http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Marzo 2018 - Radio L'Aquila 1

GIULIANOVA (TE) - Nella mattinata di oggi, 27 marzo, Cristina Canzanese, come aveva preannunciato, ha  protocollato le dimissioni restituendo al sindaco Francesco Mastromauro le deleghe alle Risorse umane, all'Ufficio Relazioni con il Pubblico, alla Programmazione ed Organizzazione uffici ed all'Edilizia residenziale pubblica assegnate dal primo cittadino l'8 luglio 2017 dopo il rimpasto di Giunta e secondo le indicazioni del PD, partito lasciato dalla Canzanese lo scorso 23 marzo.

“Ho maturato questa difficile scelta – scrive l'ormai ex assessora nella nota fatta pervenire al sindaco - a seguito di quanto avvenuto nella riunione di Giunta del 22 marzo scorso. Lei sa, Signor Sindaco, con quanto senso di responsabilità, con quanto impegno e con quale atteggiamento, improntato al senso di lealtà e di collaborazione  con i miei colleghi di Giunta e con il personale di questo Ente, io abbia adempiuto all'impegnativo ma anche gratificante incarico conferitomi. Del quale Le sarò sempre grata perché ritengo che nella vita di una persona operare per il bene e per l'interesse della propria città sia certamente una grande responsabilità, che comporta indubbiamente una disponibilità di tempo spesso privato agli affetti familiari ed alla propria professione, ma anche un privilegio ed al tempo stesso, appunto, una gratificazione. Pertanto, nel confermare stima ed amicizia, e rimanendo a disposizione per ogni esigenza per la quale potrò essere utile, La prego di comprendere le ragioni sottese a questa scelta accettando le mie dimissioni”.

Il sindaco ribadisce come sia intenzionato a rifiutare le dimissioni. “Non posso accettarle – dice Mastromauro - perché Cristina, di cui comprendo i sentimenti e le ragioni alla base di questa sua decisione come quella di abbandonare il PD, ha sempre operato con grande impegno e capacità. In questi otto mesi ha acquisito una compiuta comprensione del complesso apparato burocratico comunale e si è data da fare spendendosi moltissimo, direi senza requie, trovando soluzioni ai tanti e delicati problemi sottoposti alla sua attenzione. Una assessora schiva che con efficacia ha preferito operare lontano dai riflettori, con modestia e grande bravura. La città ha bisogno di lei”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Nell’ambito di una complessa attività investigativa, volta al contrasto del fenomeno dei furti sui veicoli in sosta presso le aree di servizio autostradali presenti sulla A/25, personale della Sottosezione Polizia Stradale di Pratola Peligna, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Chieti, Isabella Maria Allieri, su richiesta del Pm Giuseppe Falasca, ha tratto in arresto due uomini, un 35enne e un 33enne entrambi di origine partenopea, pluripregiudicati con precedenti penali specifici per furti nelle aree di servizio.

L’indagine ha avuto origine a seguito di una denuncia presentata, a fine luglio 2017, da due turisti irlandesi ai quali, mentre effettuavano una sosta presso l’area di servizio “Brecciarola Sud” nel territorio di Chieti, venivano sottratti dalla loro autovettura tutti i bagagli contenenti anche della strumentazione elettronica, per un valore complessivo di circa 4.000 euro.

Dall’esame delle immagini delle videocamere di sorveglianza dell'area di servizio, si riusciva sin da subito a identificare l’autovettura utilizzata dai malviventi e le modalità messe in atto dagli stessi per la consumazione del reato.

In particolare i soggetti arrestati, unitamente ad altri due uomini, dopo aver individuato l’autovettura utilizzando un disturbatore di segnali radio (jammer), inviavano il segnale di disattivazione della chiusura delle porte, disattivando di fatto l’impulso azionato dal proprietario per chiudere l’autovettura.

Quindi, mentre due di loro, con le funzioni di "palo" seguivano i malcapitati all’interno dell’esercizio commerciale, i due malviventi si introducevano indisturbati nell'autovettura, prelevando bagagli e oggetti vari custoditi all’interno.

Le informazioni raccolte, le comparazioni fotografiche dei soggetti, l’individuazione delle utenze telefoniche in uso al gruppo criminale e il successivo esame del traffico telefonico, permettevano di individuare due dei responsabili dell’azione criminosa.

Di seguito alla cattura degli stessi venivano identificati e deferiti all’autorità giudiziaria per i medesimi reati anche gli altri due componenti.

Grazie ad una mirata attività di prevenzione svolta dalla Polizia Stradale sulla rete della autostrade, nello stesso periodo è stato possibile assicurare alla giustizia altri due sodalizi criminali composti da cinque persone, perpetravano reati ai danni di automobilisti in transito.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - Giovedì 29 marzo alle ore 12.00 presso la sala consigli del Rettorato a L'Aquila, si terrà una conferenza stampa nella quale sarà illustrato il programma della “Settimana dello Sport”.

L’evento si svolgerà dal 9 al 14 aprile 2018. La giornata di apertura della manifestazione lunedì 9 aprile, sarà dedicata alle eccellenze dell’Ateneo e della città dell'Aquila e la chiusura, sabato 14 aprile, sarà caratterizzata dall’evento internazionale “Zebre Rugby Club vs Dragons Newport Guinness Pro14”, organizzato dal comitato “La Palla Ovale”.

Il 2018 è il cinquantesimo anno dalla data dei primi diplomati dell’Isef a L’Aquila e l’Ateneo aquilano ha ritenuto di celebrare l’importanza dello sport, il suo ruolo fondamentale nella formazione, la sua funzione sociale, in particolare negli anni dopo il sisma, con una settimana dedicata alle diverse discipline sportive offerte dall’Ateneo. All’iniziativa parteciperà anche il Liceo Sportivo Internazionale di Amatrice, convenzionato con l’Ateneo aquilano.

Alla conferenza stampa interverranno Paola Inverardi, rettrice dell'Università dell’Aquila; Maria Giulia Vinciguerra, referente di Ateneo per Università e sport; Pietro Di Benedetto, direttore generale dell'Università dell’Aquila; Francesco Bizzarri, presidente del Centro Universitario Sportivo dell’Aquila; Alessandro Piccinini, assessore allo Sport del Comune dell’Aquila e Roberto Marotta, presidente del comitato "L’Aquila Ovale".

Pubblicato in Sport
L'AQUILA - Lo scioglimento del Consiglio Territoriale di Partecipazione di Sassa impone all'amministrazione comunale di fare chiarezza sul reale destino di questi organismi che, dall'insediamento della giunta Biondi, si trascinano ormai stancamente senza più un orizzonte. Dopo 9 mesi, ai ripetuti annunci di revisione del regolamento che disciplina il loro funzionamento, non è seguita infatti nessuna azione concreta. E' quanto si legge in una nota gruppo consiliare dell'Aquila del Partito Democratico.
 
La sensazione - aggiunge il Pd - è che il tema della partecipazione per l’attuale governo cittadino non solo non sia una priorità, ma piuttosto un fastidio di cui fare volentieri a meno. La precedente amministrazione aveva concepito e messo in campo diversi strumenti di partecipazione, tutt'altro che impeccabili, che necessitavano pertanto, dopo l’iniziale rodaggio, di essere migliorati e non lasciati morire. Al netto delle difficoltà emerse c’era infatti un’idea di fondo precisa, una visione politica chiara, quella di aprirsi al confronto e al coinvolgimento attivo e di condivisione delle scelte con i cittadini e con i territori.
 
La partecipazione non è una suggestione ma una risposta alla crisi generale degli strumenti democratici e dei soggetti che vi prendono parte, uno strumento di coesione sociale e di democrazia. I cambiamenti sociali, ambientali, economici e tecnologici che accompagnano la nostra epoca sollecitano altrettanti mutamenti nelle categorie, nelle organizzazioni e nelle procedure alla base delle nostre società, metamorfosi che una politica attenta dovrebbe cercare di governare ed orientare piuttosto che subire. Considerazioni che valgono in particolar modo all’Aquila, dove una serie di caratteristiche peculiari come l'estensione territoriale e la quota aggiunta dei problemi che derivano dalle necessità e dalle procedure connesse alla ricostruzione, imporrebbero la valorizzazione di questi strumenti.
 
L’amministrazione chiarisca dunque, una volta per tutte, le sue reali intenzioni; dica - termina la nota del Pd - se intende valorizzare i CTP attribuendo loro ulteriori e più incisive funzioni (una per tutte la gestione del bilancio partecipato) o concluderne l’esperienza, se è favorevole al rilancio dell’Urban Center o se dietro l’annuncio della costituzione della consulta dei quarti c’è l’idea di superarlo bypassando il coinvolgimento di una voce critica sulle scelte più importanti della città. Sono nodi che è giunto il momento di sciogliere, se non altro per rispetto delle tante persone che, nonostante tutto, continuano a spendersi quotidianamente nell’esercizio dell’impegno civico e nell’interesse esclusivo delle comunità che rappresentano.

 

 
Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "La proposta di legge depositata in Consiglio Regionale da Dino Pepe, Sandro Mariani e Lorenzo Berardinetti sugli usi civici è sbagliata nel merito e nel metodo: abbiamo già chiesto loro di interromperne l'iter". Lo affermano Pierpaolo Pietrucci, consigliere regionale e presidente della Commissione Territorio, Ambiente e Infrastrutture e Antonio Nardantonio, consigliere comunale dell'Aquila.

"A leggere il provvedimento - spiegano - risultano contraddizioni rispetto alla legge nazionale entrata in vigore nel novembre scorso, che segna un importante passo in avanti con il riconoscimento del ruolo e dell’importanza delle amministrazioni separate dei beni di uso civico. Nel progetto di Pepe, Mariani e Berardinetti non si tiene conto di questo quadro di riferimento nazionale e, dichiarando la volontà di snellire le procedure, si conferiscono competenze e poteri eccessivi alla Regione sottraendoli alle comunità e ai nativi. Oltre ad andare incontro a problemi di legittimità, visto il contrasto con la normativa nazionale, se il progetto di legge venisse approvato in questa forma si rischierebbe di svuotare di senso e di cancellare le opportunità derivanti dalla valorizzazione del ruolo e delle funzioni delle Asbuc, che devono unire alla rapidità delle procedure l’avvicinamento delle scelte alle comunità e ai territori".

"E’ un passaggio fondamentale, che il legislatore regionale - aggiungono - dovrebbe ponderare con attenzione e coinvolgendo i portatori di interesse, a cominciare naturalmente dalle Asbuc, per arrivare a comprendere appieno le esigenze e le problematiche. Abbiamo perciò invitato Pepe, Mariani e Berardinetti a interrompere l’iter facendoci carico di organizzare un’assemblea che coinvolga tutte le Asbuc abruzzesi, realtà nella nostra regione costituiscono una realtà viva e importante: se ne contano 28, di cui 12 solamente nell’aquilano. Per comprendere quanto è importante disciplinare nel modo corretto gli usi civici, basta un dato: in Abruzzo il 49 per cento della superficie regionale è dominio collettivo e proprio l’Abruzzo è la seconda regione d'Italia dopo il Trentino per estensione territoriale gestita dalle popolazioni residenti. Una realtà che riguarda in modo particolare le aree interne, e interessa da vicino le problematiche relative alla ricostruzione: per molti terreni sono in corso le procedure di affrancamento e legittimazione".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - La Procura della Repubblica di Massa Carrara ha trasmesso una comunicazione, allegando una serie di fotografie di preziosi, a tutte le Questure del territorio nazionale con preghiera di diffusione attraverso gli organi di stampa con lo scopo di risalire agli aventi diritto e quindi alla restituzione degli stessi.

In caso di positivo riscontro, le persone interessate potranno inoltrare le relative richieste direttamente alla Questura di Massa Carrara - Uffici della Squadra Mobile.

Ecco l'elenco dei preziosi

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - Ammonta a circa 36 milioni di euro il totale dei contributi per la ricostruzione privata, rilasciati con il 29esimo elenco dei progetti approvati, per complessivi 46 provvedimenti. Lo rende noto il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi.

I progetti che hanno avuto il via libera in data odierna sono relativi sia al centro storico della città dell’Aquila che alle frazioni.

L’elenco è pubblicato sul sito istituzionale del Comune, nella pagina “I contributi per la ricostruzione” della sezione “Ricostruzione”, dell’area “Il Sisma”, a questo indirizzo http://www.comune.laquila.gov.it/pagina41_i-contributi-per-la-ricostruzione.

Pubblicato in Economia

PAGANICA (AQ) - Si è reso necessario l’intervento straordinario dei mezzi pesanti per ripulire le sponde del fiume Raiale, in via di esondazione proprio a ridosso del cimitero della frazione di Paganica (L’Aquila) a causa della sporcizia ritrovata all’interno. Tonnellate di rifiuti urbani e detriti, trasportati a valle dalla corrente, hanno infatti ostruito il letto del corso d’acqua creando il cosiddetto effetto imbuto. L’Amministrazione Separata dei Beni di Uso Civico di Paganica e San Gregorio, presieduta da Fernando Galletti, ha svolto i lavori di manutenzione straordinaria, durati una settimana, con automezzi cingolati e fondi propri ma lancia l’ennesimo appello al senso civico di ogni cittadino.

“Rivolgiamo l’ennesimo appello ai cittadini a prestare attenzione ed a segnalare chi commette atti incivili come questo – afferma Galletti – è vergognoso, inaccettabile e fuori da ogni logica conferire rifiuti di qualsiasi natura nel corso d’acqua che attraversa una delle valli più caratteristiche delle nostre montagne, quella della Madonna d’Appari, un bene prezioso per tutta la collettività. Rispettare l’ambiente significa preservare la salute di tutti i cittadini”.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - “La giunta comunale è organismo fiduciario del sindaco, quindi la permanenza o meno degli assessori in carica dipende dal livello di gradimento del lavoro svolto. Nessuno può permettersi, da dentro o da fuori l’amministrazione, di mandare messaggi subliminali per ‘guidare’ certe scelte che sono nelle prerogative di chi è stato chiamato dagli aquilani a governare la città, pertanto non ho alcuna intenzione di mettere mano a inesistenti rimpasti”. Lo afferma il primo cittadino del capoluogo, Pierluigi Biondi, in riferimento alle notizie  rilanciate in questi giorni di un'imminente ridefinizione dell’esecutivo municipale.

“Ricordo a tutti - ha aggiunto Biondi - che solo meno di un anno fa la coalizione di centrodestra aveva 19 punti di svantaggio rispetto a quella del centrosinistra e che al ballottaggio l’offerta di esperienza politica e amministrativa del sottoscritto ha consentito di ribaltare un risultato già chiaro, non altro. Di quella vittoria - ha sottolineato il sindaco - bisognerebbe far tesoro, con sobrietà e responsabilità, soprattutto da parte di chi ne ha beneficiato, a vario titolo, in questi dieci mesi. Ogni ulteriore invasione di campo, sia essa palese o sotterranea, non sarà tollerata - ha concluso Biondi - Ho ricevuto un mandato di cambiamento dagli aquilani che, pur tra mille difficoltà e con la resistenza di troppi, sto portando avanti. Tra la poltrona di primo cittadino e la dignità, sceglierò sempre la seconda. Lo tengano a mente consiglieri comunali, partiti e parlamentari”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - “È in corso un golpe giudiziario che rischia di ribaltare la volontà degli elettori aquilani che, il 25 giugno scorso, in maniera netta e inequivocabile, hanno affidato il governo della città alla coalizione di centrodestra. Un atto che non può passare sotto silenzio e del quale informerò il futuro Ministro per l’Interno non appena verrà formato il nuovo Esecutivo nazionale”. Lo annuncia l’onorevole Luigi D’Eramo della Lega, in riferimento alle operazioni di riconteggio delle schede elettorali delle passate elezioni amministrative.

“Il ricorso presentato dagli esponenti del centrosinistra si basa su una falsata somma totale dei voti, legata alla trascrizione dei numeri di un seggio, il 41, viziata da un palese errore materiale - dichiara ancora D’Eramo - Non si tratta di dar conto di un’interpretazione normativa del risultato elettorale rispetto all’assegnazione dei seggi, quanto di un manifesto stravolgimento della volontà popolare. Il centrosinistra che si riempie spesso la bocca, a sproposito, di tutela del popolo, dica se questa non è altro che un’operazione di palazzo che mette in discussione il voto nitido del giugno scorso degli aquilani. Tutto ciò non è più tollerabile, soprattutto se si tenta di ribaltare per via giudiziaria un processo democratico come quello delle elezioni. Il primo atto da parlamentare sarà quello di investirne il Governo, affinché, assuma le decisioni conseguenti”.

 
Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
24 Agosto 2016 16:34:20

L'Aquila: Perdonanza, annullati tutti gli eventi in segno di lutto. Resta forma ridotta del Corteo Storico e apertura Porta Santa

in Cronaca
L'AQUILA: - La giunta comunale, anche sulla scorta del parere della Conferenza dei…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us