http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Luglio 2019 - Radio L'Aquila 1
Lunedì, 01 Luglio 2019 16:25

Movida aquilana, controlli a tappeto

L'AQUILA - Dopo quello svolto tra il 20 ed il 21 giugno, nella notte fra venerdì 28 e sabato 29 è stato effettuato nel centro storico di L’Aquila un ulteriore servizio interforze, con l’impiego coordinato di personale in uniforme e in abiti civili della Polizia di Stato, dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e della Polizia Municipale, finalizzato a prevenire e contrastare i fenomeni di degrado, disturbo ed esuberanza comportamentale che, nelle scorse settimane, hanno fatto registrare anche dei litigi per futili motivi tra giovanissimi frequentatori dei luoghi della “movida”, in alcuni casi passati alle vie di fatto, con momenti di apprensione per i residenti e gli altri frequentatori del centro ed il susseguente intervento di pattuglie della Volante della Polizia e del Nucleo Radiomobile Carabinieri che hanno individuato e deferito all’Autorità Giudiziaria quanti si sono resi responsabili di condotte fuorilegge.

Nel corso dell’attività, le Forze di Polizia hanno perlustrato le vie del centro, identificato 32 persone (2 delle quali sono risultate avere a carico precedenti penali per stupefacenti) e dato l’occorrente supporto a funzionari dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro, dell’A.R.T.A. Abruzzo, dell’A.S.L. di L’Aquila e della S.I.A.E. che, contemporaneamente, come concordato in sede di tavolo tecnico inter-istituzionale attivato presso la Questura, hanno effettuato ciascuno per la parte di competenza accurati controlli in 8 esercizi pubblici.

Al titolare di un locale, l’Ispettorato del Lavoro ha contestato la mancata osservanza del provvedimento di sospensione dell’attività comminatagli a seguito della posizione irregolare di due dipendenti riscontrata in occasione del precedente controllo del 20 giugno. Al titolare del bar, ferme restando le sanzioni amministrative già stabilite, è stata rivolta ingiunzione a regolarizzare entro 5 giorni la posizione dei lavoratori in questione, pena deferimento alla competente Autorità Giudiziaria.

Ad un altro esercizio la Polizia Municipale ha contestato di operare senza alcuna autorizzazione, sotto le apparenti sembianze di “Associazione”, mentre l’A.T.E.R. ha contestato violazioni in materia di certificazione dell’impianto di diffusione sonora. Ulteriori approfondimenti, anche ai fini dei conseguenti provvedimenti di legge, saranno effettuati nei prossimi giorni.

Altri quattro esercizi pubblici sono stati sanzionati, sempre dalla Polizia Municipale, per varie violazione di regolamenti locali.

L’A.S.L. di L’Aquila ha avviato sul conto di due locali accertamenti che saranno ulteriormente sviluppati nei giorni a venire.

La S.I.A.E., infine, ha rilevato irregolarità in materia di diritti d’autore in due locali.

Altri servizi straordinari sono in programma per le prossime settimane, in aggiunta ai servizi di controllo del territorio quotidianamente attuati dalle Forze di Polizia dei quali è stata disposta l’intensificazione.

Pubblicato in Cronaca

PESCARA - E’ un omaggio alla Scuola Romana e all’eredità che ha lasciato. La mostra “Avanguardie Discrete” che si inaugura sabato 6 luglio presso il MuseoVittoria Colonna” di Pescara propone un viaggio in un periodo oggi quasi mitico e di grandi innovazioni dell’arte contemporanea italiana, quel decennio tra i primi anni sessanta e settanta in cui artisti come Mario Schifano, Franco Angeli, Tano Festa, Giosetta Fioroni, Enrico Manera etc. davano il via ad una vera e propria rivoluzione inserendo il dibattito artistico italiano in quello più ampio del panorama internazionale. Un’avanguardia la Scuola Romana, le cui ricerche furono portate avanti dalla seconda generazione di artisti, anch’essa presente in mostra, sempre con lo stesso principio di ricerca e innovazione dei linguaggi artistici. L’esposizione, organizzata dalle associazioni: P.A.E. Pescara Art Evolution e Art& Partners Roma,  propone anche una sezione collaterale dal titolo “Fare Arte” ed è accompagnata da un catalogo con testi critici di: Gian Ruggero Manzoni, Angela Ciano e Albano Paolinelli ed ha ricevuto il patrocinio del Comune di Pescara – Regione Abruzzo - Fondazione Pescarabruzzo.

“Questa mostra – scrive in catalogo Angela Ciano- proponendo insieme, in un unico viaggio visivo, molti degli artisti della Scuola di Piazza del Popolo della prima e seconda generazione, ricuce proprio quell’indicazione di novità, quella ventata di freschezza, quella volontà di andare avanti ognuno ed in gruppo per la propria strada incuranti dei diktat che arrivavano dal sistema. Tutti sono cani sciolti, eppure tutti insieme hanno creato, forse inconsapevolmente? un movimento di grande novità, una vera e propria avanguardia portatrice di cambiamenti profondi che ha contribuito ad inserire l’Italia e Roma nell’ambito del più ampio dibattito dell’avanguardismo internazionale. Hanno vagato tra i segni disseminando frammenti della propria coscienza, sperimentando materiali, colori, tecniche, comportamenti e atteggiamenti nuovi, sempre più legati ad una ricerca futuribile e dagli sviluppi incerti. “L’oggetto della rappresentazione si semplifica fino a diventare segnale archetipo e scarnificato, rappresentativo di una finalità scientifica o di denuncia nei confronti di una condizione massificante e volgarmente sottoposta a logiche di mercato”.

Pubblicato in Arte e Cultura

L'AQUILA - Domani, martedì 2 luglio, alle 11, nella sala Rivera di Palazzo Fibbioni, è prevista la presentazione dell'evento "SpinP in piazza!", in programma venerdì 5 luglio in Piazza Palazzo.

L'appuntamento, ospitato all'interno della cornice dei "Venerdì in centro" organizzati dall'amministrazione comunale, si inserisce nel progetto "Solo posti in piedi. Educare oltre i banchi", un'iniziativa finanziata dall'impresa sociale "Con i bambini" nell'ambito di un programma nazionale di contrasto alla povertà educativa minorile. Il progetto vede partner 9 associazioni culturali aquilane, il Comune e l'Università dell'Aquila e 4 istituti scolastici (Direzione Didattica Silvestro dell'Aquila; Istituto Comprensivo Gianni Rodari; Direzione Didattica Statale Amiternum e Circolo didattico Galileo Galilei).

Alla presentazione saranno presenti il vice sindaco Raffaele Daniele, l'assessore alle Politiche sociali Francesco Cristiano Bignotti e la coordinatrice del progetto "Solo posti in piedi" Cecilia Cruciani.

Pubblicato in Varie

MATERA – di Goffredo Palmerini - Con due significativi eventi a Basilicata e la città di Matera, Capitale europea della Cultura 2019, renderanno omaggio a Costantin Udroiu, il grande ed eclettico pittore ed intellettuale romeno scomparso a Roma nel 2014 che tanto amò questa regione, scoprendola nelle sue singolari bellezze e dedicandole memorabili mostre in borghi e città. Il primo evento si terrà l’11 luglio 2019 ad Accettura (Matera), magnifico borgo immerso nel Parco delle Dolomiti Lucane famoso per la Festa del Maggio, un’antica tradizione che si svolge ogni anno tra la domenica di Pentecoste e il martedì successivo, quando dalla foresta, trainato da diverse coppie di buoi, viene trasportato un albero di agrifoglio, il più alto, per poi issarlo nella piazza del paese.

Constantin Udroiu, che di Accettura è Cittadino onorario, dedicò a questa antica tradizione un monumentale affresco di 180 mq, realizzato nel 1976 sulla facciata del municipio. Ma al Maggio di Accettura ispirò anche dipinti e xilografie, facendolo conoscere in tutta Italia e in Europa tramite le sue esposizioni d’arte e le sue conferenze. Appunto ad Accettura, l’11 luglio alle ore 17, verrà presentato il volume “Constantin Udroiu – I colori del cuore”, curato da Luisa Valmarin e Ida Valicenti, nell’ambito del Convegno “Udroiu in Lucania”, nel quale saranno relatori Alfonso Vespe, sindaco di Accettura, Luisa Valmarin, moglie dell’Artista e già titolare della cattedra di Lingua e Letteratura romena all’Università La Sapienza di Roma, Francesco Guida, docente di Storia dell’Europa Orientale, Luciano La Torre, presidente dell’Associazione “Arte per la Valle”, Ida Valicenti, ricercatrice presso l’Università di Bucarest, Antonio D’Alessandri, docente di Storia dell’Europa Orientale all’Università di Roma Tre.

Il secondo evento, invece, si svolgerà a Matera, città dove Constantin Udroiu in anni diversi tenne ben 8 mostre d’arte. Il 12 luglio, alle ore 19, sarà inaugurata nella Capitale europea della Cultura la mostra “I colori del cuore”, un’antologica di opere del maestro Udroiu. L’esposizione, allestita presso le sale del Circolo culturale La Scaletta”, ente nato nel 1959 e dal 1980 riconosciuto Istituto culturale dal Mibac, resterà aperta fino al 21 luglio 2019 nel suggestivo Rione Sassi (Via Sette Dolori, 10). Al vernissage della mostra porteranno il loro contributo Mons. Pierdomenico Di Candia, Vicario generale dell’Arcidiocesi di Matera-Irsina, Goffredo Palmerini, giornalista e scrittore, Luciano La Torre, presidente dell’Associazione “Arte per la Valle”.

Davvero commendevole, dunque, il tributo che la Basilicata rende in onore di Constantin Udroiu, artista poliedrico che in questa piccola e bella regione italiana realizzò alcune decine di mostre ed altri eventi d’arte, toccandone più volte, dal 1976 al 2008, diverse città e incantevoli borghi, lasciando sempre un’impronta significativa della sua cifra pittorica e della straordinaria personalità di intellettuale, sempre intento a gettare ponti di amicizia e di empatia culturale. In oltre trent’anni questi luoghi della Basilicata hanno conosciuto un Artista e un Uomo che ha profondamente operato nella vita culturale della regione, lasciandovi tracce d’arte e di relazioni umane evidenti e durature. Queste, dunque, le località lucane dove l’Artista ha lasciato un’incancellabile impronta: Matera, Accettura, Montescaglioso, Potenza, Satriano, Melfi, Genzano di Lucania, Bernalda, Metaponto, Montalbano Jonico, Ferrandina.

Di tali esperienze artistiche e del fecondo intreccio di relazioni amicali coltivato in Lucania dà peraltro ampio conto il volume biografico “Constantin Udroiu – I colori del cuore”, curato da Luisa Valmarin e Ida Valicenti,in corso di stampa, che sarà presentato prossimamente ad Accettura. Il volume, oltre alla dettagliata biografia, annota tutte le mostre tenute dall’artista, in Italia e in altri Paesi d’Europa, riporta alcune note di insigni critici sulla produzione artistica di Udroiu e una selezione ragionata delle opere del pittore nelle diverse tecniche – pittura ad olio, icona, affresco, pittura su cristallo, xilografia, acquaforte e acquatinta –, che pur nella sintesi riescono a dare la percezione dell’eccezionale versatilità dell’Artista, che spaziava dalla pittura sacra, secondo rigorosi canoni dell’arte bizantina, al profano dell’arte figurativa e contemporanea.

Del percorso artistico di Constantin Udroiu, in particolare riferito alla Basilicata, in occasione dell’80° compleanno dell’artista celebrato a Roma il 3 febbraio 2010 presso l’Accademia di Romania, con rara eloquenza parlò il Senatore a vita Emilio Colombo (Potenza, 11 aprile 1920 – Roma, 24 giugno 2013), uno dei Padri della nostra Repubblica nell’Assemblea Costituente, dal 1946 deputato per molte Legislature, più volte ministro, Presidente del Consiglio da 1970 al ’72, parlamentare e Presidente del Parlamento Europeo. In quella toccante cerimonia, che inaugurava una splendida mostra dell’artista, davanti ad emerite presenze accademiche e ad un pubblico qualificato e attento, il Sen. Colombo pronunciò un intenso intervento. Lo fece a nome personale e per conto della sua regione d’origine, la Basilicata.

Il Presidente Colombo espresse la sua gratitudine a Constantin Udroiu per l’amore che l’Artista nutriva verso la sua terra natale. Un amore talmente profondo per la Lucania da privilegiarla con una significativa messe di lavori monumentali e di eventi espositivi, con rilevanti riscontri culturali che avevano aperto intriganti scenari di dialogo artistico in un’Europa ricca di sfaccettature e di antica sapienza. Dell’Uomo, oltre che dell’Artista, il Presidente Colombo non mancò di tessere le lodi - presenti l’Ambasciatore di Romania, Razvan Rusu, e il direttore dell’Accademia di Romania, Mihai Barbulescu - per la dolorosa esperienza di dissidente politico durante il regime comunista, che lo privò di dieci anni di libertà. “Ma, ora che la Romania è a pieno titolo anche politicamente in Europa, la comunanza tra le culture italiana e rumena fa crescere il richiamo forte alla matrice culturale, alla latinità dei nostri Paesi”, concluse il Presidente Colombo, rivolgendo gli auguri all’insigne ottuagenario.

Constantin Udroiu era nato a Bucarest il 3 febbraio 1930. Intellettuale di spicco della Romania, studiava Belle Arti all’Università di Bucarest quando, nel 1954, venne arrestato dal regime comunista per dissidenza politica e condannato. Era un testimone vivente dei princìpi di libertà e di democrazia, affermati e pagati a caro prezzo con una condanna a 22 anni di prigione, sofferti con un decennio di dura carcerazione, fino al 1964, quando venne rilasciato a seguito del nuovo clima politico nei Paesi d’oltre cortina, dopo il XX Congresso del Partito Comunista Sovietico. Giunto in Italia per la sua prima mostra all’estero, nel 1971 al Teatro Civico di Sassari, inaugurata dall’allora Presidente della Camera Sandro Pertini, restò nel nostro Paese girando in lungo e largo le vie dell’arte bizantina, specie nel Meridione. Intensa la sua frequentazione dell’Europa – Svizzera, Francia, Spagna, Grecia, Olanda, Portogallo – dove ha portato con grande successo la sua produzione artistica ma anche la competenza accademica, partecipando a seminari e convegni promossi da prestigiosi atenei con proprie comunicazioni.

Gran maestro dell’arte bizantina, Constantin Udroiu è stato uno dei più fecondi artisti della diaspora romena che ha mantenuto, nella sua produzione artistica, un posto centrale all’icona bizantina e alla propria romenità. Tra le sue mostre personali, oltre 200, moltissime in Italia, le più significative all’estero sono state allestite a Parigi, Lutry, Avignon, Amsterdam, Bordeax, Carpentras, Atene, Barcellona, Lisbona e, dopo la caduta del regime comunista in Romania, a Targoviste e Cluj Napoca. Le sue opere, contrassegnate da un tratto inconfondibile e dall’accesa brillantezza dei colori, sono esposte nei musei di molte città in Romania, Francia, Portogallo e Italia, e in numerosissime collezioni pubbliche e private, in diversi Paesi del mondo.

Le sue icone e gli affreschi monumentali rivelano la bellezza e la spiritualità profonda presente in questa difficile arte secolare, le cui tecniche ed i rigorosi canoni solo a pochi grandi Artisti è dato conoscere e disporne la padronanza. D’altronde l’arte di Constantin Udroiu partiva da un principio chiarissimo: “Considero il Bizantino Rumeno come il principale punto di partenza per un pittore rumeno. Sono infatti legato intimamente alla tradizione culturale del mio paese. L’arte senza un obiettivo è un postulato illusorio che non accetto. La metafora si sostituisce alla concretezza nell’ordine delle astrazioni; è lo strumento che riflette istantaneamente il concreto”. La Romania democratica lo ha risarcito delle sofferenze della lunga detenzione e del successivo “esilio” dal suo Paese durato fino alla caduta del regime nel dicembre 1989, con una rilevante considerazione artistica e personale, manifestata con la presenza dell’Ambasciatore in tutte le mostre che ha tenuto in Italia. Era membro del Senato dell’Accademia Internazionale d’Arte Moderna. E’ scomparso il 26 aprile 2014, a Roma, dove dal 1975 viveva con la moglie Luisa Valmarin.

Pubblicato in Arte e Cultura

L’AQUILA - «Il titolo di “agricoltore del mese” è stato assegnato a giugno ad Antonio Pensa di Tagliacozzo. Ingegnere ambientale, ha saputo coniugare l’innovazione al servizio della zootecnia nella cooperativa “La Villa” nata nel 1980 su iniziativa del padre e di alcuni soci.

Questo meritato riconoscimento ci inorgoglisce doppiamente – ha dichiarato Roberto Santangelo, vice presidente del Consiglio regionale – in quanto viene assegnato ad un giovane agricoltore della provincia dell’Aquila e perché dimostra come, la nostra formazione universitaria, sia di qualità e possa trovare valida applicazione nel nostro paese. I giovani ritornano alla terra, non si sceglie più il lavoro agricolo come ripiego e sono in deciso aumento coloro, soprattutto giovani, che si dedicano alla viticoltura come alla zootecnia. Oggi chi investe in agricoltura ha un progetto di sviluppo d’impresa che nulla a che vedere con il passato. Pensa, che gestisce insieme alla famiglia la cooperativa che occupa circa 500 ettari con 400 capi di bestiame, ha creato nel 2012 una centrale di biogas per i reflui aziendali e ha installato nel 2018 dei robot che rendono la mungitura completamente automatizzata. In questa azienda – ha concluso Santangelo – è stata incubata una start up che consente, grazie ad algoritmi capaci di utilizzare un sistema integrato di sensori e satelliti, di monitorare costantemente i terreni. L’agricoltura che sfrutta alti livelli di tecnologia ha necessità di essere adeguatamente supportata da finanziamenti costanti e continuati soprattutto europei che questo governo regionale di centrodestra confido si impegnerà ad incentivare e assicurare».

Pubblicato in Politica

GUARDIAGRELE (CH) - Dal 1° al 25 agosto torna a Guardiagrele la Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese, la manifestazione dedicata alle eccellenze manifatturiere regionali.

Giunta alla sua 49esima edizione, l’iniziativa è organizzata dall’Ente Mostra Artigianato Artistico Abruzzese con il patrocinio della Regione Abruzzo, Assessorato alle Attività Produttive, della Camera di Commercio Chieti-Pescara e del Comune di Guardiagrele.

La cerimonia di inaugurazione si terrà il 31 luglio 2019 alle ore 18.00 in largo Pignatari. Tutti i giorni dalle ore 10.30 alle 12.30 e dalle ore 16.00 alle 23.00, i visitatori potranno ammirare le creazioni all’interno del Palazzo dell'Artigianato in Via Roma 28, location dell’evento.

Una mostra che con un allestimento completamente rinnovato punterà a valorizzare l’artigianato vero e autentico, i singoli artigiani e produttori, alla scoperta del bello e del fatto a mano in una città che, per sua storia e vocazione, è da sempre emblema della creatività artigianale.

Oro, ferro battuto, ceramica, pietra, legno, vetro, rame, lavori a tombolo e ricami i tesori che verranno esposti nella mostra curata all’insegna dell’originalità, eccellenza e qualità dal team composto da Sara D’Intino, Annamaria Mancini e Matteo Coccia.

«La mostra negli anni si è trasformata nel vero evento dell' estate abruzzese- dichiara Gianfranco Marsibilio, presidente dell’Ente Mostra- riuscendo a coniugare l'artigianato artistico tradizionale ed innovativo con la musica, la poesia, il teatro, la gastronomia. L'artigianato artistico abruzzese vanta uno straordinario patrimonio culturale che non può e non deve essere disperso e la mostra vuole investire sul talento e sulla competenza professionale ed umana dei maestri artigiani abruzzesi».

È a Nicola da Guardiagrele, maestro orafo del XV secolo, che è dedicato il 18° Concorso Biennale Nazionale di Arte Orafa riservato agli orafi, gioiellieri, alle scuole di oreficeria e ai Licei Artistici Statali «che darà vita e lustro alla nostra terra d'Abruzzo», afferma il presidente Marsibilio.

Ci sarà anche quest’anno una sezione interamente dedicata al design, intitolata DesignLoci, che ospiterà designer provenienti da tutta Italia, curata dall'architetto Angelo Bucci, designer e Responsabile del Dipartimento di Design dell'Università Europea del Design di Pescara. La Mostra quest’anno si è avvalsa infatti della collaborazione degli studenti della UED per curare la comunicazione interna, veicolo principale per condividere qualsiasi tipo di messaggio.

Tante le novità di questa edizione, così come i progetti speciali e le iniziative rivolte ai visitatori: dagli spettacoli musicali agli eventi culturali, omaggi alla sedia e alle lame taglienti, workshop, incontri, appuntamenti gastronomici e presentazioni che verranno illustrati nel corso delle prossime settimane.

Pubblicato in Varie

L’AQUILA - La convocazione urgente di un tavolo di confronto per affrontare le problematiche relative all'Arap e alla doppia tassazione, a carico delle imprese, nei nuclei industriali della provincia dell'Aquila. A chiederlo è il vice presidente e delegato di Confindustria L'Aquila Abruzzo Interno, Roberto Monfredini, che ha inviato una nota di sollecito al presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, agli assessori regionali alla programmazione e al bilancio, Guido Liris, e alle attività produttive, Mauro Febbo, nonché al sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, di Sulmona, Anna Maria Casini e al commissario prefettizio dei Comune di Avezzano.

“Facendo seguito a quanto già rappresentato in altre occasioni”, si legge nella nota, “anche attraverso l'invio del nostro documento sintetico di proposte per la nuova legislatura, sollecitiamo una convocazione urgente di un tavolo di lavoro e confronto per trattare le indifferibili problematiche relative all'Arap, doppia tassazione nei nuclei, livello e qualità dei servizi erogati, anomale fatturazioni che, com'è noto, sta assumendo un livello di criticità preoccupante per le aziende operanti nella provincia dell'Aquila. Riteniamo utile - conclude la lettera a firma di Monfredini - estendere la partecipazione anche alle altre rappresentanze datoriali del nostro sistema territoriale e agli amministratori locali interessati”.

La lettera di sollecito fa seguito all'attivazione, da parte di una società di recupero crediti, della procedura di recupero delle somme previste nelle cartelle esattoriali emesse dall'Arap, che variano dai 5mila ai 50mila euro.

“Vi è scarsa chiarezza nella fatturazione dei servizi - spiega Monfredini - gli importi sono stati calcolati come un canone unico, senza specifiche relative alle prestazioni erogate dall'Arap a favore delle imprese che hanno sede dei nuclei industriali. Ciò comporta l'impossibilità, da parte delle imprese stesse, di verificare l'applicazione della doppia tassazione e di contestare eventuali servizi calcolati in fattura, ma che non vengono erogati”.

Monfredini sottolinea come “la lettera di richiesta di incontro sia datata 20 giugno, ma ad oggi non vi sia stata alcuna risposta da parte degli enti locali. L'Arap, nell'ultimo confronto con le associazioni di categoria”, sottolinea Monfredini, “aveva dato garanzia di un intervento sulle fatturazione, oltre alla disponibilità ad attivare un numero di ascolto a servizio delle imprese per chiarimenti e comunicazioni. Prima di attivare il recupero crediti era previsto, come da accordi, un secondo passaggio interlocutorio con le associazioni datoriali, che non c'è stato. A questo punto -conclude Monfredini - chiediamo al presidente della Regione e alle istituzioni locali di intervenire e attivare un tavolo di concertazione, che possa sciogliere il nodo della doppia tassazione per definire una linea di indirizzo che non penalizzi le aziende”.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - Sono terminati i lavori, al km. 8+400 sulla strada Provinciale n. 17 “del Parco Nazionale d’Abruzzo” nel comune di Ortona dei Marsi (Aq), per il risanamento di un movimento franoso causato dal maltempo nel 2015. Poco prima delle festività Pasquali, in occasione della riapertura del ponte sul fiume Giovenco, il Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, promise che entro poco tempo sarebbero iniziati i lavori a fronte del contratto firmato il 12 aprile scorso con la ditta incaricata dell’esecuzione la Di Prospero s.r.l. per un importo complessivo di circa 200.000 euro ed oggi, questi lavori, realizzati in tempi rapidissimi, si sono conclusi. È necessario comprendere – dichiara il Consigliere delegato alla viabilità, Gianluca Alfonsi, che gli impegni assunti da questa amministrazione e condivisi con le municipalità, si realizzano in azioni efficaci e tangibili a beneficio dei territori, fatti concreti che devono sostenere la programmazione economica delle aree interne, evitare l’isolamento e determinare un rilancio reale di questi comuni, già duramente provati dalla crisi economica. 

Dopo la riapertura del ponte sul fiume Giovenco, seguita sin dall’inizio con il consigliere, Alfonsino Scamolla, sulla Strada Provinciale n. 17 “del Parco Nazionale d’Abruzzo” sono stati realizzati e previsti interventi per oltre 1.500.000 euro, come riportato di seguito:

- S.P. 17 “del Parco Nazionale d’Abruzzo” e S.P. 19 “Ultrafucense” – lavori di pavimentazione e messa in sicurezza – importo dei lavori € 600.000 (fondi propri della Provincia);

- S.P. 17 “del Parco Nazionale d’Abruzzo” – lavori di riparazione e adeguamento statico e sismico ponte sul fiume Giovenco – importo  € 800.000 (fondi propri della Provincia);

- S.P. 17 “del Parco Nazionale d’Abruzzo” – lavori di riqualificazione generale e messa in sicurezza dei guard rail in tratti alterni – importo  € 300.000 (D.M. 49 programmazione 2020);

- S.P. 17 “del Parco Nazionale d’Abruzzo” – Comune di Ortona Dei Marsi - lavori di messa in sicurezza del movimento franoso al km. 8+400 – importo  € 200.000 (lavori terminati);

Esprime compiacimento il Presidente della Provincia dell’Aquila, Angelo Caruso, che ringrazia tutto il settore della viabilità per il grande lavoro svolto negli ultimi mesi con la collaborazione del Presidente della commissione viabilità, Gianluca Alfonsi, l’ex vice Presidente della Provincia, Alberto Lamorgese e i consiglieri Alfonsino Scamollae Roberto Giovagnorio.

Pubblicato in Politica

ROMA – Sono molto orgogliosa dell’evento che si è svolto nella giornata di ieri a L’Aquila. La città è stata protagonista della tappa abruzzese dell’evento #OggiProtagonistiTour, un viaggio itinerante organizzato dall’Agenzia Nazionale per i Giovani e dal Dipartimento per le Pari Opportunità allo scopo di creare un’occasione di dialogo tra istituzioni e mondo dell’attivismo giovanile.

A susseguirsi negli interventi, nello scenario del Parco del Castello cinquecentesco, tanti giovani, espressione delle varie forme di associazionismo operanti nel territorio aquilano. Dalle organizzazioni di respiro nazionale ed europeo, come la Consulta Giovanile e i Corpi europei di Solidarietà, ai rappresentanti di svariate realtà locali attive nel volontariato e nell’attivismo sociale e politico; i ragazzi hanno avuto modo di far sentire la loro voce, di conoscersi, di creare nuove reti ma anche e soprattutto di conoscere e valorizzare le opportunità che le istituzioni stesse possono loro offrire.

Sono ora in valutazione i progetti che hanno partecipato al bando “Fermenti”, con cui il Governo ha messo a disposizione 20 milioni per la realizzazione di progetti innovati ed inclusivi, ma sono tante altre le idee che abbiamo in mente per permettere ai ragazzi di realizzare i loro sogni. Il tour, che toccherà tante città italiane, è stato pensato e attuato grazie al lavoro della Presidenza del Consiglio e del Sottosegretario Vincenzo Spadafora, ed è una concreta testimonianza della grande attenzione che il MoVimento 5 Stelle nutre nei confronti dei giovani. Non abbiamo bisogno di (falsi) “eroi” per salvare questo Paese, abbiamo solo bisogno di loro e di tutto il loro impegno.

Queste sono le parole dell’on.le Valentina Corneli.

Pubblicato in Politica
Lunedì, 01 Luglio 2019 10:11

La settimana politica all’Emiciclo

L’AQUILA - La settimana politica all’Emiciclo del Consiglio regionale dell’Abruzzo si apre con i lavori della Commissione per le Politiche europee convocata per domani, martedì 2 luglio, alle ore 10.

Sono due i provvedimenti all’ordine del giorno: uno riguarda il conferimento alle Asl di funzioni amministrative in materia di organizzazione del servizio farmaceutico ed in materia di indennizzi a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile, a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati; l’altro, le norme per il sostegno economico alle micro e piccole imprese commerciali ed artigiane operanti nel territorio della Regione Abruzzo interessato dai cantieri per la realizzazione di opere pubbliche.

Alle ore 12, nella Sala “Ignazio Silone”, si riunirà la Conferenza dei Capigruppo che esaminerà l’ordine del giorno della prossima seduta del Consiglio regionale. Sempre martedì 2 luglio, alle 15, è in programma la seduta della Commissione Sanità nel corso della quale sono previste le seguenti audizioni: Laura Coppola (Direttore Amministrativo - RUP procedurale ASL 1 Abruzzo) e Donato Tacconella (Responsabile A.D.I. ASL 1 Abruzzo)  per la situazione A.D.I.; il presidente dell’Associazione Antigone onlus - sezione Abruzzo sulle problematiche emergenti relativamente alle condizioni detentive nelle carceri abruzzesi, con particolare riferimento a profili sanitari e alla proposta di iniziative in collaborazione con i Comuni per l’incentivo all’impiego lavorativo dei detenuti.

All’ordine del giorno anche le seguenti risoluzioni: “risoluzione per la salvaguardia del Presidio ospedaliero di Ortona (CH)”; “Risoluzione in merito al potenziamento del servizio di 118 a Lanciano”; “risoluzione in merito alla difesa del Punto nascita di Sulmona”; “risoluzione in merito all’uscita dal Piano di rientro, Programma operativo 2019/2021, Rete ospedaliera e Rete Territoriale”; “risoluzione per la salvaguardia del Punto Nascita dell’Ospedale SS. Annunziata di Sulmona”;  in relazione a questi punti è prevista l’audizione dell’assessore alla Sanità Nicoletta Verì. Per mercoledì 3 luglio, alle ore 10, è convocata, in seduta straordinaria, la Commissione di Vigilanza che affronterà i seguenti argomenti: le ultime deliberazioni assunte dal Commissario del Consorzio Bonifica sud con le audizioni di Emanuele Imprudente (Assessore regionale alle Politiche agricole) e Franco Amicone (Commissario del Consorzio); il Registro tumori dell’Azienda Sanitaria regionale, con il resoconto del 2017 e 2018 e lo stato della programmazione per il 2019, per il quale sono stati convocati Alfonso Mascitelli (Direttore ASR) e Lamberto Manzoli (Responsabile scientifico del Registro Tumori ASR). 

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo