http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Febbraio 2019 - Radio L'Aquila 1

L’AQUILA - L’autonomia differenziata, su cui il governo ha annunciato un decreto per il 15 febbraio, rischia di essere un disastro per il Sud, Abruzzo compreso. Gennaro Migliore, deputato del Partito Democratico e capogruppo in Commissione Affari Costituzionali, già sottosegretario alla Giustizia, che dall’opposizione segue direttamente la discussione attorno al percorso che scaturisce dai referendum promossi in Lombardia e in Veneto, ha lanciato l’allarme in conferenza stampa all’Aquila, con la collega Stefania Pezzopane e i candidati al Consiglio regionale Pierpaolo Pietrucci e Patrizia Masciovecchio.

 “La richiesta di residuo fiscale sui territori – ha detto Migliore – è una baggianata. Ci sono aziende abruzzesi che pur essendo sul territorio hanno la sede al Nord, e quindi gli introiti delle tasse che pagano rimarrebbero là. C’è il pericolo concreto di un taglio di servizi che andrebbe a penalizzare le regioni del Mezzogiorno, Abruzzo compreso. Una cosa è parlare di competenze, come si è fatto inizialmente, un altro di soldi, perché i soldi servono a garantire i servizi, come la sanità e l’istruzione. Così si affossano le regioni del Sud e si affossa tutto il Paese”. Pezzopane ha parlato di “problema politico, il decreto che il governo ha annunciato per il 15 febbraio riguarda beni e diritti fondamentali. Che farà il prossimo presidente della Giunta abruzzese quando si troverà a discutere l’autonomia differenziata? Ci vuole un presidente autonomo e autorevole per difendere gli interessi dell’Abruzzo, come Legnini, o piuttosto personaggi sbiaditi, succubi dei riferimenti nazionali e del governo di Lega e Cinque Stelle, che farebbero quello che i capi chiederanno, come Marsilio e Marcozzi? Ci vogliono consiglieri regionali finti o chi invece si batterà per la propria terra, come ha dimostrato di sapere fare Pietrucci?”

Anche i candidati hanno sottolineato il pericolo che può arrivare dall’autonomia differenziata. Per Pietrucci “i territori più deboli sarebbero sempre più deboli e quelli più forti sempre più forti. Mi auguro che alle elezioni di domenica emerga un orgoglio che sia innanzitutto abruzzese. La nostra proposta, mia e di Masciovecchio, porta avanti il principio opposto, parla di crescita ed equità, di un riequilibrio nel caso regionale tra costa e aree interne. Queste ultime devono essere messe nelle condizioni di esprimere le loro grandi potenzialità”. Per Masciovecchio quello dell’autonomia differenziata è “un tema importantissimo, di cui in questa campagna elettorale si è parlato troppo poco. Questo processo per l’Abruzzo deve essere gestito da una persona autorevole, altrimenti sono a rischio diritti e servizi, come la sanità”.

Migliore in riferimento ai contenuti della campagna elettorale ha detto che “i vicepremier vengono di continuo qui, ma mai una volta che parlino dei temi che riguardano l’Abruzzo. Patrizia e Pierpaolo in Consiglio regionale sapranno di che parlare e hanno presenti le priorità. Per noi le autonomie locali devono essere autonome innanzitutto nel personale politico, altrimenti non ne fanno gli interessi”.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA – Sono le coppie n. 46 e n. 28, le vincitrici dei bonus messi in palio da Sposiamoci che sabato e domenica scorsi ha accolto gli sposi nella sede espositiva del ristorante Villa Giulia dell’Aquila, coccolandoli con più di 40 esperti del settore wedding.

Alle coppie, sorteggiate tra tutti i partecipanti, sono vanno, rispettivamente buoni di 500 e 300 euro da spendere in servizi per il matrimonio, tra gli espositori. Le coppie saranno contattate nella giornata di oggi per individuare le forniture.

Soddisfazione per l’andamento della kermesse, giunta alla sua quinta edizione, è stata espressa dagli organizzatori che, di anno in anno, rinforzano l’offerta, favorendo la partecipazione da tutta la regione e innalzando il livello dei servizi di consulenza e delle iniziative proposte.

Sono, infatti, più di cento le coppie che hanno preso parte a Sposiamoci per l’organizzazione del loro matrimonio.

Numerose le attività aquilane legate agli sposi.

Pubblicato in Eventi
Lunedì, 04 Febbraio 2019 15:26

La Guardia di Finanza si rioeganizza

L’AQUILA - Dall’inizio di quest’anno è in vigore la riforma dei Reparti territoriali della Guardia di Finanza.

Concepita per garantire una più diffusa presenza delle Fiamme Gialle sul territorio nello svolgimento della mission di polizia economico-finanziaria a tutela del bilancio pubblico, delle Regioni, degli Enti locali e dell’Unione Europea, la revisione fa seguito a quella che, a partire dal 2018, ha interessato i Reparti Speciali del Corpo rendendoli più snelli e operativi anche al fine di fornire maggiore collaborazione alle Authority di riferimento (Autorità Nazionale Anticorruzione, Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, Autorità Garante per la Privacy, Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente e Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni).

Sono tante le novità introdotte con la nuova riforma: le Brigate sono state trasformate a livello di Tenenza - cosa già avvenuta, sin dall’anno 2013, per quelle abruzzesi di Ortona, Popoli, Nereto e Roseto degli Abruzzi - comandate, ora, da Luogotenenti in possesso di elevata esperienza di servizio; l’istituzione di nuovi Gruppi territoriali - uno per ogni provincia abruzzese - farà sì che venga assicurata più efficacemente la funzione di indirizzo e coordinamento dell’attività svolta nell’ambito del territorio assegnato ai Nuclei Operativi, alle Compagnie e Tenenze dipendenti, operanti in ridisegnate circoscrizioni o presso valichi di confine, porti e aeroporti internazionali.

Con tale riforma, i Reparti specializzati Anti Terrorismo - Pronto Impiego (i ccdd. “Baschi Verdi”) assicurano con maggiore capillarità - in Abruzzo con sede a Pescara, ma in grado di muoversi con celerità dalla linea costiera su tutto il territorio regionale, e non solo - il contrasto ai traffici illeciti ed il concorso al mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica; sono state, inoltre, rinforzate le attività di presidio delle Stazioni del SAGF (Soccorso Alpino della Guardia di Finanza) - lungo la dorsale appenninica centrale, alle Stazioni di L’Aquila e Roccaraso, che, come noto, si distinsero nelle operazioni di soccorso del gennaio 2017, si è di recente aggiunta la Stazione di Abetone Cutigliano, in provincia di Pistoia - quella per le funzioni di controllo e di soccorso in alta montagna e nei luoghi impervi o colpiti da calamità naturali.

Tutti questi Reparti continueranno ad operare in stretta collaborazione con i Nuclei di Polizia Economico Finanziaria - anch'essi recentemente rivisitati in Abruzzo - istituiti uno per ogni provincia del nostro Paese, retti da Ufficiali superiori.

L’intento è evidente: non solo l’innalzamento della qualità della presenza dei Reparti sull’intero territorio, ma anche e soprattutto la crescita dei livelli di responsabilità, compiuto con l’affidamento di tutte le unità operative a militari di qualificata competenza.

La riforma, insomma, attuata proprio nell’anno in cui il Corpo festeggia i 245 anni dalla sua fondazione, giunge dopo l’istituzione della polizia economico-finanziaria avvenuta con il Decreto Legislativo 19 marzo 2001 n. 68 e risponde all’esigenza di adeguare la struttura ordinativa della Guardia di Finanza alle sempre maggiori richieste d’intervento istituzionale dettate dall’attuale contesto socio-economico.

Pubblicato in Varie

AVEZZANO (AQ) – Ricostruzione digitale delle strutture facciali con sofisticate tecnologie, chirurgia orale avanzata, traumatologia della patologia ossea:  sono alcuni dei filoni specialistici illustrati sabato scorso, 2 febbraio, a dentisti e medici chirurghi durante un convegno tenutosi ad Avezzano. Un’iniziativa, promossa dal direttore del reparto maxillo-facciale dell’ospedale di L’Aquila, prof. Tommaso Cutilli e dall’Andi (associazione nazionale dentisti italiani),rappresentata dal presidente provinciale Matteo Perondi. Al convegno, da titolo: “Focus su patologia emergenti, la chirurgia maxillo-facciale tra clinica e tecnologia 4.0’, svoltosi nel centro convegni ‘Montessori’, hanno partecipato oltre 70 tra dentisti e medici chirurghi, oltre a numerosi studenti dei corsi di laurea del dipartimento Mesva (medicina clinica, sanità pubblica, scienze della vita e dell’ambiente) dell’università di L’Aquila. Il focus medico ha consentito di portare sul territorio marsicano il patrimonio di conoscenze scientifiche e tecnologiche dell’Ateneo aquilano e dell’ospedale San Salvatore, al fine di arricchire il bagaglio professionale di dentisti e chirurghi e soprattutto di preparare le basi ai giovani studenti che intraprenderanno la professione. Una sinergia tra Università-ospedale e territorio ribadita dal Manager della Asl, Rinaldo Tordera. “La collaborazione dei soggetti che fanno parte di questa Rete”, ha detto Tordera durante i lavori, “è essenziale non solo per migliorare sempre più le prestazioni ma anche per formare le giovani leve. In questa ottica un ruolo decisivo riveste la chirurgia robotica che per la nostra azienda ha rappresentato un investimento di grande portata”. Al convegno di Avezzano hanno partecipato, oltre a Cutilli, gli altri chirurghi della maxillo-facciale di L’Aquila, tra cui  Ettore Lupi, Antonio Oliva,  Desiderio Di Fabio e Secondo Scarsella.

Molto apprezzato l’intervento del prof. Giovambattista Desideri, direttore della geriatria di Avezzano, in veste di rappresentante del direttore del Mesva di L’Aquila, prof. Guido Macchiarelli. Ha portato i saluti del Comune di Avezzano l’assessore alla cultura Pierluigi Di Stefano. La chirurgia maxillo-facciale, di cui si è ampiamente discusso nel convegno di sabato scorso, ha nell’elevato livello tecnologico dell’ospedale di L’Aquila il suo punto di forza. Spicca, in particolare, la metodica che consente di riprodurre in versione tridimensionale l’orbita del lato sano della faccia che permette al chirurgo di ricostruire in modo pressoché perfetto la parte danneggiata. All’ospedale aquilano vengono infatti riprodotte in 3D modelli anatomici dello scheletro facciale e dei tessuti molli. Applicazioni all’avanguardia che fanno parte di una più ampia attività che consente di trattare tutta una serie di problematiche tra cui dismorfosi facciali, patologie delle articolazioni temporo-mandibolari e traumatologia facciale. Una vasta gamma di interventi, contraddistinti da un alto livello di qualità, che ha innescato un virtuoso circuito di mobilità attiva, richiamando pazienti da altre regioni limitrofe e province d’Abruzzo in una percentuale del 30% .

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Domani, domenica 3 febbraio, i candidati al Consiglio regionale Pierpaolo Pietrucci e Patrizia Masciovecchio incontreranno i cittadini in Alto Sangro e nella Valle Peligna.

Tra i Comuni interessati dagli incontri che si svolgeranno a partire dalle 13 Sulmona, Pescocostanzo e Castel di Sangro. Alle 19 incontro con i cittadini con Giovanni Lolli al ristorante Panthanis in località Piedicolle di Montereale.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Gli abruzzesi dovranno scegliere domenica 10 febbraio il nuovo governatore della Regione Abruzzo. Sono 4 i candidati: Marco Marsilio, senatore di Fratelli d’Italia che guida la coalizione di centrodestra, sostenuto da 5 liste. Giovanni Legnini, ex vice presidente del Consiglio superiore della magistratura, sostenuto da 8 liste. Sara Marcozzi, consigliera regionale uscente del Movimento 5 Stelle candidata presidente con una lista e Stefano Flajani, avvocato 47enne di Alba Adriatica per CasaPound, con una lista.

L'elenco dei candidati consiglieri regionali di L'Aquila e provincia:

PARTITO DEMOCRATICO: Valentina Angelucci Rosa De Luca Valentina Di Benedetto Giuseppe Di Pangrazio Antonio Di Rienzo Patrizia Masciovecchio Pierpaolo Pietrucci.

PROGRESSISTI CON LEGNINI-SINISTRA ABRUZZO: Roberta Dell’Aguzzo Gaetano Iacobucci Daniele Iacutone Giuseppina Panecaldo Fabio Ranieri Pamela Soncini Riccardo Centi Pizzutilli

LEGNINI PRESIDENTE: Americo Di Benedetto detto Chicco Virginia Buonavolontà detta Virna Francesco Di Donato Francesco Di Felice Mauro Fattore Francisca Ibarra Emanuela Iorio.

ABRUZZO IN COMUNE: Lorenzo Berardinetti Antonio De Crescentiis Francesca Di Giulio Francesco Di Paolo Maria Antonietta Dominici Lucia Pandolfi Antonella Santilli

CENTRISTI PER L’EUROPA-SOLIDALI E POPOLARI PER LEGNINI: Alfonso D’Alfonso Mariangela Cianfaglione Marilena De Ciantis Mimmo Di Benedetto Antonio Gallucci Angelo Raffaele Rita Salvatore.

AVANTI ABRUZZO-IDV: Lelio De Santis Patrizio Giammarco Angelo Mariani Sabrina Nanni Roberta Polce Paola Ruffo Domenico Venditti.

ABRUZZO INSIEME-ABRUZZO FUTURO: Gianni Anastasio Caterina Bernardoni Tonino Pierpaolo Di Cosimo Marianna Grazia Augusta Cantelmi Domenico Eligi Raffaella Rita Alba Madonna Leonardo Lippa. 

+ABRUZZO-SOLIDALE LIBERALE POPOLARE SOSTENIBILE CON LEGNINI: Maurizio Di Nicola Roberto Di Masci Paola Francesca Federici Antonella Lopardi Lorenzo Lorenzin Fabio Pingue Elisabetta Vicini.

FORZA ITALIA: Antonio Del Corvo Anna Lisa Di Stefano Fabiana Francesca Donadei Gabriele Gianni Emilio Iamperi Lucia Ottavi Roberto Tinari.

LEGA. Emanuele Imprudente Antonietta La Porta Antonio Morgante Giulia Donatelli Leonardo Casciere Simone Angelosante Tiziana Del Beato.

FRATELLI D’ITALIA: Angelica Angelucci Maria Assunta Iommi detta Mariella Guido Quintino Liris Mario Quaglieri Luca Ricciuti Angela Taccone Massimo Verrecchia.

UDC-DC-IDEA: Lino Cipolloni Marianna Scoccia Antonio Di Cristofaro Barbara Marianetti Iride Cosimati Elena Carusi Andrea Liberatore.

AZIONE POLITICA: Pino Angelosante Cesidio D’Alessandro Roberto Santangelo Roberta Salvati Antonio Paraninfi Rosa Pestilli Alessandra Ricci.

CASAPOUND: Giovanni Bartolomucci Roberta Cialfi Pio Feneziani Eugenio Lustri Marco Mancini Claudia Pagliariccio Angela Palermini.

MOVIMENTO CINQUE STELLE: Michele Baliva Angelo Bisegna Antonina Cofini Giuseppe Walter Delle Coste Antonella Di Passio Giorgio Fedele Adele Paponetti.

 

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - Lunedì 4 Febbraio a partire dalle ore 10.00 presso il Teatro dell’Accademia di Belle Arti a L’Aquila, è previsto il quarto ed ultimo appuntamento cinematografico della rassegna dedicata a Bernardo Bertolucci. La proposta culturale, organizzata dall’Istituto Cinematografico dell’Aquila “La Lanterna Magica” è indirizzata agli studenti del Corso di Scenografia guidati dal Prof. Umberto Di Nino, i quali assisteranno alla proiezione del film The Dreamers – I sognatori di Bernardo Bertolucci (Francia, Gran Bretagna, Italia 2003). Gli appuntamenti hanno avuto cadenza settimanale e hanno registrato una buona partecipazione durante le proiezioni con incontri ed approfondimenti su alcuni aspetti quali la fotografia, la poesia e la scenografia del grande Maestro emiliano.

Il Centro Archivio Cinematografico, riconosciuto proprio lo scorso anno dalla Sovrintendenza Archivistica con un vincolo di tutela unico in Italia, conferma la sua grande importanza grazie al patrimonio conservato ed utilizzato come materiale di studio per la formazione didattica e professionale di tanti giovani studenti.

Inoltre, continua l’intenso rapporto sul territorio con le Scuole di ogni ordine e grado da parte dell’Istituto Cinematografico. Martedì 5 Febbraio a partire dalle ore 10,30 presso l’Istituto S. Maria degli Angeli a L’Aquila, gli operatori culturali della “Lanterna Magica” avvieranno un percorso didattico rivolto ai giovani allievi della Scuola Primaria. Gli alunni della classe quinta assisteranno alla proiezione del film The Gold Rush – La febbre dell’oro di Charlie Chaplin (Usa, 1925). Uno dei grandi capolavori della storia del cinema verrà dunque proposto ai giovanissimi allievi con l’intento di far scoprire loro la bellezza e l’evoluzione della settima arte. Attraverso  la consegna di materiali di studio ed il relativo approfondimento in classe sarà possibile conoscere la figura di Charlie Chaplin e la sua straordinaria attualità. Il calendario completo prevederà incontri e proiezioni rivolti agli altri allievi delle classi inferiori con lungometraggi d’animazione, classiche fiabe senza tempo e film sulle tematiche ambientali.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L'AQUILA - Fermi i campionati per l’inizio del Guinness Sei Nazioni 2019, che vedrà l’Italrugby debuttare sabato 2 febbraio al BT Murrayfield Stadium di Edinburgo contro la Scozia, nel girone 3 di serie A è in programma domenica alle 14,30 allo stadio Tommaso Fattori il recupero del match tra l’Unione Rugby L’Aquila ed il Benevento. Per i neroverdi è uno scontro diretto in ottica salvezza e devono conquistare l’intera posta in palio per allontanarsi dalla zona pericolosa della classifica. La squadra allenata da Roberto D'Antonio e Luigi Milani si è preparata al meglio sui campi di Centi Colella e Villa Sant’Angelo ed è animata da grande voglia di riscatto dopo l’inizio anno senza successi. Dirigerà l’incontro Giuseppe Vivarini di Belluno, assistito da Gianluca Bonacci e Giuseppe Vivarini di Roma. Al termine del match sarà Roberto Mariani, ex ala neroverde dal ricco curriculum, a premiare Ju Mejo della gara con il boccale da birra del Museo Rugby Club Vecchio Cuore Nero Verde.

I cinvocati: Sebastiani, Ferrara, Fiorentini, Fiore, Santavenere, Pattuglia, Suarez, Lofrese, Petrolati, Anderson, Mejia, Giampietri, Di Santo, Pupi, DuToit, Alloggia, Iezzi, Di Febo, Donadio, Cortesi, Daniele, Valdrappa, Ciaglia.

In serie C1 si recupera il derby di Centi Colella tra la cadetta dell’Unione L’Aquila ed il Pescara. La squadra allenata da Alessandro Vicini e Alessandro Marozzi reduce da due successi consecutivi sta risalendo la classifica del girone G e con un successo contro gli squali si allontanerebbe dalla zona retrocessione, considerato anche che il Giudice sportivo giovedì ha sanzionato l’esclusione dal campionato del fanalino di coda del girone Roma Urbe Rugby FC.

Nel campionato Elite under 18, dopo la pausa forzata di domenica scorsa per la mancata partenza dell’amatori Catania, i ragazzi dell’Unione Rugby L'Aquila giocano al Campo sportivo ex nato contro Napoli Afragola.

Il club presieduto da Pierfrancesco Anibaldi si congratula con la giovane terza linea Angelo Maurizi che ieri venerdì 1 febbraio alle 19,30 locali (20,30 in Italia) ha esordito con la nazionale under 20 nel Sei Nazioni di categoria entrando in campo al 26’ e contribuendo alla vittoria contro i pari età della Scozia.

Pubblicato in Sport

L'AQUILA - "La Regione è stata del tutto assente nella partita della ricostruzione dei territori colpiti dai terremoti  del centro Italia del 2016 e del 2017 che è ancora ferma al palo. Non so se l'ex presidente Luciano D'Alfonso, prima di andarsene a fare il senatore del Pd a Roma, abbandonando la guida della Regione, abbia mai saputo di essere anche vice commissario alla ricostruzione, se qualcuno glielo abbia mai spiegato...".

La dura accusa arriva da Guido Quintino Liris, candidato al Consiglio regionale nella lista di Fratelli d'Italia, alle elezioni del 10 febbraio prossimo.

Liris, vice sindaco dell'Aquila, medico chirurgo e dirigente della Asl Avezzano-Sulmona-L'Aquila, che ha recentemente aderito a Direzione Italia, movimento guidato dal parlamentare europeo, l'ex ministro Raffaele Fitto, federato con FdI, fa riferimento alla differente situazione dei due terremoti: quella dell’Aquila del 2009, e quella del centro Italia del 2016 e 2017, che in Abruzzo ha coinvolto la provincia dell’Aquila, in particolare l’alta Valle dell’Aterno, e la provincia di Teramo.

"C'è una differenza talmente evidente, da essere quasi imbarazzante - incalza Liris -, tra quella che è stata la gestione del post-terremoto 2009, da parte del governo nazionale e regionale di centrodestra, e quello che non è stato fatto dopo il sisma del 2016 e 2017, da parte del governo nazionale e regionale del centrosinistra".

Per Liris, “se non si cambia, con questo tipo di sistema e tempistiche la ricostruzione sarà completata tra cento anni”.

“Il sistema non è solo fortemente inefficace ma anche dispendioso: infatti, per riparare un’abitazione non gravemente danneggiata sarebbero bastati e basterebbero meno di 10mila euro, mentre per ospitare i proprietari in albergo ne sono serviti 100mila. È assolutamente centrale far partire la cosiddetta ricostruzione leggera, per le case meno danneggiate, attraverso la sburocratizzazione dell’iter, in particolare eliminando la doppia conformità, ma puntando sull’autodichiarazione con i tecnici che asseverano, e poi aumentando i controlli”, spiega ancora.

"Io nel cuore e nei pensieri - aggiunge il candidato Fdi - ho in particolare l'alta valle dell'Aterno, dove la popolazione è allo stremo: ebbene la Regione, dopo il sisma 2016 e 2017 non ha recitato ruoli, non sono state esaminate pratiche, neanche quelle di lieve livello di gravità, non sono stati aperti cantieri. Tutto è fermo. Eppure avviare subito, nei limiti del possibile, il processo di ricostruzione sarebbe stato importante per far capire ai cittadini terremotati che la Regione c'era, e che valeva la pena resistere, e non andare via".

Invece, accusa ancora Liris, "la Regione ha fatto un passo indietro, si è tirata fuori da ogni decisione, dimostrando l’assoluto disinteresse per i piccoli centri, in particolare per il cratere minore”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - “Se gli elettori ci daranno il privilegio di governare la Regione Abruzzo, una delle misure attorno a cui sto lavorando per ripensare il sistema di welfare è l’Assegno per il Lavoro.

Si tratterà di uno strumento di finanziamento messo a disposizione dalla Regione per contrastare la disoccupazione di lunga durata supportando i disoccupati over 30 nella ricerca di un nuovo lavoro attraverso servizi di orientamento, formazione e inserimento lavorativo.

Una sperimentazione in questo senso è stata messa in campo nella Regione Veneto dove l’Assegno per il Lavoro consiste in un bonus - fino a un valore massimo di 5.242 euro - che i cittadini possono spendere presso i servizi per l’impiego accreditati in cambio di servizi personalizzati di assistenza alla ricollocazione, quali orientamento, counseling, formazione, rafforzamento delle competenze, supporto all’inserimento o reinserimento lavorativo tramite l’incrocio domanda-offerta di lavoro.

Nella nostra proposta l’Assegno per il Lavoro potrà essere richiesto da disoccupati di età superiore ai 30 anni, residenti o domiciliati in Regione indipendentemente dall'anzianità della disoccupazione”.

Ad affermarlo Roberto Santangelo, candidato per Azione Politica al Consiglio regionale.

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo