http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Luglio 2018 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - "A più di un anno dall'insediamento dell'amministrazione Biondi, la maggioranza continua a litigare. Non c'è stato un giorno, nell'ultimo anno, in cui la destra al governo della città abbia lavorato unitariamente per il bene della comunità aquilana", lo scrive in una nota il movimento Coalizione Sociale L'Aquila - Fuori e dentro il Consiglio Comunale.

"Mesi e mesi per spartirsi le poltrone lottizzate delle società partecipate, settimane a discutere per le candidature alle elezioni politiche, e poi i litigi per il potere e l'egemonia tra Forza Italia e Lega, i cambi di casacca in Consiglio e le frecciatine continue, neanche tanto velate, a mezzo stampa, così come nelle commissioni. L'ultima patetica pantomima, in ordine di tempo, riguarda il Documento unico di programmazione (Dup), uno strumento che pianifica le attività e i finanziamenti in bilancio per i prossimi tre anni. L'assessora Annalisa Di Stefano l'ha presentato, e poi si sono svolte tre commissioni sull'argomento durante le quali non si è parlato di nulla. Il documento è arrivato in Consiglio lo scorso 23 luglio, ma la maggioranza ha deciso di rinviare il voto, per prendere tempo. Oggi il capogruppo di Forza Italia Roberto Silveri ha chiesto - ottenendolo - un ulteriore rinvio a settembre, dicendo che che il Dup necessita di una "discussione più approfondita" e chiedendo più tempo per un confronto", srive la compagine di minoranza in consiglio comunale a L'Aquila.

"La realtà è che siamo già in pre-campagna elettorale per le prossime elezioni regionali, dove diversi esponenti della maggioranza di Consiglio e Giunta concorrono per l'ennesima poltrona. In tutto questo la città è immobile, e tutte le iniziative intraprese sono in perfetta continuità con la precedente amministrazione. Inoltre, le tante promesse, fatte in Consiglio, alla stampa e sui social, non vengono mantenute. Un esempio su tutti riguarda la riapertura del Parco del Sole, che richiediamo da mesi e che continua a essere rinviata, prima a fine giugno, poi a metà luglio. Mentre la bella stagione scorre inesorabilmente e in città gli spazi pubblici latitano più che mai.

Noi continueremo con l'opposizione dura e costruttiva che ci ha contraddistinto in questi mesi, fuori e dentro il Consiglio comunale. Ma siamo certi che le grane al Sindaco arriveranno anche dalla sua maggioranza, disposta a farsi la guerra per un poco di voti e di potere in più, a discapito della nostra città, che viene ogni giorno offesa e oltraggiata" conclude la nota.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - “Facendomi portatore delle preoccupazioni delle istituzioni culturali aquilane questa mattina ho inviato una lettera al ministro per i Beni e le attività culturali Alberto Bonisoli chiedendo di avere la certezza che i tagli al Fondo unico per lo spettacolo saranno compensati non appena il ministero avrà provveduto al reperimento delle risorse così come mi è stato assicurato dal sottosegretario Mibac, Gianluca Vacca, e dal direttore generale per lo spettacolo dal vivo, Onofrio Cutaia”. Lo annuncia il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi.

“Già dalla giornata di venerdì, non appena sono stato sollecitato sull’argomento, mi sono attivato e gli interlocutori istituzionali, a cui ho inviato la missiva per conoscenza, hanno garantito che saranno reperiti ulteriori 10 milioni di euro  per compensare i tagli subìti dagli enti”.

“Il percorso di rilancio socio economico di questo territorio non può prescindere dalla cultura - conclude il sindaco - Il sostegno nei confronti degli operatori di un settore così strategico da parte di questa amministrazione è costante, come testimoniano gli stanziamenti di una parte dei fondi ReStart, e saremo al loro fianco perché la loro attività non solo non subisca tagli, ma, anzi, possa essere ulteriormente valorizzata e sviluppata”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Prosegue spedita l'attività di formazione nell'estate di Arti e Spettacolo al Nobelperlapace di San Demetrio ne' Vestini (L'Aquila). Dopo i primi due bandi - sui reparti del cinema, e sul videomapping - ecco il terzo appuntamento con Action 2018.

È possibile da oggi presentare la propria domanda di candidatura per un seminario di approfondimento sulla recitazione cinematografica: 30 ore in cinque lezioni dall'8 al 30 settembre prossimi, tenute dal regista Pierluigi Di Lallo e dall'acting coach Lucilla Miarelli. Il seminario è rivolto agli attori e riguarderà le tecniche di recitazione cinematografica, l'analisi della sceneggiatura e la recitazione sul set.
 
Il corso è a titolo gratuito e aperto ad un numero massimo di 10 partecipanti di età compresa fra i 18 e i 35 anni. Per garantire una corretta gestione della didattica e per il rispetto di tutti i partecipanti alle lezioni il corso prevede l'obbligo di frequenza. È possibile inoltrare la propria candidatura secondo le modalità previste dal bando presente sul sito web artiespettacolo.orgentro e non oltre mercoledì 1 agosto 2018.
 
Arti e Spettacolo, in partenariato con Angelika Vision, è risultata vincitrice per il secondo anno consecutivo del Bando SIAE "S'illumina - Copia privata per i giovani, per la cultura" con il progetto "Action - corsi di perfezionamento e di specializzazione nelle arti e mestieri del cinema", diretto da Giancarlo Gentilucci. Action 2018 risponde al bisogno di formare figure specialistiche nei mestieri del cinema e del video. Prevede attività laboratoriali volte ad avviare alla professione giovani abruzzesi che possano diventare punto di riferimento per le produzioni che scelgono l'Abruzzo come location dei loro film. Un'opportunità formativa e professionalizzante per i giovani under 35 della regione, peraltro totalmente gratuita.
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - "Estate sul Gran Sasso" e “Festa dei castelli” 2018. È la doppia iniziativa presentata questa mattina nel corso di una conferenza stampa dall’Assessore alla Cultura e al Turismo, Sabrina Di Cosimo.

Un'unica brochure per promuovere e valorizzare gli eventi nel territorio. Da un lato vengono raccolte iniziative culturali e manifestazioni che si svolgono nella montagna aquilana. “Estate sul Gran Sasso - ha dichiarato l’assessore - nasce proprio con lo scopo di promuovere la montagna aquilana e non solo, come luogo da vivere a pieno anche durante la stagione estiva”. Dall’altro “Festa dei Castelli”, chiamata così per rievocare i borghi da cui ebbe origine L’Aquila, è un vademecum che accompagna il visitatore dentro la grande varietà di manifestazioni, feste patronali, tradizioni artigianali ed eccellenze enogastronomiche, che caratterizzano i magnifici borghi del territorio aquilano.

La doppia brochure è stata realizzata grazie alla collaborazione di enti ed associazioni che hanno risposto all’Avviso pubblico promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo. Nei cartelloni sono state inserite tutte le iniziative pervenute all’Assessorato entro la fine di giungo.

La brochure, stampata in 8mila copie, è reperibile presso la sede dell’Info point, gli esercizi commerciali e gli hotel del capoluogo e di Fonte Cerreto. La versione digitale è scaricabile anche sul sito del Comune dell’Aquila, nella sezione Eventi.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - La Compagnia arcieri e rievocatori medievali ”Aquila Invicta” organizza, con il patrocinio dei Comuni di S. Stefano di Sessanio, Calascio e Castelvecchio Calvisio, dell’Assessorato allo Sport del Comune dell’Aquila, della Lam, della Fiarc e della Fitarco la prima edizione de “Il medioevo nelle terre della baronia” tappa nazionale Lam di tiro con l’arco e rievocazione storica.

L’associazione ”Aquila Invicta”, con propria sede nel cuore del centro storico dell’Aquila, ha puntato sulla valorizzazione del territorio quale entità imprescindibilmente legata al capoluogo.

Già in fase organizzativa il riscontro nazionale è stato più che positivo con un coinvolgimento di circa 160 partecipanti, numericamente simile alle due competizioni arcieristiche che si sono svolte a L’Aquila a cura di altre due associazioni.

L’obiettivo dell’Associazione ”Aquila Invicta” è quello di divulgare la realtà del tiro con l’arco storico sia sotto il profilo sportivo, sia rievocativo.

Il progetto, che ha coinvolto i consigli comunali ed i sindaci Fabio Santavicca, Luigina Antonacci e Ludovico Marinacci, avrà uno sviluppo triennale con una tappa di campionato che si svolgerà quest’anno a Santo Stefano di Sessanio, nel 2019 a Calascio (con rilevanza alla Rocca) e nel 2020 a Castelvecchio Calvisio. Questi borghi, con le proprie peculiarità storiche ed artistiche,location di importanti produzioni cinematografiche, sono perfetti per la connotazione medievale dell’evento arcieristico nazionale che si svolgerà con la partecipazione di Compagnie provenienti da Roma e Olevano, Sacrofano, Cave, Rignano Flaminio, Riano, in provincia di Roma; L’Aquila, Pescara e Popoli(Pe), Cittaducale e Casperia (RI); dalla Toscana: Montopoli in Val d’Arno (Pi), Peccioli (Pi), Arezzo, Pistoia, San Giovanni Valdarno(Ar); Gualdo Cattaneo, Trevi, Foligno e Montefalco in provincia di Perugia; dalle Marche Gradara; dall’Emilia Romagna Forlì e dalla provincia di Caserta Vairano Patenora.

I partecipanti ed i loro accompagnatori avranno l’opportunità di alloggiare in questi bellissimi borghi godendo di paesaggi mozzafiato; ci sarà la possibilità di visitare ed ammirare tra l’altro la Chiesa di San Giovanni Battista (Castelvecchio Calvisio) con il suo pregevole altare ligneo e tutto ciò che è stato oggetto di restauro e recupero.

Ogni anno l’associazione “Aquila Invicta” svilupperà una diversa tematica sia sotto il profilo dei bersagli di gara che per quello rievocativo, quest’anno sarà: ”Trame del passato. I giochi nel Medioevo” sulla base di un video ideato e realizzato dalla Compagnia “Aquila Invicta” con il Patrocinio della Lam e la collaborazione di importanti gruppi storici nazionali e della Repubblica di S. Marino.

Verranno presentate le Compagnie ospiti con i loro vessilli in occasione di un due Cortei Storici che si snoderanno per le vie dei borghi di Castelvecchio Calvisio nel pomeriggio di sabato 4 agosto e di Santo Stefano di Sessanio domenica 5 agosto e gli arcieri Campioni Italiani che si sfideranno nella competizione nazionale che avrà tra gli altri la partecipazione della giovanissima Francesca Sollai della Compagnia ”Arcieri della Rocca” neo vincitrice del “Campionato Assoluto per Singolo Arciere“ disputatosi nella Repubblica di San Marino.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Una festa con lo scopo di sostenere il calcio popolare in città. E' stata organizzata dalla nuova associazione dilettantistica sportiva (asd) United L'Aquila, per domani 31 luglio, dalle ore 19, nello spazio sociale di CaseMatte, ex ospedale psichiatrico di Collemaggio.

Sarà una prima occasione per conoscere il progetto insieme ai suoi protagonisti e sostenerlo con un aperitivo/cena di autofinanziamento. A seguire musiche live, balli e dj set, per una serata all'insegna dello sport e della solidarietà.
 
United L'Aquila è nata nel giugno 2018 all'Aquila dall'iniziativa di alcuni giovani con la passione per lo sport popolare. Il progetto vuole far esprimere al massimo le funzioni sociali, aggregative e di integrazione insite nello sport, volte a creare benessere fisico e psicologico, e di contrasto all'esclusione sociale.
 
"Vogliamo promuovere i valori formativi dell'attività sportiva in contrapposizione a qualsiasi forma di discriminazione riguardante la razza, il genere, l'orientamento sessuale o la provenienza territoriale - afferma l'associazione - il nostro primo obiettivo è la formazione di una squadra di calcio per partecipare al prossimo campionato di terza Categoria sotto il nome di United L'Aquila composta da giovani, italiani e non, che vivono questo territorio compresi migranti, richiedenti asilo e rifugiati".
 
Appuntamento domani, martedì 31 luglio, dalle ore 19, nello spazio di CaseMatte all'Aquila.
Pubblicato in Eventi
L'AQUILA - La deputata Dem  Stefania Pezzopane, si è recata sulla strada tra Pescasseroli e Bisegna, proprio per constatare direttamente la situazione.
 
“Ho parlato con amministratori e cittadini - ha dichiarato la parlamentare componente della Commissione Ambiente, Lavori pubblici ed infrastrutture della Camera dei Deputati - a Pescasseroli in occasione della mia presenza al Premio Benedetto Croce e sono subito andata a vedere la reale situazione. Domani depositerò una interrogazione parlamentare, perché la situazione è insostenibile.
 
Ecco il testo della interrogazione
 
Premesso che la chiusura - per dissesto statico - del ponte lungo l'arteria che collega Pescasseroli a Bisegna, in provincia dell'Aquila, determina grave disagio ai residenti e ai visitatori sempre numerosi del territorio; l'area infatti ricade anche nel Parco nazionale d’Abruzzo. Si comprenderà quindi la difficoltà determinata dalla chiusura di un'arteria essenziale delle aree interne. Necessario considerare i danni alle strutture ricettive e alle attività collegate al turismo derivanti dalla difficoltà a raggiungere le aree nella stagione che maggiormente attira visitatori.
Tenuto conto che per l'anno 2018 la Regione Abruzzo assegna alla Provincia dell'Aquila un contributo per lavori infrastrutturali urgenti anche al al km 24+400 alla SP 17 del Parco Nazionale d'Abruzzo, in corrispondenza del ponte sul fiume Giovenco, ma che ad oggi nessun cantiere ha preso il via per la soluzione del problema;
Considerato che il comune di Bisegna per superare questa situazione di stallo si è anche reso persino disponibile ad effettuare i lavori; tenuto conto che con apposito emendamento del Partito Democratico il consiglio regionale ha assegnato ulteriori risorse;
Considerato che la politica ha il dovere di tutelare persone e territori e che l’opera risulta essenziale per un territorio ad alta vocazione turistica e per i residenti di un pezzo di territorio ricadente nelle aree interne del Paese
Si chiede di sapere quali orientamenti il Governo intenda esprimere in riferimento a quanto esposto e, conseguentemente, quali iniziative voglia intraprendere, nell'ambito delle proprie competenze”.
Pubblicato in Politica

MACERATA – di Loretta Bentivoglio - Capitalizzare il lavoro svolto, renderlo strutturato e visibile in una prospettiva triennale attraverso un Grand Tour, il viaggio delle conoscenza, delle città incluse nella top ten delle finaliste per diventare Capitale italiana della Cultura 2020. Da qui l’esigenza di arrivare a un protocollo d’intesa condiviso dai vari Comuni che definisca gli obiettivi delle rete, un programma delle attività e delle specificità da promuovere, progetti di formazione, fino a ipotizzare un bando per individuare un’agenzia che possa investire sul “racconto” del Grand Tour e la costruzione di una rete degli uffici stampa degli enti coinvolti.

Queste tra le tante idee emerse nella seconda tappa del percorso intrapreso dalle dieci città finaliste che ha visto la luce lo scorso aprile a Casale Monferrato e proseguito il 26 e 27 luglio a Macerata, a Palazzo Buonaccorsi, convocato su iniziativa del vice sindaco e assessore alla Cultura, Stefania Monteverde, che ha guidato è coordinato l’incontro. “Due giorni molto intensi e ricchi, un laboratorio tra comuni che ha dato il via a una infrastruttura culturale per l’Italia, la rete delle piccole e medie città che fanno della cultura un punto di forza per la crescita della comunità - afferma l’assessore Monteverde -. È un progetto ambizioso e molto importante perché parte dal basso e dalle città che sono periferiche ma rappresentano l’Italia dei comuni. Mettiamo insieme i giovani, le imprese culturali, gli eventi, le storie di ciascuno per percorrere un insolito Grand Tour dell’Italia”.

Al tavolo dei lavori hanno partecipato il sindaco di Macerata Romano Carancini, il sindaco e l’assessore alla Cultura di Casale Monferrato, Titti Palazzetti e Daria Carmi, il primo cittadino di Bitonto Michele Abbaticchio, gli assessori alla Cultura di Piacenza e Nuoro Massimo Polledri e Sebastiano Cocco, la responsabile dell’ufficio stampa Antonietta Demurtas e il funzionario alla Programmazione Salvatore Boeddu del Comune di Nuoro, Simona Teoldi responsabile del servizio Beni e attività culturali della Regione Marche, il sovrintendente e la direttrice artistica del Macerata Opera Festival Luciano Messi e Barbara Minghetti, la dirigente del servizio Cultura del Comune di Macerata Alessandra Sfrappini, Massimiliano Colombi e Marco Marcatili, sociologo ed economista coordinatori del dossier di candidatura di Macerata Capitale Italiana della Cultura 2020.

Tema del confronto “Una mappa di sviluppo territoriale e progettazione integrata” intorno a cui si è sviluppato un intenso e partecipato dibattito, ricco di contributi, che ha toccato tematiche che hanno visto al centro dello scambio di idee per la creazione della rete della città anche buone pratiche su cui costruire consenso, produzione e condivisione culturale, alleanze economiche con le realtà dei diversi territori. Sottolineata l’esigenza di stringere un rapporto con le varie Regioni di appartenenza e la necessità di contatti con il Ministero competente.

“Questo secondo incontro – ha detto l’assessore di Casale Monferrato Daria Carmi – è stato fondamentale per delineare struttura o e obiettivi della rete delle dieci città finaliste a capitale Italiana della Cultura 2020. Abbiamo confermato l’impegno a sviluppare politiche cittadine dove la cultura è cuore di crescita e sviluppo”. Per Sebastiano Cocco, vice sindaco e assessore alla Cultura del Comune di Nuoro “il sistema reticolare, proprio della proposta culturale di Nuoro 2020, trova maggiore compimento nella costituzione della rete delle città finaliste. L’intreccio delle varie specificità, la connessione tra le buone pratiche in ambito culturale, la promozione di una dimensione insolita delle varie realtà italiane, diventando un soggetto unico, rappresenteranno un interlocutore importante per le realtà pubbliche e private, nell’ottica delle rigenerazione dei territori e della creazione di nuove opportunità di sviluppo”.

“L’Italia è l’Italia del Comuni – ha affermato invece nel corso dei lavori l’assessore alla Cultura di Piacenza Massimo Polledri -  dove identità, storia, usanze di vita hanno creato una cultura ineguagliabile. Metterle vicino e accostarle rappresenta un valore umano di convivenze e turistico senza uguali”. Prossima tappa del laboratorio permanente delle dieci città finaliste al titolo di capitale Italiana della Cultura 2020 sarà il 28 e 29 settembre a Nuoro dove verrà definito il protocollo d’intesa che ogni Amministrazione dovrà approvare e sottoscrivere, un comune documento di identità che aprirà le porte delle successive fasi attuative della rete.

Pubblicato in Arte e Cultura

FRANCAVILLA AL MARE (CH) - Non hanno confini gli orizzonti musicali di Gino Paoli che, perennemente in cerca di nuovi stimoli e mai stanco di sperimentare, prosegue la sua avventura live con tanti concerti, legando sempre più la sua musica all’universo jazz.

L’estate 2018 lo vede impegnato con nuovi appuntamenti dell’ormai famoso “Due come noi che…”, in duo con Danilo Rea, che continua a raccogliere successi da nord a sud, e con il nuovo spettacolo “Paoli canta Paoli” in cui è sul palco con tre grandi del jazz italiano: Rita Marcotulli (pianoforte), Alfredo Golino (batteria) e Ares Tavolazzi (contrabasso).

In “Due come noi che…” quella che è ormai la “coppia di fatto della musica italiana” – come Gino e Danilo si definiscono con ironia – veleggia nel mare dell’improvvisazione con la voce di Paoli e le esperte mani di Rea al pianoforte, su una scaletta che spazia tra grandi classici internazionali (come Non andare via, traduzione italiana di Ne me quitte pas), indimenticabili successi di Paoli (Il cielo in una stanza, La gatta, e tanti altri), chicche di cantautori genovesi amici di una vita (De André, Umberto Bindi, Tenco, Bruno Lauzi) e omaggi alla musica napoletana e a quella francese.

In “Paoli canta Paoli”, i musicisti Marcotulli, Golino e Tavolazzi – uniti sotto il nome di Tri(o)Kàla – affiancano Gino in uno spettacolo incentrato sulla sua intramontabile produzione, a cominciare dai grandi successi come Sapore di sale, Senza fine e Quattro amici.

Questi i prossimi concerti: il 31 luglio a Francavilla a Mare (con Tri(o)Kàla), il 1 agosto a Cesenatico (con Danilo Rea), il 3 agosto a Santa Margherita Ligure (con Danilo Rea), il 5 agosto a Grado (con Tri(o)Kàla), il 7 agosto a Castelnuovo in Garfagna (con Tri(o)Kàla), il 9 agosto a Bagnoregio (con Danilo Rea), il 10 agosto a Castelnuovo Val di Cecina (con Danilo Rea), il 17 agosto a Civitanova Marche (con Tri(o)Kàla).

Pubblicato in Musica e Spettacolo

AVEZZANO (AQ) - Un operaio di una ditta di manutenzione autostradale, S.D.G. di 58 anni di Carsoli (L'Aquila), è deceduto in seguito ad un incidente avvenuto sull'autostrada A24 all'altezza di Carsoli, direzione L'Aquila. L'uomo secondo una prima ricostruzione sarebbe stato travolto da un autocarro. Sul posto oltre agli operatori del 118, sono intervenuti gli agenti della polizia stradale di Carsoli che stanno effettuando accertamenti per ricostruire la dinamica dell'incidente. Il tratto di strada interessato ha subito rallentamenti.

Pubblicato in Cronaca

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us