http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Febbraio 2019 - Radio L'Aquila 1
Sabato, 02 Febbraio 2019 09:47

Cercasi navigator

L'AQUILA - In tutto si parla di 10mila assunzioni. Di questi a gestirne 6milasaranno l'Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Governo (Anpal) e 4mila i Centri per l'Impiego delle Regioni. "Non sono ancora partite le selezioni per i navigator" scrivono sul sito dell'Anpal Servizi. "Il decreto stabilisce che, per avviare la misura" siamo autorizzati "a contrattualizzare, per gli anni 2019 e 2020, professionalità in grado di seguire personalmente il beneficiario del reddito di cittadinanza nella ricerca di lavoro, nella formazione e nel reinserimento professionale". Secondo le ultime indiscrezioni il reclutamento dei 6mila laureati dovrebbe avvenire sulla base di una valutazione dei titoli e con un colloquio, c'è anche l'ipotesi di un quiz a risposta multipla, ma per ora non ci sono certezze. Gli altri 4mila dovrebbero essere scelti per concorso: la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale è prevista per metà febbraio.

"Faremo riferimento a quelle che sono le caratteristiche degli operatori dei centi per l'impiego più esperti, con più capacità" dice all'Adnkronos/Labitalia Maurizio Del Conte, presidente uscente di Anpal. In sintesi, "il navigator - spiega - deve conoscere le regole e cioè benefici, incentivi e sussidi di disoccupazione, con le differenze messe in campo a livello regionale e territoriale, avere conoscenza tecnica e giuridica precisa, avere capacità anche di orientatore e valutatore delle competenze professionali di chi si presenta allo sportello, in modo tale da realizzare un bilancio delle competenze del disoccupato". Dovrà anche "essere capace di leggere come si muove il mercato territorialmente, essendo così in grado di incrociare domanda e offerta di lavoro, andando a incrociare le imprese con i beneficiari del reddito di cittadinanza". Le lauree richieste come ipotizzato dal Sole24Ore dovrebbero essere: Economia, Giurisprudenza, Sociologia, Psicologia, Scienze Politiche e della Formazione. I contratti dovrebbero essere di due anni, mentre dopo l'assunzione sarebbe previsto un periodo di formazione sul campo.
 

Le ultime indiscrezioni, riportate dal quindicinale RomaGiovani, parlano di una retribuzione annuale lorda annuale (RAL) di 30mila euro pari a circa 1700 euro netti al mese. Tra le ipotesi circolate anche un possibile premio collegato al numero di assunzioni dei beneficiari del reddito di cittadinanza.

Per tenersi aggiornati e non perdere il bando basta controllare sul sito dell'Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro Servizi, mentre per il concorso pubblico su quello della Gazzetta Ufficiale. Lunedì, poi, informa Palazzo Chigi, si svolgerà la presentazione del sito ufficiale e della card del Reddito di cittadinanza. (ADNKRONOS)

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - La Deputata Dem Stefania Pezzopane esprime grande soddisfazione per le parole del Sottosegretario Vito Crimi che oggi ha visitato il Gssi a L’Aquila.

“Le parole di Crimi sono per me di grande soddisfazione, ha infatti smentito quanto detto nel recente passato dal M5S e praticamente è venuto a dire che il Pd ha fatto un ottimo lavoro. Egli plaude al Gssi. Musica per le mie orecchie! Finalmente smentite dal sottosegretario le menzogne e le illazioni gravissime che il M5S pronuncio’ in aula e sulla stampa quando, grazie ad una mia battaglia parlamentare si trasformò in università di alta formazione il Gssi. Per amore di verità ripropongo virgolettato, quanto allora scrissero tre senatrici M5S tra cui spicca l’attuale ministra al sud Lezzi. Le senatrici pentastellate Michela Montevecchi, Elisa Bulgarelli e Barbara Lezzi, commentando la manovra di Stabilità in discussione al Senato, hanno detto nel novembre 2017 'Dopo la raffica dei verdiniani è il turno della senatrice del Pd Stefania Pezzopane che propone di incrementare di 1,5 milioni di euro il fondo per il Gran Sasso Science Institute, scuola universitaria privata con sede nella città della senatrice, L'Aquila. Ma non è tanto questa coincidenza territoriale a indignarci' hanno affermato le tre esponenti del M5S 'quanto il fatto che il contributo viene finanziato riducendo di un importo corrispondente il fondo ordinario per l'università pubblica, già del tutto inadeguato per un reale sostegno del sistema università. E' inaccettabile sacrificare ancora una volta l'università pubblica preferendole la cura del proprio orticello elettorale'.

Ma vi rendete conto cosa raccontavano al paese allora del nostro operato? Bugie ieri, bugie oggi. Proprio nei luoghi risultato di un grande lavoro dei governi di centrosinistra, adesso spudoratamente il M5S in comode macchine blu viene fare passerelle elettorali da prima repubblica. Il Gssi era secondo il M5S il mio orticello elettorale. Non aggiungo altro“.

Pubblicato in Politica
Venerdì, 01 Febbraio 2019 18:36

Meteo, a L'Aquila ombrelli aperti anche domani

L'AQUILA - di Elio Ursini - In serata e durante la notte cielo coperto con piogge a tratti moderate. Domani cielo coperto con piogge a tratti molto intense.
Venti, domani moderati prevalentemente da Sud-Ovest (raffiche 25km/h) in attenuazione nel pomeriggio.
Temperatura minima prevista 4 gradi, massima di domani 10 gradi.
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - L’ente previdenziale dei farmacisti (Enpaf) annuncia incentivi per le assunzioni a tempo indeterminato. Il consiglio d’amministrazione ha previsto l’erogazione di un contributo a favore dei titolari di farmacie che assumono farmacisti under30 o, se disoccupati da almeno sei mesi, farmacisti over50. Ad annunciarlo è una nota della Fondazione Enpaf. Il contributo sarà valido anche per farmacie gestite in forma societaria, a patto che la maggioranza delle quote appartenga a farmacisti iscritti all’Enpaf.

I contratti

Gli incentivi riguardano tutti i rapporti di lavoro subordinato a tempo indeterminato stipulati o convertiti successivamente all’entrata in vigore del regolamento dell’iniziativa (1° gennaio 2019). Sia nel caso di nuove assunzioni che di trasformazioni di precedenti contratti a termine. Il contributo Enpaf corrisponde ad un’aliquota percentuale crescente degli oneri salariali fissi, è correlato alla durata dei rapporti di lavoro a partire da una anzianità minima di otto mesi e fino ad un massimo di trentasei.

“È un’iniziativa innovativa e concreta che l’Enpaf ha fortemente voluto per incentivare l’occupazione dei giovani colleghi e di coloro che non più giovani hanno perso il proprio lavoro.  La sezione ‘assistenza’ (di Enpaf, ndr) ormai è sempre più espressione di politiche di categoria inclusive finalizzate allo sviluppo del welfare allargato”, commenta il presidente di Enpaf, Emilio Croce.

La domanda

La domanda potrà essere presentata dal datore di lavoro solo al termine di ciascun periodo di durata del rapporto per il quale può essere richiesto il contributo (dopo 8 mesi, 17 mesi, 26 mesi e 36 mesi). Il rapporto di lavoro deve, inoltre, essere ancora in atto al momento di presentazione della domanda. Il contributo sarà erogato nei limiti di uno stanziamento fissato dal consiglio di amministrazione. (aboutpharma.com)

 

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - "Sento il bisogno di proporvi una pacata riflessione, sulla quale, spero, qualcuno voglia aprire una altrettanto pacata discussione". Inizia così una nota stampa di Massimo Cialente, ex sindaco dell'Aquila.

"Non ho nulla di personale - afferma - contro il proconsole catapultato dal centrodestra in Abruzzo. Non ho avuto modo di conoscerlo negli anni in cui ho fatto il Sindaco, né conosco la sua attività politica, svoltasi sempre a Roma. Perché non ritengo né giusta né utile la sua candidatura, al di là delle differenze ideologiche? Perché un Comune ed una Regione sono guidate da due componenti: i politici, in primis il Sindaco o Presidente, i dirigenti, a partire dal Segretario Generale nei Municipi, i Direttori Generali in Regione.

Attenti: sono ruoli ben distinti. La politica delinea le strategie, compie le scelte, avanza proposte, individua problematiche e loro soluzioni. I Dirigenti traducono queste volontà in atti normativamente, legalmente, economicamente validi. Sono funzioni ben distinte e separate. Se il politico pretende un atto non compatibile con norme e bilancio, per legge il Dirigente si può, anzi deve, rifiutarsi di firmarlo. Purtroppo, anche per mia esperienza diretta, i cittadini ignorano questa articolazione delle nostre istituzioni. Allora vengo al cuore della mia considerazione".

"I dirigenti  - spiega Cialente - devono essere bravi, ed il politico cerca di avere sempre i migliori. Questi non devono conoscere il territorio in cui operano. Possono venire da ovunque, perché devono solo fare gli atti in modo giusto. Il mio ultimo segretario generale, Carlo Pirozzolo, bravissimo, è di Benevento ed aveva lavorato nelle marche e nel teramano. I due segretari scelti dal sindaco Biondi erano uno toscano l'altra è laziale. Credo che uno dei nuovi dirigenti del comune sia un valido tecnico del Pescarese. Va bene. ripeto, devono solo fare atti.

Per il Sindaco o Presidente di Regione è l'inverso. Questi sono chiamati a delineare le scelte strategiche, individuare potenzialità o debolezze del proprio territorio, per risolvere i problemi e soprattutto assicurare uno sviluppo sano, vale a dire lavoro, servizi, pari opportunità per tutti. Per fare questo sono necessarie due cose: conoscenza approfondita del territorio, conoscenza dei suoi abitanti, delle loro caratteristiche culturali, del mondo produttivo, dell'istruzione, delle loro tradizioni irrinunciabili, delle loro potenzialità. Il candidato del centrodestra queste conoscenze non le ha, non per colpa sua, ma perché ha fatto altro nella vita. Come se io, o lo stesso Biondi, andassimo a candidarci a sindaco a Vercelli. So solo che li, credo di ricordare, vi erano le risaie. Ma anche a Teramo piuttosto che Pescara o Chieti".

"Qualcuno - aggiunge - mi ha risposto: 'non c'è problema, ci saranno gli assessori'. Peggio mi sento. Con il nostro sistema elettorale, ho sempre pensato che i nostri Consiglieri Regionali sono per lo più dei superconsiglieri comunali, referenti per aree (guardate anche la attuale campagna elettorale). Ecco che serve una guida competente e capace di avere una visione complessiva e da far condividere, se necessario democraticamente imporre. Che abbia prestigio ed abbia dimostrato di aver realmente seguito le vicende del nostro Abruzzo.

"Per me, oggettivamente, questa persona è Giovanni Legnini, Lo affermo - termina Massimo Cialente - al di la della mia personale stima, alla luce delle mie considerazioni. Il proconsole, se bravo, sarebbe come un dirigente, niente di più".

 
Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Un Piano strategico della montagna, che raccoglierà una serie di misure e incentivi per valorizzare le risorse della montagna abruzzese. E’ la quarta proposta di quelle studiate specificatamente per le aree interne che il consigliere regionale uscente e candidato al Consiglio regionale alle elezioni del 10 febbraio Pierpaolo Pietrucci presenta come impegno per i prossimi cinque anni, “che prendo assieme a Patrizia Masciovecchio. Presenteremo il piano strategico della montagna alle associazioni ambientaliste e del territorio nel corso dell’incontro pubblico che abbiamo organizzato il 7 febbraio nel nostro comitato, assieme agli altri tre progetti per le aree interne”.

Il piano strategico della montagna prevederà: l’applicazione di un controvalore etico (che si tradurrà in misure legislative di tutela e valorizzazione e incentivi economici) alle risorse montane (aria, terra e acqua); una quota di risorse pubbliche vincolate alla manutenzione del territorio (prevenzione dal dissesto idrogeologico, interventi di salvaguardia dei boschi, dei fiumi e dei laghi) anche in un’ottica di creazione di economia e posti di lavoro; il completamento dei bacini sciistici e delle vie e dei sentieri montani, oltre che della rete ciclabile, in continuità con la legge Reasta e i finanziamenti per la pista ciclabile della Valle dell’Aterno, promossi da Pietrucci nel corso della legislatura che si sta per concludere; l’applicazione del principio di specificità montana per valutare e prevedere la dotazione di servizi, come ad esempio il trasporto pubblico, la sanità, la semplificazione delle procedure amministrative, l’attenzione maggiore alle esigenze e alle caratteristiche dell’agricoltura di montagna.

Pietrucci spiega che “si tratta un piano ambizioso, che necessita di risorse, e per questo sarà fondamentale prima di ogni altra azione recuperare i fondi Ue. In più si dovranno compensare gli agricoltori delle attività di manutenzione di cui si fanno carico, e dei danni causati dalla fauna selvatica. Più di ogni cosa, tuttavia, dovrà affermarsi una volta per tutte il principio che la montagna è una risorsa, da tutelare e da valorizzare. Nella scorsa legislatura mi sono molto speso per una serie di misure fondamentali: penso alla legge Reasta, agli investimenti per la riqualificazione dei sentieri sul Gran Sasso e agli investimenti per i bacini sciistici dell’Altopiano delle Rocche. Ora si può dare una cornice e un respiro alla convinzione che la montagna, anche perché è una parte rilevantissima dell’Abruzzo e delle aree interne, oltre a essere una peculiarità è una risorsa per la nostra regione”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - CasaPound Italia interviene nuovamente sul tema dell’abbandono delle aree interne d’Abruzzo e sulle vertenze occupazionali della provincia aquilana con una nota a firma dei candidati alle elezioni regionali Claudia Pagliariccio e Marco Mancini.

“In queste settimane di campagna elettorale - afferma Pagliariccio - tanti leader nazionali sono di scena in Abruzzo ma, anziché concentrarsi sui problemi della nostra Regione, i principali schieramenti preferiscono parlare di altro. Anche quando sarebbero deputati a intervenire, come nel caso del ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Di Maio, si limitano a ricevere dossier sulle crisi occupazionali in corso senza muovere un dito. I candidati del territorio, dal canto loro, promettono addirittura posti di lavoro inesistenti prendendo in giro gli elettori, ma fanno finta di niente sulla grave situazione di disagio in cui versa tutta la provincia aquilana”.

“Ecare e Intecs a L’Aquila, LFoundry nella Marsica: sono solo alcune - aggiunge Marco Mancini - delle vertenze ancora aperte che nessuno sembra avere veramente a cuore, mentre si trasferiscono e si declassano anche gli uffici pubblici, come è già avvenuto per l’Agenzia delle Dogane e come si progetta di fare nel caso della Soprintendenza Unica per L’Aquila e i Comuni del cratere o, secondo quanto paventato nei giorni scorsi, addirittura per la Questura dell’Aquila. Rispetto a questi temi sono pervenute solo generiche rassicurazioni e proseguono, di pari passo con lo spopolamento denunciato in questi giorni anche dai sindacati, il taglio dei servizi pubblici e la chiusura di sedi come quelle dell’Enel a Sulmona e dell’Inps a Castel di Sangro. Rimangono poi problemi gravissimi sul fronte della ricostruzione, in particolare del cratere sismico del 2016-2017 nell’Alto Aterno”.

“Anziché discutere una strategia seria di rilancio della nostra provincia, i principali schieramenti preferiscono rinfacciarsi astensioni nei voti parlamentari vecchie di anni, mentre l’Abruzzo interno perde sempre più terreno rispetto alle zone costiere e all’intera economia nazionale. Come teologi bizantini durante la caduta di Costantinopoli - concludono i candidati della tartaruga frecciata - centrodestra, centrosinistra e Cinque Stelle discutono del sesso degli angeli mentre le aree interne della provincia aquilana sono ormai vicine al collasso”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Torna a L’Aquila nel cartellone della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli”, uno dei quartetti italiani più famosi nel mondo: il Quartetto di Cremona, che avrà il compito di avviare l’edizione integrale dei Quartetti per Archi di Beethoven, che si svilupperà in una serie di concerti fino al 2020, anno in cui ricorre il 250° della nascita di Beethoven (1770).

L’appuntamento è presso l’Auditorium del Parco, domenica 3 febbraio con inizio alle ore 18.

Il quartetto nasce nel 2000 da musicisti formati all’Accademia Walter Stauffer di Salvatore Accardo e poi è stato sostenuto dalla Scuola di Musica di Fiesole sotto la guida di Piero Farulli. Ovunque abbia portato la sua musica, il gruppo ha entusiasmato il pubblico e la critica. In formazione quattro straordinari musicisti: i violinisti Cristiano Gualco e Paolo Andreoli, il violista Simone Gramaglia e il violoncellista Giovanni Scaglione. Certamente la musica cameristica per archi di Beethoven è uno dei pilastri del repertorio del Quartetto di Cremona che ne ha già inciso un’integrale in una fortunata edizione discografica. In questo primo concerto saranno eseguiti il Quartetto in sol maggiore op. 18 n. 2, il Quartetto in fa minore op. 95 “Serioso” e il Quartetto in fa maggiore op. 135.

Si segnala che il Quartetto di Cremona è stato scelto come testimonial per il progetto “Friends of Stradivari” e suona con strumenti di assoluto pregio: Cristiano Gualco suona un violino Giovanni Battista Guadagnini (Torino 1776), Paolo Andreoli un violino Paolo Antonio Testore (Milano ca 1758), Simone Gramaglia suona una viola Gioachino Torazzi del 1680 ca. e Giovanni Scaglione un violoncello Don Nicola Amati (Bologna 1712), strumenti forniti dalla Fondazione Kulturfonds Peter Eckes e dalla Nippon Foundation.

Grazie anche alle loro fortunate incisioni premiate ed apprezzate, il Quartetto di Cremona è considerato dalla critica internazionale il vero erede dello storico Quartetto Italiano.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

CANISTRO (AQ) - Nel 2018, anno dell’avvento della mono-specialistica in ortopedia e traumatologia sono stati effettuati 1.808 interventi chirurgici in regime convenzionato e 25.170 prestazioni sanitarie nelle altre specialità.

Sono numeri che disegnano un bilancio positivo per la casa di cura Ini di Canistro (L’Aquila) che fa parte del gruppo nazionale di proprietà della famiglia Faroni.

I dati confermano innanzitutto il successo della riconversione in mono-specialistica in Ortopedia e Traumatologia, imposta dal decreto dell'ex ministro Beatrice Lorenzin, avviata il primo gennaio 2018. La clinica privata ha però confermato e potenziato, anche con l'acquisto di macchinari all'avanguardia, le sue altre prestazioni di eccellenza, in particolare quelle di Urologia, branca storica, ora in regime privato, ma a costi calmierati e competitivi.

Un elemento significativo è l'aumento degli interventi negli ultimi tre mesi, con punte durante l'anno che hanno sfiorato quota 200 mensili. “Al termine del primo anno legato al nuovo corso della nostra struttura, siamo soddisfatti dei risultati ottenuti e quindi delle prestazioni fornite ai cittadini - spiega il Direttore amministrativo di Ini Canistro, David Massitti, alla guida della struttura dal mese di ottobre -. Ci fa ben sperare il buon andamento strutturale degli ultimi mesi dell’anno, un segnale chiaro del fatto che stiamo entrando nel giusto ed efficace assetto organizzativo”.

Secondo il dirigente, “le nuovissime sale operatorie dotate di sistemi e spazi ampi con tecnologie che aumentano l’asepsi, la sicurezza e la qualità ambientale sia del paziente che degli operatori, hanno fatto diventare la nostra struttura un polo attrattivo per chi ha necessità di chirurgia e assistenza di alto livello”.

“Questo si lega ad una politica del Gruppo Ini che ha deciso di fare in modo che, nel pieno rispetto degli accordi regionali, il rapporto tra investimenti privati e contributo del sistema sanitario nazionale porti ad un ricavo equilibrato ma con un risultato eccellente e performante. In tal modo la nostra struttura può essere paragonata alle migliori cliniche private europee”, chiarisce ancora Massitti.

Dei 1.808 interventi in regime convenzionato, 414 hanno riguardato l'artroscopia della spalla, 321 l'artroscopia del ginocchio, 189 l'ernia discale, 176 l'alluce valgo, 110 la protesi del ginocchio.

A seguire sono stati eseguiti interventi relativi al tunnel carpale (98), protesi d'anca (81), artrodesi semplice (53), interventi su articolazioni maggiori arti superiori (34), artrodesi complicata (25), revisione protesi (15), nervo ulnare(13) e artrodesi cervicale (10).

Altro dato significativo è l'aumento degli interventi negli ultimi tre mesi, con punte durante l'anno che hanno sfiorato quota 200 mensili.

Per quanto riguarda le prestazioni complessive, la classifica vede in prima posizione la fisioterapia (10.050), a seguire le analisi di laboratorio (6.979), la diagnostica per immagini (3.639), la neurologia (1.794), l'ortopedia (1.628), la cardiologia (1.038) e la nefrologia (42).

Attualmente alla Ini lavorano 150 professionisti, e la clinica è autorizzata all'esercizio dell’attività ospedaliera per una dotazione totale di 105 posti letto.

Pubblicato in Cronaca
Venerdì, 01 Febbraio 2019 16:35

Con Babel un weekend geopolitico nella Marsica

L'AQUILA - Sabato e domenica doppio appuntamento marsicano con Salvatore Santangelo e con il suo ultimo libro Babel (Castelvecchi).

Il 2 febbraio, l’autore dialogherà con Sara Palombo presso la libreria BookStore Mondadori di Avezzano (ore 17), il 3 la presentazione è prevista, a partire dalle 18, nella Sala Consiliare del Comune di Tagliacozzo con Rodolfo De Laurentiis, Antonio Pensa, Vincenzo Giovagnorio, Fabrizio Di Stefano e Giancarlo Moretti.

Con Manager/Politico - Politico/Manager (FrancoAngeli) aveva anticipato la "svolta" tecnocratica del governo Monti, con GeRussia (Castelvecchi) "intuito" le inedite traiettorie strategiche tra Germania e Russia esemplificate nella pervicace difesa della grande opera energetico/infrastrutturale NordStream 1/2; Santangelo torna ora in libreria con un volume che individua e descrive i sintomi della crisi del mondo globale, delineando sempre più la nuova dinamica: alto vs. basso / centro vs. periferie, e soprattutto evocando "i cambi di paradigma" tecnologici che accelerano il "paretiano" ricambio delle élite.

L’impetuosa crescita economica della Cina, l’eredità dei neocon, le guerre in Afghanistan, in Iraq, in Libia e in Siria, le tensioni costanti in Africa e nel continente eurasiatico, le crescenti conflittualità di ordine religioso, i poderosi flussi migratori, il collasso delle istituzioni e delle pratiche multilaterali, le trasformazioni tecnologiche, l’internazionalizzazione dei mercati e le tempeste finanziarie.

Il volume cerca non tanto di definire o spiegare cosa sia la Globalizzazione, termine che compendia tutti i cambiamenti che stiamo vivendo, bensì di dar conto dei diversi tentativi di farlo, tratteggiando una mappa di questo mondo nuovo.

Un disegno incompleto, ma in cui già è già possibile riconoscere alcune tendenze di fondo.

L’impulso alla frammentazione, innanzitutto: la riscoperta delle identità particolari che si scontra con un orizzonte imperiale.

Pubblicato in Arte e Cultura

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo