Stampa questa pagina
Sabato, 09 Febbraio 2019 16:44

Grande successo per l’edizione numero 19 di startup meetup

L'AQUILA - Nella splendida cornice dell’agriturismo Villa Palentina di Scurcola Marsicana (AQ) del giovane imprenditore Gianluca Gianni e della sua famiglia si è svolta la diciannovesime edizione di startup meetup organizzata dall'associazione "L'Aquila che rinasce" dove, grazie al preparato parterre e all'interessato pubblico, sono state trattate le tematiche più attuali del mondo dell'agricoltura.

A guidare l'evento, il segretario dell'associazione - Salvatore Santangelo - che dopo i ringraziamenti iniziali - è riuscito a veicolare l’attenzioni sulle potenzialità del mondo dell'agricoltura sia tradizionale che innovativa, grazie anche alle vocazioni dei diversi territori abruzzesi.

A seguire l'assessore all'agricoltura di L'Aquila Francesco Bignotti il cui intervento si è incentrato sull'identità del territori e sui progetti futuri tutti al digitale del Capoluogo per la creazione di orti urbani smart.

Di grande interesse sono state le riflessioni del direttore di Confagricoltura Stefano Fabrizi e del presidente di Confagricoltura-giovani Claudio Scipioni che hanno sviscerato i punti nevralgici del settore e della difficoltà che gli imprenditori affrontano sia nei mercati locali sia in quelli esteri e della scarsa attenzione che le istituzioni rivolgono al settore più importante della nostra regione, come per esempio, la totale assenza (o quasi) del settore ricerca a sviluppo nell'agricoltura.

Dopo l'intervento di un giovane startupper marsicano - Luigi Lancia - che si sta affermando nel mondo della cosmesi, a farla da padrone tre giovani innovatori che hanno messo su una vera è propria azienda tutta al digitale verticalizzandosi sull'agricoltura: Neios.

I tre giovani startupper - Carlo Palermo (Cto), Giovanni Farchione (Cfo) e Antonio Pensa (Ceo) - hanno esposto la loro idea imprenditoriale e tutto il percorso che hanno affrontato dall’affermazione nel bando regionale AppAbruzzo proposto da Fira seguito dell'acquisizione del titoli di "sviluppatore di startup digitale" e le difficoltà che hanno riscontrato fino a oggi; le partnership che stanno firmando con player europei e le capacità del sistema.

Neios - che in greco significa maggese - si sviluppa su servizi dedicati esclusivamente all'agricoltura capaci di monitorare la crescita delle colture, noleggiare attrezzature (con assicurazioni istantanee) e creare reti d'impresa on-line per diventare più competitivi nel mercato, il tutto con una semplice App.

Pensa ha concluso affermando che a oggi la tecnologia è di fondamentale importanza, ma le tradizioni, l'identità e la cultura devono rimanere capisaldi del tessuto sociale e aziendale e che il ruolo che la tecnologia deve ricoprire è quello di essere uno strumento di supporto e non di sostituzione del fattore “uomo”.

Letto 387 volte
Find us on Facebook
Follow Us