http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Aprile 2018 - Radio L'Aquila 1

CHIETI - Chieti Solidale questo mese non ha ancora pagato gli stipendi e, per di più, il sindaco ha dichiarato pubblicamente che intende vendere una delle farmacie comunali per fare cassa. Due fatti gravi, che hanno portato Uiltcus, la federazione dei lavoratori del turismo, commercio e servizi, e Uil Fpl, che riunisce i dipendenti dei poteri locali, a decidere di attivare lo stato di agitazione. In una nota inviata al prefetto di Chieti, Antonio Corona, i sindacati annunciano l’iniziativa e chiedono una convocazione urgente “e il suo intervento per la definizione puntuale della tempistica sull’erogazione degli stipendi al fine di scongiurare ulteriori azioni che potrebbero arrecare notevoli disagi ad una utenza già di per sé delicata”.

Commenta Mario Miccoli, segretario regionale Uiltucs: “Chieti Solidale è una delle poche aziende in salute di Chieti e ora, dopo la desertificazione imprenditoriale che ha colpito la città, una realtà con una vocazione sociale rischia con questo esproprio di essere privatizzata, in un periodo tra l’altro in cui assistiamo anche a tagli a livello regionale proprio sul sociale. Non è questa la strada per fare cassa: vanno individuati meccanismi virtuosi, anche europei, per far sì che un patrimonio di tutta la città non venga svenduto ma, piuttosto, continui a generare valore aggiunto come ha fatto finora”.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA: - Si ė svolta questa mattina, 24 aprile presso la sala consiliare “Tullio De Rubeis”, via Filomusi Guelfi  in L’Aquila, l’assemblea dei Sindaci della Provincia dell'Aquila  ai fini dell’approvazione Documento Unico di Programmazione (DUP) 2018-2020 e il Bilancio di Previsione Finanziario 2018-2020 e relativi allegati.

Il Presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso annota la presenza di  56 comuni  pari a circa il  77% della popolazione rappresentata, una  consistente partecipazione che denota la volontà di adesione e sostegno alle scelte programmatiche che questa amministrazione intende intraprendere.

Il Presidente Angelo Caruso ha illustrato, per somme linee, il DUP e il bilancio che, tra l’altro,  ha destinato oltre 18 milioni di euro per le strade, una programmazione condivisa con i Sindaci della provincia, che certamente potrà risolvere molte criticità, così come la statalizzazione di circa 188 chilometri di strada all‘ANAS, ormai imminente. Stanziate anche somme importanti per le scuole, considerate una priorità soprattutto per il capoluogo. La Provincia ha ristabilito anche una capacità assunzionale che, nel prossimo triennio, potrà contare su uno stanziamento di € 420.000.  Con la restituita programmazione triennale, l’ente  potrà accogliere e restituire ai territori maggiori certezze per le future necessità.  Nel corso della seduta, il Presidente ha relazionato, altresì,  sulle azioni intraprese negli 8 mesi di governo nei settori dell’edilizia scolastica, della viabilità e della riorganizzazione dell’apparato amministrativo, ringraziando Consiglieri, funzionari e tutto il personale per il lavoro svolto.  Sono intervenuti, infine, i sindaci che hanno di fatto approvato quanto finora prodotto e programmato dal governo provinciale che ha stabilito, nella condivisione con i territori, le necessità delle popolazioni.

L’ordine del giorno è stato approvato all’unanimità.

A seguire, come programmato, la riunione del consiglio provinciale che ha approvato, fatto unico negli ultimi anni di amministrazione provinciale, all’unanimità, sia il DUP (documento unico di programmazione)  che il Bilancio di Previsione Finanziario 2018-2020. Infine è stata presentata una mozione riguardante i lavori da eseguire sull’edificio scolastico della sede dell’istituto IPSIASAR di L’Aquila, che prevede l’abbattimento del corpo inagibile pericolante e avvio, entro il corrente anno, dell’appalto di progettazione della nuova sede da ricostruire finanziata per 7,6 milioni di euro.

La mozione è stata approvata all’unanimità.

Con le deliberazioni odierne,  la Provincia, avrà finalmente  la  possibilità di lavorare per i suoi 108 comuni con maggiore fattibilità e utilità.

Pubblicato in Politica

GIULIANOVA (TE) - Due importanti attestati di qualità per la Giulianova turistico-balneare 2018. La prima è la Bandiera Verde, assegnata dai pediatri italiani alle spiagge ideali per bambini e famiglie e che il Comune riceverà domani, 25 aprile, nella cerimonia al Pala Dean Martin di Montesilvano dove saranno presenti i rappresentanti istituzionali delle 136 località italiane, tra le quali otto abruzzesi, insignite del vessillo. La seconda è la Bandiera Blu della FEE, la Fondazione per l’Educazione Ambientale, che verrà consegnata il 7 maggio prossimo a Roma, nella Sala convegni del Consiglio Nazionale delle Ricerche.

“Al pari dello scorso anno”, dichiara il sindaco Francesco Mastromauro, “anche in questo 2018 Giulianova si caratterizza dunque come località d'eccellenza sotto il profilo turistico-ambientale annoverando due preziose e rilevanti attestazioni di qualità. Un risultato che inorgoglisce ponendoci in posizione di assoluto riguardo nel contesto regionale e nazionale e che credo sia la migliore prova, indubbiamente la più obiettiva, del  nostro impegno e di un lavoro di squadra che, spesso silenzioso, è stato portato avanti con tenacia. Ed è anche la miglior risposta da dare a quanti, disconoscendo il valore del nostro impegno, con troppa facilità si producono in osservazioni negative che raramente sono critiche costruttive”. 

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - L’ultimo appuntamento programmato dal Circolo Giovani Amici della Musica nell’ambito della settantaduesima stagione della Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” è per giovedì 26 aprile all’Auditorium del Parco con inizio alle ore 18 e fornisce l’occasione per ascoltare la pianista Bianca Martinazzo.

Nata ad Aosta nel 1994, considerata una delle migliori pianiste fra i giovani talenti italiani, si è diplomata nel 2015 al Conservatorio di Musica "A. Casella" dell’Aquila. Ha già vinto diversi concorsi nazionali. Sta proseguendo la sua formazione partecipando a Masterclass tenute da maestri di fama internazionale ed ha partecipato al progetto Erasmus in Spagna.

Si sta avvicinando anche allo studio della composizione e alla ricerca della contemporaneità lavorando a stretto contatto con compositori e artisti visivi, esibendosi in diverse prime esecuzioni assolute. Attualmente frequenta il Biennio Solistico di pianoforte presso il Conservatorio G. Verdi di Torino e i Corsi di Alta Formazione e Perfezionamento Musicale dell’Accademia di Pinerolo. In programma, per questa occasione, alcune importanti pagine musicali del repertorio pianistico come la Partita n. 1 di Bach, la Sonata n. 2 op. 22 di Schumann e la celebre Sonata “Appassionata” di Beethoven.

Far conoscere i giovani interpreti promettenti è una missione e un dovere culturale che la Barattelli sostiene con forza.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

PESCARA – Giorgio Stringini, aquilano, 48 anni, è il nuovo presidente regionale di Fidimpresa Abruzzo, il confidi del sistema associativo regionale della Cna. Lo ha eletto ieri sera, a Pescara, l’assemblea generale dei soci, che ha ringraziato il presidente uscente  - il teramano Gianfredo De Santis - «per l’impegno profuso negli anni scorsi alla guida dell’organismo». Stringini, che è titolare dell’”Aquilana Ascensori” ha ricoperto in passato importanti incarichi associativi all’interno della Cna, di cui è stato presidente provinciale per dieci anni; è stato anche  componente del consiglio di amministrazione della Camera di commercio aquilana.

«Il nostro obiettivo – dice il neo eletto presidente – resta il rafforzamento della missione fondamentale di Fidimpresa, ovvero garantire l’accesso al credito delle imprese. Conciliando nello stesso tempo, tutto ciò, con l’obiettivo di rendere più efficace ed efficiente l’azione del nostro confidi: una sfida importante, anche in relazione al rapporto con il sistema bancario, che attraversa a sua volta un momento complesso».

L’appuntamento di ieri sera è servito anche al confidi diretto da Adriano Lunelli per procedere all’approvazione del bilancio consuntivo 2017. Con oltre 9mila soci in tutto il territorio regionale e più di 30 milioni di euro di finanziamenti erogati al sistema delle impresa, Fidimpresa si conferma come uno dei punti di riferimento più solidi esistenti in Abruzzo nel settore della garanzia: un settore vitale per l’accesso al credito delle micro imprese e degli artigiani, categorie particolarmente colpite – proprio in questi anni - dagli effetti combinati della crisi e della forte contrazione del credito concesso dal sistema bancario al mondo produttivo.

L’assemblea di Fidimpresa è stata anche l’occasione per fare il punto sulle politiche di sostegno pubblico all’azione dei confidi: in particolare della Regione, non ancora in grado mettere in campo, con la pubblicazione dei bandi, le risorse promesse con la programmazione 2014-2020.

Pubblicato in Cronaca

TAGLIACOZZO (AQ) - Sabato 28 aprile alle 21, per la Stagione teatrale organizzata da ACS Abruzzo Circuito Spettacolo in sinergia con il Comune di Tagliacozzo, sul palco del Teatro Talia in scena Uno Nessuno Centomila per la regia di Alessandra Pizzi con Enrico Lo Verso che darà corpo e voce ai personaggi del romanzo più celebre di Pirandello, rendendo omaggio ad uno dei più grandi drammaturghi di tutti i tempi.

Acclamato dalla critica e dal pubblico, soprattutto dei più giovani, lo spettacolo presentato da Ergo Sum Produzioni ha di recente ricevuto a Busto Arsizio il "Premio Delia Cajelli per il Teatro", nell'ambito della Seconda Edizione delle Giornate Pirandelliane, promosse dall'associazione Educarte in collaborazione con il Centro Nazionale Studi Pirandelliani di Agrigento. Nella scorsa stagione il Premio Franco Enriquez per la migliore interpretazione e la migliore regia.

Definito dall'autore in una lettera autobiografica come "il più amaro di tutti, profondamente umoristico, di scomposizione della vita"Uno Nessuno Centomila è l'adattamento teatrale della storia di un uomo che sceglie di mettere in discussione la propria vita, a partire da un dettaglio minimo, insignificante. Il pretesto è un appunto, un'osservazione banale che viene dall'esterno. I dubbi di un'esistenza si dipanano attorno ad un particolare fisico. Le cento maschere della quotidianità, lasciano il posto alla ricerca del Sé autentico, vero, profondo. L'ironia della scrittura rende la situazione paradossale, grottesca, accentua gli equivoci. La vita si apre come in un gioco di scatole cinesi, e nel fondo è l'essenza: abbandonare i centomila, per cercare l'uno, a volte può significare fare i conti con il nessuno. Ma forse è un prezzo che conviene pagare, pur di assaporarla, la vita.

"Avrei voluto che Pirandello fosse vivo" spiega Alessandra Pizzi "per mostrargli la grandezza della sua parola, l'attualità del suo messaggio, e mi chiedo, nell'osservare l'immobilità del pubblico ad ogni spettacolo, se Pirandello sia mai stato consapevole delle conseguenze che avrebbe potuto produrre la tumultuosa portata dello stesso.

Da qui l'idea di una nuova ed originale messa in scena volta a rendere la perennità del messaggio pirandelliano, l'atemporalità del protagonista, uomo di ieri, di oggi, di domani".

In forma di monologo, il testo è affidato al racconto e alla bravura di Enrico Lo Verso che, dopo anni di assenza dal teatro, torna sul palcoscenico per dar vita ad un contemporaneo Vitangelo Moscarda, l'uomo "senza tempo", e ai personaggi del romanzo, in un allestimento minimale ma mutevole in ogni contesto. Una sorta di seduta psicoterapeutica, da cui ci si sente irrimediabilmente attratti, per affondare le mani nella propria mente, inconsapevoli degli scenari che potrebbero aprirsi.

Pubblicato in Eventi

L’AQUILA – “Inizia la stagione agraria e come l’anno passato, l’anno prima e l’anno prima ancora si ripresentano tutti irrisolti i problemi legati all’irrigazione del comprensorio di Paganica, Bazzano, Onna e San Gregorio. Nessun intervento , nemmeno la manutenzione ordinaria, è stata fatta sul sistema dei canali principali e secondari che corrono per qualche decina di chilometri e il rischio salmonella incombe come tutti gli anni. Le sorgenti del Vera hanno una portata costante di 800 mc/secondo. Le sorgenti di Capo Vera, che servono il canale della Riga di Mezzo, portano 150 – 200 mc/sec. per ogni secondo di ogni giorno di ogni anno. Tanta tantissima acqua che non basta e si perde per incuria ed incapacità di chi dovrebbe manutenere e gestire la risorsa idrica: il Consorzio di Bonifica Abruzzo Interno, Bacino Aterno Sagittario, un “carrozzone” che vive con i soldi dei consorziati i quali, nell’area di cui si tratta versano annualmente qualche centinaio di migliaia di euro senza ricevere, da anni, assistenza.” E’ quanto denunciano il presidio Slow Food dell’Aquila, il Presidente Associazione produttori fagioli di Paganica e il Presidente Comitato Irriguo “Valle Del Vera”.

“L’Anno passato, - continuano - dopo un sopralluogo con il Presidente ed i tecnici del consorzio si era convenuto di trovare soluzioni tampone per salvare l’annata agraria e procedere almeno a sistemare le perdite maggiori. Promesse da marinai. Nessuna manutenzione e quest’anno si ricomincia daccapo con l’aggravante che anche la Riga di Mezzo, verso le sorgenti (che si ricorda sono acque pubbliche) è parzialmente ostruita da detriti. Intanto, a detta dei vertici del consorzio, si progettano faraonici opere di intubazione dei canali che ci vedono, fin da ora; contrari per lo spreco di denaro pubblico e perché si distruggerebbe quel delicatissimo sistema agroambientale che caratterizza l’area sulla quale Slow Food ed Italia Nostra  hanno avanzato alle autorità locali  la proposta per la costituzione   DELL’ AREA AGRARIA PERIURBANA DEL FIUME VERA E DEI SUOI CANALI  con le seguenti motivazioni :”L’ area tra Paganica e San Gregorio era ed è fortemente vocata ad una agricoltura di qualità, con terreni tutti irrigati dall’acqua delle sorgenti del Vera attraverso chilometri di canali artificiali che hanno antiche origini. Quest’area è stata per secoli l’orto della città di L’Aquila e lo è  ancora oggi, anche  in una situazione  di  marginalità, pur con la caratteristica parcellizzazione dell’agricoltura delle aree interne, vi troviamo culture di pregio. Slow Food Italia con il Progetto “presidi “ intende salvaguardare colture tradizionali e di pregio, e in questa zona , ha inteso aiutare alcune produzioni come “ i fagioli di Paganica”, “la patata Turchesa”, il grano Solina ed altri “….” Appare  necessario mantenere il sistema agroambientale, come fondamentale fattore di resilienza  e presidio di rilevanza strategica con  attività in grado di produrre reddito ma anche beni di dimensione urbana come il paesaggi, il tempo libero ed il benessere psico-fisico”  L’intubamento dei canali vanificherebbe qualsiasi utilizzo corretto e la realizzazione dell’area agraria periurbana.  La  proposta sensata che si avanza ormai da anni, da parte degli agricoltori e delle associazioni, e che si ripropone di nuovo è quella di creare un’ invaso nella cava esistente del volume di qualche milione di metri cubi, opera che  permetterebbe di affrontare con tranquillità il periodo estivo per tutti quegli  agricoltori ed allevatori eroi che ancora sono rimasti e si “ostinano” a produrre un cibo BUONO E PULITO a chilometro meno di zero. Si chiede quindi con urgenza al Consorzio di adoperarsi nell’immediato per una decente manutenzione e per garantire l’irrigazione delle colture in questa annata agraria.”

“L’inquinamento da salmonella del fiume Vera rappresenta l’altro annoso problema – concludono le associazioni - ed anche quest’anno pare sia pronta l’ordinanza sindacale di divieto di irrigazione. Quindi da una parte i canali colabrodo che non portano l’acqua dall’altra la salmonella e la stagione agraria e bella che andata senza che nessuno dei decisori obbligati per legge a porre rimedio a questi problemi alzi un dito. Questo stato delle cose fa si che anno dopo anno la “pattuglia” degli agricoltori ed allevatori resistenti si assottiglia sempre di più. E’ giusto  ricordare che l’acqua delle sorgenti del Vera è praticamente potabile fino a prima del depuratore. Ed ancora si rammenta che la legge fa divieto assoluto di sversare nei corpi idrici acque non depurate es i chiede all’Amministrazione Comunale dell’Aquila   ed alla Gran Sasso Acqua spa di voler provvedere con tutta l’urgenza necessaria. Ne va la sopravvivenza di almeno 30 piccole aziende agricole  che corrispondono a più di 40 posti di lavoro.”

Pubblicato in Cronaca
Martedì, 24 Aprile 2018 12:53

Bolletta, da luglio 2019 si cambia

L'AQUILA - Il primo luglio 2019 è in programma l'abolizione del servizio di maggior tutela, il mercato dell'energia dove le tariffe sono stabilite ogni tre mesi dall'Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico in base alle quotazioni internazionali degli idrocarburi. Entro questa data tutti gli utenti dovranno cambiare gestore e passare al mercato libero, nel quale le aziende possono determinare liberamente i prezzi di vendita al cliente (pur sottostando alle regole sulla concorrenza). Già oggi il mercato dell'energia si suddivide in libero e tutelato. È stato il decreto Bersani a prevedere la liberalizzazione del mercato dell'energia in Italia, mentre il Ddl Concorrenza ha prorogato a luglio 2019 il termine entro il quale deve avvenire il passaggio totale al mercato libero.

Per i clienti non cambierà molto; confrontando le tariffe del mercato libero e di quello tutelato, infatti, non è possibile stabilire quali sono le più convenienti in assoluto poiché ognuna si adatta a delle esigenze specifiche. Con il passaggio al mercato libero, quindi, chi oggi si avvale del servizio di maggior tutela dovrà fare una ricerca approfondita delle offerte dei vari gestori e capire quale si adatta maggiormente alle proprie esigenze. Il cambio gestore sarà totalmente gratuito e non comporterà l'interruzione della fornitura di energia.

 

È molto importante però che coloro che oggi si trovano nel mercato tutelato cambino gestore entro il termine del primo luglio 2019, poiché a partire da questa data per chi non ha effettuato il passaggio rimarrà solamente il servizio di salvaguardia (al quale oggi accedono le aziende rimaste senza fornitura per non aver aderito al libero mercato). Il problema è che questo servizio non è assolutamente conveniente come quello di maggior tutela poiché le tariffe sono più elevate. Nel mercato di salvaguardia infatti il costo della componente energia - gestita da operatori territoriali su controllo dell'Aeegsi - è dato dai prezzi di acquisto della Borsa Elettrica maggiorato per il parametro omega, un fattore di rischio che rappresenta una sorta di penale per coloro che sono rimasti senza contratto di fornitura. Ecco perché se non si vuole pagare molto di più rispetto ad oggi conviene aderire il prima possibile - e comunque entro luglio 2019 - a un gestore operante nel libero mercato, optando per la tariffa che si adatta alle esigenze della vostra famiglia. (adnkronos.com)

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - Nella giornata di domani, 25 aprile, alle ore 10.30 presso la Villa Comunale dell’Aquila si svolgerà la manifestazione celebrativa in occasione del 73° anniversario della Liberazione.

La cerimonia prevede: l’alzabandiera, l’esecuzione dell’inno nazionale, l’onore ai caduti, la deposizione di una corona al monumento ai caduti e la lettura della “Preghiera per i Caduti”.

A seguire il Prefetto dell’Aquila, Giuseppe Linardi, consegnerà la Medaglia d’Argento al Merito Civile conferita al Comune di Campo di Giove per eventi della seconda guerra mondiale.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - Sono stati pubblicati i dati di febbraio 2018 dell’Osservatorio sul precariato. Le assunzioni nel settore privato, nel periodo gennaio-febbraio 2018, sono state 1.139mila: in aumento del 19,3% rispetto allo stesso periodo del 2017. In crescita tutte le tipologie contrattuali: contratti a tempo indeterminato +8,4%, contratti di apprendistato +23,2%, contratti a tempo determinato +15,2%, contratti stagionali +12,2%, contratti in somministrazione +26,5% e contratti intermittenti +85,3%.

Nei primi due mesi dell’anno è confermato un forte aumento delle trasformazioni da tempo determinato a indeterminato (83mila): +79,5% rispetto al periodo gennaio-febbraio 2017. In contrazione risultano invece i rapporti di apprendistato confermati alla conclusione del periodo formativo (-18,5%).

Le cessazioni sono state 844mila, in aumento rispetto all’anno precedente (+14,8%): a crescere sono le cessazioni di tutte le tipologie di rapporti, in particolare a tempo determinato e somministrazione. Fanno eccezione i rapporti a tempo indeterminato (-7,1%).

La consistenza dei rapporti di lavoro
Nel periodo gennaio-febbraio 2018, nel settore privato, si registra un saldo tra assunzioni e cessazioni pari a +296mila, superiore a quello del corrispondente periodo del 2017 (+220mila).

Su base annua, il saldo consente di misurare la variazione tendenziale delle posizioni di lavoro. Il saldo annualizzato (vale a dire la differenza tra assunzioni e cessazioni negli ultimi dodici mesi) a febbraio 2018 risulta positivo e pari a +539mila, in crescita rispetto a quello registrato a gennaio (+527mila). Questo saldo rimane ancora negativo per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato (-82mila), seppur in miglioramento per il secondo mese consecutivo. Continuano, invece, i segnali di rafforzamento per l’apprendistato (+66mila) e per l’intermittente (+124mila). Rimane positivo, anche se in decelerazione, l’andamento dei contratti a tempo determinato (+369mila) e dei contratti di somministrazione (+58mila).

Il lavoro occasionale
L’articolo 54-bis decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50 ha disciplinato le nuove prestazioni di lavoro occasionale: Contratto di Prestazione Occasionale (CPO) e Libretto Famiglia (LF).

Per quanto riguarda i Contratti di Prestazione Occasionale, a partire da novembre 2017 la consistenza dei lavoratori impiegati si è attestata tra le 15mila e le 20mila unità, con un importo mensile lordo medio di circa 300 euro. 
Per quanto riguarda, invece, i lavoratori pagati con i titoli del Libretto Famiglia, a febbraio 2018 si sono superati i 4mila lavoratori impiegati, con un importo mensile lordo medio di poco superiore a 200 euro.

Pubblicato in Economia

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us