http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Agosto 2018 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - Sono in corso presso l’Università degli Studi dell’Aquila i preparativi per accogliere i numerosi studenti delle scuole secondarie che hanno aderito all'iniziativa “Il mio futuro da Ingegnere@Univaq. Tre giorni per saperne di più”, programmata presso i poli di Monteluco di Roio e di Coppito dal 5 al 7 settembre prossimi. Completamente supportati dall'ateneo per le spese di vitto e alloggio, gli studenti partecipanti potranno vivere tre giorni “da universitari” presso le sedi dei corsi di ingegneria a contatto con docenti, dottorandi e giovani ricercatori: avranno modo di seguire presentazioni dettagliate dei vari Corsi di Laurea e lezioni ad-hoc su temi emergenti dell’ingegneria, potranno visitare i laboratori didattici e laboratori di ricerca, alcuni dei quali collegati ai cantieri della ricostruzione. L’evento sarà anche l’occasione per presentare i tanti progetti innovativi di ricerca e di trasferimento tecnologico che vedono coinvolte le aree ingegneristiche dell’ateneo aquilano e che spesso rappresentano un laboratorio di formazione unico per gli studenti dell'ateneo aquilano e molto apprezzato da aziende e istituzioni scientifiche.

Potendo contare sul concomitante inizio dei pre-corsi, che partiranno il 4 settembre presso il polo di Coppito, e dei test di ingresso del Cisia per gli immatricolandi, che si svolgeranno a partire dal 3 settembre presso entrambi i poli di Monteluco di Roio e di Coppito, gli studenti partecipanti alla “3 giorni” avranno anche modo di acquisire informazioni di carattere amministrativo e organizzativo, come modalità e scadenze per l’iscrizione, test di ingresso, borse di studio e agevolazioni, nonché informazioni su opportunità di attività culturali e ricreative che contribuiscono a definire il contesto di vita di un giovane universitario.

E’ noto che i Corsi di Laurea in Ingegneria rappresentano una delle eccellenze del sistema universitario nazionale e assicurano percentuali elevatissime di occupazione sin dai primissimi mesi successivi al conseguimento del titolo. Questa considerazione è sicuramente alla base del notevole incremento di immatricolazioni ai corsi di ingegneria riscontrato a livello nazionale nell'anno accademico 2017-2018 e recentemente enfatizzato dai principali organi di stampa. Il trend di crescita trova riscontro anche nel nostro ateneo nella prospettiva del nuovo anno accademico, alla luce del rilevante incremento degli iscritti alle sessioni di test di ingresso Tolc-I del Cisia previste per i giorni 3, 5 e 12 settembre presso le nostre sedi di ingegneria. Infatti con iscrizioni ancora aperte per le sessioni del 12 settembre, i partecipanti ai test regolarmente prenotati sono quasi 500, con un incremento di oltre il 40% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - L’Associazione “Quiji deju Vasto”, gruppo civico nato nel corso di quest’anno con l’obiettivo di valorizzare, attraverso attività culturali e turistiche, i territori montani all’interno del comprensorio aquilano ed in particolare quelli inseriti nel Parco Nazionale Gran Sasso - Monti della Laga, ha organizzato l’evento “Alla scoperta delle 5 fonti – Passeggiata guidata a Collebrincioni”. L’appuntamento è per domenica 2 settembre alle ore 7,30 presso la storica Fonte Vecchia di Collebrincioni, frazione del Comune dell’Aquila alle pendici del massiccio del Gran Sasso, esempio di realtà agropastorale caratteristica dell’Appennino Centrale.

Il borgo è ricco di storia risalente all’alto medioevo, feudo della nobile e ricca famiglia dei Branconio, che contribuì alla costruzione della Abbazia di San Silvestro in L’Aquila e del quartiere circostante all’epoca della fondazione della città, famiglia dalla quale ne acquisisce il nome.

In questa realtà pastorale un ruolo fondamentale hanno sempre avuto le fonti, ovvero i fontanili, di qualunque natura: sorgiva o di origine pluviale o nevosa. In origine ci si limitava a delimitare con pietre le fonti destinate all’abbeveraggio di animali, invece, in prossimità dei borghi abitati, la fonte aveva soprattutto un ruolo sociale condiviso ad uso di lavatoio o come serbatoio di acqua potabile: proprio intorno a queste fonti avveniva la crescita e lo sviluppo dei borghi.

Partendo dalla Fonte Vecchia di Collebrincioni restaurata nel 2014, nota per essere stato luogo chiave della triste vicenda dei Nove Martiri Aquilani, radunati proprio qui dopo la cattura nel 1943, si snoda un percorso che ripercorre i sentieri e i tratturi che i pastori attraversavano per raggiungere i pascoli in quota. Passando attraverso Fonte Nera, Fontanile dell’Acqua fredda, Fonte Ascendella si ritorna a Collebrincioni presso la Fonte del Lago. Anche quest’ultimo antico fontanile è stato recuperato da un attento restauro nel 2012 con la allestimento di un arredo urbano che ne consente la sosta semi attrezzata.

Il percorso è di natura montana ma non presenta particolari gradi di difficoltà ed è percorribile anche da gruppi familiari con bambini (preferibilmente dagli 8/10 anni in su). Si raccomandano scarpe comode e adatte ai sentieri di montagna.

L’evento, inserito nel cartellone “Estate sul Gran Sasso 2018” dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune dell’Aquila, non ha un costo se non un piccolo contributo all’Associazione per l’organizzazione del pranzo.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - La direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali e per l’innovazione digitale, del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, attraverso il decreto direttoriale n. 363 del 18 luglio 2018, ha approvato la graduatoria definitiva degli interventi da finanziare per le verifiche di vulnerabilità sismica e relativa progettazione, tra cui figura l’Ipsaa “A. Serpieri” e la palestra “Ovidio”.

Questo in dettaglio il finanziamento concesso: palestra “Ovidio” per la vulnerabilità 8.750,00 euro e per la progettazione 50.000,00 euro; Ipsaa “A.Serpieri” di Pratola Peligna per la progettazione 100.000,00 euro; Ipsaa “A.Serpieri” di Castel di Sangro per la progettazione 50.000,00 euro.

Piena soddisfazione è stata espressa dalla dirigente scolastica dell’Ipsaa Paola Angeloni, per il finanziamento che, di fatto, permetterà il recupero del plesso storico sito sulla strada statale 17, che vedrà di nuovo gli alunni frequentare l’importante Istituto con annessi terreni per la didattica.

La concessione di questo finanziamento, dichiara il presidente della provincia dell’Aquila Angelo Caruso, consente di attivare e definire un progetto che questa amministrazione ritiene prioritario per il rilancio e la valorizzazione del territorio della valle Peligna, un settore che ha bisogno di essere implementato con strumenti e professionalità sempre più richieste nel mondo dell’agroalimentare. L’Istituto “Arrigo Serpieri” rappresenta una risorsa per la provincia dell’Aquila e la regione Abruzzo ed è per questo motivo che devono essere adottati tutti i procedimenti e le soluzioni per il raggiungimento di questo obiettivo.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Si è svolto oggi il consiglio provinciale presso l’ufficio del presidente dell'ente, in via Monte Cagno a L’Aquila.

In merito al primo punto all’ordine del giorno, la dirigente del settore ragioneria generale Paola Contestabile, ha illustrato al consiglio le risultanze determinate nell’anno 2017 del rendiconto di gestione, evidenziando, a tal proposito, un avanzo di amministrazione di oltre 30 milioni di euro, somme che trovano limite di utilizzo nella vigente normativa di bilancio. È stata altresì evidenziata una disponibilità di cassa di 120.000.000 di euro e avviata la verifica e la ricognizione del patrimonio mobiliare e immobiliare dell’ente, riscontro che terminerà entro la fine dell’anno. Il presidente Angelo Caruso rileva il parere positivo del collegio dei revisori dei conti e la solidità economico e patrimoniale dell’Ente.

Il rendiconto 2017 è stato approvato con l’astensione dei consiglieri Lelio De Santis e Fabio Ranalli.

Sul "consorzio per il polo universitario di Sulmona e del centro abruzzo s.c.a.r.l." - presa d'atto della liquidazione della quota della provincia dell'Aquila e accettazione della qualifica di socio onorario, punto approvato all’unanimità. In merito all’approvazione della convenzione per i lavori di adeguamento/miglioramento sismico del liceo scientifico "T. Patini" - "fondi Miur decreto 607 del 08.08.2017 - fondo comma 140-province",  ai sensi e per gli effetti degli art. 37 ss. del d.lgs. 50/2016, il consiglio ha approvato all’unanimità.

Il presidente Caruso, a margine della seduta di consiglio provinciale, ha provveduto inoltre a firmare il decreto di assegnazione aule ai licei annessi al Convitto “D. Cotugno” di L’Aquila, per l’anno scolastico 2018/2019, per totali 51 aule studenti, che saranno cosi dislocate: Musp via del Castelvecchio (ex Dottrina Cristiana) 16 aule; Musp via Ficara (ex Micarelli) 12 aule; Istituto di istruzione superiore "O.Colecchi" 8 aule; Musp Liceo Musicale 10 aule; scuola "G. Carducci" 5 aule.

Il decreto prevede inoltre che nei Musp, oltre alle aule studenti, vengano assegnati spazi anche per uffici e segreterie e che vengano messe a disposizione per le esigenze degli studenti, anche l’aula magna e la palestra dell’Istituto superiore “D’Aosta”, la palestra dell’Istituto “Colecchi”, oltre la palestra del Musp di via Ficara. La provincia si farà altresì carico del contributo per le corse speciali bus che si renderanno necessarie.

Sarà ora competenza della dirigente scolastica del Convitto "D. Cotugno" provvedere all’assegnazione delle classi afferenti ai vari corsi nelle aule assegnate.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - La Big Band del Conservatorio di Musica “Alfredo Casella” diretta da Massimiliano Caporale sarà presente anche quest’anno a “Il Jazz Italiano per le Terre del Sisma”. Il 2 settembre alle ore 15.00 in piazza Duomo a L’Aquila i musicisti della Big Band si esibiranno insieme alle altre Big Band.

In occasione della giornata de "Il Jazz italiano per le terre del sisma" sarà aperta, con ingresso libero, dalle 10 alle 18 la mostra “Il disco nel Jazz: storia della musica sincopata dal 78 giri ad oggi” che sarà visitabile nel foyer dell’Auditorium.

“Quarto appuntamento estivo pubblico del nostro Conservatorio nell’anno del cinquantennale dalla sua istituzione, ma non per questo meno sentito e partecipato. L’eclettismo e l’attenzione a quanti più generi musicali purché connotati artisticamente col quale abbiamo da sempre voluto caratterizzare la nostra Istituzione - ha dichiarato il Direttore del Conservatorio Giandomenico Piermarini - si concretizzerà stavolta in una esibizione di altissimo livello della nostra Big Band Jazz, organizzata e diretta dal maestro Massimiliano Caporale. Dopo la maratona della Giornata della musica 2018 (21 giugno scorso), l’Opera settecentesca (Mozart-Il Flauto magico nei 'Cantieri'), la musica leggera d’autore in 'Cocciante racconta Cocciante' eccoci impegnati, per il quarto anno di seguito, in questo contesto nel quale la nostra Big Band ha sempre saputo farsi apprezzare, pronti ad onorare 'le terre del sisma' da cui, a partire dal sottoscritto, in vario modo tutti proveniamo e tutti ci riconosciamo, toccati nel più profondo dell' animo da questa tragedia epocale.

Nella certezza che anche quest’anno la nostra Big band riceverà il meritato consenso - ha concluso Piermarini - rammento che in occasione di questa giornata del Jazz abbiamo deciso un’apertura straordinaria dalle 10 alle 18 della mostra 'Il disco nel Jazz: storia della musica sincopata dal 78 giri ad oggi' che sarà visitabile nel foyer dell’Auditorium del Conservatorio Casella”.

Pubblicato in Musica e Spettacolo
L'AQUILA - In mattinata cielo per lo più sereno. Nel pomeriggio qualche nube senza fenomeni di rilievo associati.
VENTI: In mattinata deboli prevalentemente da Sud-Ovest, nel pomeriggio moderati prevalentemente da Sud-Ovest (raffiche 20km/h).
TEMPERATURA: Massima prevista 29 gradi.

CAMPO IMPERATORE - In mattinata cielo per lo più sereno. Nel pomeriggio qualche nube senza fenomeni di rilievo associati.
VENTI: In mattinata deboli prevalentemente da Sud-Ovest, nel pomeriggio moderati prevalentemente da Sud-Ovest (raffiche 25km/h).
TEMPERATURA: Massima prevista 19 gradi.
 
CAMPO FELICE - In mattinata cielo per lo più sereno. Nel pomeriggio qualche nube senza fenomeni di rilievo associati.
VENTI: In mattinata deboli prevalentemente da Sud-Ovest, nel pomeriggio moderati prevalentemente da Sud-Ovest (raffiche 23km/h).
TEMPERATURA: Massima prevista 24 gradi.
 
PROTEZIONE CIVILE - BOLLETTINO CRITICITA' ABRUZZO ORDINARIA CRITICITA' PER RISCHIO IDROGEOLOGICO (ALLERTA GIALLA):
Bacino dell'Aterno, Marsica.
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Organizzata dall’Atletica L’Aquila, sabato 1 settembre a partire dalle ore 15,00 presso il campo di atletica leggera Isaia Di Cesare si svolgerà il 3° Meeting Città dell’Aquila di Miguel e Michela. Si tratta della seconda delle tre giornate messe in campo dall’Atletica L’Aquila all’interno del contenitore del Corrilaquila con Noi, la terza ed ultima giornata, l’ottava Staffetta delle scuole medie, si svolgerà il 29 settembre prossimo, sempre al campo di atletica leggera e coinvolgerà le scuole medie dell’Aquila e del comprensorio.

Il Meeting ha un nutrito programma di gare ed è riservato ad atleti agonisti appartenenti a società sportive, tesserati Fidal (Federazione Italiana di Atletica Leggera) e Fisdir (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo Relazionali). L’Atletica L’Aquila, ha aderito con il Corrilaquila con Noi, al progetto del Coni Point L’Aquila “Una giornata di sport insieme”.

Tutto l’evento ruota attorno alle due gare clou del pomeriggio sportivo, i m. 1500 maschili con l’assegnazione del 10° Trofeo Miguel Benancio Sanchez e i m. 800 femminili con l’assegnazione del 7° Trofeo Michela Rossi, Thales Alenia Space. Michela Rossi triatleta con la passione per la corsa, che viveva e lavorava a L’Aquila presso la Thales Alenia Space, è venuta a mancare la notte del terremoto del 6 aprile 2009.

Il nutrito programma di gare messo a punto dall’Atletica L’Aquila ha attirato molti atleti di diverse società dell’Abruzzo, Lazio, Umbria, Marche, Molise, Puglia e Sardegna. Tra le società iscritte nel settore giovanile,spiccano le Fiamme Gialle G. Simoni e l’Esercito Sport Giovani. Altre iscrizioni sono arrivate dal Team Atletica Marche, Asa Ascoli Piceno, Nuova Atletica Isernia, Rcf Roma Sud, Asd Atletica Latina, Pro Sesto Atletica, Cus Sassari, Cus Bari, Nuova Atletica Lanciano, Us Aterno Pescara, Atletica Gran Sasso Teramo, Pol. Tethys Chieti.

Interessanti le gare dei lanci, nel lancio del martello femminile allieve Kg. 3 hanno confermato l’iscrizione Sara Zuccaro (Atletica Fabriano) con un accredito di 61,91 metri, tra le Junior Kg. 4 Alessia Beneduce (Bracco Atletica) con 58,76 metri. Nel lancio del martello uomini è atteso il marchigiano Giorgio Olivieri (Team Atletica Marche), ctg. Junior iscritto con la misura di 76,13. Olivieri detiene il record italiano allievi con 77,53 (martello Kg.5). Nel salto in alto donne Mara Di Quinzio (Us Aterno Pescara) con 1,74. Nel salto in lungo donne, c’è attesa per l’aquilana Stefania Barrucci (Us Aterno Pescara) che detiene il record regionale Juniores con metri 5,90. Nel salto in lungo uomini il miglior accredito è di Lorenzo Mantenuto (Atletica G.Sasso Teramo) con la misura di 7,52. Nelle gare di velocità maschile, hanno confermato l’iscrizione nei m. 200 piani Mattia Donola (Pro Sesto Atl.) con un accredito di 21”59, iscritto anche nei m. 100 piani con il tempo di 10”64. Nei m. 100 femminili, la migliore prestazione è di Maria Aurora Salvagno (Cus Sassari) con 12”04. C’è attesa anche per la gara dei m. 800 piani donne, dove il miglior tempo delle iscritte è di Eleonora Dum Checherita (Atletica 2005) con un accredito di 2’13”85, per l’assegnazione del 7° Trofeo Michela Rossi Thales Alenia Space.

Tra le società paralimpiche sono iscritte: la Asd Parco De Riseis Pescara, la Asd Anthropos Civitanova Marche e la Asd Atletica L’Aquila.

 

Pubblicato in Sport

L'AQUILA - Ance L’Aquila esprime forte preoccupazione per lo stallo istituzionale e amministrativo che si verrebbe a creare a seguito delle dimissioni del Sindaco di Sulmona Anna Maria Casini.

Sono il Presidente Adolfo Cicchetti ed il Vice Presidente Marco Tirimacco a evidenziare quanto sia necessaria una continuità amministrativa e funzionale per i territori ed in particolar modo per uno dei comuni più importanti della provincia dell’Aquila già martoriato da una crisi economica decennale.

Nella riunione dei dirigenti Peligni dell’Ance, convocata d’urgenza ieri sera, è emersa chiara l’esigenza che ci sia un’amministrazione comunale pienamente operativa specialmente in questo periodo storico in cui si stanno affrontando numerosi problemi necessari al rilancio del territorio di Sulmona e della valle Peligna.

Il vicepresidente Tirimacco, auspicando una sempre maggiore responsabilità politica dell’Amministrazione Comunale, ricorda che da diversi mesi si stanno tenendo numerose riunioni con il Comune di Sulmona al fine di risolvere i problemi riguardanti l’avvio dei lavori pubblici, la piena operatività dell’ufficio sisma e di quello urbanistico.

Al futuro di Sulmona e all’economia dell’intero territorio Peligno non gioverebbe sicuramente un’amministrazione al palo.

Ance L’Aquila chiede una soluzione sollecita del problema, “abbiamo bisogno di stabilità e di concretezza e non possiamo permetterci altre perdite di tempo nelle soluzioni dei problemi vitali per il territorio e per l’economia e per l’occupazione”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Grande entusiasmo e partecipazione questa mattina a Palazzo Fibbioni per la presentazione alla stampa e alla città del primo anno di attività del Centro Sperimentale Rex Lab. Bilancio positivo, infatti, quello esposto durante la conferenza stampa che ha visto la partecipazione del sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi; della rettrice dell’Università degli Studi dell’Aquila, Paola Inverardi; del direttore generale dell’Ateneo, Pietro Di Benedetto; del manager della Asl L’Aquila-Sulmona-Avezzano, Rinaldo Tordera; del consigliere comunale e presidente dell'ordine provinciale degli infermieri, Maria Luisa Ianni in rappresentanza dell’Associazione Pubblica Assistenza di Montereale; della dottoressa Federica Aielli, responsabile del progetto e del presidente Marco Molina.

Promosso dall’associazione sportiva Rugby Experience School, Rex Lab è un centro sperimentale nato dalla volontà e dalla necessità di mettere a disposizione dei bambini e degli adolescenti del nostro territorio, e delle loro famiglie, un centro di formazione dedicato al benessere fisico e psicologico, sviluppato intorno allo sport del rugby, inteso come itinerario formativo. È un progetto triennale che si articola su tre grandi filoni di intervento - giovani atleti, genitori, allenatori - trattando sport, studio e formazione, alimentazione, benessere psicologico e posturale.

“Lo scorso lunedì, in occasione dell’apertura della nuova stagione sportiva, sono stato al campo da rugby di Piazza d’Armi: ho respirato un’aria particolare, non solo per la presenza di giovanissimi desiderosi di giocare a rugby e di famiglie riunite, ma perché ho avuto la sensazione che si facesse anche formazione, sulla strada per diventare uomini - ha esordito il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi - Nella nostra città tutti conosciamo il rugby e ciascuno di noi sa quanto sia uno sport duro e rigido, ma allo stesso tempo leale e speciale, perché basato su un grande valore, quello del rispetto: per se stessi, per il compagno e per l’avversario. Credo che affiancare a questa disciplina un’attività di formazione vera e strutturata non solo sia molto importante per i giovani del nostro territorio, ma testimoni anche il livello qualitativo raggiunto e, in continua crescita, dell’a.s.d. Rugby Experience School” - ha dichiarato il primo cittadino dell’Aquila.

Nato ufficialmente lo scorso mese di ottobre, il centro sperimentale Rex Lab ha visto la piena realizzazione con la sottoscrizione dell'accordo quadro tra l’Ateneo Aquilano e l’a.s.d. Rugby Experience School, con il sostegno della Asl 1 Avezzano-Sulmona-L’Aquila e la preziosa collaborazione dell’Abeos Osteophaty School.

Partner di eccezione che hanno reso possibile una collaborazione vera e fattiva nel corso della stagione sportiva conclusa, come ha sottolineato la dottoressa Federica Aielli, responsabile del progetto: “Ringrazio l’Università dell’Aquila e la Asl 1 per aver creduto nel nostro progetto, decidendo di affiancarci in maniera concreta e fattiva. Sono stati per noi un sostegno vero, abbiamo avuto sempre il loro appoggio e le loro risorse a nostra disposizione; una spinta importante di orgoglio a fare sempre meglio e continuare, anche di fronte ai problemi che nel corso dell’anno abbiamo dovuto affrontare”.

Un lavoro di squadra che ha permesso di realizzare i primi punti del progetto triennale. In particolare, sono stati due i temi principali del primo anno che hanno coinvolto i ragazzi (230 in totale) con i loro genitori, lo staff sportivo e quello medico: la prevenzione e il trattamento degli infortuni degli atleti ed i disturbi dell’alimentazione, con particolare riguardo alla corretta alimentazione dei giovani atleti. Sono stati sviluppati percorsi personalizzati, finalizzati a rinsaldare il rapporto tra società, famiglie e ragazzi per crescere insieme in un ambiente sano e con solidi principi.

Nell’ambito del progetto “Rex e Salute” sono stati sottoposti a screening 120 giovani atleti: i bambini Rex che hanno presentato al momento dello screening un disturbo della crescita e/o dello stato nutrizionale sono stati indirizzati al Centro di riferimento regionale dell’auxologia e disturbi della crescita dell’ospedale San Salvatore di L’Aquila per effettuare gli opportuni esami clinico-diagnostici, con accesso completamente libero e gratuito grazie alla partnership stretta con la ASL 1 di Avezzano-Sulmona-L’Aquila. “Una collaborazione importante - ha sottolineato il manager della Asl Tordera - a cui va il nostro sostegno affinché vada avanti”.

Inoltre, il programma “Rex & Salute” è stato il progetto formativo per tre studentesse iscritte al sesto anno del Corso di laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi dell’Aquila che hanno svolto presso l’associazione il tirocinio finalizzato alla stesura della tesi. “Non un atto dovuto, ma un atto di volontà quello di collaborare a questo ambizioso progetto, certi che l’esperienza ci arricchirà formando così un sistema che lavora e cresce insieme” - ha dichiarato la dottoressa Paola Inverardi, rettrice dell’Università dell’Aquila.

Il centro sperimentale offre anche supporto allo studio e, al termine della passata stagione sportiva, ha assegnato sei borse di studio ad altrettanti atleti che si sono distinti per l’assidua partecipazione agli allenamenti e l’ottima media scolastica. Quest’anno ne verranno assegnate altre sei grazie al sostegno dell’Associazione Pubblica Assistenza di  Montereale: “Abbiamo riconosciuto l’importanza di questo progetto e conosciamo bene il valore della collaborazione per arrivare insieme alla meta, da qui la decisione di sposare un aspetto importante del programma e contribuire finanziando delle borse di studio e donando all’associazione un container che verrà posizionato a bordo campo ed utilizzato per le attività collaterali agli allenamenti” - ha dichiarato la dottoressa Maria Luisa Ianni.

“Avere il sostegno - nel significato rugbistico del termine - delle eccellenze i cui rappresentanti sono seduti a questo tavolo è per noi motivo di grande orgoglio e spinta ad andare avanti con il centro sperimentale, tanto significativo per la nostra associazione - ha dichiarato il presidente Marco Molina in chiusura di conferenza stampa - Ringrazio il sindaco Biondi e l’amministrazione comunale per averci assegnato la gestione del campo di Piazza d’Armi, ringrazio l’Università degli Studi dell’Aquila, l’Asl 0, l’Associazione Pubblica Assistenza di Montereale, la dottoressa Aielli e, in ultimo, ma non meno importanti, i ragazzi e le famiglie dei nostri atleti: senza di loro tutto ciò non sarebbe stato possibile”.

Con la nuova stagione sportiva prenderà il via anche il secondo anno del centro sperimentale: proseguiranno i programmi dedicati ai  disturbi dell’alimentazione e alla prevenzione e trattamento dei para e dismorfismi e degli infortuni, portati avanti in collaborazione con il professor Farello e la scuola di Osteopatia AbeOs. Verrà introdotto un nuovo progetto dedicato al supporto psicologico dei ragazzi e alla  formazione di allenatori e tecnici sulle tematiche e le dinamiche dei  principali disturbi che si manifestano in età evolutiva, con particolare riguardo alla gestione della comunicazione nella didattica e nelle relazioni tra istruttori ed atleti.

 

Pubblicato in Sport

PESCARA - Si è tenuto a Pescara, nella sala D’Ascanio del Palazzo del Consiglio regionale, l’incontro sull’emergenza cinghiali promosso dal Presidente della Commissione Agricoltura, Antonio Innaurato. All’incontro, organizzato d’intesa con gli Assessori regionali Dino Pepe e Lorenzo Berardinetti, quali componenti della giunta interessati nelle politiche di programmazione e gestione della fauna e del territorio regionale, sono stati invitati le Province, gli ATC (Ambito Territoriali caccia), la Polizia provinciale, le Organizzazioni degli agricoltori, l’Anci (Associazione nazionale comuni italiani) in rappresentanza dei Comuni abruzzesi e l’Uncem Abruzzo (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani).

“L’emergenza cinghiali è ormai a tutti nota - ha sottolineato Innaurato - a causa delle dimensioni e della diffusione del fenomeno su tutto il territorio regionale. Gli ingenti danni arrecati alle colture comportano forti ripercussioni sul comparto economico e produttivo agricolo con gli imprenditori fortemente penalizzati e disorientati. L’attività agricola ha necessità di essere tutelata e preservata nelle aree rurali, non solo per garantire la produttività delle colture e degli allevamenti ma anche per il contributo ambientale, naturalistico, di tutela del territorio e della biodiversità. Non meno importante è il continuo timore per l’incolumità dei cittadini a causa dei frequenti incidenti, a volte mortali, che rappresentano un vero problema di ordine sociale di non facile soluzione”.

I rappresentanti degli Atc, Nunzio Merolli, Corrado Di Nardo e Antonio Campitelli, hanno illustrato le problematiche connesse alla gestione dei territori richiamando più volte la necessità di rivedere il quadro normativo e il regolamento venatorio regionale  in modo da rimuovere tanti ostacoli e creare le condizioni per un efficace controllo della popolazione dei cinghiali nelle zone non vocate, dove questi animali non dovrebbero stare, ma dove al contrario trovano ampia diffusione a causa dell’inadeguatezza delle norme vigenti. Le proposte avanzate dai rappresentanti degli Atc riguardano anche la flessibilità nella costituzione delle squadre di mini-braccata in termini di numero di cani, numero di cacciatori e di composizione, consentendo l’accesso anche a cacciatori appartenenti ad altri Atc.

Il sindaco di Archi, Mario Troilo, intervenuto in rappresentanza di altri primi cittadini del territorio che da tempo si rivolgono alle istituzioni in merito alla drammaticità della emergenza cinghiali, ha elencato una serie di proposte concrete, volte ad adeguare la normativa vigente e il regolamento venatorio regionale al raggiungimento degli obiettivi di contenimento della fauna sia nelle aree vocate che in quelle non vocate.

Il Presidente regionale della Cia, Mauro di Zio, ha proposto agli Assessori Pepe e Berardinetti, una iniziativa che spinga lo Stato a revisionare la legislazione nazionale (l. 157/92 che alla l. 394/91, leggi che non appaiono ormai al passo con le nuove esigenze della società) mentre il Presidente di Copagri, Leo Spina ha spiegato come vi sia la necessità di attuare un’azione straordinaria per fronteggiare l’emergenza, pur ritenendo che la caccia sia lo strumento per agire nel ripristinare un equilibrio negli ecosistemi auspica l’individuazione di strumenti alternativi per contenere il numero dei cinghiali.

Il Presidente dell’Anci Luciano Lapenna, ha messo in risalto gli enormi ostacoli che incontrano gli amministratori comunali per garantire l’incolumità dei cittadini e le difficoltà per raggiungere una efficace gestione delle aree protette per mancanza o inadeguatezza dei Piani di gestione esistenti. Gli interventi dei comandanti della Polizia Provinciale, Fabio di Vincenzo e Roberto Spinosa, hanno riguardato l’illustrazione dei dati sugli abbattimenti, le difficoltà di operare a causa dell’esiguo personale disponibile e non ben distribuito nel territorio regionale. Nonostante ciò, la presenza delle forze di Polizia Provinciale risulta imprescindibile per il coordinamento delle attività e il coinvolgimento degli Atc che risulta importante; non mancano però, riferimenti alla scarsa attività e debole apporto di alcuni Ambiti. L’auspicio è quello di avere forme di collaborazione tra le forze di Polizia in modo da riequilibrare le risorse all’interno del territorio regionale. Ciò potrebbe essere possibile attraverso convenzioni o creando una Polizia regionale.

L’Assessore Pepe, dopo aver richiamato le principali azioni poste in essere, che riguardano - oltre gli interventi normativi - il risarcimento dei danni e il costante lavoro fatto in collaborazione con i diversi soggetti coinvolti, ha fornito una serie di dati sul monitoraggio della fauna e dei danni. Nel contempo, l’Assessore alle Politiche agricole e alla Caccia ha garantito il costante lavoro che sarà condotto anche a livello nazionale al fine di fronteggiare questa emergenza che investe Regione Abruzzo, puntando ad una maggiore autonomia e flessibilità di azione.

L’Assessore Berardinetti ha richiamato e illustrato i lavori che sta coordinando nell’ambito del tavolo tecnico regionale permanente per la protezione delle colture e degli allevamenti dalla fauna selvatica oltre ai risultati conseguiti nella promozione della filiera delle carni, il risarcimento danni, il coordinamento delle forze di Polizia provinciale e le intese e collaborazioni in corso di perfezionamento con gli Enti gestori delle aree protette. Berardinetti ha anche annunciato una riunione che si terrà a breve nell’ambito del sopra citato tavolo tecnico regionale.

“E’ necessario favorire un maggior coordinamento regionale - ha spiegato al termine dei lavori Innaurato - e una maggiore efficacia delle attività di abbattimento, selezione e controllo della fauna rispetto alla drammaticità della situazione che, come più volte ribadito dai partecipanti, comporta misure straordinarie, urgenti ed efficaci in modo coordinato, sinergico e condiviso tra i soggetti interessati”. Innaurato ha poi elencato “i principali punti sui quali tutti i partecipanti hanno trovato una piena condivisione e sui quali si prevede un impegno immediato sia da parte delle istituzioni sia da parte dei soggetti interessati: richiesta alla Commissione Europea di deroga all’applicazione del de minimis per i danni da fauna selvatica pagando i danni accertatati al 100% e con una richiesta semplificata; intervenire sulle regole di prelievo e abbattimento dei cinghiali al fine di ridurre la spesa di indennizzo dei danni; dotare gli agricoltori di  chiusini per la  cattura dei cinghiali (almeno un chiusino ogni 50 ettari di terreno coltivato); revisione del regolamento regionale anche riferito al periodo di caccia, alla composizione delle squadre e delle mini-braccate; maggiore flessibilità  territoriale degli Atce collaborazione tra essi; maggiore collaborazione tra le forze di Polizia provinciale anche attraverso convenzioni; riduzione delle aree cinofile e di ripopolamento e cattura, in special modo dove vi è la presenza di aree protette; eliminare l’assegnazione delle zone e tornare al vecchio metodo; prevedere la possibilità di recuperare i giorni di divieto di caccia causa neve; consentire a tutte le Guardie Provinciali di esercitare il selecontrollo su tutto il territorio regionale”.

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
24 Agosto 2016 16:34:20

L'Aquila: Perdonanza, annullati tutti gli eventi in segno di lutto. Resta forma ridotta del Corteo Storico e apertura Porta Santa

in Cronaca
L'AQUILA: - La giunta comunale, anche sulla scorta del parere della Conferenza dei…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us