http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Aprile 2018 - Radio L'Aquila 1
VILLADOSE (ROVIGO) - E’ stata una festa enorme e anche una grande occasione di confrontarsi, oltre che di stare assieme e rinsaldare un vecchio legame, nato in primis nel nome della tradizione e dei colori neroverdi, il torneo Aldo Milani 2018 per la squadra formata dalla Polisportiva L’Aquila e rinforzata da cinque atleti provenienti dall’under 16 dell’Andreotti Auto Fulvia Tour Rugby Villadose. Un girone di ferro, quello in cui sono stati inseriti i neroverdi già dalla prima giornata, opposti ai padroni di casa della Monti Rovigo e ai patavini del Valsugana.
 
Subito il debutto pieni di emozione e tensione sul campo centrale del Battaglini contro i rossoblu, in un match combattutissimo e alla fine vinto 7-3. Poi il Valsugana e ancora una partita dal grande equilibrio, decisa con una marcatura allo scadere per la seconda vittoria 12-10, arrivando a comandare il girone e accedendo così tra le prime otto della manifestazione: il torneo più conosciuto ed importante per la categoria a livello nazionale.
 
Il secondo giorno si apre con un quasi derby per L’Aquila, una partita sentitissima contro la forte squadra capitolina della Lazio, impostasi alla fine 10-5. Poi il secondo scontro con il Cus Torino, questa volta vinto 12-10. Una serie di sfide che quindi determina l’inclusione nello spareggio per il quinto-sesto posto, contro la migliore delle polesane: il Rugby Badia.
 
Partita ancora una volta in bilico per tutto il tempo, che alla fine termina in pareggio 7-7 e solo la lotteria dei drop decide per la vittoria altopolesana e il sesto posto finale della selezione aquilana-villadosana. Un risultato che comunque dà grande soddisfazione, ma soprattutto cementa ulteriormente il legame tra le due società, con ampia rappresentanza di tecnici e dirigenti anche da parte del Dose nella due giorni della kermesse.
 
Una fusione tra giocatori, tecnici, accompagnatori, dirigenti in un’unica grande maglia neroverde e che ha creato un cordone all’interno di una bellissima esperienza, che di sicuro ha contribuito a costruire un legame destinato a durare a lungo. I ragazzi dell’Andreotti Auto Fulvia Tour Rugby Villadose che hanno preso parte al torneo con L’Aquila Rugby sono Giacomo Zanobbi, Gianmaria Ferro, Marcello Fornasiero, Pietro Berto e Alberto Vanzan.
Pubblicato in Sport
Martedì, 24 Aprile 2018 12:34

Pd-M5S, mai dire mai

ROMA - Se sono rose fioriranno. Pd-M5S insieme? Mai dire mai. Il giorno dopo il mandato esplorativo al presidente della Camera Roberto Fico, la maggioranza renziana per il momento resta ferma sulla chiusura ai 5 Stelle. Ma tra i dem c'è chi vorrebbe invece tentare la carta del dialogo come Dario Franceschini, che, in un'intervista a 'Repubblica', sottolinea come non si possa dire solo no.

Scettico sulla possibilità di una saldatura politica tra Pd e M5S è il capogruppo dem al Senato del Pd Andrea Marcucci, che, parlando a "Radio Anch'io" su Radio Raiuno, dice: "Non sono ottimista non vedo le condizioni perché i programmi si possano allineare". L'accordo è "quasi impossibile" ma "le sorprese in politica sono sempre dietro l'angolo".

"Il Pd è disponibile al confronto", spiega Marcucci, che poi chiede: "È Fico il candidato premier del M5S? È lui che può fare passi indietro rilevanti rispetto al programma del Movimento per un accordo col Pd?".

"La situazione è molto delicata, i numeri in Parlamento molto risicati. Il lavoro dei professori - aggiunge Marcucci, riferendosi al comitato del M5S incaricato di mettere in luce le convergenze programmatiche - evidenzia posizioni molto distanti". "Quando ci sarà una proposta chiara, delle condizioni definite, a un certo punto un passaggio per la direzione andrà fatto", osserva il capogruppo nel caso di un eventuale accordo tra M5S-Pd. (adnkronos.com)

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "La Regione deve proseguire il buon lavoro svolto fino ad oggi in materia di trasporti. Ciò significa portare rapidamente all'esame il documento contenente la definizione dei livelli dei servizi minimi e degli ambiti di traffico del trasporto pubblico locale. La mancata approvazione del provvedimento potrebbe innescare un effetto domino tale da mettere a repentaglio l’intera operazione di affidamento in concessione alla società unica abruzzese di trasporto (Tua) Spa in regime di house providing dei servizi di trasporto, con tutte le ripercussioni negative che da essa ne derivano a partire dal futuro dei lavoratori di Tua e dei suoi utenti". Lo afferma il consigliere regionale Maurizio Di Nicola.

"Va bene - aggiunge - un ulteriore approfondimento con le organizzazioni sindacali, a cui va il mio personale ringraziamento per l'alto senso di responsabilità tenuto sino ad ora, ma senza interrompere o ritardare il percorso che l'ente Regione ha tracciato per la riorganizzazione dei trasporti. Un percorso che ha allontanato lo spettro del fallimento di Arpa e condotto Tua verso un sostanziale equilibrio economico-finanziario. Questo passaggio, dunque, è cruciale per concludere la fase di riordino, al fine di garantire prospettiva al progetto di trasporto pubblico nella regione tenendo insieme la necessità di equilibrio dei conti delle società ed il diritto alla mobilità dei cittadini, oltre a costituire solide fondamenta per il rilancio degli investimenti a partire dal rinnovo del parco mezzi".

"Il mio invito, infine, è quello di calendarizzare il provvedimento al più presto - termina Di Nicola - e per l'occasone ascoltare le posizioni di tutti i portatori d'interesse, a partire dai rappresentanti delle sigle sindacali del comparto, attraverso le formali forme di audizioni previste dall'ordinamento. In questo modo le esigenze di confronto ben si coniugano con le richieste di accelerazione dell'iter procedimentale".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - La società Santa Croce, ex concessionario della sorgente Sant’Antonio Sponga di Canistro (L’Aquila), ha messo in campo una nuova offensiva legale contro la Regione Abruzzo finalizzata “a vedere riconosciuti i propri diritti e tornare ad imbottigliare in regime di proroga in attesa dell’espletamento del bando, acqua minerale a Canistro, come accade per la la Gran Guizza spa, nella sorgente Valle Reale di Popoli (Pescara) e San Benedetto in Perillis (L'Aquila)”.

La “parità di trattamento” viene perseguita con istanze, diffide legali e accessi agli atti sulle procedure legate ai due bandi delle importanti concessioni “caratterizzate da ritardi e illegittimità”.

Lo rende noto il patron della società, Camillo Colella, che ha da anni ingaggiato un serrato contenzioso con l’ente regionale avendo impugnato tutti gli atti che hanno causato la estromissione dalla sorgente di Canistro.

“Ancor una volta denunciamo i due pesi e le due misure che la Regione sta attuando nei miei confronti rispetto ai due concorrenti Norda e Gran Guizza – attacca l’imprenditore molisano -. Questo non fa altro che aumentare la portata del risarcimento danni che tra breve si troverà a contrastare l’ente Regione che farà pagare gli abruzzesi i comportamenti amministrativi scorretti”.

La Santa Croce ha chiesto un’autorizzazione provvisoria all’imbottigliamento in attesa della definizione della gara datata 15 dicembre 2016, considerando che da anni la preziosa acqua va nel fiume provocando un danno erariale per gli abruzzesi.

Inoltre, l’ex concessionario ha chiesto che vengano dichiarati scaduti i termini della procedura per la concessione definitiva della sorgente Sant'Antonio Sponga di Canistro “per le inadempienze ed i ritardi del gruppo Norda, dal marzo dello scorso anno aggiudicataria provvisoria della concessione ancora molto lontana dal rispettare le prescrizioni e in rotta di collisione con la Regione, con la quale ha un contenzioso al Tar essendo in disaccordo con il passaggio del progetto alla procedura Via”.

Poi, la Santa Croce ha fatto richiesta di accesso agli atti per verificare la legittimità della partecipazione delle persone presenti alla riunione tecnica, un summit per fare il punto della situazione sul bando Sant’Antonio Sponga, convocata in Regione il 26 marzo scorso, e sulla conferenza di servizi del 12 aprile scorso indetta dall’ente perfetto sbloccare la situazione di impasse “finita con un nulla di fatto”.

Nei giorni precedenti a questa riunione, la società di Colella aveva diffidato la Regione ad effettuarla perché non prevista dalla legge.

“Non si possono bloccare gli imprenditori con procedure molto dubbie - denuncia ancora l’imprenditore -. Faccio appello alla buona politica per fare giustizia su due procedure che vedono il vice presidente della Regione Giovanni Lolli e il dirigente competente Iris Flacco, autori di atti amministrativi e politici che mi hanno a dir poco danneggiato in maniera gratuita. I nodi stanno venendo al pettine. Faccio appello anche al Garante sugli appalti, alla Corte dei conti perché intervenga sul danno erariale, Istituzioni alle quali ci siamo già rivolti”.

La nuova offensiva legale è curata dagli avvocati Claudio e Matteo di Tonno del foro di Pescara, Roberto Fasciani, di Avezzano, e Giulio Mastroianni, di Roma.

La prima azione è volta a chiedere alla Regione Abruzzo di concedere una proroga alla Santa Croce al fine di poter tornare ad imbottigliare nel suo stabilimento di Canistro, non solo l'acqua che sgorga dalla sorgente minore Fiuggino, come avviene da qualche settimana - anche qui dopo un duro contenzioso - ma anche quella della sorgente principale, la Sant'Antonio Sponga, inutilizzata da oltre due anni, dopo la revoca della concessione a seguito di un ricorso del Comune di Canistro, che ha portato all'annullamento del bando regionale vinto dalla società di Colella, con conseguente blocco della produzione e licenziamento di circa 75 dipendenti.

Nella diffida, la Santa Croce chiede "parità di trattamento" con la diretta concorrente nel bando per la concessione della sorgente Valle Reale di Popoli (Pescara), e san Benedetto in Perillis (L'Aquila), ovvero la Gran Guizza spa. Un bando indetto il 12 maggio 2017, e per il quale solo il 3 maggio prossimo, con un enorme ritardo accumulato, si apriranno le buste con l'offerta tecnica. La Gran Guizza però continua ad imbottigliare nel suo stabilimento di Popoli, anche se l'ultima proroga concessa, come già segnalato dalla Santa Croce alla Guardia di Finanza, è scaduta ad inizio febbraio scorso, concessa alla Gran Guizza “alla luce della necessità di garantire la continuità produttiva in attesa dell'esito del bando”.

Per la stessa ragione, la Santa Croce aveva chiesto due anni fa analoga proroga relativamente alla sorgente Sant'Antonio Sponga, ma non gli è stata concessa.

La seconda iniziativa legale è rappresentata da una perentoria richiesta di archiviazione del procedimento previsto dall'articolo 27 bis del decreto legislativo 152 del 2006, ovvero il procedimento autorizzativo unico regionale, avviato il 1 febbraio, finalizzato alla eventuale concessione definitiva della sorgente Sant'Antonio Sponga alla Norda spa.

Questo perché i termini previsti dalla legge sono abbondantemente scaduti. La conseguenza dell'archiviazione sarebbe di fatto la revoca dell'aggiudicazione provvisoria delle sorgenti Sant'Antonio Sponga alla Norda, e la necessità di indire un nuovo bando.

Nell'istanza inviata il 10 aprile alla Regione, la Santa Croce ricorda che la Norda il 1 febbraio ha presentato la domanda per avviare la procedura, dopo aver fatto ricorso al Tar contro la richiesta della Regione di sottoporsi alla procedura di Valutazione di impatto ambientale.

Il 2 febbraio la Regione ha comunicato l'avvenuta pubblicazione della documentazione relativa alla realizzazione del nuovo stabilimento per imbottigliare l'acqua, su terreni a cavallo del Comune di Canistro e Civitella Roveto, invitando gli enti interessati a verificare l'adeguatezza e la completezza della documentazione e a richiedere eventuali integrazioni entro 30 giorni. Nell'istanza si ricorda che solo parte degli enti interessati hanno dato seguito alle richieste di integrazione.

Norda, con la società Acque minerali d'Italia, doveva comunque dar seguito alle richieste richieste entro e non oltre 30 giorni a partire dal 5 marzo, e dunque entro il 4 aprile. Cosa non avvenuta, e la Norda, si ricorda nell'istanza, non ha "neppure chiesto un differimento-proroga del citato termine".

A questo punto, osserva la Santa Croce, i termini previsti dalla legge sono scaduti, e "risulta sopravvenuta l'improcedibilità dell'istanza di Via con l'obbligo dell'autorità regionale di procedere alla sua archiviazione".

La Santa Croce evidenzia con due giorni di anticipo che la conferenza dei servizi indetta poi il 12 aprile, a cui la Norda non ha inteso partecipare, assieme a buona parte degli enti convocati, "sembrerebbe non rivestire alcuna utilità pratica, per essere inconciliabile con la sopravvenuta improcedibilità della procedura di Via".

Del resto, si ricorda nell'istanza, la conferenza dei servizi "si porrebbe in violazione dell'articolo 27 bis, dove chiaramente si dice che essa potrebbe essere indetta entro 10 giorni dalla conclusione della scadenza del termine della consultazione del pubblico, mai avviata, ed entro 10 giorni dalla data di ricevimento delle integrazioni documentali, cosa mai avvenuta. E in ogni caso solo a seguito dell'espletamento di procedura della Via".

La terza iniziativa è invece rappresentata da un'istanza indirizzata al direttore regionale del dipartimento Opere pubbliche Emidio Primavera e al dirigente regionale Franco Gerardini: la Santa Croce fa richiesta di accesso agli atti relativamente al verbale della riunione tecnica tenutasi in L’Aquila il 26 marzo, sempre nell'ambito della concessione della sorgente Sant'Antonio Sponga, per avere contezza dei nominativi di tutti i partecipanti, e conferma innanzitutto di quanto riferito dall'assessore del comune di Canistro Ugo Buffone ad un organo di stampa relativamente alla partecipazione alla riunione della dirigente regionale del servizio Risorse del territorio e attività estrattive Iris Flacco. Presenza non ammissibile, se fosse confermata, in quanto la dirigente, che è stata citata in giudizio dalla Santa Croce per sue affermazioni considerate diffamatorie ad un organo di stampa, non può più occuparsi di procedimenti e provvedimenti che riguardano direttamente o indirettamente la società, come disposto il 20 marzo scorso da un provvedimento dell'Avvocatura regionale, in quanto nell’operato della Flacco si potrebbe ravvisare un potenziale “conflitto di interesse”.

Alla riunione, secondo quanto riportato dagli organi di stampa erano presenti anche rappresentanti del comune di Canistro: oltre a Buffone, anche il consigliere comunale del centro della Marsica Cristiano Iodice e il tecnico Massimo Iafolla infine, una rappresentante della società dei fratelli Pessina.

A tale proposito, la Santa Croce osserva che "la procedura di gara per la concessione è in fase di svolgimento cosicché riunioni con l’aggiudicatario provvisorio e con soggetti estranei a tale procedimento sono da ritenere illegittime anche sotto il profilo della segretezza amministrativa".

Inoltre si ricorda che la Norda, "ha promosso un ricorso contro la stessa Regione ed eventuali contatti con la controparte devono essere formalizzati e resi ostensibili a garanzia dell’imparzialità della Pubblica amministrazione ed a tutela dei soggetti coinvolti in tale contenzioso".

Infine che "è parte direttamente interessata alla procedura in atto per cui la riunione, tenuto conto di quanto assunto dall’assessore Buffone come riportato dall’organo di stampa, non poteva essere tenuta senza assicurare forme di garanzia partecipativa al soggetto portatore di un interesse qualificato in ordine alla vicenda in esame".

Pubblicato in Cronaca

TORNIMPARTE (L'AQUILA) - Il Comune di Tornimparte celebra la Festa della Liberazione con il seguente calendario di eventi.

Martedi 24 aprile, nell'ambito della giornata di studio sulla Resistenza ed il 25 aprile, promossa dall'Istituto Comprensivo "Comenio", tutti gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado "J. Verne" riceveranno una copia della Costituzione Italiana (donata dall'Istituto Comprensivo) ed una copia del Libro "Luigi Marrone, medico e partigiano con le stellette" (donata dal Comune di Tornimparte).

Alla giornata di studio parteciperanno gli storici Walter Cavalieri, Riccardo Lolli, Davide Adacher nonché Camillo Marrone (figlio di Luigi ed autore del Libro sopracitato).

Martedi 25 aprile, Il Comune di Tornimparte, in collaborazione con il Gruppo Alpini "Castiglione", celebra la Festa della Liberazione: ore 9.30, Frazione San Nicola, Deposizione della Corona alla Lapide che ricorda Angelo Gigante; ore 10.30, Castiglione, Santa Messa; ore 11:30, Castiglione, deposizione della corona sul Monumento dedicato ad Angelo Gigante.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Una grande giornata antifascista con letture, assemblee, animazione per bambini e bambine, graffiti, musica, dj set e mostre fotografiche. È il 25 aprile all'Aquila, organizzato anche quest'anno dalla rete antifascista cittadina per promuovere e attualizzare i valori dell'antifascismo.

Dopo il successo dell'anno scorso a San Bernardino, la Liberazione quest'anno verrà celebrata al Parco del Castello, nel centro storico dell'Aquila. La giornata inizierà nel mattino (ore 11) con un omaggio al partigiano jugoslavo Panto Cemovič nel cimitero monumentale dell'Aquila, e a seguire (ore 12) l'omaggio a Giovanni Di Vincenzo presso il Casale Cappelli.
 
Dalle ore 16 via alla Festa della Liberazione nel piazzale antistante l'Auditorium del Parco. Ci saranno letture musicate per bambine, bambini e adulti a cura di Bibliobus e Nati nelle Note, la presentazione dell'iniziativa "Una pietra d'inciampo per Annina e Luigi" (a cura dell'associazione Annina Santomarrone), letture di resistenza a cura della Casa delle Donne e del caffè letterario del gruppo "Passione Letteratura L'Aquila", un incontro dibattito sui territori resistenti d'Italia e diversi momenti artistici e musicali, con il rap e il rock a cura del laboratorio musicale Cobalto di CaseMatte, e l'esibizione della Music Band Together.
 
Per l'intera giornata saranno visitabili le mostre sulla resistenza e sulle "nuove resistenti" e animazione, a cura di Bibliobus e Koinonia - Ludobus Ri.Scossa. Ci sarà, infine, uno spazio dove poter mangiare e bere.
 
Affermare il proprio antifascismo, oggi, significa non permettere la revisione di una storia che si vorrebbe distorcere e meschinamente riscrivere, significa difendere i nostri valori di libertà, uguaglianza e giustizia sociale, significa lottare ogni giorno per comunità più aperte, solidali, accoglienti. Significa non lasciare spazio a chi, brillantato di un mantello di finta modernità, vorrebbe riportare la nostra città e il nostro Paese ai tempi più bui. Quelli della sofferenza, della discriminazione e della privazione delle libertà personali e dei diritti collettivi.
 
Per questo invitiamo tutta la cittadinanza a manifestare festosamente i valori dell'antifascismo il prossimo 25 aprile.
Pubblicato in Politica
Martedì, 24 Aprile 2018 11:42

Mandato a Fico, l'ira di Salvini

ROMA - Che motivo c'era di concedere a Fico un mandato esplorativo limitato a un'intesa M5S-Pd destinato a fallire? Questa è la domanda che in queste ore si fanno in via Bellerio, dove l'irritazione verso la mossa del Quirinale è palpabile.

L'esplorazione al presidente pentastellato della Camera era nell'aria da giorni, ma Matteo Salvini ha voluto aspettare l'ufficialità prima di parlare. La reazione del 'Capitano' è stizzita: "Bisogna sempre rispettare le indicazioni del presidente della Repubblica, ma farò di tutto perché non accada questa presa in giro''. Cioè portare al governo chi, come il Pd, ha perso le elezioni. Nonostante Luigi Di Maio lo accusi di ''non volersi prendere la responsabilità di governare'', lasciando intendere di voler chiudere il forno con la Lega, Salvini non chiude il dialogo, convinto di poter ancora spuntare un'alleanza con i grillini senza rompere con Forza Italia. Non a caso, invita sia l'ex presidente della Camera, sia il Cav a deporre l'ascia di guerra: ''Sono pronto a ragionare con tutti, che la smettano tutti con i veti e si cominci a lavorare".

Il leader della Lega, insomma, tira dritto per la sua strada, giocando su più tavoli come fatto sin dall'inizio e non esclude di essere pronto anche a fare tutto da solo se la situazione politica dovesse precipitare. Si schiera con lui Giorgia Meloni: ''Il mandato esplorativo al presidente della Camera è un tentativo che ha poche possibilità di riuscita". Anche Silvio Berlusconi, ringalluzzito dalla vittoria personale e di Fi in Molise, che ha 'scavalcato' proprio il Carroccio, tira un sospiro di sollievo e con toni più soft dei suoi alleati, torna a ribadire che va fatto un governo di centrodestra riconoscendo un ruolo determinante al suo partito, perché altrimenti significherebbe tradire la volontà popolare.

Per l'ex premier non si può fare a meno di Fi: "Dal Molise parte un segnale nazionale importante: il centrodestra unito ha la capacità di raccogliere il consenso degli italiani per guidare le regioni ed il Paese. Il messaggio degli elettori è stato chiaro, ora dobbiamo impegnarci con tutte le nostre energie per ripetere lo stesso successo in Friuli".

A ribadire il concetto con una nota a fine serata è la presidente dei senatori forzisti, Anna Maria Bernini: "Abbiamo rispetto per la decisione del presidente della Repubblica, ma altrettanto rispettosamente dobbiamo sottolineare di trovare la prospettiva" di un incarico limitato a un'alleanza Pd-M5S "non condivisibile. Riteniamo infatti che un governo non possa prescindere dal risultato elettorale del 4 marzo". Il Cav tiene il punto ribadendo che vuol restare della partita con qualsiasi formula e sotto sotto, riferiscono, continuerebbe a scommettere su un governissimo con tutti dentro. Meloni, che ancora non ha deciso se seguire la linea salviniana o quella berlusconiana, cerca di ritagliarsi un suo spazio mediano e avverte: ''Se, come immaginiamo, dovesse fallire" l'accordo tra grillini e Dem, "allora si torni alla proposta iniziale di Fratelli d'Italia: incarico al centrodestra per cercare in Parlamento una maggioranza su punti di programma qualificanti ai quali non si possa dire di no. Una strada che, se fosse stata percorsa sin dall'inizio, ci avrebbe probabilmente evitato settimane di balletti incomprensibili agli italiani". (adnkronos.com)

Pubblicato in Politica
Martedì, 24 Aprile 2018 11:39

Benzina e diesel, prezzi su per il Ponte

L'AQUILA - E' durata solo qualche giorno la calma sui listini dei prezzi consigliati dei carburanti alla pompa. Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, questa mattina Eni ha aumentato di un centesimo al litro i prezzi consigliati di benzina e gasolio. Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all'Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 14mila impianti: benzina self service a 1,581 euro/litro (invariato, pompe bianche 1,551), diesel a 1,451 euro/litro (+1, pompe bianche 1,425); benzina servito a 1,696 euro/litro (+1, pompe bianche 1,594), diesel a 1,569 euro/litro (invariato, pompe bianche 1,467); gpl a 0,632 euro/litro (invariato, pompe bianche 0,620), metano a 0,963 euro/kg (invariato, pompe bianche 0,953).

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - Dopo l’indicizzazione nel 2015 del “MEMOCS Journal”, edito dal Centro di Ricerca Internazionale per la Matematica e Meccanica dei Sistemi Complessi (MEMOCS) dell’Università dell’Aquila, il DICEAA Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile-Architettura e Ambientale, raggiunge un nuovo traguardo. Infatti proprio dal 2015 è pubblicato all’Aquila il Journal of Architecture and Cultural Heritage “DISEGNARECON”, già iscritto dall’ANVUR (Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca) nell’elenco delle “riviste scientifiche” per i settori dell’Architettura. Sotto la guida e la gestione del professore Mario Centofanti e del professore Stefano Brusaporci, l’iniziativa ha intrapreso, sin dalle sue origini, un processo di sviluppo ed internazionalizzazione, con un comitato scientifico internazionale, edita interamente in inglese, caratterizzata da un processo di doppia revisione cieca per assicurare elevati standard di qualità dei contributi. Questa iniziativa rappresenta una sfida nel panorama dell’Ateneo, in quanto unica rivista scientifica pubblicata direttamente dall’Università dell’Aquila, on-line, liberamente consultabile, e gratuita.

E’ notizia di questi giorni che “DISEGNARECON” ha superato il processo di revisione da parte di SCOPUS, la più grande banca dati mondiale della letteratura, operante in tutti i campi delle scienze, della tecnologia, della medicina, dell’arte, delle scienze sociali ed umane, e che entro i prossimi tre mesi sarà indicizzata. Il riconoscimento, tutt’altro che scontato, ha richiesto che la rivista, tanto nei suoi contenuti, che nel sistema di gestione, che in merito ad aspetti di trasparenza, fosse soggetta da parte di SCOPUS ad un processo di verifica e certificazione, che ha premiato il costante impegno della redazione. Il risultato proietta il DICEAA, e con esso tutta l’Università dell’Aquila, nel ristretto novero degli Istituti Universitari che pubblicano riviste a cui è riconosciuto valore scientifico mondiale.

Il professore Angelo Luongo, direttore del DICEAA, sottolinea come “Oggi non basta più scrivere articoli scientifici su riviste cartacee, destinate, come un tempo, a riposare per anni sugli scaffali delle biblioteche, prima di essere lette”, ed aggiunge “occorre diffondere immediatamente i risultati della ricerca sul web, ed in tal senso fungono allo scopo banche dati, che attraverso un procedimento detto di indicizzazione delle riviste, permettono ai ricercatori di tutto il mondo l’accesso istantaneo ai contenuti. Tuttavia, solo le riviste di elevata qualità scientifica sono registrate nei maggiori Repertori”.

Il professore Stefano Brusaporci, Journal Manager della rivista, evidenzia che “L’indicizzazione di “DISEGNARECON”, non va intesa solamente come una mera verifica del possesso di standard operativi, il cui rigoroso rispetto è comunque richiesto. Ma la revisione da parte di SCOPUS, leader internazionale universalmente riconosciuto, è entrata nel merito delle pubblicazioni, certificando la qualità, l’interesse e la diffusione internazionale degli articoli. Sia attraverso una revisione di tipo peer-review, sia analizzando come “DISEGNARECON” sia citata da altre pubblicazioni scientifiche”. E aggiunge “Seppur il campo dell’Architettura sia dall’ANVUR annoverato tra i cosiddetti settori “non-bibliometrici”, cioè non valutati attraverso l’indicizzazione, si è voluto comunque intraprendere questo percorso, necessario per aumentare la visibilità, l’attrattività ed il prestigio della rivista, del DICEAA e dell’Università dell’Aquila in campo internazionale”. Conclude “Il riconoscimento da parte di SCOPUS è una grande soddisfazione, ma come ogni traguardo rappresenta anche, al contempo, il punto di partenza per nuove sfide, sia per noi che curiamo la rivista, che per l’Università dell’Aquila, in questo momento storico in cui tutti gli Atenei si stanno adoperando per favorire sempre più questo tipo di iniziative scientifiche on-line ed open access, e dove gli Atenei stessi sono chiamati a facilitare e farsi garanti della divulgazione scientifica”.

Pubblicato in Arte e Cultura

L'AQUILA - In riferimento alla circolare INPS 12 febbraio 2018, n. 27, che dettaglia le aliquote contributive del 2018 per gli artigiani e gli esercenti attività commerciali, con messaggio 20 aprile 2018, n. 1714, l’INPS comunica che è stata elaborata l’imposta contributiva per i soggetti iscritti alla gestione e per gli eventuali periodi precedenti non già interessati da imposizione contributiva.

I modelli F24 necessari al versamento saranno disponibili in versione precompilata nel “Cassetto Previdenziale per Artigiani e Commercianti alla sezione “Posizione assicurativa – Dati del modello F24”, dove sarà possibile consultare anche il prospetto di sintesi degli importi dovuti con le relative scadenze e causali di pagamento.

 

Pubblicato in Economia

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us