http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Agosto 2019 - Radio L'Aquila 1

L’AQUILA - Domenica 1° settembre alle ore 12 come ogni anno la cittadinanza aquilana è invitata a prendere parte alla commemorazione per il compleanno di Ulrichs: giurista, poeta e scrittore prussiano caro alla comunità di gay e lesbiche di tutto il mondo e riconosciuto internazionalmente come il primo attivista della storia. Ulrichs nacque il 28 agosto 1825 ad Aurich, in Prussia e viene ricordato per essersi opposto a gran voce durante il congresso dei giuristi tedeschi all’emanazione delle leggi anti-sodomia ivi introdotte nel 1867; fu in quell’occasione che egli fece quello che viene ricordato come il primo coming out della storia e da cui trae le mosse l’attivismo politico per i diritti dei gay e delle lesbiche. 

Ulrichs è anche l’autore di saggi in cui affrontò tra i primi nell’Europa moderna il tema dell’omosessualità. Dopo essersi autoesiliato dalla Prussia, egli si trasferì in Italia “esule e povero” e trascorse l’ultimo periodo della sua vita a L’Aquila, sotto la protezione del Marchese Persichetti, con cui condivideva la passione per il latino.
La sua tomba fu scoperta sul finire degli anni ’80 dall’intellettuale romano Massimo Consoli nel cimitero dell’Aquila ed è stata restaurata pochi anni fa dall’Arcigay cittadino grazie all’aiuto di due benefattori e dell’Istituto Salesiano San Zeno di Verona.
Tutt’oggi, a distanza di quasi un secolo e mezzo, esiste un fenomeno consolidato ma poco percepito di ragazzi omosessuali richiedenti asilo che fuggono dal loro Paese a causa delle legislazioni che puniscono l’omosessualità con il carcere o con la morte; ce ne sono anche all’Aquila e sarebbe auspicabile che, come Ulrichs, trovino al loro arrivo una cittadinanza accogliente e gentile che li aiuti letteralmente a sentirsi al sicuro.
A partire anche da questa tematica, diversi soggetti aquilani, e non, hanno avviato un percorso per realizzare il primo Pride d’Abruzzo, che dovrebbe tenersi nell’estate 2020 a Pescara.

Pubblicato in Cronaca

L’AQUILA - Il Settore Ambiente e Protezione civile del Comune dell'Aquila ha elaborato il calendario della demuscazione di settembre. Lo stesso settore precisa che gli interventi riguarderanno tutte le frazioni e l’intera area urbana, sia in riferimento al centro storico che alla periferia. Saranno interessate dal trattamento anche tutte le zone non espressamente specificate in elenco, ma che si trovano lungo il percorso indicato. Le aree trattate saranno, ovviamente, quelle pubbliche.

Si precisa che le date potranno essere modificate in funzione di segnalazioni di priorità da parte della cittadinanza o per motivi tecnici legati alle condizioni atmosferiche.

La Società incaricata del servizio utilizzerà prodotti a base di microorganismi naturali, con impatto ambientale zero, in grado di esprimere il massimo risultato con il minore grado di tossicità. Prodotti mirati alla salvaguardia di aree abitative ed industriali, per la distruzione selettiva degli organismi infestanti senza alcun rischio nocivo per l'uomo.

02.09.2019 - ARISCHIA – S.VITTORINO – CANSATESSA – COPPITO.

03.09.2019 - S.GREGORIO – ONNA – PAGANICA – TEMPERA –BAZZANO

04.09.2019 - PESCOMAGGIORE – FILETTO – CAMARDA – FONTE CERRETO- ASSERGI – ARAGNO – COLLEBRINCIONI.

05.09.2019 - PRETURO – SASSA – COLLE DI SASSA – POGGIO MARIA –GENZANO – PALOMBAIA DI SASSA–  PAGLIARE DI SASSA -S.MARTINO – FOCE DI SASSA – BRECCIASECCA – CESE -  POZZA – DI SASSA – S. MARCO – SANTI – CASALINE – MENZANO – COLLE PRETURO.

09.09.2019 - MONTICCHIO – CIVITA DI BAGNO – VALLESINDOLA DI BAGNO – BAGNO GRANDE – BAGNO PICCOLO – S.RUFINA – ROIO – COLLEFRACIDO – S.BENEDETTO.

10.09.2019 - C.DA PILE – C.DA CAVALLI – C.DA CAPPELLI – STAZ.NE F.S. – CENTRO STORICO DELLA CITTA’ E QUARTIERI LIMITROFI – CIMITERO L’AQUILA.

11.09.2019 - S.BARBARA – SANTANZA – S.FRANCESCO – TORRIONE – S.SISTO

12.09.2019 - S.GIACOMO – GIGNANO – TORRETTA -  S.ELIA – PIANOLA

16.09.2019  - PETTINO – C.DA VETOIO – C.DA ROMANI – C.DA PRATELLE

Pubblicato in Cronaca

PESCARA - “Questa Pergamena rappresenta l’attestato di stima che tutta la città vuol tributare a un’atleta che ha saputo onorare Pescara e l’esempio di correttezza che ogni sportivo incarna. Perché nello sport non ci possono essere raccomandazioni ma tanti sacrifici e assoluta lealtà per arrivare alla vittoria o per accettare una sconfitta con la consapevolezza di aver dato il massimo possibile”. 

Con queste parole il Sindaco di Pescara Carlo Masci ha tributato oggi in Municipio il giusto riconoscimento alla karateka Sara Brogneri, insignita alcuni giorni fa della medaglia di bronzo nelle Universiadi tenutesi a Napoli.

All’atleta, tesserata con la Società Sportiva “Associazione Polisportiva Dilettantistica SHIRAI CLUB SAN VALENTINO” aderente alla  FIJLKAM (Federazione italiana Judo, Lotta, Karate Arti Marziali), è stata consegnata una Pergamena di riconoscenza da parte della Città di Pescara. Il sindaco Carlo Masci   ha evidenziato il grande impegno che una donna deve profondere nello sport e che esalta ancora di più le vittorie e i piazzamenti conquistati nel percorso sportivo.

L’Assessore comunale allo Sport, Patrizia Martelli, ha sottolineato la disponibilità del proprio Assessorato a qualsiasi iniziativa che possa promuovere la lealtà sportiva e l’avviamento all’attività agonistica delle giovani generazioni cittadine.

Pubblicato in Sport

L’AQUILA - Dal 23 al 26 agosto una delegazione dell’Associazione VerbumlandiArt di Galatone (Lecce) è stata a Belgrado in missione culturale, restituendo ad alcune associazioni letterarie della Serbia la visita da loro fatta in Italia, nello scorso mese di maggio, in occasione del IV Premio internazionale “La Voce dei Poeti” tenutosi a Roma presso la sede della Società Dante Alighieri, nella splendida Sala del Primaticcio.

La delegazione, composta da Regina Resta, presidente di VerbumlandiArt, e dai componenti del Consiglio direttivo Goffredo Palmerini e Mirjana Dobrilla, è stata impegnata in alcuni eventi letterari ed incontri istituzionali, nel quadro d’una collaborazione culturale nata da diversi anni e che ha visto dalla Serbia importanti visite in Italia e già diverse missioni della prestigiosa associazione salentina nel Paese balcanico, a Belgrado, Pozarevac, Kostolac e Novi Sad.

Sono stati diversi gli eventi a Belgrado. Si è iniziato alle 19 del 23 agosto, presso la sede dell'Unione degli Scrittori della Serbia, con la presentazione di due volumi di poesia, entrambi pubblicati dall’editore Zlatomir Jovanovic, in tre lingue: italiano, serbo e romanì. Dapprima è stata presentata la silloge "Essere solo me stessa", raccolta di liriche di Regina Resta, con in prefazione contributi di Tiziana Grassi e Goffredo Palmerini. A seguire la presentazione della silloge "Cercami nel cuore" di Mirjana Dobrilla, con prefazione di Borisav Blagojević, poeta insigne ed esponente del mondo letterario serbo.

Il 24 agosto, con inizio alle ore 11, presso la grande Aula consiliare di Stari Grad (Città Vecchia), Municipio nel cuore storico di Belgrado, la delegazione ha partecipato – ospite d’onore – al Festival internazionale di Poesia “Mesopotamija 2019”, organizzato dal Centro Culturale “Mesopotamija” di Belgrado con il patrocinio dell'Ambasciata dell'Iraq in Serbia, sotto la direzione di Sabah al Zubeidi, All’evento, che ha visto una rilevante presenza di autori impegnati nella kermesse poetico-letteraria, hanno portato il saluto Mila Popovic, Presidente del Consiglio comunale di Stari Grad e il ministro aggiunto dellAmbasciata irachena a Belgrado, accompagnato dall'addetto culturale. Nel corso della giornata è stato sottoscritto, alla presenza del Presidente del Consiglio comunale e del vice Ambasciatore dell'Iraq, un Protocollo di Cooperazione tra Verbumlandiart e il Centro culturale Mesopotamia. Altro Patto di Amicizia e cooperazione è stato stipulato da Verbumlandiart con Zlatomir Jovanovic, in rappresentanza degli Scrittori di lingua romani.

Numerosi poeti e scrittori sono intervenuti da tutto il mondo al Festival letterario “Mesopotamija 2019”, a giudicare dall’ingente schiera di autori in concorso segnalata dagli organizzatori: Serbia 85, Montenegro 6, Croazia 10, Bosnia Erzgovina 10, Macedonia 10, Slovenia 1, Russia 1, Romania 8, Austria 2, Italia 5, Germania 11, Danimarca 3, Francia 1, Svezia 3, Canada 1, Usa 2, Gran Bretagna 2, Australia 2, Iraq 11, Siria 5, Tunisia 6, Algeria 6, Marocco 4, Giordania 1, Oman 5, Libano 1, Egitto 1, Sudan 1.

Domenica 25 agosto la delegazione di VerbumlandiArt, accompagnata da Sabah al Zubeidi, direttore del Centro Culturale “Mesopotamija” di Belgrado e poeta finissimo, ha accompagnato la delegazione ed altri illustri ospiti in una visita guidata ai monumenti della città e alla possente Fortezza di Belgrado, dalla quale si gode una meravigliosa vista sul fiume Sava che confluisce nel Danubio e sulla skyline della città. L’indomani la delegazione ha fatto rientro in Italia.

Pubblicato in Arte e Cultura

L'AQUILA - Domani, venerdì 30 agosto, alle 12, nella sala Rivera della sede centrale del Comune dell’Aquila (Palazzo Fibbioni, via San Bernardino), si terrà la conferenza stampa per presentare l’iniziativa “L’Aquila Ringrazia”, in programma il prossimo 10 settembre alla presenza degli Ambasciatori dei Paesi che hanno concesso dei finanziamenti per contribuire alla rinascita post sisma del capoluogo d’Abruzzo.

Interverranno il sindaco Pierluigi Biondi e l’assessore ai Rapporti internazionali, Fabrizia Aquilio.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - La scuola di teatro Drama di Rosanna Lancione riapre i battenti per il nuovo anno accademico 2019/2020 sabato 31 agosto con un open day di presentazione dei corsi e degli insegnanti, a partire dalle ore 16,00 nella sede in via Matteo da Leonessa, 14 in località Torretta.

La scuola di teatro Drama offre corsi per tutte le età e tutti i livelli: Teatro mamma-bambino; Gioco drammatico; Propedeutica alla recitazione; Recitazione (training, mimo, improvvisazione, critica, regia, storia del teatro e dello spettacolo); Dizione, uso della voce e respirazione; Scenografia, costume e trucco scenico; Scrittura creativa; Lettura interpretativa; Canto e musical; oltre a preparazione privata per provini o audizioni e stage con artisti del settore. 

Le lezioni riprenderanno a partire da  lunedì 2 settembre.

Per informazioni: 3492550046; 3403878214; scuoladiteatrodrama@gmail.com; Facebook e Instagram: Scuola di Teatro Drama.

Pubblicato in Varie

L’AQUILA “Niente caccia in Regione Abruzzo per quasi tutto il mese di settembre. Il Tribunale amministrativo regionale ha sospeso il calendario venatorio bocciando, nei fatti, la politica venatoria dell’assessore Emanuele Imprudente” – è quanto dichiara il Consigliere regionale, Vice Capogruppo del Partito Democratico, Dino Pepe -  che aggiunge “Il Tar con il decreto cautelare emesso oggi, che ha accolto il ricorso delle associazioni ambientaliste, ha sospeso l’efficacia degli atti adottati dalla Giunta Marsilio riguardo l’attività venatoria della Regione Abruzzo fino al 25 settembre, data nella quale la camera collegiale sarà chiamata ad esaminare l’istanza cautelare.

L’assessore Imprudente non solo ha approvato con netto ritardo il calendario venatorio per la stagione 2019/2020 dimostrando una scarsa attenzione e sensibilità, ma, cosa ancor più grave, non ha tenuto in minima considerazione gli aspetti basilari che regolano il settore come, ad esempio, la pre-apertura della caccia già dal primo settembre alla tortora (una pura promessa demagogica), che risulta una specie gravemente minacciata o l’anticipo e l’estensione del periodo di caccia a quasi tutte le specie oltre che la scarsa incidenza nelle misure per la conservazione dell’orso bruno marsicano. Dopo tante promesse, tante parole, tanta demagogia, alla prima prova dei fatti, l’amministrazione regionale ha ricevuto una sonora bocciatura in un settore tanto delicato quanto emblematico come la caccia.

A farne le spese, questa volta, i tanti cacciatori abruzzesi che hanno già provveduto al pagamento delle tasse per iniziare la stagione il primo settembre. Siamo purtroppo di fronte ad un fallimento annunciato dato dalla totale assenza di una seria programmazione politica amministrativa. Per la giunta Marsilio i pareri ISPRA e VINCA sono inutili. Come gruppo del Partito Democratico chiediamo che già dalla prossima settimana venga accelerato il processo di approvazione del nuovo piano faunistico venatorio, elaborato dalla precedente giunta regionale, strumento necessario e indispensabile per una corretta programmazione faunistica-venatoria del territorio dove, tra le altre cose, vengono stabiliti gli obiettivi della pianificazione mediante la destinazione differenziata del territorio, tenendo conto delle realtà ambientali e socio-economiche dello stesso". La demagogia non paga....mai!

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - L’Ama, Azienda per la mobilità aquilana, rende noto che domenica 1 settembre, in concomitanza con la rassegna nazionale Il Jazz Italiano per le terre del sisma, che interesserà tutto il centro storico dell’Aquila, sarà effettuato un servizio di navetta gratuito. La frequenza dei bus sarà di 25 minuti. Il servizio sarà attivo dalle 9.30 a mezzanotte (orario dell’ultima partenza dal terminal di Collemaggio).

Questo l’itineriario: via Beato Cesidio (parcheggio di piazza d’Armi) - piazza Italia - via Piccinini (parcheggio mercato di piazza d'Armi) - strada statale 17 (hotel Amiternum e hotel Canadian) - svincolo autostrada - strada statale 80 - viale Corrado IV (parcheggio mercato di piazza d'Armi) - viale della Croce Rossa - viale Gran Sasso - via Panella - via Cencioni (parcheggio cimitero) - via della Crocetta - tunnel di Collemaggio - terminal di Collemaggio e viceversa.

L’Ama sottolinea che resta attivo il servizio di linea festivo e gli orari posso essere consultati sul sito internet www.ama.laquila.it.

Pubblicato in Varie

MONTESILVANO (PE) - “I rifiuti abbandonati lungo le aree limitrofe alla ex discarica Villa Carmine di Montesilvano non sono stati ancora rimossi, come ho potuto constatare di persona a seguito di una verifica che ho effettuato personalmente il 19 agosto scorso. In particolare, sono ancora presenti sul bordo strada che costeggia la discarica i big bags già oggetto di segnalazione da parte dell’Arta”.

E’ quanto afferma il Consigliere regionale dell’Abruzzo Barbara Stella che prosegue: “Il 21 agosto ho richiesto al comune di Montesilvano la documentazione relativa alle attività svolte per la rimozione dei rifiuti abbandonati e ho segnalato la presenza di nuovi abbandoni, ma ad oggi nessuna risposta. La richiesta di urgente e necessaria rimozione dei rifiuti è stata sollecitata al comune di Montesilvano anche dalla Polizia Provinciale e dai Carabinieri Forestali con lettere congiunta in data 19 luglio. Ricordo che nel caso specifico la L.R. 45/2007 in materia di gestione dei rifiuti prevede che il Comune rimuova i rifiuti se non è possibile identificare i responsabili.”.

L’area in questione - prosegue Stella - ricade nel SIR dove è presente la ex discarica di Villa Carmine per la quale finalmente dopo tanti anni di inerzia l’Arap sta realizzando il piano di caratterizzazione. La Regione ha inviato un nuovo sollecito al Comune e ritengo dunque necessario - conclude la consigliera - che tutti gli enti si adoperino affinché si ponga fine allo stato di abbandono dell’intera area, diventata terra di nessuno, sottoposta ad un continuo abbandono di rifiuti. È necessario che le attività di controllo e prevenzione avvengano con attività in remoto (videocamere) e con attività dirette (forze di polizia)”.

Pubblicato in Politica

MILANO - di Franco Presicci - Il grande vecchio non è un vegliardo dal volto incartapecorito che nei paesi del Sud si sedeva su un muretto o sul basamento di una statua o su una panchina e regalava ai giovani scampoli della sua esperienza. E’ un ulivo secolare, saraceno, dalla sagoma barocca, superba, maestosa, con il tronco aggrovigliato e l’ampia chioma ad ombrello. Troneggia con altri 800 esemplari nella masseria Brancati di Ostuni, dove il professor Francesco Lenoci il 24 agosto ha tenuto una conferenza sul tema “Olio olio olio”.

Quel parlatore instancabile, che è appunto Lenoci - docente all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano - che va scoprendo valori veri durante i suoi “tour” da un capo all’altro dello Stivale, così appassionato da trascorrere anche l’estate non al mare o in montagna, bensì saltando da un’architettura rurale a Matera, al Castello Aragonese; a Cellino San Marco, nella tenuta di Al Bano, a parlare di vino, di ceramica, di olio… Pochi giorni fa era nel complesso di via Sparta Cavalluzzo, di Silvia Caramia, a celebrare davanti a un pubblico interessato e attento anche quella sostanza che ogni giorno condisce e delizia i nostri piatti, appunto l’olio di oliva, ricorrendo, a volte, anche alla favola per chiarire un concetto o per dare al discorso un tocco di poesia.

Parla e dialoga con i presenti, fa loro domande, ottiene risposte corali. In una delle sue “lezioni” ha recitato il dialogo tra il giornalista Fabrizio Mangoni e una bottiglia di vetro trasparente su cui è evidenziato un ramo d’olivo: “Signora bottiglia, se le ricorda le olive?”. “Certo che le ricordo bene! Porto ancora nel cuore l’odore della campagna, il sole e il vento che muoveva i rami e ho ben presente mio nonno: l’ulivo forte e rispettato. Non posso dimenticare l’affetto di mia madre: l’oliva. Quante attenzioni per proteggerla, per difenderla fino a settembre, al momento della raccolta. Ricordo le lunghe braccia d’acciaio che scuotono i rami e mani ruvide stranamente delicate. Ho ancora nelle orecchie voci di donne e uomini che sono lì a realizzare speranze…”. Alla fine chiede alla bottiglia di rivelare la definizione che dà di sé il suo olio. “Sono sfuggente e cangiante… viaggio nel cuore degli uomini… raggiungo la loro mente… frequento i pensieri, vivo tra le emozioni. Pensi che di me parlò Omero. Non voglio apparire presuntuoso, ma con gli uomini io ho attraversato la storia”. Era infatti vivo e vegeto ai tempi di Gesù e ancora prima.

Il dialogo e la passione con cui Lenoci lo ha riproposto risvegliando ricordi di frantoi, centrifughe, profumi, il mondo contadino, le sue sofferenze, le sue fatiche, a volte commuove. Spesso si versa l’olio sulla minestra senza pensare al suo percorso fra la pianta e la tavola. Dalla masseria di Ostuni a Matera per lui il passo è stato breve. E nella capitale della cultura 2019 ha tenuto una delle sue conferenze più coinvolgenti sulle bellezze del luogo, sulla sua storia, sulle attività artigianali, sui Sassi, che poi abbiamo ritrovato nelle foto scattate da un maestro dell’obiettivo, un artista dell’immagine: Cataldo Albano, che le espone nella galleria meridionale del Castello Aragonese di Taranto. L’inaugurazione si è svolta il 26 agosto, poche ore dopo la notizia che la città dei due mari a Patrasso era stata scelta come sede dei Giochi del Mediterraneo del 2026.

L’appuntamento era per le 20, ma i primi invitati sono arrivati mezz’ora prima, assediando Lenoci con quesiti su questo e quell’argomento. C’era chi lo interrogava sui Giochi e chi gli chiedeva della sua imminente prolusione nella tenuta di Al Bano, il grande cantante pugliese che con la sua voce scatena le platee. Lui riferiva anche su quella del 23 giugno a Matera in quel meraviglioso ipogeo che risponde al nome di Lopa, dove ha anche citato quell’attrezzo munito di rampino che serviva a recuperare il secchio caduto nel pozzo (“a Martina ce n’erano tanti, in città e in campagna, e il ‘curcele’, la lopa, il rapino sempre a portata di mano). Non perde occasione per rispolverare anche i suoi ricordi: il pane che faceva in casa sua madre e i sacri riti che accompagnavano l’alimento sulla tavola.

Il ceramista Cosimo Vestita gli ha mostrato in anteprima un gallo in terracotta, un dono per l’ammiraglio Salvatore Vitiello, comandante della Marina Militare per il Sud Italia. Silvia Brambilla, titolare del Bed & Breakfast di via Sparta Cavalluzzo a Martina Franca, accennava ad alcuni amici l’intervento del docente nella sua proprietà il 2 agosto. Mentre Cataldo Albano schizzava di qua e di là per dare gli ultimi ritocchi all’allestimento, i posti si riempivano. “Momento, devo controllare il microfono”, diceva a chi tentava di bloccarlo per sollecitargli un’informazione. Qualcuno sfogliava l’elegante catalogo della mostra collocato su un tavolino e ne elencava le doti.

Ed ecco l’ammiraglio Vitiello nella sua divisa bianca attraversare la sala, avvicinarsi al microfono, salutare i convenuti. Tra lui e Cataldo Albano c’è stato uno scambio di doni (anche il gallo dai colori vivaci), sotto l’occhio magico della televisione. L’alto ufficiale ha preso quindi la parola, spiegando l’attività che si dipana nel maniero, elogiando l’artista e le sue opere. E’ toccato poi ad Albano, che ha descritto i suoi quattro giorni a Matera per riprendere chiese, case-grotta, vicoli, scalinate, scalpellini, mani impegnate in lavori in legno, di cartapesta, nella confezione di fischietti o nella lavorazione del pane, il famoso pane di Matera, al quale ha accennato anche Francesco Lenoci, in questa e in altre occasioni, a Laterza e ad Altamura.

Poi Cosimo Vestita ha esibito un vaso dal quale nell’antica Grecia si beveva il vino, ha elogiato anche lui i “quadri” esposti, che danno emozioni, coinvolgono l’osservatore, fanno vivere la città, la fanno subito amare. Albano ha colto i dettagli, puntato l’obiettivo su un campanile, su un agglomerato di case, su un monumento, su una stradina attraversata da una fanciulla in fiore con passo da modella, e lo ha fatto con grande slancio. Bisognerebbe vederlo al lavoro: esplora il contesto, si acquatta per catturare la luce giusta. Artista pellegrino, riesce a sorprendere ovunque angoli insospettati. E’, come Lenoci, un paladino della bellezza. Anche per lui la bellezza salverà il mondo. E’ soltanto una speranza? Allora organizziamo la speranza, come esorta il docente, che alla Cattolica insegna metodologie e determinazioni quantitative d’azienda nell’innovativo Corso di laurea Blended “Direzione e Consulenza Aziendale DECA, e viene definito “il miglior ambasciatore della Puglia a Milano”. A giudicare dal suo dinamismo, dai suoi viaggi, non soltanto nel capoluogo lombardo.

Matera è nel cuore di entrambi. La Matera in cui iniziò la sua carriera di professore di latino e greco Giovanni Pascoli, il 7 ottobre del 1882 e dove, nel vecchio carcere, con un’accusa infondata, dalla quale venne assolto con formula piena, trascorse un periodo di tempo Rocco Scotellaro, scrittore, poeta e uomo politico (si ricordano “L’uva puttanella”, “E’ fatto giorno”, l’inchiesta sui contadini del Sud…). La Matera in cui furono girati tanti film: “La Lupa” di Alberto Lattuada, nel ’53; “La passione di Cristo”, di Mel Gibson, nel 2004; “Il Vangelo secondo Matteo”, di Pier Paolo Pasolini, nel ’64; “Volare come il vento”, di Matteo Rovere, nel 2016; nella vicina Craco, il paese disabitato per una frana, “Cristo si è fermato ad Eboli,” di Francesco Rosi con Gian Maria Volonté… E la Matera dei poeti: per Angela Aniello Materia è “divina, ridono i Sassi come voci stanche di contadini/ sublime bellezza il malinconico profilo dei sensuali abbracci in un presepe di cuori, vissuti, sentiti…”.

Quando è venuto il suo turno Mariella Cuoccio, di Bitonto, in provincia di Bari, ha letto pagine di Carlo Levi, che a Matera scontò il confino e ha citato Guido Piovene che nel suo “Viaggio in Italia” si è soffermato anche su questa splendida città. Ha quindi recitato alcuni suoi versi: “Sola nel mio cuore/ mi interrogo, mi accarezzo/ piango, sorrido/ solo alla fine capisco che ho Matera ‘dentro’”. Peccato che lo spazio c’impedisca di ricordare gli altri poeti che alla città della cultura si sono ispirati.

La serata si è conclusa con un assaggio di Aglianico del Vulture e fette di pane di Matera con gocce d’olio. Il pubblico sembrava non avere voglia di rientrare a casa. Ha dato un altro sguardo alle foto di Cataldo Albano e alla piazza d’armi del Castello. Fuori, la facciata del municipio era tutta illuminata, una fila di gente percorreva la ringhiera affacciata sul Mar Grande, che accoglieva balli di stelle palpitanti. Il dottor Enzo Rocca, vicedirettore del Credito Valtellinese, che prima del “vernissage” aveva fatto un giro per il borgo vecchio, puntando l’obiettivo della sua macchina fotografica sul Mar Piccolo e i pescherecci che lì sono all’ormeggio, ha invitato sulla propria auto Lenoci, già pronto per Verona e Milano, dove quest’evento verrà replicato.  Noi siamo rimasti ad osservare la ringhiera e il bus, i cui fanali sembravano occhi che perforavano il buio. E pensavano alla poesia di Sante Ancona, appena letta da Lenoci: “E’ bello ritornare laddove siamo nati/ … bello portare in patria/ un seme che germogli e si moltiplichi… “. Bella Taranto, “capitale del mare… quelle onde se le cuce addosso”.

Pubblicato in Varie

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us