http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Settembre 2018 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - “Stupiscono le affermazioni di chi, utilizzando i lavoratori del Comune dell’Aquila come scudi umani, si rende protagonista di uno spregevole sciacallaggio politico dal quale emergono incoscienza e ignoranza delle norme”. Con queste parole il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, replica alle dichiarazioni di alcuni esponenti dell’opposizione che hanno bollato come “spot elettorale” il prolungamento dei contratti del personale assunto dall’ente comunale assunto ai sensi delle normative emergenziali sino al 31 dicembre 2020.

“Ricordo a tutti che fino all’arrivo di questa maggioranza le proroghe sono state mensili, semestrali o, al massimo, annuali e vale la pena rammentare come in alcuni casi i dipendenti precari del Comune siano rimasti fuori dai provvedimenti di proroga, con conseguenti eclatanti manifestazioni pubbliche e occupazioni della sede comunale di Palazzo Fibbioni - spiega il sindaco - Per la prima volta, inoltre, è stata data continuità lavorativa alle educatrici dei nidi, i cui contratti scadevano a giugno per poi essere riattivati a settembre, e ci impegneremo a garantire la copertura contrattuale per i mesi estivi anche in futuro”.

"Solo grazie a questo atto, inoltre, è stata data una copertura giuridica alle posizioni lavorative di questi dipendenti che altrimenti, nella malaugurata e sciagurata ipotesi di mancati trasferimenti dal governo, sarebbero stati licenziati automaticamente. Adesso, invece, sarà possibile ipotizzare un anticipo delle somme, qualora ve ne fosse la necessità. Questa amministrazione ha messo in campo tutte le azioni possibili per arrivare a un provvedimento atteso dai lavoratori e dai sindacati" conclude il sindaco.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Una donna di 45 anni di nazionalità polacca è stata trovata impiccata davanti alla porta di ingresso di un alloggio del progetto Case di Sant'Antonio all'Aquila. Da quanto si è appreso non era andata a prendere la figlioletta di 6 anni all'uscita di scuola risultando irreperibile fino all'amara scoperta, avvenuta nel tardo pomeriggio di ieri, del suicidio.

A rinvenire il copro della donna ormai senza vita sono stati i vigili del fuoco, allertati verso le 18.30 da una giovane donna albanese amica della vittima, che sono entrati nell'abitazione dal balcone posto al secondo piano della palazzina. Subito dopo sono intervenuti a sanitari del 118 il cui medico ne ha constatato la morte.

Sembrerebbe che la giovane mamma, che aveva lavori saltuari ed era separata dal marito e padre della bimba di nazionalità italiana, non abbia lasciato biglietti. Sono in corso le indagini della polizia, coordinate dalla Procura della Repubblica dell'Aquila, per stabilire i motivi del gesto estremo. Il pubblico ministero Stefano Gallo ha disposto l'autopsia.

La bambina è stata affidata ad una comunità.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - "Anche quest’anno tra le tante attività svolte dal comitato della Croce Rossa Italiana di L’Aquila all’interno dei suoi obiettivi strategici, saremo impegnati venerdì 28 nello splendido scenario del centro della città dell’Aquila nella manifestazione della Notte dei Ricercatori - Sharper". Lo annuncia in una nota il presidente della Cri provinciale Teresa Marinelli.

"In tale contesto - spiega - la Croce Rossa di L’Aquila aprirà la sua sede per far conoscere le molteplici attività svolte ogni giorno a favore delle realtà presenti sul nostro territorio, al fianco delle istituzioni; Sharper ci darà la possibilità, ancora una volta, di coinvolgere grandi e piccoli portandoli in un mondo pieno di emozioni, accendendo la curiosità e la passione; essere presenti 'ovunque per chiunque' e capire come valori e principi sani possano essere un faro ed una speranza per un nuovo domani".

"Nella nostra sede - aggiunge il presidente - saranno previste visite guidate della durata di 20 circa minuti dove i nostri volontari spiegheranno ai visitatori le diverse attività svolte dal comitato Cri di L’Aquila. Sarà possibile simulare anche l’iter di 'aspirante donatore sangue Cri' presso i locali del Centro raccolta sangue del comitato regionale Cri Abruzzo ospitato nella nostra sede".

"Durante la visita, inoltre, verrà illustrato lo sviluppo, tecnologico, dei nuovi presidi utilizzati quotidianamente dai volontari Cri formati al soccorso e trasporto in Ambulanza", termina Marinelli.

Pubblicato in Eventi
L'AQUILA - Oggi cielo per lo più sereno.
VENTI: Moderati prevalentemente da Nord-Est (raffiche 20km/h).
TEMPERATURA: Massima prevista 24 gradi.

CAMPO IMPERATORE - In mattinata nubi alternate a schiarite. Nel pomeriggio cielo per lo più sereno.
VENTI: Intensi prevalentemente da Nord-Est (raffiche 40km/h).
TEMPERATURA: Massima prevista 14 gradi.
 
CAMPO FELICE - In mattinata nubi alternate a schiarite. Nel pomeriggio cielo per lo più sereno.
VENTI: Intensi prevalentemente da Nord-Est (raffiche 30km/h)
TEMPERATURA: Massima prevista 17 gradi.
Pubblicato in Varie
Giovedì, 27 Settembre 2018 09:49

Spaccio di hashish, 20enne agli arresti

CARSOLI (AQ) - La Stazione dei Carabinieri di Carsoli, nell’ambito di specifica attività info-investigativa finalizzata al contrasto dei reati concernenti le sostanze stupefacenti, ha attenzionato per alcuni giorni  un’abitazione ubicata in centro, in cui presumibilmente avveniva lo smercio di marijuana ed hashish. A seguito delle informazioni acquisite, nella nottata, notando la presenza di qualcuno all’interno dell’appartamento segnalato, i militari di servizio perlustrativo decidevano di eseguirvi una perquisizione domiciliare. Una volta entrati, i carabinieri accertavano la presenza del proprietario, un ragazzo 20enne, che si trovava in compagnia di altri due coetanei e percepivano immediatamente un forte odore aromatico che ipotizzavano potesse essere hashish, proveniente dall’interno di un mobile della cucina. La successiva ispezione permetteva di rinvenire una busta in cellophane al cui interno erano conservati un bilancino di precisione, un involucro di carta stagnola argentata che avvolgeva un pezzo di hashish del peso di circa 40 grammi e 24 involucri in carta stagnola dalla forma rettangolare, ognuno dei quali avvolgeva pezzi di sostanza stupefacente dello stesso tipo. L’estensione della perquisizione alle altre zone della casa permetteva di individuare altri involucri contenenti la medesima sostanza stupefacente per un totale di circa 69 grammi di hashish sottoposta a sequestro.

L’arrestato è stato tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Adesso i carabinieri sono impegnati nella ricostruzione della rete di contatti che l’odierno indagato ha creato nella zona della Piana del Cavaliere a cui, verosimilmente, erano destinate le dosi già confezionate rinvenute all’interno della sua abitazione.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - “Una pagina triste e dolorosa per il giornalismo abruzzese”. Con queste parole il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, commenta la cessazione dell’attività del portale on line d’informazione PrimaDaNoi.

“Oltre alla solidarietà al direttore e ai giornalisti, però, una notizia del genere impone una riflessione più ampia sullo stato dei media nella nostra regione, dove negli ultimi anni abbiamo assistito a un impoverimento dell’offerta per i cittadini, con chiusure di importanti testate nazionali, ridimensionamenti e tagli che hanno interessato giornali, tanto cartacei quanto digitali, ed emittenti televisive e radiofoniche” commenta il primo cittadino.

“Proprio all’indomani dello stop alla diffusione dell’edizione abruzzese del quotidiano Il Tempo, nel 2014, il presidente del Consiglio regionale, Giuseppe DI Pangrazio, annunciò una legge regionale per l’editoria abruzzese ma l’esecutivo non vi diede mai seguito e quasi quattro anni dopo, come hanno ricordato anche Sindacato e Ordine dei giornalisti abruzzesi, di quel provvedimento non vi è traccia. Una situazione inaccettabile, unica in Italia, a cui la prossima maggioranza all’Emiciclo dovrà porre rimedio per salvaguardare qualità dell’informazione e diritti dei giornalisti, spesso precari, che svolgono un’attività essenziale per la nostra democrazia”, conclude il sindaco Biondi.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA. Il 25 settembre, nel restaurato Palazzo Di Paola in Corso Vittorio Emanuele II, 95 nel cuore del centro storico della città dell’Aquila, la Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” rappresentata dal Presidente maestro Giorgio Battistelli e dal Presidente Onorario Vittorio Di Paola, incontra la stampa, le autorità, il pubblico per la Conferenza di presentazione della Settantatreesima stagione concertistica, in programma da ottobre 2018 a maggio 2019.

Il cartellone, firmato e illustrato dal Direttore Artistico maestro Fabrizio Pezzopane, è in linea con la tradizione dell’Ente Musicale e guarda al futuro attraverso nuove formule di spettacolo dal vivo.

40 appuntamenti in abbonamento, dei quali 29 all’interno della stagione ordinaria ed altri del Circolo Giovani Amici della Musica e di finestre tematiche come il Festival Internazionale della Chitarra, la Rassegna di Musica Antica, la Rassegna Musica e Architettura.

Il concerto di inaugurazione, domenica 7 ottobre presso il Ridotto del Teatro Comunale, è affidato ad uno dei più apprezzati musicisti italiani, il violoncellista e direttore Luigi Piovano con Gli Archi di Santa Cecilia.

In cartellone, fra gli interpreti più conosciuti dal grande pubblico sono i pianisti Arcadi Volodos, Enrico Pace, Alexander Lonquich, il giovane violoncellista-performer Michele Marco Rossi, i grandi nomi come Ambrogio Sparagna, Peppe Servillo, Fabrizio Bosso con il suo quartetto ed Enzo Pietropaoli, l’attore Bustric e tanti altri. Spicca la presenza in due appuntamenti del premio Oscar Nicola Piovani che porta a L’Aquila il suo spettacolo “La musica è pericolosa” e, in occasione del decennale dal sisma del 2009, presenta la sua “Sinfonia delle stagioni”, opera per soli, coro di voci bianche, voce recitante e orchestra in prima esecuzione assoluta e commissionata per l’occasione dalla Società Aquilana dei Concerti Barattelli.

Molti sono gli appuntamenti inseriti in reti, progetti e circuiti musicali regionali, nazionali ed internazionali programmati anche grazie alla collaborazione con altre istituzioni attive in città come la Sinfonica Abruzzese, il TSA Teatro Stabile d’Abruzzo ed il Conservatorio di Musica “A. Casella” dell’Aquila. Orchestre, ensembles cameristici e tanti artisti popoleranno la 73.ma stagione a L’Aquila con centinaia di musicisti: una programmazione di qualità che inevitabilmente risente delle difficoltà legate alla mancanza di spazi per maggiori affluenze di pubblico.

La presentazione della 73.ma stagione concertistica avviene all’interno di Palazzo Di Paola,in Corso Vittorio Emanuele II, 95 nel cuore del centro storico della città dell’Aquila perché è qui che la Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” avvia un ambizioso progetto per ampliare l’offerta culturale della città.

Infatti, grazie alla generosa disponibilità di Vittorio Di Paola, Presidente Onorario dell’Ente, è in programma la realizzazione di un nuovo spazioculturale e musicale.

L’obiettivo è quello di creare un atelier della musica, un centro aperto al pubblico e agli studenti, con l’esposizione di materiali rari quali lo stendardo della “Filarmonica di Aquila” del 1887,nonché il modellino in legno dell’antico Teatro Olimpico distrutto ai primi del ‘900, ai quali si aggiungerà una preziosa collezione di strumenti musicali di Pino Accardi e Hans van Bussel.

Gli abbonamenti alla stagione sono disponibili a partire da mercoledì 26 settembre presso gli uffici dell’Ente in via Strinella, 35 (Intero 140 euro, ridotto giovanile fino a 26 anni 70 Euro).

Tutte le informazioni sul sito www.barattelli.it in aggiornamento continuo anche sui social network.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

AVEZZANO (AQ) - Si tratta di un cittadino marocchino di 26 anni (iniziali E.M.T.), domiciliato ad Avezzano, irregolare sul territorio italiano e con numerosi precedenti di polizia.

Il provvedimento, emesso dal Prefetto dell’Aquila, scaturisce da un’attività investigativa dei Carabinieri dell’Aliquota di Contrasto della Criminalità Terroristica del Comando Provinciale di L’Aquila.

I militari, che hanno eseguito il provvedimento nella mattina di ieri, martedì 25 settembre, hanno posto l’attenzione sul 26enne dallo scorso mese di maggio, quando sono emersi presunti collegamenti con organizzazioni di matrice terroristica.

Gli immediati accertamenti hanno escluso che il cittadino extracomunitario fosse effettivamente coinvolto in attività riconducibili al terrorismo. Tuttavia, le indagini sul suo conto hanno evidenziato numerosi elementi di pericolosità sociale.

Il cittadino marocchino ha fatto ingresso clandestinamente nel territorio nazionale probabilmente nel 2015 e ha subito dimostrato una spiccata indole criminale. In pochi anni a suo carico sono stati aperti numerosi procedimenti penali per reati commessi nella provincia di Siracusa e nella Marsica, in particolare in materia di stupefacenti, ma anche per furto e resistenza a pubblico ufficiale.

A gennaio di quest’anno, ad Avezzano, lo straniero è stato arrestato dopo che, per sottrarsi a un controllo nell’ambito dell’operazione “periferie sicure”, ha speronato una pattuglia dei Carabinieri ad alta velocità, facendo poi ulteriore resistenza ai militari, rimasti feriti. Nella circostanza, lo stesso giudice per le indagini preliminari di Avezzano, convalidando l’arresto, ha descritto il soggetto come “clandestino nel territorio italiano, senza fissa dimora, vicino a soggetti orbitanti in contesti delinquenziali” e ha evidenziato la sua “mancanza di remore a mettere in pericolo l’incolumità degli agenti operanti e degli utenti della strada, nonché la personalità caratterizzata da una particolare scaltrezza e una significativa aggressività nei confronti delle Forze dell’Ordine”.

L’attività investigativa – sviluppata dall’Aliquota di Contrasto della Criminalità Terroristica con l’ausilio di attività tecniche – è stata focalizzata anche sull’elevato tenore di vita dello straniero, non rapportato alle fonti di reddito. Pur non avendo mai svolto lavori in Italia, abitava in un appartamento del centro di Avezzano e aveva la disponibilità di due autovetture di grossa cilindrata (un’Audi A3 e una BMW serie 1), nonché di ingenti somme di denaro in contanti rinvenute nel corso della perquisizione domiciliare.

I carabinieri dell’Aquila, che hanno operato congiuntamente ai militari della Compagni di Avezzano, hanno anche chiesto l’intervento di personale tecnico della A.S.L. di Avezzano – Ufficio di Igiene Pubblica, a causa delle disastrose condizioni igienico-sanitarie in cui versavano gli ambienti dove viveva.

Il Prefetto dell’Aquila, alla luce degli elementi investigativi forniti, ha ritenuto il soggetto persona socialmente pericolosa e ha emesso il provvedimento di espulsione con allontanamento immediato dal territorio nazionale, eseguito dai militari nella mattinata del 25 settembre. Nella stessa giornata, al termine delle operazioni di fotosegnalamento, il marocchino è stato accompagnato presso il C.P.R. (Centro di Permanenza per il Rimpatrio) di Torino, in attesa del definitivo trasferimento in Marocco.

Pubblicato in Cronaca
Mercoledì, 26 Settembre 2018 16:48

Sga e Odg Abruzzo: "PrimaDaNoi non può chiudere"

PESCARA - "Primadanoi non può e non deve chiudere, sarebbe una sconfitta per la democrazia e per l'intero sistema dell'informazione abruzzese. Non può chiudere perché non possono morire la libera informazione e il giornalismo d'inchiesta, punti di forza di uno dei primissimi siti di informazione on line, nato in Abruzzo 13 anni fa, e di altre realtà editoriali della regione. I giornalisti tutti sono vicini e solidali con i colleghi e con il direttore, Alessandro Biancardi. Inizia così una nota di Ezio Cerasi, segretario del Sindacato Giornalisti Abruzzesi e Stefano Pallotta, presidente dell'ordine dei giornalisti d'Abruzzo.

"Non possiamo più essere spettatori silenti: una società che vuole essere autenticamente democratica - aggiungono - ha bisogno di una stampa libera e indipendente e la chiusura dell'ennesima testata giornalistica, mina alle basi il diritto di ogni cittadino ad essere informato.

E' tempo che le istituzioni facciano la loro parte: l'Abruzzo è forse l'unica regione italiana, a non avere una legge a sostegno dell'editoria locale. Legge promessa e rimasta bloccata per anni nei cassetti degli uffici e nelle commissioni.

Ma la chiusura di PrimaDaNoi ci racconta anche l'ennesima storia di attacchi alla professione giornalistica, che passa attraverso le citazioni e le querele temerarie, minacce e ritorsioni da parte di chi di libertà di stampa non vuole sentire parlare".

"Per questo - anticipano Cerasi e Pallotta - il Sindacato e l'Ordine dei giornalisti d'Abruzzo, sostenuti dalla Fnsi,  annunciano una mobilitazione che coinvolgerà anche quei rappresentanti delle istituzioni che ancora credono nella democrazia e nella libertà di stampa, altri sindacati e la società civile, per rilanciare i temi della libera informazione e della sostenibilità economica delle testate giornalistiche.

Sindacato e Ordine si impegnano e si impegneranno con maggiore forza per aprire, sul nostro territorio, una grande vertenza informazione, un confronto su tutti i problemi che non sono solo della categoria, ma dell'intera collettività regionale".

"I colleghi di PrimaDaNoi - termina la nota - non sono soli".

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - "Il Comitato di Redazione della TgR Abruzzo esprime solidarietà e preoccupazione per l’annunciata chiusura del quotidiano online PrimaDaNoi. Un Sito di informazione che negli anni si è distinto per le inchieste realizzate, la tempestività nel riportare notizie e l’autonomia da politica e poteri forti. Ci auguriamo possa esserci una soluzione diversa e positiva alla vicenda, onde evitare un ulteriore impoverimento del patrimonio informativo regionale". Lo scrivono in una nota Roberta MancinelliSerena MassiminiIsidoro (detto Ciro) Venerato del Cdr Rai.

"Il Comitato di Redazione del quotidiano il Centro esprime solidarietà e preoccupazione per l’annunciata chiusura del quotidiano online PrimaDaNoi. Negli anni il sito ha contribuito con notizie e servizi alla pluralità dell’informazione che rappresenta una delle basi essenziali della democrazia. Va assolutamente trovata una soluzione affinché continui a svolgere il suo lavoro in maniera libera e indipendente. L’auspicio è che ci possa essere una strada che permetta a PrimaDaNoi di proseguire la sua attività, onde evitare un impoverimento del patrimonio informativo regionale". E' quanto si legge in una nota del Crd del Centro.

"La Redazione e il direttore di MarsicaWeb sono al fianco dei colleghi di PrimaDaNoi che rischiano di vedersi chiudere la bocca dalla solita politica delle querele, delle citazioni in tribunale e di tutti quegli strumenti troppo spesso usati da chi ha o esercita potere. Contro questo atteggiamento e a difesa della libertà di tutti, dei giornalisti a svolgere la propria professione e della gente ad avere una informazione libera ed indipendente, MarsicaWeb si schiera con i colleghi di PrimaDaNoi ai quali offre da subito tutto lo spazio per far conoscere ai lettori la grave situazione che si è determinata. Redazione e Direttore si dichiarano sin da ora disponibili a qualsiasi azione volta a difendere Prima Da noi e tutte le testate libere e primariamente la libertà di informazione e di espressione sempre più messe in discussione in questo paese". Lo scrivono i redattori ed il direttore di MarsicaWeb in una nota.

 

"Ansa Abruzzo e Molise esprime la sua solidarietà ai colleghi del quotidiano online PrimaDaNoi dopo l’annuncio della chiusura della testata dopo 13 anni di attività. Quando una voce di pluralismo si spegne ad esserne investita è la democrazia: l’Abruzzo sta assistendo a un depauperamento dell’informazione da diverso tempo, anche a causa, tra le altre cose, del completo disinteresse della politica. Le leggi dell’economia sono spietate e PrimaDaNoi ne è purtroppo l’ennesima vittima". E' quanto si legge  in una nota del fiduciario Ansa Abruzzo e Molise, Adam Hanzelewicz.

 

Pubblicato in Cronaca

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us