http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Ottobre 2019 - Radio L'Aquila 1

GIULIANOVA (TE) - Questa mattina, in Comune, si è tenuta una conferenza stampa per fare chiarezza sulla situazione del Condominio Solidale. Hanno partecipato all’incontro con i giornalisti il Sindaco di Giulianova Jwan Costantini e l’Assessore alle Politiche per la Casa Lidia Albani. Gli amministratori, nel ripercorrere le fasi che hanno riguardato l’iniziativa di emergenza abitativa, hanno dichiarato che, in questi sei anni (dal 2013 al 2019) il Comune di Giulianova ha speso la somma di 306 mila e 226 euro per pagare le spese relative all’emergenza abitativa prima per utenti ospiti in strutture ricettive di cui, in seguito, una parte è stata collocata nel condominio di via Sabotino. 

“L’ emergenza abitativa non può avere la durata di sei anni. Così facendo il Comune ha portato avanti un’iniziativa di puro assistenzialismo, senza puntare al naturale reinserimento di queste persone nella società - dichiara l’Assessore Albani - Nella relazione generale l’assistente sociale scrive che gli ospiti del Condominio, percependo attualmente il Reddito di Cittadinanza ogni mese, possono associarsi liberamente per affrontare le spese di locazione presenti sul mercato. Il nostro intento è quello di continuare ad aiutarli, facendoci da tramite, grazie all’impegno personale dell’assistente sociale, nella ricerca di appartamenti dove possano vivere insieme, a basso canone di locazione ed offrendo loro, tramite l’Unione dei Comuni, un contributo fino ad un massimo di 750 euro per ogni nucleo famigliare. Alla luce di questo c’è da dire che alcuni condomini si sono dati subito da fare per trovare un nuovo alloggio, mentre altri, per i quali il Comune aveva individuato due appartamenti di piccole dimensioni al costo di 300 euro mensili, hanno risposto di non voler condividere l’alloggio mentre in un altro caso, di non gradire la soluzione proposta perché l’appartamento è collocato nella parte alta della città, troppo distante dal centro. Quindi non li abbiamo abbandonati e nessuno, il 31 ottobre, li manderà via dal Condominio. Aspetteremo ancora qualche settimana affinché per tutti venga individuata una nuova sistemazione”.

“Inoltre, per quanto riguarda i termini dell’emergenza abitativa, c’è da sottolineare che il Comune di Giulianova non ha mai avuto un regolamento che stabilisca, come accaduto per i  nuclei famigliari del Condominio Solidale, con quale criterio si scelga un cittadino rispetto ad un altro per beneficiare di questo tipo di assistenza – continua l’Assessore Albani - e sarà quindi impegno di questa amministrazione comunale quello di predisporlo, oltre a reperire un paio di strutture, che verranno utilizzate esclusivamente per accogliere chi ne avrà bisogno per un periodo di sei mesi ( o di massimo un anno)”.

“L’edilizia popolare non è di competenza comunale ma regionale e nonostante questo continueremo a dare importanza all’emergenza abitativa, purché si rispettino determinati criteri di durata ed assistenza – dichiara il Sindaco Costantini - Metteremo a disposizione di chi ne avrà necessità delle strutture, purché l’assistenza abbia una durata prestabilita e le persone si adoperino per reintegrarsi nella società. I nostri predecessori hanno portato avanti l’iniziativa del Condominio Solidale per 6 anni, facendo una scelta politica che noi non ripeteremo e spendendo ben 300 mila euro di soldi pubblici per mantenere 11 persone (sempre le stesse), quando con quei fondi avrebbero potuto e dovuto aiutarne di più ed in modo diverso e più qualificato. Inoltre, in punto di diritto, bisogna specificare che gli inquilini del Condominio Solidale hanno tutti dei figli, o comunque una rete famigliare alle spalle, che dovrebbero, come è naturale che sia, prendersi cura di loro, non lasciando che a farlo debba essere la pubblica amministrazione”.

“Inoltre dobbiamo annunciare che la spesa sociale del Comune è aumentata, in quanto è raddoppiato il numero di minori ospiti di Case Famiglia, ai quali come amministrazione diamo l’assoluta priorità – conclude l’Assessore Albani – insieme ai disabili e agli anziani che non hanno alle spalle una famiglia che possa aiutarli”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - “Il decreto Sisma è stato appena incardinato in commissione Ambiente della Camera. Ho illustrato l’importante testo approvato dal Consiglio dei ministri. Cominceranno domani alla Camera le audizioni che porteranno all’inserimento nel decreto delle norme che affronteranno in maniera organica questioni ancora sul tappeto collegate ai terremoti avvenuti a L’Aquila 2009 e in Emilia, Sicilia, Ischia e Molise. Si tratta di una grande novità legislativa che scaturirà dal contributo degli enti locali, delle categorie, dei sindacati, dei comitati, dei professionisti, che verranno auditi a Montecitorio anche la prossima settimana fino al 5. Sarà l’avvio di una grande fase di ascolto sul decreto di cui sono relatrice e che poi affinerà il testo in tutto il percorso parlamentare. Questo iter, fondamentale per raccogliere le necessità e i suggerimenti che giungono dai territori, permetterà la messa a punto di un progetto di ricostruzione e rilancio di quei territori che conosco bene e che seguo da ormai dieci anni. Già il decreto varato dal governo ha segnato un punto di svolta, ora si tratta di completare l’opera affrontando in maniera definitiva tutte le emergenze”.

Così Stefania Pezzopane, deputata della Presidenza del Gruppo Pd.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "Una crescita di due posizioni rispetto al 2018, con risultati significativi per qualità dell’aria, contenimento delle perdite di acqua e offerta del trasporto pubblico. 'Ecosistema Urbano', il rapporto di Legambiente sulla qualità dell’ambiente nei capoluoghi di provincia - predisposto in collaborazione con Ambiente Italia e con il sostegno del quotidiano Il Sole 24 Ore - conferma che la nostra città continua ad avere delle buone performance in fatto di ecologia e ambiente, collocandosi al 46esimo posto su 104 capoluoghi e primeggiando in alcuni settori specifici. Ci posizioniamo al di sopra del 50% e siamo avanti anche a realtà importanti del centro e nord Italia che, come la nostra, non fanno parte delle aree metropolitane (Arezzo, Vicenza, Prato, Verona, Como, solo per citarne alcuni capoluoghi). Certo, nei 18 indicatori usati come base per stilare la classifica complessiva ci sono delle sensibili criticità che dobbiamo affrontare con decisione, su cui stiamo già lavorando e i cui frutti potranno essere valutati nel rapporto del prossimo anno". Così il sindaco dell'Aquila Pierluigi Biondi.

"In un Paese dove le dispersioni della rete idrica sono in media del 36% - aggiunge -, L’Aquila si colloca al di sotto (29,6%), risultando il quinto capoluogo di regione più virtuoso in questo ambito. Senza considerare, come del resto specificato anche nel rapporto, che spesso erroneamente si lega la dispersione di acqua alle reti rotte, quando, in realtà, in parte dell’anno tale fenomeno accade in quanto i serbatori sversano in conseguenza della diminuzione del consumo. E proprio sotto questo ultimo aspetto, in Abruzzo gli Aquilani sono quelli che consumano meno negli usi domestici (133,8 litri per abitante al giorno, contro i 146 di Chieti, i 176 di Pescara e i 150 di Teramo). La qualità della nostra aria è e rimane buona. La conferma arriva dalla sintesi dell’indagine di Legambiente dei valori riconducibili a fattori quali il biossido di azoto e le polveri sottili: in quest’ultimo caso, addirittura, siamo decimi su 104 per quanto attiene le polveri sottili classificate come Pm10".

"Pur essendo tra le città con il più alto tasso di motorizzazione - continua il primo cittadino -, l’indagine di Legambiente certifica che l’offerta del trasporto pubblico è tra le migliori in Italia. L’Aquila è quinta con 54 chilometri percorsi dai mezzi pubblici per abitante in un anno. Davanti ci sono solo le aree metropolitane di Milano, Venezia e Roma e una grande città come Trieste: lo stesso rapporto evidenzia come le migliori prestazioni tra le città considerate piccole, siano del capoluogo abruzzese e di Siena. Dicevo all’inizio delle criticità. Ce ne sono e vanno affrontate, con azioni decise e risolutive. Non possiamo accontentarci di una raccolta differenziata al 35,8%, peraltro al di sotto dei limiti di legge, anche se non è da trascurare il 57,6% del ‘porta a porta’ e il rispetto della media nazionale (tra i 50 e i 100 chili per abitante) della raccolta differenziata della frazione umida".

"Quanto alla questione mobilità, vale la pena rammentare che i risultati rilevati nel rapporto di Legambiente in fatto di isola pedonale (considerata assente) e di piste ciclabili sono riferiti al 2018 o ad anni pregressi. Già da quest’anno, come noto, abbiamo ripristinato parzialmente la prima isola pedonale del dopo terremoto ed è intenzione dell’amministrazione, come peraltro richiesto da commercianti e residenti in Consiglio comunale, intervenire per migliorare la qualità della vita in centro storico, anche attraverso esperimenti - ad esempio, i Venerdì in centro - che sono ben riusciti e che sono stati apprezzati dai cittadini. L’indagine inoltra si basa su altri elementi quali il car sharing e il bike sharing che, sommati alle piste ciclabili, costituiscono uno dei pilastri del redigendo Piano urbano per la mobilità sostenibile (Pums). Non è escluso pertanto che Ecosistema Urbano 2020 possa conferire all’Aquila una posizione ancora migliore, premiando gli sforzi dell’attuale amministrazione e fornendo un’immagine di città rispettosa dell’ambiente sicuramente accattivante", termina Biondi.

 
Pubblicato in Politica

L'AQUILA - “Esprimo le mie più sincere condoglianze alla famiglia per la scomparsa prematura di Roberto Fagnano, professionista stimato e  dirigente di punta nel mondo della sanità abruzzese”. Lo afferma l'onorevole Luigi D’Eramo, segretario della Lega Abruzzo.

“Voglio far giungere la mia partecipazione di cordoglio alla famiglia del dottor Roberto Fagnano, Direttore generale del Dipartimento regionale della sanità. Ho avuto modo di apprezzare la sua eleganza comportamentale e le sue spiccate doti professionali. La prematura scomparsa lascia un grande vuoto umano e professionale nella nostra Regione” è il commento invece del consigliere regionale Americo Di Benedetto (Legnini Presidente).

 

L’on. Giovanni Legnini esprime, così, il proprio cordoglio per l'improvvisa scomparsa del dottor Roberto Fagnano, professionista attento e preparato, apprezzato da tanti sul territorio per la sua profonda competenza e per la straordinaria umanità. “Ho conosciuto Roberto Fagnano, che stimavo non solo per i delicati incarichi che ha sempre portato a termine con determinazione ed efficacia, ma anche per il carattere aperto e sincero. Unisco le mie sentite condoglianze a quelle che so stanno giungendo numerose in queste ore dolorose alla famiglia e ai suoi cari”.

 

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - "Abbiamo presentato - scrivono in un comunicato stampa i Consiglieri regionali della Lega Abruzzo - una Proposta di legge di iniziativa del Consiglio Regionale per chiedere al Governo la modifica del Decreto Legislativo 155 del 2012, con il quale l'allora Governo Monti riorganizzò i tribunali.

Con questa nostra proposta, - spiegano i consiglieri - che vede come primo firmatario Simone Angelosantechiediamo al Ministero di Grazia e Giustizia di disporre sempre e comunque, e non a propria discrezionalità come prevede oggi la norma, che i tribunali soppressi riprendano appieno la loro funzione giudiziaria, a patto che siano gli enti locali a richiederlo e a farsi carico delle spese di gestione e manutenzione".

"Così - continua la pattuglia leghista - tutti i comuni e le Regioni che vorranno garantire ai territori la permanenza dei piccoli tribunali sostenento con i propri bilanci le spese, non dovranno più attendere che il Ministero scelga autonomamente rispetto alle richieste delle amministrazioni locali, ma avranno la certezza che, come prevede la nostra modifica all'Art. 8 del D.Lgs 155/2012, il Ministro della giustizia garantisca a tutti la possibilità di mantenere aperti i piccoli tribunali che oggi rischiano di essere chiusi".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "L'applicazione del sistema spoil system è stato tradotto dal Sindaco dell'Aquila Biondi e dal Presidente della Regione Marsilio, con un linguaggio proprio dei regimi dittatoriali. Un'arroganza intollerabile, sbeffeggiante quella civiltà che dovrebbe essere caratteristica principale, ma non unica, dell'attività di governo e dei passaggi ad essa correlati. La plateale defenestrazione di Annalisa De Simone, Presidente del TSA, è avvenuta a pochi minuti dalla conferenza stampa di presentazione della prossima stagione teatrale.  Gomito a gomito con lo stesso Sindaco", è quanto affermano in una nota le Democratiche di L'Aquila.


"I fatti: Annalisa De Simone, alla presenza del Sindaco Biondi, del Direttore Artistico del Teatro Stabile dell'Aquila Simone Cristicchi e dei parlamentari Stefania Pezzopane e Gaetano Quagliariello, ha presenziato la conferenza stampa in un clima disteso. Quindi nessun segnale lasciava presagire quel che il primo cittadino avrebbe reso pubblico solo dopo l'incontro con la stampa.
Un ulteriore atto di scorrettezza istituzionale.
Solo durante il cda, la Presidente De Simone è stata informata della sua avvenuta decadenza, per effetto dello spoils system, dallo scorso 22 ottobre.

Un inutile atto muscolare. Una modalità rozza e plateale, tipica di chi è poco avvezzo agli usi civili di un Paese in cui vige la Democrazia e la Carta Costituzionale è solido punto di riferimento.
Sarebbe bastato praticare le modalità usuali per un naturale avvicendamento, nulla di complesso.
 
Il sindaco dell'Aquila ha altresì disquisito su un indefinito spirito culturale che va ravvivato in città; se questi sono i metodi, si teme Biondi abbia confuso la Cultura con altro. Non è lontana la cancellazione del Festival degli Incontri; una scelta incomprensibile che ha finito con l'impoverire il panorama multiculturale della città e della regione. Le polemiche, prima, e infine l'atto di cancellazione dell'evento sono chiaramente stati ragionati dal signor sindaco quali mezzi di visibilità politica riconducibili a questioni tutte interne al suo partito; una lotta per il potere, altro che per la multiculturalità della nostra città e dell'Abruzzo.
C'è da chiedersi quando i due esponenti delle Istituzioni cominceranno a governare per il bene della nostra terra. Ancora una volta, L'Aquila e l'Abruzzo, restano in pazientissima attesa" si legge nella nota delle Democratiche.
Pubblicato in Politica

TERAMO – In occasione dei trent’anni dell’Azione Jean Monnet il modulo Jean Monnet European Investment Law (EUIL) dell’Università di Teramo, coordinato da Pia Acconci, e il Centro Europe Direct Abruzzo Nord-Ovest hanno organizzato per mercoledì 30 ottobre un convegno interdisciplinare sul tema La rilevanza della salvaguardia del patrimonio artistico e culturale per l’azione dell’Unione europea in materia di investimenti.

Il convegno, che si terrà alle ore 15.30 nella Sala delle lauree del Polo didattico G. D’Annunzio, ha «l’obiettivo – ha spiegato Pia Acconci, docente di Diritto internazionale ‒ di porre in risalto come la protezione del patrimonio artistico-culturale rappresenti un’opportunità di investimento, nonché un motivo di tutela della sovranità statale nel quadro del diritto internazionale e dell’Unione europea per la promozione della liberalizzazione degli investimenti. Particolare attenzione sarà dedicata alla circostanza che l’interazione tra restituzione di opere artistiche, per la salvaguardia del patrimonio artistico-culturale nazionale, e investimenti all’estero si caratterizza per la convivenza di misure unilaterali statali e di risposte comuni elaborate sul piano internazionale ed europeo».

Dopo i saluti del rettore Dino Mastrocola e del preside eletto della Facoltà di Scienze della comunicazione Christian Corsi,il convegno sarà aperto da Alessandro Perfetti, del Centro Europe Direct Abruzzo Nord-Ovest.

Seguirà la prima sessione dei lavori dal titolo Investire in cultura. La cultura come investimento con gli interventi di Raffaella Morselli, delegata del Rettore alla Cultura; Paola di Felice, dell’Università San Raffaele di Roma; Manuel De Nicola, docente di Economia aziendale all’Università di Teramo.

Per la seconda sezione – che si occuperà della Restituzione di opere artistiche e investimenti tra salvaguardia del patrimonio artistico-culturale nazionale e risposte comuni – sono previsti gli interventi di Alessandra Lanciotti, dell’Università di Perugia; Sabrina Urbinati, dell’Università Milano Bicocca; Azzurra Muccione, dell’Università “La Sapienza” di Roma.

Nel convegno sono coinvolti Paola Besutti, Andrea Ciccarelli, Paolo Coen e Pietro Gargiulo, tutti dell’Università di Teramo.

Pubblicato in Varie

L’AQUILA - La frontiera del sisma le ha capovolte, frantumate, distrutte. Ma fra la  incerta polvere di una matassa confusa,  mani professionali hanno raccolto anche il non recuperabile e ci hanno restituito, incredibilmente,  opere considerate perdute.

Sono stati i restauratori, “alchimia” del nuovo secolo, che unendo le conoscenze della materia alle interpretazioni creative, in una visione che evadeva i laceri di cartapesta, o legno, o terracotta, a restituire i capolavori dell’arte abruzzese.

Per questo motivo Lucia Arbace, direttore del Polo Museale, a dieci anni dal sisma, vuole fare di quella esperienza  un segno tangibile nella filologia del restauro e nel percorso di ricomposizione di un puzzle identitario con la IV edizione di Vive l’arte a L’Aquila, ciclo di incontri iniziato già nel 2009 e che ora prosegue coinvolgendoIstituti di restauro di massima eccellenza del Mibact e restauratori tra i più eminenti nel panorama nazionale.

Gli appuntamenti, organizzati in collaborazione con l’Università degli Studi dell’Aquila, tanto che la partecipazione degli studenti varrà 2 CFU per almeno 8 incontri, 1 CFU per  quattro incontri, avranno luogo dal 24 ottobre al 19 dicembre al MuNDA con entrata gratuita alle ore 17,30 e racconteranno gli interventi condotti su manufatti diversi per tecnica e materiali costitutivi offrendo una pluralità delle metodologie di intervento adottate, sui dipinti su tavola e tela, come sulle sculture lignee policrome, sui manufatti lapidei, sulle sculture dorate e dipinte in cartapesta e in terracotta. A conclusione di ogni intervento sarà possibile visitare gratuitamente il museo

 

Ma non solo. Si è voluto associare a questi appuntamenti una cena di tre portate, al costo di 20 € bevande incluse, presso “Le origini. Alle 99 cannelle”  con ricette della cultura gastronomica contadina, che rilegge le tradizioni e gli alimenti del territorio per completare una giornata, un focus sul recupero, caleidoscopio di conoscenza ragionata

Di seguito l’elenco degli interventi in programma:

24 ottobre 2019 - Il restauro del presepe in terracotta dipinta e dorata di Santa Maria del Ponte (fine XV sec.) - Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro, prof.ssa Elisabeth Huber

30 ottobre 2019 - La manutenzione dei dipinti su tavola e i più recenti interventi di restauro al Trittico di Beffi - prof.ssa Elisabetta Sonnino

7 novembre 2019 - I restauri che richiedono creatività: il caso dell’intervento sul dipinto di Giovanni Paolo Cardone, vittima del terremoto - prof.ssa Eugenie Knight

14 novembre 2019 -  Il restauro della Sacra Famiglia con San Giovannino e san Francesco di Cola dell’Amatrice - Opificio delle Pietre Dure, prof.ssa Oriana Sartiani, prof. Andrea Santacesaria

21 novembre 2019 - La reintegrazione plastica su alcuni manufatti lapidei del MuNDA: tradizione e nuove tecnologie - MIMARC S.r.l., dott. Antonio Mignemi

28 novembre 2019 - Sant’Antonio Abate rivive, il recupero di un’opera “perduta” - Consorzio le Arti, dott.ssa Antonella Amoruso

5 dicembre 2019 - Il restauro dei Santi Patroni di Giulio Cesare Bedeschini come metafora della rinascita cittadina - prof.ssa Valentina White

12 dicembre 2019 - Il restauro del San Girolamo di cartapesta di Pompeo Cesura - dott. Umberto Maggio

19 dicembre 2019 - Il restauro di un badalone ligneo quattrocentesco - dott.ssa Norma Carnicelli

Pubblicato in Arte e Cultura

L’AQUILA – “Intendo esprimere il più profondo cordoglio per la prematura scomparsa di Roberto Fagnano. Ho avuto modo di apprezzare l’uomo prima ancora che il manager negli anni in cui ha guidato la Asl di Teramo. Roberto ha dato tanto alla comunità teramana e tanto avrebbe dato alla sanità regionale. Era una persona competente, disponibile e sempre attento alle istanze dei cittadini. La sua idea di sanità era rivolta alla soluzione dei problemi. La prematura scomparsa mi addolora molto e non posso che esprimere alla sua famiglia le più sentite condoglianze.” E’ quanto dichiara il Consigliere regionale d’Abruzzo Dino Pepe.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Anche il Consigliere Marianna Scoccia  partecipa al cordoglio per la scomparsa di Roberto Fagnano.
“Stamattina – scrive la Scoccia - ho appreso dell'improvvisa  morte del dott. Roberto Fagnano.
Nei mesi di lavoro in Regione ed a seguito della sua nomina a capo del Dipartimento Salute, ho avuto modo di apprezzare in lui le migliori doti di uomo delle Istituzioni, una disponibilità non comune, un immediato  impegno ed una estrema dedizione.
Il rammarico di avere perso il Dott. Fagnano è davvero molto, in special modo dal punto di vista umano: ho trovato in lui una grande professionalità ed una signorilità nei modi e nel carattere che sono davvero rari.
Per questo la sua prematura scomparsa lascia l'intera comunità Regionale attonita e privata di un fondamentale punto di riferimento. Esprimo alla famiglia i sentimenti del più vivo cordoglio.”

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo