http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Marzo 2019 - Radio L'Aquila 1

TORNIMPARTE (AQ) - Con una riunione molto partecipata tenutasi nella sala consiliare “G. Irace” di Tornimparte la Consulta giovanile di Tornimparte, organo consultivo dell’amministrazione comunale a cui possono iscriversi i giovani tra i 16 ed i 30 anni, ha rinnovato il suo Consiglio direttivo.

Mario Fischione è stato eletto Presidente della Consulta e con lui sono risultati eletti nel Consiglio direttivo anche Marzia Compagni e Dino Catena.

L’Assemblea ha, inoltre, delegato al sociale Livia Feliciangeli ed Enrico Rosati alla Cultura.

Dalla sua istituzione, nel 2016, la Consulta giovanile di Tornimparte ha proposto progetti, promosso attività ed organizzato eventi che non si sono limitati solo alle fasce più giovani della popolazione, risultando valido interlocutore dell’amministrazione comunale. La consulta giovanile di Tornimparte partecipa, inoltre, al coordinamento delle Consulte giovanili abruzzesi, a dimostrazione della volontà di Tornimparte di allargare la rete di interlocuzione e collaborazione con gli organismi regionali.

"L’amministrazione comunale - si legge in una nota del sindaco di Tornimparte Giacomo Carnicelli - ringrazia la Presidente uscente Martina Gigante, il consiglio direttivo e tutti i giovani che in questi anni hanno partecipato con convinzione e, confermando la volontà di continuare nel percorso di collaborazione, esprime un caloroso augurio di buon lavoro al Presidente eletto ed a tutti i membri della consulta.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Mano alle lancette nel prossimo fine settimana. Nella notte tra sabato 30 e domenica 31 marzo torna l'ora legale: gli italiani dovranno spostare come di consueto l'orario in avanti di un'ora, passando direttamente dalle 2:00 alle ore 3:00. La convenzione, adottata per sfruttare meglio l'irradiazione del sole durante il periodo estivo, durerà fino a domenica 27 ottobre.

Adottata per la prima volta in Italia durante la prima guerra mondiale,nel 1916, l'ora legale permette di risparmiare ogni anno un centinaio di milioni di euro sulla bolletta energetica.

Ma, nonostante sia comunemente utilizzata da decenni in gran parte dell'Occidente, non tutti i Paesi sono oggi d'accordo nel mantenerla. In Russia è stata abbandonata nel 2014, mentre in Europa è stata (e probabilmente sarà ancora) motivo di scontro tra fronte del Nord, capitanato dalla Finlandia ma supportato anche da Austria e Germania, e fronte del Sud.

I Paesi del Nord, nei mesi estivi abbondantemente ricchi di sole fino a tarda ora, ne hanno infatti chiesto l'abolizione sulla scia di appositi sondaggi pubblici, portando lo scorso anno il tema sui banchi del Parlamento e del Consiglio europeo. La mozione non è però passata all'esame di Strasburgo e nemmeno dei ministri europei che hanno deciso di rimandare la questione al 2021, quando ai tavoli della Commissione giocheranno altri attori.

Negli anni l'ora legale ha assunto, per molti studiosi americani come europei, i contorni di un problema di salute pubblica, perché considerata dannosa per i ritmi sonno-veglia, in particolare delle persone più fragili, come bambini e anziani. (ANSA)

Pubblicato in Varie
L'AQUILA - di Elio Ursini - In serata cielo limpido. Durante la notte aumento della nuvolosità. Domani cielo molto nuvoloso con schiarite.
Nel corso della giornata possibilità di qualche precipitazione a tratti intensa con quota neve a 700-800 metri.
Venti intensi prevalentemente da Nord-Est (raffiche 35km/h).
Temperatura minima prevista 2 gradi, massima di domani 7 gradi.
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - La 27esima edizione delle Giornate FAI di Primavera, che si sono svolte in 19 località abruzzesi e che hanno visto 66 luoghi eccezionalmente aperti nello scorso weekend, hanno registrato il record di partecipazione con oltre 26.660 visitatori in due giorni, più che raddoppiando il numero della precedente edizione.

Le Giornate FAI di Primavera si confermano dunque come il più importante evento dedicato ai beni culturali nella nostra regione, un successo reso possibile dal lavoro grazie al lavoro delle 6 delegazioni abruzzesi di L’Aquila, Pescara, Teramo, Chieti, Lanciano, Vasto e dai Gruppi FAI della Marsica che hanno coinvolto decine di volontari e di Apprendisti Ciceroni®, che hanno accompagnato i partecipanti alla scoperta e alla riscoperta delle bellezze della nostra regione, illustrandone in modo spontaneo, divertente e coinvolgente l’identità, la storia e le tradizioni del nostro territorio.

A fine evento il Presidente Regionale FAI Abruzzo e Molise Massimo Lucà Dazio ha espresso grande felicità "per la risposta del pubblico verso la manifestazione che ha fatto registrare in Abruzzo cifre mai raggiunte fino ad oggi" e quindi ha ringraziato sentitamente "le Delegazioni, i Volontari, i ragazzi Apprendisti Ciceroni del FAI per l’ottima riuscita dell’evento, le amministrazioni tutte e i privati cittadini che hanno offerto delle aperture speciali, spesso non accessibili al pubblico e quasi dimenticate augurandosi che questi beni possano essere sempre fruibili e possano godere di manutenzione attenta ed afficace". Il Presidente si è augurato inoltre "di ricevere sempre più consenso da parte dei cittadini, senza i quali l’opera di sensibilizzazione e valorizzazione del territorio non sarebbe possibile".

Vero boom di presenze a Chieti, Guardiagrele e Ortona con oltre 7200 persone, il bene più visitato il bene la Chiesa e il Chiostro di Santa Chiara. La Delegazione FAI di l’Aquila ha accolto 6150 visitatori e i luoghi più visitati sono stati la piccola Chiesa di Santa Maria ad Criptas a Fossa e a Sulmona l’eremo di Santo Spirito al Morrone, risultati anche i due beni più visitati della regione. La Delegazione FAI di Teramo ha ospitato a Pineto 4100 visitatori con ben 900 presenze alla Torre del Cerrano, mentre la Delegazione FAI di Pescara ha ricevuto ad Alanno 3200 visitatori che hanno ammirato le chiese, le piazze e l’oratorio. In circa 3000 sono stati accolti dalla Delegazione Fai di Lanciano e il luogo storico più visitato sono state le Officine della Ferrovia Adriatica Sangritana. La Delegazione FAI di Vasto ha ospitato 2500 persone che hanno apprezzato le bellezze di San Salvo e l’Area Archeologica delle Terme Romane a Vasto e oltre 600 visitatori hanno ammirato le vie e le chiese di Celano grazie al Gruppo FAI della Marsica.

 

Pubblicato in Arte e Cultura

L'AQUILA - Tanti eventi collaterali prepareranno la città all’arrivo della tappa aquilana del Giro d’Italia il prossimo 17 Maggio e altri sono in programma nei giorni immediatamente successivi. Le iniziative intraprese dal comitato organizzatore sono state presentate in una conferenza stampa dal vice sindaco Raffaele Daniele, dall’assessore allo sport Alessandro Piccinini, da Vittorio Fabrizi, coordinatore del comitato organizzatore della tappa aquilana della Corsa Rosa, e da Ivan De Paolis, anche lui membro dell’organizzazione.

“Un evento che dà lustro alla città - ha detto il vice sindaco Daniele - preparato molto bene dall’assessorato allo sport e dal comitato”.

L’assessore Piccinini ha spiegato che l’arrivo del Giro questa volta coinvolgerà pienamente la popolazione, anche attraverso gli eventi che lo anticiperanno e lo seguiranno.

“Il Giro - ha spiegato Piccinini - non solo arriverà nel capoluogo d’Abruzzo, ma toccherà il centro per far sì che gli aquilani possano viverlo completamente. Il tragitto interno all’Aquila, infatti, sarà di 9 chilometri”.

Per quanto riguarda il dettaglio delle iniziative che faranno da cornice all’arrivo del Giro, grazie alla collaborazione con l’Atletica Abruzzo L’Aquila ci sarà una corsa podistica storica per la tradizione cittadina il 5 maggio, 10 chilometri di stracittadina che si tingerà di rosa e porterà tanti atleti ed amatori nella città. Inoltre la società degli Aquilotti, con il presidente Renato Palumbo, allestirà nel centro storico un museo delle bici, con pezzi storici e con la collaborazione di tanti ex ciclisti. Anche il Panathlon Club avrà un ruolo attivo nell’organizzazione e si esibirà il Gruppo Storico degli Sbandieratori alle varie iniziative. I monumenti cittadini saranno illuminati di rosa e tra l’altro Rcs - la cui divisione sport organizza il Giro - ha già scelto la foto di Palazzo dell’Emiciclo in rosa come una delle dieci più belle in Italia. L’assessore Piccinini ha illustrato anche le varie forme di promozione che accompagneranno il Giro: cartelloni in città e pubblicità sugli autobus. Un convegno sarà dedicato alla sicurezza stradale; si svolgerà anche una “partita del cuore” e sarà allestito uno Street Food al Castello.

Vittorio Fabrizi ha insistito sulla volontà dell’amministrazione comunale di voler dare alla città un evento di più ampio respiro con tante iniziative che lo affiancheranno “Una buona filosofia - ha spiegato - anche nell’ottica della valorizzazione della città. Ci saranno inevitabilmente dei disagi passando la corsa in un tratto urbano ma volevamo compensare questo regalando agli aquilani degli appuntamenti di qualità. Va inoltre lodato l’operato del settore Opere pubbliche del Comune, i cui addetti stanno lavorando già da giorni per sistemare il manto stradale e quant’altro necessario in vista dell’arrivo della tappa”. Due giorni dopo l’arrivo, il 19 maggio, è in programma un altro appuntamento, giunto alla quarta edizione: la Gran Fondo di ciclismo che vedrà impegnati tra i 700 e gli 800 atleti.

Ivan De Paolis ha infine sottolineato la valenza dell’idea “di far toccare ai ciclisti la città nel suo centro, per dare un abbraccio ideale all’Aquila nel decennale del terremoto. Il percorso è fatto da salite, discese, curve, rotatorie e pertanto ha anche una difficoltà notevole dal punto di vista tecnico - ha spiegato - e i corridori sono consapevoli di questo”.

Il percorso cittadino sarà di nove chilometri. I ciclisti entreranno nel territorio comunale della parte est della statale 17. All’altezza della frazione di Sant’Elia svolteranno verso via della Polveriera, strada in salita che confluisce in viale Panella. Transiteranno poi in via Savini, via Silone, via Federici, percorreranno in discesa viale viale De Gasperi (quartiere del Torrione), saliranno per viale Gran Sasso, passeranno per la Fontana Luminosa, via Castello, via Pescara, svotando poi a destra per tornare a viale Panella. Di nuovo in discesa verso via Cencioni, via della Crocetta, via Girolamo da Vicenza (circuito di Collemaggio, sempre a scendere). Riprenderanno dunque la statale 17 e, attraverso lo strappo in salita di Porta Napoli, rientreranno nel centro storico. L’arrivo è stato posizionato a viale Crispi, all’altezza della villa Comunale.

Pubblicato in Sport

L’AQUILA – “Esprimo le congratulazioni a Vito Bardi che da oggi è il nuovo presidente della Regione Basilicata e gli auguro un buon lavoro. Quello di Bardi è un successo che conferma la volontà degli italiani di guardare al centrodestra nella consapevolezza che si riuscirà a dare risposte concrete ai bisogni del quotidiano”.

Il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, si dice certo dell'inizio di una nuova fase politica per l’intero Mezzogiorno dell’Italia dopo le vittorie in Abruzzo, Molise, Sardegna e ora in Basilicata.

“Il Centro-Sud – ha concluso Marsilio - ha bisogno di interventi concreti su tematiche relative a infrastrutture, sanità, turismo e ambiente. Sicuramente i presidenti di Regione del centrodestra del Mezzogiorno riusciranno a portare avanti un percorso comune di politiche tese allo sviluppo, capaci di combattere il tasso di disoccupazione e superare il gap con il Centro-Nord, dando prospettive di serenità e stabilità”.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - Si è svolta oggi a San Nicolò a Tordino (TE), presso il Centro Congressi Eltron, alla presenza delle Autorità Regionali e locali e dei vertici regionali dell’Associazione, la prima edizione del  PREMIO TENACI, istituito da CONFCOMMERCIO ABRUZZO ed intitolato alla memoria del compianto Cav. Lav. Giandomenico Di Sante, allo scopo di offrire un adeguato riconoscimento  a quelle aziende che nel corso di lunghi anni di attività hanno contribuito positivamente allo sviluppo socio – economico dell’Abruzzo, affrontando e superando con la tenacia di cui sono capaci gli abruzzesi, le moltissime difficoltà che negli ultimi anni hanno caratterizzato, per molteplici motivazioni, i settori del commercio, del turismo e dei servizi della nostra Regione.

Alla Manifestazione hanno preso parte il Presidente Regionale di Confcommercio Abruzzo Roberto Donatelli, i Vice Presidenti Marisa Tiberio (Chieti), Francesco Danelli (Pescara) e Giammarco Giovannelli (Teramo) ed il Direttore Regionale Celso Cioni.

Hanno presenziato all’evento Il Vescovo della Diocesi Teramo-Atri Mons. Lorenzo Leuzzi, Il Vice Prefetto di Teramo Dott. Edoardo D’Alascio, Il Sindaco di Teramo Dott. Gianguido d’Alberto, l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Teramo Dott. Antonio Filipponi, Il Presidente della Camera di Commercio di Teramo Dott. Gloriano Lanciotti e la Vice Presidente Dott.ssa Antonella Ballone, Il Rettore dell’Università degli Studi di Teramo Prof. Dino Mastrocola e il Presidente Regionale dei Giovani di Confindustria Abruzzo Dott. Giammaria De Paulis.

Nella sala gremita del Centro Eltron ove erano presenti Operatori Associati del commercio, del turismo e dei servizi provenienti da tutte le Province d’Abruzzo, l’ambito Premio, consistente in una statuetta raffigurante il Guerriero di Capestrano ed un Diploma di Merito, è stato consegnato ai titolari di  50 aziende accuratamente selezionate in base ai requisiti richiesti (delle quali si allega elenco con indicazione della Provincia di appartenenza).

Sono stati consegnati, inoltre, TRE PREMI SPECIALI alla memoria del Cav. Lav. Giandomenico Di Sante dell’omonima Ditta operante nel settore dei mobili, a quella di Massimiliano Bartolotti giovane imprenditore del settore impiantistico (Magnola Impianti Ovindoli) e, infine, ai giovanissimi imprenditori Di Carlo Riccardo, Piergiovanni e Edoardo che hanno con tenacia riaperto un’attività di pizzeria a RIGOPIANO per portare avanti nonostante le difficoltà, l’attività di famiglia dei loro genitori che persero la vita nella tremenda tragedia del gennaio 2017.

“A conclusione  del partecipatissimo evento  esprimiamo particolare soddisfazione per la piena riuscita della 1^ Edizione del PREMIO  TENACI 2019 Confcommercio Abruzzo sottolineando il valore di questi meritatissimi  riconoscimenti alle imprenditrici ed imprenditori abruzzesi che con impegno quotidiano indubbie capacità professionali e morali  danno lustro al mondo delle Imprese di Commercio , del  Turismo e dei Servizi  e contribuiscono ogni giorno al progresso economico e sociale dell’intero Abruzzo”.
Così hanno commentato all’unisono  al termine dell’evento il Presidente e il Direttore Regionale Confcommercio Abruzzo Roberto Donatelli e Celso Cioni a conclusione dell’importante appuntamento  del mondo del lavoro.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - "Causa forza maggiore l'inaugurazione della sede della Cisal di L'Aquila è rinviata". E' quanto si legge in una nota del sindacato che aggiunge che "sarà nostra cura comunicare la nuova data".

Domani, martedì 26 marzo, era prevista l'inaugurazione della sede della Unione Provinciale Cisal di L'Aquila sita in via Aldo Moro 28/D con la partecipazione del segretario generale Francesco Cavallaro e dei segretari nazionali Vincenzo Caratelli e Massimo Blasi.

Pubblicato in Varie

L’AQUILA - Il consigliere comunale del Pd di Chieti Luigi Febo torna sulla questione del Dea di II livello e lo fa all’indomani della richiesta dei medici della Consulta pescarese di un incontro con l’assessore regionale alla Sanità Nicoletta Verì, per discutere proprio su questo riconoscimento a favore dell’Ospedale Santo Spirito di Pescara.

 "Uno dei punti su cui la Consulta fa maggiormente forza - denuncia Febo - riguarda gli accessi annui al Pronto Soccorso: circa 98 mila di Pescara a dispetto dei circa 60 mila di Chieti. La questione va avanti dal 2015 quando con il Decreto Lorenzin si prevedeva l’individuazione di un'unità di cure ad alta intensità, contesa tra Chieti e Pescara. Il comitato dei medici di Pescara ribadisce che il Governo di centrosinistra, in deroga al Decreto, aveva previsto un Dea condiviso tra le due città visto che, tra i requisiti previsti per il riconoscimento dello status, c'è quello che si riferisce al funzionamento degli Hub di Neurologia, Traumatologia e Cardiochirurgia ed i primi due contraddistinguono l'Ospedale di Pescara ed il terzo quello di Chieti. L’assunto del comitato di Pescara è che il Governo di centrosinistra abbia favorito Chieti. Su questo punto c’e’ l’opposizione del Ministero della Salute secondo il quale le cure del Dea di II Livello devono essere comprese tutte nella stessa struttura. Intanto le posizioni del comitato di Pescara smentiscono le mistificazioni dell'Assessore Febbo e della destra Teatina.”

“Ma vale la pena ricordare - continua Febo - che il Piano di Riqualificazione 2016-2018 approvato dal Governo Renzi aveva avallato la programmazione dell’ex Assessore regionale Paolucci. E che questo governo Lega - 5 stelle sta rivedendo l’assetto nel totale silenzio dell’Assessore Febbo e della Giunta Teatina. Noi su questo daremo battaglia. Ad un mese dall'insediamento della nuova Giunta di destra, Chieti subisce già due scippi: 1. Bloccano il nuovo ospedale e 2. Sembra assecondare la richiesta del governo Lega - 5Stelle di declassare Cheti. Un Dea di II Livello condiviso era l'obiettivo della passata amministrazione regionale e al proposito si era tenuto un incontro pubblico in Provincia a Chieti volto a sottolineare che tale soluzione è utile "per superare i campanilismi e migliorare la qualità delle prestazioni sanitarie".”

“Si deve sostenere la doppia sede nell’interesse degli utenti - afferma Luigi Febo - invece il Comitato vuol far passare il discorso del campanile. Come al solito si cambia il programma nella nostra regione, si alzano subito i campanili sperando di ottenere qualcosa in più. Qui non si tratta di prevalere una città rispetto ad un’altra piuttosto che un ospedale rispetto ad un altro, ma si tratta di mettere al centro i cittadini rispetto ad un’esigenza di cure e di sanità. Quindi si tratta di fare un passo indietro rispetto ad un Dea di II Livello funzionale tra Chieti e Pescara già approvato dal Ministero. Si tratta di difendere questa scelta perché va nella direzione di dare servizi ai cittadini. Se emerge la posizione campanilistica di volere a tutti i costi concentrare su Pescara spogliando Chieti di un’eccellenza di Cardiochirurgia, si troverà la nostra ferma opposizione a questa scelta scellerata. L’eccellenza di Cardiochirurgia a Chieti nasce da grandi successi ottenuti negli anni, da quando era ubicata al San Camillo fino a passare alla sede attuale. L'attuale assessore Mauro Febbo, quando in Regione era all'opposizione, ha criticato l'amministrazione di centrosinistra accusandolo di scippare Chieti del Dea di II Livello. Adesso spero di trovarlo insieme a noi, a difendere un'eccellenza storica (Cardiochirurgia) della città di Chieti”. 

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - «La melodia dei solenni voti ripetuti dalle 99 fontane / lenisce l’animo sconsolato del viandante. / L’Aquila: è qui la roccaforte della sapienza. E vieni a visitarla».

Questo invito del poeta giapponese Kikuo Takano correda la foto della Porta Rivera, una delle tante che si aprono lungo le mura storiche delle città.   

Di questa e delle altre bellezze dell’Aquila si parlerà venerdì 29 marzo, alle ore 17, presso la Sala Rossa GSSI del Palazzo della Gioventù Italiana Femminile, in Viale Crispi 7, all’Aquila, in occasione della presentazione del libro “L’Aquila, le 100 Meraviglie (+1)” (pp. 240, euro 19,90, Typimedia editore).

Insieme alla curatrice del volume, la giornalista Monica Pelliccione, interverranno anche Gianluca Vacca, sottosegretario ai beni archeologici e monumentali, Eugenio Coccia, rettore del Gran Sasso Science Institute, Giorgio Paravano, segretario generale dell’Istituzione Sinfonica Abruzzese, e Luigi Carletti, direttore editoriale di Typimedia. A moderare l’incontro sarà la giornalista Angela Ciano.

Con “L’Aquila, le 100 Meraviglie (+1)”, prosegue il viaggio di Typimedia alla scoperta delle meraviglie delle città d’Italia, di quelle bellezze sotto i nostri occhi tutti i giorni, ma che, spesso, facciamo fatica a vedere, a valorizzare e, talvolta, a rispettare.

Il capoluogo abruzzese è protagonista degli scatti d’autore del fotografo Fabio Muzzi, che restituiscono al lettore il volto reale di una città in piena rinascita, dove passato e futuro convivono e si intrecciano. Una città che va oltre le tracce ancora visibili del terremoto del 2009, di cui, quest’anno, ricorre il decimo anniversario.

L’obiettivo del libro è proprio questo: mostrare L’Aquila com’è oggi, con le sue ferite rimarginate e quelle ancora aperte, tra lavori ancora in corso e innovazione. Meraviglie, appunto, che fanno del suo patrimonio culturale e naturalistico un valore inestimabile da cui ripartire.

Le foto e i testi che le accompagnano esplorano la città, catturando gli scorci più suggestivi, i monumenti, le chiese e gli edifici storici più importanti, restituiti alla vita dopo il restauro o tuttora in fase di messa in sicurezza.

Dalle antiche e possenti Mura Urbiche, che circondano il centro storico dell’Aquila, alla maestosa facciata della Basilica di Santa Maria di Collemaggio, emblema della Perdonanza celestiniana. Lo sguardo del lettore viene fatto posare sul ricco colonnato neoclassico del Palazzo dell’Emiciclo, nel Quarto San Giorgio, e sulla Basilica di San Bernardino, nel Quarto di Santa Maria. Le immagini ci fanno scendere la Scalinata Monumentale per ammirare i bastioni del Castello Cinquecentesco, testimonianza della dominazione spagnola della città. Ci portano, poi, nelle viscere della terra, alla scoperta delle suggestive Grotte di Stiffe.

L’Aquila è anche una perfetta sintesi tra memoria e contemporaneità. Lo dimostrano meraviglie come l’Amphisculture, opera di land-art dell’artista newyorkese Beverly Pepper, o come il modernissimo Auditorium del Castello, progettato da Renzo Piano all’interno del parco del Forte Spagnolo. C’è poi lo Smart Tunnel, un’infrastruttura sotterranea all’avanguardia, simbolo di un territorio che, consapevole della grandezza del suo passato, è pronto ad affrontare le sfide di domani.

«Il libro sulle “100 Meraviglie (+1)” è un modo per riappropriarsi dell'Aquila e del suo territorio, in nome della bellezza e delle potenzialità di questa parte così importante del nostro Paese», così Luigi Carletti, editore di Typimedia.

«Quello che ammiriamo oggi è un territorio forte della sua identità, con una straordinaria ricchezza culturale e architettonica», dichiara Monica Pelliccione, giornalista e curatrice del volume, «una città dalla bellezza struggente, che non si è mai piegata alla furia devastante della natura e all'evoluzione degli eventi. Le cicliche rinascite ne hanno accentuato il fascino, rendendola salda, forte della sua storia, evocativa per suggestioni ed emozioni».

“L'Aquila, le 100 Meraviglie (+1)” è un viaggio tra simboli e realtà, che conduce il lettore per mano alla scoperta di un patrimonio che sta tornando alla luce, in tutto il suo splendore. E che merita di essere svelato».

Il volume sarà disponibile dal 29 marzo in tutte le librerie e nelle migliori edicole della città. È inoltre possibile acquistarlo online sui principali e-store.

Pubblicato in Eventi
Pagina 1 di 55

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
24 Agosto 2016 16:34:20

L'Aquila: Perdonanza, annullati tutti gli eventi in segno di lutto. Resta forma ridotta del Corteo Storico e apertura Porta Santa

in Cronaca
L'AQUILA: - La giunta comunale, anche sulla scorta del parere della Conferenza dei…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us