http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Giugno 2018 - Radio L'Aquila 1

AVEZZANO (AQ) - Questa mattina l'account manager della SEI SAFE S.r.l., l'ingegnere Henry Robert Tracci, accompagnato da Domenico Ruscitti, responsabile della Protezione Civile del Comune di Avezzano, ha svolto un sopralluogo a campione su alcuni dei defibrillatori presenti in città.

Il Comune di Avezzano ha da tempo avviato, infatti, un progetto di Cardio-Protezione Urbana, con la predisposizione in apposite teche di protezione, di un numero importante di defibrillatori semiautomatici posti nei punti strategici più importanti del territorio cittadino.

"Grazie a questo progetto è già stato possibile salvare diverse da arresto cardiaci, avendo quindi avuto un veloce riscontro della bontà ed efficacia di avere un Comune Cardio Protetto che consente ai soggetti abilitati - spiega l'assessore alla Protezione Civile Angela Salvatore - di prestare soccorso prima dell'arrivo del 118 attraverso la voce guida del defibrillatore che dà accurate indicazioni sulle manovre da fare, compreso il corretto posizionamento degli elettrodi affinché la corrente elettrica possa sollecitare il cuore. Per mantenere efficace la rete dei defibrillatori, tuttavia, occorre effettuare una manutenzione tempestiva - riferisce l'assessore - e questa mattina abbiamo riscontrato alcune criticità: dal danneggiamento di alcune teche a opera di vandali alla necessità di sostituire alcune batterie, sia degli elettrodi che del sistema di allarme che si attiva quando la teca viene aperta. Nei prossimi giorni saranno controllate nel dettaglio tutte le postazioni, compresa quella di San Pelino, dove attualmente la teca è vuota, e quella della frazione di Castelnuovo. Confidiamo - conclude Angela Salvatore - che per la metà del mese di luglio tutti i defibrillatori siano perfettamente funzionanti".

 

Pubblicato in Varie

MILANO – E’ finalmente arrivato il caldo, ci si inizia a scoprire, a pedalare in bicicletta e a godersi le passeggiate all’aperto. Ma l’apparente felicità viene di colpo disturbata da una presenza costante e fastidiosa delle nostre città, che fa sempre capolino non appena le temperature cominciano ad aumentare: la zanzara. Un insetto a cui non finiamo mai di abituarci, che con i suoi ronzii mina la nostra tranquillità, provocando delle “danze” fatte di movimenti a scatto, tra pruriti e notti insonni. Ecco perché Anticimex, azienda internazionale specializzata nel Pest Management e nei servizi di igiene ambientale, come ogni anno fornisce una guida pratica di consigli per conoscere a fondo questo piccolo nemico e sconfiggerlo.

I consigli di Anticimex per evitare le zanzare di giorno e di notte

  1. Evitare l'accumulo di acqua in contenitori esterni (vasi da fiori, bottiglie e altri contenitori che possono contenere l'acqua) per impedire che diventino terreno fertile per le zanzare
  2. Coprire i serbatoi di stoccaggio dell’acqua per uso domestico in modo che le zanzare non possano entrarci
  3. Non lasciare accumulare i rifiuti e buttarli via in sacchetti di plastica chiusi conservati in bidoni della spazzatura coperti
  4. Svuotare periodicamente scarichi che possono causare ristagni d'acqua
  5. Verificare che le finestre apribili siano dotate di zanzariere;
  6. Utilizzare repellenti efficaci sulle parti del corpo esposte

Come fare a neutralizzare gli effetti delle zanzare?

“Il consiglio principale è sicuramente quello della prevenzione – sottolinea Valeria Paradiso, Responsabile Tecnico di Anticimex Italia – Le zanzare sono insetti fastidiosi, che ci costringono spesso a rinunciare al piacere di stare sul terrazzo o nel giardino di casa, dimenticando che possono rappresentare un problema anche per la salute pubblica. Ci sono infatti le zanzare comuni, le Culex pipiens, la tigre attiva anche di giorno, ma anche alcune specie pericolose, vettori di malattie infettive come malaria, dengue ed altre forme virali, nocive per la salute di uomini e animali. Ecco perché è importante non sottovalutare la loro presenza. I prodotti repellenti da usare sul corpo e nei piccoli ambienti sono piccoli accorgimenti che possono aiutare a creare una barriera protettiva, ma non sono la soluzione. Per liberare seriamente le nostre città dall’invasione delle zanzare occorre pianificare interventi mirati e continuativi almeno da marzo a tutto ottobre, avvalendosi di esperti del settore e del coinvolgimento attivo dei cittadini, che giocano un ruolo fondamentale per le aree private.”

Le abitazioni con giardini o aree verdi in genere oggi possono essere protette grazie alla tecnologia, attraverso sistemi di disinfestazione automatica che permettono al privato di poter programmare giorni e orari di intervento, nebulizzando prodotti specifici o repellenti (rosmarino, aglio) nei momenti più idonei ed in assoluta autonomia. Il noleggio o l’acquisto di questi sistemi permette quindi di intervenire in maniera mirata, nei modi e nei tempi corretti per prevenire e contenere il fastidioso problema zanzare.

Per tutte le informazioni visitare il sito www.anticimex.it

Pubblicato in Varie

L’AQUILA - Il Consiglio comunale si riunirà lunedì 2 luglio, alle ore 9.00, nell’aula consiliare “Tullio De Rubeis” della sede comunale di Villa Gioia.

In apertura dei lavori il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi effettuerà all’Aula le comunicazioni in merito ai provvedimenti di nomina e designazione dei nuovi amministratori unici delle società partecipate dell’ente.

Verranno quindi discusse una serie di interrogazioni. In particolare della consigliera Carla Cimoroni (L’Aquila Chiama) su “Manufatti residenziali temporanei” e su “Contributo una tantum – delibera di giunta comunale numero 83 del 19 marzo 2018”, del consigliere Paolo Romano (Il Passo possibile) su “Viaggio istituzionale in Russia sostenuto dall’amministrazione comunale”, del consigliere Stefano Albano (Pd) su “Nuova sede del Conservatorio di musica Alfredo Casella” e su “Realizzazione nel Comune dell’Aquila di strutture e servizi dedicati alla disabilità grave – Dopo di Noi”, del consigliere Lelio De Santis (Cambiare Insieme – Idv) su “Assegnazione alloggi case”, su “Strada Costarella in località Sassa” e su “Applicabilità penali per  ritardo nell’esecuzione dei lavori di ricostruzione”, dei consiglieri Paolo Romano ed Elia Serpetti (Il Passo Possibile) su “Progetto per la riqualificazione urbana dell’area di piazza d’Armi e potenziamento delle infrastrutture viarie a servizio dei quartieri limitrofi della città – Modifica dell’assetto viario di viale Corrado IV dall’incrocio con viale XXV Aprile all’incrocio con la strada statale 80 e la strada statale 17. Bretella di collegamento all’accesso al casello autostradale L’Aquila Ovest”.

I lavori proseguiranno con la discussione relativa a quattro proposte di ordine del giorno. I primi due, a firma del consigliere Leonardo Scimia (Benvenuto Presente), riguardano, rispettivamente, l’intitolazione della rotatoria posta all’incrocio tra la strada statale 17 e Via dei Medici a Eunice Kennedy Shriver e l’attivazione delle procedure relative al progetto “Resto al Sud”, finalizzato alla nascita di nuove realtà imprenditoriali. Il terzo, presentato dal consigliere Berardino Morelli (Fratelli d’Italia) è relativo, invece, a “manifestazioni di dissenso nei confronti del Corpo degli Alpini in occasione del 91esimo raduno nazionale a Trento, operato da appartenenti all’estrema sinistra”. Il quarto ordine del giorno, che reca la firma dei consiglieri Giancarlo Della Pelle (Forza Italia) e Leonardo Scimia, è riferito alla predisposizione di un “Regolamento comunale finalizzato ad incentivare l’adozione di cani randagi o abbandonati, ospiti dei rifugi convenzionati con il Comune dell’Aquila”.

In discussione anche una serie di mozioni, a firma, rispettivamente, dei consiglieri Elisabetta De Blasis, Daniele Ferella (Lega) e Angelo Mancini (L’Aquila Sicurezza Lavoro) su “Variazione di bilancio in favore dell’Afm (Azienda farmaceutica municipalizzata) per l’adeguamento dei contratti del personale pre e interscuola”, del consigliere Giustino Masciocco (Mdp – Articolo1) su “utilizzo della simbologia fascista da parte di esponenti pubblici”, del consigliere Stefano Albano (Pd) su “Finanziamenti comunali a centri socio-educativi per disabili gestiti dal privato sociale”, del consigliere Stefano Palumbo (Pd) su “Masterplan relativo al polo universitario San Basilio” e su “Completamento dei lavori di realizzazione del Nucleo Alzheimer presso struttura ex Onpi”.

All’attenzione dell’assemblea anche una proposta deliberativa riguardante i lavori di riparazione di alcune porzioni di un fabbricato e ulteriori due atti deliberativi riferiti ad altrettanti permessi a costruire in deroga per progetti di demolizione e ricostruzione di fabbricati siti nel centro storico. Approderanno in Consiglio, infine, sei proposte deliberative riguardanti il riconoscimento del diritto di proprietà di aree Peep in capo a condomini di cooperative edilizie site nei quartieri di Pettino e Santa Barbara.

Pubblicato in Politica
Venerdì, 29 Giugno 2018 11:49

A24, avvio licenziamento per 388 operai

L'AQUILA - "La mancata firma per completare l’iter autorizzativo dei lavori di messa in sicurezza della Strada dei Parchi ha costretto la Toto Costruzioni ad avviare la procedura per il licenziamento di 383 lavoratori, attualmente impiegati sui cantieri A24-A25". Il rilevante taglio di personale, che "diventerà affettivo entro 75 giorni", viene comunicato in una nota dalla Toto Holding, concessionaria delle autostrade A24/A25. Per il gruppo Toto "la burocrazia gioca con la pelle dei lavoratori" e accusa senza mezzi termini le istituzioni pubbliche visto che i fondi per la essa in sicurezza di sono "ma manca solo la firma di un dirigente per far avviare i lavori", e ha sempre denunciato l'insufficienza dei fondi per intervenire sui piloni meno sicuri a causa delle forti scosse degli ultimi nove anni e il grave ritardo da parte del ministero per le infrastrutture nell'autorizzare il progetto complessivo di messa in sicurezza (in origine di 7 mld euro, poi 3), previsto nella legge di stabilità del 2012 seguita al terremoto dell'Aquila del 2009.

Pubblicato in Cronaca

TERAMO ‒ C’è anche la Facoltà di Bioscienze e tecnologie agroalimentari e ambientali dell’Università di Teramo nel progetto di ricerca finanziato dall’Unione Europea per la produzione di carburanti liquidi a partire da lignite, biomasse e rifiuti organici.

Al progetto - finanziato dall’UE per un milione e 750.238 euro ‒ partecipano anche il Dipartimento di Ingegneria industriale dell’Università di L’Aquila (referente la professoressa Katia Gallucci), l’Università di Darmstadt (Germania), l’Università di Ulster (Regno Unito), i centri di ricerca polacco e greco di Zabrze e Thermi e le industrie tedesche RWE Power AG e Thissenkrupp Industrial Solutions AG di Essen.

«Nell’ambito della politica di riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell’atmosfera, responsabile dell’effetto serra ‒ ha spiegato Sergio Rapagnà, docente della Facoltà di Bioscienze e referente del progetto per l’Ateneo di Teramo ‒ l’Unione Europea ha fissato due obiettivi nel 2030: ridurre le emissioni di anidride carbonica del 40% rispetto ai valori del 1990 e aumentare l’uso delle energie rinnovabili per coprire il 27% del proprio fabbisogno energetico. Al settore trasporti è imputabile il 25% del consumo totale di energia nel mondo e questa percentuale aumenterà nei prossimi decenni ad un ritmo dell’1,4% all’anno. Negli ultimi vent’anni le emissioni di anidride carbonica dovute al trasporto terrestre sono aumentate del 13% mentre quelle dovute al trasporto aereo sono aumentate del 93%. É in quest’ottica che l’Unione Europea ha finanziato il progetto di ricerca per la produzione di carburanti liquidi».

«La riduzione delle emissioni di anidride carbonica da parte del settore trasporti ‒ ha aggiunto Rapagnà ‒ può essere realizzata anche mediante l’utilizzo di autoveicoli a trazione elettrica, a patto che l’energia elettrica necessaria per ricaricare le batterie sia prodotta da fonti rinnovabili. Per altri mezzi quali camion, aerei e navi, nei quali è improbabile l’utilizzo di batterie, sarà invece necessario l’utilizzo di carburanti ottenuti da fonti rinnovabili. I bio-carburanti hanno il vantaggio di poter alimentare tutti gli attuali e i futuri autoveicoli senza modificare le odierne infrastrutture di rifornimento».

Pubblicato in Varie

PESCARA - All’Auditorium Petruzzi di Pescara, si è parlato di efficienza energetica in ambito urbano in occasione della Conferenza di lancio del progetto EsmartCity Med.

All’apertura dei lavori è intervenuto il Presidente del Consiglio regionale d’Abruzzo, Giuseppe Di Pangrazio  che ricopre il ruolo di Coordinatore del gruppo di lavoro sulle calamità naturali per la Calre (Conferenza delle Assemblee Regionali Europee) ed è membro del Comitato Europeo delle Regioni.

Di Pangrazio, a proposito di Smart city, ha parlato di “una vera e propria rivoluzione culturale ormai in atto che l’Italia e la nostra regione, è capofila del progetto insieme ad altri 10 Paesi, stanno affrontando. Si tratta di un cambiamento di approccio rispetto al territorio che grazie all’introduzione delle nuove tecnologie permette di migliorare la vita dell’uomo nell’ambito delle attività che svolge quotidianamente. In Abruzzo, Pescara e altre città hanno affrontato questo tema soprattutto per quanto riguarda il risparmio energetico”.

“E’ importante sottolineare  - ha proseguito Di Pangrazio – come per EsmartCity non sia coinvolta solo la parte pubblica ma ci sono le Università, i centri di ricerca e le imprese che vanno a costituire in questo modo un polo di innovazione che lavora a un progetto integrato tra i vari soggetti. L’obiettivo di una città e di un territorio intelligente, è  ridurre l’impatto sull’ambiente e questa rappresenta una materia sulla quale c’è la massima attenzione da parte della Regione e delle istituzioni nazionali ed europee. Inoltre, l’obiettivo di puntare a un territorio innovativo passa attraverso una serie di interventi che riguardano sfere come la digitalizzazione e lo sviluppo infrastrutturale rispetto ai quali i Comuni possono rivestire un ruolo da protagonisti”.

“Come Consiglio regionale – ha sottolineato Di Pangrazio - seguiamo con il massimo interesse il tema dei disastri naturali dovuti ai cambiamenti climatici e per questo ritengo sia utile che un territorio si doti di una tecnologia smart che consenta di segnalare e preavvisare ciò che può accadere perché la risposta migliore è anticipare l’evento. L’obiettivo è quindi costruire una grande struttura tecnologica che faccia dialogare l’uomo con il mondo circostante dove la città diventa una grande piattaforma a beneficio dei cittadini. In questo senso, il territorio deve seguire un percorso di continua innovazione ed è indispensabile coinvolgere i giovani che dovranno abituarsi a vivere in un ambiente completamente diverso rispetto a quello attuale”.

“Auspichiamo – ha concluso Di Pangrazio - che su questi temi ci sia una stretta e costante collaborazione tra le comunità dell’area Mediterranea”.

Pubblicato in Politica

PESCARA – “Gli uffici stampa non sono e non possono essere strumento di confronto politico. Per questo il Sindacato dei Giornalisti Abruzzesi sarà sempre al fianco dei colleghi, a volte persino insultati per il loro lavoro, a cui vengono rivolte accuse inammissibili e infondate sia sul piano professionale che, purtroppo, su quello personale.”

E’ quanto fa sapere, in una nota, la Segreteria del Sindacato Giornalisti Abruzzesi (SGA).

“L'esempio più recente è quello del gruppo di minoranza al Comune di Martinsicuro che, - continua la nota - ossessivamente, con lettere e prese di posizione sui social,  sottolinea l'inutilità della spesa per l'ufficio stampa, attaccando il lavoro di un collega.
Un esempio di come, facendo politica, si dimostri di avere una visione quanto meno limitata della democrazia e della buona amministrazione.
L'ufficio stampa non è un capriccio, ma una scelta, peraltro ampiamente prevista dalla legge, che mette a sistema l'esigenza degli amministratori di informare con quella dei cittadini di essere informati. E per farlo utilizza una "professionalità certificata", un giornalista.
Considerare l'ufficio stampa una velleità, e questo valga tanto per i politici, quanto per i tecnici all'interno delle istituzioni, significa tornare ad un'informazione non professionale, magari anche ideologicamente gestita, questa sì vera e propria propaganda.
Perché poi l''informazione, è bene ricordarlo, non è neanche quella che passa attraverso i tanti "leoni da tastiera",  convinti di comunicare urbi et orbi la loro personale visione di  notizie (che spesso tali non sono), senza alcun filtro professionale o verifica. Anche questa è propaganda.”

“Tutta la solidarietà del sindacato, dunque, - conclude la nota - al collega dell'ufficio stampa del Comune di Martinsicuro, sia come professionista che come persona, di fronte alle sgradevoli affermazioni dei consiglieri di opposizione.
Gli amministratori abruzzesi, da parte loro, sappiano che Sga ha intenzione di avviare una vera e propria campagna sul tema degli uffici stampa pubblici e privati, con un monitoraggio delle figure professionali utilizzate, in attesa che si definisca il quadro dei profili che cambierà, arrivando alla giusta regolarizzazione, i rapporti tra i giornalisti e la pubblica amministrazione.”

Pubblicato in Cronaca

NAVELLI - Sabato 30 giugno, alle ore 10,00 presso i locali del Comune di Navelli, si terrà la manifestazione conclusiva del progetto Navelli2.0@emozioni.it, Fondi Strutturali Europei – Programma Operativo Nazionale “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020. Asse I – Istruzione – Fondo Sociale Europeo (FSE) - Obiettivo specifico 10.1. – Riduzione del fallimento formativo precoce e della dispersione scolastica e formativa. Avviso pubblico prot. n. 10862 del 16.9.2016 “Progetti di inclusione sociale e lotta al disagio nonché per garantire l’apertura delle scuole oltre l’orario scolastico soprattutto nella aree a rischio e in quelle periferiche”. Nel corso della cerimonia saranno consegnati agli alunni gli attestati di partecipazione ai diversi moduli realizzati: Cresciamo Insieme Giocando, GiochInsieme, Storie a Fumetti, Navelli’s Gold e Taste the Culture. Si tratta di un risultato importante per la comunità educante dell’Istituto e per la sua Dirigente, la dottoressa Domenica Pagano, a fronte di un impegno che ha visto autorizzati altri progetti PON, FSE e FESR, per un totale di 182.272,20 Euro.

Oltre agli esperti e ai tutor che hanno guidato le attività, saranno presenti i sindaci dei comuni sedi di scuole dell’istituto e, in qualità di partner nel progetto: la Rettrice dell’Università dell’Aquila, professoressa Paola Inverardi, la Dirigente Scolastica dell’IIS Colecchi- Da Vinci, professoressa Elisabetta Di Stefano, i presidenti della cooperativa  “Altopiano di Navelli S.R.L.”, del “Consorzio Tutela Zafferano dell’Aquila DOP” , dell’Associazione Culturale “Le Vie dello Zafferano”  e i proprietari di alcuni ristoranti della zona – Antica Taverna, Borgo dei Fumari, Sette Fonti, Crocus- Sarà un’occasione per riflettere sul valore aggiunto  che acquisisce la scuola nel suo essere aperta e in relazione con il territorio, custode della “memoria collettiva”, che le future generazioni sono chiamate a proteggere e a tramandare e opportunità concreta di sviluppo dello spirito d’iniziativa dei più giovani.

Pubblicato in Varie

L’AQUILA - Lunedì 2 luglio alle ore 10,30 a L’Aquila nella sala stampa “Guido Polidoro” del Consiglio regionale d’Abruzzo (palazzo dell’Emiciclo) si terrà la presentazione delle giornate finali con l’annuncio dei vincitori del premio “Benedetto Croce”, che si tiene annualmente a Pescasseroli. Parteciperanno il presidente della Giunta regionale Luciano D’Alfonso, il presidente del Consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio,  il consigliere regionale delegato alla cultura Luciano Monticelli, il sindaco di Pescasseroli Luigi La Cesa, la dirigente del servizio IPA Adriatic della Regione Abruzzo Paola Di Salvatore e il coordinatore del premio Pasquale D’Alberto.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA – Il consigliere comunale dell’Aquila Lelio De Santis rivolge un’interrogazione all’assessore all’Ambiente, Emanuele Imprudente, sull’indennizzo per i danni alla pineta di San Giuliano.

“Considerato che a seguito dell’incendio, che ha interessato la pineta di S.Giuliano, - scrive De Santis - il Comune dell’Aquila è stato risarcito dall’assicurazione con un indennizzo di circa tre milioni, di cui circa due milioni destinati direttamente all’amministrazione comunale ed un milione circa destinato all’Amministrazione dei beni separati di Collebrincioni;
Rilevato che le somme destinate all’amministrazione comunale sono state impegnate nel Bilancio nell’anno 21014 allo scopo di realizzare interventi di rinaturalizzazione e di bonifica dell’area interessata;
Visto che il progetto relativo,  elaborato dall’Ufficio comunale preposto, ha acquisito il parere del Corpo del Corpo forestale ed è stato integrato dallo studio dell’Università dell’Aquila;
Rimarcato come ormai siano trascorsi troppi anni dall’incendio e troppo tempo dall’assegnazione delle risorse per gli interventi di ripristino ambientale di tutta l’area interessata;
 Interroga la S.V. per sapere:
- Se non ritiene che sia urgente e non più rinviabile la realizzazione del progetto suddetto per riqualificare e rivitalizzare sul piano ambientale  un’area importante del territorio comunale;
- se non ravvede, stante la presenza di una sola unità dedicata allo scopo, di rafforzare con il personale necessario l’ufficio ambiente per poter accelerare la realizzazione del progetto e di poterne seguire l’attuazione nel tempo e nelle diverse fasi di esecuzione;
-se non pensa che sia giunto il momento di fissare delle priorità nella gestione delle innumerevoli attività del settore di sua competenza, ritenendo tale l’attuazione del progetto di S. Giuliano, che dispone di risorse finanziarie da anni allocate in Bilancio.”

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us