http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Ottobre 2019 - Radio L'Aquila 1

L’AQUILA - Nella Chiesa di S. Maria del Suffragio in Piazza Duomo la Solennità di Tutti i Santi si aprirà, giovedì 31 ottobre prossimo, con la Messa prefestiva delle ore 18,00.

Nel giorno di venerdì 1° novembre le celebrazioni saranno, come da orario festivo, nella mattinata alle ore 10,00 e alle ore 11,00.

Nel pomeriggio alle ore 17,30, dopo 11 anni dall’ultima volta, riprenderà la Celebrazione Capitolare dei Vespri di Ognissanti, presieduta dall’Arcidiacono del Capitolo Metropolitano, a cui seguirà, intorno alle ore 18,00, la S. Messa conclusiva della solennità.

Sabato 2 novembre, giorno della Commemorazione di tutti i Fedeli Defunti, le funzioni al Suffragio, con la speciale preghiera per le anime del purgatorio e in particolare per quelle più dimenticate, saranno alle ore 10,00 e alle ore 11,00.  

Alle ore 18,00, l’Arcivescovo Metropolita Cardinale Giuseppe Petrocchi presiederà la Santa Messa Stazionale per tutti i fedeli della diocesi defunti nell’anno trascorso ed al termine aprirà solennemente l’Ottavario di Preghiera per le anime del Purgatorio

Durante l’Ottavario rispettando le condizioni stabilite dalla Chiesa, sarà possibile ottenere l’indulgenza plenaria ogni giorno per un defunto diverso.

Nei giorni dell’Ottavario, che si concluderà sabato 9 novembre, le S. Messe saranno secondo l’orario feriale o festivo.

Pubblicato in Varie

PESCARA – “Un solo sfratto a fronte di 30 occupanti abusivi. E’ questo il bilancio dell’azione svoltasi questa mattina in via caduti per servizio nel quartiere di Fontanelle a Pescara”.

A renderlo noto è il Vice Presidente del Consiglio Domenico Pettinari che afferma “Abbiamo sempre sostenuto che la cifra stanziata da Regione Abruzzo per gli sfratti fosse inconsistente, ed il bilancio di questa mattina mette nero su bianco una proporzione che è ben lontana dal rappresentare una soluzione per i quartieri a rischio. Fontanelle è una zona molto pericolosa – incalza Pettinari - ricorderanno tutti quella fu definita “la stagione degli attentati” in cui fu bruciata la macchina di Nello Raspa, Presidente di ‘Insieme per fontanelle’ e dati alle fiamme anche numerosi citofoni dei cittadini che scendevano in piazza a manifestare contro la criminalità dilagante. In un quartiere così la Regione Abruzzo ha stanziato fondi per un solo sfratto. Si sta commettendo lo stesso errore che fece la Giunta D’Alfonso.”

“Anche nella scorsa legislatura – ricorda Pettinari – il centro sinistra dopo le numerose sollecitazioni del M5S stanziò una cifra esigua di fondi e operò pochi sfratti esattamente come sta facendo il centro destra. Nulla di nuovo quindi se non la consapevolezza che centro destra e centro sinistra sono sempre e comunque due facce della stessa medaglia. Si agisce poco e male – continua il Vice Presidente del Consiglio – mi giungono notizie che ieri, per esempio, un nuovo sfratto in via Rigopiano è finito con un buco nell’acqua e l’occupante anche in questo caso non è stato rimosso dall’abitazione, esattamente come accaduto qualche giorno fa per un altro inquilino abusivo. Inoltre, parrebbe, che alcuni abusivi che stanno levando le tende da soli starebbero portando via le finestre delle case. Ricordiamo che quello è un patrimonio pubblico e che quindi si sta commettendo un furto ai danni della collettività e tutto accade nel silenzio o nell’impotenza dell’Ater”. Conclude.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - “Il Tribunale di Avezzano non è un palcoscenico per la propaganda politica ed il proselitismo. Se lo metta bene in testa il Consigliere Angelosante che ha mortificato il lavoro di un’intera classe di professionisti e di anni e anni di battaglie sul territorio”.

Lo afferma il consigliere regionale Giorgio Fedele in merito alla proposta di legge presentata dal consigliere in quota Lega: “Il progetto depositato in gran fretta è infatti stato preso integralmente da una proposta che venne presentata pubblicamente dagli Avvocati del Foro di Avezzano nell'incontro del 28 ottobre scorso. Incontro a cui Angelosante non partecipò, al contrario di tutti gli altri consiglieri marsicani. L’incontro è il risultato di un lavoro di squadra in cui tutte le forze politiche presenti hanno messo da parte l’appartenenza partitica ed hanno pensato al bene di un’intera comunità, manifestando l’intento di dare forza alla battaglia, ad ogni livello istituzionale, facendo squadra. Ma visto che probabilmente il salvataggio del tribunale non è in cima alla lista delle priorità di Angelosante, pur di bruciare tutti sul tempo, ha deciso di appropriarsi della norma presentata pubblicamente e firmare in solitudine un documento che di fatto risulterà inefficace ed inefficiente poiché espressione di un solo consigliere. Tanta la fretta, infatti, che sembrerebbe non abbia neanche letto quello che depositava.
D'altro canto, non ci si può aspettare niente di meglio da parte di una persona che non si è mai spesa in difesa del Tribunale di Avezzano e che non ha neanche la decenza di studiare i problemi per individuare una strada concreta, figuriamoci leggere le carte di una vicenda che evidentemente non conosce neanche superficialmente. Altro che legge in tutela dei Tribunali abruzzesi, si tratta più che altro di un “colpo di EGO” ai danni dei tanti cittadini e professionisti che da anni si battono per un diritto, quello alla Giustizia, che riguarda tutta la Regione. Come Consiglieri regionali siamo tutti dei politici. Ciò che ci distingue però è che alcuni fanno Politica, altri fanno proselitismo”. Conclude.

Pubblicato in Politica

PESCARA - I libri più amati e popolari e gli scrittori del momento. L’approfondimento giornalistico e i temi di più stretta attualità. E poi musica, teatro, fumetti, reading, arte e fotografia che si mescolano e si contaminano tra le strade del centro città e nei luoghi storici del “FLA – Festival di Libri e Altrecose”. La rassegna culturale, organizzata come ogni anno da Mente Locale di Vincenzo D’Aquino con la direzione artistica di Luca Sofri e la collaborazione di diversi partner nazionali e sponsor locali, torna da giovedì 7 a domenica 10 novembre per portare a Pescara ospiti di primo piano del panorama letterario contemporaneo, eventi artistici e culturali, mostre e intrattenimento per adulti, ragazzi e bambini.

Sono oltre 170 gli appuntamenti in cartellone, quasi tutti a ingresso gratuito grazie al prezioso sostegno del main sponsor Deco, da sei anni compagno di avventure del FLA, e grazie al contributo del Comune di Pescara. Importante anche il supporto degli altri motori dell’organizzazione (Amazon Audible, Coca Cola Italia, Casal Thaulero e Metamer) e le collaborazioni nazionali con Il Post, la Scuola Holden fondata da Alessandro Baricco e Rai Radio 3.

Nel ricco parterre dell’edizione 2019 del FLA troviamo ospiti come il Premio Strega Sandro Veronesi, uno degli scrittori più letti e apprezzati in Italia, che presenta il suo nuovo libro “Colibrì” appena pubblicato per “La nave di Teseo” e lo storico veejay di MTV e conduttore televisivo Andrea Pezzi, oggi imprenditore digitale (giovedì 7 novembre); il teologo Vito Mancuso con il suo ultimo volume “La forza di essere migliori” uscito con Garzanti, il giornalista e commentatore sportivo Fabio Caressa e l’ex ministro ed ex presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni (venerdì 8 novembre). In arrivo a Pescara anche il gruppo musicale Lo Stato Sociale con il suo terzo romanzo “Sesso, droga e lavorare”, il direttore dell’Espresso Marco Damilano, il fumettista Gipi e la cantante e giudice di X-Factor 2019 Malika Ayane (sabato 9 novembre); la vincitrice del Premio Campiello 2018 Rosella Postorino con il suo primo libro per ragazzi “Tutti giù per aria”, edizioni Salani, e uno dei più noti e apprezzati esponenti della stand up comedy in Italia, Saverio Raimondo (domenica 10 novembre). Ma il lungo elenco degli ospiti del FLA non si esaurisce qui. Nei quattro giorni della manifestazione interverranno, tra gli altri, Marcello Fois, Stefano Catone, Lucrezia Guidone e Franco Arminio (giovedì 7); Filippo Rossi, Chiara Valerio, Piero Trellini  e Paolo Nori (venerdì 8); Pierluigi Battista, Enrica Bonaccorti, Vera Gheno, Pietro Biancardi, Elena Loewenthal, Roberto Battiston (sabato 9); Fabio Geda, Roberta Scorranese, Marianna Aprile, Matteo Caccia e Viola Ardone (domenica 10).

La rinnovata collaborazione tra il FLA e l’Ente Manifestazioni Pescaresi si concretizza venerdì 8 novembre al Teatro Massimo nel tributo a Francesco Guccini tra parole e musica, quelle di Paolo Talanca e del Contemporary Vocal Ensemble diretto dal maestro Angelo Valori, dopo il grande successo del 2018 con la serata-evento “Mogol racconta Battisti”. Un altro omaggio ad un grande della musica italiana, Ivan Graziani, è in programma sabato 9, nella stessa location, con lo spettacolo di Andrea Scanzi e Filippo Graziani.

Il “Fla - Festival di Libri e Altrecose” si snoda in 10 sezioni, ognuna con il suo curatore. Superano gli 80 gli autori abruzzesi selezionati per presentare al pubblico le loro opere nell’ambito della sezione “Abruzzo L.O.C.” (Letteratura di Origine Controllata), in rappresentanza di circa 50 case editrici. Ci sono poi le sezioni “Prisma Italiano” a cura di Massimiliano Panarari, “A ruote spiegate” a cura di Alessandro Ricci, “Playlist” a cura di Fabio Ciminiera, “Rainbow” a cura di Abruzzo Pride, “Olis” a cura di Michele Meomartino, “Un uomo in più” a cura di Mark Karaci e Niccolò Maria Santi. Unasezione speciale “Kids” abbraccia iniziative e laboratori per i più piccoli ed è a cura del Museo delle Genti d’Abruzzo, mentre la sezione “Fumetto” è portata avanti dalla Scuola Internazionale di Comics di Pescara e comprende incontri e iniziative con i fumettisti più accreditati, come Gipi e Roberto Recchioni. Infine nell’ambito della sezione Satyricom, curata dall’Arci, saranno organizzate iniziative nei circoli della città.

Tre sono le mostre che si inaugureranno nei giorni del FLA: quella di Sebastiano De Laurentiis e Luigi D'Alimonte nei locali della Casa Natale di Gabriele d'Annunzio, la personale di Pino Procopio al Museo delle Genti d'Abruzzo e quella dedicata a Nanni Balestrini allo Spazio Matta frutto della collaborazione tra il festival, l'Associazione Culturale Grand Hotel e Artisti per il Matta.

LE NOVITÀ

Nato nel 2003 e giunto alla sua 17ma edizione, il “FLA – Festival di Libri e Altrecose” è cresciuto anno dopo anno fino a diventare uno degli eventi più importanti del Centro Italia (nel 2018 ha toccato quota 30.000 spettatori),anche grazie all’ingresso come direttore artistico nel 2012 di Luca Sofri, fondatore del quotidiano online Il Post.

Gli appuntamenti quest’anno si concentrano in diversi luoghi della città. Non solo nel centro storico, tra la casa natale di Gabriele d’Annunzio e quella di Ennio Flaiano, all’Auditorium Petruzzi, al Circolo Aternino, al Caffè Letterario e al Museo delle Genti d’Abruzzo. Altre iniziative e presentazioni animeranno diversi spazi culturali come lo Spazio Matta, il Teatro Massimo e il mercato coperto di piazza Muzii. E, novità del 2019, un’iniziativa speciale coinvolgerà anche i commercianti del centro città con un’estemporanea di pittura denominata “Libri su Tela” che si terrà sabato 9 lungo le vie dello shopping. Quest’ultima iniziativa, che vedrà la partecipazione di decine di pittori, dei lettori volontari della Rete del Libro “PescaraLegge”, dei musicisti del Conservatorio Luisa D’Annunzio di Pescara e della Compagnia Nazionale di Danza Storica Abruzzo, è stata organizzata dal FLA con il patrocinio dell’Assessorato al Commercio del Comune di Pescara e la collaborazione di Confesercenti, Confcommercio, Endas Abruzzo e Best Ideas Formazione.

Un’altra novità dell’edizione 2019 è la collaborazione con l’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara che condurrà, per conto del FLA, uno studio finalizzato alla valutazione della soddisfazione dei partecipanti all’evento, nonché delle potenzialità del festival per la promozione del territorio abruzzese.

Con l’edizione 2019 il FLA condivide l’impegno all’ecosostenibilità che da sempre contraddistingue l’attività del main sponsor Deco. Insieme, FLA e Deco, hanno aderito all’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, facendo propri gli obiettivi delle Nazioni Unite per tracciare la strada da percorrere nell’arco dei prossimi 15 anni. Con l’obiettivo di diffondere l’importanza della lettura in chiave sostenibile, valorizzando la pratica del riuso e lo scambio gratuito dei libri, è stato rinnovato il progetto della libreria di strada “Deco Street Library”. La street library 100% green, grazie a Deco, sarà presente nei luoghi del festival per permettere a chiunque di lasciare i propri libri e prenderne in prestito altri. Infine, sempre in chiave sostenibilità, saranno a disposizione del pubblico del FLA 6 risciò firmati Metamer, che stazioneranno in piazza Sacro Cuore e condurranno gli spettatori che vorranno usufruirne da un luogo all’altro del festival.

LE INIZIATIVE SPECIALI

Torna anche in questa edizione un format consolidato, quello dei 3 interessanti corsi di formazione proposti dalla Scuola Holden, fondata da Alessandro Baricco, dedicati a tutti gli appassionati di scrittura e relativi alla voce, all’autofiction e al conflitto. In calendario il workshop a cura del Post con Francesco Costa e Luca Misculin sul “Podcast spiegato bene e come farne uno” e quello con Paola De Simone su “Fare radio”.

Non mancheranno gli aperitivi letterari, tutti i giorni dalle 19.00 al Caffè Letterario con musica dal vivo, e il Full Pass, che consente di evitare le code negli appuntamenti più affollati e la possibilità di sedersi nelle prime file degli eventi principali.

Tutti gli autori del FLA saranno presenti al party in programma sabato 9 novembre al Museo Cascella. Su prenotazione si potranno gustare le specialità degli chef in compagnia degli ospiti del festival, il ricavato della serata servirà a finanziare le iniziative culturali del FLA e della Fondazione Genti d’Abruzzo.

Infine si chiama “Pescara in estrema sintesi” il nuovo progetto degli Arago designer pensato apposta per il festival, un modo per riflettere sul genius loci e sulle sue ricombinazioni e per avviare una discussione sulla percezione dell’identità dei luoghi di appartenenza. 

 

LA CONFERENZA STAMPA

L’edizione 2019 del ““FLA – Festival di Libri e Altrecose” è stata presentata stamattina al Caffè Letterario di Pescara dal direttore del FLA Vincenzo D’Aquino, dal sindaco del Comune di Pescara Carlo Masci, dall’assessore alla Cultura del Comune di Pescara Mariarita Paoni Saccone, dall’assessore agli Eventi e Manifestazioni del Comune di Pescara Alfredo Cremonese e da Valentina Di Zio di Deco Spa, main sponsor del festival.

Il sindaco Masci ha posto l’accento sulla “sinergia costruttiva tra pubblico e privato che lega Pescara alle iniziative culturali e turistiche e alle effervescenze del territorio”, sottolineando come “questo percorso virtuoso che la nostra amministrazione intende ampliare, farà sicuramente crescere culturalmente la città”, mentre l’assessore alla Cultura Paoni Saccone ha rimarcato “l’importanza per il territorio di un festival che, nel 2018, ha portato a Pescara oltre 30mila presenze distribuite in oltre 150 incontri”.

“Quest’anno – ha poi sottolineato l’assessore al Commercio Alfredo Cremonese – per la prima volta portiamo il FLA nelle vie dello shopping del centro città, grazie all’iniziativa “Libri su Tela” che ho voluto realizzare in collaborazione con le associazioni di categoria dei commercianti e che contribuirà a portare arte, cultura e divertimento anche nelle strade del centro cittadino”.

I VOLONTARI

Un ringraziamento speciale, come nelle edizioni precedenti, va alla squadra di ragazzi e ragazze che collaborano volontariamente e gratuitamente al festival. I volontari, un centinaio anche nel 2019, sono le vere colonne portanti del FLA.

Il programma del FLA è consultabile sul sito http://www.pescarafestival.it/

Pubblicato in Arte e Cultura

L’AQUILA - “La pronuncia della Corte Costituzionale sulla legge regionale per L’Aquila capoluogo, che ha bocciato la legge varata nell’estate 2018 dall’Emiciclo, deve diventare un’opportunità. Le risorse disponibili per questo territorio, non possono essere disperse”.

Lo dichiara il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, alla luce della decisione adottata dalla Consulta che ha dichiarato incostituzionale la Legge regionale n. 28 del 24 agosto 2018 recante disposizioni su “L’Aquila capoluogo: attraverso una ricostruzione, la costruzione di un modello di sviluppo sul concetto di benessere equo e sostenibile – Bes”.

“Quella disposizione – continua il Sindaco - era evidentemente scritta male, forse con scopi propagandistici e funzionali alle elezioni regionali del febbraio scorso. Esistono, però, spazi di manovra per recuperare le somme provenienti dal gettito del bollo auto, quasi 800mila euro. Mi rendo fin da ora disponibile a contribuire alla stesura di nuovo testo per L’Aquila, qualora il Consiglio regionale intendesse adottarne uno nuovo. L’obiettivo non deve essere quello di ribadire il ruolo di capoluogo abruzzese della città dell’Aquila, ormai acclarato, ma piuttosto, fornire un’opportunità di sviluppo. In maniera congiunta e condivisa, superando le superficialità commesse nel recente passato, potrà essere individuato il percorso migliore per sancire il ruolo e definire la visione per L’Aquila capoluogo”.

 

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - “Il professor Casciani è stato un vero e proprio pioniere della sanità italiana, oltre che abruzzese e aquilana.  Insieme ad altri medici straordinari, come Giorgio Splendiani o Paride Stefanini, ha rivoluzionato le cure nefrodialitiche ed è anche grazie ai suoi insegnamenti, la sua passione e dedizione per il lavoro che l’ospedale San Salvatore dell’Aquila oggi può contare su un’eccellenza assoluta come il Centro regionale per i trapianti. Con i professori Antonio Famulari ed Ettore Martini è stato, infatti, tra i promotori dell’attività di trapianto presso il nosocomio del capoluogo d’Abruzzo, tutt’oggi uno dei fiori all’occhiello della sanità regionale. A titolo personale, oltre che della municipalità e della comunità aquilana, giungano ai famigliari le più sentite e sincere condoglianze”.

Lo ha dichiarato il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, commentando la scomparsa del professor Carlo Umberto Casciani.

Pubblicato in Cronaca

L’AQUILA - Caserma “Pasquali”, Comando Provinciale dei Carabinieri e Scuola Allievi Sottufficiali della Guardia di Finanza dell’Aquila saranno aperti al pubblico lunedì 4 novembre, in occasione della Giorno dell’Unità nazionale e Giornata delle Forze Armate.

Il programma di “Caserme aperte” è stato illustrato stamani nella caserma Pasquali – sede del 9° Reggimento Alpini, cittadino onorario dell’Aquila – dal Comandante Militare dell’Esercito per l’Abruzzo, Colonnello Marco Iovinelli, dal Comandante del 9° Reggimento Alpini, Colonnello Paolo Sandri, dal Comandante della Compagnia dei Carabinieri dell’Aquila, Maggiore Luigi Balestra e dal Capitano Giuseppe Bavaro, della Scuola Allievi Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza. E’ intervenuto anche il Vice Sindaco dell’Aquila, Raffaele Daniele, che ha sottolineato “il legame storico e solido tra il capoluogo d’Abruzzo e le Forze Armate”, definendo queste ultime “un punto di riferimento assoluto per i cittadini aquilani, in ragione della professionalità e della capacità dei militari che operano in città, a tutela della sicurezza della collettività in ogni campo, senza trascurare l’immagine che forniscono in virtù delle benemerite missioni di pace che essi hanno svolto e svolgono in diversi Paesi del mondo, spesso in condizioni di estrema pericolosità”.

Il Colonnello Iovinelli ha sottolineato come la ricorrenza rievoca e onora la memoria di tutti coloro che si sono spinti fino all’estremo sacrificio della vita per il bene dell’Italia (lunedì saranno 101 anni dalla vittoria della prima Guerra Mondiale), “ma il 4 novembre – ha aggiunto – è un appuntamento importante di incontro tra le istituzioni e soprattutto tra i militari e la popolazione. Un’opportunità di dialogo, di approfondimento e di conoscenza reciproca che permette ai cittadini di valorizzare la presenza militare. In questo modo – ha aggiunto – si favorisce un’unità di intenti tra istituzioni, comunità e forze vive della nazione e delle collettività locali. Un legame che è particolarmente profondo in Abruzzo, dove le nostre Forze Armate e i Corpi dello Stato sono stati sempre presenti per aiutare i cittadini, in particolare in occasione degli eventi calamitosi”. Lo stesso Iovinelli ha poi ricordato le varie operazioni di controllo e di gestione delle crisi internazionali che hanno visto in prima fila i militari di stanza all’Aquila.

Per quanto riguarda nello specifico “Caserme aperte”, lunedì 4 Novembre tra le 9 e le 17 il 9° Reggimento Alpini offrirà a tutti coloro che vorranno partecipare un’esperienza interattiva presso la caserma Pasquali. La giornata – cui hanno già aderito 300 alunni delle scuole cittadine – sarà organizzata con diverse aree tematiche e coloro che parteciperanno potranno fare diverse esperienze. Innanzitutto quella storica, con l’accesso alle sale museali del reparto, e quella della specialità e della verticalità: gli Alpini, in sostanza, dimostreranno le loro capacità di operare in arrampicate, su neve e ghiaccio, in condizioni avverse.

Ci sarà la possibilità di vedere e di partecipare (per i minori è richiesta naturalmente una dichiarazione liberatoria) a delle dimostrazioni pratiche tecnico-alpinistiche da parte della Squadra di Soccorso Alpino Militare. Si potrà assistere ad alcune prove pratiche di soccorso in parete, di discesa e di recupero di persone in situazioni che possono essere speleologiche, urbane e possono essere assimilate ad emergenze che vanno al di là della montagna, come potrebbe accadere in occasione di un’emergenza legata al terremoto.

Inoltre si potrà vedere dal vivo un’esibizione pratica di applicazione delle capacità alpinistiche con utilizzo di corde. Accanto ci saranno due aree tematiche, una dedicata a chi vorrà provare il gatto delle nevi, il BV206, che opera in contesti artici, ma applicabile in qualsiasi contesto, come nel 2017 si è distinto a causa dell’abbondante nevicata, e l’altra ai materiali, con equipaggiamenti delle Truppe Alpine e i mezzi del Battaglione “Vicenza”. I visitatori avranno la possibilità di indossare i capi d’abbigliamento in dotazione alle squadre AIB “Antincendio Boschivo” e vedere come opera la stazione Meteomont.

Al comando provinciale dei Carabinieri, i militari dell’Arma effettueranno delle dimostrazioni multidimensionali, tra l’altro con simulazioni di interventi in condizioni di emergenza, esporranno mezzi (in particolare quelli utilizzati per il soccorso in montagna) e faranno comprendere l’importanza delle regole preventive da seguire per poter effettuare escursioni nelle condizioni di massima sicurezza.

La scuola della Guardia di Finanza di Coppito è stato il punto di riferimento essenziale nella gestione dell’emergenza all’Aquila e nel territorio dopo il terremoto del 6 aprile 2009, ospitando anche il G8 nel luglio dello stesso anno. Il 4 novembre, oltre a una mostra fotografica e alla possibilità di visitare un museo storico, le Fiamme Gialle illustreranno ai visitatori la giornata tipo degli allievi, i luoghi in cui si svolgono le lezioni, i centri di aggregazione che sono all’interno della struttura e così via. Verranno inoltre illustrate le iniziative che si sono svolte nella Scuola fino a quando è stata sede delle varie istituzioni nel dopo terremoto.

Alla presentazione di stamani ha partecipato anche il Capitano di Fregata Aldo Ioppolo, della Capitaneria di Porto di Pescara (in rappresentanza della Marina Militare), che ha illustrato le iniziative che si terranno a Pescara – con la cerimonia alle 10 in piazza Garibaldi, l’apertura ininterrotta della Capitaneria di porto dalle 8:00 alle 20:00 e la possibilità di salire sulle motovedette ancorate, a Ortona e a Montesilvano, dove verranno allestiti degli stand insieme con le altre Forze Armate.

Pubblicato in Eventi
Mercoledì, 30 Ottobre 2019 17:03

Ad Aielli non si paga tassa su lampade votive

AIELLI (AQ) - Forse l’unico comune in Abruzzo in cui le lampade votive sono gratis. Grazie infatti alla delibera  di Consiglio Comunale N. 7 del 30 Marzo 2019, l’amministrazione a guida Enzo Di Naltale, ha reso gratuito il servizio di allaccio e di fornitura di energia elettrica delle lampade votive del cimitero Comunale. E nei giorni in cui si commemorano i defunti proprio dall’amministrazione si  invitano i cittadini a effettuare l’allaccio e esprimere il consenso.

Un’iniziativa che può sembrare marginale per un’Amministrazione Comunale, ma nella realtà un’idea che va incontro a tantissimi cittadini, molti dei quali anziani e che vivono di pensione, ai quali si è andato a togliere una spesa fissa annuale. “Un gesto di vicinanza alla popolazione  – afferma il primo cittadino – per una tassa triste e fastidiosa che spesso pesa sulle spalle di anziani e pensionati. Abbiamo preferito tagliare gli sprechi ed avvicinarci ancora una volta ai bisogni dei cittadini.”

Pubblicato in Politica

L’AQUILA – “La gestione ordinaria, non solo quella programmatica, delle attività amministrative del Comune dell’Aquila presenta limiti ed approssimazioni evidenti, che si manifestano in ogni settore ed in ogni circostanza, e qualche volta anche in modo assurdo e dilettantistico.”

Lo denuncia Lelio De Santis Capogruppo Cambiare insieme-Idv al Consiglio comunale dell’Aquila

“L’ultima occasione – prosegue De Santis - è stata la presentazione in Prima Commissione delle attività del CTGS da parte dell’Amministratore unico, Dino Pignatelli, alla presenza della Dirigente Ilda Coluzzi e dell’Assessore alle Partecipate ed al Personale, Fausta Bergamotto.
Al di là delle criticità vecchie e nuove della gestione del CTGS, ha del clamoroso la notizia riferita con candore dall’Amministratore dell’Azienda che si è proceduto a trasferire del proprio personale al Megaparcheggio di Collemaggio ed all’Info point della Fontana luminosa, sulla base di semplici chieste pervenute dal settore Mobilità e dal settore Turismo del Comune, ma senza atti esaustivi e senza nemmeno informare il Settore Personale.
L’Assessore Bergamotto e la Dirigente Coluzzi hanno dichiarato di essere all’oscuro di tutto.”

“E’evidente – CONCLUDE De Santis - che non ci sia collaborazione ed informazione fra i diversi Settori della struttura comunale ed è altrettanto evidente che fra alcuni Assessori non ci sia il necessario dialogo: questa situazione è molto grave e crea solo confusione e cattiva amministrazione.
Spero che l’Assessore Bergamotto, che da tecnico sta assolvendo al suo compito con capacità ed equilibrio, non debba pagare prima o dopo per il suo coraggio e chiedo al Sindaco di regolarizzare con urgenza l’assegnazione del personale presso il Megaparcheggio e presso l’Info point, anche per evitare responsabilità amministrative e danni erariali.”

Pubblicato in Politica

L’AQUILA -  “Gli esponenti del Pd si affrettarono a definire quella legge storica. Oggi abbiamo una risposta: sì, sarà ricordata come storica, ma solo perché costituirà una pietra miliare nella lotta alla politica delle promesse, degli annunci, delle scatole vuote, dell’approssimazione e delle prese in giro”. Così il deputato aquilano Luigi D’Eramo, coordinatore regionale della Lega, commenta la bocciatura della Consulta sulla legge regionale 28 del 2018. 

“La sentenza - commenta D’Eramo - è clamorosa nella sua chiarezza. Dice senza possibilità di replica che la legge esprime una mera ipotesi politica, non supportata da alcuna fattibilità giuridica ed economica, nemmeno minima. Una pietra tombale sulle leggi-proclama, del tutto prive di sostanza. Un affronto ai cittadini che sempre più spesso vengono messi di fronte a operazioni più di carattere mediatico che altro. La bocciatura di “L’Aquila capoluogo” è l’ennesima riprova dei disastri della precedente amministrazione regionale, che aveva fatto del provvedimento una bandiera -  tutti ricorderanno l’annuncio di Luciano D’Alfonso sulla volontà di farne la prima legge in assoluto della legislatura, salvo poi approvarla solo in extremis in maniera rabberciata - e che invece ora viene duramente sconfessata. E’ una sconfitta anche per il Pd aquilano, che mai, nei passati cinque anni, è stato in grado di assumere un solo provvedimento utile e strategico per la città dell’Aquila e il suo territorio. La Lega aveva già sottolineato più volte le tante lacune della legge, che era stata impugnata anche dal Consiglio dei Ministri. La Regione rispose parlando di “meri errori materiali”. La realtà, come dimostra la Corte Costituzionale, è ben diversa: la legge è carta straccia. La Lega vuole fermamente invertire questa rotta e farà tesoro della sentenza della Consulta: mai più annunci vuoti, solo provvedimenti di sostanza, verificabili dai cittadini”.

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo