http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Luglio 2019 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - Leonardo Puca, l’atleta aquilano tesserato per L’Atletica L’Aquila, convocato nella nazionale italiana under 20 che sta partecipando ai Campionati Europei a Boras in Svezia, ieri pomeriggio ha affrontato la semifinale dei 400 m. ad ostacoli, classificandosi secondo in una delle due semifinali con il suo nuovo personale di 51”67 tempo che migliora il 52”15 (già personale) ottenuto venerdì in batteria, dove era giunto secondo, limandolo così di altri 48 centesimi (60 centesimi in tutto).

Con questo piazzamento, si classifica direttamente alla finale di domani. Passavano il turno i primi tre classificati di ogni batteria e i due migliori tempi. Leonardo ha corso con una tattica molto intelligente che gli ha permesso di controllare sia la corsa e sia la ritmica tra gli ostacoli, rimanendo coperto nei primi trecento metri, senza scomporsi e presentandosi sesto sul rettilineo finale. Non si è fatto irretire dal ritmo veloce dei suoi avversari, rimontando prima dell’ultimo ostacolo al quarto posto, passando dopo terzo, posizione che ha tenuto fino all’arrivo, riuscendo sul traguardo ad infilare anche lo slovacco Matej Balauch terzo con 51”67. Primo il britannico Seamus Derbishire con 51”30.

Con questo piazzamento Leonardo si presenta alla finale di oggi ad otto partecipanti, con il quinto tempo di accredito, dopo lo svedese, beniamino di casa, Carl Bengtstorm 50”71, il britannico Seamus Derbishire 51”30, l’ungherese Dàniel Huller 51”66 e il serbo Tihomir Djordjevic 51”66.

Tutta L’Aquila e tutta l’Italia domani tiferanno Leonardo Puca incrociando le dita per abbandonarsi al sogno di un posto sul podio d’Europa.

Pubblicato in Sport

L'AQUILA - "Non si può restare indifferenti dinanzi l'allarmante notizia lanciata dalla Uil e che vede moltissimi poliziotti penitenziari di stanza al carcere dell'Aquila rischiare di essere sfrattati dalla caserma presso la quale hanno vissuto anche per più di 20 anni".

A raccogliere l'invito lanciato nei giorni scorsi dal vice segretario generale Uil Pa Polizia Penitenziaria Mauro Nardella è l'onorevole Stefania Pezzopane.

La parlamentare del Pd si dice "molto preoccupata della piega che sta prendendo la delicata questione oggetto, tra l'altro, dell'interessamento del Prefetto. Il rischio che una realtà come quella del penitenziario delle 'Costarelle' possa privarsi di forze utili al mantenimento dell'ordine e della sicurezza in caso di eventuali calamità naturali e/o eventi critici di svariate natura è purtroppo reale", afferma la Pezzopane condividendo le preoccupazioni di Nardella.

"Gli agenti che fino a qualche tempo fa garantivano pressoché 24 ore al giorno la loro presenza,infatti, saranno costretti, così come già sta accadendo visto che circa 20 hanno già fatto le valige e si sono trasferiti nei Map di cui al progetto Case, ad allontanarsi da quel posto ove sono reclusi poco meno di 200 detenuti fra cui al regime speciale del 41bis. Molti altri, inoltre, rischieranno di seguire la stessa strada se non si farà presto qualcosa e con tutto quello che ne potrebbe derivare in fatto di pronto intervento in caso di emergenza", ricorda la Pezzopane.

"Progettare e realizzare subito una nuova caserma è il minimo che si possa fare a lungo tempo. Toccherà pensare cosa inventarsi nel breve e medio periodo", spiega l'onorevole aquilana.

"Diverse potrebbero essere le soluzioni da adottare. Tra esse la riattivazione, come suggerito da Nardella, del vecchio complesso, ora in disuso, riservato ai detenuti semiliberi. Altra possibilità ricettiva, sempre seguendo l'idea partorita dal dirigente della Uil, potrebbe essere offerta dalla sdemanalizzazione degli alloggi all'uopo destinati a famiglie degli operatori penitenziari e relativa trasformazione in alloggi collettivi attraverso, ovviamente, opportune ristrutturazioni", suggerisce la Pezzopane.

"In ultima analisi non sarebbe male intervenire implementando Map direttamente all'interno del perimetro carcerario. Tutti bisognerà che si impegnino immediatamente. Personalmente lo farò invitando tutti gli attori competenti, ivi compreso il Ministro della Giustizia ed al quale presenterò a breve una dettagliata interrogazione, a rendersi partecipi della situazione affinché uno dei penitenziari più importanti d'Italia non corra il rischio di perdere pezzi per strada e con essi il prestigio che l'ha sempre contraddistinto", conclude la parlamentare.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Mercoledì 24 luglio, alle ore 17.00, Sharky Art Gallery è lieta di presentare “A sbalzo per L’Aquila”, personale di Mario Cavallo.

Il titolo della mostra è evocativo di una serie di opere dell’artista, volte a raffigurare L’Aquila non solo dal punto di vista pittorico ma anche tramite lavorazioni a “sbalzo” d’argento. Una città antica che i più giovani non possono ricordare, ma che attraverso queste lavorazioni potranno immaginare e rivivere in maniera assolutamente atipica.

Una mostra su L’Aquila, luogo a cui Mario Cavallo è fortemente legato pur non essendo la sua città natale, ma che ha vissuto appieno sin dall’apertura del suo primo negozio di oreficeria in piazzetta Regina Margherita, diventato un’istituzione in città e ritratto in numerose opere.

Oltre alle vedute a sbalzo d’argento la mostra indagherà il percorso artistico pittorico di Mario Cavallo, dalle prime figurazioni di stampo più classico e dai colori tenui, per arrivare all’ultima produzione molto più naif e fantasiosa. Una figurazione di stampo più ingenuo, il cui tema predominante è la rappresentazione quotidiana, quasi in chiave favolistica, caratterizzata dai colori accesi e luminosi e dalle piccole figure che animano gli spazi come attori in scene teatrali.

Scene con i tradizionali costumi abruzzesi alla Fontana delle 99 cannelle, quadro armonioso e solare, ma anche in rappresentazioni più attuali e forse più drammatiche come il “Corteo della Perdonanza”, in cui il visitatore è invitato a riconoscere i partecipanti attraverso una sorta di “indovina chi?”; volti noti e meno noti della città, ritratti di momenti che l’artista voleva lasciare impressi nella memoria secondo una sua personale visione.

Una mostra diversa rispetto alle performance e esposizioni di arte contemporanea che la galleria è solita ospitare, per dare anche una visione a 360 gradi dell’arte della città nel decennale del sisma.

Pubblicato in Arte e Cultura

L'AQUILA - Nona uscita della campagna ecologica dell'associazione Ju Parchetto Con Noi, "Eco L'Aquila per una rinascita più pulita".

"8 mesi dopo il primo intervento di pulizia qui - si legge in una nota dell'associazione -, siamo purtroppo dovuti tornare stamattina a Pettino presso il parcheggio antistante la Galleria Vinci (zona Movieplex).

Noi il nostro piccolo continuiamo a farlo, con la speranza che sia di buon auspicio per chi compie azioni sbagliate nei confronti della città.

Ringraziamo l'assessorato all'ambiente e l'Asm spa che si occuperà dello smaltimento dei rifiuti".

"Grazie - termina la nota - alle associazioni che ci sono venute ad aiutare oggi: gruppo locale GreenPeace, Il Coraggio di un sorriso, gruppo BarBrothersAq, pro loco Sabinum".

Pubblicato in Varie
Domenica, 21 Luglio 2019 17:06

Storicampus: apertura con Giobbe Covatta

L'AQUILA - Un successo di pubblico e gradimento la prima giornata di Storicampus, cominciata da Montereale.

La settimana dedicata alle storie dei comuni della Valle dell'Aterno è partita con i ragazzi del corso di narrazione alla scoperta dei luoghi. Gli studenti hanno visitato la fattoria della famiglia Novelli, un esempio di cooperazione e reazione costruttiva al terremoto. Poi a Montereale tra le strade del paese a raccogliere storie e suggestioni guidati dall'attore e sceneggiatore Fabio Morici.

Alcuni dei sindaci dei paesi partecipanti al progetto (Scoppito, Montereale, Tornimparte, Capitignano, Barete, Cagnano Amiterno, Campotosto, Pizzoli) hanno accolto l'arrivo di Giobbe Covatta. L'artista è stato poi intervistato dal giornalista David Ducyinski. In un'atmosfera colloquiale Giobbe ha parlato con la popolazione gli studenti del Campus con riflessioni sulla sua carriera, le relazioni tra le persone, le campagne di solidarietà in Africa, a sua attività politica e i cambiamenti climatici.

Nello spettacolo serale dal titolo "6 gradi", infatti, il comico ha raccontato di un futuro ipotetico in cui la terra ha subito un cambiamento climatico con l'innalzamento della temperatura di 6 gradi, con l'azzeramento ella popolazione come conseguenza. Spunti di riflessione, ma anche tanto divertimento per la piazza di Montereale stracolma.

La giornata è terminata a suon di organetto e con lo spettacolare ballo della pupazza.

Storicampus nella giornata di oggi è alla scoperta delle meraviglie del paese e del lago di Campotosto.

La carovana dei raccontastorie si sposterà a Pizzoli: lunedì 22 luglio in piazza Municipio alle 17,00 LaboLibro, laboratori narrativi per bimbi; alle 18,30 viaggio alla scoperta di Ivan Graziani, spettacolo musicale con Paolo Talanca; 21,30 I cantautori italiani "Concerto di Una notte in Italia".

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - "Come Flc Cgil, Uds, Link, Mgs e Sip apprendiamo con piacere che la vicenda del Convitto nazionale Cotugno, per la quale siamo intervenuti con successo con azioni e proposte strutturate e condivise, può essere risolta con l’impegno da parte degli uffici scolastici che, grazie anche alle nostre sollecitazioni e alle due richieste formali della Flc Cgil provinciale e regionale, stanno attualmente, positivamente studiando soluzioni che portino non tanto alla deroga sulle iscrizioni, ma al superamento della sua necessità. Le iniziative strutturali a cui stanno pensando gli uffici scolastici - si legge in una nota - sono perfettamente in linea con quanto chiedevamo, sono iniziative che superano l’idea della soluzione interventista e vanno nella direzione della ricerca di soluzioni a lungo termine, attraverso il coinvolgimento di agenti interessati presenti sul territorio".

"Apprendiamo, infatti, che si stanno coinvolgendo le società sportive, da sempre bacino di utenza per il Convitto Cotugno; che si sta pensando all’istituzione di borse di studio e che, come avevamo proposto nell’assemblea cittadina del 28 giugno scorso, non si esclude la possibilità di verificare l’ingresso al semi-convitto dei minori non accompagnati. Inoltre, l’Usr ha derogato sul termine ultimo delle iscrizioni al Convitto Cotugno prorogando la data al 31 luglio 2019 con la certezza che questo, insieme ai fondi messi a disposizione dal Miur e alle iniziative di cui sopra porterà a raggiungere il numero minimo di iscrizioni previsto. Ancora, l’Usr - prosegue la nota - si è impegnato alla riapertura del contratto integrativo regionale sulle assegnazioni ed utilizzazioni del personale, qualora dovessero verificarsi degli esuberi nel personale Ata. Ricordiamo che l’organico del personale Ata del Convitto Cotugno era già confermato al momento in cui lo stesso Usr aveva decretato l’impossibilità di garantire l’organico del personale educativo che scadeva, invece, il 21 giugno, data che ha segnato la chiusura in organico di diritto del Convitto Cotugno".

"Come Flc Cgil, Uds, Link, Mgs E Sip, coordinamento nato dalla volontà di trovare soluzioni integrate e politiche su un diverso progetto di città - si legge ancora -, riteniamo tutto ciò una vittoria per la città e per chi ci lavora. Sappiamo che è una soluzione momentanea, ma mette in condizione di lavorare e di perseguire soluzioni strutturali e di valore Ribadiamo, infatti, che la vicenda del Convitto Nazionale non è fine a se stessa, ma racchiude tutte le problematiche mai affrontate del nostro territorio. Ribadiamo la necessità dell’apertura di tavoli di discussione e confronto e, per questo, diamo la nostra piena disponibilità. Come abbiamo già avuto modo di affermare, viviamo in una città dove le studentesse e gli studenti hanno difficoltà a muoversi a causa di una rete di trasporti pubblici carente e frammentaria; dove gli studenti e le studentesse fuori sede, non hanno assistenza sanitaria, dove non esistono strutture recettive adeguate, dove continua ad esistere un mercato, poco trasparente e senza controllo degli affitti; dove i ragazzi e le ragazze non sanno dove incontrarsi; dove i lavoratori e le lavoratrici della scuola sono sempre di meno. In Abruzzo la legge regionale sul diritto allo studio è ferma al 1978 e uno studente su quattro abbandona il proprio percorso di studio".

"A distanza di dieci anni dal sisma non è mai partita la ricostruzione dell’edilizia scolastica, i più fortunati sono nei Musp e le uniche scuole tornate nelle sedi originali sono scuole private. Ci chiediamo perché una famiglia dovrebbe scegliere di far studiare il figlio o la figlia all’Aquila. Ci chiediamo cosa sia ancora in grado di offrire questa città. Tutto il nostro territorio ha bisogno di una volontà politica forte, di interventi strutturati ed organici, di vedere l’inizio di processi ad ampio raggio che riportino nella cittadinanza il desiderio e l’opportunità di poter scegliere di restare. Apprendiamo del tardivo interesse della politica di maggioranza ed abbiamo letto le dichiarazioni del nostro primo cittadino. Restiamo dell’idea - termina la nota del coordinamento - che interventi risolutori, affidati ai favori del politico di turno non si coniughino con la necessità di una progettualità a lungo termine, partecipata e condivisa. Quello che merita la nostra città dobbiamo perseguirlo per diritto e non per favore. Noi ci siamo".

Pubblicato in Varie

L’AQUILA - Un 31enne di Antrodoco, F. S. e una giovane aquilana di 23 anni, C. M., sono stati coinvolti in un incidente stradale su Monte Cinno, nei pressi di Antrodoco (RI), e per lei purtroppo non c’è stato nulla da fare.

In particolare nella serata di ieri, per cause ancora da chiarire, a bordo di un fuoristrada Toyota si sono ribaltati mentre percorrevano un sentiero sterrato.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco dell'Aquila, che hanno immediatamente estratto da sotto l'abitacolo il corpo della ragazza e, in collaborazione con i sanitari di Posta (RI) e di Rieti, hanno tentato invano di rianimarla.

F. S. è stato invece trasportato e ricoverato presso l'ospedale San Salvatore di L'Aquila.

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della locale stazione di Antrodoco, personale del soccorso alpino e i vigili del fuoco di Posta.

Pubblicato in Cronaca

CASTEL DEL MONTE (AQ) - La scelta di tornare quest’anno al percorso unico di 97 chilometri non ha premiato la partecipazione alla 12esima ‘Granfondo Alte cime d’Abruzzo’. Nonostante tutto, quella di domenica 7 luglio è stata una giornata di festa e di divertimento, anche di fatica considerando il percorso di quasi cento km su dislivello di 1.600 metri affrontato dagli atleti. La Polisportiva di Castel del Monte ringrazia tutti i partecipanti che hanno messo alla prova la loro forza e preparazione atletica in una delle gare più dure d’Abruzzo e d’Italia, in cui ha trionfato Nicolò Di Gaetano del Team Go Fast.

Un ringraziamento speciale da parte degli organizzatori va alle associazioni sportive aquilane e abruzzesi che come ogni anno hanno appoggiato l’evento con la loro partecipazione numerosa. Importante per l’ottima riuscita generale della giornata di sport e cultura, con le visite guidate nel centro storico di Castel del Monte, è stata la collaborazione dell’amministrazione comunale e del sindaco Luciano Mucciante; prezioso anche l’aiuto fornito dai tanti volontari, dalla protezione civile locale, dagli Alpini di Castel del Monte e dalle forze dell’ordine. Tutti hanno reso possibile lo svolgimento della manifestazione in sicurezza e nello spirito dell’amicizia che da sempre la contraddistingue.

Siamo già a lavoro per pensare alla prossima edizione, l’impegno è sicuramente di migliorare ogni aspetto della manifestazione, ormai consolidata non soltanto a livello locale, ma riconosciuta nel circuito generale delle granfondo d’Italia: siamo infatti parte del circuito 'Centro d'Italia' e del campionato Acsi - spiega Luca Tuccella della Polisportiva Castel del Monte -. L’analisi delle criticità ripartirà non solo dagli aspetti logistici e organizzativi, ma anche dal totale dei partecipanti, che quest’anno di è abbassato rispetto alla medie degli anni precedenti: sicuramente a incidere sull’adesione alla granfondo di Castel del Monte è stata la scelta di tornare al percorso unico di 97 km, che potrebbe aver scoraggiato molti a partecipare. Un percorso infatti impegnativo, che richiedeva la giusta preparazione. Stiamo valutando dunque la possibilità di tornare a due percorsi di gara, uno lungo e l’altro medio (oltre al percorso cicloturistico) alla portata di un numero più variegato di atleti”.

 

Pubblicato in Sport

SULMONA (AQ) - Nominato il direttore del pronto soccorso, assunti 3 dirigenti medici (assegnati a chirurgia generale, ematologia e ostetricia-ginecologia), avviate procedure (in corso) per l’assunzione di altri 5 medici e, infine, programmata la stabilizzazione per altri 10.

Questo, in cifre, l’impegno della direzione Asl, profuso negli ultimi 5 mesi, per potenziare i ranghi del personale dell’ospedale di Sulmona.

I 5 medici, che verranno assunti a conclusione dell’iter in corso, saranno assegnati a chirurgia generale (2, a tempo determinato) e al pronto soccorso (3, a tempo indeterminato, legate però all’accettazione degli interessati). A questo lotto di future assunzioni va aggiunta quella, da portare a termine nell’anno in corso, di un medico per oculistica.

Il piano messo a punto dalla Asl riguarda anche la stabilizzazione di 10 medici, che già lavorano in azienda, il cui contratto sarà convertito da tempo determinato a indeterminato.Questa operazione, già messa in cantiere dalla direzione Asl, interesserà 6 medici di anestesia e rianimazione, e uno ciascuno per oculistica, oncologia, diabetologia e pediatria.

Nell’ambito delle molteplici iniziative attuate per rimpiazzare o potenziare il personale va anche citato un avviso pubblico bandito (senza esito) per 2 radiologi.

L’azione di rafforzamento del personale del presidio peligno non si esaurirà con questo nutrito ‘pacchetto’ di assunzioni poiché contempla immissioni in organico di altri 6 medici, già programmate nell’ambito del piano triennale di fabbisogno del personale 2019-2021.

In tali assunzioni, tutte a tempo indeterminato, rientrano medicina interna (2), neurologia (1), lungodegenza (2), radiodiagnostica (1).

“L’ospedale di Sulmona”, dichiara il direttore generale facente funzione della Asl, Simonetta Santini, “riveste un ruolo importante per un ampio territorio e il nostro impegno è potenziare l’organico a dispetto delle innumerevoli difficoltà legate al reclutamento degli specialisti che accettano con estrema riluttanza”.

La direzione Asl procede su un doppio binario, cercando misure immediate per le situazioni più urgenti e, al contempo, lavorando per adottare, a medio termine, soluzioni sul personale all’insegna della stabilità.

Pubblicato in Cronaca

ANCONA - Un giovane di 16 anni viaggiava a bordo di un treno regionale proveniente da Pescara e diretto a Roma sprovvisto di biglietto.

Intervenuta la Polizia Ferroviaria di Avezzano, a seguito di accertamenti rilevava che si era arbitrariamente allontanamento da una comunità abruzzese presso la quale era stato collocato dal Tribunale per i minorenni di Torino.

La competente autorità giudiziaria immediatamente informata dagli agenti circa l’avvenuto rintraccio del minore, disponeva l’applicazione della custodia cautelare in carcere. Il ragazzo, pertanto, veniva accompagnato presso il carcere minorile di Roma.

 

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 42

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
24 Agosto 2016 16:34:20

L'Aquila: Perdonanza, annullati tutti gli eventi in segno di lutto. Resta forma ridotta del Corteo Storico e apertura Porta Santa

in Cronaca
L'AQUILA: - La giunta comunale, anche sulla scorta del parere della Conferenza dei…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us