http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Luglio 2019 - Radio L'Aquila 1

TERAMO – Sarà un concerto al Parco fluviale di Teramo a inaugurare domani, mercoledì 31 luglio, l’inizio della campagna di immatricolazione ai Corsi di laurea dell’Università degli Studi di Teramo.

Il concerto, al quale parteciperanno studenti, docenti e personale dell’Ateneo teramano, è aperto a tutti. L’appuntamento è per le ore 21.00 nel Parco fluviale nei pressi del ponte di legno sottostante il supermercato Lidl. A esibirsi il noto chirurgo pediatrico Antonello Persico, protagonista con il suo gruppo musicale di Mi innamoravo di tutto…, spettacolo in cui propone le canzoni e la musica di Fabrizio De André. Lo accompagneranno Paolo Palma alle chitarre, Paola Ciolino alle tastiere, Simone Antonini alla batteria, Danilo Del Conte al basso e la corista Giulia Persico.

A mezzanotte è previsto il saluto del rettore Dino Mastrocola che dichiarerà ufficialmente aperte le immatricolazioni.

In concomitanza con un’altra manifestazione che si svolgerà al Parco fluviale nei giorni successivi, saranno aperti anche degli stand gastronomici.

Antonello Persico, nato a Chieti nel 1957, lavora nel reparto di Chirurgia Pediatrica dell’Ospedale di Pescara dove è anche responsabile dell’Unità di ecografia pediatrica del Dipartimento Materno Infantile e del follow up ecografico dei tumori solidi in età pediatrica in collaborazione con la sezione di oncoematologia pediatrica dell’Unità di Ematologia. È socio fondatore dell’Associazione Malformazioni Infantili Chirurgiche Onlus e dell’associazione di clownterapia ClownDoc.

All’età di 14 anni scopre la musica e le canzoni di Fabrizio De André, ascoltando la cassetta della Buona Novella. Da quel momento inizia a cantare in famiglia, con gli amici e poi durante gli anni universitari, le canzoni di De Andrè, immedesimandosi nelle sue storie e facendolo diventare un riferimento musicale e culturale che lo accompagnerà sempre.

Il 1994 è l’anno di nascita di un sodalizio che continua, quello tra la musica e l’impegno solidale, contribuendo a realizzare numerosi progetti all’intero del reparto di Chirurgia Pediatrica: due ecografi, strumenti chirurgici, climatizzazione del reparto, cucina per le mamme, sala giochi in sala operatoria, clown terapia. In quasi 25 anni di solidarietà, attraverso concerti in regione e fuori regione, ha devoluto il ricavato a diverse associazioni benefiche e reparti ospedalieri.

Il suo «sogno ricorrente è quello di continuare a cantare, ad aiutare chi ha bisogno e a far rivivere nei nostri cuori, e in quello di chi viene sempre a sentire le nostre esibizioni, la vitalità, l’esempio e gli insegnamenti di Faber… Speriamo, quindi, di non doverci svegliare mai perché vogliamo continuare a sognare per tanto e tanto altro tempo… ancora e magari chissà... un concerto a Genova!».

Pubblicato in Varie

PAGANICA (AQ) – di Raffaele Alloggia - Anche quest’anno va in archivio la 44^ “festa del donatore di sangue” della Sezione VAS di Paganica svoltasi Sabato e Domenica scorsi. Una festa da sempre basata sul proselitismo, avente come scopo primario la sensibilizzazione dei giovani alla donazione, per cui nel programma, del direttivo presieduto da Paolo Pasqua, sono state inserite attività per i ragazzi e conferenza mirata a tale scopo.

E’ proprio dei giorni scorsi, un appello sulla stampa locale, sia ai donatori volontari che ai potenziali donatori, a donare il proprio sangue, in quanto come in ogni estate, la popolazione attiva va in ferie, mentre i pazienti ricoverati in Ospedale che hanno bisogno di sangue, non possono andarci e nei nostri centri trasfusionali il sangue scarseggia.

Chi può, vada a donare, il terremoto ci ha tolto case, genitori, amici, figli, fratelli e tante altre cose, ma il senso civico di appartenenza a un territorio “forte e gentile”, quello no! Andate a donare per chi ne ha bisogno; sarà più quello che riceverete, che ciò che darete! 

Non abbiamo più quell’autosufficienza che è stata per decenni il “fiore all’occhiello” della nostra Città e del suo comprensorio, occorre che ce ne riappropriamo.

Nella conferenza di sabato scorso tenutasi nel Centro Civico di Paganica, dal tema “A 10 anni dal sisma, il VAS come è cambiato?”, questi argomenti sono stati trattati e tutti i responsabili delle sezioni VAS presenti e il vicepresidente nazionale Fidas Pierfrancesco Cogliandro se ne sono fatti carico.

Dalla conferenza è emerso anche che in un documento del 16 giugno 2019, redatto dal Presidente Provinciale de Vas Giulio Panecaldo, in cui tra l’altro, il Presidente Regionale Fidas Luigi Corradetti, illustra il cambiamento dell’assetto dell’Associazione con lo scioglimento dell’attuale Vas Provinciale e la nascita di quattro nuove realtà approvato a maggioranza: L’Aquila comprenderà: L’Aquila, Scoppito e Montereale. Paganica comprenderà: Paganica Tornimparte e Poggio Picenze. Avezzano comprenderà: Avezzano, Ortucchio e Villavallelonga. Sulmona: comprenderà Sulmona.

L’augurio di un ex donatore come lo scrivente, è che questo nuovo assetto organizzativo, abbia a cuore come obiettivo, l’incremento delle donazioni per riconquistare la posizione perduta.

Il saluto ai partecipanti alla conferenza e a tutti i donatori, è stato dato dall’Assessore Daniele Ferella a nome del Sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi, dopo di che, prima della conferenza è stato osservato un minuto di raccoglimento per le 309 vittime del sisma e alla figura che Gaetano Ferrari ha avuto nella storia del Vas.

Alla conferenza era presente anche l’ex vicepresidente nazionale (nel periodo del terremoto) Antonio Bronzino con una cinquantina di donatori di Grassano (MT) con la cui Sezione siamo gemellati dal 2012. Bronzino molto si prodigò affinché il Vas aquilano, dopo il sisma potesse ripartire.

Domenica, con l’Autoemoteca della Croce Rossa dell’Aquila sono state effettuate 19 donazioni di sangue e il cardiologo dott. Di Carlo Gerardo ha effettuato gratuitamente ben 25 visite con elettrocardiogramma, a giovani che saranno, dopo ulteriori analisi di sangue, potenziali futuri donatori.

Infine sono stati ospiti a pranzo i ragazzi del Grest della Parrocchia di Paganica, ai quali abbiamo parlato dell’importanza della donazione del sangue e della organizzazione della Sezione del Vas Paganica.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA – Sarà la danza contemporanea la protagonista de I Cantieri dell’Immaginario 2019 nell’appuntamento di domani, mercoledì 31 luglio, alle 21.30 nell’area antistante l’Emiciclo. Su iniziativa della compagnia di danza contemporanea gruppo E-motion di Francesca La Cava, in scena sarà il “Il Luogo del Paradosso”.

Il progetto coreografico è firmato da Gabriella Stazio per la storica Compagnia Movimento Danza, una coproduzione di Movimento Danza, Teatro Stabile di Napoli Teatro Mercadante.

Protagonista della coreografia è il corpo come “luogo di un paradosso” ovvero, secondo Jacques Le Goff, il luogo dove si incontrano peccato e martirio, dove si sfidano le tensioni della civiltà occidentale, dove si manifestano le sue logiche e le sue contraddizioni.

Generazioni e storie, diverse ma intrecciate, si incontrano o si ritrovano insieme sul palco per dar vita ad uno spettacolo di grande impatto ed ispirazione.

Nello spettacolo il corpo appare come “metamorfosi dei tempi nuovi”, afferma Gabriella Stazio, “un luogo di stupefacenti convergenze, così come di irriducibili divergenze”.

Interagendo con il sound designer Francesco Giangrande e le sue musiche originali eseguite dal vivo, ogni danzatore, con un tocco, dà inizio alle “avventure” del proprio corpo, liberandolo dalla “costanza dell’oblio”, dai meccanismi del “reprimere, interiorizzare e privatizzare” che occultano le sue tante storie, tutte uniche, tutte da scoprire.

“Il Luogo del Paradosso” è composta da “cellule coreografiche”, che hanno come tematiche le avventure del corpo, la rivincita e l’oblio del corpo, la metamorfosi e la memoria del corpo ed altre ancora.

L’intera coreografia è il succedersi da una cellula coreografica di un danzatore a quella di un altro ed ogni sera i danzatori decidono, in piena autonomia, la successione delle loro cellule, senza comunicarlo alla coreografa.

Insieme alle storie dei corpi, sul palco rivivono emozionanti storie di danza.

 

Gli artisti coinvolti

Roberta Escamilla Garrison e Joseph Fontano (rispettivamente 80 e 70 anni), hanno contribuito fortemente alla diffusione della danza contemporanea in Italia, dagli anni ’70 in poi, sia come artisti che come docenti. Per loro è stato un grande piacere accogliere l’invito ad unirsi alla Compagnia di Gabriella Stazio, una delle loro prime allieve italiane.


Claudio Malangone
, noto coreografo e direttore artistico di Borderline Danza, compagnia riconosciuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, ha avviato la sua brillante carriera di danzatore nella Compagnia Movimento Danza.


Michele Simonetti
, professore di danza contemporanea presso il Centre Anjaliom e il Conservatoire Erik Satie Le Blanc Mesnil di Parigi, è stato anch’egli tra i primi componenti della Compagnia Movimento Danza, entrandone a far parte con la stessa audizione cui ha partecipato Claudio Malangone. Ha inoltre firmato alcune coreografie per la Compagnia Giovani di Movimento Danza.


Sonia Di Gennaro
, membro stabile della Compagnia fin dal 1987, ha partecipato a tutte le sue tournée internazionali ed oggi è anche un’affermata docente e coreografa, anche lei autrice di successo per la Compagnia Giovani di Movimento Danza.


Angela Caputo
, infine, sta iniziando adesso la sua carriera di danzatrice nella Compagnia ed è uno dei tanti esempi della costante attività di scouting esercitata da Movimento Danza.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

AIELLI (L'AQUILA) - Per la prima volta in Italia e nella storia della Repubblica Italiana, la nostra Costituzione diventa un murale e viene trascritta per intero, con tutti i suoi articoli, su una parete di 60 mq situata dentro il parco giochi di Aielli intitolato ad Angelo Vassallo: un luogo emblematico e fortemente evocativo.

La parte tecnica/artistica è stata seguita da Angie Mazzulli e realizzata con una stampante speciale della Wallprinter – Stampa su Muro di Novara.

Per l'inaugurazione dell'opera artistica si è deciso di dar voce direttamente alla Costituzione: dodici persone, uomini e donne, rappresentative in vario modo della nostra società, leggeranno ad alta voce i Principi Fondamentali della Costituzione Italiana.

L'iniziativa, promossa dall'Amministrazione comunale di Aielli (AQ) in occasione di Borgo Universo 2019, ha lo scopo di divulgare i principi posti alla base della nostra Carta: libertà, uguaglianza, dignità umana, rispetto verso il prossimo e il bene pubblico.

Fra gli ospiti il dott. Giovanni Legnini, Vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura dal 2014 al 2018, la prof.ssa Annamaria Fracassi, dirigente scolastico del liceo classico "A. Torlonia",  il dott. Mauro Febbo, assessore per le attività produttive, turismo, cultura e spettacolo della Regione Abruzzo Regione Abruzzo.

L'inaugurazione si terrà nel parco giochi "Angelo Vassallo" di Aielli, nei pressi della Torre delle Stelle, alle ore 18.00.

L'evento inaugurerà la terza edizione del festival borgo universo, manifestazione che è già diventata un cult fra gli appuntamenti estivi del centro Italia.

Pubblicato in Eventi

TAGLIACOZZO (AQ) - La Sinfonia n. 9 in re minore per soli, coro e orchestra Op. 125, universalmente nota come la Nona sinfonia o Sinfonia corale, l'ultima sinfonia compiuta da Ludwig van Beethoven, aprirà la 35° edizione del Festival Internazionale di Mezza Estate – Città di Tagliacozzo, Giovedì 1 Agosto 2019 con inizio alle ore 21.15 nella superba cornice della Piazza dell’Obelisco a Tagliacozzo.

Così il Sindaco Vincenzo Giovagnorio: “Una grande Sinfonia - forse la più grande, se è lecito dare titoli di primazia a queste immense Opere - che inaugura in quest’anno 2019 la XXXV edizione del Festival Internazionale di Mezza Estate. È l’Europa che sarà presente in Piazza dell’Obelisco a Tagliacozzo con il crescendo delle note dell’Inno alla Gioia. La Nona Sinfonia di Beethoven è un omaggio alle Nazioni del Continente che, dalla nostra Città, si irradia a trecentosessanta gradi e risuona in ogni angolo della Terra. Una melodia solenne che ispira la concordia tra i popoli e afferma il messaggio più importante: Pace!” 

Oltre 500 gli ospiti invitati con 10 Ambasciatori attesi insieme a numerosi ospiti internazionali.

Un evento di particolare rilevanza con 80 elementi dell’International Opera Choir preparati dal Maestro Giovanni Mirabile, il Coro delle Voci Bianche dell’Ist. Comprensivo “B. Croce” di Pescasseroli sotto la guida del M° Anna Tranquilla Neri, lo straordinario quartetto di solisti con Afaq ABBASOVA, Soprano, Irene MOLINARI, Mezzosoprano, Tiziano BARONTINI, Tenore, Alessandro ABIS, Basso, e l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, da quest’anno Orchestra Residente del Festival.

“Esprimo grande orgoglio per la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese alla trentacinquesima edizione del Festival Internazionale di Mezza Estate di Tagliacozzo quale orchestra residente” – dice Ettore Pellegrino, direttore artistico della Sinfonica – “Inaugurare il Festival di Tagliacozzo, con l’orchestra Sinfonica abruzzese e la nona sinfonia di Beethoven, è un vero onore, e in qualità di direttore artistico del’ ISA ringrazio il M° Sipari per questa opportunità”.

L’evento, in coproduzione con l’Istituzione Sinfonica, gode del patrocinio dell’Ambasciata di Azerbaijan in Italia ed è in collaborazione con il Teatro dell’Opera e del Balletto di Baku: “Negli ultimi anni dice Sipari - abbiamo sempre cercato di creare forti sinergie con Teatri e Fondazioni estere per affermare sempre più il nome dell’Abruzzo e di Tagliacozzo Festival nel mondo”.

Una grande opera “europea” scelta dal Sindaco Giovagnorio e dall’Assessore Nanni per celebrare il 35° anniversario del Festival di Tagliacozzo, ormai affermato non solo in Italia ma anche all’estero.

Dirige il concerto il Maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli, direttore artistico del Festival di Tagliacozzo: “E’ un evento di straordinario livello artistico e culturale. La Nona Sinfonia, probabilmente il capolavoro più grande della storia della musica mondiale, non può che essere l’inno più appropriato per una serata di apertura così significativa, dopo un anno intenso di lavoro per organizzare una stagione che fosse all’altezza delle aspettative del nostro vasto pubblico. Sono felicissimo per la presenza dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese, nostra preziosa perla d’Abruzzo, orchestra a cui mi legano sentimenti di particolare e profondo affetto e stima. Sono profondamente grato al M° Pellegrino per aver sposato questo grande progetto”.

Eseguita per la prima volta venerdì 7 maggio 1824 a Vienna, il quarto tempo contiene una versione musicata dell'ode Alla gioia (An die Freude) di Friedrich Schiller, mentre i primi tre movimenti sono esclusivamente sinfonici.

È una delle opere più note ed eseguite di tutto il repertorio classico, ed è considerata uno dei massimi capolavori di Beethoven, se non la più grandiosa composizione musicale mai scritta. È stata inoltre per lungo tempo la maggiore composizione sinfonica con voci.

Il tema del finale, riadattato da Herbert von Karajan, è stato adottato nel 1972 come Inno europeo.

Nel 2001 spartito e testo sono stati dichiarati dall'UNESCO Memoria del mondo, attribuendoli alla Germania.

La Nona Sinfonia rende esplicito il messaggio ideologico presente in realtà in tutto Beethoven: la Gioia illuministicamente sentita quale slancio vitale, Impegno ottimistico a superare i propri egoismi in una fratellanza di tutti gli uomini, sicuri che sopra la volta stellata abita un caro Padre. La voga viennese di grandi composizioni sinfonico-corali (gli oratorii di Haydn, la ripresa ammirata di oratorii di Händel) può aver orientato Beethoven verso la cornice grandiosa, ma questa è maturata per necessità interiore dal terreno della Sinfonia: l'aver ordinato l'opera in modo tale che dopo tre movimenti radicati nella tradizione sinfonica, non sembrasse più sufficiente il discorso strumentale, ma bisognasse saltare il fosso verso la musica vocale, portatrice di significati ideologici indubitabili, fu un atto di straordinarie conseguenze per la storia culturale della musica nel suo complesso e in particolare del genere Sinfonia che qui, in pratica, concluse il suo corso in senso classico.

Il Festival continua con la sua triplice inaugurazione, Venerdì ore 21.15 con il balletto “Lago dei Cigni e altre storie” con il Russian State Ballet e Sabato ore 21.15 con l’attesissimo spettacolo “Love Letters” di Raoul Bova e Rocio Munoz Morales.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

GIULIANOVA (TE) – Lunedì sera alla sala polivalente in via dei Pioppi si è svolta l’assemblea cittadina del Comitato di Quartiere Annunziata con la presenza del neo-sindaco Jwan Costantini e la vicesindaco Lidia Albani. Erano presenti anche il Consigliere Matteo Francioni, la Presidente del Comitato di Quartiere Lido e il Presidente della Demos Carlo Di Marco.

La Presidente Rita Ranalli ha aperto l’assemblea ed ha ceduto la parola al Sindaco cha ha ringraziato il Comitato ed ha annunciato la sua massima disponibile per le prossime assemblee e le problematiche del quartiere.

L’assemblea è stata molto partecipata ed il pubblico è intervenuto spesso per porre domande al Sindaco. Gli ordini del giorno erano: le problematiche della Sala Polivalente e la sede, il decoro urbano e l’illuminazione pubblica.

Per quanto riguarda il primo punto il Sindaco ha promesso che nel minor tempo possibile verrà cambiato lo statuto della Sala per permettere il regolare svolgimento della manifestazioni teatrali e musicali. Per la sede del Comitato l’Amministrazione sta cercando di trovare un locale che verrà condiviso con gli altri Comitati ed associazioni.

I temi più caldi e che hanno visto la maggior partecipazione del pubblico sono stati gli argomenti riguardanti il decoro pubblico. Come primo argomento si è portato all’attenzione del Sindaco la scarsa manutenzione dell’anfiteatro Flaiano con i gradoni in legno che si stanno spaccando e il problema dei bivacchi incentivati anche da una presa di corrente posta nel retro dell’anfiteatro usufruibile da tutti ed Jwan Costantini ci ha assicurato che ad anno nuovo verranno avviati i lavori manutenzione della struttura e che dovranno essere, nel tempo, ordinari e non più straordinari.

Per quanto riguarda il ponte sul fiume Tordino, che sta letteralmente cadendo a pezzi, i lavori dovrebbero iniziare congiuntamente con il Comune di Roseto.

Le problematiche riguardanti i marciapiedi ed i parcheggi ammalorati dai pini in via Di Vittorio e Guido Rossa verranno risolte ascoltando prima il parere dell’agronomo comunale che deciderà il futuro dei pini (abbattimento o messa in sicurezza delle radici scoperte), mentre il decoro dei marciapiedi di via Lombardi dovrà essere ripristinato il prima possibile.

Il tema più caldo della serata è stato l’area ex Bora Bora; quel che rimane del vecchio ristorante dovrà essere messo in sicurezza dal proprietario, o dal comune in sua mancanza, e chiusi tutti gli accessi per evitare l’ingresso di malintenzionati visto che i pannelli a protezione degli ingressi sono stati divelti.

Il Sindaco ha annunciato che verrà istituito un numero verde ed un app sul cellulare per segnalare tutte le problematiche della città.

Come ultimo punto il Comitato ha chiesto al Sindaco un controllo accurato della scarsa illuminazione del parco dell’Annunziata e del vie secondarie del Quartiere.

Pubblicato in Politica
L'AQUILA - di Elio Ursini - In mattinata cielo per lo più sereno. Nel pomeriggio momentanei addensamenti nuvolosi senza fenomeni di rilievo associati.
VENTI: Deboli prevalentemente da Nord-Ovest.
TEMPERATURA: Massima prevista 32 gradi.

CAMPO IMPERATORE - In mattinata cielo per lo più sereno. Nel pomeriggio momentanei addensamenti nuvolosi con rischio di rovesci.
VENTI: Deboli prevalentemente da Nord-Ovest.
TEMPERATURA: Massima prevista 21 gradi.
 
CAMPO FELICE - In mattinata cielo per lo più sereno. Nel pomeriggio momentanei addensamenti nuvolosi senza fenomeni di rilievo associati.
VENTI: Deboli prevalentemente da Nord-Ovest.
TEMPERATURA: Massima prevista 26 gradi.
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Dodici i posti disponibili per il corso triennale di Reportage audiovisivo, rivolto a giovani dai 18 ai 26 anni interessati a studiare cinema, documentario, regia, fotografia. C’è tempo fino all’11 settembre per presentare la propria candidatura, rispondendo al bando pubblicato sul sito del Centro Sperimentale di Cinematografia, sede Abruzzo.

Gli allievi già iscritti al corso, attraverso un collage dei loro cortometraggi, hanno realizzato un video che in cinquanta secondi illustra agli interessati il tipo di lavoro svolto a scuola, è possibile vederlo sul canale Youtube ‘Scuola Nazionale di Cinema L’Aquila’.

Altri video degli studenti della sede Abruzzo sono stati selezionati in questo periodo per essere proiettati in festival e rassegne: il Pala Cinema Locarno ospiterà per tutta la giornata del 14 agosto le proiezioni che il Film Festival di Locarno riserva alle scuole italiane e ticinesi che si occupano di formazione in ambito audiovisivo. Tra queste anche la sede Abruzzo del Centro Sperimentale di Cinematografia con il corto Tecchiaioli dell’allievo Alessio Salvini, già selezionato nel concorso al Festival di Trento qualche mese fa. 
Il corto nasce dalle ricerche avviate durante il corso di Reportage sulla montagna abruzzese e poi su altri contesti montani in Italia. Tecchiaioli racconta così il lavoro di coloro che si occupano di mettere in sicurezza le pareti rocciose dalle quali viene estratto il marmo che dalla Toscana è esportato in tutto il mondo. La rassegna Per il cinema italiano, organizzata con il contributo del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, ha invece dato spazio ad un altro corto, Ogni giorno, girato da un’allieva della sede Abruzzo, Martina Galiè che ha filmato l’asciutta testimonianza di una donna che ha denunciato le violenze subite dal marito.

Pubblicato in Varie

L’AQUILA -Parte ufficialmente il conto alla rovescia verso l’inizio degli Internazionali di Tennis Città dell’Aquila - Aterno Gas & Power Tennis Cup, il quarto ATP Challenger del 2019 targato MEF Tennis Events. È stata infatti diramata l’entry list del prestigioso torneo che andrà in scena da lunedì 19 a domenica 25 agosto sui campi in terra rossa del Circolo Tennis L’Aquila “Peppe Verna”. Una manifestazione che promette spettacolo, con giocatori provenienti da tutto il mondo con l’obiettivo di succedere nell’albo d’oro all’argentino Facundo Bagnis, vincitore della prima edizione, quella del 2018, in finale contro l’azzurro Paolo Lorenzi.

Martin e Balazs guidano l’entry list – Tra protagonisti del circuito, veterani e talenti italiani, la lista degli iscritti intriga appassionati e addetti ai lavori. Comanda lo slovacco Andrej Martin, numero 120 del mondo con un passato da numero 98, che quest’anno ha già vinto ben 3 titoli Challenger. Segue l’ungherese Attila Balazs, che grazie alla strepitosa finale raggiunta nell’ATP 250 di Umago (sconfitto 7-5 7-5 da Dusan Lajovic) ha raggiunto proprio questa settimana il best ranking di numero 141 del mondo. Poi il brasiliano Thomaz Bellucci (ex #21 ATP), lo spagnolo Daniel Gimeno-Traver (ex #48 ATP), il francese Kenny De Schepper (ex #62 ATP) e altri brillanti atleti dall’estero.

Gli azzurri presenti – A rappresentare l’Italia Gian Marco Moroni, uno dei migliori prospetti del tennis nostrano, giunto quest’anno in finale al Challenger di Roma e ai quarti a quello di Perugia (il terzo del 2019 targato MEF Tennis Events), che punta a giocare regolarmente i tornei dello Slam dopo le esperienze agli Australian Open e agli US Open. Presente Gianluigi Quinzi, anch’egli apparso in grande forma a Perugia (fermato ai quarti da Guillermo Garcia-Lopez al tie-break del terzo set) e a caccia di punti preziosi per tornare tra i primi 200 giocatori del mondo. E poi Luca Vanni, tormentato dai problemi fisici dopo aver raggiunto la centesima posizione del ranking ATP. “Lucone” è recentemente tornato in campo in seguito all’ennesimo intervento chirurgico subito al ginocchio, ha ancora tanta voglia di esprimersi e di conquistare vittorie nel circuito e farà di tutto per presentarsi a L’Aquila in condizioni ottimali per arrivare in fondo. L’appuntamento è dunque a lunedì 19 agosto per la prima giornata degli Internazionali di Tennis Città dell’Aquila - Aterno Gas & Power Tennis Cup, evento che desta grande attesa in quell’Abruzzo che ad aprile ha ospitato (al Circolo Tennis Francavilla al Mare Sporting Club) il primo Challenger del 2019 di MEF Tennis Events. Allora il successo di Stefano Travaglia, poi entrato per la prima volta in carriera nella top 100 della classifica mondiale.

Pubblicato in Sport

CAMPOTOSTO (AQ) - Sette giorni intensi di campo, dal 3 al 10 agosto, e tante braccia e cuori giovani per un concreto aiuto alla popolazione di una della zone più disastrate dal sisma del Centro Italia.

E’ Campotosto (AQ) la località prescelta da Nuova Acropoli per il 38° campo scuola “7 Giorni Giovani” ed 80 sono i volontari, provenienti da tutta Italia, che hanno deciso di dedicare la prima settimana di agosto, quella dell’esodo vacanziero, ad una delle zone più distrutte, ma di cui meno si parla, tra quelle colpite dalla lunga scia sismica degli ultimi 10 anni.

Sconvolto dal sisma del 6 aprile 2009, che devastò L’Aquila, coinvolto anche in quello del 24 agosto 2016, che rase al suolo il confinante comune di Amatrice ed altri del Centro Italia, ha avuto il “colpo di grazia” con la scossa del 18 gennaio 2017, accompagnata anche da una tempesta di neve, la stessa che ha provocato la tragedia di Rigopiano.

“Vogliamo dare una mano - dice Emanuele Salerno, responsabile nazionale del volontariato di Nuova Acropoli - alla gente ed al territorio, fedeli al nostro motto “Essere utili dove necessita”, e contribuire a rompere il silenzio assordante che ha avvolto questi luoghi incantevoli”.

Campotosto, infatti, con i suoi 1400 metri di altitudine è situato nel cuore del Parco del Gran Sasso e Monti della Laga, a ridosso dell’omonimo lago, il secondo bacino artificiale d’Europa, ideale per fare windsurf e canoa, con un lungolago di circa 40 km, meta degli appassionati di bici, trekking e soprattutto di equitazione. Insomma, un luogo ideale per vacanze a contatto con una natura incontaminata.

Ora Campotosto non è altro che un cumulo di rovine: l’80% degli edifici è inagibile e con danni strutturali, per la maggior parte sono seconde case, che d'estate si riempivano di vita grazie ad un fervente turismo di ritorno. Ma da anni qui non torna più nessuno, troppi i disagi e troppo l’abbandono. I residenti ridotti ad 1/6, da 600 a 100 circa. Unici “villeggianti” i camperisti, autosufficienti in tutto, impossibilitati a muovere una economia ormai inesistente.

Afferma Salerno: “Vogliamo portare aiuto non solo materiale; vogliamo far sentire la vicinanza alla gente. Veniamo da 10 città d’Italia e crediamo fermamente che il sentimento e la pratica della solidarietà siano vitali per avere la meglio sulle situazioni di crisi, favorire quella che oggi piace chiamare "resilienza".

Concordato il da farsi con il Sindaco Luigi Cannavicci, l’Amministrazione di Campotosto e la Pro Loco, i volontari di Nuova Acropoli si sono impegnati a sistemare l’area adiacente il campo sportivo del paese, con lavori di manutenzione e di pulizia, e a ripristinare alcune aree barbecue e sentieri montani: attività non rientranti nella “ricostruzione” ufficiale, ma vitali per contribuire a ridare decoro alla zona. Creeranno, inoltre, momenti di aggregazione ed animazione, coinvolgendo abitanti e turisti, affinché le serate estive riacquistino il sapore che avevano un tempo.

25 degli 80 volontari di Nuova Acropoli presenti al campo sono aquilani: sanno cosa significa vivere un terremoto ed un post-terremoto ed è per questo che sono in prima linea, come ha insegnato loro Sandro Spagnoli, il coordinatore nazionale dell’Area di Protezione Civile dell’Associazione, deceduto nel terremoto del 6 aprile 2009 insieme a sua figlia Flavia ed a Domenico Parisse, anche loro giovanissimi volontari dell’Associazione.

L’aver deciso di essere presente a Campotosto è il modo con cui Nuova Acropoli vuole ricordare i 10 anni dal sisma dell’Aquila, con rade parole ma concreti fatti, mantenendosi fedele ai valori della Filosofia Attiva che la guidano da 62 anni nel mondo e da 44 in Italia.

Pubblicato in Varie

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us