http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Febbraio 2019 - Radio L'Aquila 1
Martedì, 05 Febbraio 2019 09:09

Sanremo al via, i cantanti in gara

L'AQUILA - Ci siamo. Mancano poche ore alla prima serata di Sanremo 2019 che svelerà tutte le 24 canzoni in gara. I cantanti in gara saliranno tutti sul palco, per poi alternarsi in due gruppi da 12 nelle serate di mercoledì e giovedì. I primi ospiti del festival saranno invece Andrea Bocelli (con cui Claudio Baglioni canterà 'Il mare calmo della sera', pezzo con cui il tenore esordì e vinse tra i Giovani proprio a Sanremo nel 1994) con il figlio Matteo, Giorgia, Claudio Santamaria e Pierfrancesco Favino. Quest'ultimo sarà protagonista di un momento di spettacolo anche musicale con Virginia Raffaele.

I cantanti in gara che si susseguiranno sul palco sono: Nino D'Angelo in coppia con il giovane rapper Livio Cori con il brano 'Un'altra luce', Ex Otago con 'Solo una canzone', Patty Pravo e Briga con 'Un po' come la vita', Boomdabash con 'Per un milione', Francesco Renga con 'Aspetto che torni', Arisa con 'Mi sento bene', Achille Lauro con 'Rolls Royce', Daniele Silvestri con 'Argento vivo', i Negrita con 'I ragazzi stanno bene', Enrico Nigiotti con 'Nonno Hollywood', Federica Carta e Shade con 'Senza farlo apposta', Mahmood con 'Soldi', Loredana Bertè con 'Cosa ti aspetti da me', Il Volo con 'Musica che resta', Ghemon con 'Rose viola' , Paola Turci con 'L'ultimo ostacolo', Simone Cristicchi con 'Abbi cura di me', Nek con 'Mi farò trovare pronto', Motta con 'Dov'è l'Italia' , Irama con 'La ragazza col cuore di latta', Ultimo con 'I tuoi particolari', Anna Tatangelo con 'Le nostre anime di notte', Zen Circus con 'L'amore è una dittatura' e Einar con 'Parole nuove'. (ADNKRONOS)

Pubblicato in Musica e Spettacolo

LANCIANO (CH) - Anche quest’anno Silvio Luciani, parrucchiere di Lanciano e titolare dell’Atelier LifeStyle, sarà presente al Festival di Sanremo, in programma dal 5 al 9 febbraio su Raiuno. 

Come lo scorso anno Silvio Luciani, in particolare, sarà tra i protagonisti di Casa Sanremo con Vitality’s, la Location di incontro di tutti i cantanti.

Il parrucchiere di Lanciano sarà al Palafiori al servizio dei cantanti e dei giornalisti per occuparsi delle loro chiome e sarà inoltre protagonista dietro le quinte di Radio 105 e Radio Subasio, oltre che della redazione di TV Sorrisi e Canzoni.

Ma per Luciani, quest’anno, un’altra soddisfazione, perché una delle sue acconciature è stata scelta come immagine ufficiale di Casa Sanremo con Vitality’s, ed è pertanto presente in tutto il materiale pubblicitario e di promozione del brand.

Una partecipazione, quella di Luciani a Sanremo, che ogni anno si arricchisce, e va ad accrescere il carnet di esperienze professionali che hanno portato l’hair stylist di Lanciano alla ribalta di molte passerelle nazionali e internazionali: dal reality show “Professione LookMaker”, a varie edizioni del “Concerto di Natale” nello splendido scenario dell’Aula Paolo VI - Città del Vaticano, andato in onda su Canale 5, grazie alla collaborazione che da diversi anni lo vede al fianco del famoso parrucchiere Sergio Valente e del Team Premio Sergio Valente. Ha anche partecipato a diverse sfilate e premi sia in Italia che all’estero.

 

“Anche quest’anno – sottolinea entusiasta Silvio Luciani – parto per Sanremo con grande carica ed energia, per mettere il mio lavoro a disposizione degli artisti che calcheranno le passerelle di Sanremo e arricchire il mio bagaglio di esperienze. Ancora una volta il ringraziamento più grande va al mio staff, che mi supporta in queste esperienze e resta a disposizione dei nostri clienti nel mio salone di Lanciano”.

Pubblicato in Eventi

SILVI (TE) – “I dirigenti regionali devono assumersi le responsabilità per cui vengono stipendiati. I cantieri vanno sbloccati, le opere già finanziate vanno avviate. È ora di finirla con i rimpalli. La situazione che ho visto oggi a Silvi Marina è grave e la responsabilità non è solo della natura, ma anche di una macchina amministrativa regionale che non funziona tra lungaggini burocratiche e un inqualificabile scaricabarile tra apparato amministrativo e politica”. E’ critico il candidato alla presidenza della Regione Abruzzo per il centrodestra, Marco Marsilio, dopo il sopralluogo effettuato stamani lungo la spiaggia di Silvi Marina. Le mareggiate di questi giorni hanno eroso decine di metri di spiaggia, danneggiando gli stabilimenti balneari.

“Ho incontrato il sindaco di Silvi, Andrea Scordella, che mi ha raccontato dei numerosi incontri avuti in Regione affinché, la seconda parte degli interventi riguardanti il posizionamento dei pennelli in mare, fosse effettuata. Si trattava di una prosecuzione di appalto, invece il 31 gennaio scorso, il direttore generale della Regione Abruzzo, ha rinviato il progetto al tavolo dei sottoscrittori, al Ministero dell’Ambiente – rileva ancora Marsilio - La Regione non è stata capace di assumersi le proprie responsabilità, così adesso oltre ai danni immediati causati dal mare è a rischio l’intera stagione balneare e a pagarne le spese saranno gli albergatori, chi affitta gli appartamenti, i ristoratori e l’intero sistema economico del territorio. La situazione è insostenibile e proprio per questo il centrodestra ha tra i suoi obiettivi programmatici, lo snellimento delle procedure e la razionalizzazione dell’apparato amministrativo regionale”.

Pubblicato in Politica

ATESSA (CH) – Cittadini mobilitati domani 5 febbraio, alle ore 15, a Piana La Fara di Atessa, in provincia di Chieti, per chiedere il rilancio della ferrovia Quadri-Fossacesia, che a causa dell’immobilismo del governo D’Alfonso è rimasta incompiuta.

Il candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, accompagnerà la cittadinanza per denunciare una situazione non più tollerabile: esistono 20 chilometri di tratte ferroviarie pronte e addirittura tre stazioni – a Piane d’Archi, Piazzano di Atessa e Sevel – che sono tuttora inattive. Mancano, inoltre, solo 9 chilometri di binari per creare un fondamentale collegamento con la città di Lanciano, come risulta da un progetto già pronto ma finora mai realizzato.

Insomma, tutto fermo e cittadini bloccati da infrastrutture colabrodo e inagibili. Il disagio riguarda almeno 300mila abruzzesi e tra questi tutti gli abitanti del Sangro Aventino, che sono privi di un collegamento diretto con la rete ferroviaria nazionale attraverso la stazione di Fossacesia, un’area importante che produce il 30 per cento del prodotto interno lordo regionale.

Insieme a Marsilio saranno presenti anche il sindaco del Comune di Perano, Gianni Bellisario e Gianluca Zelli, coordinatore regionale di Azione Politica, movimento che fa parte della coalizione del centrodestra.

Una “ballata del binario morto” a cura dell’autore Dario Impicciatore, illustrerà lo stato dell’arte e le esigenze della popolazione locale.

Pubblicato in Politica
L'AQUILA - di Elio Ursini - In serata, durante la notte e nella giornata di domani nubi sparse con momentanei addensamenti senza fenomeni di rilievo associati. I venti domani  saranno deboli prevalentemente da Nord-Est (raffiche 15km/h). Temperatura minima prevista durante la notte -1 grado, massima di domani 12 gradi.
Pubblicato in Varie

L’AQUILA – “La denuncia di Biondi in merito al bando per il nuovo direttore Ater della provincia dell'Aquila sono la prova di quanto il sindaco sia dedito alla strumentalizzazione, ai soli fini elettorali, di ogni falsità possa servire a screditare l'avversario, e allo stesso tempo il tentativo di uscire dall’angolo in cui egli stesso si è ficcato da un anno e mezzo a questa parte con un immobilismo spaventoso sulla programmazione delle questioni cittadine, Porta Leoni compresa.”

Inizia così una nota di  Paolo Romano, Capogruppo de Il Passo Possibile e Stefano Palumbo, Capogruppo del Partito Democratico al Comune dell’Aquila.

“Fu lui stesso, - scrivono i due - in risposta all’interrogazione fatta per chiedere conto dei ritardi sul progetto di riqualificazione di Porta Leoni, a giustificarsi scrivendo che era in fase di predisposizione il Documento preliminare di progettazione e che si era in attesa di un nuovo Responsabile Unico del Procedimento, causa dimissioni del precedente. Nel tentativo odierno di scaricare la sua colpa sull'ATER il sindaco dimostra quindi di avere poca memoria e tanta mala fede, avendo trascurato di dire che il bando in questione si è reso necessario con il pensionamento dell’arch. Gizzi, e la nomina del suo successore spetterà comunque alla nuova amministrazione regionale.
A rendere ancor più paradossale la posizione di Biondi è proprio la sua condotta in materia di risorse umane dell'ente comunale: la delibera n. 20 approvata a metà gennaio 2019, infatti, modifica la macrostruttura comunale, introducendo un’ulteriore articolazione nello staff del sindaco. Uno staff che, con le sue unità di personale, ha superato di gran lunga quello dei suoi predecessori e che con quest’ultimo atto potrà ulteriormente aumentare la spesa ad esso dedicata di altri 30.000 euro. Uno staff che, ricordiamo, beneficia già di figure che in realtà dovrebbero svolgere altri compiti in altra sede e sulla ricostruzione, argomento che sembra avere perso molta attenzione da parte di questa compagine politica.”

“Anche la delibera n. 488 di fine dicembre scorso – concludono Romano e Palumbo -  ha una sua rilevanza in materia di reperimento di risorse umane; nell’atto si annunciano gli indirizzi per l’attuazione di un piano di interventi sul Gran Sasso ma, con la ricerca di personale esterno, parliamo di 5 unità, l’atto sembra essere più un aumento del fabbisogno del personale che un indirizzo attuativo riguardante il rilancio della montagna; una delibera redatta e approvata proprio a ridosso delle elezioni regionali, non sarà anche questa di stampo elettorale? Sarebbe lecito domandarsi se i profili professionali che si ricercano esternamente siano presenti o meno all’interno dell’amministrazione comunale. È stata fatta questa verifica? Nella delibera non ve n’è traccia. Sembra che sia proprio il caso di dire che Biondi stia guardando pagliuzze, incurante delle travi che gli offuscano la vista.”

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - In occasione del 5 febbraio, Giornata nazionale contro lo spreco alimentare, la Coop Centro Italia testimonia il proprio impegno quotidiano sul tema attraverso il progetto “Buon Fine” realizzato dai soci Coop e dai lavoratori.

390.000 kg di prodotti alimentari per un valore di oltre un milione di euro.
È questo il risultato complessivo ottenuto nel 2018 dall’impegno quotidiano dei soci e dei lavoratori Coop Centro Italia attraverso il progetto “Buon Fine” che, sin dal 2007, ha lo scopo di combattere gli sprechi trasformandoli in risorse per i più bisognosi.

Tutti i giorni infatti, poco prima della chiusura di ogni negozio, i lavoratori Coop Centro Italia selezionano i prodotti alimentari non più vendibili ma ancora perfettamente commestibili raccogliendoli, in base alla loro tipologia, in contenitori appositi e adatti alla conservazione. Questi vengono poi ritirati direttamente a punto vendita dalle associazioni di solidarietà presenti nei territori con le quali, annualmente, vengono attivate apposite convenzioni.

Parallelamente a questa filiera virtuosa, che “fa bene” anche all’ambiente in quanto riduce il quantitativo di rifiuti prodotti e quindi permette di contenere le emissioni di Co2, nei punti vendita e in tutti i territori in cui opera la Cooperativa vengono promosse e realizzate tante attività di prevenzione e sensibilizzazione, con l’obiettivo di ridurre gli sprechi.

Tra le varie iniziative ad esempio sono stati realizzati dei ricettari del “riuso”, con ricette semplici e gustose frutto della rielaborazione, da parte dei soci Coop, di idee e consigli utili per rispondere concretamente al problema degli avanzi.

Pubblicato in Varie

L’AQUILA – “Il lavoro? Dobbiamo creare opportunità. Da analisi e studi fatti da organizzazioni di settore è evidente come oggi sia necessario specializzarsi, rendersi unici, migliorare le proprie competenze per trovare occupazione.

La crisi si trova inevitabilmente nei così definiti lavori tradizionali, ma c’è un’ampia offerta sulle nuove professioni. Il compito della Regione è anche quello di creare opportunità e nuovi stili culturali attraverso la promozione e il finanziamento di progetti diretti alla formazione professionale con una logica innovativa e di ricerca.”

Scrive così, in una nota, Paola Federici, candidata nella lista +Abruzzo per Legnini.

“Anche l’offerta formativa e culturale in Abruzzo – scrive la Federici - deve fare un salto di qualità e indirizzare i propri sforzi nella creazione di opportunità per i giovani indirizzandoli verso le così definite nuove professioni. In primis, considerando il continuo e inesorabile invecchiamento della popolazione, dobbiamo avere una attenzione particolare nei confronti delle figure che si occupano dei nostri anziani favorendo e sollecitando la creazione di registri degli “assistenti familiari” dove potersi rivolgere al momento del bisogno e incentivare corsi per tali figure.”

“Altro settore in continuo sviluppo – continua Fedrerici - e dove dobbiamo incentivare la formazione e l’informazione e costruire dei percorsi di affiancamento per nuove imprese è quello informatico: sviluppatori di APP, analisi dei sistemi informatici, i cosiddetti business celebrity builder e del personal brander (si occupano si costruire l’immagine di un determinato marchio, attraverso l’analisi dei suoi consumatori, professioni basate sullo studio del marketing e della comunicazione); assistente sociale per social network; responsabile della gestione e dell’organizzazione della vita digitale, pilota di droni che trova svariate applicazioni e così via.”

“Tutto questo – conclude la nota - va armonizzato con proposte indirizzate al settore manufatturiero e artigianale con l’obiettivo di creare continuamente delle eccellenze finanziando e promuovendo lo sviluppo tecnologico e la ricerca imprescindibile per una crescita ecosostenibile.”

Pubblicato in Politica

BRUXELLES – di Giovanni Zampito - Il destino beffardo rappresentato da una maschera di clown si prende gioco di tutti e di tutto: l'amore e le passioni sono a suo servizio, donne e uomini rappresentano  pedine da spostare a piacimento, il potere e la ricchezza sono solo mezzi, molto spesso illusori e vuoti. Olivier Py ha messo su una rappresentazione maestosa al punto giusto, senza strafare ma allo stesso tempo mettendo il suo marchio su un'opera che per sua costituzione poteva richiare di essere un polpettone. 

Abbiamo assistito alla rappresentazione de "La Gioconda" di Amilcare Ponchielli alla Monnaie di Bruxelles dove resterà fino al 12 febbraio: una versione diretta benissimo, cantata in maniera professionale, calda e partecipata dagli artisti. I personaggi - tutti azzeccati sia nella voce che nella resa fisica - hanno permesso al pubblico di seguire le vicende della sfortunata cantante e del suo amore impossibile, di appassionarsi alla storia e di condividerne aspettative, svolgimento e finale.

Il Maestro Paolo Carignani è preso e coinvolto in prima persona, accompagna l'orchestra per l'intera durata senza cedimenti e rende al massimo la bellezza di certi passaggi. La famosa "Danza delle Ore" non delude: i ballerini sono bravissimi coerentemente all'esecuzione musicale. Un investimento artistico notevole: un doppio cast per tutti e quattro i ruoli principali in una Venezia nella scenografia di Pierre-André Weyts richiamata dall'acqua sul palco che, calpestata e agitata da attori e danzatori, comunica un movimento il cui rumore sembra far parte della musica, costante sottofondo della storia che si dipana.

La lettura machista ridà vita al libretto di Arrigo Boito e ben si sposa con l'ambientazione lagunare, ombrosa e sinistra che si è voluto dare all'insieme. Stefano La Colla è un meraviglioso Enzo Grimaldo, mentre l'insopportabile e odioso Barnaba è reso magnificamente da Franco Vassallo. I diversi duetti, assoli e i momenti del coro sono toccanti ed emozionanti. Una Gioconda da vivere e incontrare in prima persona. 

Pubblicato in Varie

L’AQUILA - "A pochi giorni dal rinnovo del Consiglio regionale è stato pubblicato sul Bura l'avviso pubblico per la selezione del nuovo direttore generale dell'Ater dell'Aquila".

La denuncia arriva dal sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi.

"Una manovra dal sapore squisitamente elettorale portata avanti dal commissario dell’Azienda per l'edilizia residenziale con l'avallo di quella parte politica che lo ha nominato, a questo punto è evidente, con lo scopo di influenzare l'esito delle elezioni del 10 febbraio" spiega il sindaco. "Lancio un appello, sperando che possa essere raccolto da chi ha ancora il senso del pudore e delle istituzioni, affinché il bando venga sospeso e chiedo che l’Ater si concentri, in questi ultimi giorni di gestione demandata al centrosinistra, a risolvere i problemi che da troppo tempo sono sul campo, piuttosto che a riempire caselle”.

“Mi riferisco, per esempio, alla ricostruzione degli alloggi Erp o alla definizione dell’accordo su Porta Leoni, per il quale è stata da tempo avviata una interlocuzione tra Comune  e Azienda, finalizzato a destinare l’area a parcheggi pubblici e assicurare agli inquilini del complesso una soluzione alloggiativa definitiva” conclude il sindaco.

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo