http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Luglio 2018 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - In attuazione del progetto intersettoriale “Delegazione Amica”, è attivo presso le delegazioni comunali di Sassa e Paganica uno sportello informativo in materia di tributi, con lo scopo di fornire ai contribuenti del territorio comunale di riferimento tutte le informazioni e i principali servizi in materia di tributi locali gestiti dall’Ente (Ici, Imu, Tasi, Tarsu, Tares, Tari ecc).

Gli utenti potranno ottenere presso questi front-office periferici le medesime informazioni e gli stessi servizi forniti dagli uffici centrali.

Il servizio sarà attivo per la delegazione di Sassa tutti i mercoledì pomeriggio dalle 15.30 alle 17.30; per la delegazione di Paganica tutti i giovedì mattina dalle 09.00 alle 12.00.

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - Continua fitto il tour di presentazioni dell'ultimo libro del giornalista aquilano Salvatore SantangeloVenerdì 27, "l'incontro con l'autore" ha aperto il cartellone estivo di Pratola Peligna.

All'appuntamento è stata notata la rinnovata presenza di Fabrizio Di Stefano (presidente di Cantiere Abruzzo e candidato in pectore del centrodestra alla Presidenza della Regione Abruzzo) che sta curando molto gli aspetti "culturali" del suo "cammino di avvicinamento" a Palazzo Silone.

Domenica 29, a San Demetrio a partire dalle 18, sul lago di Sinizzo, verrà inaugurato un nuovo format: un aperitivo letterario nella splendida cornice naturalistica.

Dopo i saluti del sindaco Silvano Cappelli e del suo vice Antonio Di Bartolomeo, si confronteranno con l'autore: Mimmo Srour (che si concentrerà certamente sulla parte del volume che tratta un tema a lui caro: il martirio del popolo siriano), il ricercatore aquilano Valerio Mancini Narcìs Pallarès (già responsabile delle relazioni istituzionali della Rappresentanza catalana in Italia).

Crisi della globalizzazione, rivincita delle identità, affermazione dei sovranismi e dei populismi: tanti sono i temi che coinvolgeranno certamente il pubblico.

L'evento è organizzato in collaborazione con Geopolitica.info, mentre l'aperitivo con prodotti tipici ed eccellenze locali sarà curato da Raffaele Venditti (RiStreet).

Pubblicato in Arte e Cultura

L'AQUILA - Il settore Politiche per il benessere della persona del comune dell'Aquila rende noto che sono stati prorogati al 31 agosto i termini per presentare la domanda per l’accesso ai fondi in favore delle persone con disabilità grave, prive del sostegno familiare, in base alla cosiddetta legge “Dopo di noi”.

L’avviso del differimento, con un link che riporta al bando principale per la presentazione della richiesta, è pubblicato nella pagina Avvisi della sezione Concorsi, Gare e Avvisi dell’area Amministrazione del sito internet del comune, a questo indirizzo http://www.comune.laquila.gov.it/index.php?id_oggetto=18&id_cat=0&id_doc=1615&id_sez_ori=56&template_ori=3&&gtp=1

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - Prenderà il via mercoledì 1 agosto a partire dalle ore 21.15 nell’incantevole sito archeologico di Alba Fucens, all’interno dell’anfiteatro romano, la rassegna cinematografica denominata "Cinestory". Sul grande schermo, direttamente dagli archivi della Cineteca dell’Aquila "Maria Pia Casilio", le magie di Welles, Fellini, Scorsese, Tarantino che abbracciano mezzo secolo di Storia del Cinema. Tutte le pellicole in calendario sono conservate, restaurate e digitalizzate dagli operatori culturali della "Lanterna Magica".

L’iniziativa si inserisce in un programma più ampio che prevede opera lirica, danza, jazz, musica rock ed appunto una sezione cinematografica. L’evento estivo denominato Festival’Alba, giunto quest’anno alla sua seconda edizione è promosso ed organizzato dall’Associazione culturale Harmonia Novissima e vede la presenza del Mibact/Beni e Attività culturali e del Turismo, della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio dell’Abruzzo e del Polo Museale dell’Abruzzo, Fondazione Carispaq, Dmc Marsica Terrextra, il Comune di Avezzano, Massa d’Albe, Magliano de’ Marsi e della Regione Abruzzo. Per il secondo anno consecutivo dunque, l’Istituto Cinematografico dell’Aquila“La Lanterna Magica” ha l’opportunità di arricchire un programma di iniziative di grande qualità artistica per migliaia di turisti e visitatori grazie all’importanza del suo Centro Archivio.

Proprio grazie al grande patrimonio acquisito nel corso degli anni dall’Istituto Cinematografico dell’Aquila, sono stati ottenuti significativi risultati a livello internazionale: presso l’Austrian Film Museum di Vienna, lo scorso mese di febbraio nelle giornate del 17 e 28, è stata proiettata la pellicola in formato 35mm I nuovi mostri di Mario Monicelli (Italia, 1977), conservata nella Cineteca dell’Aquila “Maria Pia Casilio”. Inoltre, dal prossimo 10 ottobre fino al 28 gennaio 2019 presso La Cinémathèque française di Parigi sarà previsto un omaggio al regista italiano Sergio Leone in collaborazione con la Fondazione Cineteca di Bologna. Saranno esposti alcuni bozzetti del film C’era una volta il west realizzati dalla costumista italiana Marilù Carteny. Anche questo raro e pregiato materiale è conservato nel Centro Archivio Cinematografico della “Lanterna Magica”.

Infine, un’altra interessante iniziativa in programma per il prossimo mese di ottobre è un’esposizione di rari oggetti appartenuti ad una grande artista del nostro paese: Paola Borboni. Costumi, fotografie di scene originali, contratti di lavoro, sceneggiature teatrali, materiali inediti personali dell’attrice emiliana saranno esposti a Parma in una bellissima iniziativa curata dall’Associazione Onlus “La doppia Elica”. Tutto il materiale è conservato ed esposto all’interno del Museo dei Mestieri e delle arti del cinema all’interno dei locali della Biblioteca Regionale “S. Tommasi”.

 

Pubblicato in Arte e Cultura

L'AQUILA - "Regolamentare diversamente le aperture della grande distribuzione significa, nella nostra comunità, incentivare il commercio nel cuore della città e riscoprire il piacere del passeggio, in una dimensione più slow. Ritengo si debba intervenire per limitare il numero delle aperture obbligatorie nei giorni festivi, magari prevedendo una rotazione tra gli esercizi e, comunque, delle deroghe in favore dei lavoratori con bambini piccoli o con familiari non autosufficienti. Rivedere la liberalizzazione indiscriminata delle aperture festive significa dare un bel segnale di civiltà e di rispetto del lavoro". È il commento del sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, sul dibattito, sempre più attuale ed acceso, sulle aperture degli esercizi commerciali nelle domeniche e nei festivi. Vale a dire se mantenere questa possibilità anche nelle festività, come i giorni di Natale o Pasqua, oppure garantire il riposo ai dipendenti.

Una questione che ha visto scendere in campo, sia a livello nazionale che regionale, il mondo della politica e quello del commercio, sindacati e associazioni di consumatori. Il tema è delicato e riguarda milioni di persone.

Secondo gli ultimi dati Eurostat, infatti, in Italia, la domenica, lavora mediamente il 15,2% degli occupati nei vari settori, vale a dire quasi 3,5 milioni di persone.

Un dato ragguardevole, se si pensa che gli occupati nel commercio sono complessivamente 3 milioni. Il contratto di categoria prevede, attualmente, che le aziende possano chiedere di lavorare fino a 25 domeniche l'anno ai dipendenti per i quali il riposo settimanale è fissato di domenica.

"Tutto nasce dal decreto 'Cresci Italia', varato nel 2012 dal governo Monti, con il quale venivano liberalizzati del tutto, unico caso in Europa, gli orari di apertura dei negozi. L’esecutivo - sottolinea il primo cittadino - spiegò che il provvedimento era necessario per stimolare la crescita economica. Il tema è diventato complesso e controverso".

"Ritengo - prosegue - che non possiamo diventare una società di meri 'consumatori', perché nel tritacarne del consumo finirebbero affetti, quotidianità e, in definitiva, le nostre stesse esistenze. Va tutelata la necessità di garantire al dipendente diritti, riposo, godimento degli affetti familiari. Esigenze che valgono sempre e, tanto più, in giorni particolari per la nostra cultura, quali le festività tradizionali, come la Pasqua e il Natale. Salvaguardare questi valori significa riconoscere una dimensione umana, e non solo economica, al mondo del lavoro. Le tanto agognate liberalizzazioni, inoltre, non hanno portato né maggiore fatturato né un incremento occupazionale, penalizzando, di contro, i piccoli commercianti in favore della grande distribuzione".

"L’apertura sempre garantita dei centri commerciali ha modificato anche le abitudini degli italiani, che ne approfittano per trascorrervi qualche ora, anche con i bambini, la domenica o persino nei giorni di festa. I dipendenti di queste attività, lavoratori a loro volta con diritti e famiglie, si trovano dunque nella condizione di lavorare in esercizi la cui plusvalenza economica è legata alla capacità di essere attrattivi proprio quando la generalità degli italiani riposa o è in vacanza. Una modifica dei costumi che, nella nostra città, ha ingenerato un ulteriore fattore negativo. Gli aquilani - conclude Biondi - dopo il sisma si sono abituati a questi luoghi di shopping e di ritrovo e hanno difficoltà a tornare a vivere il centro storico".

 
Pubblicato in Politica

CHIETI - Sangritana Spa, la società che gestisce i servizi commerciali sia su gomma che su ferro, controllata da Tua Spa, ha presentato ieri a Roma, presso la sede dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie (Ansf), la domanda di rilascio del certificato di sicurezza quale impresa ferroviaria.

Il certificato di sicurezza, una volta ottenuto permetterà alla Sangritana di subentrare a Tua nell'effettuazione del trasporto merci per ferrovia su rotte che interesseranno sette diverse regioni lungo i binari dell'infrastruttura ferroviaria nazionale, quella gestita da Rfi Spa.

Il copioso dossier (sette faldoni consegnati ieri all'Ansf) ha impegnato dalla fine dello scorso anno un nutrito gruppo di lavoro della divisione ferroviaria di Tua, supportato da uno specialista esterno particolarmente esperto della materia.

Tra le principali novità del certificato di sicurezza richiesto da Sangritana Spa vanno annoverate le linee sulle quali la futura impresa ferroviaria potrà svolgere il proprio servizio.

Sono state infatti richieste anche le linee a nord est e, tra queste, quella che permetterà di raggiungere il quadrante Europa di Verona, il più importante e strategico interporto ferroviario a livello nazionale per volumi di traffico, le linee che permettono di raggiungere verso Melfi, in Basilicata, sede di una zona industriale estremamente produttiva.

Inoltre, Sangritana Spa si è organizzata per poter svolgere il servizio cargo anche all’interno di importanti scali merci italiani distribuiti lungo il versante ferroviario adriatico, dallo scalo di San Nicola di Melfi a quello di Parma, mettendosi nella condizione di poter svolgere servizi di collegamento fra sette regioni.

“La presentazione della domanda di certificazione - ha spiegato il consigliere regionale delegato ai Trasporti, Maurizio Di Nicola, che ha rivolto parole di ringraziamento ai vertici di Tua e di Sangritana - rappresenta un atto di fondamentale importanza per portare a definitivo compimento il percorso di trasferimento dei servizi di natura commerciale da Tua verso un unico operatore, Sangritana Spa, che potrà concentrarsi su questo specifico mercato di riferimento raccogliendo con tempestività, efficacia ed efficienza le risposte che il mercato richiede. Dunque un altro importante tassello nel percorso di definitivo affrancamento delle attività a mercato da quelle di Tpl, tale da perseguire non già la sola separazione contabile ma la ben più importante focalizzazione sul business di riferimento e la crescente responsabilizzazione del management ai risultati attesi”.

Pubblicato in Cronaca

L’AQUILA - E’ stata affidata all’associazione Rugby Experience School la gestione del campo di rugby di piazza d’Armi. Lo ha stabilito la Giunta comunale su proposta dell’assessore allo Sport, Alessandro Piccinini. Con lo stesso atto deliberativo, la Giunta ha approvato lo schema di convenzione che la società in questione dovrà sottoscrivere con il Comune, convenzione che disciplina tutte le prescrizioni a carico del gestore.

"Il provvedimento adottato dalla Giunta – ha spiegato Piccinini – è stato frutto di una valida collaborazione con il vice sindaco Guido Quintino Liris, titolare della delega agli Impianti sportivi, e consente di raggiungere un duplice, importante obiettivo. Da una parte, infatti, viene valorizzato un impianto ritenuto di valenza strategica dall'amministrazione comunale, dall'altra viene fornita una significativa risposta in termini sociali, con particolare riferimento alle politiche di attenzione verso i giovani e lo sport. La società Rugby Experience, infatti, svolge attività di rugby e minirurgby e coinvolge circa 260 persone tra bambini, ragazzi, educatori, allenatori e accompagnatori, dalla under 6 alla under 16; pertanto costituisce una realtà in costante crescita che sta dimostrando di ricoprire un ruolo sempre più centrale nelle dinamiche cittadine".

Nella delibera viene ricordato come sia in corso l’iter tecnico-amministrativo per la realizzazione, al campo di rugby di piazza d’Armi, dell’impianto di illuminazione e delle relative torri faro, nonché degli spogliatoi e della club house. L’Amministrazione comunale si è inoltre riservata la facoltà di concedere in uso il campo, nelle fasce orarie indicate nella convenzione, ad altre Associazioni che eventualmente ne faranno legittima richiesta.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA – “Rilevo nei contenuti alla nota dell’assessore Alessandro Piccinini solo una reiterata mancanza di spiegazioni concrete su quanto accaduto all’Aquila calcio che mi costringe a portare io stesso la questione in Consiglio Comunale per gli approfondimenti dovuti all’assise e dunque alla città.”

E’ quanto afferma il Consigliere comunale dell’Aquila de Il Passo Possibile, Americo Di Benedetto.

“La campagna elettorale è finita un anno fa, - prosegue Di Benedetto - i cittadini aquilani hanno scelto un progetto di amministrazione differente da quello che noi proponevamo. Un progetto che comprendesse all’interno le soluzioni a tutti i problemi della città, tra cui anche quello relativo al rilancio dell’Aquila calcio. La collaborazione che sembra stia chiedendo adesso l’assessore, patisce tempi e modalità sbagliati, considerata la sua decisione di procedere in autonomia fino al fallimento della società, con il rischio, ancora reale, di non vederla iscritta neanche in promozione.

Se, come lo stesso Piccinini ricorda, il solo compito della politica è quello di farsi mediatrice tra le parti e favorirne l’incontro, non posso non evidenziare che questo compito sia stato disatteso nei risultati tanto da convincermi a reiterare la mia richiesta di dimissioni.” 

“Nello sport e nel calcio in particolare modo, conclude Di Benedetto - le strategie vanno pianificate per tempo per promuovere un marketing territoriale di cui la città ha un assoluto bisogno. E questo tempo mal collima sia con i dodici mesi a disposizione avuti da questa amministrazione che con le interlocuzioni favorite.

Viene da chiedersi qual è stato il momento in cui l’Assessore sia venuto a conoscenza dell’inaffidabilità del progetto di Ius: quando faceva le foto insieme al vicesindaco Liris e Bruno Conti in giro per la città o dopo aver parlato con gli imprenditori cittadini? Credo che l’ambiguità tenuta prima con Ius e poi con gli imprenditori locali, sia  l’esempio di come su L’Aquila calcio non ci sia stata la comprensione e la volontà reale di entrare nel merito del problema. La verità che emerge oggi in tutta la sua drammaticità è come nel cantiere più grande d’Europa non ci siano fondi per contribuire ad assicurare ad un capoluogo di regione una squadra che militi in una categoria degna del suo nome.

La città è spettatrice non solo del fallimento della squadra di calcio, ma del fallimento di una compagine politica che non è stata in grado di fare rete intorno ad una eccellenza sportiva come ci testimonia la storia dell’Aquila calcio.”

Pubblicato in Politica
Venerdì, 27 Luglio 2018 20:36

Il Jazz italiano per per le Terre del sisma

L’AQUILA - Anche quest’anno, il jazz Italiano torna a mobilitarsi per le terre colpite dal sisma. Saranno quattro le città coinvolte, confermando l’impegno avviato nell’edizione 2017 in quattro giornate consecutive di concerti: il 30 agosto a Camerino (MC), il 31 agosto a Scheggino (PG), il 1 settembre ad Amatrice (RI) e per finire il 2 settembre a L’Aquila.

Centinaia di musicisti coinvolti, provenienti da tutta Italia, confermeranno la loro partecipazione a questo grande evento, ormai simbolo dell’impegno e dell’unione del mondo del jazz a favore dei territori e delle popolazioni colpiti dal terremoto. Con lo stesso spirito e forti della nascita della Federazione Nazionale “Il Jazz Italiano”, organo che, in questo senso, va a riassumere perfettamente il lavoro di rete fatto in questi anni, presentiamo anche per il 2018 la manifestazione, promossa da MiBAC – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e dal Comune dell’Aquila-Comitato Perdonanza, sostenuta da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori, in qualità di main sponsor, con il supporto di NUOVOIMAIE e il contributo tecnico di CAFIM, e organizzata dalla Federazione stessa, Associazione I-Jazz, MIDJ – Musicisti Italiani di Jazz e Casa del Jazz; anche per questo anno è confermata l’adesione anche dei comuni di Scheggino, Camerino e Amatrice. Da segnalare, per quest’ultime amministrazioni coinvolte, l’organizzazione e il sostegno di Associazione VisioninMusica (Scheggino), Musicamdo Jazz e TAM-Tutta un'Altra Musica (Camerino) e Fara Music (Amatrice).

Fortemente voluta dal MiBAC, dai sindaci dei quattro centri coinvolti (Pierluigi Biondi, Sindaco L’Aquila; Filippo Palombini, Sindaco Amatrice; Gianluca Pasqui, Sindaco Camerino; Paola Agabiti Urbani, Sindaco Scheggino) e dal musicista e direttore artistico Paolo Fresu, l’iniziativa sarà caratterizzata da una natura itinerante, che ne contraddistingue l’organizzazione dal 2017: quattro giorni di grande musica che tracceranno un ponte ideale, un filo indissolubile di bellezza e arte nel cuore rosso dell’Italia. L’inizio è previsto il 30 agosto a Camerino (MC) con concerti dalle 19.30 nella zona della Rocca Borgesca; il 31 agosto la manifestazione si sposterà a Scheggino (PG), in Piazza Carlo Urbani, dalle ore 19:00, il 1 settembre ad Amatrice (RI), presso il parcheggio ex area ANPAS (Villa San Cipriano di Amatrice), dalle 18:00, per concludersi il 2 settembre all’Aquila, con centinaia di musicisti e numerose band, che suoneranno in oltre 15 luoghi diversi della città, e un jazz club tutto nuovo in Piazza Chiarino (una delle novità di questa edizione) gestito per l’occasione da Italia Jazz Club.

L’Aquila, inoltre, il 1° settembre, alle ore 12:00, ospiterà la partita di calcio di beneficenza organizzata dalla Nazionale Italiana Jazzisti che sfiderà AmiciAmatriceAquila AAA presso lo stadio comunale dell’Aquila. Lo scopo dell’iniziativa si inserisce a pieno nello spirito della manifestazione e ne rafforza le finalità benefiche: La Nazionale Italiana Jazzisti, le istituzioni aquilane e amatriciane e personaggi della cultura e dello spettacolo uniti in campo per la solidarietà.

“L’Aquila cresce al ritmo vertiginoso del jazz – dichiara Paolo Fresu, direttore artistico dell’iniziativa e presidente della Federazione Nazionale “Il Jazz Italiano” - Il Jazz Italiano per le Terre del Sisma ha coinvolto, in soli quattro anni, circa 2500 musicisti con oltre 400 concerti dimostrando quanto la vitalità e la poesia del nostro linguaggio artistico siano preziose nella tessitura del pensiero architettonico, sociale, umano ed economico della città e degli altri comuni colpiti dal sisma.

Dal 2019 l’Aquila diverrà la capitale del jazz italiano con un festival autonomo e che dialogherà anche con Amatrice, Camerino e Scheggino.

La Federazione Nazionale IJI, oggi strumento prezioso per tutto il nostro jazz, è pronta a collaborare e a proseguire in questo simbiotico percorso”.

“La Società Italiana degli Autori ed Editori conferma anno dopo anno il suo impegno in prima linea nel sostenere progetti e manifestazioni come Il Jazz Italiano per le Terre del Sisma che sanno unire musica e solidarietà per la ricostruzione del tessuto sociale e la rinascita della vita culturale delle popolazioni colpite dai tragici eventi naturali – commenta Filippo Sugar, Presidente SIAE - Purtroppo negli ultimi anni il nostro paese è stato sconvolto da gravissime devastazioni; il sostegno di SIAE in favore delle comunità del centro Italia duramente colpite dagli eventi sismici ha trovato declinazioni concrete in iniziative come ‘Il Jazz italiano per L’Aquila’, ‘SIAE per Amatrice’ e ‘RisorgiMarche’, nella convinzione che la cultura e l’amore per il territorio siano la solida base su cui poggia ogni ricostruzione”.

“Il NUOVOIMAIE è lieto di partecipare a questa importante manifestazione culturale - dice il presidente Andrea Miccichè - che ci auguriamo possa contribuire a dare fiducia agli abitanti dei territori colpiti dal sisma, ma anche rappresentare uno stimolo per il rilancio turistico. Siamo fortemente convinti che l’unione tra musica, arte in generale e solidarietà possa far aumentare la possibilità di centrare obiettivi importanti”.

“La relazione che esiste tra la città dell’Aquila e il jazz è intensa, quasi intima – dichiara il Sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi - ad accomunarli sono la tradizione, la continua ricerca di nuove forme di sperimentazione e l’apertura al futuro che, però, non può non tener conto di solide radici. Centinaia di artisti, riuniti in un’unica federazione, si esibiranno in un vero e proprio laboratorio a cielo aperto, tra scorci di una città che sta recuperando la sua identità e autentici gioielli restituiti alla comunità dall’opera di ricostruzione che verranno messi a disposizione per una giornata che, mi auguro, possa diventare un appuntamento fisso per il capoluogo abruzzese. Con Il Jazz italiano per le Terre del Sisma il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, il maestro Paolo Fresu e il suo staff dimostrano, una volta di più, di essere amici di questa terra accogliente e complessa”.

Anche l’iniziativa di quest’anno (che si aggiunge a quella degli ultimi due anni) collabora in modo associativo con Io Ci Sono Onlus alla costruzione del Centro Polifunzionale di Amatrice ed alle successive attività socio-culturali che daranno vita e respiro alla struttura.

Il coordinamento generale del progetto è realizzato dalla Federazione Nazionale “Il Jazz Italiano”, dall’Associazione I-Jazz (che raccoglie i principali festival e progetti di jazz italiani), unitamente all’Associazione Musicisti Italiani di Jazz (MIDJ) e alla Casa del Jazz di Roma.

“Il jazz italiano per le terre del sisma” è promosso dal MIBACT, Comune dell’Aquila-Comitato Perdonanza, con l’adesione di Comune di Scheggino, Comune di Camerino e Comune di Amatrice. SIAE si conferma main sponsor dell’evento, con il contributo di NUOVOIMAIE e CAFIM.

“Il jazz italiano per L’Aquila” è stato il primo capitolo di un percorso importante, significativo, indimenticabile che ha visto riversarsi nel capoluogo abruzzese, il primo weekend del settembre 2015, un fiume di persone appassionate che si sono strette attorno al cuore di una realtà ancora profondamente segnata dal terremoto del 2009. L’anno successivo, il tentativo di organizzare una seconda edizione è stato spazzato via dal terribile sisma che ha messo in ginocchio il centro Italia, il 24 agosto. Tutta l’Italia del jazz, però, si è prontamente mobilitata per riuscire a riunire i pezzi di un progetto che, alla luce di quanto successo, poteva avere ancora più valore. Il 4 settembre 2016 la penisola intera, da Courmayeur a Lampedusa, ha visto nascere “Il jazz italiano per Amatrice”, una maratona nazionale che ha avvicinato e unito i cuori e i luoghi nel grande abbraccio della musica. Nel 2017, memori di questo piccolo grande miracolo e ancora più fiduciosi nel continuare l’opera di sensibilizzazione indirizzata ad accelerare i tempi della ricostruzione delle zone terremotate, gli organizzatori hanno dato vita a “Il Jazz italiano per le terre del sisma” in un’ottica ancora più integrata di condivisione e diffusione del forte messaggio di solidarietà.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L’AQUILA - “Il primo atto del ‘governo del cambiamento’ in materia di cultura è lo scippo delle risorse destinate ad importanti enti abruzzesi con sede nel cratere, a L’Aquila e destinatari del Fus. Il Mibact ha infatti deciso di tagliare circa 400mila euro di finanziamenti per il 2018 all’Istituzione Sinfonica Abruzzese, al Teatro Stabile d’Abruzzo, ai Solisti Aquilani e alla Società Aquilana dei Concerti B. Barattelli. Si tratta di un attacco senza precedenti, che appare ancor più inconcepibile se pensiamo che il nuovo ed unico sottosegretario abruzzese, è proprio al ministero della Cultura ed è un grillino recentemente in visita al Sindaco ed alla Sovrintendente. Incontri nei quali si è ben guardato di parlare di tagli ai fondi ministeriali, anzi si è prodigato in annunci. Viene allora da chiedersi: dov’era l’esponente M5s Gianluca Vacca mentre il governo assumeva questa assurda decisione?”.

Così la deputata Dem Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

“Una scelta - prosegue Stefania Pezzopane - che va nella direzione esattamente opposta a quella del precedente ministro, Dario Franceschini, che destinava per legge il 4% dei fondi della ricostruzione proprio alla rinascita del territorio ed anche alla promozione culturale, che sceglieva L’Aquila per il Jazz e tanto altro ancora. Adesso occorre subito porre rimedio a questo grave errore, trovando immediatamente le risorse per dare certezza operativa agli enti culturali e garanzie occupazionali a tutti gli operatori. Sarà battaglia - conclude la deputata Dem - affinché il governo restituisca fino all’ultimo euro alle istituzioni abruzzesi scippate”.

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us