http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Novembre 2018 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - "Di nuovo questa mattina il professor Alessandro Monti, già professore ordinario di Economia Politica Economica dell'Università di Camerino, rilancia, dopo averlo fatto una prima volta sul Manifesto il 27 ottobre, la sua crociata contro l'apertura all'Aquila, in Palazzo Ardinghelli, della sede distaccata del Maxxi, museo di arte contemporanea di Roma. Nel suo articolo, che mi pare lasci trapelare una certa antipatia nei confronti del Maxxi, afferma che l'iniziativa assunta dall'allora Ministro Franceschini sia stata una scelta 'verticistica e calata dall'alto'. Io non so chi abbia informato il professor Monti, ma certo qualcuno non ben documentato o portatore di altri interessi". Così in una nota stampa l'ex sindaco dell'Aquila Massimo Cialente.

"L'istituzione di un museo d'arte contemporanea in Palazzo Ardinghelli - ricorda - fu richiesta, non solo suggerita, ma avanzata formalmente, dall'amministrazione comunale, in primis dal sottoscritto, che proprio per questo invitò il Ministro Franceschini e dopo pochi giorni il sottosegretario al Mibact Ilaria Borletti Buitoni, a visitare lo storico e bellissimo edificio, con i lavori di restauro in corso, per verificare la possibilità di farne museo, cosa della quale eravamo convintamente entusiasti. E sempre l'amministrazione comunale si battè perché si realizzasse la sede distaccata del Maxxi. Perché? Perché c'era, e spero sussista ancora, un'idea di fondo del futuro dell'Aquila, città della cultura e di un turismo, di turismi, di qualità. Una sede distaccata di un grande museo è un'occasione unica, che proietterebbe la nostra città in un grande circuito internazionale, caratterizzandola. Non è un caso che già grandi artisti abbiano risposto ad una call per esserci".

"Il professor Monti - continua Cialente - ritiene che il Maxxi trascurerebbe le energie vitali degli artisti ed operatori culturali aquilani. Posto che ancora una volta emerge, da chi informa persone che non vivono la città, questo miope senso di autarchia e di chiusura a tutto e tutti, vizio antico della nostra comunità, il professore ignora che già sono avviati contatti tra il Maxxi e la nostra Accademia di Belle Arti. L'idea dell'amministrazione comunale, sin dall'inizio, è quella di puntare ad avere artisti di fama internazionale chiamati a realizzare una loro opera nella nostra città, in Palazzo Ardinghelli, con la presenza degli studenti dell'Accademia. Un'esperienza unica, che gli studenti dell'Istituto Sperimentale di Cinematografia potrebbero seguire, ricavandone splendidi documentari o corti. Il Maxxi diverrà così non solo un museo, ma un grande centro culturale, destinato soprattutto ai giovani. Quindi vorrei rassicurare il professor Monti che non è assolutamente vero che qualcosa si stia 'catapultando sulle nostre teste'".

"Di fatto - aggiunge ancora Cialente - la proposta del professor Monti è quella di annullare la venuta del Maxxi e di affidare Palazzo Ardinghelli al Polo Museale d'Abruzzo ed al Museo Sperimentale di Arte Moderna, sino alla ricostruzione delle loro sedi. Sarebbe a mio avviso un errore catastrofico e miope. Attualmente nel centro storico abbiamo già alcuni prestigiosi edifici restaurati e restituiti al loro splendore, che transitoriamente potrebbero essere affittati ed utilizzati, chiedendo ad esempio un contributo, che sono certo arriverebbe, a degli sponsor, in primis la Fondazione Carispaq, considerando che tra qualche anno riavremo sia il restauro della Fortezza Spagnola che di Santa Maria dei Raccomandati. Questa vicenda, francamente, mi sembra ancora una volta legata alle solite polemiche e gelosie tra enti ed istituzioni, dettate questa volta anche dalla volontà di mettere le mani sul finanziamento per la realizzazione del Maxxi, da noi ottenuto con tanta fatica. Credo che sia ora che rispetto a queste polemiche ed interessi  particolari L'Aquila dica basta, e cominci a guardare più in alto".

"Piuttosto un'ultima riflessione. Io - termina Massimo Cialente - mi sono perso nei meandri delle varie riforme del Mibact, per cui non so bene districarmi tra le varie competenze. In passato ho letto, su stampa e siti locali, di pochi visitatori al Munda. Forse dirò una corbelleria, ma in questi anni mi hanno insegnato che i musei sono tanto più attrattivi quanto più hanno opere d'arte di alto valore e pressoché unici. Continuo a chiedermi perchè alcuni reperti archeologici di altissimo valore, come ad esempio il Letto d'Osso della necropoli di Fossa, ed altri meravigliosi reperti lì rinvenuti non possano trovare una collocazione nel nostro Museo, ma siano ancora esiliati. Spero di essere smentito, ma queste sono le informazioni in mio possesso".

 
Pubblicato in Politica
Mercoledì, 28 Novembre 2018 16:11

Arrestati coniugi latitanti pluripregiudicati

AVEZZANO (AQ) - Nella scorsa notte, personale del Settore Anticrimine del Commissariato di Avezzano, unitamente al personale della Polizia di Frontiera di Roma-Ciampino, ha proceduto all’arresto di due coniugi, 35enni pluripregiudicati, di nazionalità marocchina l’uomo ed italiana la donna, colpiti da ordine di cattura, per un provvedimento di pene concorrenti, e latitanti dallo scorso giugno.

Entrambi i provvedimenti di pene concorrenti sono stati emessi dal sostituto procuratore presso la procura generale della repubblica di Perugia, Carlo Razzi, che ha inflitto, all’uomo, la pena di 7 anni, 11 mesi e 17 giorni di reclusione, nonché il pagamento di una multa di 28.400 euro e la misura di sicurezza dell’espulsione dal territorio italiano, dopo aver scontato la condanna; mentre alla donna 5 anni, 8 mesi e 2 giorni di reclusione, oltre alla multa di 20.000 euro.

I due sono stati rintracciati e fermati, appena rientrati in Italia con un volo proveniente dal Marocco, presso l’aeroporto di Ciampino.

Lo straniero è noto alle forze dell’ordine e alle cronache marsicane per essersi reso colpevole di innumerevoli episodi di spaccio di sostanze stupefacenti e, soprattutto, per essere il referente di diversi sodalizi criminosi dediti allo spaccio locale. Condotta criminale che ha determinato, tra l‘altro, l’emissione del provvedimento di chiusura del bar, di cui era titolare nel comune di Luco dei Marsi ed in cui svolgeva l’illecita attività.

A suo carico, inoltre, numerosi precedenti per lesioni, minacce, resistenza a pubblico ufficiale, maltrattamenti in famiglia, danneggiamento, violazione della misura di prevenzione della sorveglianza speciale, nonché di evasione.

La donna, sua complice, è nota anch’ella per l’attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

Al termine delle formalità di rito, l’uomo è stato tradotto presso la casa circondariale di Avezzano, mentre la donna è stata associata presso la casa circondariale di Teramo.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - E’ il diritto alla salute il cuore del Restitution Day 2018 del M5S Abruzzo. Questa mattina, alla presenza del Vice Premier Luigi Di Maio, il consigliere regionale e candidato Presidente per il M5S Sara Marcozzi ed i consiglieri Domenico Pettinari, Pietro Smargiassi, Riccardo Mercante e Gianluca Ranieri hanno consegnato quattro ambulanze ai dirigenti delle Asl Abruzzesi. I mezzi, di nuova generazione e attrezzati per il soccorso, sono stati acquistati con il fondo accumulato grazie al taglio degli stipendi dei consiglieri regionali abruzzesi. Lo slogan della cerimonia è stato “Accorciamo le distanze”, in continuità con la battaglia, ormai consolidata per il M5S, a tutela del diritto alla salute di tutti gli abruzzesi, anche quelli delle zone interne gravemente penalizzati dal riordino della rete ospedaliera messo in atto negli ultimi 10 anni dai governi di centro destra e centro sinistra.

“Oggi è un giorno felice”, dichiara in esordio Sara Marcozzi consigliere regionale e Candidato presidente per il M5S in Abruzzo. “Con l’ultima destinazione chiudiamo il percorso di quella che è stata la prima legislatura del M5S nella storia di Regione Abruzzo. Sappiamo che questa donazione non risolverà i problemi della sanità in Abruzzo ma è un segnale di attenzione alle esigenze degli abruzzesi, del territorio e alle concrete necessità delle aree interne, i cui presidi ospedalieri sono stati depotenziati prima con il riordino sanitario del centro destra e poi con quello del centro sinistra. Un segnale di unità che vogliamo arrivi forte e chiaro perché l’Abruzzo è uno e quando saremo al governo di questa regione attueremo una buona politica sulla base delle esigenze reali e non della residenza di ogni singolo consigliere. Luigi Di Maio qui, oggi, a L’Aquila è la prova che il M5S è una forza compatta, dal Governo al più piccolo dei comuni, passando per le Regioni”.

“Oggi parliamo di 5 consiglieri regionali abruzzesi che tagliandosi lo stipendio, pur dall’opposizione, riescono a comprare 4 ambulanze e le donano alle Asl dei loro territori” continua Luigi Di Maio “E’ questo il nostro modo di immaginare la Regione Abruzzo e in generale la cosa pubblica. Sara Marcozzi spero possa diventare, se lo vorranno gli abruzzesi, il Presidente dell’Abruzzo, e continuare a fare ciò che hanno iniziato dall’opposizione“.

La politica del buon senso dà vita ad atti concreti per la comunità. Grazie al fondo accantonato dai consiglieri regionali Sara Marcozzi, Domenico Pettinari, Pietro Smargiassi, Riccardo Mercante e Gianluca Ranieri, il M5S in Abruzzo ha già creato il fondo per il Microcredito Abruzzo, che ha finanziato oltre 80 aziende abruzzesi sul territorio; acquistato una Turbina Spalaneve per la Protezione civile abruzzese; dato vita al Contest di Idee Riscattiamo Bussi, per i giovani progettisti abruzzesi che hanno elaborato progetti sulla riconversione del Sin Bussi. Le restituzioni dei consiglieri regionali sono consultabili sul sito tirendiconto.it.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Costituita a L’Aquila il 1 ottobre 2017 con lo scopo di creare un punto di riferimento per i tanti cittadini di cultura albanese che risiedono in Abruzzo, l’Associazione culturale Shqiponja celebra il suo primo anno di vita. Tra i soci fondatori anche l’attuale presidente Bedri Mahmutaj, più noto con il nome di Pedro, ristoratore affermato e ormai aquilano di adozione.

“Nell’associazione Shqiponia - ha dichiarato il suo presidente Pedro - sono rappresentate tutte le classi sociali operai, docenti, impiegati, professionisti sia italiani che albanesi, macedoni e kosovari che da anni si sono stabiliti in Abruzzo e nel centro Italia, in ultima analisi famiglie composte da genitori di cultura albanese e figli del tutto italiani. L’Aquila ormai è la mia seconda patria e questa consapevolezza è alla base dell’impegno sociale di Shqiponja, perché altri come me possano sentirsi cittadini integrati e realizzati”.

Pedro ha poi espresso soddisfazione per il primo bilancio dell’Associazione, in cui - ha riferito - sono stati compiuti importanti passi per la costituzione di una rete di associazioni italo-albanesi del centro Italia, soprattutto con il congresso, organizzato lo scorso mese di aprile, a cui hanno partecipato le delegazioni delle città di Antrodoco, Ancona, San Benedetto del Tronto e Rieti. Nel mese di maggio l’associazione ha contribuito alla realizzazione di uno scaffale multiculturale e di un laboratorio bilingue basato sulla lettura, presso la scuola primaria di Sassa, che ha poi proposto di intitolare a Madre Teresa di Calcutta.

Shqiponia, che celebrerà anche quest’anno la tradizionale festa della bandiera albanese il prossimo 2 dicembre presso l’hotel Canadian con una cena-spettacolo, proseguirà il proprio impegno culturale per tutto il 2019. “Abbiamo in programma - ha affermato il presidente di Shqiponja - una conferenza su Madre Teresa di Calcutta dal titolo “Teresa, figlia d’Albania” e una mostra del pittore Lin Delija inoltre non trascureremo le attività ricreative come l’organizzazione di un torneo di calcio tra le rappresentative italo-albanesi del centro Italia. Ma i nostri progetti più ambiziosi - ha proseguito Pedro - saranno l’apertura di uno sportello per l’integrazione per facilitare il rapporto tra cittadini albanesi e istituzioni comunali e regionali, in fine quella di una scuola in lingua albanese pensata per gli albanesi delle seconde e terze generazioni, ma aperta a tutti, sia a bambini che adulti di qualsiasi nazionalità.

“La maggior parte dei cittadini di cultura albanese arrivati in Italia da un po' di anni - ha concluso il presidente Pedro - ha soddisfatto con successo i propri bisogni primari e ora tende la mano a chi non ce l’ha ancora fatta. La pluralità di associazioni italo-albanesi costituite in Abruzzo rappresentano una fonte di ricchezza, non sono un segno di divisione, esse testimoniano la vivacità di un movimento culturale in crescita. L’unica cosa che può davvero danneggiarci è la tentazione di strumentalizzare i nostri associati per seguire velleità di una carriera personale”.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Martedì 4 dicembre, in occasione della Giornata mondiale delle persone con disabilità, il Consiglio comunale dell'Aquila si riunirà in seduta straordinaria aperta.

L’adunanza si terrà nella sala consiliare “Tullio De Rubeis”, con inizio alle ore 9.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, ha incontrato stamane il vice presidente del Consiglio dei ministri Luigi Di Maio.

"È stata l’occasione, in virtù della sua delega allo Sviluppo economico e Lavoro, per consegnare due dossier relativi ad alcune delle vertenze più delicate del territorio aquilano. Mi riferisco - ha spiegato il sindaco - a quella sul centro di ricerca Intecs, dove 65 ricercatori sono stati licenziati lo scorso Natale. Ricordo che per i 40 che hanno proseguito nell’azione legale contro l’azienda il giudice del lavoro ha dichiarato illegittimo il provvedimento”.

“L’altra questione che ho sottoposto all’onorevole Di Maio è quella relativa al call center Ecare, di cui era già stato informato con delle lettere che avevo scritto personalmente. A seguito del mancato rinnovo di una commessa decine di madri e padri di famiglia rischiano di perdere il lavoro in un settore che nella provincia aquilana impiega oltre duemila persone”.

“Mi auguro - conclude il sindaco Biondi - che i documenti prodotti ricevano l'attenzione che meritano da parte di Di Maio che, spero, torni all'Aquila affinché possa conoscere le altre problematiche esistenti e, al tempo stesso, le potenzialità che questa terra può esprimere in termini di crescita, sviluppo e rilancio economico".

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - “Qualche giorni fa, nel corso di un convegno a L’Aquila, avevamo denunciato assurda assenza di un delegato alla ricostruzione.

Oggi, invece, leggiamo che il Ministro Di Maio ha annunciato che il Consiglio dei Ministri darà la delega, per le aree sismiche, al sottosegretario Vito Crimi. Non ci volevano sei mesi per affidare la delega alla ricostruzione al Sottosegretario all’Editoria, alle problematiche attinenti alla ricostruzione. Una delega così distante dalle problematiche che ci riguardano, a differenza della precedente che aveva almeno deleghe più affini, seppur non essendo, come Crimi, abruzzese. Questo dimostra lo scarso peso politico dei rappresentanti del nostro territorio al Governo. Forse Di Maio, in Abruzzo per fare campagna elettorale alla candidata del Movimento Cinque Stelle, pensava di fare cosa gradita ai cittadini e a chi opera nella ricostruzione. Invece, è l’esatto contrario. Mi auguro vivamente di sbagliarmi ma ritengo che - la totale distanza delle competenze di Crimi rispetto alle problematiche del nostro Abruzzo - non lascia presupporre nulla di buono per una popolazione che aspetta risposte urgentissime, ormai da troppi anni”.

Così Fabrizio Di Stefano, Candidato Presidente alla Regione delle “Civiche per l’Abruzzo”.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - La storia e la ristrutturazione post sisma del palazzo dell’Emiciclo illustrati ieri nel corso della riunione del Rotary club L’Aquila alla presenza del Presidente del Consiglio Regionale d’Abruzzo Giuseppe Di Pangrazio.

Nel pomeriggio di ieri sotto la guida esperta dell’Architetto Piero Farinosi è stato possibile visitare il restituito palazzo della Regione e tutti i tesori riportati alla luce nel corso dei lavori di ripristino dello storico immobile nonchè il complesso e avveniristico sistema di isolamento sismico composto da 61 dispositivi di tipo elastomerico, cui si affiancano 47 appoggi scorrevoli multidirezionali, ovvero slitte su cui poggia il Palazzo.

Di seguito, nel corso della conviviale tenuta presso Casale Signorini, l’Architetto Antonio Di Stefano ha ripercorso la storia del complesso architettonico risalente al 1650 e ampliato nel XIX secolo riconsegnato alla cittadinanza aquilana e all’intera comunità abruzzese dopo due anni di imponenti lavori di restauro, mirabilmente realizzati.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - “Con grande enfasi il vicepresidente del Consiglio Di Maio, oggi presente in Abruzzo, annuncia una cosa che dovevano fare già sei mesi fa, ovvero di aver assegnato al sottosegretario Vito Crimi la delega per tutte le aree sismiche. Si tratta di una nomina che giunge dopo decine di appelli e sollecitazioni di sindaci, sindacati e categorie.

Il governo avrebbe dovuto chiedere scusa per questo ritardo ingiustificabile, anziché sbandierare questa decisione come un trionfo.

In ogni caso, risolto finalmente il problema dell’indicazione del nome, diciamo ora a Crimi tre cose ben precise: venga subito nei territori colpiti dai terremoti; incontri i parlamentari dei territori, i presidenti delle Regioni coinvolte e i sindaci; faccia approvare gli emendamenti all’articolo 79 della Legge di Bilancio che trattano e affrontano nel merito le emergenze non più rinviabili.

Mi riferisco alla questione delle tasse cratere 2009 e 2016/17, delle mancate entrate e delle maggiori spese nei bilanci comunali, al problema della semplificazione delle procedure per la ricostruzione e a quello del personale con i contratti in scadenza.

L’utilità del sottosegretario Crimi si misurerà su queste risposte. Finora solo promesse mancate ed impegni sbugiardati da M5S e Lega, che hanno rapidamente dimenticato le scorribande elettorali, gli impegni presi e le legittime aspettative di cittadini, imprese ed enti locali”.

Così Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

Pubblicato in Politica
Mercoledì, 28 Novembre 2018 12:22

Di Maio, con Salvini competizione leale

L'AQUILA - "Quando dicono che una delle due forze politiche sta facendo più dell'altra è chiaro qual é il gioco, vogliono dividerci e far saltare il governo. Ma per questa roba qua di certo il governo non salterà mai, la competizione tra queste due forze in questo momento è sana e leale e io con Conte e con Salvini lavoro bene ogni giorno". Lo afferma il vicepremier Luigi Di Maio parlando con i cronisti a L'Aquila. (ANSA)

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo