http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Novembre 2018 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - Quest’anno la Federazione Faai, Federazione che raccoglie le associazioni albanesi in Italia, ha scelto L’Aquila come sede di questo evento, in collaborazione con l’Associazione “Vivere insieme” dell’Aquila il cui presidente è il Consigliere aggiunto del Comune dell’Aquila Edlira Banushaj.

La festa è stata molto partecipata e ha visto molte istituzioni presenti, Genta Burimi (Ambascita Albanese in Italia), l'onorevole Stefania Pezzopane, l’assessore al Comune dell’Aquila Francesco Cristiano Bignotti, Il consigliere (in rappresentanza del Sindaco dell’Aquila) Giancarlo Della Pelle, Loris Kastriota Skanderderg, discendente dell’eroe nazionale Albanese Giorgio Kastriota Skanderberg, Sandro Valletta, in rappresentanza della Commissione Regionale sull’immigrazione, Franco Migliarini, responsabile dipartimento immigrazione Uil Abruzzo, oltre ad altri rappresentanti di associazioni in città.

La manifestazione si è svolta in due fasi, la mattina con una programmazione rivolta verso le associazioni albanesi che ha visto protagonisti cantanti ballerini e recite di bambini oltre alla programmazione di un docufilm in lingua Albanese, la seconda parte pomeridiana più rivolta alle istituzioni per far conoscere tradizioni ed usanze del popolo Albanese. Il tutto ha avuto un intermezzo nel pranzo in cui si sono effettuati balli tradizionali albanesi.

La festa oltre a celebrare la giornata dell’indipendenza del popolo albanese è stato un momento di bella integrazione tra popoli, ci si conosce, si balla e si canta insieme, si guarda al futuro con bambini nati in Italia ed italianissimi ma che coltivano le tradizioni dei loro genitori. Se ci si libera dai pregiudizi si capirà che conoscere altre culture non diminuisce la nostra identità ma arricchisce la nostra umanità.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - "Domenica 2 dicembre alle ore 11.30 tornerà sulla recinzione della Casa dello Studente lo striscione che nelle settimane scorse è stato tolto da chi non ha rispetto né delle giovani vite perdute, né del valore della memoria. Tornerà lì - spiegano Antonietta Centofanti del Comitato Familiari vittime Casa dello Studente e l'Associazione vittime universitarie sisma - per raccontare una terribile storia fatta di incuria e di indifferenza, per raccontare un processo che si è concluso con quattro condanne definitive, per raccontare di sogni che non si potranno più realizzare".

"Ma non solo. Lo striscione - termina la nota - vuole essere anche un monito: che non accada mai più. Perché la memoria non è solo dolore. La memoria è storia, è cambiamento, è futuro. Invitiamo la città e le istituzioni tutte ad intervenire e a partecipare con noi anche all'allestimento dell'albero di Natale. Magari portando un piccolo addobbo".

Pubblicato in Cronaca

AVEZZANO (AQ) - Va avanti la comunicazione a tappeto, in vista dell’esercitazione in cui si testerà il piano di emergenza comunale del Comune di Avezzano e dove è chiamata a partecipare la popolazione, in agenda per domenica 13 gennaio 2019.

Ieri un gruppo di lavoro della segreteria di coordinamento insieme ai discenti del Master di II livello O.D.E.M (Prevention and Emergency Management) hanno dibattuto con Stefano Filauri, dirigente Asl n. 1 (Avezzano – Sulmona – L’Aquila) responsabile prevenzione, comunicazione e gestione delle emergenze.

Una tavola rotonda proficua in cui ci si è confrontati sui piani di intervento e di emergenza, con lo scopo di creare un'efficace e permanente comunicazione tra Comune e Asl che persista anche dopo l’esercitazione del 13 gennaio che, come spiegato dalla segretaria generale del Comune, Manuela De Alfieri: "sarà una data speciale, in cui il senso pratico prevarrà su quello celebrativo. Prevenire per il futuro e prepararsi è meglio di ricordare. Il passato deve insegnare".

Il pomeriggio è proseguito con l’incontro con gli assessori e i consiglieri comunali. Oggi, alle 15, i referenti del progetto incontreranno i rappresentanti delle associazioni di categoria.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - “Accolgo con piacere i chiarimenti dell’assessore capitolino alla mobilità, Linda Meleo, in merito allo spostamento dell'autostazione dei pullman dal piazzale di fronte alla stazione Tiburtina al nodo di Anagnina, che avrebbe causato gravi problemi ai pendolari abruzzesi. Ancora una volta, però, abbiamo la dimostrazione dell’approssimazione con la quale i 5 Stelle affrontano i problemi. Non occorrevano mobilitazioni di massa o l’approvazione di specifici documenti, sarebbe bastato semplicemente essere meno superficiali. Al momento quindi prendiamo atto che, per i viaggiatori da e verso l’Abruzzo, non ci saranno variazioni in negativo. Tuttavia la guardia deve restare alta perchè, stando alle dichiarazioni degli amministratori capitolini, nessuna decisione definitiva è stata ancora assunta. Sarà quindi compito, anche del prossimo Governo regionale, affrontare la questione per porre termine a qualsiasi equivoco e salvaguardare le sacrosante esigenze dei nostri viaggiatori”.

Così Fabrizio Di Stefano, candidato presidente alla Regione delle “Civiche per l’Abruzzo”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "Il terminal bus non si sposta da Tiburtina". A dare l'annuncio è il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, che ieri pomeriggio ha partecipato ed è intervenuto al Consiglio comunale di Roma, chiamato a esprimersi sulla mozione presentata da Fratelli d'Italia, condivisa poi anche da altri gruppi consiliari e approvata all'unanimità. Con il documento si chiedeva alla giunta capitolina di "mantenere il terminal bus a Tiburtina recuperando e riqualificando l'area del piazzale est per realizzarvi una nuova autostazione".

"È stata una vittoria dell'intero territorio abruzzese e di quanti si sono mobilitati per scongiurare un provvedimento che avrebbe penalizzato pendolari, studenti e l'intero sistema economico e produttivo regionale" dichiara il primo cittadino. "Ringrazio il gruppo consiliare di Fratelli d'Italia che ha presentato la mozione e gli altri partiti che ne hanno sostenuto finalità e importanza".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "Su mia proposta è stata ritirata la modifica al piano regionale dei rifiuti che tornerà adesso nella Commissione da me presieduta. Sono stato io stesso a farmi promotore di questa richiesta, che ha ottenuto il consenso della maggioranza dei presenti in Consiglio regionale. Le modifiche si sono rese necessarie dopo le osservazioni del governo Lega-Cinque Stelle al piano, e sono state predisposte dagli uffici. Sono state al centro in queste ore di una pretestuosa polemica elettorale sulla questione del cementificio di Cagnano ma, per fugare ogni dubbio, ho fatto in modo io stesso che ci fosse un secondo esame in Commissione, aspettando peraltro l'Atto di Giunta regionale che potrà modificare il provvedimento".

Così in una nota il consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci, presidente della commissione permanente "Territorio, ambiente, infrastrutture".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Tutti gli eventi culturali per i quali, nel 2018, è stata avanzata richiesta di contributi secondo quanto disposto dalla legge regionale n. 55 del 2013 saranno finanziati. A renderlo possibile è un emendamento presentato oggi in Consiglio regionale dal consigliere delegato alla Cultura Luciano Monticelli che consente una variazione di bilancio in grado di assicurare la copertura finanziaria necessaria perché assegna più risorse alla cultura.

“Sono molto soddisfatto - è il commento a caldo di Monticelli - perché questo assestamento si pone a coronamento di un iter che ha visto la Regione fortemente impegnata nel settore culturale. Abbiamo lavorato con grande impegno su numerosi fronti: quello del cratere, anzitutto, che accende per la seconda volta i riflettori con ‘Abruzzo dal Vivo’, una importante occasione di promozione culturale della nostra regione per rivitalizzare il tessuto sociale delle zone colpite dal sisma”.

Da non dimenticare, poi, il bando per le produzioni cinematografiche che raccontano l’Abruzzo, che è riuscito a supportare economicamente, fino a un massimo di 30mila euro, ben otto produzioni e i più recenti bandi “dedicati - precisa Monticelli - alle residenze artistiche e a tutti i soggetti più piccoli e tradizionalmente meno supportati del settore cultura, come bande musicali, cori e produzioni teatrali non beneficiarie dei finanziamenti ministeriali FUS. Con la concessione di contributi per la realizzazione di eventi (legge 55 del 2013) - continua il consigliere regionale delegato alla Cultura - rinnoviamo l’impegno che ogni anno portiamo avanti per sostenere e aiutare le nostre realtà locali. Un impegno che, oggi, si fa dunque ancora più saldo grazie a questa importante variazione”.

Per l’esercizio 2018, infatti, il fondo unico regionale per la cultura (art. 24 della l.r. 46/2014) sale a 257mila euro, cifra che permetterà di sostenere progetti e attività dei soggetti che hanno avanzato richiesta di contributo.

“L’auspicio - conclude Luciano Monticelli - è ovviamente quello di rifinanziarli anche per l’anno 2019, cosa alla quale si sta già lavorando. Nel frattempo siamo contenti di essere riusciti a sostenere numerosi comparti del settore culturale, a riprova del peso e dell’importanza che riveste per noi tale ambito”.

Pubblicato in Arte e Cultura

L’AQUILA – “Grand Tour a volo d’Aquila”, l’ultimo libro di Goffredo Palmerini uscito in questi giorni per le edizioni One Group, sarà presentato in prima a L’Aquila mercoledì 5 dicembre alle ore 17 presso l’Aula Magna del Gran Sasso Science Institute (GSSI), in viale Crispi 7. Dopo il saluto del Rettore, prof. Eugenio Coccia e delle autorità istituzionali, interverranno Francesca Pompa, presidente One Group,Gianfranco Giustizieri, saggista e critico letterario, Tiziana Grassi, giornalista e scrittrice, Antonella Colonna Vilasi, docente universitaria e scrittrice. Presente l’Autore, modererà gli interventi Angelo De Nicola, giornalista e scrittore. Ancora una volta l’autore ha scelto il Gran Sasso Science Institute (www.gssi.infn.it) per la presentazione del suo ultimo libro, testimonianza dell’orgogliosa attenzione verso la più recente Scuola Universitaria Superiore d’Italia. Riconosciuto due anni fa dallo Stato centro di alta formazione scientifica per studi di dottorato (PhD), il GSSI dell’Aquila è infatti la settima Scuola universitaria autonoma italiana, insieme alla Normale e alla Sant’Anna di Pisa, IUSS di Pavia, SISSA di Trieste, SUM di Firenze e IMT di Lucca. Un’eccellenza il GSSI che insieme all’Università dell’Aquila esalta la vocazione del capoluogo d’Abruzzo come Città degli studi, della ricerca e dell’alta formazione.

Anche quest’ultima fatica dello scrittore aquilano, un vero ambasciatore della più bella Italia nel mondo, si apre con due straordinari contributi: la pagina di Presentazione dello scrittore Hafez Haidar, insigne personalità impegnata nel mondo sui temi della Pace e del dialogo tra religioni - già candidato al Premio Nobel per la Pace ed attualmente al Premio Nobel per la Letteratura - e la Prefazione di Tiziana Grassi, giornalista e scrittrice, per molti anni autrice per la Rai di programmi culturali e di servizio. Scrive, tra l’altro,Hafez Haidar nella sua pagina di Presentazione: «[…] Goffredo Palmeriniriesce a cogliere i benevoli frutti delle vicende degli uomini e delle donne e a mettere in risalto le loro opere di vita e di pensiero. In veste di ambasciatore della propria terra e di convinto sostenitore della necessità del dialogo e della benefica contaminazione culturale tra i popoli, ci presenta un’altra Italia, sorgente di luce e conoscenza per tutti coloro che amano il dialogo e credono nei valori fondanti della pace e dell’amore. Ancora una volta Goffredo si mostra infaticabile viaggiatore alla ricerca di notizie vecchie e nuove, spinto dall’intento precipuo di raccontare con un linguaggio scorrevole ed eloquente le meraviglie della natura e dell’uomo. Grazie ai suoi continui viaggi ed incontri, l’autore ci fa scoprire le bellezze e le ricchezze storiche ed artistiche di città famose, come Boston e New York, e di tanti luoghi incantevoli, autentici scrigni di splendore del Belpaese. Nonostante gli orizzonti completamente diversi, l’Italia rimane nel cuore di chi parte e di chi resta, al contempo punto di partenza e punto di arrivo dei suoi sentimenti».

Con questa riflessione Tiziana Grassi chiude l’ampio ed intenso testo della Prefazione al volume: «[…] Nella nuova storia sociale tutta da ricostruire, la domanda centrale è capire se l’Altro è per noi entità astratta e lontana o nucleo umano significante. Goffredo Palmerini, con la vigile consapevolezza che ritroviamo tra le pieghe di questo volume, ci consegna la risposta, unica e inequivocabile: i fatti sociali cui ognuno di noi può dare vita, ogni giorno, nel silenzio dei gesti più ordinari, sono ‘luoghi’ importanti di rigenerazione e ricchezza umana. Ecco perché tutti noi gli dobbiamo gratitudine profonda per il suo essere, in questo nostro tempo spaesato e spaesante, legame, punto di riferimento e aiuto al giusto porsi e giusto agire». Nel risvolto di copertina così annota Francesca Pompa, presidente delle Edizioni One Group: “Grand Tour a volo d’Aquila, un invito ad attraversare territori, a visitare luoghi e borghi, a scoprire scrigni d’arte, a conoscere persone, a vivere gli avvenimenti fino a sentirsi parte di questo universo in continuo divenire con al centro una città non più semisconosciuta, ma evocata in tutto il mondo e diventata patrimonio universale dopo quanto le accadde nel 2009. E’ l’abilità del vero narratore quella di farti viaggiare, come fa Goffredo Palmerini, attraverso la scrittura che diventa racconto e, pagina dopo pagina, apre a nuovi scenari. Le storie prendono forma e lasciano scorrere immagini che riflettono il tempo di cui sono protagoniste, oggi ma ancor più domani. Infatti, è nel tempo che libri come questo acquistano sempre più valore, quando la memoria diventa patrimonio della propria identità e restituisce, come un fiume in piena, l’apice di una Italia tratteggiata nelle sue peculiarità, nella sua capacità di meravigliare e di essere un’eterna avvincente scoperta”.

Infine un’ultima annotazione e una coincidenza. Il 21 giugno 2017, giorno della presentazione del precedente lavoro di Palmerini “L’Italia nel cuore”, coincise con la visita delPresidente della Repubblicaa L’Aquila, per il 243° anniversario della Guardia di Finanza. Quest’anno, per una felice circostanza, il 6 dicembre vedrà ancora la presenza del Presidente Mattarella in occasione della restituzione alla Città della Chiesa di Santa Maria del Suffragio, dopo il pregevole restauro dagli ingenti danni del terremoto 2009, realizzato anche con il contributo del governo francese.

L’anno scorso Palmerini inviò una lettera al Presidente Mattarella - riportata integralmente nel volume “Grand Tour a volo d’Aquila” -, nella quale tra l’altro l’autore scriveva: «Gentile Presidente, […] vorrei cogliere la felice circostanza della Sua visita a L’Aquila, mercoledì 21 giugno, nella ricorrenza del 243° anniversario della Guardia di Finanza, per esprimerLe dal profondo del cuore la mia gratitudine per l’attenzione e la grande sensibilità che in più occasioni Ella ha testimoniato alla Città, che pian piano sta rinascendo dalle strazianti rovine del terremoto del 6 aprile 2009. Proprio questa Sua vicinanza è per noi Aquilani di grande aiuto, non solo per la fiducia che infonde nella ricostruzione materiale dell’Aquila e degli altri centri colpiti dal terremoto, quanto sopra tutto per il rafforzamento morale del senso di comunità così duramente lacerato da quegli eventi. Un senso di comunità che grazie a Lei si amplia all’intera Nazione. A quell’Italia straordinaria, insomma, della solidarietà e della fraternità tra Italiani, che ha mostrato il suo volto più bello qui all’Aquila nel dopo sisma e che attualmente mostra nelle zone colpite dai recenti terremoti del 2016 e 2017. Noi Aquilani l’Italia bella, generosa e solidale la porteremo per sempre nel cuore. […] Concludo questa lettera sul tema dell’Emigrazione, la cui storia di sofferenze e riscatti purtroppo ancora non entra nella Storia d’Italia: un buco nero che occorre colmare, facendo entrare la storia dell’Emigrazione italiana nei programmi delle scuole di ogni ordine e grado. Un’autentica necessità, per riportare ad Unità gli Italiani dentro i confini con gli Italiani all’estero, l’Italia dentro i confini con l’altra Italia, persino più numerosa. Apprezzai moltissimo, Signor Presidente, il Suo discorso alle Camere riunite dopo la Sua elezione, con il puntuale riferimento agli Italiani all’estero. Ma ancor più ho apprezzato, fino alla commozione, il Suo discorso agli Italiani d’Argentina nel teatro Coliseo di Buenos Aires, durante la recente visita in quel grande Paese. Le confesso che mai avevo ascoltato parole così belle, intense e chiare rivolte agli emigrati italiani in Argentina (e nel mondo), mai concetti così profondi e argomentati sul valore della nostra Emigrazione, sulla sua storia che è un tutt’uno con la storia nazionale. E l’orgoglio per quanto rappresentano gli Italiani nella storia dell’Argentina, e non solo. […] Grazie ancora Signor Presidente».

La Presidenza della Repubblica, attraverso il direttore dell’Ufficio Segreteria dr. Simone Guerrini, con lettera del 5 luglio 2017 così, tra l’altro rispondeva a Palmerini: «Gentile dr. Palmerini, il Presidente della Repubblica ha ricevuto la Sua lettera e, mio tramite, La ringrazia per le espressioni di stima indirizzategli e per il Suo volume L’Italia nel cuore che ha voluto gentilmente inviargli. Le Sue parole sono di grande incoraggiamento per il Capo dello Stato nello svolgimento del delicato compito istituzionale che gli è stato affidato. L’occasione mi è gradita per inviarLe i migliori saluti e auguri di buon lavoro da parte del Presidente Mattarella ai quali aggiungo con piacere i miei personali».

Pubblicato in Arte e Cultura

L'AQUILA - "Molto rumore per tutto, direbbe l'abruzzese Ennio Flaiano. Alla fine il nostro rumore, la protesta operata dagli amministratori d'Abruzzo di ogni livello istituzionale e dalle forze sindacali, ha prodotto l'effetto sperato, con l'approvazione nel Consiglio comunale di Roma della mozione che impegna la giunta capitolina di mantenere l’autostazione a Tiburtina recuperando e riqualificando l'area del piazzale est per realizzarvi un nuovo terminal bus". Così in una nota il consigliere regionale dell'Abruzzo Maurizio Di Nicola.

"L'auspicio - aggiunge - è che al documento di indirizzo approvato nella seduta odierna possano seguire i corrispondenti atti amministrativi formali. La Regione Abruzzo resterà vigile".

 

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Il Presidente Giuseppe Di Pangrazio commenta la decisione della giunta capitolina di non procedere più allo spostamento del terminal dei bus dalla stazione di Tiburtina a quello dell’Anagnina.

“E’ una grande soddisfazione perché l’impegno delle istituzioni, delle rappresentanze sociale e dei cittadini abruzzesi, ha ottenuto la revoca delle delibera della giunta capitolina circa lo spostamento della stazione dei bus da Roma-Tiburtina a quella dell’Anagnina. Questo risultato dimostra che l’impegno del Consiglio regionale e la compattezza nel rappresentare gli interessi generali, danno all’Abruzzo una forza nei rapporti istituzionali e sociali di cui bisogna fare tesoro. Auspico che si possa condividere tra le istituzioni abruzzesi e quelli della Capitale un progetto strategico che faccia della stazione Tiburtina un hub del trasporto intermodale di interesse nazionale”.

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us