http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Aprile 2019 - Radio L'Aquila 1
Martedì, 23 Aprile 2019 11:39

Su Ryanair ora pagano anche i neonati

L'AQUILA - Ryanair nell'occhio del ciclone per un nuovo supplemento. Questa volta nel mirino della compagnia aerea low cost, "che ormai non è più molto low cost, considerando la lunga lista di supplementi applicati ai prezzi base", fa notare Federconsumatori, ci sono i più piccoli. Un nuovo balzello è infatti il “supplemento neonati”, cioè un extra di 25 euro a tratta per bambini al di sotto dei due anni. "Il supplemento, già di per sé assurdo, appare ancora più ingiustificato se si considera che i bimbi devono viaggiare in braccio ai genitori con una cintura apposita fornita dal personale di bordo: l’utente, quindi, si trova a pagare di più senza ricevere alcun vantaggio né servizi aggiuntivi", sottolinea l'associazione.

"E’ inoltre importante segnalare che nella fase di selezione del numero e della tipologia dei viaggiatori (adulti, ragazzi, bambini o neonati) l’applicazione del sovrapprezzo per il bebè non viene chiaramente evidenziata - si legge ancora in una nota di Federconsumatori - nel momento in cui si seleziona un neonato tra i passeggeri appare solo un messaggio in cui si legge che 'i bebè di età inferiore ai 2 anni devono sedere in grembo all'adulto accompagnatore', senza alcun cenno al supplemento. I 25 euro a tratta vengono automaticamente inclusi nel prezzo del biglietto e l’acquirente li ritrova nel conto finale solo nell’ultima fase della prenotazione. Una prassi non del tutto trasparente: un utente un po’ distratto o anche poco avvezzo alle prenotazioni online potrebbe non accorgersi dell’applicazione del balzello".

"Ancora una volta Ryanair – che è appena diventata la prima compagnia a non offrire la gratuità per i minori di due anni – si muove sul filo della legalità, adottando una condotta estremamente discutibile sotto il profilo della chiarezza e dell’attenzione al cliente", afferma l'associazione dei consumatori che aggiunge: "Da tempo si susseguono segnalazioni di scarsa trasparenza da parte di Ryanair: sempre più spesso il vettore dimostra di mostrare scarsa attenzione al rispetto dei diritti dei viaggiatori e, con le continue introduzioni di sovrapprezzi, dà prova di una scarsissima attenzione alla cura del cliente".

Infine l'invito "a tutti coloro che stanno programmando un viaggio, raccomandiamo di prestare la massima attenzione al momento della scelta del vettore aereo con cui viaggiare, mettendo a confronto scrupolosamente e in tutti i dettagli, i servizi offerti e i prezzi finali applicati, per evitare brutte sorprese". (ADNKRONOS)

 

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - Stefano Garzelli, vincitore nel 2000 del Giro d'Italia, uno dei migliori scalatori italiani e professionista pluripremiato, è in viaggio in bicicletta per la ricognizione della tappa Vasto-L'Aquila.

Garzelli arriverà, intorno alle ore 15, alla Villa Comunale dell'Aquila, sede dell'arrivo di tappa del 17 maggio.

La pedalata dell'ex maglia rosa servirà alla Rai come ricognizione del percorso per la diretta del Giro d'Italia di Rai Sport, di cui Garzelli è anche commentatore.

La ricognizione è anche l'occasione per ricevere una prima valutazione tecnico-tattica da parte di un professionista sulla tappa Vasto-L'Aquila.

Pubblicato in Sport

L'AQUILA - Qualche giorno fa Inghilterra e Galles hanno annunciato uno storico cambiamento in materia di divorzi, e rimesso in discussione una legge che vigeva ormai da 50 anni. Il 'divorzio per infelicità' sarà ora possibile, anche qualora l'altro coniuge si opponga. Stop quindi al 'sistema delle colpe' quindi, che prevedeva che chi voleva divorziare in tempi brevi avesse l'obbligo di dimostrare il comportamento scorretto o addirittura inaccettabile del partner, pena un'attesa fino a 5 anni per ottenere la sentenza, durante i quali era necessario instaurare una 'separazione effettiva'. Ma se in Inghilterra il 'divorzio per infelicità' rappresenta un cambiamento epocale in termini di diritto, come funziona la legge in Italia?

“Partiamo da un presupposto: la separazione per infelicità di uno dei coniugi da noi è sempre esistita. Questo significa che, se intervengono fatti o circostanze idonee a ledere quello che tecnicamente viene definito l’affectio coniugalis è sempre possibile chiedere al tribunale di dare atto della separazione - spiega l’avvocato Lorenzo Puglisi, presidente e fondatore dell’associazione FamilyLegal - Quando, cioè, uno dei coniugi ritiene intollerabile la prosecuzione della convivenza, anche in assenza di fatti oggettivi, può chiedere la separazione anche solo sulla base di un proprio personale convincimento. Due le vie: consensuale, se c’è l’accordo tra i coniugi, e giudiziale se uno dei due si oppone. Nel primo caso per il divorzio bisognerà attendere 6 mesi, nel secondo 12”.

 

Discorso diverso, invece, riguarda l’addebito, “che rappresenta una mera eventualità nel caso in cui si chieda l’accertamento della responsabilità della frattura coniugale”, specifica l'avvocato. Separazione e addebito quindi non vanno necessariamente di pari passo: “Per intenderci è possibile chiedere la separazione perché mia moglie, o mio marito, mi rende infelice senza contestualmente chiedere l’addebito -, chiarisce Puglisi - Se poi le condotte del coniuge si sostanziano in fatti ben circostanziati - tipo adulterio o maltrattamenti, il cui onere della prova è a esclusivo carico di chi li sostiene - a quel punto è certamente possibile chiedere di addebitare la separazione”.

Il termine infelicità è molto generico e non esiste in Italia la previsione di un addebito per infelicità. “Tuttavia, indirettamente così è, perché per ottenere l’addebito è necessario dimostrare che un fatto specifico ha portato alla rottura e di norma l’essere tradito o maltrattato crea infelicità”, spiega l'avvocato.

Ma non c'è solo l'infedeltà - che, anzi, è progressivamente stata abbandonata dai giudici come causa di addebito - fra le casistiche più particolari. La giurisprudenza infatti negli ultimi anni è stata chiamata ad esprimersi sulle questioni più disparate, fra cui è possibile annoverare:

La religione: un orientamento consolidato in giurisprudenza, ritiene che le scelte religiose dei coniugi, pur potendo incidere sull'armonia della coppia, “configurandosi come esercizio dei diritti garantiti dall’art. 19 Cost., non possono rappresentare, in quanto tali, ragioni sufficienti a giustificare la pronuncia di addebito della separazione”, ma solo nei limiti in cui esse non si traducano “in comportamenti incompatibili con i concorrenti doveri di coniuge e di genitore”, “in tal modo determinando una situazione di improseguibilità della convivenza o di grave pregiudizio per l’interesse della prole” (così Cass., 19 luglio 2016, n. 14728). “Così, ad esempio, si è ritenuto che possa giustificare l’addebito il comportamento di chi rinuncia alla convivenza e si allontana dalla casa familiare in seguito all’affiliazione ad una setta religiosa”.

Il sesso: l’allontanamento dalla residenza familiare, ove attuato volontariamente da un coniuge senza il consenso dell’altro, costituisce violazione di un obbligo matrimoniale ed è conseguentemente causa di addebito della separazione: non si verifica, al contrario, alcuna violazione qualora il coniuge risulti legittimato da una “giusta causa” e cioè la presenza di situazioni di fatto di per sé incompatibili con il protrarsi della coabitazione. “La mancanza di intesa sessuale, ad esempio, costituisce a tutti gli effetti una giusta causa, pertanto mancando un rapporto sereno ed appagante, l’abbandono non può giustificare la pronuncia di addebito”.

La cucina: orientamenti estremi che possano turbare la serenità del nucleo familiare non possono escludere l’addebitabilità della separazione.

Sebbene i tribunali italiani in materia di addebito non seguano tutti lo stesso orientamento, è anche vero che alcuni, in particolare quello di Milano, dettino la tendenza. “A Milano ad esempio l’addebito per infedeltà è oramai in disuso, poiché nella stragrande maggioranza dei casi è provato che il tradimento era il sintomo di un malessere di coppia già in corso e non la causa da cui si è generata la crisi”, puntualizza ancora l'avvocato Puglisi.

In generale il trend conferma una netta inversione di tendenza da parte dei giudici, che, sempre più frequentemente ritengono che il tradimento non sia sufficiente a suffragare una richiesta di questo tipo. FamilyLegal stima che negli ultimi cinque anni si sia registrata una diminuzione del 30% a livello nazionale, nonostante le richieste in sede di giudiziale restino alte e l’infedeltà mantenga il primo posto nella classifica delle cause di rottura dei rapporti coniugali.

“Dati alla mano, possiamo sostenere come ormai l’addebito venga riconosciuto solo 1 volta su 7 e che negli ultimi anni la diminuzione sia stata pari al 45% con punte soprattutto al Nord del 60%. Si va certamente verso l’oblio di questo istituto, così come già avvenuto in gran parte dei Paesi europei”, conclude Puglisi. (ADNKRONOS)

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - Primo intervento in Abruzzo di neurochirurgia per il trattamento del morbo di Parkinson. La nuova tecnica, praticata all'ospedale di L'Aquila, verrà illustrata nel corso di una conferenza stampa in programma domani, mercoledì 24 aprile, alle ore 13.00, all'ospedale San Salvatore, nell'aula Dal Brollo.

Saranno presenti, tra gli altri, la dottoressa Simonetta Santini, Manager Asl facente funzione, il sindaco di L'Aquila, Pierluigi Biondi, l'assessore regionale al bilancio Guido Liris e  il direttore di neurochirurgia Alessandro Ricci.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - 'L'Operazione Quercia' e la Brigata Maiella protagonisti in due eventi internazionali grazie all'opera divulgativa dello storico Marco Patricelli: due vicende che hanno caratterizzato la storia d'Abruzzo, la liberazione di Mussolini sul Gran Sasso nel 1943 e l'epopea dell'unità di patrioti che, inquadrati nell'esercito alleato, partirono dall'Abruzzo per liberare l'Italia dai tedeschi, saranno al centro di appuntamenti culturali a Praga e a Varsavia. Il primo nell'ambito della Giornata mondiale del libro Unesco all'Istituto italiano di cultura di Praga con la presentazione della versione in lingua ceca del libro "Liberate il Duce, Gran Sasso 1943, la vera storia dell'Operazione Quercia". Il secondo, in programma il 26 aprile, al Museo Reale di Varsavia, durante il Convegno internazionale sul 75° anniversario della battaglia di Montecassino, in cui parlerà della Brigata Maiella, l'unità di patrioti abruzzesi che combatteva tra le fila del II Corpo d'armata polacco del generale Wladyslaw Anders. (ANSA)

Pubblicato in Arte e Cultura
L'AQUILA - di Elio Ursini - Oggi nubi alternate a schiarite senza di fenomeni di rilievo associati. 
VENTI: Moderati prevalentemente da Sud-Est (raffiche 30km/h).
TEMPERATURA: Massima prevista 20 gradi.

CAMPO IMPERATORE - Oggi nubi alternate a schiarite. In alcuni momenti si potrà verificare qualche piovasco isolato.
VENTI: Moderati prevalentemente da Sud-Est (raffiche 35km/h).
TEMPERATURA: Massima prevista 10 gradi.
 
CAMPO FELICE - Oggi nubi alternate a schiarite. In alcuni momenti si potrà verificare qualche piovasco isolato.
VENTI: Moderati prevalentemente da Sud-Est (raffiche 35km/h).
TEMPERATURA: Massima prevista 13 gradi.
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - "Abbiamo presentato una settimana fa una proposta da discutere al più presto in Consiglio comunale per contrastare il fenomeno della ludopatia e in generale del ricorso al gioco d'azzardo attraverso la limitazione dell'orario di funzionamento di videolotterie e slot machines" è quanto sostiene in una nota Coalizione Sociale L'Aquila.

"Che il nostro territorio sia interessato da questo fenomeno in maniera preoccupante è cosa nota: l'Abruzzo è la regione italiana con la raccolta pro-capite più alta (1767 €), seconda soltanto alla Campania quanto a percentuale del reddito disponibile destinata al gioco; la provincia dell'Aquila detiene il primato del numero di slot machine per numero di abitanti ed è fra le più problematiche d'Italia nel rapporto tra disoccupazione e spesa pro-capite in gioco d'azzardo; nel territorio del comune dell'Aquila, poi, nel 2017 sono stati spesi in giocate complessivamente 127,31 ml €, pari a 1833 € pro capite, più della stessa media regionale.

Tanto sono conosciuti questi dati e queste problematiche che il Consiglio comunale già a fine 2017 ha votato all'unanimità un ordine del giorno proposto da alcuni consiglieri di maggioranza per contrastare la ludopatia anche attraverso l'approvazione (entro 90 giorni) di un regolamento comunale ad hoc. Peccato che, come chiarito dall'Assessore competente nel corso dell'ultima seduta di V Commissione, la bozza di regolamento giace in un cassetto e non si sa se e quando vedrà la luce. L'ennesimo annuncio, insomma, che una Giunta immobile e ormai imbarazzante non è stata capace di tradurre in un atto concreto.

Sulla falsariga di quanto adottato ormai da molti Comuni, Roma compresa, proponiamo che venga emanata un'ordinanza che fissi l'orario di funzionamento degli apparecchi dedicati al gioco d'azzardo ovunque collocati dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle 18.00 alle ore 23.00 di tutti i giorni, festivi compresi, prevedendo adeguate sanzioni in caso di violazione.

Lo scopo, con particolare riferimento agli orari di uscita dalle scuole, è quello di contrastare l'insorgere di abitudini collegate al gioco d'azzardo da parte degli studenti, e dare quindi un segnale forte di attenzione e di coerenza tra iniziative meramente divulgative e azioni concretamente volte a limitare il fenomeno.

In attesa di una legge nazionale, se mai ci sarà, che regolamenti il settore è infatti fondamentale che intervengano le amministrazioni locali, su cui si ripercuotono i maggiori costi di intervento, con particolare riferimento alle prestazioni di prevenzione, cura e riabilitazione di persone e famiglie interessate.

Alla luce dell'ordine del giorno approvato nel 2017, confidiamo che la nostra mozione, che mette in pratica alcune misure concrete, venga approvata all'unanimità per passare dalle parole ai fatti" si legge nella nota.


Pubblicato in Politica

PAGANICA (AQ) - Dopo 27 anni il reliquario in rame del 1400 rappresentante il braccio di San Giustino, protettore della frazione di Paganica, che fu trafugato e poi recuperato a Londra nel 2017 dai carabinieri di Paganica in collaborazione con il Comando Provinciale dell’Aquila, sarà riconsegnato ai paganichesi, dagli stessi carabinieri, nel corso del rito della Sacra Ostensione delle Reliquie, che ci sarà lunedì 22 aprile dopo la S. Messa delle ore 18 nella chiesa degli Angeli Custodi.

Le Reliquie di San Giustino che si trovavano nel reliquario, sono andate perdute.

Da alcuni anni, in questo antico rito è stata estesa, con molto successo, la partecipazione di molte Confraternite del circondario. Ecco quelle presenti quest’anno: Confraternita di Acciano, Bagno, Balsorano, Barisciano, Capitignano, Caporciano, Castel del Monte, Coppito, Fossa, L’Aquila, Monticchio, Navelli, Onna, Pianola, Poggio Picenze, Roccapreturo, Santa Maria del Ponte, Succiano, Tempera, Paganica.

Pubblicato in Eventi

ROMA - “La legge per il bimillenario di Ovidio era bella e pronta. Approvata a dicembre 2017 e pubblicata a metà febbraio sulla Gazzetta Ufficiale. Grazie al prezioso lavoro mio e della collega Paola Pelino. Ed alle autorevoli firme di Giorgio Napolitano e Sergio Zavoli che sottoscrissero la mia proposta di legge. Ma invece di mettersi a lavorare subito e di buona lena, con spirito unitario e di collaborazione tra le forze politiche e sociali, i nuovi governanti hanno cominciato a fare i capricci. Non solo abbiamo constatato una scarsa lungimiranza, ma nei primi mesi del governo del #cambiamentoinpeggio c’è stato un vero e proprio boicottaggio della legge sul bimillenario. Il governo di Lega e M5S ha solo perso tempo, facendo assurde polemiche". Così l'onorevole Stefania Pezzopane del Partito Democratico.

"Addirittura - aggiunge - esponenti del M5S, polemizzarono perché nelle poche settimane tra la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e le elezioni politiche, con il governo dimissionario, non si era proceduto con gli adempimenti. E come avrebbero potuto? Era un governo dimissionario! Ed invece di farlo loro a governo insediato (giugno 2018) si sono messi a ciarlare che non si poteva fare più nulla, addirittura hanno bocciato i miei emendamenti per dare la proroga dell’utilizzo dei fondi, per poi approvarne uno loro, identico al mio, ma con ulteriori mesi di ritardo. Ho dovuto fare ben due interrogazioni parlamentari per chiedere l’insediamento del comitato previsto dalla legge e per sollecitare tutti gli adempimenti".

"Dopo 11 mesi dall’insediamento del governo, che vanta anche un sottosegretario abruzzese al dicastero della Cultura, si approva il regolamento. Pazzesco! Ma il comitato - prosegue la democratica - ancora non si riunisce e non si insedia. Vale la pena ricordare che nella legge approvata c’era già un tracciato ben definito e che ai primi di giugno sarà un anno di governo del cambiamento ed ancora una legge pronta sul piatto d’argento per essere utilizzata per le buone sorti dei cittadini del territorio e di Sulmona e ancora lì sulla carta".

"E vedrete che si dovrà fare una ulteriore proroga per l’utilizzo delle risorse. Ma - avverte infine Stefania Pezzopane - vigilerò su ogni passo, anche per impedire un uso distorto di quelle importanti risorse che vanno finalizzate a cose utili e concrete che rimangano sul territorio”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Giornata dedicata ai più piccoli. Oggi alcuni componenti della sezione Ana Abruzzi accompagnati dal presidente Pietro D’Alfonfo hanno fatto gli auguri di Buona Pasqua ai piccoli pazienti ricoverati, ai medici e infermieri che si prendono cura di loro nel reparto di pediatria dell’ospedale San Salvatore dell'Aquila.

Ha contribuito insieme agli Alpini, la fabbrica del cioccolato di Poggio Picenze, uova e agnellini per tutti i bambini con l’augurio di trascorrere una serena Pasqua.

Pubblicato in Varie

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us