http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Novembre 2018 - Radio L'Aquila 1

L’AQUILA - In provincia dell’Aquila è allarme sociale per i trattamenti sanitari obbligatori, il cui numero ha superato il doppio della media nazionale che è di 16 per ogni 100mila abitanti: nel 2017 nel territorio provinciale, che registra la presenza di circa 300mila persone, sono stati 100 i ricoveri coatti, mentre nei primi sei mesi la tendenza è in aumento con 62 Tso. Tra le cause di questo non invidiabile record nazionale sicuramente ci sono le conseguenze del post terremoto dell’Aquila.

A lanciare la preoccupazione e ad invitare le istituzioni, in testa la Asl provinciale dell’Aquila, ad intervenire “con un’azione coordinata e congiunta” è il vice sindaco dell’Aquila, Guido Liris, che di professione fa il medico.

Liris ha inviato una lettera al direttore generale dell’Azienda Sanitaria Avezzano-Sulmona-L’Aquila, Rinaldo Tordera, e al Capo del Dipartimento della salute mentale prof. Alessandro Rossi con cui chiede l’attivazione di un tavolo “per intervenire con urgenza dopo l’approfondimento del forte disagio che si è manifestato con chiarezza dai dati dei ricoveri, un disagio che è complesso da interpretare e che coinvolge più strutture della Asl in particolare il reparto di Psichiatria dell’Ospedale dell’Aquila”.

“Raggiungere la quota del doppio della media nazionale di Tso, fa emergere un disagio, forte, che va associato, a dieci anni dal terremoto, anche ai postumi del tragico sisma, sul quale si deve intervenire con assoluta tempestività. Gli altri segni di disagio sociale inerenti la ludopatia, l’abuso di alcolici e l'assunzione di sostanze stupefacenti hanno raggiunto livelli preoccupanti”.

Liris indica la strada in attesa del tavolo istituzionale: “l’allarme sui Tso incrocia l’emergenza legata alla carenza di personale dell’Azienda Sanitaria denunciata anche dal Sindaco dell'Aquila e da tutte le sigle sindacali - spiega ancora -. La Regione deve subito autorizzare le procedure per l'assunzione di personale, non ci sono più le condizioni per tenere aperti servizi essenziali. In questo caso parliamo di un ambito in cui tutto poggia sull’intervento umano, quindi, il turn over incide maggiormente sulla qualità e sulla quantità delle prestazioni. C'è, inoltre, da sottolineare che i casi trattati sono spesso "difficili" a livello sociale e sanitario, un esempio su tutti la Rems nel comune di Barete, dove sono ricoverati detenuti con serie problematiche psichiatriche”.

"In occasione del Comitato Ristretto dei Sindaci auspico una posizione unitaria da parte di tutto il tavolo rispetto alla tematica ‘personale’, con particolare riferimento alle emergenze del Dipartimento di Salute Mentale.

Pubblicato in Cronaca

L’AQUILA - Il 26 ottobre, in collaborazione con il Corso di laurea in Scienze motorie Discab, nell'Aula magna del Dipartimento di Scienze umane via Nizza, all'Aquila, è stato presentato il volume dal titolo: “90 Anni e più di Calcio Aquilano”, scritto a quattro mani da Dante Capaldi ed Enrico Cavalli. L’introduzione del professor Ezio Sciarra, già preside della facoltà di Sociologia all'Università degli studi di Chieti-Pescara, ha ripercorso gli aspetti storici e sportivi che hanno fatto vivere alla città capoluogo momenti di gloria alternati a cocenti delusioni. Il prof. Sciarra ha stigmatizzato anche qualche aspetto poco nobile di qualche società sportiva.

Una carrellata storica che ricostruisce 90 anni di attività sportiva di una Società che ebbe il suo momento più fulgido ed esaltante nel 1934 allorché, a Genova, batté l'Andrea Doria - attuale Sampdoria - e fu promossa, prima squadra abruzzese, in serie B, dove rimase per tre anni. Elemento di spicco di quel tempo Annibale Frossi (il "dottor sottile"), friulano, che fu ceduto poi all'Ambrosiana Inter e che giocò poi con la Nazionale di Pozzo e fu Olimpionico del 1936.

Nel libro, corredato da tante foto storiche, oltre alla riproposizione di tutti i campionati con la rosa dei giocatori e i risultati delle gare, vengono messe in luce le caratteristiche tecniche e agonistiche di giocatori importanti che hanno fatto il salto di qualità giocando poi in serie A. Giocatori come Italo Acconcia, Angelo Caroli, Peppino Picella, Paolo Braca, oltre ai "pezzi storici" del passato remoto quali Marino Bon (la ballerina del calcio aquilano), Giovanni Baglioni, Alberto Carlei, Dante Fogola, e a quelli più "recenti" come Aldo Di Bitonto, Paolo Rossi, Valdo Cherubini e agli indimenticabili Bellei, Grasselli, Santariga Acciari Fioroni, il grande Guido Attardi, Di Bartolomeo, Macci, Marra, Torriglia, Tomassoni, Stentella Santelli, Mari, Scarlattei, il velocissimo e funambolico Filippo Cannavacciuolo. Infine, vengono riportati i nomi di tutti i presidenti e allenatori che si sono alternati alla guida dell'Aquila calcio, nonché una ricca bibliografia con la citazione anche di alcuni giornali online.

La "chicca del libro" può essere quella relativa alla ricostruzione di tutti i risultati dei derby disputati dall'Aquila contro le formazioni abruzzesi: come Pescara, Chieti, Teramo, Avezzano, Lanciano, Sulmona, Vasto, Francavilla e tutte le altre formazioni che L'Aquila ha incontrato sulla sua strada tra le varie cadute e resurrezioni. Nella pubblicazione, non viene risparmiata una disamina competente ed articolata, nonché impietosa, della situazione sportiva nel periodo post sismico.

All’incontro, oltre agli autori del libro, sono intervenuti Marco Mancini, presidente dei Supporters Trust dell'Aquila, e il giovane presidente della società rossoblù, l’avvocato Marco De Paulis, con la presenza in sala di una folta rappresentanza dei calciatori della squadra Città di L’Aquila che sta onorando i colori rossoblù in Prima Categoria Girone A, guidata dal capitano Nicola Di Francia e dal Responsabile Tecnico e Presidente della scuola calcio L’Aquila Soccer School Maurizio Ianni.

Ha concluso la presentazione l’ex presidente del Comitato Regionale della Federazione italiana gioco calcio, Antonio Papponetti, uno dei principali esponenti del pallone abruzzese negli anni ottanta e novanta, prima di scalare a livello nazionale la Federazione italiana gioco calcio (Figc), di cui è stato presidente del Settore giovanile e scolastico dal 2002 al 2005 e subito dopo, per altri quattro anni, vice presidente del Settore tecnico.

A chiudere gli interventi la professoressa Maria Giulia Vinciguerra, presidente del Cad del Corso di laurea in Scienze Motorie e Sportive, che ha portato il saluto della Rettrice Paola Inverardi ed offerto, a nome dell’Università dell’Aquila, il massimo supporto e la concreta collaborazione a tutte le attività sportive ed organizzative della neonata società, anche attraverso i tirocini dei propri studenti presso le strutture della società. Moderatore del dibattito e della presentazione è stato il giornalista Fulgo Graziosi.

Pubblicato in Sport

ROCCA DI MEZZO (L'AQUILA) - Strategie innovative di governance e modelli turistici alternativi, al fine di contenere e bilanciare gli effetti negativi del cambiamento climatico sull’altopiano delle Rocche. Da questo obiettivo nascono le azioni di sensibilizzazione e riflessione che il Parco Naturale Regionale Sirente Velino, il Comune di Ovindoli, con il supporto del Centro di Educazione Ambientale del Parco, gestito da Sherpa Coop ed Ambecò, stanno mettendo in campo con il progetto “Per la Nostra Terra!”.

Cofinanziato dalla Regione Abruzzo e dal Comune di Ovindoli, il progetto, che già quest’estate ha animato il territorio attraverso un convegno sui cambiamenti climatici ed una biciclettata da Ovindoli a Rocca di Mezzo con laboratori per bambini, è ora entrato nelle aule degli istituti didattici del territorio del Parco per sensibilizzare e discutere, con circa 300 ragazzi, le cause dei cambiamenti climatici e individuare i piccoli accorgimenti che già in famiglia si possono adottare.

Essendo l’Altopiano delle Rocche una delle principali località turistiche montane del centro Italia, non poteva mancare il coinvolgimento degli operatori turistici per raggiungere un risultato concreto. Si sta lavorando pertanto per la creazione di un tavolo di lavoro con comuni, operatori turistici ed altri portatori d’interesse, finalizzato a individuare ed attuare un modello turistico capace di mitigare gli effetti del cambiamento climatico attraverso strategie ed attività innovative, rispettose dell’ambiente.

“Gli eventi di questi giorni” sottolinea il Commissario del Parco Igino Chiuchiarelli, “sono la riprova che non è più possibile far finta che i cambiamenti climatici siano solo invenzione di alcuni e ci impongono di intervenire ognuno per la propria parte di competenza”.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Domenica 4 novembre, giorno dell’Unità nazionale e giornata delle Forze armate, sono state predisposte una serie di iniziative, volte anche a celebrare la “Commemorazione dei Caduti”, che si svolgeranno secondo il seguente programma.

Ore 9.45: chiesa di Cristo Re, Santa Messa in suffragio ai Caduti, officiata dall’Arcivescovo Metropolita, cardinale Giuseppe Petrocchi.

Ore 11: Monumento ai Caduti (Villa Comunale), schieramento dei reparti d’armi sul piazzale e, a seguire, alzabandiera solenne, deposizione della Corona, lettura della preghiera per i Caduti e dei messaggi del presidente della Repubblica e del ministro della Difesa, consegna di una bandiera nazionale ad un istituto scolastico cittadino.

Ore 17: Villa Comunale (Monumento ai Caduti), ammainabandiera.

Nella stessa giornata del 4 novembre, inoltre, nell’ambito dell’iniziativa “Caserme Aperte”, la caserma “Pasquali-Campomizzi”, sede del Comando militare esercito Abruzzo, il Comando Provinciale dei Carabinieri e la Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza, saranno aperti al pubblico dalle 9 alle 17 e ospiteranno eventi espositivi e dimostrativi.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - La biblioteca dell’Assemblea legislativa verrà intitolata a Giuseppe Bolino, il politico, studioso e professore originario di Sulmona che ricoprì la carica di Presidente del Consiglio regionale dall’aprile 1979 fino al dicembre 1980. E’ quanto deciso dall’Ufficio di Presidenza nella seduta del 25 ottobre 2018.

La richiesta dell’intitolazione era stata avanzata dalla Deputazione di Storia Patria e dall’Associazione regionalista abruzzese che avevano chiesto al Presidente Giuseppe Di Pangrazio di ricordare l’importante figura di Bolino con l’intitolazione del nuovo spazio adibito a biblioteca.

“Abbiamo accolto favorevolmente la richiesta perché Bolino è unanimemente riconosciuto come uno dei personaggi che più hanno dato lustro al Consiglio regionale dell’Abruzzo - spiega Di Pangrazio - Bolino ha promosso lo studio delle materie letterarie, conseguendo una brillante carriera universitaria e come Presidente è stato autore di interventi di grande spessore politico a partire dagli studi sul regionalismo e di scritti riportati in numerose pubblicazioni.

Inoltre - aggiunge il Presidente - è stato un grande protagonista della formazione del primo Statuto regionale e della cultura abruzzese vista la sua incessante e proficua collaborazione a periodici e riviste”.

In occasione dell’intitolazione verrà realizzata una targa da apporre sulla facciata della biblioteca al cui interno verrà allestita una mostra degli scritti di Bolino.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - In occasione della presentazione dei corsi del nuovo anno accademico agli studenti, lunedì 5 novembre alle 11.30, presso la sua sede in via Leonardo da Vinci all'Aquila, l’Accademia di Belle Arti terrà una conferenza stampa per presentare il programma del cinquantesimo anniversario della sua istituzione avvenuta nel 1969 e consegnerà la borsa di studio alla memoria del giovane studente dell’accademia aquilana Simone De Fabritiis messa a disposizione dalla famiglia.

All’incontro partecipa il direttore Abaq Marco Brandizzi, il vice Marcello Gallucci e i docenti che hanno collaborato alla stesura del programma di eventi per celebrare il cinquantennale dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila.

Pubblicato in Arte e Cultura

L'AQUILA - “Rivolgo al neo segretario provinciale della Cgil, Francesco Marrelli, le congratulazioni per il nuovo incarico e i migliori auguri per l’importante e impegnativo compito che l’attende”. A dichiararlo è il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi. “Con la Cgil, così come con le altre sigle sindacali, c’è sempre stato un leale e schietto rapporto di collaborazione che ha portato, in questi mesi, a raggiungere risultati importanti. Penso all’accordo per le progressioni orizzontali del personale dell’ente comunale, ferme da anni, la stabilizzazione di nove operai del settore Opere pubbliche, la scelta di prorogare al 2020 il personale a tempo determinato assunto ai sensi delle normative emergenziali e l’emendamento al decreto Genova che garantisce certezze per il futuro lavorativo per i dipendenti Ripam in servizio presso il Comune dell’Aquila e quelli del cratere 2009 - ricorda il sindaco - Il dialogo tra istituzioni e parti sociali è determinante per affrontare e cercare di risolvere le tante questioni ancora aperte sul territorio, e sono convinto che anche con il nuovo segretario vi sarà la stessa reciproca apertura alla cooperazione”. “Un saluto affettuoso, infine, a Umberto Trasatti, che in questi anni ha guidato la Camera del lavoro in modo energico e determinato, anche a costo della propria salute, certo che saprà tornare in piena forma quanto prima per fornire alla città il contributo di esperienza e capacità alternandolo, però, a momenti di giusto e meritato riposo” conclude il sindaco Biondi.

"Il Partito della Rifondazione Comunista si congratula con il neoeletto segretario della camera generale del lavoro dell'Aquila Francesco Marrelli, già specchiato segretario di categoria, con il quale abbiamo condiviso negli ultimi anni la vittoriosa campagna referendaria per i beni comuni e contro la privatizzazione del servizio idrico. L'augurio - si legge in una nota della segreteria provinciale di Rifondazione Comunista - è di una Cgil che, con l'apporto della sua direzione, promuova una sempre più forte azione sindacale, in grado riconquistare con un conflitto maturo nuovi favorevoli rapporti di forza per lavoratori e lavoratrici, valorizzando  non da ultimo anche l'autonomia culturale del sindacato. Un ringraziamento va inoltre al segretario uscente Umberto Trasatti, per l'impegno costantemente profuso in questi anni a difesa degli interessi della classe lavoratrice del territorio aquilano".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "Finalmente sul filo di lana si riesce a risolvere positivamente la vicenda dei 55 lavoratori interinali che Tua Spa non aveva potuto lasciare a lavoro a causa delle ambigue interpretazioni di legge conseguenti al decreto dignità. Ieri mattina il ministero, che abbiamo costantemente sollecitato, ha diramato una circolare esplicativa che ha consentito di sminare i dubbi di legittimità che aveva causato la recente modifica della disciplina lavoristica ad iniziativa del ministro del lavoro, Luigi Di Maio", lo rende noto il consigliere regionale dell'Abruzzo Maurizio Di Nicola.

"Adesso - aggiunge - è importante far accelerare la società di trasporto anche sui concorsi già banditi per trasformare il lavoro somministrato in lavoro stabile. Noi vogliamo lavoro certo al posto degli slogan propagandistici, sapendo che la dignità e la stabilità al lavoro non si assegna per decreto. Ringrazio tutto il management di Tua Spa che ha saputo attendete ed agire con i minuti contatti pur di non disperdere la formazione e la passione lavorativa dei 55 interinali".

"Nei prossimi giorni, insieme all'onorevole D'Alessandro, che molto si è speso in queste settimane a Roma, convocherò nuovamente i lavoratori e l'azienda in Regione per conoscere se ci siano ulteriori sofferenze organizzative e i tempi necessari ad espletare i concorsi", annuncia infine Di Nicola.

 

Pubblicato in Politica

ROMA - “Ieri, durante la votazione sul decreto Genova, abbiamo approvato un emendamento grazie al quale l’ospedale di Penne non sarà più condannato alla chiusura o al declassamento. Il provvedimento, infatti, consente alla Regione Abruzzo di derogare a quanto previsto dal decreto Lorenzin sulla riorganizzazione ospedaliera, in particolare per quanto riguarda le strutture che si trovano a 30 chilometri dai comuni all’interno del cosiddetto ‘cratere sismico’ del Centro Italia”. Così, in una nota, il portavoce del MoVimento 5 Stelle Andrea Colletti, primo firmatario dell’emendamento approvato a Montecitorio.

“Fino ad oggi, nonostante la Regione Abruzzo avesse la possibilità di scongiurare autonomamente il declassamento dell’ospedale di Penne - così come di altri ospedali abruzzesi - nulla è stato fatto. Con questo emendamento, non ci saranno più scuse e i cittadini potranno continuare a beneficiare del sistema sanitario del loro territorio. A differenza di chi abbandona la aree interne favorendone lo spopolamento, il Movimento 5 Stelle, insieme al ministero della salute, si impegna a beneficio di tutti i territori abruzzesi. Altri emendamenti presentati dalle opposizioni sono stati bocciati perché nulla c’entravano con il dramma terremoto che ha coinvolto la nostra Regione e, soprattutto, volevano che il parlamento validasse i project financing che creeranno un buco milionario alle casse abruzzesi solo per fare favori milionari ad aziende private”, conclude Colletti.

Al deputato fa coro il consigliere regionale Domenico Pettinari, da anni impegnato nella salvaguardia degli ospedali minori. “Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto per l’approvazione di questo emendamento”, afferma. “Oggi grazie all’impegno del M5S si può salvare l’ospedale di Penne. Il governo ha aperto la strada e dato la possibilità alla Regione di fare un passo indietro e tutelare un ospedale fondamentale per la zona interna dell’area vestina. E’ una battaglia che combattiamo da anni, a cui ci hanno sempre risposto 'non si può fare'. Adesso grazie alla presenza del M5S al governo di questo paese la Regione non ha più nessun alibi o scusanti. Adesso Lolli e Paolucci, insieme alla loro maggioranza pensino a salvare Penne”.

La soddisfazione è espressa anche dai consiglieri comunali del M5S Penne Falconetti, Duttilo e Fidanza, “Finalmente un governo che riconosce la grave situazione dell'area Vestina. Noi consiglieri comunali abbiamo argomentato nel dettaglio ai nostri parlamentari la delicata situazione dell'ospedale di Penne e siamo fieri che ci sia l'impegno di tutto il M5S per garantire il diritto alla salute ai cittadini vestini, troppo a lungo dimenticati”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - “Fratelli d'Italia L’Aquila ed il gruppo di Fratelli d’Italia dell’Assemblea capitolina compatti nella battaglia contro la delibera della giunta Raggi”. A dichiararlo è il portavoce comunale del circolo di Fratelli d'Italia, Michele Malafoglia.

“E’ datata infatti 31 ottobre 2018 l’interrogazione urgente a firma del consigliere Andrea De Priamo con oggetto la delocalizzazione dell’Autostazione all'interno del nodo Anagnina”.

“Lo spostamento ad Anagnina - spiega Malafoglia - costringerebbe un numero rilevante di viaggiatori ad allungare notevolmente il percorso dovendo ricorrere all'utilizzo della metro A, linea già particolarmente gremita a tutte le ore del giorno, per raggiungere il nodo ferroviario o tutte le altre destinazioni, creando enormi disagi a un gran numero di persone”.

“Tali preoccupazioni sono state espresse anche da organi istituzionali di altre città, oltre a quelle espresse dal sindaco Pierluigi Biondi, che ancora una volta difende gli interessi della sua comunità e della città territorio, e che con una nota inviata alla sindaca in data 30 ottobre scorso ha chiesto, a nome della cittadinanza, delucidazioni in merito alla vicenda che potrebbe peggiorare le condizioni lavorative delle famiglie aquilane e in generale dei viaggiatori provenienti dall'Abruzzo”.

“Plaudiamo quindi all'iniziativa - conclude la nota - presa dal consigliere De Priamo e con lui chiediamo al sindaco ed alla giunta di Roma Capitale se non sia il caso di rivalutare la decisione presa, dato il forte impatto negativo che la sua attuazione, con il trasferimento dell’autostazione Tiburtina al nodo Anagnina, avrebbe su un numero considerevole di viaggiatori. Chiediamo infine, se veramente la soluzione prospettata abbia carattere provvisorio, come riferito dagli organi di informazione, in attesa di reperire sul territorio capitolino ulteriori aree da destinare ai servizi di Autostazione, quali tempi si prevedono per reperire tali aree e se sono state formulate ipotesi in proposito".

Pubblicato in Politica
Pagina 77 di 77

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us