http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Maggio 2019 - Radio L'Aquila 1

ROMA – Partita oggi (lunedì 27 maggio) dalla splendida Tivoli, patrimonio mondiale Unesco, la ventottesima edizione della Rievocazione Storica del Motogiro d’Italia organizzata come di consueto dal Moto Club Terni L. Liberati – P. Pileri e realizzata in collaborazione con la Federazione Motociclistica Italiana  e Internazionale.L’evento considerato fra i maggiori al mondo riservato alle moto d’epoca, dopo il via da Tivoli attraverserà gran parte del centro Italia percorrendo oltre 1500 chilometri e tornerà il primo giugno nella cittadina laziale.

Tutti gli iscritti e lo staff organizzativo si sono ritrovati ieri a Tivoli per le operazioni preliminari e la presentazione della gara, il via ufficiale questa mattina alle ore 9,30 da Piazza Garibaldi Anfiteatro Bleso, da qui concorrenti e carovana si sono mossi in direzione Roccaraso (AQ), dove, dopo aver percorso 250 km, si è conclusa la prima delle sei tappe in programma.  Le altre sedi di arrivo e partenza sono Montesilvano Marina (PE) e Terni. A Roccaraso e Montesilvano Marina si effettueranno due tappe a margherita e quindi i concorrenti sosteranno due giorni.

La frazione odierna è stata caratterizzata dall’intensa pioggia che ha accompagnato i “Motogirini” per l’intera giornata, costringendo molti piloti ad arrendersi durante il percorso, in particolare le moto più vecchie, quelle che hanno oltre 70 anni e che rappresentano la parte storica della manifestazione, sono state costrette dall’inclemenza del tempo a fermarsi raggiungendo la Roccaraso con i mezzi di assistenza.

Nonostante questo, non è mancato il pubblico lungo il percorso e nei centri che ha attraversato, in particolare grande accoglienza all’arrivo della carovana si è registrata ad Avezzano,  dove il sindaco Gabriele De Angelis ha saluto i partecipanti, accogliendoli e rifocillandoli con l’enogastronomia locale gestita dalla Pro Loco guidata dal presidente Federico Tudico. La gestione tecnica dell’arrivo è stata curata dal Moto Club Marsica GS, un gruppo di appassionati guidati dal presidente Massimo Sidoni, famosi per essere tutti in selle a BMW GS.  

La manifestazione, ritenuta la “Mille Miglia” delle due ruote, vede al via circa 120 iscritti, in maggioranza stranieri, confermando pienamente il carattere internazionale dell’appuntamento. Al via mezzi che hanno fatto la storia del motociclismo, un vero e proprio museo itinerante che per sei giorni percorrerà strade e paesaggi unici, spaziando dal mar Tirreno all’Adriatico.

Fra le moto alcuni pezzi unici e di valore inestimabile, come la Brouge Superior 900 immortalata nel film Lawrence d’Arabia e la Indian 101 Scout del 1929, guidate da collezionisti inglesi. Ovviamente poi, tutte le marche che hanno fatto la storia del motociclismo italiano e che hanno partecipato al Motogiro agonistico che si è corso dal 1953 al 1957 quali: MV Agusta, Mondial, Morini, Gilera, Bianchi, Laverda, Rumi, Benelli, Guzzi e Ducati, quest’ultime tre sono anche sponsor tecnici della manifestazione. 

Nelle quattro sedi di tappa verrà allestito un villaggio dove a cura della Ducati e della Benelli, verranno esposte alcune moto da competizione che hanno segnato la storia delle due case motociclistiche. In occasione dell’arrivo a Montesilvano la Benelli esporrà oltre alle moto del suo museo anche l’intera produzione attuale, con la possibilità per il pubblico di effettuare dei test.

Al termine della manifestazione, oltre a tutti i premi istituzionali verranno assegnati tre riconoscimenti speciali: “Premio Eleganza” a cura del Museo Ducati, alla moto più originale; alla prima donna classificata e al vincitore della tappa più lunga offerti dalla Benelli

In gara, oltre a tanti appassionati e collezionisti anche due grandi nomi del motociclismo degli anni settanta/ottanta, come gli ex iridati Pierpaolo Bianchi e Carlos Lavado.    

www.motogiroitalia.itwww.motoclub-terni.it   

Pubblicato in Sport

L’AQUILA - Con Decreto del Presidente del Consiglio regionale Lorenzo Sospiri, sono stati nominati i componenti del Comitato per la Legislazione. A ricoprire il ruolo di Presidente sarà Roberto Santangelo mentre Barbara Stella è stata nominata vice Presidente. Gli altri componenti designati sono: Sabrina Bocchino, Giorgio Fedele, Daniele D’Amario e Giovanni Legnigni.

Il Comitato per la Legislazione, all’interno del quale è garantita la rappresentanza paritaria della maggioranza e della minoranza, opera per assicurare il miglioramento della qualità della formazione, consentire l'esercizio della funzione consiliare di controllo sull'attuazione delle leggi e di valutazione degli effetti delle politiche regionali.

Pubblicato in Politica

TERAMO - Mercoledì 29 maggio, alle ore 10.45, presso la Sala del CdA del Rettorato in Via R. Balzarini, sarà siglato il Protocollo di Intesa tra l’Università degli Studi di Teramo, l’Azienda per il Diritto agli Studi Universitari di Teramo e il Ministero di Grazia e Giustizia - Direzione territoriale della Casa Circondariale di Teramo, rivolto al perseguimento di un comune obiettivo in favore di categorie svantaggiate di persone.

Su proposta dell’ADSU di Teramo, che ha messo a disposizione due biciclette muscolari, due a pedalata assistita e le rastrelliere per il loro collocamento, il Protocollo andrà a regolare e definire i reciproci impegni tra le Amministrazioni sottoscrittrici, con la finalità di agevolare la mobilità dei detenuti autorizzati a svolgere attività formative/lavorative presso il Campus universitario di Colleparco.

Alla firma del Protocollo, oltre al Magnifico Rettore Dino Mastrocola, al Direttore della Casa Circondariale di Teramo Stefano Liberatore, al Presidente dell’Adsu Paolo Berardinelli ed al Direttore Antonio Sorgi, sarà presente anche l’Assessore regionale Piero Fioretti.

Pubblicato in Varie

L’AQUILA - Il Comune dell’Aquila taglia le tasse e semplifica le procedure a cittadini, famiglie, attività commerciali e imprese. Questa mattina il sindaco del capoluogo d’Abruzzo, Pierluigi Biondi e il vice sindaco con delega al Bilancio, Raffaele Daniele, alla presenza del capo dipartimento dell’area ‘Servizi al cittadino’, Tiziano Amorosi, e i funzionari comunali Gianluca Mucciante, responsabile del settore tributi e Iole Di Giampietro, responsabile del settore Cosap, hanno illustrato le misure e gli interventi contenuti nel bilancio di previsione, approvato dalla giunta il 13 maggio e di prossima discussione in Consiglio comunale.

“Durante la scorsa consiliatura c’è stato un aumento del carico fiscale, in alcuni casi anche molto sostanzioso. – ha esordito il primo cittadino – Penso alla Tari, schizzata del 20% nel 2016, alla Tasi ordinaria che tra il 2014 e il 2015  è passata dal 2 al 2,5% o alla Cosap, incrementata tra il 2013 e il 2014 di circa tre punti percentuali. Noi invertiamo la rotta. Già nel 2018 abbiamo operato un primo taglio della tassa sui rifiuti per le utenze non domestiche di circa il 10% e della Tasi dal 2,5 al 2 per gli immobili di categoria catastale diversi dalle abitazioni principali”.

“Quest’anno- ha aggiunto il sindaco Biondi - abbiamo approntato azioni ancora più incisive e puntuali, intervenendo in vari ambiti, dalle giovani coppie alle ditte che operano nei cantieri, per arrivare agli sgravi per i residenti nei centri storici o per contrastare la ludopatia. Per agevolare il dialogo tra contribuente ed ente sono stati introdotti alcuni strumenti, come il ravvedimento operoso o la mediazione tributaria, così come per incentivare la lotta all’evasione sono state previste delle premialità per i dipendenti comunali che operano in questo importantissimo settore”.

“Abbiamo previsto una serie di sgravi ed abbattimenti fiscali per i residenti del centro storico: fino al 30% in meno della Tari e per il solo periodo dei lavori, nelle aree interessate dal passaggio dei sottoservizi. – ha aggiunto il vice sindaco Daniele – La riduzione della tassa sui rifiuti sarà estesa anche alle giovani coppie che acquistano la prima casa (10%), per i bar e i locali che acquistano fasciatoi per neonati (8%), per i possessori delle abitazioni ristrutturate ma non ancora abitabili (20%), per coloro che attivano o riattivano utenze non domestiche nel centro storico e in quello delle frazioni (20%), per le società sportive senza scopo di lucro riconosciute dal Coni (20%), per i bar, ristoranti ed altre attività che dismetteranno le slot machine (30%), per i cittadini che conferiranno gli ingombranti nei centri di raccolta comunali (10%) e per le aziende agrituristiche (40%)”. 

“A questi provvedimenti – ha spiegato ancora il vice sindaco con delega al Bilancio – abbiamo aggiunto quelli di riduzione della Cosap del 10% per tutte le ditte e le aziende impegnate nella ricostruzione che potranno contare sullo sgravio di un ulteriore 40% qualora vengano posizionate nei ponteggi dei cantieri mantovane ed altri dispositivi per la sicurezza degli operai”.

Una volta approvato il bilancio di previsione 2019 tutta la modulistica necessaria per accedere a sgravi e detrazioni sarà pubblicata sul sito internet del Comune, sarà disponibile negli uffici di front office del servizio Tributi e riscossioni in via Filomusi Guelfi (Villa Gioia) oppure nelle sedi delle delegazioni di Sassa e Paganica dove è attivo il servizio ”Delegazione amica”

Pubblicato in Politica

CHIETI – Giovedì 30 maggio, dalle 15 alle 19 presso l’Università G. D'Annunzio di Chieti, si terrà un importante convegno sul Mutismo Selettivo con la dottoressa Marta Di Meo, una delle più grandi esperte nel trattamento del MS in Italia, che collabora e lavora con i massimi esperti americani. È stata la stessa Di Meo a darne notizia sulla sua pagina Facebook ufficiale: "Da ex studentessa a relatrice! Tornare nella "mia" università sarà molto emozionante! È da qui che è iniziato tutto!" .

Il seminario si svolgerà nell’Aula 1 del polo di Lettere. Si parlerà del Mutismo Selettivo insieme a specialisti che da anni lavorano sul campo. Il convegno è rivolto agli studenti universitari e gode del patrocinio dell'Ordine degli Psicologi Abruzzo.

L'apertura dei lavori sarà affidata al presidente regionale dell’Ordine, il dottor Tancredi Di Iullo.

La dottoressa Marta Di Meo, reduce da Kiev dove ha relazionato sul Mutismo Selettivo in un importante convegno internazionale, interverrà sul trattamento specifico e sulle nuove frontiere che arrivano direttamente dagli Stati Uniti.

Con il dott. Renato Cerbo e la dott.ssa Elisabetta Berenci si discuterà degli aspetti clinici e diagnostici, mentre i dirigenti scolastici Serafini e D'Orazio spiegheranno lo stato dell'arte nella scuola.

Infine i referenti dell'Aimuse, Marco Lauciani e Roberto Gemmi, introdurranno e condurranno il dibattito finale parlando della loro esperienza con l'associazione.

Iscrizione obbligatoria e rilascio di attestato finale.

Pubblicato in Varie

L’AQUILA – di Goffredo Palmerini - E’ una bella giornata tiepida e serena, in questa primavera confusa, quando dall’altipiano di Navelli scendiamo verso Bussi e poi Pescara. Il verde smeraldo dei campi sul pianoro e dei boschi che risalgono sui rilievi che disegnano l’acrocoro sono uno spettacolo; e ancor più lo sarà quando il rosso dei papaveri colorerà le coltivazioni di grano aggiungendosi al giallo del tarassaco ora già intenso. Sembra proprio la tela d’un impressionista. E’ sabato 18 maggio, oggi. Ho in auto con me Mario Daniele, un abruzzese di grande vaglia che vive a Rochester, bella città dello stato di New York affacciata sul lago Ontario. L’ho preso a Castelnuovo dove da qualche giorno è tornato per verificare lo stato dei lavori di ricostruzione della casa natale, lacerata dal terremoto del 6 aprile 2009. Un’ora di viaggio raccontandoci storie e ricordi e siamo già a Pescara, nell’area della vecchia stazione ferroviaria, diventata terminal per i bus interurbani. Attendiamo una mezz’ora per l’arrivo in ritardo dell’autobus da Roma, con il quale arriva Josè Prestifilippo, giunto due giorni fa dall’Argentina con il volo giornaliero della compagnia di bandiera da Buenos Aires alla capitale d’Italia. Dovremo andare insieme a Montesilvano per il Premio Alexander che l’Universum Academy Switzerland tiene presso la Sala meeting del Grand Hotel Adriatico. Josè finalmente arriva. Salito in auto ci godiamo la vista dell’Adriatico, oggi color perla vicino alla battigia e blu crescente verso l’orizzonte, dalla strada di lungomare che ci porta a Montesilvano.

Non casuale dell’Universum Academy la scelta del Grand Hotel Adriatico per tenervi un evento culturale e sociale di rilevante prestigio, qual è il Premio Alexander, e l’indomani, domenica, il Premio Letterario Universum. La bella ed efficiente struttura ricettiva è di proprietà della famiglia Zimei, gente che ha impressa nel cuore la cifra del mecenatismo culturale, così come Antonio Zimei la segnò fino al giorno della sua prematura dipartita, nel 2001. Antonio era emigrato in Venezuela negli anni Cinquanta da Pratola Peligna, dov’era nato nel 1930. Giovane geometra, subito si fece strada nel settore edile, nel paese caraibico allora in forte crescita. Si laureò in architettura e diede ampio respiro al suo talento di progettista e manager nel campo delle costruzioni. Rientrò in Abruzzo nel 1969 e costruì il Grand Hotel Adriatico, la prima grande struttura ricettiva a Montesilvano, innescando la nascita degli altri grandi alberghi e favorendo il significativo sviluppo del turismo della città adriatica. Il Grand Hotel divenne subito cenacolo di incontri culturali, convegni e mostre d’arte, così rispondendo da un lato all’imprenditore nel settore turistico, dall’altro alla propensione culturale di Antonio Zimei e poi alla sua creatività di artista fecondo nel campo della pittura contemporanea. Allo sviluppo turistico contribuì anche come presidente dell’Azienda Turistica Regionale, nel quinquennio in cui la guidò, fino al 1982. L’attitudine al mecenatismo verso la cultura e l’arte è poi continuata con la sua famiglia, attraverso la Fondazione Zimei, ente no-profit che numerosi e qualificati eventi realizza e sostiene. Mario Daniele è venuto qui in omaggio ad un’antica amicizia con la famiglia Zimei, e si sofferma amabilmente con Sabrina e Katia, figlie di Antonio. Poi per incontrare il giornalista e scrittore Generoso D’Agnese, che volentieri si ferma a pranzo con noi.

Alle 17 in punto la manifestazione ha inizio con l’intervento del presidente federale dell’Universum Academy Switzerland, Valerio Giovanni Ruberto. Nato in Abruzzo, a Scontrone, dal 1980 residente in Svizzera, nel Canton Ticino. Poeta, scrittore e giornalista (iscritto alla Fusie), ha pubblicato diverse raccolte poetiche che gli hanno valso numerosi premi e prestigiosi riconoscimenti in Italia e all’estero. Ruberto è al suo quinto mandato alla presidenza dell’Universum Academy. L’Universum Academy Switzerland è una Ong costituita nel 1990 a Bellinzona ed iscritta al Registro delle Organizzazioni non governative presso le Nazioni Unite. Mission dell’Universum Academy è la promozione della Cultura, della Storia e delle Tradizioni dei Popoli ed è ente promotore dell’International University of Peace (IUOP), impegnata nell’affermazione dei valori di Pace, dei Diritti umani, del diritto delle Genti, della Vita e della Famiglia, come recitano gli articoli dello Statuto. è Associazione internazionale senza scopi di lucro, l’Universum Academy è attualmente strutturata in 14 sedi (“ambasciate”) all’estero e 12 sedi regionali in Italia. Numerose le attività in campo culturale ed umanitario, tra le quali appunto il Premio internazionale Alexander, giunto alla sua quarta edizione, che è un riconoscimento al Merito riservato a quelle Personalità, di caratura internazionale che con il loro operato si sono distinte, per particolari meriti, in ogni campo della nostra società. Uno dei 5 riconoscimenti è riservato ad un Rappresentante delle Forze Armate Italiane.

Dopo il saluto di benvenuto agli insigni Ospiti e al numeroso pubblico, il presidente Ruberto nel suo intervento richiama le specifiche caratteristiche del Premio Alexander e il valore e prestigio dei premiati, che onorano l’Universum Academy Switzerland. Con le loro biografie gli insigniti del Premio incarnano in pieno i valori di merito, di spiccata professionalità, di alte qualità intellettuali e morali, di tenace propensione al bene comune e alla solidarietà umanitaria. Ma prima che la cerimonia di premiazione abbia inizio il presidente Ruberto - coadiuvato al tavolo della presidenza dalla prof. Margherita Ferraris, dalla dr. Rosanna Rivas e dal dr. Giandomenico Di Salvatore - invita il M° Nicola Russo ed il Coro Polifonico di Pescara, presenza costante nelle manifestazioni Universum, ad eseguire l’inno nazionale ed alcuni brani del loro repertorio. Eccellente l’esecuzione e ben scelti i brani, una raffinata selezione della secolare tradizione musicale italiana, a denotare l’elevato rango del gruppo corale pescarese. Ha quindi inizio la cerimonia di premiazione con il conferimento agli insigniti del Premio internazionale Alexander 2019. Il presidente Ruberto chiama dunque sul podio il primo degli insigniti, l’italo-argentino dr. José Osvaldo Prestifilippo.

José O. Prestifilippo è nato il 10 aprile 1965 a Paraná, capoluogo della provincia di Entre Ríos (Argentina). Nipote di siciliani di parte paterna - il nonno Francesco era emigrato da Leonforte, in provincia di Enna - José ha fatto gli studi primari, medi e superiori a Paraná, ha poi frequentato l'Universitá Nazionale del Litoral a Santa Fe. Ha lavorato nel Senato della Provincia di Entre Rios. Attualmente svolge attività giornalistica nel settore della comunicazione, soprattutto per diffondere la cultura e la lingua italiana nella regione. Dirige la rivista Eco Siciliano e l’omonimo programma radiofonico. E’ presidente dell'Associazione Culturale Famiglie Siciliane, con sede a Paraná. Ha ricevuto nel 2015 il Premio “Italoargentino insigne” del Circolo dei Cavalieri di Rosario, in Argentina. Collabora con il programma Rai Italia “Cristianità”, condotto da Suor Miriam Castelli. E’ inoltre corrispondente del Progetto “Sicilia nel Mondo”, nonché promotore della Settimana Siciliana nella città argentina di Paranà. Questa la motivazione del Premio a José O. Prestifilippo: “Per il suo prezioso impegno in campo istituzionale, e per i meriti derivanti dal suo curriculum personale, dal quale emerge evidente l’attività protesa al raggiungimento ed alla affermazione dei più alti ideali di vita”. Il presidente Ruberto consegna all’insignito la Targa e la Pergamena del Premio internazionale Alexander.

Ilpianista e compositore M° Cesare Valentini, secondo insignito del Premio, è invitato sul podio dal presidente Ruberto. Viene data lettura della biografia, che qui si sintetizza. Cesare Valentini è nato a Palermo nel 1967, in Sicilia comincia a studiare pianoforte all’età di 10 anni e composizione all’età di 14. Dall’età di 20 anni risiede a Firenze, dove ha anche studiato giurisprudenza presso la locale Università. Ha cominciato ad avere a Firenze i primi concerti pubblici a 26 anni, come compositore, in piccoli festival. Il suo stile, che proviene dal neoclassicismo, è stato gradualmente influenzato dalla musica d’avanguardia e dalle più recenti esperienze. Come altre scuole nel mondo lavora sul suono, gli armonici, atonalità e colore. La sua musica è stata eseguita in Italia, Europa e Sud America con importanti ensemble e orchestre, quali l’Orchestra da Camera Fiorentina, Orchestra Nazionale del Messico, Orchestra dell’Università di Belo Horizonte (Brasile), Ricercare Strumentale Italiano, J Futura Orchestra, Ensemble Italiano, Quartetto Fonè, i Fiati Italiani, Festival Mozartiano di Rovereto, Associazione Mozart Italia, Quintetto Audi Mozart. Inoltre è stata eseguita dal flautista Roberto Fabbriciani, dai cantanti Susanna Rigacci, Patrizia Morandini, Maria Costanza Nocentini, Monica Benvenuti, dai direttori Dini Ciacci, Simone Ori, Maurizio Colasanti e molti altri. E’ stato anche direttore di stagioni concertistiche a Firenze (Palazzo Pitti, Toscana Classica in Orsanmichele, Aspetti del Sacro, ed altre) e “composer in residence” dell’Orchestra da Camera Fiorentina. Collabora con molte istituzioni, soprattutto per la musica contemporanea. Nel 1997 ha vinto un premio nazionale di letteratura. Attualmente sta lavorando a nuovi suoni per strumenti acustici della musica del XXI secolo. Questa la motivazione del Premio Alexander 2019: “Per aver onorato la Musica italiana nel mondo e in nome dell’alto valore culturale della sua opera, il cui livello internazionale ha contribuito a diffondere, consolidando l’immagine dell’Italia quale crocevia della nuova Europa”, che il presidente Ruberto gli consegna unitamente alla Pergamena.

Viene invitato sul podio il Generale di Corpo d’Armata (ris.), dr. Luigi Chiavarelli. Nato a Senigallia (Ancona) nel 1950, Luigi Chiavarelli ha frequentato il 150° corso dell’Accademia militare di Modena nel biennio ‘68-‘70 e la Scuola d’Applicazione d’Arma di Torino, dove ha conseguito la laurea in Scienze strategiche. Ha ricoperto, tra gli altri, i seguenti incarichi: comandante di plotone fucilieri presso il 17° Reggimento fanteria “Acqui” a Sulmona; comandante di plotone e di compagnia fucilieri paracadutisti presso il 2° Battaglione Paracadutisti “Tarquinia” a Livorno; comandante dello Squadrone Aerei del 4° corpo d’armata alpino a Bolzano; comandante del 37° Battaglione meccanizzato “Ravenna” a Bologna; comandante del 187° Reggimento paracadutisti “Folgore” a Livorno; comandante della Brigata aeromobile “Friuli”, sempre a Bologna; comandante dell’Aviazione dell’Esercito a Viterbo. Con il suo reggimento ha fatto parte dell’Implementation Force (IFOR) in Bosnia (ottobre 1996 – febbraio 1997); durante il periodo di comando ha ricoperto gli incarichi di comandante della Brigata multinazionale Nord a Sarajevo e comandante della zona delle comunicazioni Ovest in Albania (primo comandante NATO italiano). Ha lasciato il servizio a domanda il 21 marzo del 2005 con il grado di Generale di Corpo d’armata. E’ stato insignito dal Presidente della Repubblica dei riconoscimenti di Cavaliere, Ufficiale e infine Commendatore Ordine al Merito della Repubblica (2003), della Medaglia di Bronzo al Valore dell’Esercito (2001), Croce d’Oro al Merito dell’Esercito (2000) e Croce di Bronzo al Merito dell’Esercito (2000). Questa la motivazione del Premio Alexander: “Per i servigi resi all’umanità, per il suo prezioso contributo a difesa della Pace e dei Diritti umani e infine per i meriti derivanti dal suo curriculum personale, dal quale emerge evidente l’attività protesa al raggiungimento ed alla affermazione dei più alti ideali di vita”. Il presidente Ruberto invita il Gen. Div. (ris.) dr. Leonardo Prizzi ad assisterlo nella consegna della Targa e della Pergamena al Gen. Chiavarelli.

E’ infine invitato sul podio dal presidente Ruberto il quarto insignito del Premio Alexander, S.E. Mons. Francesco Savino, vescovo della diocesi di Cassano allo Jonio. Francesco Savino è nato nel 1954 a Bitonto (Bari). Il 24 agosto 1978 è ordinato sacerdote, dopo aver compiuto gli studi liceali ed essere entrato nel Pontificio Seminario Regionale Pugliese di Molfetta. Nel 1985 è nominato parroco della parrocchia di "Cristo Re Universale" a Bitonto e negli stessi anni diventa responsabile della locale Caritas. Nel 1989 è nominato rettore della parrocchia-santuario "Santi Medici Cosma e Damiano. Nel 1992 consegue il baccalaureato in sacra teologia. Per gestire i servizi socio-assistenziali ideati durante la guida della parrocchia, nel 1993 crea la Fondazione "Opera Santi Medici Cosma e Damiano - Onlus". Una delle opere realizzate è l'Hospice Centro di cure palliative "Aurelio Marena". Il 28 febbraio 2015 papa Francesco lo nomina vescovo della diocesi di Cassano allo Jonio, dopo le dimissioni del vescovo Nunzio Galantino, nominato Segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana. Il 2 maggio 2015 riceve l'ordinazione episcopale dall'arcivescovo Francesco Cacucci e il 31 maggio dello stesso anno inizia il suo ministero episcopale nella diocesi cassanese. Tra i riconoscimenti ricevuti si segnalano il Premio “L’uomo e la città” ricevuto nel 1998 a Bitonto, attribuito a personalità che con il loro impegno hanno fatto crescere la città sul piano culturale, sociale e religioso; nel 2007 a Bitonto il Premio “Leonardiano”, sezione Solidarietà sociale, premio cittadino attribuito a personalità che hanno dato il massimo contributo e prestigio all’immagine della città. Questa che segue la motivazione del Premio Alexander conferito a Mons. Francesco Savino: “Quale riconoscimento per il suo lodevole ed instancabile impegno in campo culturale, sociale ed umanitario inteso all’esaltazione dei valori dell’amore, della solidarietà e della fratellanza fra le genti e per i meriti derivanti dal suo curriculum personale dal quale emerge evidente l’attività protesa al raggiungimento ed alla affermazione dei più alti ideali di vita”. Il presidente Ruberto invita il dr. Alfredo Percacciante ad assisterlo nella consegna della Targa e della Pergamena a S.E. Mons. Francesco Savino.

Intense considerazioni di ordine culturale e sociale, sul valore e sul significato dell’iniziativa, unitamente ad espressioni di gratitudine, sono state rese dai vincitori del Premio Alexander, a testimonianza del prestigio della manifestazione, che è poi proseguita con il conferimento della nomina di “Ambasciatrice Universum agli Stati” per la Turchia della prof. Devrim Serpil e con il conferimento della Laurea honoris causa 2019 alla prof. Glady Mabel Cantemi. Una cena di gala ha concluso in armonia ed amicizia la giornata del Premio internazionale Alexander 2019.

Pubblicato in Varie

L’AQUILA - Prevenire, prepararsi e rispondere all'emergenza causata dai fenomeni naturali che investono territori ed imprese del nostro Paese, con particolare riferimento alla provincia dell'Aquila, colpita dal terremoto 2009 e dal sisma Centro-Italia.

Di resilienza degli impianti produttivi e della necessità di una più diffusa cultura della prevenzione si parlerà nel convegno “Imprese e territori resilienti. La partnership tra Confindustria e Protezione Civile”, in programma il 29 maggio prossimo, alle 14,30, all'Aquila, all'auditorium Dompé, in via Campo di Pile. L'incontro, organizzato da Confindustria Piccola Industria, Confindustria L'Aquila Abruzzo Interno e Confindustria Abruzzo, Comitato regionale piccola industria, in collaborazione con la Protezione civile e con il patrocinio della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, rientra nelle manifestazioni del decennale L'Aquila 2019-2009: l'occasione per presentare il protocollo d'intesa, siglato a dicembre 2016 da Confindustria e dalla Protezione civile per condividere obiettivi e valori, promuovere strategie operative ed esprimere un modo di essere cittadini e imprenditori responsabili, anche di fronte alle calamità. Il protocollo ha istituzionalizzato una collaborazione nata in modo spontaneo e confluita nel PGE, Programma Gestione emergenze, in occasione del sisma del Centro – Italia. Il PGE, nato dall'esperienza concreta del Comitato Piccola Industria di Confindustria Fermo in occasione del terremoto dell'Emilia nel 2012, è stato il primo esempio di sinergia tra sistema pubblico e privato, un'eccellenza riconosciuta a livello internazionale dall'UNISDR, l'Ufficio delle Nazioni Unite per la riduzione del rischio di catastrofi.

Al convegno parteciperanno, tra gli altri, Angelo Borrelli, capo del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Carlo Robiglio, presidente Piccola Industria Confindustria e Vito Borrelli, capo della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea.

“Proteggere il territorio”, ha dichiarato Riccardo Podda, presidente Confindustria L'Aquila Abruzzo Interno, “equivale a proteggere anche l'impresa, che ne è cuore pulsante, e garantire la continuità delle attività produttive significa tutelare l'intera comunità di cui l'azienda è parte integrante. Per questo Confindustria e il Dipartimento della Protezione Civile hanno voluto condividere, sottoscrivendo un protocollo d'intesa, valori e obiettivi per promuovere sinergie operative e azioni di prevenzione, preparazione e risposta all'emergenza attraverso il coinvolgimento attivo di cittadini e imprese: un percorso comune per diffondere una solida e condivisa cultura della resilienza”. “Nel nostro Paese”, ha sottolineato Giuseppe Argirò, presidente Piccola Industria Confindustria Abruzzo, “oltre il 40% dei comuni è situato in aree a rischio sismico, mentre sono quasi il 90% quelli a rischio frane e alluvioni. Come gli eventi sismici e atmosferici dell'ultimo decennio hanno, purtroppo, insegnato, l'Abruzzo di colloca in un contesto estremamente delicato, che mostra le fragilità del territorio. Le aziende sono state le prime a prenderne coscienza e la Piccola Industria di Confindustria Abruzzo ha aderito fin da subito al Piano Gestione Emergenze e, anche in questa fase centrata sulla prevenzione e sulla resilienza, vuole diffondere e condividere ad ampio raggio le best practive tra le imprese abruzzesi”.

"L’Italia è fortemente esposta al rischio di calamità naturali e il cambiamento climatico in corso ne aumenterà la fragilità - ha evidenziato Carlo Robiglio, presidente Piccola Industria Confindustria. "Il nostro è un tessuto industriale estremamente diffuso e questo costituisce un' ulteriore criticità. Tutto ciò, oltre a determinare una strutturale debolezza economica, genera una costante fonte di tensione sociale. Per questo aumentare la capacità di risposta agli eventi traumatici e ridurre la vulnerabilità di aziende e territori rappresenta per Confindustria una priorità. Piccola Industria è impegnata, in collaborazione con il Dipartimento della Protezione Civile, nella definizione di un 'Piano Nazionale per la prevenzione del rischio, di gestione dell’emergenza e della ricostruzione' che punta su alcuni elementi cardine: diffusione della consapevolezza dei rischi naturali, supporto alla fase di emergenza e di ricostruzione post-catastrofe, prevenzione strutturale e non strutturale. Auspichiamo - ha detto Robiglio - che insieme si riesca ad accellerare l'implementazione del Piano per arrivare al più presto a mettere a disposizione delle imprese e delle comunità misure concrete".

"La sintonia instaurata tra Confindustria e Dipartimento ha dato frutti molto importanti - ha affermato Angelo Borrelli, capo del Dipartimento della Protezione Civile - e questo evento, che rappresenta anche un momento di riflessione a 10 anni dal tragico terremoto che ha colpito L’Aquila, è un’occasione per rinforzare i nostri rapporti. Insieme a Confindustria sperimentiamo in modo concreto e sistematico l’approccio ai temi di protezione civile attraverso il paradigma della resilienza, declinandolo non più esclusivamente sui luoghi ma anche sui diversi settori che concorrono allo spirito e al benessere di un territorio e in questa chiave di lettura la resilienza del tessuto produttivo è fondamentale per garantire la pronta ripresa dei territori colpiti da una calamità”.

Il programma prevede, alle 14,45 i saluti di Giuseppe Argirò, presidente Piccola Industria Confindustria Abruzzo, Roberto Monfredini, vice Presidente Confindustria L’Aquila Abruzzo Interno, Pierluigi Biondi, sindaco dell’Aquila, Marco Marsilio, presidente Regione Abruzzo, Giuseppe Linardi, Prefetto dell’Aquila, Vito Borrelli,capo della Rappresentanza in Italia della Commissione Europea. A seguire, le relazioni sulla “Riduzione del rischio di catastrofi e comunità resilienti: nuovi indirizzi normativi e nuovi modelli di azione per la Protezione Civile” di Emilio Iannarelli DPC Ufficio Attività tecnico-scientifiche per la Previsione e Prevenzione dei rischi, e “La Regione Abruzzo ed il sistema regionale della Protezione Civile”, a cura di Sabatino Belmaggio, Dirigente Servizio Prevenzione dei Rischi di Protezione Civile Regione. Seguono gli interventi di Giancarlo Turati, vice presidente Piccola Industria Confindustria , Paolo Esposito, HR Senior Director Dompé farmaceutici S.p.A, Fabio Cazzato, responsabile Pianificazione Rete e Analisi Investimenti e-distribuzione, Fabio Occhioni, direttore di Produzione e Integrazione Stabilimento di L’Aquila Thales Alenia Space Italia, Fabio Graziosi, referente dell’Università dell’Aquila per il progetto INCIPICT e per la sperimentazione 5G nella città dell’Aquila, Roberto Cardinali, responsabile PGE Confindustria. Concluderanno i lavori, moderati dalla giornalista, Monica Pelliccione, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Angelo Borrelli e Carlo Robiglio, presidente Piccola Industria Confindustria.

L'evento sarà ospitato dalla Dompè nel suo stabilimento de L'Aquila, una delle tante eccellenze del territorio, esempio virtuoso nel campo della prevenzione e della resilienza.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Il Movimento 5 Stelle è il primo partito nella Circoscrizione Sud (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria) con il 29,20% secondo i dati del Viminale quando lo scrutinio dei seggi è quasi completato. Il secondo partito è la Lega con il 23,34%, seguita da Pd 17,91%, Fi con il 12,25% e FdI con il 7,57%.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - La settimana politica all’Emiciclo si apre domani, martedì 28 maggio, alle ore 10.30, con la seduta della Commissione Territorio chiamata a esaminare il progetto di legge che prevede modifiche e integrazioni alle leggi in materia di recupero, salvaguardia e valorizzazione dei trabocchi da molo, anche detti “caliscendi” o “bilancini”, e dei trabucchi della costa teatina.

Giovedì 30 maggio, alle ore 10, si riunirà la Commissione Agricoltura il cui ordine del giorno prevede due provvedimenti in materia di tutela delle prestazioni professionali per attività espletate per conto dei committenti privati e di contrasto all’evasione fiscale e uno su equo compenso e tutela delle prestazioni professionali.

Sempre giovedì 30 maggio, alle ore 12, è in programma la seduta della Commissione Bilancio per esaminare i seguenti progetti di legge: introduzione dell’indennità a carattere differito (saranno auditi il Direttore della Direzione Attività Amministrativa del Consiglio regionale, Paolo Costanzi e  il Presidente dell’Associazione tra gli ex Consiglieri della Regione Abruzzo, Egidio Marinaro); istituzione del Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza; programma di rafforzamento delle competenze degli Uffici giudiziari, protocollo d’Intesa Regione Abruzzo/Procura generale della Repubblica/Corte d’Appello di L’Aquila; norme a sostegno dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione della Regione Abruzzo; riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio per la fornitura del servizio di energia elettrica relativa agli anni 2016 e 2017;  riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio per la fornitura del servizio di telefonia fissa relativa all’anno 2017. Alle ore 15.15 è prevista la riunione della Commissione Salute che esaminerà due progetti di legge, su Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza e rafforzamento delle competenze degli Uffici giudiziari, e una risoluzione a sostegno di Radio Radicale.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - A chiusura delle urne, alle 23 di ieri, in Abruzzo per le elezioni Europee ha votato il 52,62% rispetto al 64,16 delle precedenti. 

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo