http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Luglio 2019 - Radio L'Aquila 1

TERAMO - Il Popolo della Famiglia di Teramo protesta contro il rinvio della decisione della Corte Costituzionale sul caso Cappato al settembre 2019. 

“La decisione della Consulta – scrive in una nota il movimento - ci spinge alla mobilitazione: siamo pronti a scendere in piazza per difendere la cultura della vita sul nostro territorio, perché il business del suicidio assistito non deve trovare spazio nel tessuto giuridico italiano".

Il Presidente nazionale del Popolo della Famiglia, Mario Adinolfi, ha dichiarato: "Come Ponzio Pilato, la Consulta sul caso Cappato ha deciso di non decidere. La Corte Costituzionale ha chiesto al
Parlamento di intervenire sul suicidio assistito, rinviando la decisione sul caso del DJ Fabo al settembre 2019.
Il comunicato della Consulta nota che 'l'attuale assetto normativo concernente il fine vita lascia prive di adeguata tutela determinate situazioni costituzionalmente meritevoli di protezione, e da bilanciare con altri beni costituzionalmente rilevanti'.
Per questa ragione, i giudici costituzionali hanno deciso di rinviare la trattazione della questione al 24 settembre 2019. Impensabile, che per quella data il Parlamento vari una legge favorevole al suicidio assistito.
I giudici costituzionali hanno solo pavidamente dato un calcio alla palla, facendola rotolare in tribuna. Davvero sembra incredibile che, di fronte a una domanda semplice (è incostituzionale l'art. 580 del codice penale?) non si sia proceduto con l'ovvia sentenza di rigetto dell'istanza.”

“Ora il presidio, evidentemente, conclude la nota - diventa politico. Gli attuali equilibri parlamentari rendono a occhio improponibile la nascita di una maggioranza favorevole al suicidio assistito cioè, ricordiamolo, a un meccanismo alla svizzera che consente di fare business sulla pelle dei disperati. Tra undici mesi, la Corte Costituzionale si ritroverà davanti allo stesso tipo di quesito, e non potrà dire che c'è un vuoto normativo.
La norma c'è, e dice che è vietato aiutare le persone ad ammazzarsi, perché la vita umana è un bene non disponibile. Principio giuridico sacrosanto, che il Popolo della Famiglia difenderà in politica e, se necessario, nelle piazze" 

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - La convenzione stipulata oggi 30 luglio 2019 tra l’Università degli Studi dell’Aquila e il Comando Regionale Abruzzo della Guardia di Finanza è diretta a favorire la partecipazione di tutto il personale della Guardia di Finanza ai corsi di laurea attivi presso l’Ateneo aquilano. Detto accordo si inserisce nel contesto di una collaborazione prolungata e proficua tra Università degli Studi dell’Aquila e la Guardia di Finanza che già vede l’integrazione dei corsi della Scuola Ispettori e Sovrintendenti in uno specifico curriculum universitario della laurea triennale economica in “operatore giuridico d’impresa” L14.

La convenzione, non solo faciliterà l’eventuale prosecuzione del corso di studi magistrali per quanti già acquisiscono il titolo di dottore in operatore giuridico d’impresa all’esito del percorso formativo congiunto presso la Scuola Ispettori e Sovrintendenti, ma più ampiamente favorirà, anche mediante agevolazioni di carattere economico, l’accesso ai corsi triennali e magistrali dell’Ateneo aquilano a tutti gli appartenenti al Corpo della Guardia di Finanza, apportando un significativo contributo alla formazione del relativo personale nei diversi ambiti tecnico-scientifici in cui esso è impiegato.

L’Università dell’Aquila vede così consolidarsi, attraverso la stipula dell’atto convenzionale, la rilevanza nazionale della propria offerta formativa con l’orgoglio di contribuire alla formazione di servitori dello Stato.

La Convenzione è stata firmata dalla Rettrice dell’Università degli Studi dell’Aquila, prof.ssa Paola Inverardi e dal Comandante Regionale Abruzzo della Guardia di Finanza, Generale di Brigata Gianluigi D’Alfonso.

Pubblicato in Varie

L’AQUILA - L’Officina Musicale diretta dal M° Orazio Tuccella offre due serate degne di attenzione, sponsorizzate dalla Fondazione Carispaq nell’ambito degli eventi per uno sviluppo culturale del territorio. I due concerti-spettacolo del 6 e 8 agosto si preannunciano interessanti ed emotivamente coinvolgenti.

Martedì 6 agosto, alle ore 19:00, nell’affascinante sito archeologico di Peltuinum, il gruppo musicale Meticcio Europeo e l’attore recitante Claudio Botosso daranno vita a uno Zibaldone musicale e letterario dal titolo La pagina e le note”. Lo spettacolo si articola in pezzi musicali e recitazione di brani estratti da opere letterarie.

Giovedì 8 agosto, nel borgo di Tussio, alle ore 19:00, nella suggestiva location “sotto il campanile” il duo Mauro Liberatore e Antoine Mucciante eseguiràLa canzone italiana d’autore”. La serata è interamente dedicata da tutti i promotori e i musicisti ai “tussiani” don Fabio Leonardis e Giancarlo Pallotta, ai quali gli organizzatori erano legati da profonda amicizia.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L’AQUILA – E’ stata presentata questa mattina la Mappa dei Beni culturali della Città di L’Aquila in 3D che è un plastico della città realizzato a mano in scala 1:1000 e che riporta grosso modo, in forma circolare, il territorio inscritto nelle mura urbiche, per una estensione di circa 3,5 km quadrati. Sono stati riprodotti l’assetto urbanistico, morfologico e paesaggistico del territorio, attraverso l’utilizzo della cartografia tecnica con gli isolati  in rilievo che accentuano la pianta della città.

I principali monumenti, sia religiosi che civili, sono in 3D nelle loro reali proporzioni e seguono gli ultimi interventi di restauro.  Il plastico è stato concepito per essere aggiornato, con la filosofia del “work in progress”, inserendo man mano  gli elementi architettonici che saranno restituiti.

I monumenti sono stati ricostruiti attraverso la modellazione 3D da rilievi realizzati appositamente per il plastico, e sono stati stampati in 3D con l’utilizzo di PLA, un derivato dal mais. In un cassetto è contenuta la legenda che descrive i singoli particolari.

Per la realizzazione sono stati utilizzati materiali eco-compatibili come legno multistrato e altri materiali riciclabili. Per la colorazione sono stati utilizzati colori acrilici (base acqua).

Il sostegno del plastico è costituito da una cornice del diametro di cm 230 sostenuta da un tavolo a forma di tronco di cono dell’altezza da terra di cm 75, che esalta la forma del plastico.

La realizzazione del plastico, che segue la stampa della richiestissima  mappa della  città dell’Aquila, costituisce un altro importante tassello, una novità,  per visualizzare  l’esatta dimensione della  ricostruzione   a dieci anni  dal sisma.

Questo ulteriore  collegamento fra la città e il suo museo naturale  è stato possibile grazie al  progetto "L’Aquila città d’arte" frutto dell’accordo tra MiBAC rappresentato dal sottosegretario On. Gianluca Vacca e il Comune dell’Aquila, sindaco Pierluigi Biondi.

L'opera, voluta da Lucia Arbace direttore del Polo Museale dell’Abruzzo,  è stata realizzata dalla società CREATIVE di Massimiliano Crea

Pubblicato in Arte e Cultura

L’AQUILA - La scorsa settimana il Parco Nazionale della Majella ha ospitato un interessante laboratorio di governance agro-alimentare corredato dalla discussione e analisi congiunte delle problematiche che investono il settore. Oltre a ciò, l'iniziativa è stata occasione per fare pensiero comune rispetto al futuro dell'agricoltura e della zootecnia del Parco stesso, ed è stata caratterizzata dalla partecipazione del CREA (Consiglio Nazionale per la Ricerca in Agricoltura e Economia Agraria) e Rete Rurale Nazionale 2014, con la collaborazione di Legambiente, della Regione Abruzzo, Assessorato  Agricoltura, Caccia e pesca, Parchi e riserve naturali, delle DMC e i GAL del territorio della Majella, CIA Abruzzo, Coldiretti Abruzzo e, in via sperimentale e preliminare, insieme ad alcuni rappresentanti degli agricoltori custodi aderenti al Progetto Coltiviamo la Biodiversità e degli allevatori aderenti al Progetto Qualità per la zootecnia. 

"Tra i parchi nazionali italiani - spiega il Direttore del Parco Luciano Di Martino - è certamente uno di quelli che si sono maggiormente dedicati, soprattutto negli ultimi anni, alla valorizzazione delle attività agricole e zootecniche tradizionali e sostenibili. Dal progetto “Coltiviamo la Diversità” al “Progetto Qualità per la zootecnia”, dalle misure di prevenzione dei danni da predatori al programma di restituzione della pecora predata dal lupo, queste iniziative hanno consolidato una rete di collaborazione fattiva tra ente e imprenditori agricoli del Parco. Per questo è stato scelto quale sede di un laboratorio di questo tipo che ha visto interlocutori territoriali e istituzionali, tutti ben consapevoli delle grandi difficoltà che incontra il settore, soprattutto nelle cosiddette “aree marginali”.   

"In realtà, nel futuro della programmazione agricola, queste aree marginali non lo saranno affatto - continua Di Martino - Anzi, le aziende agro-zootecniche nelle aree protette saranno le uniche ad essere candidate a sviluppare nuovi modelli di qualità delle produzioni e di sostenibilità ambientale e, se possibile, ad essere anche sostenute economicamente per fare questo. Certo sono poche le aziende agricole rimaste, i costi di produzione, l’enorme peso della burocrazia (anche quella degli stessi parchi), la scarsa competitività con le grandi aziende intensive, il mancato riconoscimento della diversità e del valore del prodotto di qualità, i danni da fauna selvatica, troppo spesso hanno determinato l’indebolimento di molte aziende, ormai chiuse o in procinto di chiudere. Ma quelle rimaste, e soprattutto quelle dei giovani che stanno di nuovo credendo ad una possibilità di lavoro dignitoso, per quanto faticoso, ma ricco di soddisfazioni ed opportunità, hanno piena consapevolezza del significato e del valore aggiunto che comporta il fare agricoltura e allevamento nel Parco. Gli agricoltori si sentono custodi di un territorio, rappresentanti di un modo di coltivare ed allevare con requisiti di qualità altrove introvabili e, soprattutto, sono ora ben consapevoli che la prossima programmazione comunitaria (2021-2027) potrebbe essere dalla loro parte, se le istituzioni sono disposte ad ascoltare, comprendere, analizzare e riscrivere in modo partecipato quello che serve". 

"Il Parco Nazionale della Majella - conclude il Direttore - in questo potrà essere interlocutore privilegiato e facilitatore istituzionale, nella piena consapevolezza che, in questo caso, la valorizzazione delle capacità produttive delle aziende del parco possa coincidere pienamente con quelle modalità di gestione delle coltivazioni e degli allevamenti che garantiscono la tutela della biodiversità e, dunque, anche il pieno raggiungimento delle finalità istitutive dell’Ente Parco". 

Pubblicato in Cronaca

PADOVA - Recentemente una delegazione dell’Accademia Culturale Internazionale San Venceslao di Bolzano presieduta da Sergio Paolo Sciullo della Rocca, ha visitato a Padova nello storico Palazzo Angeli a Prato della Valle, il Museo del precinema ovvero della proiezione primitiva prima dell’avvento del cinema.

In questa circostanza, gli accademici sono stati ricevuti personalmente da Laura Minici Zotti fondatrice del Museo unico nel suo genere in Europa. Un museo composto di pezzi rari e unici che da un’unica fonte di luce il più delle volte una candela o lume proiettavano immagini fisse e immagini in movimento. Giochi ottici che nella loro semplicità servivano a raccontare storie del passato, della mitologia, agli orrori alle tenebre, sino a proporre immagini di eventi storici o panoramici di monumenti o di città. Un mondo informativo basato su luci, ombre e immagini che il più delle volte erano realizzate con sagome di pelle, di legno, di metallo e di cartone sino alle più recenti su lastre di vetro dipinte, oltre ai vari mezzi di proiezioni, da semplici scatole di legno a veri strumenti con mezzi ottici, come prassinoscopici, stereoscopici, zootropi e lanterne magiche.

Il presidente Sciullo della Rocca al termine della visita, dopo avere ascoltato una presentazione altamente scientifica, si è complimentato con la fondatrice del Museo Laura Minici Zotti, non solo per la singolare raccolta, ma anche per il metodo cronologico e tematico che bene presenta al visitatore o al ricercatore, il mondo dell’immagine che precede l’invenzione del cinematografo da parte dei francesi Auguste e Louis Lumière che nel 1895 effettuarono la loro prima proiezione pubblica al Grand Café del Boulevard des Capucines di Parigi, dando cosi vita alla nascita della “settima arte”.

Il Palazzo Angeli del XV secolo che oggi è sede del Museo fu anche abitazione di Andrea Memmo, Procuratore di San Marco, che fu l’artefice della trasformazione di Prato della Valle da zona adibita al commercio del bestiame a piazza monumentale divenendo cosi la piazza più grande d’Italia e la seconda d’Europa dopo la Piazza Rossa di Mosca, in questo palazzo tra i tanti personaggi illustri che vi soggiornarono ci fu anche Giacomo Casanova concittadino e amico di Memmo la cui famiglia diede più Dogi a Venezia, mentre da una finestra di questo Palazzo il grande pittore Giovanni Antonio Canal detto “il canaletto” noto al tempo in particolare come vedutista, realizzo nella metà del Settecento una panoramica frontale di Prato della Valle con tutte le sue peculiarità.

Pubblicato in Varie

PESCARA – “Una tempesta in un bicchiere d’acqua minerale: non si può avere paura della storia”. Citando Ennio Flaiano, il senatore di Forza Italia Nazario Pagano interviene sulla polemica innescata dall’interrogazione del deputato Camillo D’Alessandro nella quale chiede l’intervento del ministro degli Interni Matteo Salvini per la rimozione della scritta Dux sulla roccia della Penna di Villa Santa Maria.

“Un’iscrizione realizzata nel 1940, che è stata ripulita di recente per iniziativa del sindaco Pino Finamore in un progetto di valorizzazione della zona e che costituisce, comunque la si pensi, un retaggio della nostra storia nazionale che va accettata, discussa e criticata per quello che è, ma non rimossa. Additare quella scritta come fosse un pericoloso segnale visivo sovvertitore dei valori costituzionali e di esaltazione del Ventennio, rivela una profonda miopia politica prima ancora che storica. La storia non può essere manipolata ideologicamente: è un gioco pericoloso e dalle conseguenze paradossali. Villa Santa Maria ha avuto un Giusto tra le nazioni, il podestà (ovvero il sindaco dell’epoca fascista) Roberto Castracane, che coraggiosamente protesse gli ebrei seguendo il più alto senso etico, di cui serba la memoria come monito alle future generazioni che sulla roccia possono ora visivamente rapportarsi a quel periodo proprio incrociando con lo sguardo la scritta Dux. Con un relativismo smaccatamente di partito, come quello condotto da sinistra in questa inutile crociata , a qualcuno potrebbe venire persino in mente  – conclude ironicamente Pagano – di chiedere di abbattere il Colosseo, perché quelle mura hanno hanno visto trucidare decine di migliaia di persone nei giochi gladiatori e come simbolo delle persecuzioni dei cristiani gettati in pasto ai leoni”.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - Il Settore Ambiente del Comune dell’Aquila rende noti le date ed i percorsi relativi al prossimo intervento di demuscazione previsto per il mese di Agosto 2019.

Gli interventi riguarderanno tutte le frazioni e l’intera area urbana, sia in riferimento al centro storico che alla periferia. Superfluo specificare che saranno interessate dal trattamento anche tutte le zone non espressamente specificate in elenco, ma che si trovano lungo il percorso indicato.

Le date potranno essere modificate in funzione di segnalazioni di priorità da parte della cittadinanza o per motivi tecnici legati alle condizioni atmosferiche.

Il Settore Ambiente ricorda che la Biblion, società incaricata del servizio, utilizza – come da normativa - prodotti a base di microorganismi naturali, con impatto ambientale zero, in grado di esprimere il massimo risultato con il minore grado di tossicità; prodotti mirati alla salvaguardia di aree abitative ed industriali, per la distruzione selettiva degli organismi infestanti senza alcun rischio nocivo per l'uomo.

 

Calendario:

01 Agosto: ARISCHIA – S. VITTORINO – CANSATESSA – COPPITO.

02 Agosto: S. GREGORIO – ONNA – PAGANICA – TEMPERA –BAZZANO.

05 Agosto: PESCOMAGGIORE – FILETTO – CAMARDA – FONTE CERRETO- ASSERGI – ARAGNO – COLLEBRINCIONI.

06 Agosto: PRETURO – SASSA – COLLE DI SASSA – POGGIO MARIA –GENZANO – PALOMBAIA DI SASSA– PAGLIARE DI SASSA - S. MARTINO – FOCE DI SASSA – BRECCIASECCA – CESE - POZZA – DI SASSA – S. MARCO – SANTI – CASALINE – MENZANO – COLLE PRETURO.

07 Agosto: MONTICCHIO – CIVITA DI BAGNO – VALLESINDOLA DI BAGNO – BAGNO GRANDE – BAGNO PICCOLO – S. RUFINA – ROIO – COLLEFRACIDO – S. BENEDETTO.

08 Agosto: C.DA PILE – C.DA CAVALLI – C.DA CAPPELLI – STAZ.NE F.S. – CENTRO STORICO DELLA CITTA’ E QUARTIERI LIMITROFI – CIMITERO L’AQUILA.

09 Agosto: S. BARBARA – SANTANZA – S. FRANCESCO – TORRIONE – S. SISTO

12 Agosto: S. GIACOMO – GIGNANO – TORRETTA - S.ELIA – PIANOLA

13 Agosto: PETTINO – C.DA VETOIO – C.DA ROMANI – C.DA PRATELLE

Pubblicato in Varie

GUARDIAGRELE (CH) - Al via domani la 49esima edizione della Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese, la manifestazione dedicata alle eccellenze manifatturiere regionali. La cerimonia di inaugurazione della mostra, alla quale parteciperà il presidente della Regione Marco Marsilio, si terrà domani 31 luglio 2019 alle ore 18.00 in largo Pignatari e resterà aperta tutti i giorni, dal 1° al 25 agosto, dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 23.00. I visitatori potranno ammirare le creazioni all’interno del Palazzo dell’Artigianato in Via Roma 28, location dell’evento.

L’ iniziativa è organizzata dall’Ente Mostra Artigianato Artistico Abruzzese con il patrocinio della Regione Abruzzo, Assessorato alle Attività Produttive, della Camera di Commercio Chieti-Pescara e del Comune di Guardiagrele.

Ricco il programma delle iniziative. In evidenza il 1 agosto “Come nasce una impresa 4.0, dalla ricerca alla responsabilità del fare” in collaborazione con CNA e CNA Giovani Imprenditori Abruzzo. Tra gli appuntamenti spicca lunedì 5 e sabato 17 agosto l’evento “Le stelle dal borgo”.

Ci saranno poi iniziative denominate “LetteralCibo” che uniscono presentazioni di libri e degustazioni enogastronomiche. Non mancheranno visite guidate, workshop e incontri. Di particolare rilievo “MusicLab” in programma il 22 agosto in cui verrà conferito il premio alla carriera al maestro liutaio Salvatore Valentinetti. A seguire il concerto del violinista Paolo Angelucci.

Pubblicato in Arte e Cultura

L’AQUILA – “ln questi giorni il Partito Socialista Italiano ha reso noti i nomi dei nuovi Responsabili Nazionali dei Settori di lavoro che affiancheranno il Segretario Enzo Maraio e la Segreteria Nazionale nello svolgimento delle attività a loro assegnate.

E’ con grande piacere ed orgoglio che la segreteria comunale del PSI dell’Aquila annuncia la nomina di Gianni Padovani, già Segretario Prov.le PSI dell’Aquila, come Responsabile Nazionale del Settore Sport. Un incarico che deriva non solo dalla sua profonda formazione universitaria (la Laurea ed il Master nel Management Sportivo, i diversi Diplomi conseguiti nella Scuola dello Sport del CONI e nel Settore Tecnico FIGC di Coverciano), ma che viene principalmente avvalorata dalla competenza che Padovani ha dimostrato negli anni nella conoscenza ed il costante impegno a livello regionale e nazionale nelle politiche sportive attraverso le numerose iniziative e proposte da lui presentate.

La segreteria comunale PSI ringrazia la Segreteria Nazionale ed in particolare il Segretario Enzo Maraio per aver creduto in Gianni e avergli dato fiducia attraverso questo importante incarico.”

E’ quanto scrive in una nota il Segretario comunale del PSI dell’Aquila, Fabrizio Di Marco.

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us