http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Mercoledì, 30 Ottobre 2019 10:57

Lolli risponde a Febbo e Liris sul credito alle imprese del cratere

L'AQUILA - "É veramente imbarazzante e sgradevole leggere il commento degli assessori Febbo e Liris sulla seria e importantissima vicenda del credito alle imprese del cratere sismico 2009.

Con un clamoroso autogol gli assessori confessano di aver sprecato oltre 7 (SETTE !!!) mesi di tempo impedendo finora alle aziende di utilizzare risorse finanziarie fondamentali per la loro esistenza" è quanto riporta una nota di Giovanni Lolli in risposta a Febbo e Liris sul credito alle imprese del cratere.

"Ricordo a loro e a tutti che la precedente Giunta chiese e ottenne - nell’ambito del programma Restart e dei fondi del 4% per la ripresa economica post-sisma -

l'assegnazione di 10 milioni di euro (di cui 7.8 milioni sull’annualità 2017 e 2.2 milioni sull’annualità 2018) per l'accesso al credito delle imprese e dei professionisti del cratere (Delibera Cipe n. 25 del 28 febbraio 2018).

Sulla gestione di tali risorse dovemmo superare le obiezioni del MiSE poiché il Ministero voleva gestirle in maniera centralistica affidandole al Fondo Centrale di Garanzia.

Dopo il visto della Corte dei Conti e la pubblicazione della Delibera CIPE sulla Gazzetta Ufficiale del 5 luglio 2018, all'inizio di agosto, su mia indicazione, tramite gli Uffici del Dipartimento dello Sviluppo economico della Regione chiedemmo immediatamente il trasferimento delle risorse alla Stuttura Tecnica di Missione, per ottenere subito la disponibilità di cassa.

Anche su tale richiesta avemmo nuovi approfondimenti dal CIPE e dalla Ragioneria dello Stato, e solo il 6 febbraio 2019 ottenemmo il trasferimento nelle casse regionali dei primi 7,8 M€.

Nel frattempo, approvammo due Delibere di indirizzo – la DGR n.43 del 25 gennaio 2019 e la DGR n.128 del 7 febbraio 2019 – per agevolare con la FIRA la gestione delle risorse. 

 

Dopo 3 giorni si è votato e la responsabilità politica è passata al centrodestra e da allora sono passati oltre sette mesi. Perciò “i ritardi e l’inerzia” di cui si parla nel comunicato sono una pesantissima responsabilità proprio di Febbo e Liris.

 

Ora: che gli Assessori competenti – per distrazione o per scarsa conoscenza dei meccanismi – abbiano lasciato nel cassetto un provvedimento pronto, non si giustifica ma ci può anche stare... Ma che addirittura se la prendano con chi lo ha voluto, lo ha predisposto e l’ha messo a disposizione delle imprese, ecco questo è veramente inaccettabile" sostiene Lolli nella sua nota.

Letto 51 volte

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo