http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Aprile 2019 - Radio L'Aquila 1

L’AQUILA - Nella serata di sabato 27 Aprile Giorgio Cavalli ha incantato il pubblico accorso presso la Sala Polifunzionale del Centro Sociale Anziani di Preturo.

Il tema, piuttosto accattivante, “Incontro culturale con la canzone napoletana”, ha richiamato un gran numero di ammiratori e di appassionati della canzone partenopea del territorio e dei Comuni circostanti. È stata una bella e suggestiva immersione nella storia della canzone che ha fatto conoscere Napoli in Italia e nel Mondo. È stato un incontro ben articolato e pieno di riferimenti culturali sia per la stesura delle poesie, sia per la composizione musicale delle varie canzoni. Ne sono state citate tante delle più importanti e note nel mondo, con una capillare spiegazione dei motivi che hanno l’ispiratore l’estensore della canzone, il confronto e l’esame critico con gli amici musicisti, poeti e editori. Con professionalità di riguardo i fratelli Dino e Fausto Paglia hanno saputo inserire degli spezzoni filmati, relativi alle interpretazioni delle canzoni da parte dei cantanti più noti nel mondo, compreso tenori di valenza mondiale, come Caruso, Di Stefano e Pavarotti. Veramente eccellente la prestazione dei due giovani narratori, Barbara Bologna e Giuseppe Tomei, che hanno saputo leggere con modulazione e tonalità adeguate tutte le notizie redatte da Giorgio Cavalli.

Una serata interessante nel corso della quale il pubblico ha ripercorso con i ricordi periodi di vita caratterizzati dall’estro degli scrittori, poeti, giornalisti e musicisti napoletani, tra i quali figurano anche nostri conterranei, come D’Annunzio, Tosti, Scarfoglio e Croce.

Al termine della serata il Centro Sociale Anziani ha offerto ai Soci e ai simpatizzanti una gustosa cena, alla quale hanno preso parte oltre cento persone.

Pubblicato in Cronaca

L’AQUILA - Domenica scorsa presso il Campo di atletica leggera Isaia Di Cesare dell’Aquila, organizzati dall’Atletica L’Aquila, si sono svolti i Campionati Regionali Individuali FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici degli Intellettivo e Relazionali), Federazione Sportiva Paralimpica del CIP (Comitato Italiano Paralimpico). Si è trattato del Campionato Regionale Promozionale e Agonistico C21(down),  e della giornata conclusiva della Primavera dell’Atletica a Murata Gigotti, in collaborazione con la Proloco di Coppito.

Insieme all’Atletica L’Aquila che ha partecipato con la  squadra paralimpica del progetto Atleticamenteinsieme, hanno preso parte alle gare  l’Ass. Polisportiva Chieti, l’ASD Parco  De Riseis Pescara, l’ ASD Accademia Biancazzurra Pescara. L’Atletica L’Aquila porta a casa otto titoli regionali, cinque individuali nel settore promozionale e uno di squadra,  due individuali nel settore agonistico. A ciò si aggiungono quattro medaglie d’argento e tre di bronzo individuali e un argento e un bronzo a squadre. I risultati ottenuti sono di buon auspicio per i prossimi Campionati Italiani FISDIR area promozionale che si svolgeranno a Padova dal 7 al 9 giugno prossimi e per i Campionati Italiani area agonistica che si svolgeranno invece a Macerata dal 15 al 16 giugno. Tanta soddisfazione da parte degli organizzatori che hanno riportato anche quest’anno nella nostra città gli atleti paralimpici da tutto l’Abruzzo, dopo il successo delle ultime due edizioni.

Hanno presenziato le premiazioni Carla Mannetti  Assessore ai Trasporti e alla Mobilità urbana del Comune dell’Aquila, Luciano Perazza Delegato Provinciale del CONI Point, Francesco Tirone Presidente del Panathlon Club L’Aquila, Walter Iannucci  e Pina Tempesta per il CSI L’Aquila, Monica Ciaramellano delegata regionale FISDIR e Paola Aromatario delegata provinciale del CIP. Si ringraziano in particolare  il Panathlon L’Aquila, la Coid di Ivo D’Angelo per la vicinanza al mondo dell’Atletica Paralimpica. Oltre ai partner e  ai molti volontari che si sono attivati per preparare gli atleti ed organizzare l’evento, sono stati presenti  anche gli studenti dell’alternanza scuola-lavoro dell’Istituto Superiore “A.Bafile” dell’Aquila, coordinati dalla Prof.ssa Claudia De Ciantis.

Questi i risultati: Gare Promozionali: 50 m. piani M. 1) Di Giandomenico Daniele,  Accad. Biancazzurra 2) Di Stefano Robertino, Atl. l’Aquila, 3) Curtacci Mirco, Atl.L’Aquila – 50 m. piani F. 1) Crocetti Veronica, Ass. Polisp. Chieti, 2) Vizzarri Ilaria,  Parco De Riseis Pe - m.80 piani M. 1) Renzetti Mattia, Accad. Biancazzurra, 2) Chiarizia Angelo, Atl. L’Aquila 3) Curtacci Mattia, Atl.L’Aquila – Staffetta 3x50/100/150 Femminile 1)  Atletica L’Aquila, Di Bonaventura Giada, De Amicis Fabrizia, Nardecchia Federica  –  Staffetta 3x50/100/150 Maschile 1) Acc.Biancazzurra, 2) Atl. L’Aquila De Angelis Pietro,Curtacci Mattia, Curtacci Mirco, 3) Atl.L’Aquila Chiarizia Angelo, Colaiuda Federico, Di Stefano Robertino, Salto in lungo da fermo M 1) Curtacci Mattia, Atl. L’Aquila),2) Parisio Alessandro, Acc.Biancazzurra,3) Tacconella Matteo, Acc.Biancazzurra – Salto in lungo da fermo F. 1) Insolia Roberta, Parco De Riseis Pe., 80m. piani F. 1) Di Bonaventura Giada, Atl.L’Aquila, 2) Insolia Roberta, Parco De Riseis, 3) De Rosa Chiara, Ass. Polisportiva Chieti - 400 m. cammino marcia  F.1) Nardecchia Federica, Atl. L’Aquila, 2) Visini Barbara, Parco De Riseis Pe,  Vortex F. 1) Niola M.Camilla, Parco De Riseis Pe, 2) De Rosa Chiara, Ass. Pol.Chieti, 3) Mandolini Giorgia Parco De Riseis Pe,– Vortex M. 1) Tacconella Matteo,Parco De Riseis  Pe, 2) De Angelis Pietro,Atletica L’Aquila, 3) Colaiuda Federico, Atletica L’Aquila - Palla Getto Kg.1 F. 1) Nardecchia Federica, Atl. L’Aquila, 2) De Amicis Fabrizia, Atl. L’Aquila, 150 m. piani  F. 1) Di Bonaventura Giada, Atl. L’Aquila.  Gare Agonistiche C21 M: 100 m. piani  S/M. 1)  Ciaramellano Carlo, Ass. Pol.Chieti–  – Salto in lungo  S/M21 1) Ciarcellutti Fabio, Ass. Polisp. Chieti - 800 m. marcia JM21 1) D’Agostino Nando, Parco De Riseis Pe,  800 m. marcia SM21 1)Ciarcellutti Fabio, Ass. Pol. Chieti, – 200 M. piani S/M 21 1)  Ciaramellano Carlo Ass. Pol. Chieti.-

 Gare Agonistiche Open M : m.200 piani J. 1) Karimou Sharif, Atl. L’Aquila 400 m. piani J.1) Karimou Sharif, Atl. L’Aquila. Si ringraziano la Federazione Cronometristi, il Gruppo Giudici Gare FIDAL e le Misericordie dell’Aquila.

 

Pubblicato in Sport
Lunedì, 29 Aprile 2019 16:24

Sanità: incombe lo spettro di nuovi tagli

BOLOGNA - Dalle recenti analisi indipendenti dell’Osservatorio GIMBE sul DEF 2019 sono emerse forti preoccupazioni per la sanità pubblica sia perché la crescita economica del Paese è stata drammaticamente ridimensionata, rendendo poco realistici gli aumenti previsti dalla Legge di Bilancio per il 2020-2021, sia perché il rapporto spesa sanitaria/PIL rimane stabile sino al 2020 per poi ridursi dal 2021. «Se da un lato tali preoccupazioni – afferma Nino Cartabellotta, Presidente della Fondazione GIMBE – vengono confermate dalle audizioni dell’Ufficio Parlamentare di Bilancio e della Corte dei Conti, dall’altro stupisce la sbrigativa superficialità con cui le risoluzioni di Camera e Senato sul DEF 2019 ignorano la polveriera sanità».

L’Ufficio Parlamentare di Bilancio, snocciolando i drammatici numeri del disavanzo, conferma che esistono pochi margini per una spending review e che “ulteriori tagli alla spesa sanitaria rischierebbero di incidere sulla qualità dei servizi offerti oppure sul perimetro dell’intervento pubblico in questo settore”. La Corte dei Conti, sottolineando che “al termine del 2018 […] non risultano sottoscritti gli accordi relativi alle aree della dirigenza sanitaria” rileva preoccupazioni per “la forte riduzione di personale, anche in relazione al tempo occorrente per l’assunzione di nuovo personale, con particolare riferimento a settori come la sanità […] in cui la diminuzione degli addetti rischia di incidere sull’erogazione dei livelli essenziali delle prestazioni e sulla qualità dei servizi”.

A fronte di queste preoccupazioni per la tenuta della sanità pubblica, le speculari risoluzioni di Camera e Senato si limitano ad impegnare il Governo “a procedere dal 2019 ad un piano di assunzioni che argini il fenomeno della "fuga dei cervelli" e supporti la promozione di innovazione e ricerca in campo sanitario, valorizzando la funzione dei centri sanitari di nuova generazione e investendo in politiche di formazione ed inserimento lavorativo delle nuove professionalità, ad aggiornare a livello regionale il parametro di riferimento della spesa per il personale degli enti del SSN”.

«Il DEF 2019 – puntualizza il Presidente – indica il nuovo Patto per la Salute come strumento di governance per ottimizzare la spesa pubblica, ma in realtà il Patto condiziona anche le risorse per la sanità, come previsto dalla Legge di Bilancio 2019». Infatti, oltre al miliardo stanziato per il 2019, le risorse aggiuntive previste per il biennio 2020-2021 (+€ 2 miliardi nel 2020 e +€ 1,5 miliardi nel 2021) sono condizionate dalla stipula di un’intesa Stato-Regioni di un nuovo Patto per la Salute contenente “misure di programmazione e di miglioramento della qualità delle cure e dei servizi erogati e di efficientamento dei costi”.

La scadenza per la sottoscrizione del Patto era fissata al 31 marzo, ma visto che il suo mancato rispetto non avrebbe avuto conseguenze le motivazioni del ritardo inizialmente sono imputabili al dilatarsi della “fase esplorativa”. In dettaglio:

13 febbraio. Le Regioni elaborano un documento fissando alcuni “paletti” per un primo confronto politico con la Ministra Grillo, assente alla riunione perché ritenuta meramente tecnica.

27 febbraio. Nel primo incontro ufficiale riprende il dialogo politico ma il Ministero prende tempo sui “paletti” proposti dalle Regioni per definire la cornice politico istituzionale.

14 marzo. La Ministra Grillo invia al presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini una contro-proposta, bocciata senza appello dalle Regioni perché giudicata “invasiva”.

16 aprile. Nel secondo incontro ufficiale Governo e Regioni accantonano la cornice politico-istituzionale e danno il via libera ai tavoli tecnici: piani di rientro e commissariamenti, formazione e personale, governance del farmaco, investimenti in edilizia e tecnologie.

«Mentre Governo e Regioni bruciavano 4 mesi per annusarsi a vicenda – precisa il Presidente –  gli scenari politici, economici e tecnici tuttavia sono mutati, rendendo la strada per la stipula del Patto per la Salute sempre più in salita e lastricata di ostacoli».

Quadro economico. Il DEF 2019 ha certificato che gli aumenti del fabbisogno sanitario nazionale 2020-2021 sono utopistici, considerate le previsioni di aumento del PIL cui sono legati. Inoltre, nonostante il DEF annunci solo “un paziente lavoro di revisione della spesa corrente che porterà a un primo pacchetto di misure nella legge di bilancio per il 2020”, con la clausola di salvaguardia il blocco di € 2 miliardi di spesa pubblica nel 2020 finirà inevitabilmente per aggredire la sanità pubblica. In questo scenario, rispetto alle richieste delle Regioni, da un lato la Ministra Grillo non può offrire alcuna garanzia sull’aumento delle risorse previste per il 2020-2021, dall’altro per esigenze di finanza pubblica il Governo potrà in qualsiasi momento operare tagli alla sanità.

Scenario politico. Il rovente clima di competizione elettorale per le imminenti consultazioni europee genera attriti quotidiani sulle tematiche più disparate tra i due partiti di maggioranza indebolendo il Governo. Ma anche il fronte delle Regioni è altrettanto sfibrato sia dalla minore compattezza conseguente al regionalismo differenziato, sia dall’incertezza sulle risorse condizionate, oltre che dal quadro economico, proprio dalla necessità di stipulare il Patto.

Ostacoli tecnici. Il tema del regionalismo differenziato rende molto più complesso raggiungere un accordo sulle “misure di programmazione e di miglioramento della qualità delle cure e dei servizi erogati e di efficientamento dei costi” che, di fatto, rientrano tra le maggiori autonomie richieste in sanità da Emilia Romagna, Lombardia e Veneto.

«La Fondazione GIMBE, sulla base delle proprie valutazioni indipendenti – conclude Cartabellotta – invita Governo e Regioni a stipulare in tempi rapidi il Patto per la Salute, sia per garantire le condizioni necessarie all’aumento del fabbisogno sanitario nazionale (MEF permettendo), sia perché la sanità pubblica non può oggi reggere ad un conflitto tra Governo e Regioni. Infatti, il rischio concreto, oltre che di ridurre ulteriormente l’equità di accesso alle cure, in particolare per le fasce socio-economiche più deboli e al Centro-Sud, è di peggiorare gli esiti di salute inclusa 

Pubblicato in Cronaca

PESCARA - Il presidente della Giunta regionale Abruzzo, Marco Marsilio, in merito alla Gestione del rischio nel Sistema idrico del Gran Sasso, rende noto che, su proposta del vice presidente con delega al Sistema idrico, Emanuele Imprudente, l’Esecutivo ha approvato la richiesta al Presidente del Consiglio dei Ministri di nominare un Commissario straordinario.

Dal momento che le gallerie autostradali del Gran Sasso sono materia fondamentale della rete autostradale dell'Italia centrale e che i Laboratori dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare rappresentano una realtà di eccellenza scientifica a livello mondiale, la problematica relativa alla loro coesistenza con le opere acquedottistiche gestita alla Gran Sasso Acqua e dalla Ruzzo Reti, e più in generale con l’acquifero del Gran Sasso, al servizio di 700mila persone, non può che essere di rilevanza strategica nazionale. In più, la stretta interazione esistente tra il traforo stradale, i laboratori sotterranei di fisica nucleare, le captazioni idropotabili e, più in generale, l'acquifero, deriva direttamente dalla modalità con cui le opere infrastrutturali sono state a suo tempo realizzate ed è ulteriormente complicata dalla impossibilità pratica di sospendere anche solo temporaneamente l'esercizio di ognuna delle tre infrastrutture (galleria autostradale, laboratori dell’ INFN e la fornitura di acqua potabile da pubblico acquedotto).

Si tratta, quindi, di un atto che presuppone il preventivo accertamento della condizione di emergenza connessa alle criticità relative alle interconnessioni tra il traforo autostradale del Gran Sasso, i Laboratori dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), le captazioni ad uso potabile e, più in generale, l’acquifero del Gran Sasso. Inoltre, la Giunta regionale ha anche deliberato la richiesta al Presidente del Consiglio dei Ministri ed al ministero dell’Ambiente di voler affrontare, con una normativa ad hoc, il tema dell’applicabilità della disciplina delle aree di salvaguardia delle acque superficiali e sotterranee destinate al consumo umano (art. 94 del D.Lgs 152/06) alla specificità del sistema di captazione della acque destinate al consumo umano dal sistema idrico del Gran Sasso.

Pubblicato in Politica

FRANCAVILLA AL MARE (PE) - Il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha partecipato questa mattina all’assemblea dei soci della Fondazione Michetti. L’Ordine del giorno dell’Assemblea prevedeva, oltre all’approvazione del Bilancio Consultivo della Fondazione 2018 e all’esame del Programma delle attività relative alla 70ª edizione del Premio Michetti, anche importanti comunicazioni del Presidente della Fondazione, Carlo Tatasciore, riguardanti le proposte di modifica dello Statuto istitutivo, rimasto immutato dal 1955.

Il Presidente Marsilio, in qualità di socio onorario, ha voluto garantire la sua presenza all’odierna riunione sia per l’importanza dei temi trattati all’Ordine del Giorno, sia per la particolare stima e affetto che lo legano alla figura Francesco Paolo Michetti, condividendo con l’illustre pittore e fotografo ottocentesco le origini da Tocco da Casauria (PE).

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - "Ho provveduto a nominare il Dottor Pierluigi Cosenza  coordinatore del mio ufficio politico. - scrive in un comunicato il Vice Segretario della Lega Abruzzo on. Luigi D'Eramo.

Il Dottor Cosenza, medico di lungo corso e con alle spalle importanti ruoli dirigenziali ed esperienza nel management sanitario, condivide con me da anni l'impegno politico e sociale".

 

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - La settimana politica all’Emiciclo inizia giovedì 2 maggio 2019, alle ore 10.30, nella sala "G. D'Annunzio" di Palazzo dell'Emiciclo all'Aquila, dove si riunirà la Commissione di Vigilanza, in seduta straordinaria, per discutere il seguente ordine del giorno: Legge regionale 8 ottobre 2015, n. 26, "Istituzione della Banca della Terra d'Abruzzo" (con audizione dell'Assessore regionale all'Agricoltura); Asl Pescara, servizio di indagini a mezzo di apparecchiatura Pet/Ct (audizione del Direttore Generale Asl di Pescara); Ospedale S.Pio di Vasto, mancata installazione seconda TAC (audizioni: Direttore Generale Asl Lanciano-Vasto-Chieti, Direttore Radiodiagnostica Asl Lanciano-Vasto-Chieti, Direttore Ingegneria Clinica Asl Lanciano-Vasto-Chieti, Direttore Investimenti Patrimonio e Manutenzione Asl Lanciano-Vasto-Chieti).

Sempre giovedì 2 maggio ma alle ore alle 11.30, e comunque a seguire i lavori della Commissione di Vigilanza, nella sala "D'Annunzio" del Palazzo dell'Emiciclo, è in programma la seduta della Commissione Agricoltura, Sviluppo economico e Attività Produttive. All'ordine del giorno ci sono due progetti di legge aventi a oggetto le norme in materia di tutela delle prestazioni professionali, per attività espletate per conto dei committenti privati e di contrasto all'evasione fiscale.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - Una nuova mostra d’arte sarà allestita all’Emiciclo e aperta al pubblico dall’1 al 15 maggio. Si tratta di una selezione delle opere del maestro aquilano Sandro Arduini che ha intitolato questa sua nuova esposizione “Una modernizzante figurazione neo-rinascimentale”. Titolo che riassume la poetica dell’artista condensata in un universo mitologico ed eroico che trae ispirazione dalle arti classiche e dalle partiture musicali dei vari Beethoven (La pastorale), Listz (Prometeo), Mozart (Il Flauto magico), Debussy (Preludio al pomeriggio d’un Fauno) e, su tutti, Stravinskij (La sagra della Primavera, L’uccello di fuoco, ecc). La mostra vuole anche essere un omaggio del maestro Arduini all'Aquila con l’intento di “alleggerire gli animi feriti degli aquilani attraverso un tocco di bellezza”.

Il visitatore potrà essere testimone di un percorso artistico che si snoda senza soluzione di continuità tra oli, disegni, sculture, terrecotte e ceramiche datate tra il 1990 e il 2018. Pur se diverse sono le tecniche, unica ed unitaria però è la modernizzazione e la rivisitazione dei miti di Gea, Orfeo e Euridice, Apollo e Dafne, Nike che riposa e tante altre dee, ninfe o eroi. Baricentro della ricerca figurale di Arduini è comunque il corpo, ritratto per lo più nella sua immanenza di nudità non solo fisiche ma anche psichiche.

Sandro Arduini non esponeva all’Aquila dal 2005, anno della mostra “Sotto il segno del Minotauro”, poi il terremoto del 2009 ha danneggiato il suo laboratorio d’arte e la sua casa, costringendo l’artista a trasferirsi a Pescara insieme alla famiglia. La successiva esposizione, “Frammenti”, risale, infatti, al 2016, ed è stata ospitata al Museo Vittoria Colonna della città adriatica. Antonio Gasbarrini, critico d’arte e curatore delle mostre di Arduini, scrive di lui: “All’eloquenza oppositiva delle parole fa riscontro nella sua arte un’unità stilistico-poetica in cui la plasticità di masse lievitanti, l’andirivieni di zigzaganti segni vettoriali, la prevalente matericità del colore e una rigorosa, invisibile geometria sottostante il singolo impaginato pittorico, alla fin fine vengono quasi ad annullare ogni differenza esistenziale tra i protagonisti di questo unitario ciclo dall’apparente volto gianico”.

Pubblicato in Cronaca

SULMONA (AQ) - Il giorno 7 maggio  2019, alle ore 9,30, presso la sala conferenze del Palazzo dell’Annunziata a Sulmona,  la  Direzione Territoriale INAIL L’Aquila ha organizzato un evento informativo in merito all’attività di finanziamento alle imprese, Bando ISI 2018 (Incentivi finanziari a sostegno delle Imprese). Interverranno: il Direttore Regionale Inail Abruzzo, Dott. Nicola Negri;  il Coordinatore CONTARP Regione Abruzzo (Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione), Dott. Eugenio Siciliano, l’lng. Serafino Ferroni, professionista C.T.R. Abruzzo (Consulenza tecnica per l’edilizia regionale Abruzzo).

Lo stanziamento per la regione Abruzzo è di complessivi € 9.340.820,00, suddiviso fra i vari assi d’intervento.

Destinatari  del Bando  sono  le  imprese, anche  individuali, in possesso dei requisiti previsti dal Bando.

I finanziamenti, riferiti a progetti per il “miglioramento dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro” sono:

- per l’Asse  1 (suddiviso nei due sub Assi: Asse 1.1  “progetti di investimento”; Asse 1.2 “progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale” ) nella misura del 65% e fino ad un massimo di € 130.000,00;

- per l’Asse 2 (“progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi - MMC”) nella misura del 65% e fino a € 130.000,00;

- per l’Asse 3 (“progetti di bonifica da materiali contenenti amianto) nella misura del 65% e fino ad un massimo di € 130.000,00;

- per l’Asse 4 (“progetti per micro e piccole imprese operanti nei settori Pesca e Tessile-Confezione-Articoli in pelle e calzature”)nella misura del 65% e fino ad un massimo di 50.000;

- per l’Asse 5.1  (“progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli – generalità delle imprese agricole”)nella misura del 40%   fino  ad un massimo di € 60.000,00;

- per l’Asse 5.2 (“progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli – giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria”)nella misura del  50 % e fino  ad un massimo di € 60.000,00.

Pubblicato in Varie

ROIO (AQ) - In occasione delle celebrazioni per il primo maggio, la parrocchia di Roio Poggio, come ogni anno, invita tutta la cittadinanza, le comunità parrocchiali, i catechisti, i ragazzi, i giovani, le comunità religiose, i gruppi e le associazioni cristiane a partecipare al consueto appuntamento, per ripercorrere insieme il cammino spirituale lungo la via Mariana, mercoledì 1° maggio alle ore 15:30.

Il parrocco di Roio Poggio, don Osman Prada, sottolinea con poche parole l'essenza spirituale di questo appuntamento annuale. “Il mese di Maggio – dice  Don Osman - nome che richiama, nel cuore dei Cristiani, la devozione alla Vergine Maria e  la recita del santo Rosario. La vera devozione alla Madonna consiste nell’imitare la sua vita: di figlia, di sposa e di madre. Imitare le sue virtù: fede, amore, dolcezza, castità, preghiera, mortificazione, umiltà e obbedienza….! Imitare la sua vita è una cosa possibile a tutti perché la sua vita è caratterizzata da tanta semplicità, laboriosità, fiducia piena nel Signore.
Il Rosario è una delle più eccellenti preghiere alla Madre del Signore. Perciò, attraverso i secoli, i Santi, i Sommi Pontefici, hanno esortato i fedeli alla recita frequente del santo Rosario, preghiera di impronta biblica, incentrata sulla contemplazione degli eventi salvifici della vita di Cristo, cui fu strettamente associata la Vergine Maria.  Infine, Il mese mariano e la memoria della beata vergine Madre della Chiesa ci invitano a vivere un particolare cammino di Chiesa, attingendo fede, dalla fede pasquale di Maria, attingendo perseveranza dalla perseveranza di Maria, attingendo fedeltà dalla fedeltà di Maria, attingendo speranza dalla speranza di Maria.   E così ci avviciniamo al Cristo risorto, quasi condotti per mano proprio da Maria che, come ai servi di Cana, ripete anche a noi: “Fate tutto quello che Lui vi dirà”. 

All'arrivo, previsto per le ore17:15, verrà celebrata la santa messa da don Carmelo Pagano Le Rose e ci sarà un momento di riflessione sulla missione di Maria nella chiesa del Risorto.                                                         

Pubblicato in Arte e Cultura

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us