http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Agosto 2018 - Radio L'Aquila 1
Giovedì, 30 Agosto 2018 17:16

"Scanno per fotografia" al ceco Birgus

L'AQUILA - E' stato assegnato al fotografo ceco Vladimir Birgus il Premio Internazionale di Fotografia "Scanno dei fotografi 2018", giunto alla decima edizione. La giuria - composta da professionisti e importanti fotografi italiani - "ha voluto premiare l'opera del Birgus studioso, critico e storico della fotografia, per le instancabili ricerche e le innumerevoli e monumentali pubblicazioni, tra le quali quelle sull'avanguardia cecoslovacca", ha detto Luca Revelli, medico romano, uno dei curatori della manifestazione. La cerimonia di premiazione si svolgerà nel borgo medievale di Scanno il 15 settembre.

Pubblicato in Arte e Cultura
Giovedì, 30 Agosto 2018 16:19

Scossa 3.1 a Rocca di Botte

L'AQUILA - Una scossa di terremoto di magnitudo 3.1 con epicentro a Rocca di Botte (L'Aquila) è avvenuta pochi minuti dopo le 13. La scossa è stata avvertita dalla popolazione che si è riversata in strada. La scossa è stata di breve durata. Non si registrano, al momento, danni a cose o a persone.

Pubblicato in Cronaca
Giovedì, 30 Agosto 2018 16:09

Morte Antonio Battaglia, le reazioni

L'AQUILA - "È con profonda commozione che apprendo della scomparsa del notaio Antonio Battaglia. Una persona autorevole e per bene, che sia nella sua professione sia alla guida della Cassa di risparmio della provincia dell’Aquila, ha dato lustro alla nostra città. Ai suoi familiari le condoglianze personali e della municipalità aquilana" lo dichiara il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi.

La deputata dem  Stefania Pezzopane, presidente della Giuria del Premio Bonanni-Bper fondato proprio da Antonio Battaglia, Annamaria Giancarli e la stessa Pezzopane, esprime il cordoglio per la perdita del notaio Antonio Battaglia. “Una persona unica, eccezionale, mi ritengo fortunata per averlo conosciuto e per aver condiviso con lui tante edizioni del Premio intitolato a Laudomia Bonanni che proprio con lui ed Annamaria Giancarli fondammo nel 2001. Non dimenticherò mai quando andai da lui, allora Presidente di Carispaq, a proporgli di intitolare alla grande scrittrice aquilana Laudomia Bonanni l’istituzione di un Premio internazionale di poesia, ero timorosa di ricevere un ennesimo no. Ed invece fu un si convinto e motivato. Antonio Battaglia univa alle straordinarie competenze professionali, una grande capacità di relazioni umane ed uno spessore culturale incredibile. A lui ho voluto bene e di anno in anno ogni edizione del Premio era l’occasione per stabilire maggiore condivisione e visione del futuro. Anche dopo il terremoto mi incoraggio’ a tenere comunque la nostra manifestazione proprio all’interno dell’istituto bancario. La malattia ha interrotto la sua partecipazione fisica ma non il suo sostegno. Piango la sua scomparsa, mi inorgoglisce aver potuto condividere con lui la creazione di una cosa importante per la città e di averlo conosciuto. Nessuno come lui era capace di trasferire tanta serenità e sicurezza, senza troppe parole, con gesti semplici, carichi di amore per la sua città e la sua comunità. Condoglianze alla famiglia".

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - In merito a quanto pubblicato da alcuni organi di informazione, relativamente al bando per il reperimento di una sede idonea a ospitare nella città di Sulmona gli alunni del “De Nino-Morandi”, sono doverose alcune precisazioni da parte di questa amministrazione provinciale. L’ente - si legge in una nota -, attraverso i propri uffici di competenza, all'esito della predetta procedura sta verificando le offerte pervenute al fine di predisporre le necessarie determinazioni preliminari nei termini delle necessità e previsioni contenute nel bando. Solo al termine di tale fase sarà quindi possibile perfezionare il rapporto contrattuale di locazione con il soggetto contraente e conseguentemente definire tempi e modalità per il trasferimento degli alunni nella città di Sulmona.

Il Presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso, con il consigliere delegato all’edilizia scolastica Gianluca Alfonsi, il consigliere Mauro Tirabassi e gli uffici competenti della provincia - continua la nota dell'ente -, è costantemente impegnato sulla problematica del “De Nino - Morandi” che segue giornalmente, consapevoli che l’obiettivo principale rimane quello di riportare, in un tempo relativamente breve, gli alunni in città,  in un edificio idoneo e sicuro. Come noto sono state avviate le procedure per l’esecuzione dei lavori nella sede storica, per la messa in sicurezza del plesso, con una spesa pari a 4.739.199,11 euro e, in attesa di questo intervento, la Provincia ha costantemente cercato e condiviso, diversamente dal passato, ogni possibile soluzione per affrancare alunni e famiglie dal disagio di frequentare l’Istituto lontano dalla città.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Semplicità, sobrietà, qualità degli spettacoli e partecipazione della gente sono stati, secondo il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, le chiavi del successo della 724esima Perdonanza Celestiniana. “Soprattutto - ha aggiunto Biondi - credo che sia stato recuperato il rapporto tra la città e l’evento, nel senso che gli Aquilani si sono sentiti davvero i protagonisti della Perdonanza. Senza trascurare, comunque, la numerosa presenza di visitatori, molti dei quali, attraverso i social, hanno testimoniato il loro apprezzamento nei confronti del programma di quest’anno”.

Apprezzamento che Biondi ha “girato” al Comitato Perdonanza “e a tutti i suoi componenti, a cominciare dal direttore artistico, Leonardo De Amicis, che ci ha messo a disposizione delle performance straordinarie e commoventi. Se consideriamo i soli eventi principali - e cito a mero titolo di esempio la serata di apertura, i concerti di Riccardo Cocciante e Francesco De Gregori, lo spettacolo teatrale di Jesus Christ Superstar, le tante esibizioni degli artisti in ogni angolo della città per L’Aquila Suona - abbiamo registrato almeno 60mila presenze. Ma quello che ha colpito in modo particolare - ha aggiunto il sindaco Biondi - è stata la vitalità dell’Aquila: indipendentemente dagli spettacoli di livello, il centro storico della città è stato arricchito da tantissime persone. Un’immagine bellissima, entusiasmante, confermata dai volti delle persone, dai sorrisi dei bambini, dall’intensa partecipazione dei giovani”.

L’aver mantenuto un profilo adeguato alla valenza spirituale dell’evento e l’aver predisposto un programma culturale che si legasse strettamente alla solennità del Perdono di Papa Celestino V hanno rappresentato, per Biondi, elementi essenziali per la riuscita della Perdonanza: “Il tema era quello della famiglia, il luogo da cui la vita si genera,  la base della società, il presidio di valori e unità: e proprio intorno a questi valori è stato predisposto il programma, senza fronzoli, senza esagerazioni, con la massima semplicità e sobrietà che, allo stesso, tempo non ha significato rinunciare alla presenza di personalità di spessore artistico e culturale. Non ci sono stati episodi negativi nei comportamenti della gente – ha detto ancora il Sindaco – e si è visto un ordine, anche nel divertimento, davvero esemplare, visto che ogni rappresentazione è stata calibrata compatibilmente con il tema e l’essenza profonda della Perdonanza”.

Il sindaco Biondi ha infine rilevato che anche il ritorno mediatico della 724esima Perdonanza Celestiniana “è stato frutto della nuova impronta fornita all’evento. Basti considerare (e anche in questo caso è solo un esempio) che le pagine facebook del Comitato Perdonanza e del Comune dell’Aquila, nel mese di agosto, hanno avuto una copertura complessiva di 205mila persone sui soli post dell’evento, con 66mila interazioni, un incremento in totale di quasi mille “mi piace” sulle pagine in questione, e con i video sull’apertura e la chiusura della Porta Santa che hanno avuto una visualizzazione complessiva di quasi 73 ore”.

“Tutto questo - ha concluso il sindaco Biondi - non è da considerare un punto di arrivo. La soddisfazione per l’andamento della Perdonanza 2018 deve essere ritenuta uno stimolo per fare ancora meglio, per eliminare le inevitabili pecche che ci sono state, che comunque sono fisiologiche nell’allestimento e nella gestione di un evento di questa portata. Faremo tesoro degli errori che si sono verificati per cercare di non ripeterli in futuro”.

 

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - La scuola di teatro Drama riapre i battenti per il nuovo anno accademico 2018/2019 sabato 1 settembre a partire dalle ore 16,00 presso la sede in via Matteo da Leonessa con un open day, in cui sarà possibile avere informazioni riguardo ai corsi, conoscere la struttura, gli insegnanti e le attività in programma.

La scuola di teatro Drama offre corsi per tutte le età e tutti i livelli: gioco drammatico, propedeutica alla recitazione, recitazione, training, mimo, improvvisazione, critica, regia, storia del teatro e dello spettacolo, dizione, uso della voce e respirazione, scenografia, costume e trucco scenico, scrittura creativa e lettura interpretativa, teatro mamma-bambino, canto e musical, oltre a preparazione privata per provini o audizioni e stage con artisti del settore.

Le lezioni cominceranno a partire da lunedì 3 settembre.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Ini Canistro: la Asl dà il via libera al pagamento delle prestazioni ospedaliere, effettuate dalla casa di cura, per i primi tre mesi del 2018.

“La delibera di liquidazione”, afferma il manager della Asl, Rinaldo Tordera, “è stata firmata nei giorni scorsi, in modo tempestivo e rapido tenendo conto che solo dal 1 primo agosto scorso abbiamo potuto, a seguito delle previste comunicazioni amministrative, avviare l’iter per la verifica delle prestazioni che avevano titolo per essere pagate alla clinica”.

“Infatti”, aggiunge Tordera, “i nostri uffici hanno dovuto esaminare tutto il pacchetto delle prestazioni per le quali è stato chiesto il rimborso e accertare quelle erogate in conformità dei requisiti previsti dalla normativa”.

“Un articolato lavoro di analisi e valutazione che, a cavallo delle festività di Ferragosto, è stato portato avanti celermente proprio al fine di creare tutte le condizioni per erogare le indennità”.

“A seguire, in tempi brevi”, conclude il manager, “la Asl provvederà, con il completamento dell’iter amministrativo, a liquidare le ulteriori mensilità da aprile a luglio 2018”.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - Il jazz torna a mobilitarsi per le terre colpite dal sisma. Da oggi, 30 agosto,  a domenica 2 settembre, in 4 località di quattro diverse regioni risuoneranno le note di 80 concerti, con oltre 570 musicisti protagonisti.

Oggi l'appuntamento con "Il Jazz Italiano per le Terre del Sisma", che torna per il terzo anno, è a Camerino (Macerata) nelle Marche, domani. 31 agosto, a Scheggino (Perugia) in Umbria, sabato 1 settembre ad Amatrice (Rieti) nel Lazio e domenica 2 a L'Aquila, in Abruzzo.

Anima del progetto, il trombettista Paolo Fresu, direttore artistico e presidente della Federazione Nazionale "Il Jazz Italiano", che organizza la manifestazione (promossa dal Mibac e dal Comune dell'Aquila-Comitato Perdonanza), insieme ad Associazione I-Jazz, MIDJ e Casa del Jazz. "L'iniziativa era nata nel 2015 per tendere una mano agli aquilani con l'obiettivo di infondere loro fiducia e tornare ad abitare i centri storici abbandonati dopo il terremoto del 2009. La cultura è uno strumento incredibile per rafforzare il tessuto sociale e anche quello economico: in quella prima edizione portammo 60 mila persone in città", racconta Fresu, tra i protagonisti della manifestazione, che nel 2016 si fermò, dopo il sisma nel Centro Italia, per poi tornare l'anno scorso. "La geografia delle terre colpite dal sisma è cambiata, e noi ci siamo adeguati.

Quest'anno abbiamo scelto quattro località simboliche, in quattro regioni, diverse tra loro e ognuna con esigenze differenti". Amatrice ancora vive il lutto per decine di morti, Scheggino più che perdite umane lamenta il danno economico, con la Valnerina abbandonata dai turisti, L'Aquila è in piena ricostruzione e sta tentando di tornare a vivere. "Per ogni luogo abbiamo avuto un'attenzione diversa e pensato concerti diversi: all'Aquila sarà più una festa, ad Amatrice invece qualcosa di intimo e rispettoso - spiega ancora Fresu -. Perché il jazz si presta più facilmente di altri generi ad adattarsi alle situazioni. E' una musica viva, capace di creare legami. E non ha bisogni di grandi strutture e palcoscenici: facciamo musica in un chiostro, in una piazzetta. E mescoliamo dixieland, pop, big band, duetti, giovani musicisti e artisti già affermati".

Quest'anno, all'Aquila gli artisti si esibiranno davanti a luoghi simbolo come la Casa dello Studente e il Palazzo del Governo ricostruito, nella chiesa di San Bernardino o all'Auditorium del Parco, progettato da Renzo Piano, "senza dimenticare le ferite profonde". Un "format" replicabile in altre situazioni. "In Italia c'è una disgrazia quasi ogni giorno: come Genova. Anche lì stanno nascendo diverse iniziative". Attraverso la musica, secondo il trombettista sardo, e più in generale "attraverso l'elevazione culturale, si può vedere il mondo da altri punti di vista". Come ha fatto lui stesso, salendo qualche settimana fa sulla nave Aquarius, rifiutata con il suo carico di disperazione dall'Italia. "Quello dei migranti è un problema complesso, ma sull'uomo non si può discutere: va aiutato, è la legge del mare. Bisogna scindere l'argomento politico (una soluzione va trovata) dall'aiuto in sé e per sé.

Qualunque essere umano, se in difficoltà, va aiutato: se non lo si fa, è un crimine e si passa dalla ragione al torto. E bisogna vergognarsi". 

 

 

Il Programma di Sabato e Domenica a L’Aquila

 

Sabato 1° Settembre | L’Aquila

 

// Piazzetta del sole (Largo Silvestro dell’Aquila)
PIERO ODORICI, ROBERTO ROSSI, ROBERTO TARENZI, STEFANO SENNI E ADAM PACHE | ore 21:30
Jazz Band resident in collaborazione con Umbria Jazz Club e Italia Jazz Club
Jam Session | a seguire
// Piazza Chiarino
dj set a cura di DJ ROCCA | ore 23:00

 

 

 

Domenica 2 settembre | L’Aquila

 

// Basilica di San Bernardino
100 Cellos feat. Giovanni Sollima e Enrico Melozzi | ore 10:00

 

// Casa dello Studente, via XX settembre
JOE BARBIERI ORIGAMI | ore 12:00
Joe Barbieri, chitarra, voce; Sergio Di Natale, batteria; Giacomo Pedicini, basso; Antonio Fresa, pianoforte; Stefano Jorio, violoncello

 

// Auditorium del Parco – Spazio Infanzia, Viale Medaglie d’Oro / Parco del Castello Cinquecentesco
Laboratorio Nati nelle Note | dalle ore 12:00 alle ore 14:45
Sviluppo della musicalità per neonati e bambini 0-5 anni. Un solo accompagnatore per ogni partecipante (max 15 partecipanti per gruppo).
PRENOTAZIONE al numero 328-4781160 o 349-0784024
Gruppo Gattonanti (0-15 mesi) h 12.00 (45’)
Gruppo misto (3-5 anni) h 13.00 (45’)
Gruppo Camminanti (16-36 mesi) h 14.00 (45’)

 

Giancarlo Biffi, Ada Montellanico, Catia Gori e Sonia Peana | “Rosmarino e i corvi farlocchi” | ore 15:30
Progetto didattico per l’infanzia

 

Orchestra Stabile IC Villasanta diretta da Felice Clemente | ore 17:00

 

// Chiesa di San Giuseppe Artigiano, via Sassa
PIANO SOLO
Vittorio Solimene | ore 14:00
Livio Minafra | ore 14:50
Andrea Pozza | ore 15:40
Francesco Scaramuzzino | ore 16:30

 

// Auditorium del Parco, Viale Medaglie d’Oro / Parco del Castello Cinquecentesco
ALESSANDRO SCALA QUARTET | ore 15:00
Alessandro Scala, sassofono; Emiliano Pintori, pianoforte; Mauro Massoni, contrabbasso; Stefano Paolini, batteria

 

JOE PISTO 5ET | ore 16:00
Joe Pisto, voce e chitarra; Claudio Vignali, piano, rhodes, moog; Federico Sportelli, sassofono; Tiziano Bianchi, tromba; Marco Frattini, batteria

 

GIANNI CAZZOLA – MONK, TRIBUTE TO ELLINGTON | ore 17:00
Gianni Cazzola, batteria; Simone Daclon, pianoforte; Alex Orciari, contrabbasso

 

ENZO FAVATA INNER ROADS | ore 18:00
Enzo Favata, sax e clarinetti; Enrico Zanisi, pianoforte; Salvatore Maiore, contrabbasso; U.T. Gandhi, batteria

 

CARLA MARCOTULLI AND HER BAND – Love is… the sound of surprise | ore 19:00
Carla Marcotulli, voce; Fernando Ramses Pena Diaz, pianoforte; Alessandro Bintzios, contrabbasso; Sami Nanni, chitarra; Federico Chiarofonte, batteria; Valerio Prigiotti, tromba; Stefano Di Grigiori, sax tenore; Patrizio Destriere, sax soprano; Riccardo Nebbiosi, sax baritono; Elisabetta Mattei, trombone

 

// Largo Tunisia
MASSIMO PIRONE FAT BONES | ore 15:00
Massimo Pirone, Palmiro Del Brocco, Dino Gnassi, trombone, Federico Proietti, trombone basso; Alessandro Bonanno, organo hammond; Massimiliano Delucia, batteria

 

ROSA BRUNELLO LOS FERMENTOS | ore 16:00
Roba Brunello, basso; Michele Polga, sassofono; Frank Martino, chitarra elettrica; Luca Colussi, batteria

 

GIOVANNI GAIAS TRIO | ore 17:00
Giovanni Gaias, batteria e voce; Jim Solinas, organo hammond; Giuseppe Spanu, chitarra
TIME IN JAZZ

 

DARIO GERMANI & LORENZO CORSETTI – To Sky | ore 18:00
Dario Germani, contrabbasso; Lorenzo Corsetti, synth

 

PIERLUIGI BALDUCCI NEW 4ET | ore 19:00
Pierluigi Balducci, basso elettrico; Pasquale Calò, sax tenore; Fabrizio Savino, chitarra elettrica; Fabio Accardi, batteria

 

// Palazzo Carli Benedetti, piazza Vincenzo Rivera
AJUGADA QUARTET – Hand Luggage | ore 15:00
Antonella Vitale, voce; Danielle Di Majo, sax alto e soprano; Gaia Possenti, pianoforte; Giulia Salsone, chitarra

 

CETTINA DONATO DUO | ore 16:00
Cettina Donato, pianoforte; Mimmo Campanale, batteria e multipad

 

FEDERICA COLANGELO QUARTETTO – Chiaroscuro | ore 17:00
Federica Colangelo, pianoforte; Simone Alessandrini, sax alto e soprano; Marco Zenini, contrabbasso; Valerio Vantaggio, batteria

 

LUCA DELL’ANNA QUARTET – Huma See, Human Do | ore 18:00
Luca Dell’Anna, pianoforte e composizioni; Massimiliano Milesi, sax tenore; Gabriele Evangelista, contrabbasso; Alessandro Rossi, batteria

 

MAURO VERRONE 5ET | ore 19:00
Mauro Verrone, sax alto; Claudio Cesar Corvini, tromba; Ettore Gentile, pianoforte; Massimo Moriconi, contrabbasso; Francesco Petreni, batteria

 

// Palazzo Di Paola, corso Vittorio Emanuele 95
GIAMPAOLO ASCOLESE E MAURO ZAZZARINI BIG-BAG | ore 15:00
Mauro Zazzarini, sax tenore; Giampaolo Ascolese, batteria; Francesco Lento, tromba; Andrea Beneventano, pianoforte; Elio Tatti, contrabbasso

 

EMANUELE PRIMAVERA EP4tet | ore 16:00
Emanuele Primavera, batteria; Alessandro Presti, tromba; Raffaele Genovese, pianoforte; Carmelo Venuto, contrabbasso

 

SALVATORE MALTANA MELODRUM ENSEMBLE | ore 17:00
Salvatore Maltana, contrabbasso; Salvatore Spano, pianoforte; Francesco Brancato, batteria

 

LORENA FONTANA QUARTETTO | ore 18:00
Lorena Fontana, voce; Giulio Stermieri, pianoforte; Simone Di Benedetto, contrabbasso; Riccardo Cocetti, batteria

 

T.R.E. | ore 19:00
Alessandro Giachero, pianoforte; Stefano Risso, contrabbasso; Marco Zanoli, batteria

 

// Palazzo Cappa-Cappelli, corso Vittorio Emanuele
NICOLA CORDISCO QUARTETTO | ore 15:00
Nicola e Daniele Cordisco, chitarra; Antonio Caps, organo hammond; Giovanni Campanella, batteria

 

ACCORDI DISACCORDI | ore 16:00
Alessandro Di Virgilio, chitarra solista; Dario Belucchi, chitarra ritmica; Elia Lasorsa, contrabbasso

 

EMMET RAY MANOUCHE ORKESTRA | ore 17:00
Piji, chitarra elettrica e voce; Gian Piero Lo Piccolo, clarinetto; Egidio Marchitelli, Daniele Corvasce, Lorenzo Bucci, chitarra solista; Gianfranco Malorgio, chitarra ritmica; Giuseppe Civiletti, contrabbasso

 

WE3 | ore 18:00
Francesco Chiapperini, sax baritono; Luca Pissavini, violone; Stefano Grasso, batteria

 

TARTAMELLA DJANGO’S CLAN | ore 19:00
Carmelo Tartamella, chitarra solista; Jacopo Delfini, chitarra ritmica; Enzo Frassi, contrabbasso; Odilla Rey, voce

 

// Palazzo Ciolina, corso Principe Umberto
STEFANO COCCO CANTINI – Solo sax | ore 15:15
PAOLO DE FALCO – Solo per voce e chitarra | ore 16:00
NICOLA CORDISCO E DANIELE CORDISCO – Duo per chitarra | ore 16:45

 

ALESSANDRO TEDESCO E DAVIDE COSTAGLIOLA – Trombone e basso | ore 17:30

 

DANIELE DI GREGORIO E GABRIELE BOGGIO FERRARIS – Marimba e vibrafono | ore 18:15

 

GIANNI COSCIA – Solo per fisarmonica | ore 19:00

 

// Palazzo Lucentini-Bonanni, piazza Regina Margherita
SEBASTIANO DESSANAY REBIS TRIO | ore 15:30
Sebastiano Dessanay, contrabbasso; Gianluca Corona, chitarra; Alessandro Garau, batteria

 

ESLEM DUO | ore 16:30
Efrem Scacco, chitarra; Paolo Jus, basso

 

PAOLO DE FALCO LIKE WATER IN THE BUCKET | ore 17:30
Paolo De Falco, voce e chitarra; Michele Polga, sax; Luigi Catella, contrabbasso; Luca Colussi, batteria; Alissa Huzar, performance

 

SANDRO FAZIO DEAR LORD – A Modern Tribute to John Coltrane | ore 18:30
Sandro Fazio, chitarre; Michele Polga, sax tenore; Felix Barth, basso, electronics, voce; Luca Colussi, batteria

 

GABRIELE BOGGIO FERRARIS QUARTETTO | ore 19:30
Gabriele Boggio Ferraris, vibrafono; Massimiliano Milesi, sax; Giacomo Papetti, basso; Alessandro Rossi, batteria

 

// Scalinata di San Bernardino, largo Pischedda
DANIELE DI GREGORIO E LORENZO TUCCI | ore 15:30
Daniele di Gregorio, marimba; Lorenzo Tucci, batteria
Fano Jazz Network

 

ANNALISA MARINELLA RED SHOES SMALL BAND | ore 16:30
Annalisa Marianella, voce; Giulio Barbieri, sax alto; Stefano Di Grigoli, sax tenore; Italo D’Amato, sax baritono; Benedetto Cerasani, chitarra; Toni Orlandi, tromba; Luca Giustozzi, trombone; Stefano Battaglia, contrabbasso; Antonio Marianella, batteria

 

SECONDO (su Casadei) | ore 17:30
Claudio Zappi, clarinetto; Alessandro Petrillo, chitarra; Milko Meloni, contrabbasso; Gianluca Nanni, batteria

 

PIPPO MATINO ESSENTIAL TEAM | ore 18:30
Pippo Matino, basso; Alessandro Tedesco,trombone; Pino Iodice,batteria

 

MARCO ZURZOLO QUARTET | ore 19:30
Marzo Zurzolo, sassofono; Alessandro Tedesco, trombone; Davide Costagliola, basso; Gianluca Brugnano, batteria

 

// Piazza Chiarino
GIACOMO TANTILLO 4et – Water Trumpet | ore 15:30
Giacomo Tantillo, tromba; Andrea Rea, pianoforte; Giovanni Villafranca, contrabbasso; Enrico Morello, batteria

 

ALESSANDRO PATERNESI P.O.V. Quintet | ore 16:30
Alessandro Paternesi, batteria; Simone La Maida, sax; Enrico Zanisi, pianoforte; Francesco Fiorenzani, chitarra; Gabriele Evangelista, contrabbasso

 

ANDREA POLINELLI VISION OF SYLVIAN | ore 17:30
Andrea Polinelli, sax alto; Antonio Magli, pianoforte

 

TIZIANO BIANCHI NOW AND THEN | ore 18:30
Tiziano Bianchi, tromba e flicorno; Samuele Riva, violoncello; Claudio Vignali, pianoforte; Marco Frattini, batteria

 

CINZIA TEDESCO LIKE A BOB DYLAN | ore 19:30
Cinzia Tedesco, voce; Stefano Sabatini, pianoforte e arrangiamenti; Roberto Guarino, chitarra e synth; Luca Pirozzi, contrabbasso; Pietro Iodice, batteria

 

// Piazza Duomo
BIG BAND DEL CONSERVATORIO DI MUSICA “A. Casella” DELL’AQUILA DIRETTA DA MASSIMILIANO CAPORALE | ore 15:00
Inga Taranu, Giorgia Caporale, Matteo Troili, voci; Simone Blasioli, Sabatino Matteucci, Gianluca Caporale, Leonardo Tullj, Antonio Marinelli, sassofono; Maurizio Loreti, Lorenzo Capitani, Giordano Lizzi, Guido Tomassetti, tromba; Giorgio Filippetti, Giampiero Bianchi, Roberto Castelli Costanzo Pietrantoni, tromboni e tuba; Alberto Bianchi, pianoforte; Aurelio Almonte, Ilario Maggi, chitarra; Pietro Pancella, contrabbasso; Davide Di Giuseppe, batteria

 

CAMPANIA FEELIX JAZZ ORCHESTRA DIRETTA DA PIETRO CONDORELLI | ore 16:00
Antonio Perna, pianoforte; Giampiero Franco, batteria; Luciano De Fortuna, percussioni; Ciro Imperato, contrabbasso; Alessandro Tedesco, Giuseppe Casanova, Umberto Marro, Enzo Vuolo, trombone; Gianni Taglialatela, sax baritono; Emilio Merola, Gianni D’Argenzio, sax tenore; Andrea Ventriglia, Antonio Bocchino, Maurizio Conte, sax contralto; Flavio Dapiran, Benny Brignola, Carmine Pascarella, Almerigo Pota, Nicola di Donna, tromba

 

DINO PLASMATI & LJP BIG BAND – Growing Up | ore 17:00
Dino Plasmati, chitarra e direzione; Claudio Chiarelli, Michele Munno, sax alto; Angelo Manicone, Tommaso Capitolo, sax tenore; Enzo Appella, sax baritono; Franco Angiulo, Antonio Pace, Saverio Sansone, Nino Bisceglie, trombone; Luciano Palmitessa, Marco Sinno, Nicola Cellai, Nicola Di Marzio, Emanuele Lamacchia, tromba; Nico Marziliano, pianoforte; Antonello Losacco, basso; Vito Plasmati, batteria;

 

AGORA TA’ – BONPORTI JAZZ BAND | ore 18:00
Barbara Casini (voce), Paolo Silvestri (direzione e arrangiamenti) e la Big Band del Conservatorio di Musica “F.A. Bonporti” di Trento
Serena Marchi, flauto; Maximilian Oberrauch, Martina D’Amico, Andrey Pletnev, Pietro De Vecchi, Mattia Giacomozzi, sassofono; Lara Eccher, Gabriele Zucchini, corno; Demetrio Bonvecchio, Luca Pezzedi, trombone; Christian Stanchina, Emiliano Tamanini, Michele Schelfi, Giovanni Parinello, tromba; Andi Kongo, pianoforte; Stefano Mosna, chitarra; Roberto Marangio, basso; Alessandro Ruocco, batteria

 

DUCCIO BERTINI e RAINBOW JAZZ ORCHESTRA – A View on Stardards, special guest Stefano Cocco Cantini | ore 19:00
Stefano Cocco Cantini, sax tenore; Duccio Bertini, direzione e arrangiamenti; Renzo Tellolli, Michele Tino, sax alto; Marco Bini, sax tenore; Giovanni Pecchioli, sax tenore e clarinetto; Claudio Ingletti, sax baritono; Maurizio Pasqui, Mirco Rabitti, Nicola Cellai, Valerio Mazzoni, tromba; Paolo Acquaviva, Franco Angiulo, Antonio Pace, trombone; Dino Plasmati, chitarra; Francesco Maccianti, pianoforte; Guido Zorn, contrabbasso; Bernardo Guerra, batteria

 

// Street Parade
CESARE DELL’ANNA OPA N RRUGE KONCERT
Cesare Dell’Anna, Emanuele Calvosa, Alessandro Dell’Anna, tromba; Giuseppe Oliveto, trombone; Andrea Doremi, Oscar De Caro, tuba; Stefano Valenzano, Mauro Tre, cassa; Antonio De Marianis, rullante; Gino Semeraro, percussioni

 

MO’ BETTER BAND
Fabrizio Leonetti, sax soprano; Luca Di Giammarco, Antonio Marinelli, sax contralto; Luigi Di Marco, Riccardo Maggitti, sax tenore; Italo D’Amato, sax baritono; Alessandro Di Bonaventura, Domenico Galeazzi, Giulio Filippetti, tromba; Francesco Di Giulio, Antonio Petrelli, trombone; Marco Di Giammarco, sousaphone; Andrea Giovannoli, rullante; Michele Rapini, cassa; Simone D’Alessandro, percussioni

 

CRAZY DIXIE BAND
Antonio Marinelli, sax soprano; Giulio Filippetti, cornetta; Giorgio Filippetti, trombone; Andrea Marinelli, tuba; Angelo Bernardi, banjo; Davide Russo, rullante; Mattia Marrone, grancassa; Angelo Di Nardo, voce e washboard

 

La festa si allarga a tutta la città: balconi, portici, finestre, strade, happening estemporanei in tutto il centro storico

 

// Emiciclo del Consiglio Regionale dell’Abruzzo, Via Michele Iacobucci
Presenta Gege’ Telesforo
GV3 GIUSEPPE VITALE TRIO feat. FLAVIA SARACINO | ore 20:00
Giuseppe Vitale, pianoforte; Stefano Zambon, contrabbasso; Edoardo Battaglia, batteria; Flavia Saracino,voce

 

Consegna Premi alla Carriera da parte di MIdJ – Associazione dei Musicisti Italiani di Jazz a Gianni Cazzola e Gianni Coscia | ore 20:30
Segue una breve esibizione

 

MUSICA NUDA | ore 21:00
Petra Magoni, voce; Ferruccio Spinetti, contrabbasso

 

Ambrogio Sparagna E I SOLISTI DELL’ORCHESTRA POPOLARE ITALIANA | ore 21:30
Ambrogio Sparagna, voce e organetti; Erasmo Treglia: violino, tromba, ghironda e ciaramella; Valentina Ferraiuolo voce e tamburelli; Cristiano Califano, chitarre; Raffaello Simeoni, voce e fiati popolari

 

Simona Molinari LOVING ELLA | ore 22:00
Simona Molinari, voce; Claudio Filippini, pianoforte; Fabio Colella, batteria; Fabrizio Pierleoni, basso; Gianpiero Lo Piccolo, clarinetto

 

Cesare Dell’Anna e OPA CUPA – Baluardo Live Tour | ore 22:30
Cesare Dell’Anna, tromba; Irene Lungo, voce; Stefano Valenzano, basso; Mauro Tre, farfisa e synth; Antonio De Marianis, batteria; Gino Semeraro, chitarra; Giuseppe Oliveto, trombone; Andrea Doremi, tuba; Emanuele Calvosa, tromba; Alessandro Dell’Anna, tromba; Oscar De Caro, tuba

 

// Piazzetta del Sole
Piero Odorici, Roberto Rossi, Roberto Tarenzi, Stefano Senni e Adam Pache | ore 23:00
Jazz Band resident in collaborazione con Umbria Jazz Club e Italia Jazz Club
Jam Session | a seguire.

 

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L'AQUILA - Con grande impegno il Centro Sociale di Gignano continua a prendere iniziative e ad organizzare aventi, nonostante le carenze di cui soffre il quartiere. Nei giorni scorsi lo stato di disagio è stato civilmente denunciato con alcuni striscioni esposti in occasione del transito a Gignano della “Marcia del Perdono”, partita dal Gran Sasso e diretta verso il piazzale di Collemaggio.

I numerosi partecipanti alla Marcia sono stati accolti con entusiasmo nella popolosa frazione con un ricco ristoro e in questa occasione sono apparsi gli striscioni di protesta, che facevano riferimento alla necessità di una sede per il Centro Sociale, alla realizzazione di opere pubbliche finanziate i cui progetti sarebbero ancora nei cassetti (recupero del fontanile, ristrutturazione della piazza, parcheggi e altro).

Gli abitanti del quartiere - si legge in una nota - chiedono a gran voce maggiore attenzione da parte dell’Amministrazione comunale.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - "E’ stata una bella Perdonanza, ben organizzata, con una direzione artistica di grande qualità. La Basilica di Collemaggio, finalmente recuperata, tornata ad ospitare la celebrazione della messa dopo il rito solenne dell’apertura della Porta Santa, il vicino Parco del Sole riqualificato e affollato da bambini e famiglie, il nuovo look della villa comunale con lo splendido scorcio sull’Emiciclo e diverse inaugurazioni di attività commerciali lungo le vie del centro sono state la degna cornice all’evento più importante della nostra città. Chiunque vuole bene all’Aquila non può che esserne felice e guardare al futuro con la speranza che questa festa così nostra possa assumere finalmente un respiro internazionale". Inizia così una nota di Stefano Palumbo, capogruppo del Partito Democratico al consiglio comunale dell'Aquila.

"Con lo stesso sentimento di amore per la città che mi permette, pur stando all’opposizione, di apprezzare il buon lavoro fatto nell’organizzazione dell’evento da chi oggi è al governo - aggiunge -, voglio tornare a porre l’attenzione sull’ex ospedale psichiatrico di Collemaggio il cui stato di abbandono stride con la bellezza ed il decoro ritrovato in tutta l’area circostante grazie all’intervento di riqualificazione portato avanti negli ultimi anni. Avevo denunciato già in un paio di occasioni le insidie che si nascondevano dietro il tentativo del sindaco Biondi di rimettere in discussione quanto già pianificato, ma adesso a conferma di quanto sostenevo arriva la risposta con cui la ASL esprime ufficialmente la propria indisponibilità a concedere a titolo gratuito al Comune dell’Aquila gli immobili dell’ex complesso psichiatrico di Collemaggio allo scopo di collocarvi gli uffici comunali; non è possibile farlo perché, banalmente, ogni ente pubblico ha l’obbligo di valorizzazione del proprio patrimonio immobiliare. Dell’ennesima medaglietta al collo con su scritto “avevi ragione” non so davvero cosa farmene, come non mi diverte lanciare allarmi che vengono puntualmente lasciati cadere ma che poi sistematicamente si rivelano fondati;  piuttosto che rivendicare le mie ragioni preferisco invece lanciare un appello, alla città, ai cittadini, ma soprattutto all’Amministrazione comunale che rappresenta anche me che sono all’opposizione, affinché un luogo così importante per la città, per anni oggetto di speculazioni filosofiche sul suo recupero, possa essere finalmente riqualificato".

"Mettiamo da parte per un momento il tifo da stadio che contraddistingue ormai la politica - aggiunge ancora l'esponente dem - e rimettiamo al centro la realtà, l’oggi, la necessità e il bene comune: ci sono 10 milioni di euro reperiti dalla vecchia amministrazione a valere dei fondi per il Masterplan Abruzzo da spendere per il recupero di un’area meravigliosa della città attraverso la realizzazione del 'Parco della Luna', progetto per il quale esiste già un accordo di cooperazione sottoscritto nel corso della precedente consiliatura dall’ente comunale e dalla Asl e i cui lavori vanno affidati entro il 2019, pena la perdita dello stanziamento".

"E’ legittimo, sia chiaro, che la nuova amministrazione possa aver valutato la possibilità di ripensare in una chiave diversa il futuro dell’area di Collemaggio o di altri spazi della città, ma qualsiasi cambio di rotta rispetto a percorsi amministrativi già avviati - avverte Palumbo - andrebbe intrapreso con cognizione di causa e non per semplice capriccio come invece avvenuto in questa circostanza; perché di fatto l’unico risultato ottenuto dal Sindaco a e dalla sua giunta è quello di aver perso 14 mesi di tempo, un ritardo pesantissimo che rende ogni giorno più concreto il rischio di perdere importantissimi fondi destinati a ridisegnare uno spazio vitale per la nostra città".

"Ammettere di aver sbagliato e tornare sui propri passi è sempre un gesto di grande responsabilità, sono tra quelli che spesso si sforza di farlo, lo apprezzerei molto anche dall'attuale amministrazione sul Parco di Collemaggio, così da poterlo veder brillare di luce nuova, tra qualche anno, al pari del resto della città. Ci sono i fondi, c'è un progetto, lo si porti avanti e - termina Stefano Palumbo - non si disperdano le risorse faticosamente conquistate".

 
Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us