http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Dicembre 2019 - Radio L'Aquila 1
Martedì, 31 Dicembre 2019 18:31

Ama, Berardi: "Tanto rumore per nulla"

L'AQUILA - Si dice soddisfatto Giammarco Berardi degli esiti, per certi versi inattesi (viste le premesse ed il clima nell’ambito del quale ha preso le mosse la protesta dei lavoratori Ama), dell’assemblea che questi ultimi hanno tenuto ieri e che si è conclusa soltanto a tarda notte grazie anche all’intervento presso l’Ama del Sindaco Pierluigi Biondi, degli assessori Carla Mannetti e Fausta Bergamotto, nonché del Capogruppo della Lega De Santis e dello stesso Amministratore unico Berardi.

"Soddisfatto - afferma Berardi - certamente per la ritrovata convergenza di tutte le parti interessate verso soluzioni di buon senso, e molto più perché queste ultime vanno nella direzione da egli stesso indicata non da ultimo nella missiva inviata nella mattinata di ieri al Sindaco ed alle organizzazioni sindacali, missiva in cui, sostanzialmente, preso atto di quanto deliberato dal Consiglio regionale in sede di approvazione del Bilancio preventivo 2020 e cioè della disponibilità manifestata dalla Regione a stanziare risorse aggiuntive in favore di Ama per 400.000 euro, aveva già significato per iscritto l’assoluta disponibilità dell’Azienda a prorogare, fino al 31 gennaio 2020, la parte economica della contrattazione di secondo livello, il tutto  confermando tuttavia la contestuale necessità di una riorganizzazione dei turni di lavoro improntata ad una maggiore elasticità ed efficienza, nel rispetto dei vincoli previsti nel CCNL del 2015 e con la finalità di assicurare la copertura dei turni che sarebbero rimasti scoperti a seguito del blocco del turn over e della mancata proroga - a partire dal 01 gennaio 2020 - dei lavoratori interinali. Su queste posizioni di ragionevolezza si sono infatti attestati gli esiti del confronto di stanotte".

“Il fine ultimo - continua Berardi - è sempre ed unicamente quello di tornare il prima possibile ad una condizione di equilibrio di bilancio tale da assicurare, nell’interesse di tutte le parti coinvolte, la continuità aziendale”.

La manifestata disponibilità da parte degli assessori Mannetti e Bergamotto (nel loro rispettivo ruolo di responsabile della Mobilità e del Controllo Analogo) a presidiare in prima persona - così come auspicato e fortemente caldeggiato dallo stesso Berardi - i futuri tavoli di confronto tra azienda e sindacati, non può che presagire alla rimozione di quelle asimmetrie informative che, sovente, hanno causato malumori e fraintendimenti e che troppo spesso hanno ingenerato un clima di tensione che di certo non favorisce un confronto sereno, pacato e ragionevole.

“Infine - conclude Berardi - l’apertura dei lavoratori, che ieri sera hanno votato quasi all’unanimità a favore della copertura dei 10 turni spezzati che in precedenza venivano svolti dai lavoratori interinali, prelude allo svolgimento del prossimo incontro (già convocato per il giorno 08/01/2020) in un clima più sereno e certamente più propizio”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Si è conclusa a Barete la prima edizione del Presepe vivente svoltosi il giorno 28 dicembre scorso.

Più di 40 figuranti si sono esibiti nelle viuzze del centro storico con rappresentanza di antichi mestieri, accompagnati dal suono delle zampogne e degustazioni di prodotti tipici.

"Grazie - si legge in una nota degli organizzatori - a tutti coloro che hanno permesso la realizzazione dell'evento ed appuntamento alla prossima edizione".

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Un’attenzione sempre maggiore nei confronti delle famiglie in difficoltà, la difesa dell’occupazione, le azioni per sostenere la candidatura dell’Aquila come capitale italiana della Cultura, il raggiungimento di un traguardo prestigioso quale il riconoscimento Unesco per la Perdonanza celestiniana, le celebrazioni per il decennale del sisma 2009.

Questi alcuni dei passaggi del messaggio di fine anno del sindaco del capoluogo abruzzese, Pierluigi Biondi, con il quale ha rivolto gli auguri ai cittadini per un felice e sereno 2020.

Il messaggio completo è pubblicato sulla pagina di YouTube della Web Tv del Comune dell’Aquila https://www.youtube.com/user/webtvcomuneaq, a questo indirizzo specifico https://www.youtube.com/watch?v=DI0aJ_qFxP4.

“Nell’anno che sta per iniziare - ha affermato il Sindaco Biondi - dobbiamo fortificare gli aspetti positivi che sono emersi nel corso del 2019. Dobbiamo concentrarci ancora di più sulle necessità delle famiglie in difficoltà, sulle vertenze occupazionali, come abbiamo fatto con i call center e con i lavoratori ex Intecs, e sulla candidatura dell’Aquila come capitale italiana della cultura per il 2021. Vogliamo dimostrare che in questa città è stato sperimentato un modello che può essere replicabile ovunque, un modello che infonde fiducia e che può essere utilizzato in qualsiasi parte d’Italia. Quell’Italia che tanto si è spesa per noi e alla quale ora chiediamo un ulteriore sforzo di 4 miliardi di euro per completare la ricostruzione post terremoto 2009”.

Biondi ha sottolineato che il 2019 è stato un anno importante per la città “innanzitutto - ha specificato - perché è stato caratterizzato dalle cerimonie per il decennale del sisma, che abbiamo interpretato non solo come momento di ricordo e di doveroso omaggio, ma anche per dare un senso ai sacrifici e alle sofferenze di cittadine e cittadini dell’Aquila e del cratere 2009, cercando di disegnare le prospettive del nostro territorio. E’ stata anche l’occasione per riaccendere i riflettori sulla città”. Tanti, ha detto il sindaco, gli avvenimenti che hanno consentito “la riscoperta e la riconquista del nostro centro storico”. “Altro obiettivo raggiunto - ha proseguito - l’avvio concreto della ricostruzione pubblica, in particolare delle scuole, dove sono stati varati progetti per 54 milioni di euro. La ricostruzione privata ha avuto un’accelerazione significativa, con un’attenzione particolare per le frazioni”.

Il Manifesto delle Aree interne, attraverso la sottoscrizione della Carta dell’Aquila, “ha ottenuto tanti consensi, anche trasversali, ed è un elemento fondamentale per il rilancio di quelle zone che finora erano state considerate sempre come marginali e che invece devono essere protagoniste nel nostro Paese”.

“Ma è stato soprattutto l’anno - ha detto ancora Biondi - del riconoscimento della Perdonanza Celestiniana come patrimonio immateriale dell’Unesco. Questi nostri luoghi e la Bolla del Perdono sono diventati definitivamente emblemi di valenza internazionale”.

Il sindaco dell’Aquila ha concluso il suo messaggio auspicando che “il 2020 possa essere l’anno in cui ritrovarsi ancora una volta tutti insieme intorno a questo simbolo meraviglioso che è la nostra città”, invitando a quella collaborazione che è essenziale per il futuro del capoluogo.

Pubblicato in Varie
Martedì, 31 Dicembre 2019 10:15

Meteo L'Aquila e dintorni Speciale Capodanno

L'AQUILA - di Elio Ursini - Oggi a L'Aquila, Campo Imperatore e Campo Felice avremo cielo per lo più sereno durante l'intero arco della giornata. Nel pomeriggio nuvole sparse sui rilievi
Il vento sarà moderato da Nord-Est.
La temperatura massima prevista a L'aquila sarà di 7 gradi. 1 grado a Campo Imperatore e 4 gradi a Campo Felice
 
 
 
Domani, 1 gennaio 2020, avremo cielo poco nuvoloso durante l'intero arco della giornata.
Il vento sarà moderato da Nord-Est.
La temperatura massima prevista a L'aquila sarà di 8 gradi, di 2 gradi a Campo Imperatore e di 5 gradi a Campo Felice.


 
Pubblicato in Varie

PESCARA - “Dopo il faraonico Festival dannunziano e le sue appendici che resteranno in città fino a settembre a spese dei pescaresi, suona davvero malissimo l’esclusione dei Premi Flaiano e Fla dai finanziamenti diretti da parte della Regione Abruzzo – così il consigliere regionale Antonio Blasioli e il capogruppo Silvio Paolucci - A fronte delle polemiche dell’associazione arrivano le rassicurazioni da parte del centrodestra, ma conoscendo i metodi usati finora nella ripartizione delle risorse pubbliche, a noi la semplice parola non basta e saremo non solo vigili perché le promesse vengano mantenute sia in termini quantitativi che temporali, in modo cioè da permettere una programmazione adeguata di entrambi gli eventi, ma presenteremo un’interrogazione urgente al presidente e alla Giunta, per assicurare le rispettive coperture, che in bilancio sono state sacrificate dalla logica delle mance tornata ad imperare da dieci mesi a questa parte”.

“Una mancanza gravissima, tant’è che in sede di discussione di Bilancio avevamo proposto emendamenti ad hoc in grado di restituire alla Cultura da zero ben 3.850.000 euro a sostegno del lavoro e delle iniziative di associazioni, fondazioni e biblioteche abruzzesi, per le loro attività, per gli eventi e manifestazioni di qualità – così il capogruppo PD Silvio Paolucci – Una posta che comprendeva risorse per il Flaiano e il Fla, due manifestazioni leader per l’Abruzzo, la prima identitaria, storica, peraltro vicina al compimento dei cinquant’anni, l’altra capace in poco più di un decennio, di farsi strada fra gli eventi letterari nazionali, tutte e due lasciate a terra, dimenticate, non considerate. La maggioranza ha bocciato la nostra proposta, rinviando al mittente l’emendamento e finanziando iniziative minori, spesso anche sbagliando il destinatario”.

“Questo modo di fare cultura è vergognoso, non si può considerare il Flaiano residuale o il Fla un evento a recupero – aggiunge il consigliere regionale Antonio Blasioli - specie se poi si finanziano presepi viventi di località vicine ad assessori o consiglieri in veste di sponsor. Parliamo di due manifestazioni che hanno un’attrattività consolidata e una qualità al di sopra di ogni sospetto. Per questo saremo severi vigili sulle adempienze, affinché le cifre siano dignitose, considerate le elargizioni fatte per l’ormai celebre il festival dei cartoons da un milione di euro e le varie fiere del cioccolato che hanno avuto maggiore considerazione. Va inoltre considerato che nemmeno il bilancio del Comune di Pescara aveva previsto poste per il Flaiano (i fondi previsti erano solo per il service) e per il Fla, se oggi ci sono i fondi lo si deve al lavoro dei consiglieri comunali di centrosinistra che hanno presentato un emendamento che riconosce ai due eventi le risorse necessarie da parte comunale per un ammontare complessivo di 88.000 euro”.

Pubblicato in Politica

GIULIANOVA (TE) - L’Amministrazione Comunale di Giulianova ha voluto salutare il 2019 con un momento di gioia e di poesia, consegnando, questa mattina in Sala Consiliare, un riconoscimento a Pasquale Di Marco, il cui amore per il mare giuliese ha appassionato tutta Italia. Novantaduenne, di Poggio San Vittorino, Pasquale ha vissuto una vita intensa, prima come lavoratore nelle miniere del Belgio, dove, come lui racconta, ha visto morire tanti suoi connazionali, poi, tornato in Italia, ha svolto tanti lavori diversi, per diventare in seguito allevatore di mucche e cavalli sulle montagne abruzzesi. Da questo suo vivere incessante nasce anche la necessità di un attimo di pace e riflessione che da anni lo spinge, tutti i giorni, a prendere l’auto e macinare 60 km per arrivare a Giulianova e con una sedia da contadino portarsi sulla spiaggia ed ammirare il mare, in completa solitudine. La sua meravigliosa storia, che inevitabilmente viene accostata a quella raccontata nel celebre romanzo “Il vecchio e il mare” dello scrittore e giornalista statunitense Ernest Hemingway, ha affascinato tanti abruzzesi che ogni giorno immortalano Pasquale seduto sulla spiaggia, dando sfogo alla fantasia con pensieri e poesie. Di lui hanno scritto giornalisti abruzzesi e di quotidiani nazionali ed artisti si sono lasciati ispirare pensando anche alla scrittura di una pièce teatrale.

Da qui la volontà del Sindaco Jwan Costantini e dell’intera Amministrazione Comunale di omaggiare Pasquale Di Marco con una targa ricordo, non solo come ringraziamento per l’amore smisurato che nutre nei confronti del nostro mare ma anche per l’impegno dimostrato nella tutela dell’ambiente. Infatti il nonnino ora non si lascia solo ispirare dal mare ma si impegna, tutti i giorni, a ripulire la spiaggia dai rifiuti portati a riva dalle onde, dando un grande esempio di rispetto e civiltà.

Questa mattina, in Sala Consiliare, Pasquale, accompagnato dal figlio e dai tanti nipoti, è stato ricevuto dal Sindaco Jwan Costantini, dal Presidente del Consiglio Paolo Vasanella e dal Consigliere Comunale Ernesto Ciafardoni in una atmosfera di festa che ha emozionato tutti. Anche Pasquale, visibilmente emozionato, a cui il Presidente Vasanella ha ceduto la sua fascia ed il posto in Sala Consiliare in segno di gratitudine.

“Ringrazio Pasquale a nome di tutta la città di Giulianova per l’ineguagliabile amore che nutre per il nostro mare – dichiara il Sindaco Jwan Costantini – che per tutti noi rappresenta una risorsa da rispettare e preservare. Lo ringrazio anche perché, con delicatezza e poesia, si è fatto portatore di un messaggio importante rivolto alle nuove generazioni”.

“Questo è un giorno gioioso in cui vogliamo omaggiare Pasquale che da tempo ha dimostrato un grande amore per Giulianova e per il suo mare – dichiara il Consigliere Ernesto Ciafardoni-  che mette in atto anche con azioni concrete, provvedendo personalmente ad una raccolta differenziata di tutto il materiale portato a riva dalle onde”.

Pasquale, circondato dall’affetto dei suoi cari, è stato omaggiato con una targa che riporta una citazione dall’incipit romanzo “Il vecchio e il mare” che recita: “Tutto in lui era vecchio tranne gli occhi che avevano lo stesso colore del mare ed erano allegri e indomiti”.

“Ringrazio tutta Giulianova che mi ha accolto con tanto amore – dice un visibilmente emozionato Pasquale – la vita è bella e il mare è uno dei suoi regali più grandi. Grazie a tutti i giuliesi, grazie di cuore”.

Pubblicato in Politica

PESCARA – di Luca Prosperi - "Impatto duro, ma me l'aspettavo. L'esperienza è oggettivamente faticosa, mentalmente e moralmente: con le tue decisioni entri nella vita delle persone. Le tue scelte entrano con atti precisi in quelle che sono le reali condizioni di vita delle persone, terremoto, ospedali, viabilità...". Marco Marsilio è stato eletto lo scorso 10 febbraio alla guida delle Regione Abruzzo con un robusto 48% dei voti, e da quel giorno sono passati 324 giorni. Giorni nei quali, per sua stessa ammissione, lui che fino a qualche mese prima era più un politico nazionale e romano che un amministratore abruzzese, ti devi confrontare con le "tue idee iniziali", e con le quali questa esperienza amministrativa "non può essere confrontata".

Perché "le istituzioni oggi hanno una tale penuria di risorse che non ti permettono grandi operazioni strategiche: qui il 95% è ordinaria amministrazione e 'non ci sono soldi' per le grandi idee".

E' passato quindi quasi un anno dalla candidatura e dall'elezione di questo quasi 52enne figlio di abruzzesi trapiantati a Roma, che per decenni dal Msi al Fratelli d'Italia ha avuto come orizzonte politico un reale totalmente differente da quello che si vede dalla presidenza di una regione "ed è una esperienza che rischia di essere mortificante e frustrante, perché c'è una gran voglia di fare in un Paese così. Eppure non si riescono a fare progetti concreti...e poi ti confronti con le generazioni precedenti, quelle che invidio. Allora c'erano regole e opere, io invidio coloro che si sono confrontati con la realizzazione delle autostrade, i metanodotti, le ferrovie - prosegue il presidente della Regione - Qui, invece, nello stesso tempo in cui loro facevano ferrovie, noi facciamo una variante o uno svincolo. Certo, la verità è che nel passato quelle generazioni hanno speso troppe risorse, e oggi paghiamo quei debiti e per generazioni. Non essendo però io un manicheo posso dire che di quei tempi c'era il buono e il cattivo accoppiato".

Il bilancio dei primi 324 giorni da presidente è ben chiaro nella sua mente. "Il limite dell'Abruzzo è quello di non imporsi mai - dice Marsilio - Alla sua conflittualità ero... preparato, e combatto affinché tutto questo venga superato: a volte ci sono riuscito a volte fatto da garante. Il più grosso difetto che ho incontrato? Il limite della reciproca diffidenza tra persone e luoghi, senza progetti strategici, frutto di una conflittualità secolare, generazionale".

"Se devo dire quale sia stato fin qui il risultato migliore che ho ottenuto credo di poter affermare che sia la parte relativa alla ricostruzione - chiarisce Marsilio - C'è stato un confronto a volte durissimo col Commissario Farabollini, ma siamo riusciti a portare a casa altre 55 unità per la ricostruzione del terremoto... Certo, avevamo chiesto 200 unità, e ci dicevano 'non vi diamo nulla'. Non voglio dire sia un regalo di Natale, ma almeno qualche pratica ora la finiremo".

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - "Anche oggi l’autostrada A14 è stata un percorso di guerra, nonostante il blocco del traffico pesante. Ho nuovamente sollecitato il Ministero e l'Aspi per una soluzione immediata, vista l’imminenza del capodanno e del controesodo. Il Ministro Paola De Micheli mi ha comunicato che domattina ci sarà l’ennesima riunione al ministero con Aspi, che si spera conclusiva. Mi auguro di poter ricevere notizie positive entro domani per restituire serenità e normalità agli utenti delle nostre strade".

Questa la dichiarazione del Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, in merito alle difficoltà che si incontrano in questi giorni transitando sulla A14.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA -  Il bilancio regionale porta in dote a Teramo città due importanti stanziamenti: si tratta di 30 mila euro per il Premio “Pigro omaggio a Ivan Graziani” e di 50 mila euro per l’organizzazione della Coppa Interamnia.

“Tanti altri finanziamenti hanno riguardato la provincia di Teramo: l’erosione costiera, la valorizzazione dei borghi,  la manutenzione della viabilità provinciale, il sociale. Ma volevo sottolineare la soddisfazione per aver ottenuto per il mio capoluogo due importanti riconoscimenti nel bilancio regionale – afferma il capogruppo della Lega Salvini Abruzzo Pietro Quaresimale – Con questi due stanziamenti infatti assicuriamo la sopravvivenza di due importanti manifestazioni, una culturale l’altra sportiva, che danno lustro alla città di Teramo e all’intero Abruzzo. Coppa interamnia e Pigro sono patrimonio di tutti gli abruzzesi e richiamano ogni anno numerosi turisti e appassionati di musica. Ma senza i necessari finanziamenti regionali rischiavano di restare fermi al palo il prossimo anno – spiega Quaresimale – Per questo ho voluto fortemente che fossero previste delle somme per il loro sostentamento.  Un altro importante finanziamento – aggiunge Quaresimale – sarà destinato alla celebrazioni del centenario della nascita di San Gabriele (1920-2020), che inizierà il 17 maggio 2020 con l’apertura della Porta santa e l’inizio dell’anno giubilare.” La regione metterà a disposizione 50 mila euro per assicurare la degna celebrazione di San Gabriele dell’Addolorata, Patrono dei Giovani e della Regione Abruzzo. “Il santuario di Isola del Gran Sasso rappresenta un punto di riferimento per migliaia di abruzzesi e non solo - conclude Quaresimale –e San Gabriele è uno dei santi più amati in Italia e all’Estero. Le ricadute di questo evento religioso sul nostro territorio sono certo saranno importanti anche per l’economia regionale.”

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - "Salvi i posti di lavoro, con l'emendamento al bilancio regionale il governo di centrodestra ha concesso il contributo straordinario di 280.000 euro ad Abruzzo Engineering S.p.A. per l'acquisizione della Euroservizi.

Un risultato - scrivono in una nota i consiglieri provinciali Francesco De Santis (Lega), Luca Rocci (Aq Futura), Berardino Morelli (Forza Italia) ed il Vicepresidente Vincenzo Calvisi (Fratelli d'Italia) - che nasce dalla forza della condivisione della battaglia politica per salvare il posto di lavoro ai dipendenti della Euroservizi, società partecipata della Provincia. Con l’ingresso in Abruzzo Engineering  abbiamo raggiunto finalmente la soluzione per il futuro dei lavoratori di Euroservizi Spa, grazie all'emendamento sostenuto da tutto il centrodestra al Governo regionale”.

”Come consiglieri provinciali - concludono - vogliamo ringraziare tutti gli amministratori regionali, che hanno contribuito alla risoluzione dell’emergenza Euroservizi che si trascinava dal 2015,  Emanuele Imprudente, Guido Liris e Roberto Santangelo. Ringraziamo il  Presidente della Provincia dell’Aquila,  Angelo Caruso e i consiglieri provinciali che ci hanno preceduto  e che hanno affrontato la delicata vicenda, Euroservizi Spa, assumendosi importanti responsabilità amministrative.”

Pubblicato in Politica
Pagina 1 di 36

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo