http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Febbraio 2019 - Radio L'Aquila 1
Martedì, 05 Febbraio 2019 18:32

Di Pangrazio su tribunali minori abruzzesi

L’AQUILA - Mi auguro che l’apertura odierna sul tribunale di Sulmona, espressa chiaramente questa mattina dal ministro della Giustizia,  non sia dettata solo dall’emozione elettorale del momento ma da una volontà concreta di salvare i quattro tribunali a rischio soppressione”. Lo dice il presidente del Consiglio regionale, nonché Coordinatore della commissione tribunali, Giuseppe Di Pangrazio ricordando che la Commissione "Tribunali d'Abruzzo" istituita dalla legge regionale ha provveduto a raccogliere, dagli organi territoriali competenti e dai soggetti di rilevante interesse socio-economico, tutti i documenti ritenuti opportuni per procedere all'esame generale e alle valutazioni comparative di tutte le situazioni e condizioni dei quattro tribunali cosiddetti minori. “La commissione - spiega Di Pangrazio - ha terminato il suo lavoro e consegnati gli incartamenti al Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede che ha dapprima fissato un incontro per il 10 gennaio, per poi rinviarlo a data da destinarsi”.

Il Presidente ricorda che la commissione si è adeguata a ciò che è stato sottoscritto nel cosiddetto ‘Contratto di Governo’ dell’attuale maggioranza; che nel paragrafo ‘Giustizia’ cita quanto segue: “Occorre una rivisitazione della geografia giudiziaria – modificando la riforma del 2012 che ha accentrato sedi e funzioni – con l’obiettivo di riportare tribunali, procure ed uffici del giudice di pace vicini ai cittadini e alle imprese”.

“Pertanto sarebbe opportuno - conclude Di Pangrazio - mantenere gli impegni assunti, modificare definitivamente la riforma del 2012 e riaprire i quattro tribunali di Avezzano, Sulmona, Lanciano, Vasto”. Il Presidente rinnova altresì al signor Ministro la piena disponibilità della commissione da lui coordinata, nel fornire, ulteriori contributi finalizzati alla definitiva riapertura dei quattro presidi giudiziari.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - Il deputato ed ex ministro di Forza Italia, Renato Brunetta, sarà all’Aquila per la chiusura della campagna elettorale della candidata azzurra alle regionali Anna Lisa Di Stefano: l’appuntamento è per giovedì 7 febbraio alle ore 20 e 30 presso l’Hotel Canadian.

L’ex capogruppo alla Camera dei deputati, negli anni scorsi, si è interessato della ricostruzione post terremoto, soprattutto nella semplificazione di norme, d’intesa con l’Associazione costruttori della provincia dell’Aquila.

“Sono molto soddisfatta dell’adesione dell’onorevole Brunetta - spiega Di Stefano -. È il segnale della vicinanza, dell’interesse e del sostegno dei vertici nazionali, peraltro già mostrato dalle visite di Silvio Berlusconi. Un rapporto diretto con Roma può essere molto utile alla nostra città, alla nostra provincia, che sono alla ricerca di un rilancio, in particolare dopo la tragedia del terremoto dell’Aquila, del 2009, e di quelli del Centro Italia, del 2016 e 2017”, conclude la candidata azzurra a palazzo dell’Emiciclo.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - L’Istituto Tecnico Agrario “A. Zoli” di Atri in collaborazione con l’entomologa Lara Maistrello del Dipartimento di Scienze della vita dell’Università di Modena e Reggio Emilia, organizza un seminario scientifico, dopo quello tenuto all’università Gabriele D’Annunzio di Chieti-Pescara, per spiegare l’emergenza della cimice asiatica che invade anche le colture d’Abruzzo.

L’incontro, in programma sabato 16 febbraio, dalle ore 10.00, presso l’Aula Magna dell’Istituto Tecnico Agrario di Atri, è aperto alle studentesse e agli studenti dell’istituto nonché alle associazioni di categoria e le aziende del settore agricolo che intendono partecipare all’iniziativa.

L’Halyomorpha halys, nota come cimice marrone marmorizzata, è un insetto mangiatutto originario dell’Asia orientale che cresce in maniera esponenziale e si sta rapidamente diffondendo in tutto il mondo come un pericoloso parassita di molte colture agricole. L’impatto globale dell’insetto è evidenziato da moltissime pubblicazioni specialistiche ma occorre informare gli operatori del settore agricolo sulle modalità di infestazione e sui comportamenti di difesa da adottare.

La cimice asiatica non risponde ai pesticidi, è necessario pertanto trovare soluzioni alternative che salvaguardino l’agricoltura. Ovunque è comparso l’insetto ha creato danni per milioni di euro in perdite di frutteti e colture orticole. In questo periodo è presente in quasi tutta Italia e sta causando enormi problemi soprattutto nelle zone nord-est della penisola. Dal 2017 la cimice asiatica è arrivata anche nelle regioni del centro e sud Italia, il pericolo principale è legato alla possibile infestazione di piante di l'ulivo e agrumi.

Info iscrizioni ai numeri 340 5798805 oppure 339 1142068

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Interessante conferenza tenuta al Centro sociale Torrione-San Francesco, ospite della Cna, dal maresciallo dei carabinieri Benedetto Paolucci.

Oggetto dell'incontro, le truffe agli anziani e i furti negli appartamenti. L'iniziativa ha riscosso successo data l'attualità della materia trattata.

Ribadita è la raccomandazione alle famiglie, alle persone sole, di non aprire portoni, cancelli e porte di casa a sconosciuti, i quali si presentino con pretesti soliti: agenti di poste, forniture di gas, acqua, energia elettrica, Inps, banche, assicurazioni, o addirittura delle forze dell’ordine. Ma al minimo sospetto, di chiamare immediatamente il 112, numero unico d’emergenza.

Da parte del maresciallo è stata data la disponibilità di un ulteriore incontro sull'uso e l'abuso di droghe e alcol.

Pubblicato in Varie

PESCARA – Cinquecentoquindici micro imprese in meno, metà delle quali nel comparto dell’edilizia. Si chiude così, con l’ennesimo bilancio negativo, l’andamento 2018 dell’artigianato abruzzese, il malato cronico dell’economia regionale cui il sistema politico riserva solitamente attenzioni in occasione delle campagne elettorali. Secondo l’analisi condotta per la Cna Abruzzo da Aldo Ronci su dati di Movimprese "nel 2018 le iscrizioni ammontavano a 1.604, le cessazioni a 2.119, con una differenza negativa, come detto, di 515 unità; in percentuale la differenza è stata pari a -1.67% contro il -1,01% italiano".

Tra le province abruzzesi, il vento che soffia contrario al mondo della micro imprese spira fortissimo a Chieti, L’Aquila e Teramo (con cali, rispettivamente, di 146, 141 e 132 unità), in modo un po’ più tenue a Pescara, dove il saldo negativo – se mai può consolare - si attesta a quota 96. Una serie di decrementi che in valore percentuale collocano i territori abruzzesi ben oltre, in peggio s’intende, la media nazionale (-1,01%).

Detto delle province, il quadro si chiarisce ancor meglio guardando i diversi settori economici. A spingere verso il basso la micro impresa e l’artigianato è soprattutto il comparto delle costruzioni: il bilancio è di 256 unità in meno (ma ben 104 sono localizzate nella provincia del più grande cantiere d’Europa, ovvero l’Aquilano), contro le 97 del manifatturiero, le 58 della ristorazione, le 56 dei trasporti, le 16 dell’autoriparazione. Con i soli servizi alla persona (+33), pulizie e giardinaggio (+11) in condizione di esibire qualche saldo attivo.

Eppure, artigianato e micro impresa restano in Abruzzo il più vasto giacimento di occupati: "Perché rappresentano - dice Ronci - il 96% del totale e impiegano il 56% degli occupati, mentre in Italia rappresentano il 95% e impiegano solo il 45% degli occupati".

"La legge di Bilancio 2019 - commenta in casa Cna - ha stabilito che fino al 31 dicembre prossimo il nuovo tetto per gli appalti ad affidamento diretto da parte dei sindaci, passi da 40 a 150 mila euro: in pratica i Comuni decideranno direttamente su contratti fino a questo tetto, senza dovere motivare la scelta e senza competizione tra aziende. Con la misura si prevede di sbloccare lavori per 6-7 miliardi. Si tratta di una misura che potrebbe favorire la micro impresa, anche se ovviamente occorrerà controllare la trasparenza di affidamenti e procedure.

Quanto all’Abruzzo che si avvia al voto, abbiamo sottoposto all’attenzione dei candidati in campo un pacchetto di misure e provvedimenti, dal credito alla trasmissione d’impresa, dagli aiuti per l’internazionalizzazione allo sviluppo della digitalizzazione, che a nostro dire possono aiutare questo artigianato abruzzese così sofferente a riprendere fiato: resta solo da augurarsi che dalle promesse si passi ai fatti".

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - Dall'11 al 20 febbraio 2019 L'Università degli studi dell'Aquila presenta il festival di Teatro "Aria" all'interno del programma per le attività culturali d'Ateneo. 

Il festival è un'esperienza di visione e approfondimento sui linguaggi della scena contemporanea, ma anche occasione di formazione attraverso percorsi di pratiche teatrali.

Il festival Aria vuole favorire occasioni di coesione del territorio, di crescita per gli studenti e per l'intera comunità attraverso i linguaggi teatrali e il lavoro creativo di gruppo.

Tra gli ospiti di quest'anno l'attore e regista Roberto Latini (premio Ubu come miglior attore 2014 e 2017) e il drammaturgo attore e romanziere Davide Enia con lo spettacolo l'Abisso.

Il festival è organizzato dal professor Massimo Fusillo (referente per le attività cultuli d'Ateneo) e dalla dottoressa Doriana Legge (docente di Storia del teatro). 

 

Programma:

11-15 febbraio ore 14-18: Where is this sight? Laboratorio teatrale con Roberto Latini presso Fonderia Fontesecco

12 febbraio ore 17:30 Una storia senza nome di Roberto Andò, proiezione del film e a seguire incontro con il regista. Interviene il prof. Massimo Fusillo – Palazzetto dei Nobili (L'Aquila) in collaborazione con L'Aquila Film Festival

13 febbraio: Incontro con Roberto Latini. Interviene dott.ssa Doriana Legge - Dipartimento di Scienze Umane – Aula 1F ore 11:00

14 febbraio: I Giganti della montagna - radio edit; di Luigi Pirandello; adattamento e regia Roberto Latini, con Roberto Latini – Auditorium del Parco ore 20:00 (ingresso gratuito)

15 febbraio ore 18:00: Where is this sight? Dimostrazione finale del laboratorio condotto da Roberto Latini, ore 18:00 – Fonderia Fontesecco – Piazza Fontesecco 1 (ingresso gratuito)

20 febbraio ore 18:00: L'Abisso tratto da Appunti per un naufragio; uno spettacolo di e con Davide Enia; musiche composte ed eseguite da Giulio Barocchieri – Auditorium del Parco ore 20:00 (ingresso gratuito)

 

Pubblicato in Arte e Cultura

L'AQUILA - “Da informazioni assunte, molto attendibili e difficili da smentire, mi risulta sia stata recapitata negli uffici dell’Ater dell’Aquila una diffida con cui si invita il commissario Pappalepore a ritirare in autotutela l’avviso pubblico per la nomina del direttore generale dell’Azienda perché non rispettoso del suo statuto nè della normativa vigente”. Lo dichiara il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi.

“Nel documento si evidenziano palesi irregolarità e molteplici criticità del bando, dalla più semplice non indicazione dell’indirizzo a cui presentare l'istanza sino all’assenza di criteri adottati per la valutazione dei curriculum. Non sono chiariti, per esempio, i parametri di valutazione delle istanze dei potenziali candidati che non hanno a disposizione neanche uno straccio di schema di domanda. Insomma, più che un avviso opaco è un vero e proprio pasticcio”.

“Quanto poi - ricorda il primo cittadino - ai rapporti di collaborazione con il Comune è giusto ricordare che dal 23 gennaio scorso era stata inviata una richiesta di incontro per discutere del complesso residenziale di Porta Leoni, l'edificio di Preturo da destinare a uso scolastico e quello in via Fontesecco sotto il ponte Belvedere. Una riunione fissata inizialmente al 30 gennaio e poi rinviata al 4 febbraio, cioè ieri, disertata dai rappresentanti dell'Ater senza alcun preavviso. Questa è l'attenzione che l'attenzione che l'Azienda per l'edilizia residenziale regionale alle problematiche dei parcheggi, agli inquilini di Porta Leoni e via Fontesecco e alla sicurezza dei bambini di Preturo".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Il Settore Ricostruzione Beni Pubblici del Comune dell’Aquila ha bandito un concorso internazionale di progettazione, denominato “In-nova Schola”, per la realizzazione del Polo scolastico di Gignano, Torretta, S. Elia. L’importo complessivo delle opere è pari a 3 milioni 682 mila 250 euro.

Il concorso è a procedura aperta, articolato in due gradi, ed è gestito dalla piattaforma telematica “Concorrimi”, in collaborazione con l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Milano, con il patrocinio degli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri della Provincia dell’Aquila.

Finalità del concorso è l'acquisizione, dopo l'espletamento del secondo grado, di un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un progetto di fattibilità tecnica ed economica.

È prevista l’attribuzione dei seguenti premi per i primi 5 classificati, I premio: 38 400,00 euro (al lordo di Iva e ogni altro onere); II premio: 8 400,00 euro (al lordo di Iva e ogni altro onere); III premio: 5 733,33 euro (al lordo di Iva e ogni altro onere); IV premio: 5 733,33 euro (al lordo di Iva e ogni altro onere); V premio: 5 733,33 euro (al lordo di Iva e ogni altro onere).

Tutta la documentazione inerente il concorso è disponibile sul sito internet www.innovaschola.concorrimi.it.

Termine ultimo per la ricezione delle proposte progettuali relative al primo grado è il 19.03.2019 ore 12.00.

Il Responsabile Unico del Procedimento è l’ingegnere Michela Romito (0862645656 mail: michela.romito@comune.laquila.it).

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - È stato sottoscritto questa mattina, a Palazzo Fibbioni all’Aquila, l’Accordo attuativo, conseguente al protocollo d’intesa del 6 dicembre 2017, tra Ministero della Difesa, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Provveditorato interregionale per le Opere Pubbliche Lazio - Abruzzo-Sardegna,  Regione Abruzzo, Comune dell’Aquila e Agenzia del Demanio.

L’intesa è stata firmata dal sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, dal Generale di Divisione, Massimo Scala, dal provveditore alle Opere pubbliche Lazio-Abruzzo-Sardegna, Vittorio Rapisarda Federico, dal Presidente vicario della Regione Abruzzo, Giovanni Lolli (non presente all’incontro ma rappresentato dal consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci), e da Marcello Bosica, vice direttore della Direzione Regionale Abruzzo e Molise dell’Agenzia del Demanio. All’incontro è intervenuto anche il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo.

L’Accordo dà il via al piano di riordino, accorpamento e delocalizzazione delle funzioni militari presenti in città, anche attraverso il rilascio di alcune caserme, che potranno essere utilizzate per la ricollocazione delle Amministrazioni statali oggi in locazione passiva e, contemporaneamente, soddisfare le esigenze del Comune dell’Aquila.

Secondo quanto previsto nel documento, il Ministero della Difesa trasferirà le funzioni militari della Caserma Rossi presso la caserma Pasquali-Campomizzi una volta ultimati i lavori previsti all’interno di quest’ultima da parte del Provveditorato interregionale alle Opere pubbliche. L’Agenzia del Demanio riacquisirà la disponibilità della Caserma Rossi il cui 60% sarà trasferito, attraverso una permuta, al Comune - insieme all’area in via Filomusi Guelfi (ex alloggi De Rosa), dove è già stato realizzato un parcheggio a servizio del tribunale. Il Comune cederà al Ministero della Difesa, per il tramite dell’Agenzia del Demanio, un congruo numero di unità abitative, comprensive di sedime, che saranno realizzate in via di Vincenzo dall’ente comunale. Nel restante 40% della Caserma Rossi, che rimarrà nella disponibilità dell’Agenzia del Demanio, saranno riallocate alcune Amministrazioni dello Stato, che attualmente sono situate in immobili di proprietà privata.

Le permute saranno effettuate sulla base di una adeguata comparazione dei valori degli immobili interessati, le cui stime saranno effettuate dall’Agenzia del Demanio, la quale si occuperà altresì di porre in essere gli atti necessari per finalizzare le permute stesse. Per consentire il riordino delle funzioni militari della Caserma Rossi, la Regione Abruzzo si impegna a rilasciare gradualmente le palazzine della Caserma Campomizzi in uso all’Azienda per il diritto allo studio universitario.

Per quanto riguarda la caserma De Amicis - ex distretto militare in via Zara -, l’Accordo prevede che il Ministero della Difesa provveda a dismettere il bene, e vi troveranno spazio gli uffici del Mibac, dell’Archivio di Stato e del costituendo Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Storico Artistico, attualmente collocati presso immobili privati, conseguendo risparmi annui di spesa a carico dello Stato stimati in 470.000 euro.

I lavori di ristrutturazione della caserma De Amicis verranno realizzati dal Provveditorato alle Opere Pubbliche e saranno finanziati sbloccando fondi Cipe già stanziati pari a  30 milioni di euro.

“L’accordo sulla caserma Rossi, il cui procedimento è stato integralmente avviato e gestito da questa amministrazione, segna un punto fondamentale per la storia di questa città. - ha dichiarato il sindaco Biondi per almeno due ragioni - Il primo è che finalmente si dà piena attuazione a un accordo inter istituzionale complesso, fatto in tempi rapidi, che sancisce il principio di come la ricostruzione in mano pubblica sia sacrosanto e va riaffermato. In secondo luogo perché è uno dei primi esempi, tangibili, in cui non si rimane ancorati alla logica del dov’era e com’era, che è stato un dei tempi più dibattuti in questa città”.

Parlando dell’accordo il sindaco ha precisato che “quest’accordo non serve a cacciare gli studenti dalla Campomizzi, semmai a tutelarli. Gli studenti si trovano lì ai sensi di un contratto di comodato d’uso gratuito scaduto da oltre tre anni: con l’accordo si fissa un percorso per cui, quando ci saranno le condizioni per ospitare studenti e universitari di questa città, che sono una ricchezza inestimabile, lasceranno la caserma”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - In cinque strade di alta percorrenza, adiacenti al centro storico dell’Aquila, verrà posto un limite di velocità di 30 chilometri orari. Lo ha stabilito la Giunta comunale, che ha approvato la relativa delibera su proposta dell’assessore alla Mobilità, Carla Mannetti.

Le arterie interessate sono viale della Croce Rossa, viale Corrado IV (in corrispondenza di piazza d’Armi, dove si svolge il mercato cittadino e in prossimità della rotatoria agli incroci con viale 25 aprile, via XX settembre e via Vicentini), via della Polveriera (nel tratto di strada che fiancheggia il musp della scuola De Amicis), via Panella (dalla questura fino all’incrocio con via Cencioni, nei pressi del cimitero) e via Ficara (tratto davanti alle scuole).

“Queste strade - ha spiegato l’assessore Mannetti - sono particolarmente frequentate per via della presenza delle attività produttive e soprattutto delle scuole e lì si sono verificati degli incidenti. La sicurezza degli automobilisti e dei pedoni è preponderante e non a caso viene richiamata più volte nel programma di mandato; per questa ragione abbiamo ritenuto giusto adottare questa delibera”.

“Inoltre - ha aggiunto l’assessore Mannetti - la sicurezza è uno dei cardini del Piano urbano per la mobilità sostenibile (Pums), nel quale, per l’appunto, vengono tracciate, tra le altre cose, le linee generali dei rischi nella circolazione e, tra le varie misure, viene individuata quella che fa riferimento ai limiti di velocità. Il provvedimento sarà attuato in fase sperimentale e, se darà i risultati auspicati, verrà inserito nel Pums”.

Pubblicato in Varie

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo