http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Agosto 2019 - Radio L'Aquila 1
Mercoledì, 28 Agosto 2019 10:08

Meteo, che tempo fa oggi a L'Aquila e dintorni

L'AQUILA - di Elio Ursini - In mattinata nubi sparse.
Nel pomeriggio addensamenti nuvolosi.
Da metà pomeriggio ad ora di cena, localmente, potrebbero verificarsi brevi piovaschi.
In serata ampie schiarite.
Durante la notte cielo limpido.
VENTI: Deboli prevalentemente da Sud-Ovest.
TEMPERATURA: Massima prevista 32 gradi.

CAMPO IMPERATORE - In mattinata nubi sparse.
Nel pomeriggio addensamenti nuvolosi con rovesci associati.
In serata ampie schiarite.
Durante la notte cielo limpido.
VENTI: Deboli prevalentemente da Sud-Ovest.
TEMPERATURA: Massima prevista 21 gradi.
 
CAMPO FELICE - In mattinata nubi sparse.
Nel pomeriggio addensamenti nuvolosi.
Da metà pomeriggio ad ora di cena, localmente, potrebbero verificarsi brevi piovaschi.
In serata ampie schiarite.
Durante la notte cielo limpido.
VENTI: Deboli prevalentemente da Sud-Ovest.
TEMPERATURA: Massima prevista 26 gradi.
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Con disposizione del Segretario generale, è stata la possibilità ai dipendenti del Comune di non effettuare il rientro oggi pomeriggio, mercoledì 28 agosto, per poter assistere al Corteo storico della Bolla e alla successiva apertura della Porta Santa della Basilica di Collemaggio, recuperando le ore successivamente.

Pertanto, alcuni servizi potrebbero non essere operativi o ridotti.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Sarà a L’Aquila il prossimo 5 settembre il Direttore Generale del Perugia Calcio, Mauro Lucarini.

Il dirigente umbro, in tour per i classici appuntamenti di formazione tecnica presso le scuole calcio affiliate, saluterà i tesserati dell’Apd Real L’Aquila impegnati negli Open Days in programma all’inizio di settembre presso gli impianti sportivi di Centi Colella.

La visita di Mauro Lucarini - ha dichiarato il Presidente del Real L’Aquila Vito Colonna - sancisce l’importanza del nostra realtà calcistica nell’ambito del progetto Academy del Perugia Calcio, che può vantare uno dei settori giovanili professionistici più importanti d’Italia. L’accordo tra le due società, oltre a rendere disponibili i modernissimi impianti sportivi del “Renato Curi” di Perugia, permette ai giovani atleti aquilani di usufruire della supervisione dei qualificati tecnici biancorossi.

Il Perugia è molto attento al tema dei settori giovanili - ha precisato Colonna - e da anni si propone di costruire un vivaio forte attraverso una rete che abbraccia tutta la nostra penisola. Il Presidente non nasconde la sua soddisfazione per l’interessamento di due dei suoi giovani atleti da parte della prestigiosa società umbra che milita nel campionato di Serie B.

Da sempre il Real L’Aquila - ha concluso Colonna - punta in maniera decisa sulla crescita umana e sportiva dei propri tesserati e il recente acquisto nel nostro team di mister Giampaolo Ciccozzi e il rapporto di collaborazione con il Perugia Calcio, che si consolida con la visita di Mauro Lucarini, forniscono chiaramente la cifra delle nostre aspirazioni e l’elevata qualità offerta ai nostri atleti, ai loro genitori e a quanti vorranno entrare nella nostra grande famiglia partecipando agli Open Days secondo il calendario pubblicato sulla pagina Facebook del Real L’Aquila.

Pubblicato in Sport

L'AQUILA - Sarà il reading “Don Attilio Cecchini, la Voce d’Italia a Caracas, l’avvocato delle Utopie”, fissato al 30 agosto prossimo, alle ore 21.15 all’interno del Colonnato dell’Emiciclo, a traghettare la città verso la due giorni del Jazz Italiano per L’Aquila.

L’evento - così interviene l’ideatrice e direttrice artistica dell’iniziativa Sara Cecala che ha tratto ispirazione dal saggio biografico del giornalista Angelo De Nicola “Don Attilio Cecchini, il giornalista di razza, il principe del foro e l’impolitico”, edito dalla One Group nel settembre del 2018 -, è un sentito e caloroso omaggio, nell’anno del decennale, ad un esimo concittadino che ha dato lustro alla nostra cara città. Questo spettacolo si innesta nell’ambito della nascita del gemellaggio culturale tra il Centro Studi “Ignazio Silone” ed alcune realtà associative della città dell’Aquila per dar vita al Progetto “L’Aquila/Pescina, Silone incontra la Perdonanza di Celestino V” ideato in collaborazione con l’amministrazione marsicana e del capoluogo, che ha preso il via col primo appuntamento di CineTeatro dal titolo “Sul trono di Pietra” presentato con successo nel calendario del Premio Silone 2019 e messo in scena lo scorso 24 agosto, nella città natale del nostro amato Secondino Tranquilli.

Il fil rouge della manifestazione - prosegue Cecala - che lega la figura carismatica di Celestino V, quella dell’immenso Ignazio Silone alla vita straordinaria del nostro stimato penalista Don Attilio Cecchini è l’ostinazione utopica della ricerca strenua, nelle sue diverse declinazioni, della Giustizia. Quella “divina in terra” per Pietro Angelerio che, giunto a dorso d’asino dal Morrone nella basilica di Santa Maria di Collemaggio per la sua elezione a Pontefice, tentò, invano, di trasformare l’“Ecclesia Carnalis” personificata dal potente Cardinale Caetani - suo discusso successore, salito al soglio col nome di papa Bonifacio VIII - nella Chiesa spirituale, votata alla carità e rivolta agli umili. Quella “civile” di Ignazio Silone che, fondatore del Partito Comunista con Gramsci, credette finalmente possibile, grazie alla nuova politica, la risoluzione dei problemi sociali, quelli più scottanti come la condizione dei “cafoni” del meridione e del suo Abruzzo. Ed infine la giustizia “processuale” che secondo il difensore avvocato Cecchini non venne riconosciuta a Michele Perruzza, il famigerato Mostro di Balsorano, morto in carcere dopo 10 anni di condanna alla (ingiusta) pena perpetua”.

Lo spettacolo su Don Attilio Maria Cecchini, eclettico novantaquattrenne prossimo a compiere settant’anni di onoratissima toga (la sua iscrizione all’albo risale al 17.11.1949), ripercorre l’indomita passione che ha animato ogni istante dell’esistenza di un Aquilano che, a soli 25 anni, parte per un sogno chiamato Venezuela, paese all’epoca sotto la dittatura di Perez Jimenez per fondare con il suo amico fraterno Gaetano Bafile, un giornale italiano a difesa dei “mangiabanane” così venivano appellati i nostri poveri migranti che avevano per dimora le vecchie e abbandonate carcasse delle auto americane. Poi nel 1958, a Caracas, l’incontro col (futuro) premio nobel Gabriel García Márquez che, colpito dal lavoro di cronista d’assalto, dedica a Cecchini un capitolo, oggi presente nelle migliori antologie italiane, del suo libro intitolato “Un giornalista felice e sconosciuto”.

Ma il fuoco sacro continua ad ardere in Don Attilio anche quando scrive straordinarie liriche e affascinanti saggi sulla sua tanto amata città, una fiamma nutrita anche dall’impegno politico, di puro civismo, per la sua elezione a sindaco nel 1994, sfumata per un soffio e che si manifesta anche nella professione forense nell’affrontare casi spinosissimi, oltre a quello di Perruzza, quale è stato il processo alla Commissione Grandi Rischi che ha scosso l’opinione pubblica, anche internazionale.

Vi aspettiamo numerosi - conclude la direttrice artistica - auspicando di riuscire a far rivivere le toccanti esperienze di questo grande Abruzzese, esempio di indiscussa moralità e faro luminoso per la nostra collettività che deve rimanere desta e vigilare sulla sua grande storia, anche se nel presente così travagliata, rivolgendosi al domani con rinnovato vigore, col coraggio di osare e sperimentare, con umanità e senso di vera comunità tenendo sempre a mente, come sottolinea il noto giurista Piero Calamandrei a proposito della funzione degli ideali che per raggiungerli “L’importante sta nel non fermarsi, nel non rassegnarsi, mai”.

Sul palco assieme a Sara Cecala al pianoforte si esibiranno l’attore di cinema e teatro Giampiero Mancini, la cantante Libera Candida D’Aurelio, il violinista Antonio Scolletta, il chitarrista Mauro De Federicis e alla fisarmonica Lorenzo Scolletta.

L’ingresso allo spettacolo è libero.

L’appuntamento è sostenuto dalla Fondazione Carispaq.

In caso di maltempo lo spettacolo si terrà all’Auditorium Parco del Castello. Per info: ass.operaprima@gmail.com oppure contattare il 329.3637552.

 

Pubblicato in Arte e Cultura

L'AQUILA - Un importante risultato è stato ottenuto nel corso della riunione, che si è svolta oggi pomeriggio a Roma, della Cabina di regia per la Ricostruzione, coordinata dal commissario Sisma 2016, Piero Farabollini. Nella distribuzione delle 200 unità di personale la Regione Abruzzo è riuscita a ottenere un’attribuzione superiore al passato del 50%, ovvero Il 15% del totale del personale previsto dal Decreto Sblocca Cantieri. Le 30 nuove unità rappresentano dieci persone in più rispetto a quelle che sarebbero toccate all’Abruzzo seguendo le regole di attribuzione seguite in passato. Il presidente Marsilio anche nel corso dell’incontro della settimana scorsa aveva lungamente sostenuto la necessità di ottenere un’equa distribuzione del personale da inserire negli uffici della ricostruzione.

“Si tratta di un’importante riconoscimento del fabbisogno che ha la Regione e del fatto che fino ad oggi fosse sottostimato il peso reale dei danni e delle reali necessità per garantire la ricostruzione abruzzese rispetto a Lazio, Umbria e Marche. A queste 30 unità se ne aggiungeranno anche altre 20, che verranno assunte grazie al recupero delle economie dei fondi non spesi negli anni passati. Anche qui siamo riusciti a recuperare, e non era scontato, risorse utili per garantire il funzionamento degli uffici. Entro 2/3 mesi, il tempo di fare le procedure di assunzione e di cominciare a formare il personale, l'Ufficio della Ricostruzione di Teramo vedrà di fatto più che raddoppiare il personale e la propria capacità di lavoro”, ha commentato il presidente Marsilio.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "La vicenda dell'ormai ex Festival della Montagna è l'ennesima dimostrazione che nell'amministrazione Biondi il metodo spartitorio è attuato fino all'ultima briciola, pardon granello", lo dice Carla Cimoroni del movimento Coalizione Sociale..

"La festa infatti è stata messa nelle mani di un consigliere comunale facendo fuori l'associazione che quell'evento l'ha ideato, organizzato e realizzato con indubbi successi in questi anni.

Agli ideatori non è stata fornita alcuna motivazione della loro defenestrazione, certo non li si poteva accusare di aver svolto un brutto lavoro o di costare troppo. Semplicemente la logica sarà stata la solita, quella del "ci debbo mettere gente mia".

Il festival era diventato anche un momento annuale di confronto sulle politiche per la montagna, le prospettive e lo stato di attuazione degli impegni e dei programmi.

Non sono mancati momenti di dissenso negli anni tra gli organizzatori e il Comune riguardo le idee per le nostre montagne, un confronto a volte utile che dovrebbe essere la naturale grammatica di una comunità che discute e partecipa.

Per l'attuale sindaco questa cosa è invece davvero intollerabile, non concepisce delle persone che, pur collaborando con il Comune all'organizzazione di un evento, si permettano di criticarne le politiche.

Si vuole che la società civile, il mondo della cultura e l'associazionismo siano supini e silenti pena la perdita dei contributi. Una visione miope di chi ignora che l'indipendenza delle realtà territoriali è il sale necessario per la vivacità culturale, presupposto di una città dinamica.

L'errore negli anni, dopo la prima edizione, fu la costruzione di un comitato organizzatore comunale da parte dell'amministrazione Cialente.

Anche in quel caso la politica non resistette a mettere le mani sull'evento e gli organizzatori, giustamente preoccupati dalle responsabilità dei pagamenti verso i fornitori con le risorse dei vari enti stanziate ma pagate con anni di ritardo, ritennero di accettare anche a costo di perdere parte dell'indipendenza nell'organizzazione. Ma almeno in quel periodo il diritto di critica continuava a esser (mal) tollerato, oggi no.

E' un vero peccato che una delle poche manifestazioni di successo e di senso del post-sisma nata davvero dal basso, senza grandi mezzi ma con l'entusiasmo di chi la montagna la vive davvero, debba finire in questo modo, stritolata dai giochi dei piccoli appetiti politici e da un sindaco completamente inadatto al ruolo che ricopre.

Chiaro che cosi questa città non va da nessuna parte" sostiene la Cimoroni.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Un corso per "Operatore della ristorazione: addetto alla preparazione pasti" destinato ai giovani dai 14 ai 18 anni non compiuti che hanno terminato il primo ciclo di istruzione. Il 'Percorso formativo triennale' di Academy ForMe è stato ammesso a finanziamento da parte della Regione Abruzzo in modalità "duale", sistema mutuato dalla cultura formativa tedesca e sperimentato per la prima volta in Abruzzo.

 

Il corso in questione, nello specifico, è il progetto affidato dalla Regione Abruzzo per la Linea 1. Il percorso formativo è interamente a carico del Ministero della Pubblica Istruzione. La possibilità di partecipare è estesa anche a ragazzi fino a 24 anni non in possesso del diploma di istruzione secondaria, assunti con contratti di apprendistato.

 

Le attività formative in modalità duale, il cui obiettivo è quello di avvicinare le esperienze maturate a scuola con le competenze che è possibile sviluppare all'interno di un'azienda, dovranno essere avviate entro il 30 settembre 2019. Al termine del triennio i ragazzi acquisiranno una qualifica professionale.

 

"Siamo davvero soddisfatti del fatto che la Regione Abruzzo abbia riconosciuto la validità del nostro percorso formativo - afferma il direttore di Academy ForMe e Confartigianato Chieti L'Aquila, Daniele Giangiulli - Sarà un'esperienza nuova: le attività formative in modalità duale prevedono una fase pratica e teorica e una in azienda. Si tratta della prima sperimentazione di questo tipo in Abruzzo. Un segnale importante che va a contrastare il rischio di dispersione scolastica e ad offrire opportunità a coloro che decidono di non proseguire gli studi nella modalità tradizionale".

 

I ragazzi interessati possono rivolgersi ad Academy ForMe tel. 0871/64430 mail: info@academyforme.it.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Sarà il direttore aquilano Jacopo Sipari, che ha appena concluso il Festival di Tagliacozzo, a dirigere la chiusura di uno dei Festival più prestigiosi d’Europa, Opera Open 2019, in Bulgaria, con la monumentale opera di Giuseppe Verdi Aida, il 30 agosto nella straordinaria cornice del Teatro Romano Antico di Plovdiv Capitale della Cultura 2019.

Un cast straordinario per un evento così importante: Tanya Ivanova nel ruolo di Aida, Elena Chavdarova in quello di Amneris, Kamen Chanev in quello di Radames e il leggendario Kiril Manolov, il baritono preferito di Riccardo Muti nel ruolo di Amonastro.

“La prima prova di sala è stata una cosa indescrivibile: avevo davanti a me alcune delle voci più straordinarie del repertorio verdiano degli ultimi anni, con Kiril Manolov che ha appena concluso Aida con Riccardo Muti a Chicago in quella che è già definita come una delle migliori produzioni di sempre, uno straordinario Kamen Chanev consueto ospite nei migliori Teatri italiani, da Caracalla alla Scala, e una coppia estremamente emozionale come Tanya e Elena. Un cast eccezionale per una produzione di bellezza rara”.

Sarà la nota regista internazionale Nina Naydenova a dirigere l’allestimento e le scene in uno tra i Teatri Antichi più belli al mondo.

Conservato perfettamente, fu eretto a tra il 114 e il 117 nell’allora Filippopoli, sotto Traiano, come risulta da un’iscrizione ivi scoperta. La cavea allo stato originale era in grado di accogliere dai 5.000 sino a 7.000 spettatori. Settori diversi del teatro erano riservati ai distretti in cui era divisa la città. Attualmente della cavea si sono conservate quattordici gradinate, che insieme ai resti della scena e del proscenio testimoniano ancora la ricchezza decorativa dell’edificio.

"Affrontare ogni volta una partitura così importante come Aida mi pone sempre una grande emozione. È indescrivibile la sensazione che si prova nel dirigere un capolavoro del genere. Sono entusiasta di avere ancora il privilegio di dirigere in questo luogo incredibile, coadiuvato da un cast eccellente e da un Coro e Orchestra davvero notevoli".

Jacopo Sipari torna sul podio di Opera Open dopo i grandi successi di Madama Butterfly e Traviata degli anni scorsi.

Aida è un'opera in quattro atti di Giuseppe Verdi, su libretto di Antonio Ghislanzoni, basata su un soggetto originale dell'archeologo francese Auguste Mariette. Isma'il Pascià, Chedivè d'Egitto, commissionò un inno a Verdi per celebrare l'apertura del Canale di Suez (1868) nel 1860, offrendo un compenso di 80.000 franchi, ma Verdi rifiutò, dicendo che non scriveva musica d'occasione. Invece, quando venne l'invito (Mariette mandò uno schema di libretto su un soggetto egiziano a Camille du Locle, direttore dell'Opéra-Comique di Parigi che lo sottopose a Verdi, che trovò la storia valida) a comporre un'opera per l'inaugurazione del nuovo teatro de Il Cairo, Verdi accettò. Il 27 aprile 1870 Mariette scriveva a du Locle: «Ciò che il Viceré vuole è un'opera egiziana esclusivamente storica. Le scene saranno basate su descrizioni storiche, i costumi saranno disegnati avendo i bassorilievi dell'alto Egitto come modello». La prima dell'opera fu ritardata a causa della guerra franco-prussiana, dato che i costumi e le scene erano a Parigi sotto assedio. Il teatro del Cairo s'inaugurò invece con Rigoletto nel 1869. Quando finalmente la prima ebbe luogo ottenne un enorme successo e ancora oggi continua ad essere una delle opere liriche più famose. Verdi raggiunse un effetto sensazionale con l'utilizzo, nella Marcia trionfale, di lunghe trombe, del tipo delle trombe egiziane o delle buccine romane («...com'erano le Trombe nei tempi antichi»), appositamente ricostruite per l'occasione, ma dotate di un unico pistoncino nascosto da un panno a forma di vessillo o gagliardetto.

La prima rappresentazione avvenne quindi al Teatro khediviale dell'Opera del Cairo il 24 dicembre 1871, diretta da Giovanni Bottesini.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L'AQUILA - di Nando Giammarini - E’ ritornata al suo originale splendore la fontana di S. Vittoria di Montereale, i cui lavori di ristrutturazione e restauro, iniziati a dicembre dello scorso anno si sono conclusi recentemente. Un lavoro certosino ed impegnativo consistente nella costruzione ex novo della conduttura, lunga circa 1500 metri, dalla sorgente al fontanile del restauro curato nei minimi particolari e dell’illuminazione che alla sera, quando si accende gli conferisce un tocco magico.

Il “bel monumento”, consta di due locali adiacenti separati tra loro. Uno è l’antico lavatoio dove in epoche passate le donne si recavano a lavare i panni, l’altro è il famoso abbeveratoio dove si portavano ad “abbeverare” gli animali prima di andare al lavoro nei campi o al pascolo. Di fronte, lato ingesso al paese provenendo da Montereale, due cannelle alle quali si faceva rifornimento con la conca quando l’acqua non era ancora nelle case.

Il bel restauro è stato possibile grazie all’Associazione S. Vittoria - guidata dal presidente Pietro Antonelli affiancato da un direttivo, determinato ed operoso, formato da: Andrea Antonelli, Pierino Canofari, Angelo Antonelli, Claudio De Santis, Antonella Federici, Alessandra Natalucci - in collaborazione con il comune di Montereale che ha fornito parte dei materiali. In ogni Comunità la fontana è un luogo simbolo oserei dire uno spazio di vita proprio perché l’acqua è fonte di vita. In questo posto rivivono tutte le tradizioni, le gioie e le sofferenze di intere generazioni che hanno fatto la storia della piccola Frazione.

La fontana restaurata non solo decora la bella piazzetta, una via di passaggio dov’è allocata ma costituisce una sosta per i cittadini ed i turisti, compresi i tanti ciclisti che si vanno ad allenare tra i meravigliosi boschi e le strade panoramiche dell’Alto Aterno,che passano e vogliono dissetarsi.

Il momento tanto atteso è arrivato ieri sera quando - alla presenza del Sindaco di Montereale Massimiliano Giorgi; del suo vice, Carlo Marini; del consigliere comunale espressione della frazione, Andrea Antonelli, che tanto si è adoperato per raggiungere questo risultato; del presidente dell’Associazione S. Vittoria, Pietro Antonelli e dei cittadini - l’antico fontanile è stato restituito al paese.

Il Sindaco Giorgi, visibilmente stanco poiché proveniente da un in contro istituzionale Roma sulla ricostruzione, prendendo la parola per un breve discorso di ringraziamento e di saluto ha messo in evidenza l’importanza della collaborazione tra cittadini ed Istituzioni che hanno determinato il brillante risultato.

Un lavoro sapiente e delicato svolto con passione ed intelletto volto a restituire non solo alla Comunità di S. Vittoria, ma a tutti i cittadini dell’Alta Valle dell’Aterno un luogo, uno scorcio d’incantevole bellezza, dove potersi dissetare e trascorrere delle ore liete. Peccato che S. Vittoria - una delle frazioni più alte del comune di Montereale da cui si possono ammirare magnifiche bellezze naturali, insieme a Cabbia, Verrico e Castiglione - è regno indiscusso di solitudine con i suoi pochissimi abitanti tutto l’anno. Fortunatamente noi montanari siamo profondamente legati alle nostre radici e d’estate torniamo in tanti nella materna terra.

Pubblicato in Varie

ROCCARASO (AQ) - “Abbiamo scritto al Responsabile territoriale per l’Abruzzo di Poste Italiane per richiedere che nella frazione di Pietransieri, nel comune di Roccaraso, venga installato uno sportello Postamat, per permettere ai residenti di svolgere con più facilità alcune operazioni fondamentali nella vita di tutti i giorni”.

È quanto dichiara Alessandro Amicone, presidente dell’associazione Roccaraso Futura.

“Questa richiesta - aggiunge Amicone - nasce dal desiderio di andare incontro alle esigenze soprattutto delle persone più anziane, che oggi per qualsiasi necessità sono costrette a prendere la macchina e a recarsi a Roccaraso. Questo purtroppo non sempre è facile o possibile, soprattutto nei mesi invernali. Con uno sportello Postamat, invece, sarà possibile effettuare operazione come prelevare denaro, pagare bollette precompilate, consultare le informazioni del proprio conto corrente postale ed effettuare ricariche telefoniche. L’obiettivo della nostra associazione è quello di cercare di aiutare e migliorare la qualità della vita di tutto il paese, e pensiamo che questa possa essere una miglioria semplice, ma di aiuto per tante persone”.

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us