http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Aprile 2019 - Radio L'Aquila 1
Mercoledì, 24 Aprile 2019 10:30

Scuola, c'è l'accordo

L'AQUILA - "A Palazzo Chigi abbiamo appena siglato l'accordo con i sindacati rappresentativi dei nostri settori. Più risorse per il prossimo rinnovo contrattuale, per garantire stipendi adeguati agli insegnanti. Soluzioni mirate per il precariato: chi insegna da più di 36 mesi avrà percorsi dedicati per l'immissione in ruolo. Sono due dei punti qualificanti dell'intesa". Lo scrive su Facebook il ministro dell'Istruzione, Marco Bussetti.

"Ringrazio il presidente Giuseppe Conte per il supporto dato alla trattativa - conclude Bussetti -. E ringrazio i sindacati: insieme stiamo lavorando per il bene della scuola".

"Giornata o, meglio, notte impegnativa. Sono le 6 del mattino e si è appena conclusa una riunione fiume con i sindacati del mondo della scuola: istruzione e ricerca sono un comparto strategico per il nostro Paese e una priorità di questo governo" scrive su Facebook il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. "Al termine del Consiglio dei ministri, con il ministro Bussetti e il sottosegretario Giuliano, ho incontrato e ascoltato le richieste delle organizzazioni sindacali, con le quali è stato finalmente raggiunto, all'esito del confronto, un accordo che ha permesso di revocare lo sciopero inizialmente indetto per il prossimo 17 maggio", sottolinea Conte.

"Consapevole di dover investire di più in questo settore, pur in un quadro di finanza pubblica che purtroppo ci pone dei vincoli, il governo si è impegnato a individuare le risorse necessarie per il rinnovo dei contratti, assicurando un congruo incremento degli stipendi - aggiunge - Le retribuzioni degli insegnanti devono essere adeguate alla responsabilità che ricoprono. L'accordo con i sindacati ha riguardato anche altri temi, tra i quali la definizione degli strumenti per superare il problema del precariato".

"Andiamo avanti sulla via del dialogo, con l'obiettivo di superare le vertenze di un comparto troppo a lungo trascurato dai precedenti governi - sottolinea Conte -. Il nostro obiettivo è rilanciare e far ripartire il sistema Italia. Continuerò a visitare le scuole italiane, nella consapevolezza del ruolo fondamentale che esse svolgono, in una prospettiva inclusiva e solidale, nella costruzione di un futuro migliore, più umano e più giusto, per il nostro Paese". (ADNKRONOS)

 

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Risveglio difficile questa mattina? Domani potreste provare con una bella canzone melodica, come Good Vibrations dei Beach Boys o Close to Me dei Cure, che sembra essere più efficace per tirarsi su di una sveglia che suona. Il suggerimento arriva dai risultati di uno studio della Rmit University, in Australia, pubblicato sul sito BioRxiv, che ospita articoli non ancora sottoposti all'esame della comunità scientifica, dedicati alla biologia e alle scienze della vita.

La sensazione di stordimento e disorientamento nella prima ora o nelle prime due dopo il risveglio può portare a confusione, goffaggine e prestazioni pigre del cervello. Ciò potrebbe essere dovuto a una compromissione della transizione dal sonno allo stato di veglia, la cosiddetta "inerzia del sonno", collegata in alcuni casi anche a incidenti automobilistici. Gli studiosi hanno esaminato come 50 persone si fossero svegliate ogni mattina a casa e l'impatto che questo aveva avuto sulla loro prestazione mentale nelle ore successive. Hanno scoperto che coloro che si svegliavano ascoltando musica melodica soffrivano di bassi livelli di inerzia del sonno rispetto a chi invece apriva gli occhi con un classico segnale acustico della sveglia.

Secondo i ricercatori un suono anche breve è generalmente in grado di attirare l'attenzione umana, ma la musica melodica potrebbe aiutare a trattenere più a lungo la concentrazione e a far funzionare il cervello al mattino. Sembrava quasi neutralizzare completamente l'inerzia del sonno in coloro che hanno preso parte allo studio. Anche la musica classica, con brani come Per Elisa di Beethoven e le Quattro Stagioni di Vivaldi, sono considerate melodiche e potrebbero quindi anche essere efficaci nel ridurre l'intontimento mattutino. I ricercatori ritengono che le loro scoperte potrebbero essere utilizzate per progettare nuovi tipi di sveglie, che facciano aprire gli occhi al mattino senza causare interazioni col sonno. (ANSA)

Pubblicato in Varie

L’AQUILA - Giovedì 2 maggio 2019, alle 11.30, e comunque a seguire i lavori della Commissione di Vigilanza, nella sala “D’Annunzio” del Palazzo dell’Emiciclo, è in programma la seduta della Commissione Agricoltura, Sviluppo economico e Attività Produttive. All’ordine del giorno ci sono due progetti di legge aventi a oggetto le norme in materia di tutela delle prestazioni professionali, per attività espletate per conto dei committenti privati e di contrasto all’evasione fiscale.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - Il vincitore del Giro d'Italia e commentatore sportivo, Stefano Garzelli, è arrivato ieri all'Aquila con la troup Rai per la ricognizione della Tappa Vasto- L'Aquila

Stefano Garzelli ha realizzato una serie di servizi filmati in cui ha commentato il percorso che la carovana rosa affronterà il prossimo 17 maggio.

"È una tappa significativa, sulla carta è adatta alle fughe,  ma molti corridori vorranno provare a giocarsi la finale del giro. Il precorso ha un finale spettacolare anche per la salitella che c’è prima dell’arrivo. Un punto in cui la stanchezza potrebbe giocare qualche scherzo, sarà comunque interessante osservare come saranno affrontati gli ultimi duecento metri"- ha detto Stefano Garzelli.

"Sarà difficile vedere arrivare in fuga qualcuno. Sarebbe bello vedere il campione del mondo Alejandro Valverde altissimo in arrivo, ma sarà una tappa in cui si vedranno competere i grandi nomi testa a testa. L'asfalto è di grande qualità nell'ultimo tratto del percorso, tanto verde e le suggestioni della città in rinascita accompagneranno i corridori della carovana". 

Parlando del suo ritorno all'Aquila, il campione ha detto: "Quando ho rivisto la città, sono rimasto colpito per come è riuscita a rialzarsi. L'ultima volta c'ero stato nel 2010 ed oggi ho provato una forte emozione al mio arrivo. La mia lunga esperienza con la maglia dell'Acqua e Sapone mi ha molto legato all’Aquila per cui mi fa sempre piacere tornare su queste strade".

Garzelli nella Tappa del 2010, a cui fa riferimento nella dichiarazione, indossò la maglia con su scritto Forza L'Aquila, di cui si allega la foto.

Infine, parlando della Gran Fondo città dell'Aquila, Garzelli ha detto: "E' stato meraviglioso rivedere la Basilica di Santa Maria di Collemaggio partenza e arrivo della Gran Fondo. L’Aquila è sicuramente una protagonista di questo Giro d’Italia con un bellissimo arrivo e dopo due giorni con la Gran Fondo, una competizione che è un esempio di sport e rinascita che tutti dovrebbero seguire. E' bellissimo che ci sia gente che pratica la rinascita attraverso lo sport". 

I servizi di ricognizione della tappa saranno trasmessi, tra gli altri, nei seguenti appuntamenti:
- 16 maggio ore 17.30  Processo alla Tappa su Rai2
- 17 maggio ore 11.30 circa Giromattino Rai Sport
- 17 maggio dalle 14 Diretta della Tappa su Rai2

Pubblicato in Sport

L’AQUILA - L’Associazione Cavalieri del Venerdì Santo comunica che i simulacri della Processione del Cristo Morto, 16 dei quali realizzati dal maestro Remo Brindisi, potranno essere ancora osservati nella basilica di San Bernardino fino a venerdì mattina prossimo poiché nel pomeriggio del 26 saranno ricollocati nel deposito fino alla settimana santa del prossimo anno.

L’Associazione ringrazia altresì tutte le Confraternite, la Associazioni e i singoli portatori, oltre naturalmente alla scorta d’onore quest’anno costituita dal Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, per la ben riuscita 65 edizione che ha registrato una partecipazione di pubblico e di fedeli superiore a quella dell’anno scorso.

La Processione svolta venerdì 19 aprile è la prima ad effettuarsi orfana di Antonio Cicchitti, il maestro doratore e falegname tra i principali collaboratori di Remo Brindisi nella realizzazione dei simulacri e che per anni, finchè la salute lo ha assistito, ha curato il restauro degli stessi dato che in tal settore vantava esperienze nazionali, se non internazionali, ad alto livello: alle sue intuizioni, ad esempio, si devono, tra l’altro, la realizzazione dei calchi di Pompei.

L’Associazione, inoltre, fa presente che un articolo su questa edizione che si è svolta in questo anno particolare, il decennale del terremoto, è apparso sulla rivista D’Abruzzo, appena uscita in edicola, che dedica, appunto, un corposo speciale su L’Aquila che Rinasce.

Pubblicato in Arte e Cultura

ROMA – “Constatiamo con una certa sorpresa che il neo governatore dell’Abruzzo Marco Marsilio ha convocato a L’Aquila con un’inusuale tempistica un “Tavolo sulla Ricostruzione” per il 23 Aprile scorso. Ben vengano ovviamente tali iniziative, peccato dover tuttavia registrare il mancato invito del Sottosegretario Vito Crimi, da tempo impegnato a “rincorrere” il Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi al fine di fissare una data utile per un incontro. Solo l’11 aprile scorso Crimi aveva annunciato la convocazione per il prossimo 8 maggio, d’intesa con la struttura di missione competente, di un tavolo ministeriale con il coinvolgimento di tutti i soggetti istituzionali interessati nell’opera di ricostruzione post-sisma. Ora ci troviamo di fronte al fatto compiuto di questo tavolo promosso in modo unilaterale e senza previa verifica della disponibilità del Sottosegretario. Auspichiamo pertanto che non si tratti di una mossa strumentale per attaccare il Governo tacciandolo di scarsa attenzione sul tema. Al contrario, teniamo a ribadire ancora una volta, come MoVimento 5 Stelle, il nostro massimo impegno per L’Aquila e per tutte le aree colpite, per le quali stiamo lavorando e continueremo a lavorare alacremente attraverso un costante dialogo con tutti i soggetti coinvolti, a differenza di quanto altri hanno evidentemente in animo di fare.”

Lo scrive in una nota l’Onorevole Valentina Corneli del Movimento 5 Stelle.

Pubblicato in Politica
Martedì, 23 Aprile 2019 18:38

Meteo L'Aquila, nuvolaglia canaglia

L'AQUILA - In serata, durante la notte e nella giornata di domani è previsto cielo poco nuvoloso con possibilità di momentanei addensamenti ma senza fenomeni di rilievo associati.
I venti durante la notte e nella giornata di domani saranno moderati da Sud-Ovest  con raffiche intorno ai 20 km/h.
La temperatura minima prevista per la notte è di 6 gradi, la massima di domani 24 gradi.
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - "Così come avevo annunciato, oggi ho incontrato i vertici della Istituzione Sinfonica Abruzzese ed i rappresentanti dei lavoratori. Il quadro è preoccupante, siamo all'assurdo, all'inaccettabile. La nostra prestigiosa orchestra d'Abruzzo sotto la spada di Damocle della mancata erogazione dei fondi assegnati ma non versati. Da 4 mesi senza stipendio, non perché non ci siano concerti, non perché l'istituzione non abbia assegnati i contributi, ma solo perché questi contributi non vengono dati" E' quanto sostiene la parlamentare dem, Stefania Pezzopane.

"Una parte perché da mesi non si riunisce il CIPE, una parte perché vengono richieste fatture che non possono essere fatte se non si hanno i fondi per pagarle, una parte perché ancora non sono state approvate le linee guide. Tutti problemi assurdi, di disattenzione, superficialità, ritardi insopportabili. Solleciterò personalmente Il Ministro, vedo il sottosegretario Vacca, da un anno al dicastero Cultura, molto attivo ed interessato a come spendere i fondi del decennale, possibile che non possa interessarsi  a sbloccare questa situazione? Depositerò una interrogazione al Ministro a cui invierò anche una lettera. Chiedo e voglio risposte serie." dice la Pezzopane.   

Pubblicato in Politica
Martedì, 23 Aprile 2019 16:59

In Abruzzo il 9,2% auto è 'green'

L'AQUILA - Gli autoveicoli ad alimentazione alternativa (elettrici, ibridi, a metano e a gpl) in circolazione in Abruzzo sono il 9,2% sul totale del parco circolante. Questo dato emerge da un'elaborazione su dati Aci dell'Osservatorio Autopromotec, la rassegna internazionale delle attrezzature e dell'aftermarket automobilistico la cui prossima edizione, la 28, è in programma a Bologna dal 22 al 26 maggio prossimi. Su un totale di 1.012.873 autoveicoli circolanti in Abruzzo, quelli elettrici, ibridi, a metano e a gpl sono 93.532 (che corrispondono, appunto, al 9,2% del parco), mentre quelli alimentati a benzina e a gasolio sono 919.341, e cioè il 90,8% del parco circolante. Più nello specifico, dei 93.532 autoveicoli ad alimentazione alternativa circolanti il 6% è alimentato a gpl (61.542 unità), il 2,9% è alimentato a metano (29.036 unità), mentre gli autoveicoli ibridi ed elettrici rappresentano solo lo 0,3% del parco circolante (2.954 unità). (ANSA)

Pubblicato in Cronaca

SULMONA (AQ) - di Mario Setta - Alcuni anni fa la stampa internazionale si è occupata di Mons. O’Flaherty, pubblicando il testo di un telegramma di Kappler, inviato a Berlino il 19 ottobre 1943 e intercettato dagli Alleati tramite la decodifica di “Enigma”. La notizia fece scalpore. Si parlò di “gola profonda dei nazisti in Vaticano”, di “nazista sotto la tonaca”.

Il messaggio tedesco in relazione ad O’Flaherty risulta piuttosto vago. Nel mese di ottobre c’era già stato l’armistizio e Roma era già in mano ai tedeschi. Di uno sbarco nei dintorni di Roma si parlava da tanto. Avrebbe dovuto aver luogo proprio in difesa di Roma, in contemporanea con l’annuncio dell’armistizio, per contrastare la presumibile occupazione tedesca. Cosa che avvenne rapidamente. Mentre lo sbarco alleato avverrà dopo alcuni mesi, ad Anzio il 22 gennaio 1944. Le generiche informazioni di O’Flaherty servivano piuttosto a tenersi buoni i tedeschi e farsi accettare come un loro informatore, in modo da avere mano libera nel poter nascondere e aiutare i prigionieri alleati.

Definito “Scarlet Pimpernel of the Vatican” (Primula rossa del Vaticano), dal titolo del libro che J. P. Gallagher ha pubblicato nel 1967 e tradotto in italiano nel 1973 nelle edizioni Mursia, sulle sue imprese durante la guerra, Mons. O’Flaherty aiutò numerosi anglo-americani nascosti a Roma. Sono parecchie le testimonianze dei collaboratori e di quanti lo conobbero e apprezzarono la sua azione pastorale, rivolta a nascondere e a sfamare migliaia di ex-prigionieri alleati.

Hugh Joseph O’Flaherty era nato a Killarney, in Irlanda, il 28 febbraio 1898. Di lui Gallagher scrive: «O’Flaherty, il sacerdote geniale, cortese, schietto, era la Primula Rossa del Vaticano, vestita di scarlatto e nero: un uomo stranamente paradossale, che per anni aveva odiato gli inglesi e che tuttavia, durante la seconda guerra mondiale, doveva salvare più alleati di qualsiasi altro. Manovratore, dall’interno stesso del Collegio Teutonico, di una stupefacente rete di salvataggio e con una sua ‘linea’ segreta che arrivava al quartier generale delle SS, egli girava per la città, di giorno e di notte, sfidando apertamente i tedeschi».

Nel 1983 esce un film del regista Jerry London sul personaggio e sulle imprese eroiche di O’Flaherty, interpretato da Gregory Peck, dal titolo “The Scarlet and the Black”. «Alla liberazione di Roma – scrive ancora Gallagher – l’organizzazione aveva la responsabilità di 3925 prigionieri di guerra evasi e di uomini che erano riusciti ad evitare la cattura. Di questi 1695 erano inglesi, 896 sudafricani, 429 russi, 425 greci, 185 americani e gli altri appartenenti a 20 nazionalità diverse».

Ma le testimonianze più pregnanti e decisive sono quelle dei collaboratori che lo aiutarono nella difficile e delicata opera per nascondere e sfamare le migliaia di ex-prigionieri alleati fuggiaschi. John Furman, ebreo, ex-prigioniero e uno dei collaboratori, ha raccontato l’azione di O’Flaherty nel volume “Be Not Fearful” (Antony Blond 1959, London), tradotto e pubblicato in italiano nel 1962 presso le edizioni Garzanti, con il titolo “Non aver paura”. Concludendo le sue memorie e ricordando il giorno della liberazione di Roma, Furman scrive: “Non c’erano autobus né tram, ma le strade erano piene di gente che si affollava in direzione di San Pietro, dove andava a esprimere la propria gratitudine per la liberazione della città. Vidi John May e monsignore O’ Flaherty. Era bello vedere la gioia sul loro volto e sul viso di tutti, in piazza San Pietro”.

Nel 1995, William Simpson, ufficiale inglese, uno dei maggiori collaboratori di O’Flaherty e responsabile, dopo la liberazione d’Italia, dell’Allied Screening Commission, pubblica il libro di memorie dal titolo “A Vatican Lifeline ’44. Allied Fugitives aided by the Italian Resistance foil the Gestapo in Nazi-occupied Rome” (Leo Cooper, London). Il libro è stato tradotto in italiano, con la presentazione di uno dei massimi storici dell’aiuto ai prigionieri di guerra, Roger Absalom, autore del volume “A Strange Alliance” (Olschki, Firenze 1991), tradotto in italiano con il titolo “L’alleanza inattesa: mondo contadino e prigionieri alleati in fuga in Italia (1943-1945)”.

Il libro di Simpson è stato tradotto con il titolo “La guerra in casa. La Resistenza Umanitaria dall’Abruzzo al Vaticano” a cura dell’Associazione Il Sentiero della Libertà /Freedom Trail, (Qualevita, 2004) e sintetizzato nel volume “Terra di libertà, storie di uomini e donne nell’Abruzzo della seconda guerra mondiale” a cura di Maria Rosaria La Morgia e Mario Setta (Tracce, Pescara 2014). Il libro narra le vicende dell’autore, fuggito dal campo di concentramento, nascosto e aiutato in un povero borgo di Sulmona e condotto con altri a Roma, con l’intervento di una coraggiosa donna del popolo, Iride Imperoli Colaprete. A Roma Simpson incontra monsignor O’Flaherty e ne diventa stretto collaboratore. Catturato dai tedeschi e rinchiuso a Regina Coeli, vi rimane fino alla liberazione di Roma.

L’opera di Simpson, che si inserisce nella collana di memorialistica dal titolo “E si divisero il pane che non c’era”, è un omaggio alla gente del popolo ed è una testimonianza straordinaria dell’azione pastorale di Mons. O’Flaherty. Se fosse stato una spia dei tedeschi, migliaia di persone non sarebbero sopravvissute. L’accusa di “gola profonda” a favore dei nazisti, stando ai fatti, risulta assolutamente infondata. Più correttamente, un giudizio obiettivo non può che scaturire dal ruolo e dalla missione sacerdotale del monsignore di curia che, come tanti altri sacerdoti nel periodo della guerra e dell’occupazione tedesca, hanno tentato sì di “giocare” sui due fronti contrapposti, ma per salvare “l’uomo”: inglese o tedesco, americano o russo, ebreo o protestante, in nome dei valori umani ed evangelici.

Pubblicato in Varie

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us