http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Novembre 2018 - Radio L'Aquila 1

L’AQUILA - Torna a L’Aquila per il cartellone della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” uno dei big del jazz italiano, il contrabbassista Enzo Pietropaoli con un progetto molto speciale: “Gratia. Improvvisazioni e riletture contemporanee sulle antifone mariane”.

L’appuntamento è per domenica 2 dicembre all’Auditorium del Parco con inizio alle ore 18.

Si tratta di un lavoro originale che trova insieme Enzo Pietropaoli con altri due autorevoli protagonisti della scena jazz e contemporanea, il clarinettista Gabriele Mirabassi e il percussionista Michele Rabbia. Insieme faranno convivere il canto gregoriano e il jazz in una straordinaria rilettura delle Antifone mariane in cui al minimalismo del gregoriano fa da contrappunto l’improvvisazione e il virtuosismo solistico. I cantori Andrés Montilla Acurero, Baltazar Zúñiga, Riccardo Pisani interpretano le antifone in canto gregoriano. I cantori Andrés Montilla Acurero, Baltazar Zuniga Hernandez, Riccardo Pisani interpretano le antifone in canto gregoriano. Insieme faranno convivere il canto gregoriano e il jazz in una straordinaria rilettura delle Antifone mariane dove, al minimalismo del gregoriano farà da contrappunto l’improvvisazione e il virtuosismo solistico.

Gratia”, una parola che esprime quel tipo di sentimento, musicale e spirituale, che è allo stesso tempo rappresentativo dell’universo Mariano, ma anche un concetto che può unire tutte le culture e tutti i credo, religiosi e non. Pietropaoli ha affrontato questo lavoro affascinato dalla semplicità delle antifone, da quella scrittura minimalista che racchiude una immensa spiritualità, un contrasto estremamente prezioso e unico, antico e modernissimo insieme. “Gratia” aspira a dimostrare, anzi a confermare, che anche i linguaggi più diversi e più lontani possono incontrarsi sotto il segno della musica: un amore totale che può andare oltre i confini dei singoli culti religiosi.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L'AQUILA - “La battaglia per dare una risposta positiva alle emergenze delle zone terremotate sta proseguendo in queste ore anche durante la discussione alla Camera sulla Legge di Bilancio. Dopo le tante promesse tradite da M5s e Lega in questi mesi, il nostro impegno è ora massimo nel tentativo di far approvare un pacchetto di emendamenti attesi da cittadini, imprese, enti locali". Così Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

"Stiamo parlando - spiega -, riguardo il cratere 2009: della questione del de minimis, della soluzione della vicenda della restituzione delle tasse sospese per le aziende o almeno della loro proroga visto che il 1 gennaio le imprese senza ulteriore proroga sarebbero costrette a svenarsi per restituire l’ingiusto 100%, della stabilizzazione del personale della ricostruzione; del sostegno dei bilanci dei comuni messi a rischio per le minori entrate e le maggiori spese.

Mi riferisco, in merito al cratere 2016/17, alla proroga della zona franca per lo sviluppo economico delle aree terremotate; inoltre propongo, così come per il terremoto del 2009, lo storno del 4% dei fondi ricostruzione indirizzati allo sviluppo sociale ed economico".

"Infine, con un emendamento chiediamo il ripristino dei fondi alle sperimentazioni del 5G, che coinvolge la stessa L’Aquila, una scelta miope che finisce col rendere meno moderno e competitivo il Paese, negando tutte le importanti potenzialità prospettate da questa tecnologia. Questi - termina Pezzopane - sono alcuni degli emendamenti presentati per la ricostruzione e su ognuno di essi faremo la nostra incessante battaglia”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Nella giornata di ieri, 29 novembre, personale della squadra Volante ha proceduto all’arresto in fragranza di reato di un 57enne, aquilano, per il reato di stalking.

L’uomo ha iniziato ad avere una condotta persecutoria nei confronti di una donna aquilana all’indomani della decisione da parte della stessa di interrompere la loro relazione sentimentale.

Nei giorni scorsi, la donna, dopo un episodio di violenza fisica da parte dell’uomo, si è presentata presso questi Uffici per sporgere denuncia, riferendo altresì che l’ex compagno quotidianamente metteva in atto comportamenti persecutori attraverso appostamenti e pedinamenti.

Nella mattinata di ieri, la sala operativa ha ricevuto la telefonata della vittima che segnalava la presenza dell’arrestato nel parcheggio sito nei pressi della propria abitazione.

Immediatamente giunti sul posto, gli operatori della Volante, sorpreso l’uomo appostato sotto la casa della donna, hanno proceduto all’arresto dello stesso e, dopo le formalità di rito, su disposizione del sostituto procuratore di turno è stato posto agli arresti domiciliari presso la sua abitazione.

Pubblicato in Cronaca

PESCASSEROLI (AQ) - Ieri a Bruxelles, nella sede del Parlamento Europeo, il Presidente del Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise, Antonio Carrara, accompagnato da Daniela D’Amico e Carmelina di Loreto dell’Ufficio Promozione Comunicazione e Rapporti Internazionali, ha ricevuto dal Presidente di Europarc la certificazione della Carta Europea del turismo Sostenibile per gli anni 2018 -2022.

Per il Parco si tratta di una riconferma, a seguito del riconoscimento conseguito nel 2011, ottenuta al termine del lavoro partecipato e di concertazione, svolto nell’ultimo anno, sui tre versanti del Parco per la definizione del Piano d’Azione.

La cerimonia di premiazione delle nove aree protette italiane che hanno ottenuto o confermato quest’anno la Carta Europea del Turismo Sostenibile, seguite da cinque spagnole, tre francesi e una tedesca, si è svolta nel contesto di un confronto dei Parchi con il Parlamento Europeo, al quale hanno partecipato: Paolo De Castro, (Vicepresidente Commissione Agricoltura), Julie Ward (Commissione Cultura), Giovanni La Via (Commissione Ambiente).

Per l’Italia hanno rinnovato la Carta il Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise; i Parchi Regionali Veglia-Devero-Ossola; il Parco Nazionale Val Grande; il Parco Regionale Colli Euganei; il Parco Regionale delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo; il Parco Nazionale della Sila e il Parco Naturale Adamello Brenta, mentre l’hanno ottenuta, per la prima volta, il Parco Regionale Alpi Apuane e l’Area Marina Protetta di Porto Cesareo.

La Cets è un processo partecipativo volontario che unisce gli operatori turistici del territorio all’Area protetta e insieme si confrontano e sviluppano azioni di rete per la crescita del turismo sostenibile. L’obiettivo è produrre benefici per le comunità e per la conservazione del patrimonio naturale.

La Cets in Italia viene curata da Federparchi-Europarc Italia che, con il contributo del Ministero dell’Ambiente e delle stesse Aree Protette, segue gli Enti Parco nell’iter che si articola in tre fasi che prevedono: la certificazione dell’Area Protetta, degli operatori turistici e dei tour operator.

Il Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise, lo scorso anno, oltre a rinnovare l’impegno per la fase I della Carta ha avviato e portato a termine anche la fase II certificando, in un processo virtuoso, 18 operatori turistici della ricettività, che nelle prossime settimane riceveranno l’attestazione.

Sono molto soddisfatto di questo riconoscimento - afferma Antonio Carrara - Presidente del Parco Nazionale D’Abruzzo, Lazio e Molise, perché si tratta di un obiettivo raggiunto che premia il lavoro di tante persone che partecipano al Forum permanente e che riconferma una scelta fatta nel 2011. Sono altrettanto consapevole che il traguardo raggiunto è anche l’inizio di un ulteriore impegno, che il Parco e gli operatori del territorio si assumono per i prossimi cinque anni, per realizzare il Piano d’Azione, per allargare la partecipazione al Forum permanente di altri operatori pubblici e privati e fare in modo che la Carta Europea del Turismo Sostenibile costituisca il riferimento principale per le strategie turistiche del territorio”.

 

Pubblicato in Varie

ROMA - Al via il concorso “Adotta un canto, scopri una tradizione”, configurato come un viaggio nel cuore delle tradizioni musicali al fine di evidenziare l’importanza di uno straordinario patrimonio culturale.

Con un focus di approfondimento sull’Italia centrale, alla quale si riferiscono i volumi con cd dati in adozione gratuita, il concorso si rivolge a scuole e a associazioni culturali di 7 regioni (Abruzzo, Basilicata, Campania, Lazio, Molise, Puglia ed Umbria) alle quali sarà inviato un numero di copie del volume prescelto pari al numero di studenti o persone coinvolte, chiamate a realizzare una recensione individuale o collettiva che può essere uno scritto (max due cartelle), un’elaborazione multimediale o anche una riproposta musicale dei repertori indagati. Gli elaborati dovranno essere inviati entro il 26 febbraio 2019 all’associazione culturale Altrosud. Ai tre elaborati più significativi sarà assegnato un premio di 1000, 500 e 250 euro. Guidati da un tutor, interno all’istituto o all’associazione culturale, gli studenti potranno così misurarsi, nella lettura e nell’ascolto, con una ricchezza culturale stratificata negli anni attraverso pubblicazioni di rilevante interesse storico e culturale.

I canti e suoni proposti sono dotati di una loro peculiare identità, irriducibile ad altre espressioni musicali, e sono strettamente legati alla storia delle comunità di riferimento al punto da costituire un veicolo privilegiato per un recupero consapevole della propria identità culturale. In questa direzione l’adozione di un canto –vale a dire l’acquisita familiarità con un determinato repertorio o strumento musicale- può condurre davvero alla scoperta di un’intera tradizione, oltre che attivare salutari processi di salvaguardia e promozione in un’ottica di biodiversità culturale.

Promosso dall’associazione culturale Altrosud d’intesa con la Direzione Generale per lo spettacolo del Mibact e in collaborazione con il Circolo Gianni Bosio e Squilibri editore, il concorso è incentrato sull’enorme patrimonio documentario raccolto nella “Rete degli Archivi Sonori” che costituisce la più ampia raccolta di materiali sonori, audiovisivi e fotografici sulle musiche di tradizione orale, dalle prime rilevazioni degli anni Cinquanta fino ai nostri giorni.

Pubblicato in Arte e Cultura

AVEZZANO (AQ) - Accolti dalla presidente del consiglio comunale Iride Cosimati, le classi 2G e 2B della Corradini hanno fatto da cicerone alla 3D e 3F dell’istituto onnicomprensivo Tommaso Da Celano.

Hanno illustrato con entusiasmo e serietà la storia della Sala Consiliare, facendo riferimento alla bozza del dépliant su cui stanno lavorando e che sarà pronto per gennaio. I giovani studenti si sono soffermati sul soffitto restaurato dell’importante aula e sui suoi affreschi, raffiguranti due episodi fondamentali per la storia di Avezzano: la bonifica del Fucino e la ricostruzione della città dopo il terremoto del 1915.

Il loro pubblico, i ragazzi di Celano, li attenderanno domani per illustrare invece tre chiese della loro città. Uno scambio, quello delle giornate Fai d’inverno, che permette agli studenti di vivere il territorio in un modo diverso, scoprendone la storia e le curiosità, divertendosi a imparare e poi ad insegnare ai loro compagni.

Pubblicato in Eventi
Venerdì, 30 Novembre 2018 12:04

Il canto di un Angelo

L'AQUILA - "L'associazione, 'Il Sorriso di Angelo' Onlus nasce nel 2012 in memoria e ricordo di nostro figlio, Angelo Rosati, ragazzo non udente venuto a mancare prematuramente nell’ottobre del 2011 all’età di 21 anni. La sua disabilità - scrive in una nota Fabiola Sarra, mamma di Angelo e fondatrice della Onlus - non lo aveva precluso alle attività proprie dei giovani della sua età e ad affermarsi nei vari ambiti sociali e culturali. La sua vita comunque doveva essere vissuta in mezzo agli altri: amava il confronto, la sua disabilità non era una diversità ma un modo per farsi accettare e capire anche da chi era stato più fortunato di lui.

Proprio per non dimenticare questo suo messaggio, è stata costituita la Onlus di cui fanno parte diversi soci che conoscevano Angelo e non, con l’obiettivo di aiutare i diversamente abili con problematiche relative alla sordità prelinguale, una grave compromissione della funzione uditiva esistente o comparsa precocemente, irreversibile, che richiede un importante impegno familiare, assistenziale, scolastico e sociale a lungo termine ed elevati costi finanziari, umani ed organizzativi.

Necessita di operatori specializzati nel campo sanitario ed educativo-scolastico, come l’assistente alla comunicazione che aiuta i ragazzi nell’arricchimento del linguaggio perché molto spesso il non capire provoca lontananza, disagio e malintesi.

L’assistente alla comunicazione è una figura importante anche nelle relazioni con gli altri e in ambito scolastico coadiuva gli insegnanti di sostegno.

La nostra Associazione si sta adoperando, appunto, per garantire ai ragazzi sordi l’affiancamento della figura dell’assistente alla comunicazione.

Ad oggi, infatti, siamo riusciti ad introdurre nelle scuole, superiori secondarie ed universitarie, di L’Aquila, Sulmona e Avezzano ben 3 assistenti alla comunicazione, favorendo e migliorando l’inserimento scolastico e nella vita sociale di alcuni studenti sordi.

Per raggiungere questi obiettivi sono state realizzate diverse iniziative di raccolta fondi tra cui l’evento musicale 'Il canto di un angelo…Musica per sentire' 2012 ,2013,2017 poi ad ottobre 2012 un evento medico dal titolo ‘Eppure…sentire’, durante il quale è stato approfondito il tema della sordità, il Torneo di calcetto e pallavolo 2013-2014-2015-2016-2017 e 2018 ed i mercatini di Natale che ogni anno allestiamo presso il Centro Commerciale L’Aquilone con prodotti realizzati a mano dai nostri soci, ed il 5 per mille.

Il 9 aprile 2017, dall’associazione di promozione sociale 'Con Barbara Micarelli Braccia aperte al Bene', è stato dato un riconoscimento alla nostra Associazione che valorizza e diffonde i diritti dei portatori di handicap con spirito di generosa gratuità".

"Angelo - ricorda la signora Fabiola - amava molto la musica e proprio per questo abbiamo deciso di continuare con la quarta edizione de “Il Canto di un Angelo…Musica per sentire”, che prevede la partecipazione, a titolo gratuito, di alcuni associazioni musicali della nostra citta’, che hanno preso a cuore la nostra causa ed hanno voluto aiutarci per la migliore riuscita della serata benefica, in particolare: Istituzione Coro di Voci Bianche della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”, diretto dal Maestro Stefano Baiocco; Coro Cai L’Aquila diretto dal Maestro Giulio Gianfelice; Orchestra Dante Alighieri diretta dal maestro Giancarlo Giannangeli; la Corale L’Aquila, diretta dal Maestro Giulio Gianfelice; il Coro della Portella, diretta dal Maestro Vincenzo Vivio; la Corale Gran Sasso, diretta dal Maestro Carlo Mantini.

Si invita pertanto la cittadinanza a partecipare numerosa per la migliore riuscita dell’evento".

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - “Completo appoggio alla linea politica di Giorgia Meloni e del segretario federale, Salvatore Ronghi”, è quanto dichiara in una nota la coordinatrice abruzzese del movimento Sud Protagonista, Rosa Pestilli, in merito alla battaglia che la leader di Fratelli d’Italia sta mettendo in campo per bloccare la firma del Global Compact “il documento Onu di fatto cancella i confini nazionali, favorendo l’immigrazione incontrollata e questa è una condizione che l’Italia non può permettersi, oggi più che mai.

L’adesione al Global Compact rappresenterebbe il colpo di grazia al sud del nostro Paese che ha tutta l’intenzione di essere il protagonista della crescita e dello sviluppo, invece che terra di sbarco senza regole. Auspichiamo che il vice premier Matteo Salvini, riesca in concreto a scongiurare una tale prospettiva nera per l’Italia, che avrà certamente delle nefaste conseguenze anche sull’Abruzzo, e in particolare nelle aree interne.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Mancanza di un cardiologo nelle ore notturne e durante i festivi, mancanza di tecnici di laboratorio analisi che possano utilizzare macchinari di ultimissima generazione in dotazione alla struttura e totale inadeguatezza nell’affrontare le emergenze. E’ questo il quadro allarmante scaturito dalla visita ispettiva del Consigliere regionale Gianluca Ranieri presso l’ospedale di Castel Di Sangro. Il 5 stelle, accompagnato dalla sua assistente Mariangela Nerone, ha potuto riscontrare personalmente le gravi criticità che interessano la struttura, punto di riferimento non solo dei comuni dell'Alto Sangro ma anche di quelli limitrofi dell'Alto Chietino e dell'Alto Molise.

“Ricevo costanti richieste di aiuto e di intervento da parte dei cittadini e degli operatori dell'ospedale di Castel di Sangro - afferma Ranieri - un ospedale ormai da anni depotenziato da quella politica che prometteva coccole per i pazienti ed invece ha ridotto la sanità abruzzese, ed i servizi locali in particolare, ad una condizione di totale inefficienza, esponendo i cittadini di questo territorio ad un rischio altissimo di cui spesso non sono neanche consapevoli.

Questo modo di gestire la sanità, legato solo ai numeri non è più sostenibile per i cittadini dell'Alto Sangro e di tutto l’Abruzzo - incalza il consigliere regionale - medici ed infermieri lamentano la totale inadeguatezza della struttura ad affrontare le emergenze. Il personale segnala anche la mancanza di un cardiologo nelle ore notturne e durante i festivi, di tecnici del laboratorio analisi che possano utilizzare i macchinari di ultimissima generazione in dotazione alla struttura, che per mancanza di personale sono suppliti da macchinari obsoleti, che si utilizzavano 20 anni fa. Queste apparecchiature risultano inadatte ad una tempestiva diagnosi in caso di infarto ed, unitamente alla mancanza del cardiologo, espongono l'utenza ad un rischio altissimo ed inammissibile.

E' necessario ripristinare l’efficienza del Pronto Soccorso, mettendo a disposizione della struttura tutte le figure necessarie e la disponibilità della sala operatoria per gestire le emergenze e per garantire diagnosi tempestive. Castel Di Sangro è vicina ad uno dei bacini turistici più importanti della Regione, numerose le piste da sci e i sentieri per le escursioni, non avere un reparto attrezzato per le emergenze è davvero una follia”, conclude Ranieri.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Sono soddisfatti i consiglieri della provincia dell’Aquila Gianluca Alfonsi e Alfonsino Scamollaper aver ottenuto, dal consiglio comunale di Roma, la decisione di confermare l’autostazione di Roma Tiburtina, quale terminal per chi arriva nella capitale dall’Abruzzo e, in particolare, dalla provincia dell’Aquila. I consiglieri, l’8 novembre scorso, avevano presentato una mozione, poi approvata all’unanimità dal consiglio provinciale del 19 novembre, che impegnava il presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, ad avversare la decisione, della giunta della città di Roma, alla delocalizzazione dell’autostazione per i mezzi adibiti alle linee di trasporto pubblico interregionali, nazionali e internazionali dal nodo di Roma Tiburtina a quello di Anagnina.

L’attività dell’autostazione in largo Guido Mazzoni, presso la stazione ferroviaria di Roma Tiburtina, favorisce il collegamento stradale e autostradale con Roma Capitale, determinante anche in ragione dell’interconnessione ferroviaria e aeroportuale a livello nazionale, europeo e internazionale. La decisione della giunta Capitolina - dichiara il consigliere provinciale Gianluca Alfonsi - avrebbe causato un danno gravissimo per l’autotrasporto civile e  pendolare, pubblico e privato, di lavoratori, studenti, professionisti e operatori economici che quotidianamente si sviluppa tra l’Abruzzo e Roma Capitale. Personalmente, recandomi quotidianamente a Roma per motivi di lavoro, mi sono subito adoperato per evitare un disagio insostenibile, che avrebbe comportato gravi difficoltà a migliaia di lavoratori. Evitato lo spostamento dello snodo di Tiburtina, l’appello che facciamo alla Sindaca Raggi è quello di un immediato potenziamento dell’autostazione che determinerebbe indubbi vantaggi per gli utenti e la capacità stessa della capitale di trarre enormi vantaggi in termini economici e di funzionalità.

Il nostro intervento e le motivazioni addotte - afferma il consigliere Alfonsino Scamolla - è stato determinante per un’azione favorevole alla nostra causa, segno evidente che insieme possiamo reclamare il meglio per le nostre comunità. Finalità principale di questa amministrazione provinciale è quella di raccordo e tutela delle aree interne per favorire la crescita economica, culturale e sociale di tutti i territori.

Compiaciuto, per la decisione adottata, il presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso che, nei giorni scorsi, aveva inviato, a seguito della mozione dei consiglieri Scamolla e Alfonsialla sindaca Raggi, una lettera, invitandola a ripensare al progetto di spostamento e considerare tutte le istanze provenienti dall’intera Provincia. L’iniziativa di sensibilizzare la giunta capitolina alla problematica è stata condotta in sinergia con il Sindaco della città dell’Aquila Pierluigi Biondi, indicazione che afferma la condivisione di temi fondamentali e rilevanti per la nostra comunità.

 

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo