http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Aprile 2019 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - Al via da domani il convegno internazionale What is time? Einstein-Bergson 100 years later che si svolgerà all’Aquila il 4, 5 e 6 aprile 2019. Il convegno è organizzato in occasione del decennale del sisma aquilano dall’Università degli Studi dell’Aquila – Dipartimento di Scienze Umane – e dal GSSI - Gran Sasso Science Institute. Il convegno è aperto a tutti gli interessati e per partecipare non è necessario iscriversi.

“Come scienziati e filosofi impegnati nelle strutture universitarie e nei laboratori di ricerca presenti sul territorio aquilano – affermano gli organizzatori –, ci siamo chiesti come commemorare il decennale del terremoto che ha colpito la città dell’Aquila. Una coincidenza di date ci è venuta in soccorso”. Il 6 aprile 1922, infatti, alla Sociéte française de Philosophie di Parigi, Albert Einstein incontra per la prima volta Henri Bergson, il filosofo di Francia. Oggetto del celebre dibattito, la natura del tempo alla luce della teoria della relatività. Il tempo di cui si occupa il fisico – chiedeva Einstein – è lo stesso su cui riflette il filosofo? Quel giorno il conflitto fra le due prospettive fu inevitabile: Bergson e Einstein sono diventati emblema del difficile rapporto tra scienza e filosofia. La seduta parigina è passata alla storia come il momento in cui l’unità del pensiero umano si è definitivamente compromessa e le conseguenze di quella frattura sono incalcolabili. “Tuttavia – osservano gli organizzatori – pensiamo che i tempi siano ormai maturi perché il confronto venga riaperto su basi completamente rinnovate e perché scienza e filosofia tornino a dialogare su di un piano di parità a partire dalla comune questione: che cos’è il tempo?”.

Precorrendo di poco i tempi “naturali” del centenario della seduta parigina, il convegno viene a coincidere con il decennale del sisma che ha sconvolto L’Aquila, rendendo i suoi cittadini assai sensibili alla distinzione tra tempo qualitativo della coscienza e tempo quantitativo della scienza, oggetto dell’incontro parigino.

Al colloquio prenderanno parte importanti esponenti della fisica teorica, della cosmologia scientifica e della filosofia, tanto di quella cosiddetta “analitica” quanto di quella “continentale”. A ciascuno sarà posta la stessa questione che aveva diviso Einstein e Bergson perché il convegno, nel tentativo di riprendere quell’antico dialogo, si prefigge il raggiungimento di tre grandi obiettivi: ricostruire il contesto storico e culturale del dibattito parigino; riproporre la questione sollevata allora, tenendo conto dei risultati più recenti della ricerca scientifica e filosofica; formulare nuove ipotesi capaci di conciliare il tempo dell’uomo con quello della natura.

Tornare a discutere filosoficamente e scientificamente del tempo in una città che, dal tempo, è stata segnata e che, al tempo, chiede di poter finalmente sanare le proprie ferite, ci è parso infatti l’unico modo per affrontare questa ricorrenza, indicando, nel presente e con la forza di una comune passione, una strada su cui ricostruire il proprio passato in vista della costruzione del proprio futuro. Il convegno vuole essere un segnale positivo di speranza e di rinascita per una città impegnata da anni nel tentativo di sanare gli effetti catastrofici del sisma.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Si è svolta sabato 30 marzo, presso il Paladionigi di Montecchio (Pesaro) la 40^ edizione del Millennium judo che ha registrato la presenza di 26 società e 400 atleti fra cui i ragazzi dell'asd Amiternum judo L'aquila.

"Nell'Aprile del 2009 molti dei nostri ragazzi non erano neppure nati - dicono Barbara Desideri e Salvatore Podda, presidente e tecnico dell'Asd Amiternum - ed è commovente vedere questi bambini, nati in un territorio disastrato e disorientato, affrontare i combattimenti con una grinta superiore a quella degli adulti. Loro sono la prova concreta della tenacia e del coraggio abruzzesi".

"Ho tre figli di età diversa che frequentano i corsi di judo in orari diversi - racconta Roberta La Chioma - in giorni diversi della settimana. Accompagnarli agli allenamenti e alle gare è molto stancante, ma quando ho sentito, fra 400 ragazzi, i cori di incitamento ai compagni impegnati nei combattimenti che solo i ragazzi aquilani hanno saputo intonare, mi è passata la fatica e ho dimenticato persino che avrei dovuto guidare per 300 km per tornare a casa".

Di seguito l'elenco degli atleti al podio: 

Gioia Diaz 1° Classificata
Alice Podda 1° Classificata
Elena Sugamiele 1° Classificata
Antonio Podda 1° Classificato
Thomas De Simone 1° Classificato
Claudio Boccacci 2° Classificato
Greta Ianni 2° Classificata
Lorenzo De Rosa 2° Classificato
Diero Lorè 2° Classificato
Flavia Nardocci 2° Classificata
Mariagiulia Alesii 3° Classificata
Benedetta Gallucci 3° Classificata
Vittoria Gallucci 3° Classificata
Pietro Nardocci 3° Classificato
Lorenzo Biondi 3° Classificato
Davide Biondi 3° Classificato
Diana Lorè 3° Classificata
Mattia Ianni 3° Classificato
Ilaria Visca 3° Classificata
Pubblicato in Sport

L'AQUILA - L'Assessore allo Sport del Comune dell’Aquila, Vittorio Fabrizi, e la Presidente della società di rugby Belve Neroverdi, Francesca Alfonsetti, terranno, giovedì 4 aprile ore 11.30, nella Sala Rivera di Palazzo Fibbioni, una conferenza stampa sulla giornata di Campionato Nazionale di serie A che vedrà in campo la squadra dell'Aquila contro le Puma Bisenzio Firenze.

L'evento, per la prima volta nella storia del rugby cittadino, vedrà le ragazze disputare, domenica 7 aprile alle ore 15.30, la gara nello stadio Tommaso Fattori.

Pubblicato in Sport

L'AQUILA - "I segni della tragedia dell’Hotel Rigopiano sono ancora perfettamente visibili e, oltre al dolore che riaffiora ogni volta passando su quella strada, c’è un fattore di sicurezza per l’ambiente e le persone che non può essere ignorato. Per questo chiedo al Presidente Marco Marsilio e al Presidente della Provincia di intervenire immediatamente". Lo Afferma il Vice Presidente del Consiglio regionale Domenico Pettinari, che nei giorni scorsi è tornato a visitare i cittadini delle dell’Area Vestina passando anche per Farindola.

“La strada che costeggia quello che era il Resort Rigopiano non è stata ancora messa in sicurezza, nonostante siano passati ormai due anni dalla tragedia: manca il guardrail, sulla strada ci sono ancora numerose buche create dai massi scesi giù dalla montagna, alcuni detriti sono ancora ammassati sui lati delle carreggiate. I cumuli di macerie sull’area interessata, che dovevano essere portati nelle discariche, sono ancora lì; si tratta di migliaia di MQ di materiale probabilmente potenzialmente inquinante. I detriti sono anche finiti nell’area che sovrasta la cascata del Vitello D’Oro. Alcuni cittadini, inoltre, mi hanno segnalato che anche a seguito del lavori per l’illuminazione pubblica pare che sia stata rotta una rete fognaria e che non sia stata messa a posto” conclude Pettinari.

Pubblicato in Politica

ROMA - Il 2 aprile si celebra la Giornata Mondiale della Consapevolezza sull’Autismo.

La Fisdir - Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali - intende sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della pratica sportiva per il miglioramento della qualità di vita delle persone autistiche.

Per tale ragione la Federazione Sportiva riconosciuta dal Comitato Italiano Paralimpico quale responsabile della gestione e dello sviluppo dello sport per persone disabili intellettivo relazionali, ha realizzato il video “Blu”.

Un’animazione, firmata alla regia da Paolo Geremei, che affronta la tematica dell’autismo sin dal titolo: quando nel 2007 le Nazioni unite decisero di istituire questa giornata, i promotori spiegarono che il blu, in quanto “tinta enigmatica”, ha il potere di risvegliare il senso di “sicurezza” e il bisogno di “conoscenza”. E, in effetti, sono questi i due luoghi dove converge il mondo dell’autismo. La “sicurezza” intesa non solo come la possibilità, nel presente, di vivere un’esistenza libera e allo stesso tempo protetta, sia per gli autistici, sia per i loro familiari, ma anche come sicurezza del futuro.

Un viaggio nella vita di una famiglia che vive la disabilità del figlio, avvolto in una bolla fino a quando il contatto, casuale, con l’acqua, cambierà la loro vita.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Il gruppo di attivisti aquilani AQ5Stelle ha effettuato un sopralluogo presso la stazione dell’Aquila per verificare lo stato d’avanzamento dei lavori per l’accesso al terzo binario: “A gennaio si parlava di lavori quasi al termine ma, nella realtà, le opere sembrano ben lontane dal vedere una fine; i disagi che derivano da questa situazione sono notevoli visto che il terzo binario, da dove peraltro arrivano e partono molti viaggiatori per Sulmona, continua ad essere irraggiungibile per disabili e genitori con passeggini.

Le carenze del trasporto pubblico all’Aquila” continuano gli attivisti del gruppo “è uno dei problemi maggiormente sentiti da tutta la popolazione: dai più giovani ai meno giovani. In tutte le campagne elettorali ci sono promesse per migliorare i servizi, la qualità e l’efficienza che però rimangono, appunto, solo promesse elettorali. Siamo andati presso la stazione ferroviaria, ormai si è sempre più propensi all’automazione del servizio di biglietteria e nelle piccole stazioni non c’è più personale.

Ma all’Aquila abbiamo raggiunto l’apice. Oltre a rimanere un miraggio la sistemazione del piazzale antistante, annunciata in pompa magna dall’attuale giunta,  non si hanno tempi certi su quando saranno completati i lavori per il collegamento agevole  al terzo binario.

Se non siamo capaci di dare servizi minimi in tempi certi e rapidi alla popolazione” concludono gli attivisti aquilani “come possiamo pensare di attrarre turisti? Si parla di smart city e non siamo in grado di avere una città che soddisfi un bisogno primario come quello della mobilità accessibile per tutti”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - In onore della giornata per la consapevolezza sull'autismo che si celebra oggi, 2 aprile, verrà illuminato di blu il Palazzo dell'Emiciclo di L'Aquila.

Lo comunica lo staff del Centro di Riabilitazione per l'autismo "La Casa Di Michele" e della Cooperativa Sociale Lavoriamo Insieme.

Pubblicato in Varie
Martedì, 02 Aprile 2019 11:34

Editoria: Un consiglio di lettura

TORINO – di - Dom Serafini - giornalista abruzzese di Giulianova, dal 1968 residente a New York, ha Nicola F. Pomponio pubblicato un libro autobiografico dal simpatico titolo “Ero gracile. La rivincita della B12. I ricordi di un’epoca strana e divertente, che sembra lontana” (Artemia Nova Editrice, Mosciano - Teramo). Il libro è il racconto di com’era l’Abruzzo - e l’Italia - negli anni ’60 e, con ironia e leggerezza, pone a confronto l’attualità e l’epoca bel boom economico.

L’autore, attraverso il ricordo e la descrizione di quegli anni, ricostruisce un mondo ormai lontano ma vivace, con grandi energie e tanta voglia di emergere; diventa metafora di questa grande vitalità proprio l’essere gracile dell’autore, combattuto con vitamine B12, e che, con grande autoironia, è il motivo ricorrente per descrivere quegli anni che si pongono a cavallo tra il boom e i tragici anni di piombo.

“Ero gracile” conduce così, senza alcuna pesantezza, a rendere cosciente il lettore sia dei vasti cambiamenti intervenuti in questi anni sia delle nuove sfide che questi cambiamenti apportano (si veda ad esempio la descrizione del problema ecologico dello smaltimento dei rifiuti). Il progresso quindi appare da un lato come un oggettivo miglioramento degli standard di vita ma, dall’altro, non vengono sottaciuti i nuovi problemi che esso pone come, per riprendere il tema della gracilità, la questione dell’obesità che, vera piaga sociale negli Stati Uniti, assurge a contraltare, reale e metaforico, di ciò che veniva combattuto, durante l’infanzia, a suon di vitamine.

Tutto ciò affrontando temi di vita quotidiana degli anni ’60 di cui alcuni dimenticati e altri, come l’emigrazione, a tutt’oggi ben presenti in Italia. Il tono generale del testo ne raccomanda la lettura; ironico, pungente, mai sopra le righe e mai faticoso, le pagine scorrono con una facilità che non scade nella superficialità ma ci consente di prender coscienza di questioni importanti attraverso il sorriso.

Domenico (Dom) Serafini dirige a New York “VideoAge”, mensile di primaria importanza per la produzione e la vendita di contenuti televisivi. Autore di vari volumi sul mondo della televisione è collaboratore di importanti testate americane (come “L’italo-americano” di Los Angeles e “America Oggi” di New York) e italiane (“Il Messaggero”, “Il Sole 24 Ore”).

Pubblicato in Varie

LANCIANO - Gli alunni del Liceo scientifico di Lanciano alle prese con le misurazioni del raggi cosmici grazie a un'iniziativa che li ha, tra l'altro, visti vincitori in una competizione nazionale nell'ambito del Progetto EEE ("Extreme Energy Events") – La Scienza nelle Scuole.

Lo scorso 28 marzo 2019 gli alunni del Liceo Scientifico G.Galilei di Lanciano hanno incontrato il dott. De Gruttola, ricercatore del Centro Fermi di Roma, per studiare i raggi cosmici. Tale incontro si inserisce all'interno del Progetto EEE ("Extreme Energy Events") – La Scienza nelle Scuole.  L'obiettivo del progetto EEE è lo studio degli sciami di raggi cosmici di grandissima energia attraverso una rete di "telescopi per muoni" diffusa sul territorio italiano. 

Grazie al progetto EEE, coordinato dalle professoresse Tiziana Torriero e Hilenia De Titta, quest'anno scolastico gli alunni hanno partecipato all'International Cosmic Day presso l'Università di Salerno e alla X CONFERENZA DEI PROGETTI EEE a Torino. Durante l'incontro, ai docenti della scuola referenti del progetto EEE, è stata consegnata la Cosmic Box, un rilevatore di raggi cosmici portatile. 
Gli alunni utilizzeranno tale CB nei prossimi due mesi per fare misurazioni di raggi cosmici a Lanciano e sulla Majella, coadiuvati dall'Ente Parco Nazionale della Majella  Le misure che verranno effettuate fanno parte di un progetto ideato dalla scuola e che risulta vincitore di un contest insieme a de altri istituti in ambito nazionale.

 

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Premio Agape, sezione saggistica, alla giornalista aquilana, Monica Pelliccione.

Il prestigioso riconoscimento verrà assegnato, nel corso della convention interclub Rotary International Agape Caffè letterari d'Italia e d'Europa in programma il 4 aprile, alle 17,30, all'hotel Montebello Splendid di Firenze, “a personaggi del mondo culturale italiano, che si sono particolarmente distinti nell'essere di ispirazione e favorire la connessione e la crescita socio-culturale nei settori della letteratura, del giornalismo, della fotografia, della pittura e dell'architettura”.

Nel corso della manifestazione, organizzata dai club Rotary Firenze Lorenzo il Magnifico, Verona Scaligero, Rotaract Firenze sud e Perugia, Distretti 2090- 2071 e 2060, Teramo est e Pescara ovest D'Annunzio, verranno presentati i libri “Storie di donne”, di Monica Pelliccione, “Il tempo è l'energia della materia” di Angelo Sagnelli, “L'uomo numero” di Franca Berardi, “La Naja che non volevo” di Renato Romano e “Il tempo e la bellezza” di Antonio Lera.

“Il premio Agape per la saggistica cade in una stagione di particolare fermento della mia produzione letteraria”, ha dichiarato Pelliccione, “sono onorata di essere stata inserita nel novero dei personaggi italiani insigniti per aver favorito la crescita socio-culturale, tra l'altro con un libro “Storie di donne”, uscito appena venti giorni fa e che mi è valso già un premio per il giornalismo e la letteratura. Dedico questo ulteriore riconoscimento a tutte le donne che si battono con determinazione e forza d'animo per una società più equa e attenta all'universo femminile”.

Storie di donne affronta il tema della violenza non solo fisica, ma perpetrata anche in un alveo psicologico, nella sfera lavorativa come in famiglia e nei rapporti interpersonali. Pelliccione, giornalista e scrittrice, è autrice di diversi volumi: L’Aquila e il polo elettronico. Retroscena di una crisi, edito nel 2005, Nel nome di Celestino, pubblicato nel 2009 e San Pietro della Jenca (2013). A fine 2018 ha vinto il premio Racconti Abruzzo e Molise con All’ombra della Jenca, pubblicato nell’antologia edita da Historica edizioni (Libro.co) e ha ricevuto il premio nazionale Agape 2018 per la letteratura. A marzo scorso è uscito Storie di donne (edizione onlus Antonio Padovani), con cui ha ottenuto il premio per il giornalismo e la letteratura. Ha curato, inoltre, i testi di “L'Aquila - Le 100 Meraviglie (+1)”, edizioni Typimedia.

Pubblicato in Arte e Cultura

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo