http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Maggio 2019 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - Domenica 2 giugno, in occasione del 73esimo anniversario della Proclamazione della Repubblica, è stato predisposto il seguente programma per celebrare la ricorrenza.

Alle ore 10.30, alla Villa Comunale, si terrà la cerimonia dell’Alzabandiera, con l’esecuzione dell’Inno nazionale. A seguire verrà reso l’Onore ai Caduti, con la deposizione di una corona al monumento che ne commemora il sacrificio, sottolineato dall’esecuzione del Silenzio. Si darà quindi lettura dei messaggi del presidente della Repubblica e del Ministro della Difesa, preceduti da una riflessione sul significato della ricorrenza da parte di uno studente. Sarà poi letta la preghiera per i Caduti. La cerimonia si concluderà con la consegna delle medaglie d’onore, conferite a deportati e internati nei lager nazisti, e delle onorificenze dell’ordine al merito della Repubblica italiana.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Prenderanno il via l’1 giugno i tirocini di “L’Aquila Include”, il progetto che vede il Comune dell’Aquila, finanziato con il Fondo sociale europeo, che ha lo scopo di ridurre il numero delle famiglie a rischio povertà, esclusione sociale e in condizioni di fragilità. Dopo il bando scaduto lo scorso autunno, le selezioni effettuate da un’apposita commissione e i successivi corsi di formazione professionale e motivazionali, 118 persone saranno avviate a tirocini formativi in aziende, studi professionali, associazioni e così via, allo scopo di favorire un loro inserimento o reinserimento nel mondo del lavoro.

In seguito alla convenzione firmata stamani dal sindaco Pierluigi Biondi, sabato partirà dunque il primo blocco dei tirocini. A seguire, nelle prossime settimane, saranno avviate lungo lo stesso percorso altre persone, a scadenza pressoché fissa, fino all’inserimento di tutti gli aventi diritto selezionati, che, per i sei mesi di tirocinio, percepiranno un emolumento di 600 euro al mese per 80 ore di attività mensili.

“In una città e in un territorio alle prese con croniche difficoltà occupazionali - ha affermato il Sindaco Biondi - questo progetto rappresenta una boccata d’ossigeno. Il Comune dell’Aquila è riuscito a ottenere un finanziamento di 650mila euro e, quale capofila di questa iniziativa, si è assunto l’onere di fornire un contributo per fronteggiare questa grande piaga che è la disoccupazione. Lo fa non con i vecchi criteri assistenzialisti, che non hanno sortito alcun effetto: l’emolumento concesso ai tirocinanti non è il focus principale del progetto, che è invece mirato a far entrare o rientrare queste persone nel mondo del lavoro. Non a caso, il punto di forza è stato rappresentato dal confronto tra le inclinazioni degli utenti e le ‘mission’ delle aziende coinvolte, per individuare la collocazione che dia le più alte possibilità di prosecuzione del rapporto oltre l'orizzonte di progetto”.

“Siamo giunti alle fasi conclusive di un percorso lungo e complesso - hanno aggiunto gli assessori alle Politiche europee e alle Politiche sociali, Carla Mannetti e Francesco Bignotti - un inter durato quasi un anno, che ha premiato un lavoro certosino da parte degli uffici comunali di riferimento, che vanno ringraziati per il proficuo impegno. Abbiamo dovuto prima di tutto rendere credibile la nostra iniziativa per ottenere il finanziamento Ue, poi sono stati emessi i bandi per la selezione tanto per gli aspiranti tirocinanti (ne erano previsti 107, siamo riusciti poi ad ampliare la platea dei beneficiari, portandoli a 118) quanto per le aziende ospitanti (circa 180); uffici e partner sono stati chiamati a un’opera accorta e approfondita per le selezioni, cui hanno fatto seguito i corsi di formazione, professionalizzanti e motivazionali, e ora stiamo raccogliendo i risultati”.

I partner del Comune di “L’Aquila Include” sono il Centro Servizio per il Volontariato e le società Politecnica e Randstad.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - La prima Commissione consiliare, Programmazione e Bilancio del Comune dell'Aquila, presieduta dal consigliere Luigi Di Luzio, è convocata per lunedì 3 giugno, alle ore 10.30, nella sala “Eude Cicerone” della sede comunale di Villa Gioia.

L'ordine del giorno della seduta prevede la discussione su: "informativa situazione precari".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Ci siamo! Il concorso enologico nazionale Premio Qualità Italia 2019 entra nel vivo con l’approssimarsi della scadenza delle iscrizioni e delle giornate di degustazione.

Il concorso, giunto alla quinta edizione, si presenta rinnovato e con alte aspettative per la partecipazione e la qualità dei vini iscritti.

Quest’anno i vincitori del concorso voleranno con Alitalia in tutto il mondo grazie alla pubblicazione dei risultati del Premio sulla rivista Ulisse, distribuita su tutti gli aerei della compagnia nazionale nel mese di agosto, periodo con il maggior numero di presenze nel corso dell’anno.

Il fatto che un magazine così prestigioso ed importante come Ulisse pubblicherà i risultati del concorso dando una visibilità Internazionale a tutti i vini vincitori, è - dice il direttore della scuola Leonardo Mauro Pallini un vanto ed un risultato prestigioso a conferma della validità e dell’importanza del Premio Qualità Italia, ambito quest’anno da un numero ancor più numeroso di partecipanti. La rivista, infatti, viene letta da circa 2 milioni di passeggeri al mese, dei quali 76% italiani e 24% stranieri”.

Altra novità è la possibilità, per tutti i vini che parteciperanno al concorso, di poter essere degustati durante la tre giorni di “Mediterranea”, manifestazione di grande interesse con la presenza di migliaia di visitatori.

La scadenza delle iscrizioni è fissata per il 21 giugno 2019, le degustazioni dei tecnici si terranno dal 26 al 29 giugno e la cerimonia di premiazione il 10 luglio.

Anche per il 2019 il concorso ha ottenuto l’autorizzazione del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo giusto DG PQAI 04 - Prot. n. 0013023 del 25/02/19.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Giovedì 6 giugno, alle ore 10,30 presso la sala consiglio del rettorato dell’Università, Palazzo Camponeschi, piazza Santa Margherita a L’Aquila, sarà inaugurata l’installazione delle fibre multi-core, prima installazione al mondo di sistemi in grado di offrire una capacità di trasmissione dati ad altissima velocità. La richiesta crescente di connettività a larga banda sta sempre più saturando la capacità della rete di trasporto in fibra ottica su cui essenzialmente si basa la rete mondiale di telecomunicazioni. Si stima, infatti, che il traffico dati cresca, ogni anno, tra il 30% ed il 50%. Le soluzioni finora attuate per adeguare la rete alle mutate esigenze sono solo risposte di emergenza. Sono invece necessari interventi risolutivi con tecniche di trasmissione più efficienti e con l’impiego di fibre ottiche innovative, per scongiurare una crisi assoluta del sistema.

Nell'abito del progetto Incipict (Innovating City Planning through Information & Communications Technologies, http://incipict.univaq.it/), l'Università dell'Aquila ha siglato un accordo di collaborazione con il colosso giapponese Sumitomo per la realizzazione e l'istallazione di fibre prototipali di cui Sumitomo è tra i pochissimi produttori al mondo. Queste fibre, denominate "multi-core" superano di gran lunga le fibre presenti sul mercato in termini capacità di trasmissione dati utilizzando una tecnica nota come multiplazione spaziale, che è stata al centro di tutte le maggiori conferenze mondiali sulle comunicazioni in fibra ottica da dieci anni a questa parte.

L’Aquila avrà la prima installazione mondiale di fibre per multiplazione spaziale e sarà al centro dell’attenzione della comunità scientifica nazionale ed internazionale; un laboratorio unico nel suo genere, dove sarà possibile sperimentare nuove tecnologie trasmissive su fibre realmente installate, piuttosto che nell'ambiente conservativo di un laboratorio tradizionale. Venerdì 7 giugno 2019 si terrà dalle ore 09,00 presso Palazzo Fibbioni un workshop internazionale sul tema della multiplazione spaziale in cui per la prima volta gli scienziati partecipanti avranno la possibilità di visitare una istallazione di fibre per multiplazione spaziale in un ambiente urbano. Interverranno relatori provenienti dalle principali istituzioni mondiali di ricerca e sviluppo accademiche ed industriali.

Palazzo Camponeschi sarà sede del laboratorio di Ottica e Fotonica dell’Università dell’Aquila, in fase di allestimento, da cui si accederà alle fibre. Il laboratorio sarà equipaggiato con alcuni dei più recenti apparati di trasmissioni ottiche, così da rendere possibili attività sperimentali di frontiera, in collaborazione con ricercatori di tutto il mondo. Nel mese di aprile 2019 il Miur ha approvato un finanziamento di circa 700.000 euro per il progetto First (Fiber Infrastructure for Research on Space-Division Multiplexed Transmission) coordinato dall'Università dell'Aquila, nell'ambito del quale, insieme ai Politecnici di Milano e Torino, l'Università di Padova e la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, saranno svolti esperimenti di trasmissione nella nuova infrastruttura ottica aquilana: un importante obbiettivo che valorizzerà l’originario progetto di Incipict e traccerà sicuri sviluppi futuri.

L’installazione del cavo di fibre multi-core nel tunnel di sottoservizi, è il risultato di uno straordinario impegno sinergico tra l’Ateneo, il Comune dell’Aquila e la società Gran Sasso Acqua ed è parte di un più ampio progetto in cui saranno installate altre non meno innovative fibre prototipali per multiplazione spaziale. Sarà inoltre realizzata una rete ottica metropolitana che, da un lato, sarà di supporto alle numerose attività di ricerca e sperimentazione di Incipict e dall'altro fornirà connettività a larga banda alle sedi della Pubblica Amministrazione aderenti all'iniziativa.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - “Un risultato in Abruzzo che conferma il trend positivo iniziato con le elezioni politiche dello scorso anno. Un successo che va oltre la media nazionale, ottenuto grazie al lavoro di tutti i dirigenti, gli iscritti e i simpatizzanti che hanno prodotto un risultato che ci rende protagonisti nella costruzione di una regione competitiva e attrattiva”.

Questo il primo commento del Coordinatore regionale di Fratelli d’Italia, Etelwardo Sigismondi, alla luce dei risultati delle amministrative nei Comuni dove si sono rinnovati i Sindaci e i Consigli comunali.

“Un successo sicuramente agevolato dall’ottimo lavoro che il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio sta portando avanti - ha aggiunto Sigismondi - e Fratelli d’Italia puntando su una politica costruttiva e propositiva.

I contenuti programmatici e la credibilità delle nostre liste hanno trovato il consenso di migliaia di cittadini che riconoscono la voglia di lavorare e di impegnarsi concretamente - ha continuato il Coordinatore di FdI. Le elezioni amministrative, che vedevano direttamente impegnati i rappresentanti del territorio, hanno evidenziato addirittura una crescita rispetto all'ottimo risultato delle europee: il risultato su Pescara e Montesilvano ne sono la riprova. Oltre a ringraziare tutti i candidati e i dirigenti che sono stati coinvolti in una impegnativa corsa elettorale, auguro buon lavoro al sindaco di Trasacco, Cesidio Lobene, a quello di Rapino, Rocco Micucci, e al nuovo Primo Cittadino di Città Sant’Angelo, Matteo Perazzetti, che ha saputo conquistare una delle roccaforti abruzzesi del centrosinistra, invitandoli a saper ascoltare le esigenze dei cittadini e offrendo quelle risposte che la politica di Fratelli d’Italia da sempre porta avanti per garantire il miglioramento della vita quotidiana di ciascuno.

Un augurio di buon lavoro anche ai Consiglieri comunali di Pescara, Montesilvano e di tutti quei centri minori dove l’impegno di ogni eletto è un bene prezioso per l’intera comunità”, ha concluso Sigismondi.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - È con rammarico che dobbiamo rimodulare i programmi della manifestazione “2 Giugno 1424 - La Battaglia di Bazzano e le Bone Novelle”, giunta alla nona edizione, a causa dell’instabilità meteo ed un diffuso maltempo. Non monteremo il campo medievale causa fango e possibilità di avere sbalzi elettrici, abbiamo dovuto rinunciare a malincuore alla partecipazione di numerosi gruppi di rievocazione causa le difficoltà cui li avremmo esposti. La rappresentazione della Battaglia in scala non verrà effettuata per motivi di sicurezza, considerate le condizioni poco favorevoli del manto erboso in presenza di piogge e quindi vi sono elevate probabilità di infortuni per i partecipanti ed il pubblico, inoltre, essendo ricoperti di ferro è alta la probabilità di attirare fulmini oltre al fatto che ci arrugginiamo facilmente in queste condizioni. Lo rende noto la Compagnia Rosso d’Aquila.

Tutto ciò anticipato - aggiunge -, abbiamo deciso di non demordere e di mantenere l’aspetto storico-didattico dell’iniziativa, l’aspetto sportivo rievocativo e l’aspetto della memoria identitaria.

Iniziamo venerdì 31 maggio - spiega la Compagnia in dettaglio - dove al Palazzetto dei Nobili faremo l’Open day associativo, allestiremo una mostra con originali e repliche risalenti alla battaglia ed alle 17.15 terremo un convegno “Dialogo sugli ultimi giorni di Braccio da Montone”, tratteremo temi quali: “la Storia cittadina dalla fondazione alla battaglia e la situazione geopolitica dell’epoca e l’importanza strategica di L’Aquila nello scacchiere italiano”, a cura di Andrea Tozzi, uno degli autori del libro “2 Giugno 1424 - La Battaglia di Bazzano”, Presidente dell’associazione culturale di rievocazione storica “Compagnia Rosso d’Aquila”; “La Guerra dell’Aquila e la Battaglia di Bazzano”, a cura del Ten. Col. Pietro Piccirilli storico militare; l’insegnamento della memoria negli istituti scolastici con l’esperienza della Scuola dell’infanzia Colle Capo Croce Direzione Didattica “Silvestro dell’Aquila” intitolata: Alla ricerca delle radici “piccoli cittadini crescono”, a cura delle insegnanti Elisabetta Giannini e Vera Scipione; modera Salvatore Santangelo, professore, giornalista esperto in geopolitica, saggista e membro del comitato promotore Perdonanza Unesco, concludendo con un intervento “Memoria storica quale sfida culturale e turistica nel terzo millennio”.

Per l’aspetto sportivo-rievocativo sabato 1 giugno, presso il cortile del Palazzo Storico Burri-Gatti su corso terremo i tornei: IX torneo di scherma coreografica “Antoniuccio Camponeschi”, VIII torneo di scherma al tocco “Simone dell’Abate”; III memorial “Walter Orsini” di scherma medievale; il livello è interregionale con rappresentanti da Abruzzo, Marche, Lazio e Toscana.

Il giorno di domenica 2 giugno è dedicato alla Memoria: nel pomeriggio, alle 16.30 da Palazzo Fibbioni partirà il corteo cittadino, in rappresentanza della cittadinanza rimasta nelle mura durante la battaglia, quest’anno rappresentato dai Bandierai dei Quattro Quarti-L’Aquila, alla volta di Piazza Duomo; alle ore 16:45 partirà il figurante del Nunzio delle Bone Novelle alla volta della piazza del Duomo, a memoria del ragazzo inviato ad avvisare la cittadinanza della vittoria; infine alle 17.00, da Piazza della Prefettura, partirà il corteo delle milizie, in rappresentanza delle milizie aquilane e collegate (Papato e Regno di Napoli) rientranti esultanti in città.

Ci scusiamo con gli affezionati che volevano portare i bimbi a vedere sia l’accampamento con il suo fascino, che la consueta battaglia del 2 giugno. Non preoccupatevi - anticipano dalla Compagnia -, stiamo lottando contro i giganti del gelo e contro il cambiamento climatico, ma stiamo lavorando ad un grande progetto. Oltre a rievocare annualmente i fasti del 2 giugno, stiamo lavorando ad un progetto a largo respiro per arrivare al 600° della Battaglia, tra soli 5 anni.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Un serio impegno a servizio dei giovani talenti del territorio in collaborazione con i tre Conservatori abruzzesi è ciò che l’Istituzione Sinfonica Abruzzese porta avanti ormai da anni con successo grazie al progetto “Esperienza d’orchestra”. Proprio in questa linea va a collocarsi il concerto dell’Orchestra Sinfonica Abruzzese di Sabato 1 giugno alle 21 a Teramo presso l’Auditorium del Conservatorio “G. Braga” con ingresso gratuito.

Sul podio il M° Simone Genuini, grande amico dell’Isa, bacchetta brillante e di grande sensibilità ed esperienza, direttore stabile della Junior Orchestra di Santa Cecilia, docente del Braga e, di sicuro, uno dei più qualificati formatori di giovani orchestrali a livello internazionale.

Solisti due talenti del Conservatorio “G. Braga” di Teramo: la flautista Lucia Tiberini e il clarinettista Giuseppe Paci. Insieme ai professori d’orchestra dell’Osa si esibiranno altri giovani allievi del Conservatorio Braga che potranno confrontarsi con un repertorio monografico dedicato ai grandi successi di Wolfgang Amadeus Mozart.

Tre opere concepite dal genio salisburghese in momenti molto differenti della sua vita: la prima è l’Andante in do maggiore per flauto e orchestra K. 315 composta a soli 18 anni con lo scopo di valorizzare al massimo il ruolo dello strumento solista tanto da essere considerato una pagina imprescindibile per i migliori flautisti. Risale invece al 1791, ultimo anno di vita di Mozart, il Concerto in la maggiore per clarinetto e orchestra K. 622, tra le ultime composizioni che il compositore fu in grado di completare e nella quale mostra caratteristiche compositive tipiche della sua piena maturità. Concluderà la serata la Sinfonia n. 40 in sol minore K. 550, fra le più alte composizioni di Mozart, composta nel 1788 in un periodo di grandi delusioni. Ritenuta dai musicisti del romanticismo quasi un irraggiungibile ideale di purezza, in tempi a noi più vicini, la critica ne ha sottolineato piuttosto, l'immediatezza espressiva, il languore, il sottile e sotterraneo turbamento che la pervadono, quasi appunto si tratti di un profetico e drammatico annuncio di tempi nuovi, affrontati in prima persona dal compositore e senza reticenze, con tutto il peso ossessivo di tristissime esperienze quotidiane.

Il concerto è parte delle attività dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese a servizio dei giovani talenti, in questo caso del Conservatorio “G. Braga” di Teramo, partner dell’iniziativa, attraverso il progetto “Esperienza d’orchestra” che prevede una serie di proposte volte alla crescita musicale e all'avvio all'esperienza professionale degli studenti più meritevoli i quali, dopo essere selezionati da un’apposita commissione, hanno la possibilità di confrontarsi e di collaborare con una vera orchestra professionale in occasione di veri concerti sinfonici.

Oltre al “G. Braga” di Teramo, l’Isa collabora stabilmente con gli altri due conservatori abruzzesi, “A. Casella” dell’Aquila e “L. D’Annunzio” di Pescara ai quali si è aggiunto, da questo anno accademico, il Conservatorio Statale di Musica "Ottorino Respighi" di Latina.

 

 

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L'AQUILA - "Il 3 giugno alle ore 16, presso l’auditorium della Cgil dell’Aquila, si svolgerà un’iniziativa organizzata dalla Flc Cgil provinciale e dal coordinamento Saltamuri dell’Aquila". Lo annuncia Miriam Anna Del Biondo, segretaria generale Flc Cgil di L'Aquila.

"L’iniziativa - spiega - parte dalla volontà di stabilire sul nostro territorio alleanze e relazioni tra soggetti diversi (sindacato, associazioni, amministrazioni) con l’obiettivo di coniugare i temi dell’accoglienza con quelli delle aree interne del nostro territorio e delle scuole che vi insistono con sempre maggiori difficoltà per inesorabile spopolamento. Nella convinzione che la scuola, soprattutto in questi territori, rappresenti un presidio culturale e sociale; nella convinzione che sia necessario riformulare un modello di sviluppo delle aree interne e che sia altrettanto necessario accogliere e favorire la ricchezza che deriva dalla contaminazione culturale, i soggetti che propongono l’iniziativa ritengono che la scuola, che rischia di scomparire definitivamente dal nostro territorio più interno, possa collaborare a ribaltare il paradigma che vede le aree interne in termini di problema e mai di risorsa. Può farlo aumentando, per esempio, i numeri attraverso un’accoglienza possibile soltanto se sul territorio agisce un sistema integrato di servizi e di impegno politico".

Se ne parla il 3 giugno con rappresentanti nazionali di Saltamuri, Flc Cgil, Cgil, amministratori, dirigenti scolastici, associazioni e testimoni di progetti possibili. La cittadinanza è invitata a partecipare.

 

Pubblicato in Eventi

L’AQUILA – di Nando Giammarini - Dopo la manifestazione di sabato 18 maggio u.s.  a Roma - in piazza Montecitorio organizzata dal coordinamento dei comitati civici che rappresentano i territori terremotati di Lazio, Abruzzo, Marche e Umbria, il famoso cratere del Centro Italia contro il Governo penta leghista assente, che si limita alle passerelle  promette   non mantiene lasciando al proprio destino un  vasto territorio  terremotato -  il prossimo sabato 1° giugno ci sarà un’ulteriore manifestazione  per denunciare  la ricostruzione   inesistente ed  il modello di ricostruzione  imploso su se stesso che deve essere cambiato radicalmente.

Tanto per fare il punto della situazione nel mio paese - Montereale in Alta Valle dell’Aterno - con il 70% di case inagibili in 10 anni ne sono state riparate pochissime. Se fossero state ristrutturate anche solo le “B” quelle con danni lievi,che generalmente di aggirano intorno ai 10mila euro, ci sarebbe stato un notevole risparmio per l’erario, non si sarebbe disgregata un’intera Comunità, in quanto i proprietari di quelle case usufruiscono del CAS (contributo autonoma sistemazione ). Continuando di questo passo si arriverà alla desertificazione di tanti territori che ancora resistono grazie all’amore ed all’attaccamento dei suoi figli che, sebbene vivano fuori, tornano tutti i weekend. Gli unici soggetti che possono invertire questa pessimistica tendenza sono i Sindaci - veri e propri eroi che si fanno carico quotidianamente di mille problemi nell’intento di dare risposte ai propri amministrati - purchè vengano recepite le loro richieste di coinvolgerli quali soggetti  attivi nella ricostruzione e vengano abolite burocrazia, confusione normativa  e lentezze varie che sono la vera rovina. Basti pensare che fino ad agosto 2018  l’Ufficio speciale della ricostruzione per il nuovo cratere che la Regione ha istituito a Teramo  aveva approvato solamente un progetto per tutti i sei Comuni dell’Alta  Valle dell’Aterno.  Essendo cambiato recentemente il direttore  si spera si riescano a smaltire velocemente pratiche che da anni giacciono nella polvere. Tra le richieste inoltrate dai comitati civici  al governo e Parlamento, l'approvazione in tempi strettissimi una serie di misure che potrebbero garantire un più rapido rilancio dei vari territori: un reddito di cratere, sgravi fiscali per le aziende che assumono terremotati nel cratere, la divisione del cratere in fasce di gravità dei danni lo stop allo smantellamento dei servizi pubblici e al loro ridimensionamento nei comuni colpiti dal sisma, una zona franca a sostegno delle piccole attività imprenditoriali, il potenziamento del supporto psicologico per le persone ed i bambini in difficoltà.  Per quel che concerne gli sgravi fiscali la vedo dura poiché proprio ieri la Commissione Finanze del Senato ha bocciato l’emendamento su proroga e restituzione tasse sospese per il  terremoto  del 2009  all’Aquila.

Per mantenere alto il livello di guardia sabato 1 giugno altra manifestazione   per chiedere a tutte le  Istituzioni   un cambio di passo rapido e decisivo, che faccia finalmente  decollare  la ricostruzione, anche del tessuto sociale,  e restituisca fiducia e speranza a tanta povera gente costretta a vivere lontana dalla  propria  terra.  La manifestazione, dicono gli organizzatori, avrà due momenti: il primo sarà un sit-in di protesta nei luoghi del cratere indicati, dove convergeranno le persone provenienti dai comuni delle 4 regioni coinvolte, ognuno nel sito più vicino a loro. Successivamente tutte le auto, i furgoni, i camper, e ogni altro mezzo di trasporto usato dai manifestanti, porterà attaccato un manifesto con le scritte che riterrà opportuno. Il messaggio che si intende far passare sarà semplice e sintetico "VOGLIAMO LA RICOSTRUZIONE” anche se  ognuno può scrivere liberamente  ciò che più ritiene più giusto ed opportuno; nei luoghi di  ritrovo  ci saranno comunque dei manifesti da poter esporre  sulle auto. Ovviamente tutti sono tenuti al rispetto delle norme di sicurezza stradale  prestando la massima attenzione affinchè non venga violato il codice della strada. Augurando il pieno successo alla manifestazione, speriamo sia un grande serpentone motoveicoli che circonderà simbolicamente la capitale. Forza gente terremota del Centro Italia tutti siamo idealmente con voi.

Pubblicato in Cronaca

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo