevati nei sei mesi precedenti, ad eccezione di una mensilità.

QUANTO DURA - L'erogazione dura per un periodo massimo di 18 mesi continuativi. È possibile un rinnovo, previa sospensione di un mese. La sospensione non è prevista nel caso della pensione di cittadinanza.

I REQUISITI - Per ottenere il rdc bisogna essere cittadini italiani, europei (o loro familiari titolari di diritto di soggiorno) o lungo soggiornanti e aver risieduto in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 in via continuativa; avere un Isee inferiore a 9.360 euro; un patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 30mila euro e un patrimonio finanziario non superiore a 10mila euro (ridotto a 8mila per la coppia e 6 mila per i single), incrementato di 5mila euro per ogni componente con disabilità e di mille euro per ogni figlio successivo al secondo.

I NAVIGATOR - Tra i nodi che restano da sciogliere c'è quello relativo ai navigator, i tutor incaricati di seguire i beneficiari del sussidio nella ricerca di un'occupazione, che dovrebbero essere assunti da Anpal Servizi con dei contratti di collaborazione coordinata e continuativa in prospettiva di una stabilizzazione. Per assumere la platea di 6mila persone a livello nazionale, serve però un'intesa con le Regioni. Intesa che ancora non è stata trovata. Dopo l'incontro al Mise tra gli assessori al Lavoro e il ministro dello Sviluppo e del Lavoro Luigi Di Maio, i nodi sulle funzioni e le assunzioni dei navigator restano. "Lo snodo è che cosa devono fare i navigator e chi li assume - ha spiegato Sebastiano Leo, assessore della Puglia -. La soluzione prospettata dal ministro, 'intanto li assumiamo noi' a livello centrale 'e poi vi diamo le risorse e voi fate il bando per stabilizzarli' non funziona poiché a un concorso pubblico possono partecipare tutti e non è detto che porti alla stabilizzazione di chi ha lavorato per due anni".

IL NODO CAF - Nota dolente anche la questione della convenzione con i Caf, che non è stata ancora sottoscritta tra gli stessi centri e l'Inps. Dal 6 marzo, quindi, gli interessati rischiano di non poter contare sull'aiuto dei centri di assistenza fiscale. ''Non possiamo accettare le domande'' per accedere al reddito di cittadinanza, ha spiegato qualche giorno fa il coordinatore della Consulta nazionale dei Caf, Massimo Bagnoli, sottolineando che "manca la convenzione con l’Inps e i 20 mln stanziati dal governo sono insufficienti". Quindi, "pur volendo ad oggi i Caf non potrebbero occuparsi delle domande del reddito di cittadinanza".

LA QUESTIONE PRIVACY - Sembra risolta, invece, la questione privacy. Dopo i rilievi dell'Autorità garante della protezione dei dati personali, il Senato ha approvato un emendamento del governo secondo il quale i controlli relativi alle spese effettuate con le card del reddito di cittadinanza saranno effettuate ''mediante il monitoraggio dei soli importi''. La proposta di modifica stabilisce che le modalità dei controlli dovranno essere fissate ''di concerto con il Garante per la protezione dei dati personali, da adottare entro tre mesi dalla data dalla data di entrata in vigore del presente decreto, sono stabilite le modalità con cui, mediante il monitoraggio dei soli importi complessivamente spesi e prelevati sulla Carta Rdc''.

LE ULTIME NOVITA' - Diverse le novità introdotte dagli emendamenti approvati ieri dall'aula del Senato. Come quella che riguarda il raddoppiamento delle ore attualmente fissate dal provvedimento ''su consenso di entrambe le parti": i percettori del reddito di cittadinanza dovranno svolgere lavori socialmente utili per un minimo di 8 ore a un massimo di 16 ore settimanali.

Inoltre, saranno obbligati ad accettare il lavoro solo se la retribuzione sarà superiore a 858 euro. In qeusto caso l'assegno dovrà essere superiore del 10% rispetto "alla misura massima del beneficio fruibile dal singolo individuo (comprensiva della componente ad integrazione del reddito prevista per i nuclei residenti in abitazione in locazione)". Il reddito di cittadinanza può arrivare fino a un massimo di 780 euro che con un incremento del 10% arriverebbe fino a 858 euro.

Il Senato ieri ha dato il via libera anche alle misure che interessano le famiglie con disabili e figli minori, grazie alle quali non scatteranno gli obblighi di accettare il lavoro oltre i 100 chilometri o 100 minuti. Inoltre, i componenti della famiglia che percepiscono il reddito di cittadinanza, con disabilità, potranno manifestare la loro disponibilità al lavoro ed essere destinatari di offerte di lavoro. Via libera, poi, alla misura che consente di richiedere la pensione di cittadinanza anche presso gli istituti di patronato e di assistenza sociale. (ADNKRONOS)

Pubblicato in Economia
Martedì, 26 Febbraio 2019 18:37

Meteo L'Aquila, vince la primavera

L'AQUILA - In serata e durante la notte cielo poco nuvoloso. Nella giornata di domani cielo per lo più sereno.
Venti moderati prevalentemente da Nord-Est (raffiche 20km/h).
Temperatura minima prevista -3 gradi, massima di domani 14 gradi.

 

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Domenica 3 marzo, alle ore 11, il Cardinale Giuseppe Petrocchi, Arcivescovo dell’Aquila, prenderà possesso del titolo di San Giovanni Battista dei Fiorentini, Via Acciaioli, 2. Lo comunica l’Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice.

La presa di possesso del Cardinale titolare è l’incontro dei fedeli romani con il Cardinale a cui il Santo Padre assegna una chiesa. Con tale assegnazione il Cardinale diventa membro del clero romano.

Il Cardinale Giuseppe Petrocchi sarà accompagnato sul sagrato della Chiesa e assistito durante tutta la celebrazione dal Cerimoniere Pontificio Monsignor Pier Enrico Stefanetti. Il primo momento del rito è l’accoglienza del Cardinale da parte del parroco, del clero presente e dei fedeli che si troveranno disposti nel sagrato della chiesa. Il Cardinale bacerà il crocifisso che il parroco gli presenta. Il Cardinale rimane in piedi per questo atto di venerazione. Poi il parroco offre al Cardinale l’aspersorio con il quale asperge con l’acqua benedetta il clero e i fedeli. Il Cardinale poi si reca davanti al Santissimo Sacramento e lì si inginocchia per un momento di adorazione silenziosa. Al termine il Cardinale si reca nella sagrestia e, indossate le vesti sacre, entrerà in chiesa per la processione introitale e l’inizio della S. Messa.

Il secondo momento è segnato dalla lettura da parte del parroco della bolla pontificia con la quale il Papa assegna al Cardinale la chiesa parrocchiale come titolo. Dopo la lettura della bolla il parroco rivolge al Cardinale un saluto.

Il terzo momento è dato dalla S. Messa che il Cardinale presiede. Finita la celebrazione arrivati in sagrestia, prima che vengano deposte le vesti sacre, il Protonotario Apostolico legge il rogito di presa di possesso, invita le personalità presenti a firmarlo e, da ultimo, appone la sua firma.

Pubblicato in Varie

ROMA - "Il Ministero dello Sviluppo Economico lancia a partire da oggi il progetto 'Piazza WiFi Italia' grazie al quale tutti i Comuni italiani, e in particolare quelli con popolazione inferiore ai 2.000 abitanti, potranno superare l’isolamento digitale. Il progetto prevede infatti lo stanziamento di ben 45 milioni di euro con i quali realizzare in tutta Italia aree WiFi cui connettersi gratuitamente". Così in una nota l'onorevole Valentina Corneli.

"L’Abruzzo - spiega la pentastellata - sarà capofila nella sperimentazione, in quanto i primi Comuni interessati da questa iniziativa saranno quelli colpiti dal sisma del 2016. A Torricella Sicura, in provincia di Teramo, spetta in particolare il primato di essere il primo Comune in Italia ad aver attivato il primo punto WiFi nell’ambito del programma. Per la nostra Regione, costellata di piccoli borghi, il progetto potrà inoltre costituire un’occasione preziosa per cercare di contenere lo spopolamento che minaccia di farli scomparire. Saranno i Comuni stessi a poter fare richiesta di punti WiFi attraverso una procedura completamente informatizzata, accessibile dal sito wifi.italia.it".

"Attraverso un’applicazione dedicata, semplici cittadini, imprese e turisti - termina Corneli - potranno finalmente usufruire di un servizio che contribuirà ad ampliare sensibilmente i loro spazi di libertà, di accesso alle informazioni, di partecipazione, nell’ottica di incentivare lo sviluppo tecnologico in vista della creazione di una vera e propria 'Smart Nation'. Dopo i 400 milioni di euro già destinati dalla Legge di Bilancio ai Comuni sotto i 20.000 abitanti, questo progetto è un’ulteriore testimonianza della straordinaria attenzione del MoVimento verso i territori, e siamo orgogliosi che l’Abruzzo costituisca l’avanguardia di questa ambiziosa e innovativa iniziativa".

Pubblicato in Politica

ROMA - “Sono 17 i siti Mibac in Abruzzo che dal 5 al 10 marzo apriranno le porte ad ingresso gratuito grazie all’iniziativa del Ministero #IoVadoAlMuseo. Il progetto prevede 20 giorni di ingressi gratuiti nell’anno solare in tutti i monumenti, musei, gallerie, scavi archeologici, parchi e giardini monumentali d’Italia. Aumentano così le giornate ad ingresso libero nei luoghi della Cultura con ben 8 giorni in più rispetto al passato e ad una divisione che avvantaggia i territori a seconda della loro morfologia ed indotto turistico”. A renderlo noto è il sottosegretario ai beni culturali Gianluca Vacca che continua “Sono particolarmente entusiasta di questa iniziativa perché credo che il cambiamento passi anche dall’offerta culturale di un Paese.

Supportiamo, inoltre, i nostri ragazzi nel percorso formativo della propria identità culturale, attraverso l’introduzione del costo  ridotto a 2 euro dei biglietti di ingresso nei musei per i ragazzi e le ragazze dai 18 ai 25 anni, introducendo per la prima volta un’agevolazione valida per tutti. I giovani sotto i 18 anni, ovviamente, continuano ad entrare gratis.

Sostenere i giovani - continua Vacca - investire su di loro significa abbattere le barriere che impediscono loro di accedere alla Cultura. L’arte e la storia sono un veicolo fondamentale di trasmissione del sapere e misure come queste possono rappresentare un incentivo a sviluppare nuovi interessi e amore per la conoscenza” conclude il Sottosegretario.

Tutti i dettagli sul portale dedicato iovadoalmuseo.beniculturali.it

I SITI INTERESSATI DALL’INIZIATIVA IN ABRUZZO SONO:

1 - Abbazia di San Clemente a Casauria Castiglione a Casauria (PE)
2 - Abbazia di San Giovanni in Venere Fossacesia (CH)
3 - Abbazia di Santo Spirito al Morrone Sulmona (AQ)
4 - Castello Piccolomini - Collezione Torlonia e Museo d'Arte Sacra della Marsica Celano (AQ)
5 - Chiesa di San Bartolomeo Carpineto della Nora (PE)
6 - Chiesa di San Bernardino L'Aquila (AQ)
7 - Chiesa di San Domenico al Corso Chieti (CH)
8 - Chiesa di San Pietro ad Oratorium Capestrano (AQ)
9 - Chiesa di San Pietro in Albe Massa d'Albe (AQ)
10 - MUNDA - Museo nazionale d'Abruzzo L'Aquila (AQ)
11 - MUSE' - Nuovo museo Paludi di Celano - Centro di restauro Celano (AQ)
12 - Museo archeologico nazionale "La Civitella" Chieti (CH)
13 - Museo archeologico nazionale d'Abruzzo - Villa Frigerj Chieti (CH)
14 - Museo archeologico nazionale di Campli Campli (TE)
15 - Museo casa natale di Gabriele d'Annunzio Pescara (PE)
16 - Museo delle armi e delle mappe antiche della fortezza di Civitella del Tronto Civitella del Tronto (TE)
17 - Taverna ducale Popoli (PE)
Pubblicato in Arte e Cultura

PESCARA - Italia Nostra sezione di Pescara Lucia Gorgoni organizza l’incontro con Gianfranco Pirone “Appunti di un botnico sulla riserva dannunziana” giovedì 28 febbraio alle 17 presso la propria sede, Biblioteca “Falcone e Borsellino” in via Milite Ignoto 22 a Pescara. Obiettivo dell’appuntamento è una riflessione sul futuro sviluppo della Riserva Naturale in vista dei consistenti interventi previsti dal Piano di Assetto Naturalistico. Il prof. Gianfranco Pirone ci illustrerà i valori naturalistici eccezionali ed unici, nel panorama abruzzese, che hanno permesso l’istituzione di una Riserva in area urbana. La Riserva dannunziana è infatti una risorsa ambientale e storica per la città di Pescara. Ultimamente è stata oggetto della stesura del PAN (Piano di Assetto Naturalistico), chiusa ai cittadini per interventi di “messa in sicurezza” e vi si prevede la piantumazione di circa 1000 alberi. In attesa della necessaria istituzione di un organismo di gestione scientificamente autorevole, ascoltiamo un grande esperto e conoscitore della Riserva su opportunità e limiti dell’intervento e sulle coordinate di fondo per gestire questo importante patrimonio naturalistico. -Giovedì 28 febbraio, ore 17 - sede I.N. - Biblioteca “Falcone e Borsellino” – via Milite Ignoto 22, Pescara. In sostituzione dell'incontro riporto in programma, il prof. Gianfranco Pirone, già docente di Botanica presso l'Università dell'Aquila, tratteggerà alcuni “Appunti di un botnico sulla riserva dannunziana”. La Riserva dannunziana (Pineta D’Avalos nella memoria cittadina) è una grande risorsa di naturalità nel nostro territorio, di valenza nazionale. A ridosso dell’approvazione del Piano di Assetto Naturalistico (per il quale Italia Nostra è riuscita ad introdurre un’estensione della zona di rispetto), si preannuncia una estesa ripiantumazione di nuove essenze, in luogo e ad integrazione di quelle deteriorate. La relazione ci ricorderà le emergenze botaniche relitte ancora presenti nella Riserva, i limiti del fragile ecosistema che essa rappresenta e la biodiversità ivi racchiusa, quale valore universale per tutti gli esseri viventi. Italia Nostra nasce il 29 ottobre 1955 dalla volontà di un gruppo di cittadini, tra cui il Sen. Umberto Zanotti Bianco, Elena Croce, Desideria Pasolini dall’Onda, Giorgio Bassani, consapevoli dell’urgenza di proteggere l’Italia dagli “sventramenti” e le distruzioni che stavano avvenendo con il dopo-guerra e la ricostruzione. Aderendo appieno all’art. 9 della Costituzione, da 60 anni Italia Nostra si batte per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale della Nazione. I beni culturali, i centri storici, i parchi archeologici, la pianificazione urbanistica e territoriale, i parchi nazionali, la questione energetica, lo sviluppo sostenibile, la viabilità e i trasporti, l’agricoltura, il mare, le coste, le isole, i musei, le biblioteche, gli archivi storici, l’educazione al patrimonio culturale e ambientale: questi sono solo alcuni dei capitoli più importanti dell’attività capillare delle 200 Sezioni sparse su tutto il territorio nazionale, spesso sostenuta da una ricerca approfondita e documentata e da una vasta pubblicistica che oggi costituisce un patrimonio unico e insostituibile a disposizione del Paese. Prof. Gianfranco Pirone Già Professore Ordinario di Ecologia Vegetale e Geobotanica presso la Facoltà di Scienze MM.FF.NN. dell’Università degli Studi dell’Aquila, è attualmente in pensione. E’ stato responsabile scientifico del Giardino Alpino di Campo Imperatore e dell’Erbario Aquilano. E’ socio delle seguenti Società scientifiche: - Società Botanica Italiana; - Società Italiana di Scienza della Vegetazione; - Fédération Internationale de Phytosociologie; - Società Italiana di Biogeografia; - International Association for Environmental Design. E’ stato titolare, presso l’Università dell’Aquila, degli insegnamenti di Ecologia Vegetale, Geobotanica, Principi di Valutazione di Impatto Ambientale ed Ecologia del Paesaggio nei Corsi di Laurea in Scienze e Tecnologie per l’Ambiente, Scienze Biologiche e nel Corso di Laurea Magistrale in Gestione degli Ecosistemi Terrestri e delle Acque Interne. E’ stato Presidente del Consiglio Didattico di Corso di Studio in Scienze Ambientali. E’ stato membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in Scienze Ambientali. E’ stato docente e coordinatore in numerosi master universitari, corsi di formazione professionale e di aggiornamento. E’ autore di varie pubblicazioni didattiche e sulla conservazione della natura e di un libro di testo di Biologia per gli Istituti di Istruzione Secondaria. I settori di cui si occupa sono la Fitogeografia, l’Ecologia Vegetale e la Botanica Sistematica, con studi relativi soprattutto alla flora ed alle comunità vegetali dell’Appennino Centro-Meridionale. Le tematiche di maggiore interesse sono legate alla vegetazione costiera, forestale, di pascolo, calanchiva, di gariga, delle acque interne e urbica. Nel quadro delle indagini geobotaniche, ha realizzato vari documenti cartografici a diversa scala. Ha partecipato a numerosi programmi di ricerca a carattere nazionale e internazionale. E' autore di oltre 200 pubblicazioni scientifiche e di 7 libri su temi floristico-vegetazionali della Regione Abruzzo e di tutela delle risorse vegetali. Ha svolto, per conto di Istituzioni pubbliche, numerosi lavori di ricerca applicata nei settori della Qualità Ambientale, dei Programmi della Direttiva Habitat, dei Piani di Assetto Naturalistico delle Riserve Naturali Regionali e dei Parchi Nazionali, della cartografia geobotanica dei Siti di Importanza Comunitaria, dei Piani silvo-pastorali delle Foreste Demaniali. Per info Italia Nostra Sezione Pescara Lucia Gorgoni Tel. 085-2122710 Mail pescara@italianostra.org

Pubblicato in Eventi

PRATOLA PELIGNA (L'AQUILA) - Rachele D'Andrea e Marcello Luca Marasco nella serata del 22 febbraio hanno siglato un protocollo d'intesa tra l'Associazione Pink Pratola e la scuola di osteopatia AbeOS.
Grazie a questo accordo la scuola di Raiano metterà a disposizione la pratica osteopatica soprattutto per chi ne ha bisogno ma non può permettersela, con particolare attenzione ai pazienti oncologici. Saranno gli studenti della scuola di osteopatia AbeOS di Raiano, assistiti da tutor clinici molto esperti, a trattare i pazienti.  Contemporaneamente si cercherà di raggiungere un altro obiettivo: lo sviluppo della ricerca scientifica osteopatica in ambito oncologico. In questo ambito primo attore sarà il Dipartimento di Ricerca di AbeOS, guidato da Federica Aielli, oncologa e da Angelo Del Vecchio, medico e osteopata.
L'O.M.S. ha da tempo ordinato ai suoi stati membri l'integrazione nei sistemi sanitari dell'osteopatia. Evidente la soddisfazione di Rachele D'Andrea e Marcello Luca Marasco che, grazie all'accordo tra Pink Pratola e la scuola AbeOS, fanno un primo passo verso questa proficua integrazione medico-sociale.

Pubblicato in Varie
Martedì, 26 Febbraio 2019 17:41

Oscar, Biondi "Green Book parla anche aquilano"

L'AQUILA - “È un grande motivo orgoglio poter dire che l’oscar 2019, assegnato al film Green book, parla anche aquilano”. Lo dichiara il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi.

“La colonna sonora della pellicola, realizzata da Kris Bowers, è stata diretta dal Maestro aquilano Fabrizio Mancinelli, che da anni vive e lavora negli Stati Uniti. Due artisti legati da un’antica amicizia, nata dopo il riconoscimento, tecnicamente Fellowship, che entrambi hanno ricevuto dal Sundance Institute, cui fa riferimento il celebre festival nato per volontà di Robert Redford”.

“Un’eccellenza, un figlio di questa terra che è riuscito a ottenere il successo che anche se lontano dalla sua amata città dove si è formato come musicista presso il conservatorio ‘Casella’, diplomandosi in composizione e direzione d’orchestra. A Fabrizio giungano le congratulazioni personali e dell’intera municipalità aquilana”.  

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L'AQUILA - “Se il loculario al cimitero di Roio verrà realizzato è grazie all’interessamento di questa amministrazione comunale alle problematiche del territorio, non alla sua interrogazione in Consiglio comunale”. Lo dichiara il portavoce di Fratelli d’Italia, Michele Malafoglia.

“La differenza con il centrosinistra è nell’atteggiamento di fronte alle istanze dei cittadini: alla loro, inconcludente, politica degli annunci il centrodestra preferisce il lavoro e la concretezza, come nel caso dell’inaugurazione del centro sociale per gli anziani a Colle di Roio”.

“In un anno e mezzo questa amministrazione è riuscita a fare quello che Palumbo, che ha ricoperto anche incarichi di giunta e conosce i tempi della pubblica amministrazione degli appalti pubblici, non è riuscito fare con i suoi ex colleghi di maggioranza non sono riusciti a fare in dieci anni”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "È stato finalmente affidato, dall’amministrazione comunale, l’incarico per la progettazione del nuovo loculario nel cimitero di Roio". Lo annuncia in una nota il consigliere comunale del Partito Democratico dell'Aquila Stefano Palumbo.

"Sulla vicenda - ricorda - avevo presentato un’interrogazione consiliare già nel maggio dello scorso anno, ricevendo risposte del tutto insoddisfacenti ma riuscendo, se non altro, a smuovere le acque. Nonostante, infatti, su mia richiesta, la precedente amministrazione avesse previsto nel bilancio 2017 lo stanziamento di 470mila euro per la realizzazione dell’opera, ad oltre un anno di distanza vi era solo un generico inserimento nella programmazione triennale. In pratica non era stato fatto nulla. Tutto fermo. La ragione per la quale ho incalzato l’amministrazione comunale affinché sbloccasse l'iter è che si tratta di una necessità effettiva e improrogabile per la comunità locale. I loculari esistenti, infatti, non hanno più disponibilità e, dunque, gli abitanti di Roio sono spesso costretti a seppellire altrove i propri cari, circostanza, oltre che inaccettabile, particolarmente disagevole soprattutto per le persone anziane, non sempre autonome negli spostamenti e pertanto, di fatto, private della possibilità di far visita ai propri cari defunti".

"Due anni - termina Palumbo - sono tanti per sbloccare un’opera pubblica di questi importi. Mi auguro che adesso si recuperi il tempo perduto e non vi siano altri ritardi e rallentamenti, auspicando altresì che l'occasione sia utile per intervenire con una sistemazione generale del cimitero che, a distanza di 10 anni dal sisma, si trova in una condizione di ingiustificabile degrado. Si tratta di interventi attesi da tempo dalla popolazione e di un sacrosanto diritto dei cittadini di Roio".

 

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
24 Agosto 2016 16:34:20

L'Aquila: Perdonanza, annullati tutti gli eventi in segno di lutto. Resta forma ridotta del Corteo Storico e apertura Porta Santa

in Cronaca
L'AQUILA: - La giunta comunale, anche sulla scorta del parere della Conferenza dei…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us