http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Luglio 2018 - Radio L'Aquila 1
Lunedì, 30 Luglio 2018 09:32

Scatta l'inchiesta sulla morte di Kaos

L'AQUILA - I carabinieri forestali indagano sulla morte del cane pastore tedesco Kaos, tre anni e mezzo, uno dei cani eroi dei terremoti del 2016: nel pomeriggio hanno effettuato un sopralluogo per fare rilievi nel giardino della casa di Sant'Eusanio Forconese (L'Aquila). Secondo quando riferito dal proprietario, l'addestratore aquilano Fabiano Ettorre, "dalle condizioni in cui è stato trovato l'animale al 99 per cento la morte sarebbe riconducile ad un crudele avvelenamento".
Gli investigatori stanno verificando anche l'eventuale presenza, non solo in giardino, di altri bocconi avvelenati. "I carabinieri forestali - spiega ancora Ettorre, che ha trovato morto Kaos in una parte nascosta del giardino ieri intorno a mezzogiorno - mi hanno riferito che torneranno con un veterinario visto che io non voglio che Kaos venga trasferito a Teramo. Non mi importa, non posso accettare che mi venga ridato tra cinque mesi", racconta con un tono di voce che fa capire il dolore che prova per l'improvvisa scomparsa del suo cane. Solo successivamente scatterà la denuncia da parte di Ettorre che in un primo momento ha pensato che Kaos fosse stato rapito. "Kaos non usciva mai di casa - spiega ancora Ettorre - quando mi sono svegliato non l'ho trovato in giardino. Ho subito pensato a un rapimento, poi la terribile scoperta. Kaos era a terra senza vita in un punto poco visibile del giardino".
Ettorre, ancora distrutto dal dolore, racconta di ricevere ininterrottamente messaggi e telefonate anche da parte di tv pubbliche e private italiane e straniere, in merito all'accaduto. (ANSA).

Pubblicato in Cronaca
Lunedì, 30 Luglio 2018 09:30

Domani i Solisti Aquilani al Munda

L'AQUILA - Per la rassegna Musica e Territorio, appuntamento domani 31 luglio, alle 18.30, al Munda con I Solisti Aquilani Quartetto (Daniele Orlando e Nicola Marvulli, violini; Margherita Di Giovanni, viola, Giulio Ferretti, violoncello) e Cesare Chiacchiaretta, fisarmonicista a tutto tondo, e appassionato di bandoneon. Il concerto è interamente dedicato a Piazzolla del quale Chiacchiaretta è un profondo conoscitore.  Nato a Chieti, Chiacchiaretta si dedica sin da giovanissimo allo studio della fisarmonica per poi intraprendere ed affiancargli quello del bandoneon. Ha studiato con il M° Claudio Calista presso l’Accademia Musicale Pescarese, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “N. Piccinni” di Bari nel 1995. In seguito si è perfezionato con maestri del calibro di M. Bonnay, V. Zubitsky e M. Ellegaard. E’ stato premiato nei più importanti concorsi nazionali ed internazionali ottenendo tra gli altri il primo premio, nel 1993, al Concorso internazionale “Città di Castelfidardo”. Nel 1991 è prescelto quale unico rappresentante italiano alla Coppa del Mondo dell’Unesco. Nel 1993 viene invitato a partecipare, in rappresentanza per l’Italia, al 43° trofeo Mondiale della Fisarmonica a Setubal (Portogallo). Ha tenuto oltre 1.000 concerti in 35 Paesi al mondo e suonando da solista con importanti orchestre. Ha suonato sotto la direzione del Maestro Riccardo Muti presso il Teatro dell’Opera di Roma con l’orchestra Cherubini eseguendo musiche di Nino Rota. Ha collaborato con Eddie Daniels, Amanda Sandrelli, Elio, Enzo Iacchetti, Giampaolo Bandini, Corrado Giuffredi, Trio di Parma, Enrico Fagone. Nel 2008 ha svolto una tournée in veste di bandoneonista con Fernando Suarez Paz, (il violinista di Astor Piazzolla) e con il quale ha inciso un disco risultato vincitore del premio della Critica Orpheus Award. Nel 2011 ha vinto il Premio Astor Piazzolla per la divulgazione dell’opera del grande maestro argentino. Ha tenuto  Masterclasses nelle Università di Missoula (Montana-USA), San Pietroburgo (Russia), Loyola University (Los Angeles-USA) e  Conservatorio Centrale di Pechino (CINA). Recentemente ha inciso per la Naxos Productions il concerto di Roberto Di Marino e le Five Tango Sensations di Astor Piazzolla con l’Orchestra Croatian Philarmonic diretta da Miran Vaupotic.


Il cartellone della serata attraversa le partiture più note e affascinanti di Astor Piazzolla
, uno straordinario genio musicale che ha saputo rivoluzionare ciò che in Argentina è considerato intoccabile ossia il tango e la musica del tango e creare un nuovo tango tra spirito e colori argentini e strumenti e tecniche più classici  e tradizionali che lo legano ai  grandi maestri, soprattutto europei.

Per gli abbonati alla rassegna "Musica per la città" 2017-2018,l' ingresso è gratuito, dal momento che il concerto sostituisce quello previsto il 21 febbraio scorso e annullato a causa di sopraggiunti impegni dell'artista ospite, Roby Lakatos. E non solo sarà possibile farsi ammaliare dalla musica di Piazzolla, ma anche ammirare un'opera di Cola dell'Amatrice, che esposta nel Museo Nazionale d’Abruzzo al Castello Cinquecentesco fino al sisma, ritorna a casa dopo 9 anni nelle sale del Munda: La Sacra Famiglia con San Giovannino e San Francescod'Assisi.


Ingresso: 5 euro

 

Pubblicato in Musica e Spettacolo

TAGLIACOZZO (L'AQUILA) - Lunedì 30 luglio a Tagliacozzo Festival inaugura la stagione sinfonica con un concerto di grande bellezza: con il patrocinio di ambasciata di Turchia in Italia e ambasciata di Bulgaria in Italia presso il chiostro S. Francesco, alle ore 21.15, la “Dokuz Eylul” University Symphony Orchestra (Deso) di Turchia diretta dal grande direttore bulgaro Dian Tchobanov, Direttore Musicale Opera di Stato Plovdiv – Bulgaria presenta F. LISZT: Concerto per Pianoforte e Orchestra n. 2 in La Maggiore, S.125e J. Brahms: Sinfonia n. 2 in Re Maggiore, Op. 73. Solista d’eccezione al pianoforte Vincenzo De Lucia.

"Fu principe e artista, e già al tempo della sua vita fu leggenda. Principeschi erano il suo modo di sentire, il suo aspetto, il suo modo di fare; gli impresse il sigillo di artista la fortunata unione di talento, intelligenza, perseveranza e idealismo. Le sue mete sono ascensione, affinamento e liberazione. Solo una persona elevata aspira a salire, solo una nobile mente ad affinarsi, solo uno spirito libero alla libertà. Egli è diventato il simbolo del pianoforte, che innalzò al rango principesco, perché diventasse degno di lui stesso".

Queste parole di Ferruccio Busoni assumono il significato di un omaggio da parte di un grande pianista-compositore a beneficio di quello che fu uno dei protagonisti della musica tardo-ottocentesca; Franz Liszt. L'ascolto immediato - e ancor meglio la verifica testuale di quello "spirito di ricerca" citato da Busoni nel suo "omaggio" critico a Liszt - forniscono un'incontestabile documentazione delle innovazioni rilevabili in questo momento esemplare della stilistica lisztiana. Tagliacozzo apre, quindi, la sua stagione sinfonica con il Concerto per Pianoforte e Orchestra n. 2 in La Maggiore: Adagio sostenuto assai. Allegro agitato assai. Allegro moderato. Allegro deciso. Marziale. Allegro animato. Stretto affidando l’incarico ad un grandissimo artista. Il talento di Vincenzo de Lucia è sicuramente cosa nota: inizia lo studio del pianoforte all’età di 8 anni, si diploma in pianoforte presso il Conservatorio di musica “N. Sala” di Benevento con il massimo dei voti e lode nel 2011. Ha partecipato e vinto diversi concorsi di esecuzione pianistica e di musica da camera europei e internazionali. Lavora come maestro collaboratore al Festival Pucciniano di Torre del Lago e con alcuni tra i più grandi interpreti internazionali come Giovanna Casolla, Renata Lamanda, Luigi Roni, Anatoly Levin e Ilya Grubert.

La seconda parte del concerto ci apre al sogno con la Sinfonia n. 2 in re maggiore Op. 73: fu composta da Johannes Brahms nell'estate del 1877 durante una visita alle Alpi austriache. La Sinfonia, specialmente per il clima che la pervade, è stata spesso paragonata alla Sesta Sinfonia (Pastorale) di Ludwig van Beethoven. Essa è caratterizzata da gioiosità e quiete, da semplicità quasi pastorale, e infonde un senso di pace; questa sinfonia si fa notare per la bellezza dei temi, per la forza dei contrasti, per l'unità dell'insieme garantita dall'abilità contrappuntistica che Brahms mostra spesso nei suoi lavori. La musica, nei suoi colori e contorni generali, potrebbe far pensare ad una voluta imitazione di Mendelssohn, soprattutto nel primo movimento, ma la forma, la lavorazione, tutti gli accorgimenti sinfonici impiegati sono di stampo chiaramente brahmsiano. La sinfonia trascorre tranquilla, solo qua e là affiorano episodi malinconici o più marcatamente passionali.

Direttore ospite il Maestro Dian Tchobanov, Master all’Accademia Musicale Statale (Sofia) nel 1997 e dall’Università della Musica di Vienna (Uroš Lajović – direttore d’orchestra e Konrad Leitner – correpetition) nel 2001. Allievo di Sir Colin Davies a Dresda, Fabio Luisi e Michael Halas (Direttore dell’Opera del Vienna State) è direttore ospite di RSO-Vienna, l’Orchestra dell’Arena di Verona, RSO-Praga, Budapest Festival Orchestra, Dohnanyi Orchestra Budapest, Concert Orchestra Budapest, Filarmonica di Zagabria, Filarmonica Macedone, RSO-Sofia, Sofia Opera e Ballet, Ensamble “Cantus”,  B-A-C-H Chamber orchestra Yekaterinburg, Russia; Filarmonica di „Oltenia“, Craiova, Rumania etc.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

CARSOLI (L'AQUILA) - I Carabinieri della Stazione di Carsoli unitamente ai colleghi di Pereto e ai militari dell’Aliquota Operativa, nell’ambito di un servizio finalizzato alla repressione del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio hanno tratto in arresto un 48enne del luogo.

L'uomo, F.F, è stato fermato all'altezza dell’uscita del casello autostradale della A24 di Carsoli/Oricola. A seguito del controllo al veicolo sul quale viaggiava, è stato trovato in possesso di 96 grammi di hashish. L’immediata e più approfondita perquisizione veicolare ha permesso di rinvenire, ben occultati all’interno del veicolo, ulteriori 32 grammi di cocaina.

I militari poi si sono recati presso l’abitazione a Carsoli, dove, a seguito di perquisizione domiciliare sono stati trovati anche 95 grammi di marjuana, due bilancini di precisione, diverso materiale atto al confezionamento nonché molto denaro in contanti, verosimilmente provento dell’attività illecita di spaccio di sostanze stupefacenti. Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

L’uomo è stato tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari ove dovrà permanere fino al giorno dell’udienza di convalida, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

 

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - Sono stati tratti in salvo gli scout in difficoltà sul monte Morrone, al confine tra le province di Pescara e L'Aquila. Il gruppo, di Luco dei Marsi (L'Aquila), era composto da 12 scout di età compresa tra i 16 e i 55 anni (di cui 6 minorenni). Erano partiti da Badia di Sulmona (L'Aquila) per percorrere la prima parte del sentiero dello Spirito, sulle tracce dell'eremita Pietro Da Morrone, poi divenuto papa Celestino V: si tratta di un percorso di trekking di 73 km che parte dalla Badia di Sulmona, supera il Monte Morrone, per arrivare fino a Serramonacesca (Pescara). L'escursione sarebbe dovuta durare una decina di ore. Superata la cima del monte, una volta nel versante pescarese, però, sarebbero iniziati i primi problemi. Il gruppo avrebbe perso l'orientamento, le scorte d'acqua hanno iniziato a finire e una ragazza ha riportato una distorsione ad una caviglia.

In serata, attorno alle 22.30, il capo scout ha lanciato l'allarme. L'area in cui si trovava il gruppo è stata individuata attraverso la localizzazione del telefono cellulare da cui era partita la chiamata. Le operazioni si sono concluse all'1.30 circa. I soccorritori - due carabinieri forestali, sindaco, vicesindaco e un consigliere comunale di Sant'Eufemia a Maiella e tre cittadini - hanno organizzato due squadre di ricerca, una a monte e l'altra a valle, che hanno percorso il sentiero a piedi. Gli scout erano a circa un'ora e mezza dal punto di arrivo. Gli scout, una volta raggiunti, sono stati quindi accompagnati a piedi a Roccacaramanico, frazione di Sant'Eufemia. Lo scuolabus, poi, li ha trasportati a Caramanico Terme (Pescara), nel convento in cui era già previsto che passassero la notte.

Alle ricerche ha partecipato anche il sindaco di Sant' Eufemia a Maiella, Francesco Crivelli. "Erano spossati e assetati. Avevano degli zaini pesantissimi e zero acqua. Si leggeva sui loro volti una paura derivante dalla spossatezza e dalla sete", racconta Crivelli secondo il quale questa vicenda apre due tipi di riflessione: "L'imprudenza con cui spesso si affrontano i sentieri di montagna - dice - e la necessità di riqualificare le strade forestali; sono state abbandonate e sono quasi impercorribili, ma sono ancora vitali, soprattutto in casi di interventi come questo o come quelli dello scorso anno, quando un incendio gigantesco devastò il Morrone". 

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - La deputata Dem  Stefania Pezzopane, che ha denunciato già venerdì il gravissimo taglio fatto alle istituzioni aquilane del Fus (Teatro Stabile, Istituzione Sinfonica, Solisti Aquilani e Società Barattelli) da parte del Governo Conti e del Mibact, si dichiara sconcertata dalla risposta del sottosegretario Vacca e afferma: “Risposta gravissima del sottosegretario Vacca che interviene sul drammatico taglio alle sole istituzioni aquilane, dicendo cose non vere. Intanto, mentre lui perde tempo ad insultarmi, gli suggerisco come risolvere, visto che ci sono disponibili 10 milioni di Euro del riequilibrio, prenda li i 400mila scippati. La norma non è cambiata, le commissioni non sono cambiate, è cambiato solo l’indirizzo politico. Ora infatti c’è il governo giallo verde. Che evidentemente non ha dato indirizzi precisi di salvaguardia delle istituzioni del cratere alla direzione generale come avveniva in passato.

Si assumano fino in fondo le responsabilità di quello che fanno e non scarichino su il Pd e su il Ministro Franceschini, con il quale sulla cultura e sulle istituzioni culturali, a livello nazionale abbiamo fatto cose straordinarie. Invito perciò il sottosegretario Vacca subito ad un confronto pubblico sul tema dei finanziamenti alla cultura, sul perché di questo taglio su L’Aquila, e se è d’accordo con me a recuperare subito le risorse scippate con i 10 milioni del riequilibrio.

Conosco bene la normativa, il sottosegretario Vacca parla di danni provocati dal decreto Franceschini. Il primo decreto e’ del luglio 2014, poi modificato e nessuna istituzione ha subito decurtazioni proprio in virtù di quel decreto e del combinato disposto col decreto terremoto. La normativa non è cambiata in questi anni ed e’ la stessa che ha consentito di mantenere le risorse su uno standard elevato. Le commissioni hanno lavorato nella fase finale del governo dimissionario ed hanno concluso il lavoro a governo, ministro e sottosegretari gialloverdi insediati.

Sul cratere si sono sempre fatte operazioni di riequilibrio, proprio perché queste istituzioni non possono reggere gli standard degli altri territori. Queste nostre istituzioni non possono gareggiare alla pari con gli altri (in particolare sugli aspetti quantitativi, ovvero spettatori, circuito, ecc). Non contiamo solo i danni del terremoto 2009, ma anche quelli del 2016/2017. Mi batterò perché vengano restituiti al territorio tutti i 400mila”.

Pubblicato in Politica

ISOLA DEL GRAN SASSO (TERAMO) - E’ stata la musica di Bach, in occasione dell’anniversario dalla sua morte (avvenuta il 28 luglio 1750), ad aprire ieri sera il concerto del Quartetto Accademia nella suggestiva cornice dell’Abbazia di San Giovanni ad Insulam a Isola del Gran Sasso d’Italia. Il gruppo, che vanta 35 anni di attività, si è esibito nell’ambito degli appuntamenti de I Concerti delle Abbazie. Il Quartetto di Sassofoni Accademia si è costituito, infatti, nel 1984 ed è considerato a livello internazionale tra i gruppi italiani più attivi nel suo genere. Ha tenuto più di 1500 concerti in Italia e all’estero svolgendo 70 tournée in 26 Paesi del mondo oltre a essersi esibito per importanti istituzioni. Il quartetto, composto da Gaetano Di Bacco (sax soprano), Enzo Filippetti (sax contralto), Giuseppe Berardini (sax tenore) e Fabio Paoletti (sax baritono), ha eseguito, oltre alle musiche di Bach, brani di Rossini, Gershwin, Francaix e Romero.

I Concerti delle Abbazie, la cui direzione artistica è a cura del Maestro Carlo Michini, hanno come obiettivo il valorizzare il meraviglioso patrimonio artistico e architettonico del teramano attraverso un ricco cartellone di dieci appuntamenti che vede l’alternanza di musicisti di assoluto prestigio internazionale con un vasto repertorio di musica classica. Sottotitolo di questa quarta edizione, organizzata come sempre dall’Associazione Culturale Luzmek, e da quest’anno in partnership con ACS – Abruzzo Circuito Spettacolo, è “Il nostro patrimonio: dove il passato incontra il futuro”. L’iniziativa si avvale del patrocinio del Comune di Canzano, del sostegno del Consorzio B.I.M. e della collaborazione con Itaca – Agenzia per lo Sviluppo Locale, con la Valle delle Abbazie e con il FAI delegazione provinciale di Teramo ed è sostenuto da varie realtà come Sapori Veri, Cioci srl, Agenzia General Groupama Luigi Di Battista & C., Arcadia Gruppo Penta, C&B Rappresentanze, Elle & Elle, oltre alla Banca Popolare di Bari e le BCC di Basciano e Castiglione M. R. e Pianella.

Il prossimo appuntamento dei Concerti delle Abbazie è per il primo agosto 2018 alle 20,30 nello spazio antistante l’Abbazia di San Salvatore a Canzano con la violinista Jin Zhi Zhang.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

CANISTRO (L'AQUILA) - “In seguito all’accreditamento firmato dalla Regione”, la proprietà della casa di cura Ini, divisione di Canistro (L’Aquila), ha pagato “con grande sforzo, irripetibile nel prossimo futuro” lo stipendio di luglio ai circa 150 dipendenti: ma ora, se non verrà firmato il contratto e, soprattutto, non verranno regolarizzati da parte dell’azienda pubblica i pagamenti maturati nei mesi scorsi, “c’è il rischio - in questa fase le risorse economiche a disposizione dell’azienda sono limitatissime - che ci sarà un altro blocco degli emolumenti e addirittura dell’attività di assistenza e cura, con gravi ripercussioni sui cittadini e sul territorio”.

È il grido di allarme lanciato dalla dirigenza della clinica privata Ini di Canistro sulla vicenda legata all’accreditamento relativo alla monospecialistica in Ortopedia e Traumatologia, sbloccato dalla Regione nei giorni scorsi. La riconversione della struttura è stata attivata dal febbraio scorso secondo quanto previsto dalla riforma Lorenzin. I dirigenti sollecitano la Asl e la Regione a sbloccare i rilevanti crediti che “pesano come un macigno sull’attività”, maturati finora e bloccati perché non era stato ancora firmato l’accreditamento della casa di cura di proprietà della famiglia Faroni che controlla un gruppo di rilevanza nazionale.

“La Regione è stata puntuale nel risolvere la vicenda dell’accreditamento - spiega il direttore delle risorse umane della Ini, Gabriele Cerratti -. Nella stessa comunicazione ha annunciato in tempi brevi la firma del contratto. Se insieme alla stipula non arriva il pagamento delle prestazioni erogate, saremo costretti a bloccare ancora gli stipendi e fare tagli anche in relazione all’assistenza e cura”.

“La famiglia Faroni è molto legata al territorio dove la Ini svolge un ruolo importante, ma non può andare ancora oltre ai grandi sacrifici fatti finora, non ultimo il pagamento dell’ultimo stipendio - continua Cerratti -. Siamo sicuri che Regione e Asl sapranno raccogliere in tempi brevi questo appello, come dimostrato con l’accreditamento. Speriamo di avere già dei cenni positivi nella giornata di domani” - conclude il dirigente della Ini.

Pubblicato in Cronaca
L’AQUILA - “Apprendiamo dalla stampa del decesso di Kaos, cane-eroe del sisma di Amatrice e Campotosto, probabilmente avvenuto a seguito di un avvelenamento. Una vicenda che lascia sconcertati, tanto più se si pensa che l'animale, trovato morto nel giardino dell'abitazione dai suoi stessi proprietari, nel corso della propria esistenza non si è mai risparmiato, dando tutto se stesso nel tentativo di salvare vite umane” è quanto si legge in una nota a firma di Chiara Mancinelli, in merito alla vicenda del giovane cane-eroe recentemente deceduto, per il quale si sospetta un avvelenamento.
 
“Se confermato, l'avvelenamento di Kaos sarebbe solo l'ultimo grave episodio di una scia di violenza che da sempre si abbatte sui nostri amici animali, vittime innocenti di una insensata crudeltà. Come Osservatorio Nazionale Sostegno Vittime stiamo lavorando in merito alla richiesta di un significativo inasprimento delle pene per i maltrattamenti e le uccisioni di animali, senza possibilità di sospensione della pena”.
 
Una società che si definisce civile non può prescindere dal rispetto per gli animali: è necessario agire, e in fretta, con norme che ne tutelino realmente i diritti” conclude la nota.
 
Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "In merito alle critiche rivolte per la decurtazione subite dagli enti dello spettacolo dell’Aquila, la Pezzopane dimentica, o fa finta di dimenticare, che la normativa, i criteri e le commissioni che hanno deciso la nuova ripartizione dei fondi per lo spettacolo sono frutto del precedente governo, quindi, le consigliamo di rivolgere queste critiche pubblicamente al suo compagno di partito Dario Franceschini, precedente ministro dei beni culturali". E’ questa la risposta del sottosegretario Gianluca Vacca intervenuto in merito alla polemica sollevata dalla deputata del Pd sui fondi per la cultura verso alcune realtà dell'Aquila.

"Rimango basito dalle sue dichiarazioni” continua “perché dimostra o malafede o addirittura, nonostante il lungo curriculum politico della deputata Pezzopane, una totale ignoranza della normativa e delle leggi. I nuovi meccanismi introdotti dal precedente governo Pd, che sono la causa della decurtazione degli enti aquilani, hanno creato squilibri anche su tutto il territorio nazionale, con pesanti conseguenze soprattutto per le istituzioni dello spettacolo del sud Italia. E’ intenzione di questo governo intervenire per apportare dei correttivi e migliorare il meccanismo di funzionamento di assegnazione delle risorse del Fus".

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us