http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Gennaio 2019 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - "Con questi primi sei interventi da 250mila euro diamo il via - afferma l'Assessore Imprudente - ad un piano di riqualificazione generale delle aree verdi e dei parchi della Città e delle frazioni. Cominciamo con Santanza, Cansatessa, Pettino, S. Sisto, Torretta e Via Strinella, ma il progetto è quello di ridare nuova dignità ai parchi pubblici di tutta L'Aquila e delle frazioni che la fanno vivere. La Lega aveva promesso in campagna elettorale che in questi 5 anni di amministrazione avrebbe ridato un volto nuovo alla città e nel mio Assessorato sto lavorando quotidianamente per mantenere l'impegno".

Sono stati appaltati alla ditta Sia Garden srl di Roma i lavori relativi agli interventi di straordinaria manutenzione e riqualificazione dei parchi pubblici cittadini, progetto fortemente voluto dall'Assessore comunale all'ambiente Emanuele Imprudente e per il quale è stato previsto un impegno economico complessivo di 250mila euro (finanziato dall’Amministrazione comunale tramite mutuo con la Cassa depositi e prestiti).

I parchi interessati dai lavori sono sei: il Dog Garden situato a margine di Via Amiternum ed adiacente il parco Baden Powell, dove verranno installate ex novo giochi e percorsi agility per i cani; il parco pubblico di Cansatessa, che si trova in fondo a via Antica Arischia, dove si procederà al rifacimento del campo da calcetto con un nuovo manto in erba sintetica, al ripristino della recinzione, oggi divelta, oltre che alla risistemazione della pista ciclopedonale presente; Piazza Italia, nel quartiere di Santanza, dove si andrà ad installare una recinzione per proteggere il parco dalla vicina viabilità, e a ripristinare la fontana ornamentale con tutta la pavimentazione circostante; il parco pubblico di Via Svizzera, nel popoloso quartiere di Pettino, dove è previsto il rifacimento della recinzione in legno e dei vialetti ammalorati, unitamente al campo da calcetto; il Parco Unicef di Via Strinella dove ci si concentrerà soprattutto sulla generale risistemazione dell’anfiteatro presente, oggi in stato di totale abbandono; il Parco Giochi nel quartiere Torretta, dove si procederà alla sostituzione del degradato arredo urbano esistente e alla realizzazione di un nuovo Dog Garden, recintato ed attrezzato con giochi di agility per i nostri amici a quattro zampe".

"Gli uffici comunali stanno completando gli ultimi adempimenti amministrativi per la stipula dei contratti, ma la squadra di tecnici e operai è già pronta e non appena le condizioni meteo ci consentiranno l'esecuzione di lavorazioni all’aria aperta, i lavori avranno subito inizio. È un mio preciso impegno preso con la Città e per la Città - conclude Imprudente - che porterò a compimento con soddisfazione e nel più breve tempo possibile".

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - Ha inizio venerdì 1 febbraio una serie di incontri, laboratori, seminari su temi musicali programmati dalla Società Aquilana dei Concerti “B. Barattelli” all’interno del nuovo spazio culturale situato lungo l’asse centrale del centro storico della città. Si tratta di Palazzo Di Paola su Corso Vittorio Emanuele II, angolo Via Verdi. Qui la Barattelli sta allestendo spazi che conterranno parte della biblioteca, dell’archivio e arredi storici dell’Ente e una collezione di strumenti musicali.

Conversazioni a Palazzo Di Paola”, questo il titolo che si è dato all’insieme degli incontri che si svolgeranno parallelamente alla stagione concertistica in corso. Protagonista del primo appuntamento, venerdì 1 febbraio con inizio alle ore 17,30, è il professore Fabrizio Della Seta, docente ordinario nel Dipartimento di Musicologia e Beni culturali dell’Università di Pavia, sede di Cremona, uno dei critici musicali più noti del panorama italiano, direttore della “Edizione critica delle opere di Vincenzo Bellini” (Ricordi), autore di numerose pubblicazioni in vari ambiti musicali.

L’incontro avrà come tema: “Un regno di verità”: i Quartetti per archi di Beethoven. L’occasione è l’avvio dell’esecuzione integrale di tali capolavori beethoveniani che avrà inizio domenica 3 febbraio all’Auditorium del Parco con il Quartetto di Cremona e proseguirà in vari concerti fino al 2020, in omaggio al 250° anniversario della nascita di Beethoven (1770).

Una occasione unica ed imperdibile per leggere, comprendere, scoprire alcune fra le più belle pagine musicali da camera di Ludwig van Beethoven. L’ingresso è libero.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L'AQUILA - Il Tribunale amministrativo regionale di Pescara ha sospeso gli effetti del bando emanato dalla Regione Abruzzo per l’assegnazione della sorgente di acqua minerale "Fonte Primavera" di Popoli, in provincia di Pescara, in concessione al Gruppo San Benedetto dal 1988, e prorogata per altri 10 anni nel 2008. Il Tar ha fissato l’udienza di merito nel prossimo mese di novembre.

Il bando, pubblicato il 2 novembre scorso, e con scadenza per la partecipazione fissato al 5 marzo prossimo, è stato impugnato dalla concorrente società Santa Croce, perché ritenuto "gravemente carente nell'individuazione degli elementi essenziali relativi all'oggetto dell'affidamento", e "irragionevolmente incompleto con preclusione, per il concorrente, della possibilità di formulare un'offerta congrua e consapevole e, quindi, concorrenziale".

A renderlo noto la stessa società dell'imprenditore Camillo Colella, ex concessionaria, fino alla revoca senza proroga da parte della Regione nel 2015, della sorgente Sant'Antonio Sponga di Canistro, oggi concessionaria della più piccola sorgente Fiuggino, ed interessata ad estendere ora la sua attività in Abruzzo.

La Santa Croce ha già partecipato infatti al bando per l'assegnazione della sorgente di acqua minerale Valle Reale, anch'essa a Popoli (Pescara) e San Benedetto in Perillis (L’Aquila), assieme all'attuale concessionario Gran Guizza che fa parte proprio del Gruppo San Benedetto. Bando indetto il 12 maggio del 2017, assegnato provvisoriamente a quest'ultima e con le procedure definitive che vanno a rilento.

In particolare il Tar ha dato ragione alla Santa Croce, assistita dagli avvocati Claudio Di Tonno del Foro di Pescara e all'avvocato Matteo Di Tonno del Foro di Bologna, relativamente al fatto che lo stabilimento di produzione, realizzato dal gruppo San Benedetto e utilizzato per imbottigliare anche l'acqua della sorgente valle Reale, si trova all'interno della concessione della sorgente Fonte Primavera.

E dunque doveva essere anch'esso messo a bando - essendo da considerarsi di proprietà regionale -, dopo aver indennizzato il privato.

Il Tar ha rimesso alla Regione Abruzzo il compito di riesaminare l'intera problematica, al fine di elencare in modo più congruo i beni interni alla concessione.

"L’esemplare chiarezza dell’ordinanza impone alla Regione di pronunciarsi sulla proprietà dell’intero compendio minerario, ivi compreso lo stabilimento industriale - spiegano gli avvocati Claudio e Matteo Di Tonno -. Ci si auspica che la Regione voglia conformarsi al decisum tenuto conto che si verte in materia di patrimonio pubblico e, nello specifico, regionale".

In questa vicenda, il gruppo San Benedetto è rappresentato dall'avvocato Sergio Della Rocca.

Scendendo nei dettagli del ricorso accolto dal Tar, in esso si sostiene innanzitutto che nel bando, non sono allegate le analisi che attestano la qualità della risorsa idrica.

Il riconoscimento delle caratteristiche minerali dell'acqua, si osserva, è obbligo a carico del concessionario uscente, e condizione essenziale per il bando. Eppure, sostengono i legali della Santa Croce, "non vi sarebbe traccia dell'analisi chimica, chimico-fisica e organolettica che sarebbe dovuta essere effettuata nell'anno 2017. L'unica analisi chimica allegata al bando risalirebbe al dicembre 2016. Tanto meno, vi sarebbe un'analisi chimica compiuta nel 2018".

Non solo: la concessionaria uscente, in data 11 giugno 2018, avrebbe disposto - in relazione all'acqua minerale San Benedetto emunta a Popoli – un “richiamo” motivato per la “presenza consistente di contaminati idrocarburici prevalenza xilene trimetilbenzene toluene etilbenzene". Ad oggi, non risulta esserci stata alcuna revoca del richiamo.

Altro aspetto del bando oggetto di contestazione è quello che prevede che il futuro concessionario possa ottenere una consistente riduzione del canone di concessione, laddove si impegni a rispettare i livelli occupazionali operanti presso lo stabilimento di imbottigliamento del concessionario uscente: nel caso di sottoscrizione della clausola sociale il canone di 4 euro per ogni mille litri verrebbe ridotto a 0,30 euro, sempre per ogni mille litri.

La ricorrente Santa Croce intenderebbe avvalersi di tale notevole vantaggio economico. Sta di fatto, però, che la clausola non risulta applicabile concretamente: gli operatori impiegati per "lo sfruttamento della concessione", oggetto di gara, sarebbero infatti già dipendenti della Gran Guizza, affidataria, in via provvisoria, della concessione mineraria Valle Reale, con la conseguenza che mancherebbero dipendenti da assorbire in relazione alla concessione mineraria. Da ciò, l'impossibilità di accedere alla sottoscrizione della clausola sociale, stipulando un accordo di riassorbimento per dei lavoratori già occupati, titolari di vigenti contratti di lavoro e che tali resterebbero.

Inoltre, il già citato motivo della non corretta individuazione delle pertinenze minerarie, poste all'interno della concessione, ovvero le infrastrutture necessarie ad emungere l'acqua della sorgente Fonte Primavera, a cominciare dallo stabilimento, che "benché devolute alla Regione risulterebbero, in modo del tutto inammissibile, lasciate alla disponibilità della ex concessionaria", anche per imbottigliare l'acqua dell'altra sorgente, la Valle Reale.

Per la Santa Croce, insomma, con un bando così concepito, sarebbe "impossibile la partecipazione alla gara perché vedrebbe l'aggiudicatario assegnatario del solo pozzo di perforazione senza possibilità di poter accedere alle opere funzionali alla coltivazione".

Il concorrente si troverebbe insomma "oggettivamente impossibilitato a formulare un'offerta consapevole, congrua e meditata", anche ai fini della possibile realizzazione di un nuovo stabilimento produttivo.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - Da lunedi prossimo 4 febbraio le classi del corso “C” ubicate presso la scuola media “Carducci” saranno spostate nella sede di Via Madonna di Pettino.

“Grazie a lavori per circa 40 mila euro effettuati sulla struttura Musp ed all'acquisizione delle certificazioni di sicurezza antincendio, è stato possibile riunire tutte le classi del liceo Classico in un'unica sede - afferma il consigliere provinciale delegato all'edilizia scolastica Vincenzo Calvisi - Questa soluzione, seppur transitoria, è certamente migliorativa per gli studenti e per il personale. Esprimo un pubblico ringraziamento alla dirigente scolastica Antonella Conio per la messa a disposizione degli spazi della scuola Carducci sino ad oggi".

"L’obiettivo dell’Amministrazione Provinciale - prosegue Vincenzo Calvisi - è ora quello di procedere con il recupero sulla sede di Pettino, per la quale sono già in corso da settembre scorso lavori per circa 1 milione di euro sui corpi F e G. Per quanto attiene gli altri corpi A, C, D, E sono già stanziati 350 mila euro, ma prevediamo che nel bilancio 2019 andranno stanziate ulteriori risorse con obiettivo, al netto dei tempi della burocrazia, di riportare tutto il plesso alla piena fruibilità nel corso dell’anno scolastico 2019/2020. Inoltre, nel corso del 2019, si definirà il protocollo di intesa con il Comune dell’Aquila per l’utilizzo dell’area della Caserma Rossi ai fini di realizzazione della futura sede unica di tutti i licei del Convitto “D. Cotugno, con risorse stanziate per 13 milioni”.

 

Pubblicato in Cronaca

CELANO (AQ) - Solo posti in piedi, ieri sera a Celano, nella sala “Giocla party”, dove oltre 200 sostenitori di Rosa Pestilli e Pino Angelosante, entrambi candidati alle prossime elezioni regionali, hanno ascoltato il programma e le idee dei due esponenti di Azione Politica. Per il movimento civico era presente il coordinatore regionale, Gianluca Zelli, che ha sottolineato quanto la presenza così numerosa da parte dei cittadini rappresenti il comune desiderio di un’inversione di rotta in Regione.

Pino Angelosante ha parlato della forte vocazione turistica del territorio della provincia dell’Aquila e in particolare della Marsica che “troppo spesso è stata totalmente abbandonata dai governi regionali, quando poteva essere il volano per la ripresa dell’economia territoriale”.

Le conclusioni sono state affidate alla candidata Rosa Pestilli che si è rivolta ai suoi concittadini sottolineando che “è il momento giusto per cambiare e per farlo nel modo migliore. Distinguendosi per una scelta diversa che porti volti nuovi e persone competenti in Regione. Se siete stanchi di quello che è stato fatto o non fatto fino ad ora, il 10 febbraio dietro le urne non possiamo perdere l’occasione di diventare artefici di un futuro migliore. Le aree interne non devono più essere il fanalino di coda di una programmazione regionale che mette sempre al primo posto le problematiche e le necessità della costa. Nella Marsica abbiamo finito di collezionare strutture fantasma inutilizzate, che non risolvono ne agevolano in alcun modo le attività di imprenditori e utenti, bloccando l’intero sistema economico e sociale. Con noi le voci di chi vive ogni giorno il territorio verranno finalmente ascoltate senza filtri”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "A proposito della gara per il Contact Center Inps, che riguarda gli oltre 500 operatori dell’Aquila, ci risulta che stranamente coloro che per due anni non hanno mai preso in considerazione i nostri allarmi tendono solo ora ad 'esagerare' oltremodo i ribassi effettuati su Inps, rischiando quasi di 'giustificare' una scorretta applicazione della clausola sociale.

Nonostante siamo stati i soli a lanciare allarmi alcuni mesi prima della pubblicazione del bando Inps, noi correttamente abbiamo sempre specificato che i ribassi considerati 'anomali', effettuati in 3 offerte su 4 per la gara Inps, si riferiscono solo alla parte eccedente la stima del costo del lavoro del personale addetto (che comunque è solo una stima, senza vincolo di destinazione)". Così in una nota Venanzio Cretarola, presidente dell'associazione 'Lavoriamo per L’Aquila' e coordinatore nazionale del settore Call center di Cisal Comunicazione.

"Come ripetiamo da 2 anni - ribadisce - i forti ribassi nella gare pubbliche per i servizi di call center dipendono sempre da come si scrivono i bandi. In pochissimi protestammo per l’incomprensibile scelta di Boeri di assegnare 60 punti su 100 alla parte economica nel Bando per il Contact Center INPS, battendo allo sprint il decreto che pochi giorni prima li ha giustamente limitati a 30. Questo tipo di bando rappresenta una sorta di “istigazione” al massimo ribasso che spinge anche le aziende più serie ad adeguarsi, rischiando di penalizzare la valutazione tecnico-qualitativa e in ultima analisi i lavoratori.

Ciò nonostante va rilevato che anche Comdata, la multinazionale capofila della cordata di imprese al primo posto nella graduatoria provvisoria per il Contact center Inps, ha scritto in un suo comunicato di alcuni giorni fa che la propria offerta economica 'tiene ovviamente conto del costo del lavoro del personale che gestisce attualmente il servizio e che transiterà alle stesse condizioni alle dipendenze del consorzio aggiudicatario, così come previsto dal bando di gara e dalle relative tabelle di costo del lavoro'".

"Nel corso della riunione convocata dal Ministero dello Sviluppo per il 17 gennaio scorso, a cui hanno partecipato 9 sindacati e le due associazioni datoriali Asstel e Assocontact, la stessa intenzione è stata confermata anche dal dottor Lelio Borgherese, presidente di Network Contacts (partner di Comdata) nonchè vice presidente di Assocontact, in risposta al mio intervento incentrato soprattutto sulla gara Inps.

Bene, esattamente come noi sosteniamo da due anni", termina Cretarola.

 

Pubblicato in Economia

L'AQUILA – Gli archi dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese diretti dal Maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli presentano “Verdi’s mood by Cinzia Tedesco Jazz Quintet”con la signora del jazz italiano, Cinzia Tedesco, tra le più belle voci italiane degli ultimi anni. Due gli appuntamenti: debutto venerdì 1 febbraio alle 21 nell’Auditorium Parco della Musica di Roma in Sala Sinopoli replica all’Aquila, sabato 2 febbraio alle 18 per la 44° Stagione dei concerti dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese presso il Ridotto del Teatro Comunale “Vittorio Antonellini”.

Una grande e originale produzione dedicata a Giuseppe Verdi e alle sue arie più intense arrangiate e interpretate in chiave jazz, che riprende le musiche contenute nel cd della Sony Classica “Verdi’s mood by Cinzia Tedesco”. Il disco racchiude la grandezza dell’originale melodia verdiana che vive e risuona all’interno di armonie Jazz. L’unicità del progetto risiede negli arrangiamenti del Maestro Stefano Sabatini al pianoforte, nel modo raffinato in cui la Tedesco canta le arie verdiane riuscendo magicamente a conferirgli un inedito, sorprendente e moderno jazzy mood, nel groove creato dal grande batterista Pietro Iodice, sostenuto dal talento di Luca Pirozzi al contrabasso. Orchestrazione del Maestro Nino Rapicavoli.

Verdi’s Mood rappresenta un ideale “ponte di continuità” tra il grande passato musicale italiano e il presente, pensato per un pubblico vasto, con particolare attenzione ai giovani o comunque ai neofiti della musica jazz, o lirica e classica. I concerti saranno l’occasione per accogliere l’interesse del pubblico verso la musica Jazz, le rispondere alla necessità di divulgazione della musica classica tra i giovani attraverso la riconosciuta popolarità che lega Verdi all’immagine dell’eccellenza e genialità Italiana.

“Che io sia innamorato di Verdi lo sanno ormai tutti – afferma il Maestro Sipari illustrando questa produzione – e partecipare a questo progetto della mia amica Cinzia è dunque un doppio onore oltre che un enorme piacere. Vivere Verdi sotto questa veste innovativa ed estremamente geniale è davvero fantastico. Dalla Traviata ai Vespri Siciliani, passando per OtelloTrovatore e Aida, il mondo che ho sempre amato si colora di una energia nuova, ispira sentimenti nuovi, ricchi di una emotività difficilmente spiegabile. Cinzia Tedesco ha una voce straordinaria che esalta la partitura verdiana con immensa facilità. Con noi l’Orchestra Sinfonica Abruzzese, a cui sono molto legato e che come sempre regalerà momenti di grande intensità musicale”. Conclude Sipari, uno dei più validi e brillanti direttori d’orchestra della sua generazione, molto apprezzato dal pubblico e dalla critica per la sua espressività, direttore artistico del “Festival Internazionale di Mezza Estate – Città di Tagliacozzo” e di “Sacrum Festival”, direttore principale ospite della Fondazione Festival Pucciniano e casting manager per il Teatro dell’Opera di Plovdiv – Bulgaria.

Di formazione diversa Cinzia Tedesco artista poliedrica e vocalist che supera le barriere tra i generi musicali, Scoperta da Pippo Baudo, ha molto lavorato in tv e radio, nonché in teatro grazie al suo “multiforme” talento che le consente di essere a proprio agio esibendosi in duetto con grandi nomi del jazz internazionale, o come solista in produzioni sinfoniche, e ancora in sala di incisione e in produzioni teatrali durante le quali condivide il palco con nomi del calibro di Giancarlo Giannini, Michele Placido e Gigi Proietti.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L'AQUILA - Aprirà i battenti sabato 2 febbraio alle 16, Sposiamoci, la due giorni dedicata ai matrimoni, organizzata nei locali del ristorante Villa Giulia all'Aquila.

Sposiamoci, giunto alla sua quinta edizione, sarà popolato da esperti e consulenti del matrimonio perfetto, per offrire servizi fondamentali per la riuscita del giorno più bello.

Tutte le coppie potranno visitare l'esposizione, conoscere e confrontarsi con gli espositori. Sono più di 40 gli esperti a disposizione, per abiti, gioielli, partecipazioni, bomboniere, musica, foto, video, allestimenti, estetica, fiori.

Sabato 2 febbraio, Sposiamoci rimarrà aperto fino alle 21. Mentre domenica 3, i futuri sposi saranno accolti dalle 11 alle 21.

Anche quest’anno, i partecipanti potranno beneficiare dell’estrazione di bonus da spendere per il loro matrimonio, tra gli operatori presenti: uno da 500 euro, e uno da 300 euro.

I bonus potranno essere vinti dalle coppie che convoleranno a nozze entro il 1 febbraio 2020 e l'estrazione avverrà domenica sera alla fine dell'evento (non è necessario essere presenti al momento dell'estrazione e i vincitori saranno contattati direttamente dalla direzione).

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - "Dopo una lunga riflessione sull'opportunità di sottoporre alla sua attenzione la tematica in oggetto, ci siamo decisi a scriverle questa nota riguardante il funzionamento del Consiglio comunale poiché preoccupati da un comportamento che si va sempre più consolidando, quello cioè di evitare la convocazione dell’Assise comunale durante la campagna elettorale, sfuggendo per puro tatticismo al confronto democratico tra le parti. Il Comune, come appare ormai evidente ai più, è 'Chiuso per campagna elettorale'". Così i consiglieri di opposizione Paolo Romano (Capogruppo Il Passo Possibile); Stefano Palumbo (Capogruppo Partito Democratico); Giustino Masciocco (Capogruppo Democratici Progressisti Articolo 1 per L’Aquila); Elisabetta Vicini (Democratici Socialisti per L'Aquila e frazioni); Angelo Mancini (L'Aquila Sicurezza Lavoro); Lelio De Santis (Cambiare Insieme Lavoro Legalità) in una lettera inviata a Roberto Tinari, presidente del consiglio comunale dell'Aquila.

"Sono diverse - proseguono - le problematiche lasciate in sospeso; si passa da delibere non approvate per mancanza di numero legale nei consigli comunali passati ad ordini del giorno e mozioni datate e mai discusse per l’assenza dell’assessore competente. Di più: con la data inesorabile del 28 febbraio, data ultima per approvare i bilanci di previsione, vi è la necessità di affrontare un nodo, mai toccato dalla campagna elettorale del centrodestra, del trasferimento straordinario da parte del Governo centrale al Comune dell’Aquila del contributo dovuto alle minori entrate fiscali a causa del sisma 2009. Si tratta di circa 10 milioni di euro senza i quali si fa concreto il rischio di mandare il Comune in dissesto finanziario, rischio scongiurabile solo ipotizzando un pesantissimo aumento delle tasse a carico dei cittadini".

"È indiscutibile - aggiungono i consiglieri - quanto il territorio aquilano e il territorio abruzzese siano interessati, in questa tornata elettorale, da una presenza costante dei leader politici nazionali. Ed è altrettanto indiscutibile come questa costante presenza non abbia portato in risalto finora, per una immediata soluzione, le problematiche del territorio aquilano tra le quali il mancato trasferimento del contributo straordinario relativo al Bilancio del Comune dell’Aquila 2019-2021. È possibile continuare a fare campagna elettorale rubacchiando risultati della precedente amministrazione senza invece entrare nelle problematiche irrisolte della città? A cosa servirebbe la presenza dei leader nazionali se non per dare risposte alle necessità della città? Gli aquilani meritano solo slogan elettorali precotti?

Avere buoni rapporti con i leader nazionali e utilizzarli solo per meri fini elettorali denota la scarsa lungimiranza politico–amministrativa di questa Giunta targata centrodestra che si riflette, purtroppo, sulla cittadinanza già pesantemente sfiduciata dalla mancata risoluzione di una più celere ricostruzione pubblica, dal significativo rallentamento della ricostruzione privata, dalla soluzione definitiva della restituzione delle tasse sempre annunciata e mai veramente realizzata, dall’immobilismo di un’azione di governo cittadino che si prefiggeva di essere totalmente rivoluzionaria rispetto a quello precedente".

"Ci saremmo aspettati dai due vicepremier, ma anche dalla Meloni e da Berlusconi, costantemente accompagnati da Biondi e dalla sua Giunta, parole di concretezza sulle questioni aperte della Città. Constatiamo invece, con amarezza, che il risultato dei rispettivi partiti venga per loro prima delle esigenze del territorio.

Crediamo - incalzano - sia arrivata l’ora di far sentire la voce del Consiglio comunale, di dare una dignità diversa all’azione politico-amministrativa del Comune dell’Aquila che ponga al centro le problematiche della città e non solo i percorsi politici degli assessori in fuga verso il Consiglio regionale.

In relazione a quanto sopra detto chiediamo una convocazione urgente della Conferenza dei Capigruppo ai sensi del’art.10 comma 6 del regolamento del consiglio, per affrontare la questione del mancato trasferimento straordinario da parte del Governo nazionale e i tanti altri argomenti lasciati in sospeso del Consiglio comunale; decorsi i 5 giorni previsti dal regolamento saremo costretti a rivolgerci al Prefetto".

"Le chiediamo, dunque, di accogliere e di considerare questi spunti come espressione di una sincera preoccupazione per le sorti della città dell'Aquila e dei suoi cittadini che, in consiglio siamo chiamati a rappresentare nel migliore dei modi, avendo il compito di tutelare, prima ancora dei destini politici dei candidati, i diritti e i bisogni degli aquilani", terminano Romano, Palumbo, Masciocco, Vicini, Mancini e De Santis.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - “Il Presidente Gravina dice falsità: è gravissimo lo scivolone amministrativo ed istituzionale del capo del calcio italiano e imprenditore abruzzese”.

È la dura replica del vicesindaco dell’Aquila Guido Liris, candidato alle regionali con Fratelli d’Italia, alle dichiarazioni del presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina, che ieri all’Ansa ha attaccato il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, per inesistenti ritardi nell’utilizzo di contributi per lo stadio della popolosa frazione aquilana di Paganica con tanto di minaccia di revocare lo stanziamento di 250mila euro.

“Il giorno della elezione, la nostra Amministrazione manifestò subito la gioia per la scelta avvenuta, proprio pensando a quanto potesse essere importante la sua figura per tutto il nostro territorio - spiega ancora Liris -. Non ci saremmo mai aspettati un comportamento del genere, che fa emergere in maniera chiara il nervosismo che regna nel centrosinistra che si è mascherato con il candidato presidente, Giovanni Legnini, ma che il 10 febbraio sarà mandato a casa dal centrodestra dopo il fallimento della loro azione”.

Per il vicesindaco, “Gravina ha fatto una brutta figura istituzionale e sostanziale, entrando a gamba tesa nella campagna elettorale: infatti, l’amministrazione di centrodestra, in sella dal giugno del 2017, dopo tanti anni di bugie da parte del centrosinistra, ha approvato il progetto definitivo ed esecutivo, concluso la procedura degli espropri ed ottenuto l'autorizzazione sismica del Genio Civile - prosegue Liris, che ha la delega ai lavori pubblici -, inoltre, c’è anche la copertura finanziaria di 500mila euro, visto che oltre ai 250 mila della Federcalcio, ci sono i 220mila del Monte dei Paschi di Siena e i 30mila dell’Amministrazione comunale”.

Liris si dice deluso “dal comportamento dell’illustre personaggio per certe cadute di stile, soprattutto nel momento clou della campagna elettorale nella quale non dovrebbe entrare sia per la sua caratura, sia per il suo ruolo e sia per il conflitto di interessi in quanto sua moglie è candidata con il centrosinistra”.

“Evidentemente è talmente impegnato nell’agone elettorale per sua moglie da non aver trovato il tempo per verificare l’azione amministrativa del Comune dell’Aquila, che è stata efficace, e non aver potuto svolgere il suo autorevole ruolo, del quale siamo orgogliosi, per iniziative a favore della nostra provincia e l’intero Abruzzo. Ma i cittadini ne saranno consapevoli - chiarisce ancora il vicesindaco, il quale sottolinea infine – “è da censurare la minaccia, neppure troppo velata, da parte del nostro illustre conterraneo di revocare il finanziamento molto importante per la nostra comunità perché chiude una vicenda irrisolta da diversi anni per responsabilità delle precedenti Giunte di centrosinistra”.

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us