Stampa questa pagina
Lunedì, 27 Agosto 2018 11:18

Innaurato: "Premio 'John Fante' dà notorietà all'Abruzzo"

L'AQUILA - Il Presidente del Cram, Antonio Innaurato, ha partecipato a Torricella Peligna alla XIII edizione del Festival Letterario “Il Dio di mio padre”, organizzato dal Comune di Torricella Peligna, nell’ambito del quale si è svolta la cerimonia di premiazione del “John Fante Opera Prima 2018”, premio dedicato agli scrittori esordienti.

“Questo festival rappresenta un evento culturale di assoluto livello per l’Abruzzo, con una risonanza che travalica anche i confini regionali - ha detto Innaurato - Oltre alla prestigiosa giuria che lo compone, coinvolge infatti università abruzzesi e nazionali. Come Presidente del Cram credo che il personaggio di John Fante possa aiutarci a far emergere e valorizzare le nostre bellissime aree interne, offrendo ai visitatori e turisti i veri valori fondanti della nostra tradizione. Inoltre il festival con le sue tematiche ripropone temi di grande attualità odierna come accoglienza ed emigrazione.

Il tema dell'emigrazione è stato il filo conduttore degli incontri - spiega Innaurato - Il Padre di John, Nicola Fante, era un muratore partito con la famiglia da questo angolo interno d'Abruzzo, per cercare fortuna in Colorado (Usa). Il Cram sostiene e motiva iniziative come quella del Festival John Fante poiché arriva allo spirito culturale degli Abruzzesi del Mondo. Il Consiglio Regionale degli Abruzzesi nel Mondo e la Regione Abruzzo hanno promosso l'evento in quanto le finalità dell'iniziativa sposano a pieno l'orientamento delle Associazioni degli Abruzzesi nel mondo“.

I tre finalisti di questa edizione sono stati Pietro Criaco con il romanzo “Via dall’Aspromonte”, Eugenio Raspi con “Inox” e l’abruzzese Peppe Millanta che con l’opera “Vinpeel degli Orizzonti” che dopo il voto della giuria popolare è stato decretato vincitore 2018. Durante la serata è stato assegnato anche il Premio John Fante alla Carriera “Vini Contesa” a Francesco Durante, traduttore e curatore dell’opera di John Fante. La cerimonia si è svolta alla presenza di Jim e Victoria Fante, figli dello scrittore italo-americano originario di Torricella Peligna.

Letto 590 volte
Find us on Facebook
Follow Us