http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Ottobre 2019 - Radio L'Aquila 1

ASSERGI (L’AQUILA) - Se i progetti Life finanziati dalla Commissione Europea sono naturali avamposti per disseminare pratiche di sostenibilità ambientale, il progetto “M.I.R.Co-lupo” innova sensibilmente su questo fronte, sperimentando, primo LIFE in Italia, la produzione di materiali informativi in “stone paper”, carta pietra cioè, che, come suggerisce il nome, non deriva dal taglio degli alberi ma dal riciclo delle polveri prodotte nelle cave di pietra. Una scelta e un impegno concreto del progetto a favore dell’economia circolare.

Si tratta – spiega Simone D’Alessandro di Carsa, la società abruzzese, partner di progetto, che si occupa della comunicazione di “M.I.R.Co-lupo” – di una carta particolare, estremamente resistente agli strappi e con un gradevole effetto vellutato; è inoltre impermeabile, resistente al grasso e lavabile, perché idrorepellente al 100%. E' composta all’80% di pietra, cioè di carbonato di calcio, con una piccola quantità di polietilene ad alta densità  usato come legante e non tossica. Una vera rivoluzione nell'ambito dell'economia circolare, perché adottare stone paper significa prediligere una carta che non comporta l'abbattimento di alberi, né utilizzo di acqua per la sua produzione”.

La stone paper è stata scelta per la produzione del dépliant informativo dedicato alle comunità dell’area del Gran Sasso e dei Monti della Laga. Uno strumento divulgativo agile che, con linguaggio semplice illustra il fenomeno dell’ibridazione e fornisce raccomandazioni pratiche sull’importante ruolo che allevatori e cittadini possono giocare per condividere con il Progetto un impegno che porta reciproci vantaggi. Si tratta, infatti, di attenersi a poche semplici regole riguardanti la custodia dei cani da guardiania e d’affezione e lo smaltimento di carcasse e resti alimentari. Ciò al fine di evitare di richiamare lupi e cani vaganti nelle vicinanze di abitazioni ed aziende zootecniche, facilitando l’ibridazione tra cane e lupo.

L’introduzione della "stone  paper" costituisce un importante segnale di attenzione nei confronti dell’impatto ambientale dei previsti strumenti di comunicazione a stampa del Life e rafforza la dimensione, per tanti aspetti già fortemente innovativa, del progetto “M.I.R.Co-lupo”, che rappresenta oggi un avamposto di conoscenze e di interventi efficaci  e lungimiranti per la tutela del grande predatore.

Il progetto LIFE M.I.R.Co-lupo, realizzato con il contributo del Programma LIFE 2014-2020, è coordinato dal Parco nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano in partenariato con il Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, l’Arma dei Carabinieri, l’Istituto di Ecologia Applicata di Roma, oltre alla citata Società di editoria e comunicazione Carsa.  L’obiettivo principale del progetto è quello di assicurare migliori condizioni di conservazione per il lupo, agendo su alcuni elementi di minaccia di origine antropica e legati, in particolare, al fenomeno del randagismo canino.

Pubblicato in Varie

L’AQUILA - Un evento eccezionale e gratuito per commemorare il decimo anniversario del terremoto dell’Aquila.Il capolavoro della musica sacra universale, la Messa da Requiem di Giuseppe Verdi, scritta per la morte di Alessandro Manzoni, risuonerà come inno di rinascita di una città ferita nella superba cornice della Basilica di Santa Maria in Aracoeli a Roma, una delle Chiese più belle al mondo, Sabato 2 Novembre 2019, ore 21.00 e poi a L’Aquila, nella Basilica di San Silvestro, appena restaurata, Domenica 3 Novembre 2019 ore 18.00 perl’inaugurazione della IV° edizione della grande rassegna musicale SACRUM - UNA PREGHIERA IN MUSICA PER LA PACE UNIVERSALE - un omaggio alla musica e alla fede come forma di comunicazione tra i popoli. Un concerto di eccezionale livello che si candida ad essere uno degli eventi più significativi dell’anno.

SACRUM celebra eccezionalmente a Roma e a L’Aquila il decimo anniversario del terremotocon un grande concerto istituzionale organizzato dal Ministero dell’Università e Ricerca e dalla Regione Abruzzo con I prestigiosi patrocini di Pontificio Consiglio per la Cultura, Pontificio Istituto di Musica Sacra, Regione Lazio, Roma Capitale, Comune dell’Aquila, e numerose Ambasciate con sede a Roma. Sul podio il Maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli, direttore musicale del Festival Internazionale di Mezza Estate, con l’Orchestra Sinfonica del Conservatorio di Stato “N. Sala” di Benevento e il Coro dell’Opera di Parma preparato dal M° Massimo Fiocchi Malaspina. Con loro I solisti di fama internazionale Federica Vitali, Anna Maria Chiuri, Hector Mendoza Lopez e Mirco Palazzi e la direzione di produzione di Giada Santoro, Valerio di Pasquale, Alessandro Zerella e Silvano Fusco.

“A dieci anni dal terremoto dell’Aquila- dice l’On. Prof. Lorenzo Fioramonti, Ministro dell’Istruzione, coorganizzatore dell’evento - ricordiamo le vittime di quella devastante catastrofe naturale, che ha causato 309 morti, circa 1600 feriti di cui 200 gravissimi. 55 studenti sono morti in quel sisma, di cui 8 solamente nel crollo della Casa dello Studente, ed il concerto di stasera deve servire da un lato per non dimenticare, ma d’altro canto deve ergersi come monito per tutti noi, amministratoti e cittadini, perché in una terra meravigliosa e fragile come l’Italia, scuole, università, conservatori e accademie, insieme alle residenze per gli studenti, siano sempre pensati per salvaguardare in sicurezza il bene più prezioso che l’Italia custodisce, ovvero ricchezza incalcolabile delle vite delle nostre studentesse e dei nostri studenti, vero ed insostituibile patrimonio dell’umanità”.

 “Sono trascorsi dieci anni dal terribile terremoto del 2009 – gli fa ecoL’Assessore regionale Guido Liris, coorganizzatore dell’evento - ma nelle nostre menti e nei nostri cuori il ricordo di quella notte è ancora vivo, talmente vivo che non passa giorno in cui, chiunque abbia vissuto quell’esperienza, non rivolga un pensiero o una preghiera al Cielo per scongiurare un altro evento simile. In qualità di rappresentante della Regione Abruzzo, sono orgoglioso di sostenere e promuovere la quarta edizione del Festival “Sacrum” che, proprio con una preghiera in musica, si avvicina al cuore di tutti i nostri cittadini” a cui si aggiunge l’Assessore comunale Fabrizia Aquilio -  “Eppure, nonostante lo strazio incolmabile per le trecentonove vittime, per l’intero nostro mondo irriconoscibile, noi, abitanti orfani della nostra Città, abbiamo dovuto elaborare insieme il nostro lutto collettivo e capire che ce l’avremmo fatta, ancora una volta, a ridare un volto alla nostra Città. La memoria è risonanza”.

Il Concerto gode, tra gli altri, del patrocinio dell’Ambasciata della Federazione Russa presso la Santa Sede: “Sono passati 10 anni -  dice l’Ambasciatore Alexander Avdeev - da quella notte di aprile, da quella grande tragedia che ha colpito la città dell’Aquila quando una terribile scossa di terremoto sconvolse la città, l’Abruzzo e tutto il centro Italia, distruggendo in pochi secondi e per sempre ricordi e affetti, portando via vite umane e le loro storie. A distanza di 10 anni abbiamo l’obbligo morale di ricordare il coraggio, la dignità, la solidarietà, l’aiuto e il sostegno, che hanno caratterizzato gli avvenimenti di quei giorni. La Federazione Russa, come tutti gli altri paesi, è stata scossa dalla tragedia dell’Aquila e continuerà sempre a rimpiangere le vittime, fornendo come dal primo giorno tutto il necessario aiuto e sostegno.

Un Concerto che vuole ricordare con forza la grande tragedia del terremoto: dice Sua Em.za il Cardinale Vicario di Sua Santità per Roma Mons. Angelo De Donatis A dieci anni dal disastroso sisma vogliamo innalzare di nuovo e ancora una volta al Signore il Requiem per i fratelli e le sorelle che hanno perso tragicamente la vita nel sisma. Vogliamo farne un canto nuovo: riproponendo le musiche del grande maestro Verdi, riascoltando quell’antica preghiera, essa diventerà, nell’oggi della storia personale di ciascuno, un canto nuovo, supplica orante che tutti insieme innalziamo al Signore” a cui fa eco l’Arcivescovo Emerito dell’Aquila Mons. Giuseppe Molinari: “Ecco, pensando alla musica, anche all’immortale musica di Wolfgang Amadeus Mozart, che ricorderà, con il linguaggio insuperabile della musica, la nostra tragedia e le nostre lacrime, io prego il Signore affinché i musicisti, i cantori e gli amanti della bella musica diventino quel coro fatto di amore, di solidarietà, di armonia e di speranza che è il sogno di tutta l’umanità. Anche il nostro sogno”.

Perché “Verdi Requiem” chiediamo a Jacopo Sipari, direttore musicale, che risponde citando le parole del M° Eduardo Grumelli: comporre una Messa funebre fu occasione per meditare sull'al di là e sul destino dell’uomo, quesiti con profonde radici nella cruda personalità verdiana, la quale, dietro la folta barba e i vispi occhi decisi e scontrosi, nascondeva anni di turbolenti timori e abbandoni che la vita gli aveva duramente riservato in gioventù con la morte dei figli e della moglie. L'insieme si esprime con una tragicità fisica, un urlo, un impeto, quasi l'accecante bagliore di un fulmine tramite il quale il Divino si trasforma in materia dimostrandosi all'uomo nella sua ora più buia. Tutto questo sfocia in dolci accenti misericordiosi che si alternano a improvvise illuminazioni. Trama di questo intreccio è la speranza, vissuta però con scetticismo e incertezza nei confronti di un avvenire oscuro e incerto nel quale la materia si dissolve per trasformarsi in "Spirito". La costruzione generale della composizione comprende i sette movimenti tradizionali della liturgia cattolica: Requiem et Kyrie, Dies Irae, Offertorium, Sanctus, Agnus Dei, Lux Aeterna, Libera Me. Ognuno di questi viene trattato come un dramma singolare, con la diversità dei suoi colori, delle sue dimensioni, come si trattasse di un'opera fatta di dialoghi e situazioni tra loro in contrasto. Rabbia, paura e abbandono trovano espressione nella forte esclamazione “Dies Irae”, che racchiude la consapevolezza e la rassegnazione nei confronti della fine certa.

Numerosi gli ospiti attesi al concerto, tra cui l’Onorevole Stefania Pezzopane: “Non riesce più a stordirci l’urlo dell’orco, quell’urlo orrendo che il 6 aprile muoveva case e distruggeva vite. Dopo 10 anni quel rumore osceno, lo abbiamo mano a mano sconfitto. Ed è la musica che vince quel rumore. La musica ha aiutato, in questi 10 anni, ogni istante della nostra impegnativa ricostruzione. Ricostruire case, chiese, scuole, ricostruire vite, anime, relazioni sociali, ricostruire comunità. Avremmo potuto farlo senza la musica? No, mai e poi mai ce l’avremmo fatta. Siamo qui, anche perché abbiamo resistito, alla distruzione con l’energia della musica”, il Senatore Nazario Pagano: “Il dolore del terremoto, è un dolore dell’anima. È il dolore della perdita. Non esiste cura, ma esiste conforto. Gesti concreti, opere, ricostruzione. Ma anche presenza. E il caldo abbraccio della musica.” a cui si aggiunge l’ex Ministro dell’Istruzione sen. Valeria Fedeli, “Aver scelto di ricordare con la musica le vittime e la tragedia del terremoto dell’Aquila del 6 aprile 2009 significa aver scelto il miglior linguaggio possibile insieme per omaggiare chi non c’è più, per accompagnare il ricordo di chi ha perso tutto e per restituire speranza, attraverso un’emozione condivisa”.

Un Concerto gratuito che si apre a tutti i cittadini di Roma e L’Aquila perchè possano vivere la bellezza della spiritualità della musica di Verdi che nel Requiem coniuga perfettamente il mistero di Dio e l’amore verso l’umanità.

“Siamo particolarmente lieti – dicono all’unisono il presidente del Conservatorio di Benevento Antonio Verga e il direttore Giuseppe Ilario - di offrire la nostra collaborazione all’interno di questo importante festival di Musica Sacra per un ricordo così importante. La nostra Istituzione negli ultimi anni si è saputa distinguere a livello nazionale per la molteplicità delle attività che in essa sono state sviluppate”.

L’evento ha ricevuto i prestigiosissimi patrocini istituzionali, tra le altre, delle Ambasciata di Spagna, Australia, Federazione Russa, Lettonia, Estonia, Polonia il Pontificio Consiglio per la Cultura, Regione Abruzzo, Regione Lazio, Città Metropolitana di Roma Capitale, Comune dell’Aquila, Comune di Tagliacozzo, ed è in collaborazione Confederazione per la Musica Lirica e Sinfonica, Festival Internazionale di Mezza Estate.

Il concerto è sostenuto da Regione Abruzzo, Iannini Costruzioni, Taddei Costruzioni, Ance, Magnolia Eventi, Ente Morale Tabor International.

Il concerto sarà trasmesso da Telepace – Sky 515 per la regia di Giacomo Iacolenna.

2 Novembre Roma, Basilica di Santa Maria in Aracoeli, ore 21.00.

3 Novembre L’Aquila, Basilica di San Silvestro, ore 18.00.

Ingresso libero. Prenotazioni a sacrumfestival@gmail.com

I concerti per il decennale del terremoto si concluderanno poi il 30 Novembre a Roma e il 1° Dicembre a L’Aquila con l’esecuzione del Requiem di Mozart e della Fantasia Corale di Beethoven con Istituzione Sinfonica Abruzzese e International Opera Choir e con la partecipazione straordinaria di Michele Campanella (pianoforte) e Donata D’Annunzio, Giada Santoro, Anna Maria Chiuri, Luciano Ganci, Alberto Petricca e Alberto Gazale sempre diretto da Jacopo Sipari.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L’AQUILA – di Nando Giammarini - Aurora Salvatori, vincitrice del terzo premio del concorso nazionale indetto congiuntamente dai ministeri dell‘Istruzione e della Difesa in occasione del centenario della grande guerra nel 2015, continua a mietere successi. La nostra giovane conterranea monterealese è risultata vincitrice, ex aequo con Leonardo Grimaldi, dell'edizione 2019 del premio Premio letterario L'Aquila - Bper intitolato a Laudomia Bonanni, sezione  B - poesia inedita riservata agli studenti di un istituto superiore della provincia dell'Aquila.

Ricordiamo, per dovere di cronaca, che Laudomia Bonanni  ha avuto un destino a dir poco avverso,  poiché destinataria, di un mutamento sociale cui non ha voluto o  non è stata in grado di affrontare. Figlia di una  buona famiglia borghese di provincia visse un'infanzia serena ma solitaria dominata dalla sua fame per i libri. Giovanissima, seguendo le orme materne, a 17 anni divenne maestra elementare, autrice di libri per l'infanzia, per tre volte finalista del premio Strega, e successivamente di raccolte di novelle e romanzi. La sua attività letteraria ed umana fu  indubbiamente arricchita da una lunga esperienza come consulente presso il tribunale dei minori.

Il destino dei grandi è quello di terminare i propri giorni in solitudine cosa che accadde anche lei che morì a 94 anni il 21 febbraio 2002 anno in cui venne istituito il premio di poesia che porta il suo nome.

La cerimonia di premiazione, per la sezione detenuti, si è tenuta lo scorso venerdì 25 ottobre nel teatro della casa circondariale dell'Aquila alla presenza di Homero Aridjis, poeta ed una delle voci più autorevoli della letteratura messicana contemporanea, ospite d’onore della XIV edizione della manifestazione. Egli, giova ricordarlo, è anche molto attivo sui temi ambientali.

In apertura di cerimonia, dopo i saluti di rito il grande  intellettuale messicano, in un clima in cui l'emozione si toccava con mano si è rivolto agli ospiti dell'istituto penitenziario ed alla vasta platea presente con queste parole: ”Forse la poesia, da sola, non può farvi trovare la porta di uscita da questo carcere, ma sicuramente quella delle vostre emozioni e sensazioni. La vera libertà la troviamo solo guardandoci dentro”.

Il giorno successivo alle 11.30 la premiazione della sezione scuola, e della poesia edita all'auditorium del Parco del Castello, presentata dall'attrice aquilana Eva Martelli.

Ai due giovani poeti Homero Aridjis ha augurato di “continuare a scrivere poesie per tutta la vita, perché la vita è poesia”.

Aurora Salvatori, proiettata in una dimensione più intimista e contemporanea, prende a modello Alda Merini e Montale. Tante le autorità presenti alla cerimonia di premiazione: tra le altre il dott.  Raffaele Morola presidente onorario, il vice sindaco dell'Aquila Raffaele Daniele, l'On. Stefania Pezzopane deputata aquilana e cofondatrice del premio di poesia. Lei ha sostenuto pubblicamente che ”La cultura non è neutra, è indispensabile per l’emancipazione delle persone” ed è per questo che il premio letterario Bonanni è l’unico in Italia a coinvolgere anche i detenuti, nello specifico quelli del carcere Costarelle, a Preturo, cui è andato un premio in denaro per l’acquisto di libri e materiali didattici.

A valutare le poesie pervenute oltre ad una giuria studentesca  una tecnica composta da:  Liliana Biondi, Anna Maria Giancarli, Renato Minore, Sergio Zavoli, Francesco Sabatini e Marco Santagata. Presidente della giuria Stefania Pezzopane.

In conclusione di manifestazione il poeta messicano, ribadendo che Laudomia Bonanni fu una delle prime giornaliste ad affrontare il tema dell'inquinamento ha informato che scriverà una poesia sull'Aquila: un'Aquila verde simbolo di vita e di speranza. Nel formulare i nostri più cari e sinceri auguri alla nostra conterranea, ragazza di sensibilità e di cultura, che  da lustro a tutto l'Alto Aterno riportiamo la sua  prima poesia della silloge premiata.

 

Davanti a tutti

Davanti a tutti
sbaglio un passo di danza
una foglia si stanca
si stacca 
non vede più il giorno che avanza
dimentica il sogno di quel posto lontano
il vento solo le tende la mano
ma la schiaffeggia 
e il suono riecheggia
e poi il tutto, il nulla.
Una farfalla 
senz'ali 
che cammina 
piano.
Adesso contieni quest'uragano.        

Pubblicato in Arte e Cultura

L’AQUILA - Si è svolto ieri pomeriggio a Palazzo Silone il Tavolo istituzionale sulla Ricostruzione. Invitati dal presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, sono intervenuti i sindaci del cratere sismico, i parlamentari abruzzesi, i rappresentanti delle associazioni di categoria e dei sindacati. 

Agli intervenuti il presidente Marsilio, insieme agli assessori Guido Liris e Emanuele Imprudente, ha illustrato una prima bozza degli emendamenti che verranno presentati al decreto legge 129/19 sui terremoti 2009 e 2016. Sono state infatti raccolte diverse proposte emendative da presentare nell’ambito della discussione parlamentare che comincerà domani presso l’ottava Commissione Ambiente della Camera dei Deputati.

Un pacchetto di misure volte ad accelerare e semplificare le procedure relative alla ricostruzione pubblica e a quella privata sui territori interessati dal sisma. Altre proposte sono volte a incrementare la dotazione di personale in servizio presso gli Uffici Speciali per la Ricostruzione. Un incremento verrà chiesto anche per quanto riguarda le risorse finanziarie, attraverso un contributo straordinario a favore del Comune dell’Aquila e dei Comuni dei crateri sismici 2009 e 2016.

“Si tratta di misure importanti per riuscire a dare un forte impulso al processo di ricostruzione – ha detto il presidente Marsilio – emendamenti condivisi che ora mi auguro trovino il sostegno e la convergenza di tutti i parlamentari abruzzesi, i quali mi hanno assicurato il massimo impegno per riuscire a far ottenere all’Abruzzo quelle risposte necessarie che più volte in passato abbiamo chiesto ai rappresentanti del Governo”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Si chiude con un pareggio la trasferta del Free Time L’Aquila a Capurso (Bari), squadra che milita nel campionato di serie B di Calcio a cinque. La partita contro i pugliesi finisce 5 a 5.

Tanti i rimpianti per gli aquilani, per via di decisioni arbitrali considerate discutibili dai ragazzi di mister Mario Patriarca.

Parte bene il Free Time, subito in partita, in particolare con un Adriano Mendes, che subisce falli da parte degli avversari non sanzionati dagli arbitri Freccia di Catanzaro e Lari di Potenza.

In questa fase c’è solo il Free Time in campo: al quarto minuto, al sesto minuto e al settimo va in rete su rigore calciato da Mendes, e due goal di Fabrizio Giannandrea e ancora Mendes.

Approfittando di un calo di tensione dei biancorossi il Capurso rientra in partita e all’ottavo minuto Mazzilli serve Garofalo, che mette a sedere Giannantonio e segna il gol dell’1 a 3 e al nono un diagonale chirurgico di Lestingi da destra, finisce in rete per il goal del 2 a 3.

Sulle ali dell’entusiasmo il Capurso prende in mano le redini del gioco ma solo in un paio di situazioni si rende davvero pericoloso. Raphael Giannantonio, poi, sventa i pericoli.

Al quindicesimo minuto però nulla può sul tiro di Lestingi per il pareggio del Capurso.

Un minuto dopo perla dell’arbitro Lari di Potenza che giudica simulazione la caduta di Mendes, “inciampato senza avversari attorno”.

Il Capurso approfitta del vantaggio numerico andando a segno ancora con Lestingi per il 4 a 3 con cui si chiude il primo tempo.

La ripresa si apre con le due squadre che si studiano, ma al primo affondo il Free Time pareggia con un’azione in velocità conclusa da Alessio Martinelli che va in goal e segna il pareggio del 4 a 4.

Il Capurso sale in cattedra e prende le redini della partita con giro palla continuato ma, quando arriva in porta, gli interventi prodigiosi di Raphael Giannantonio salvano il Free Time.

Al quattordicesimo minuto Freccia di Catanzaro espelle Garofalo per un fallo su Fabiano Compagnoni: un’espulsione ritenuta “forzata” dai compagni di squadra.

Il Free Time approfitta della superiorità numerica e torna in vantaggio con un tiro di Compagnoni deviato sulla linea da Lestingi.

Il Capurso si riversa tutto in avanti e grazie a decisione “discutibili” arriva ad ottenere il tiro libero per il sesto fallo fischiato agli ospiti. Dal dischetto però Campagna, ad un minuto dal termine, tira sul palo. Sembra finita ma un’altra “invenzione” dell’arbitro che concede un cambio fallo “inesistente”, come dimostrato “dalle riprese video”, secondo i giocatori in campo.

Sugli sviluppi del fallo, il Capurso ottiene il pareggio a 14 secondi dalla fine, ancora con Lestingi.

I migliori in campo sono risultati Raphael Giannantonio e Lestingi.

FUTSAL CAPURSO

1 Stasi, 2 Rafaschieri, 4 Campagna, 5 Bratta, 6 Pavone, 7 Squeo, 8 Garofalo, 10 Mazzilli Gianluigi, 11 Mazzilli Bruno, 12 Sciannamea, 13 Dammacco, 27 Lestingi. All. Recchia-Squillace.

FREE TIME L’AQUILA

12 Giannantonio, 2 Mandolini, 3 Giannandrea, 4 Martinelli, 5 Caggiano, 6 Compagnoni, 8 Di Vincenzo, 9 Fantauzzi, 10 Mendes Adriano, 11 D'Onofrio, 14 Di Carlo, 22 Litterio. All. Patriarca

MARCATORI: 4’ Adriano Mendes (FT), 76’ Fabrizio Giannandrea (FT), 7’ Adriano Mendes (FT), 8’ Garofalo (CA), 9’, 15’ e 17’ Lestingi (CA), 22’ Alessio Martinelli (FT), 34’ Fabiano Compagnoni (FT), 20’ Lestingi (CA).

Arbitro 1 - Freccia (Catanzaro); Arbitro 2 - Lari (Potenza). Cron. Palmisano (Taranto).

Pubblicato in Sport

L'AQUILA - "Manterremo alta l'attenzione affinché ciò che afferma il sindaco di Roma, Virginia Raggi, trovi seguito e quindi, effettivamente, non vi sia alcun trasferimento del terminal bus da Tiburtina ad Anagnina per i mezzi provenienti dall'Abruzzo. Una prescrizione, peraltro, contenuta già nella mozione proposta da Fratelli d'Italia e approvata all'unanimità dal Consiglio comunale in Campidoglio nel novembre scorso".

Lo dichiara il sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, in relazione alla notizia della nota inviata dal sindaco della Capitale al presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, con cui esclude l'ipotesi di delocalizzazione dell'autostazione.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, ha risposto alla sollecitazione del presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, che aveva sollevato la preoccupazione sul destino dell’autostazione di Roma Tiburtina, dopo una delibera della giunta capitolina che ravvisava “solamente nella stazione Anagnina un nodo idoneo a ospitare una autostazione bus senza eccessivi disservizi per l’utenza”.

Il sindaco Raggi nella lettera scritta al presidente Marsilio lo rassicura affermando che “i piani dell’amministrazione capitolina non mutano affatto rispetto alle precedenti determinazioni”. Stando alle parole del primo cittadino l’hub di Tiburtina continuerà ad accogliere ogni giorno le centinaia di lavoratori, di pendolari e di abruzzesi che raggiungono la Capitale.

“Il capolinea di Anagnina - ha infatti sottolineato Raggi - sarà destinato a ospitare gli autobus provenienti dalle regioni meridionali, mentre presso l’autostazione Tiburtina, a sua volta, continueranno ad attestarsi le linee centrali, comprese quelle provenienti dalla Regione Abruzzo”.

“Prendo atto con soddisfazione delle parole del sindaco Raggi - ha commentato il presidente Marsilio - certamente leggendo la delibera di giunta tutto questo non era esplicitato, anzi si era indotti a interpretare il contrario. Attendiamo adesso gli atti ufficiali del Consiglio comunale, nel frattempo rimarremo comunque vigili per evitare che i cittadini abruzzesi che raggiungono Roma con i mezzi pubblici di trasporto possano essere penalizzati”.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "Insieme alla Lega romana, saremo presenti con una delegazione di amministratori aquilani ed abruzzesi, - scrive in una nota stampa il Capogruppo della Lega in Consiglio Comunale a L'Aquila Francesco De Santis - alla manifestazione che abbiamo organizzato presso la stazione Tiburtina per Mercoledì 30 ottobre, ore 10.00".

"La stazione Tiburtina - spiega il Capogruppo - rappresenta lo snodo fondamentale per migliaia di pendolari abruzzesi che, se lo spostamento all'Anagnina ideato dalla Giunta Raggi andasse in porto, subirebbero un grave quanto ingiusto danno, che non porterebbe comunque alcun vantaggio alla viabilità romana. Dobbiamo caricare - conclude De Santis - i partiti e gli amministratori regionali della responsabilità di affrontare questa minaccia incombente che rischia di tagliare le gambe al già precario e sacrificato lavoro dei pendolari abruzzesi ed aquilani. La manifestazione sarà l’occasione giusta per lanciare una raccolta firme contro quest’ennesima follia deliberata dalla Giunta Raggi e per chiedere chiarimenti in Campidoglio su quali siano le linee interessate dallo spostamento all’Anagnina”.

Pubblicato in Politica

TERAMO - Mercoledì 30 ottobre alle ore 15, nell’Aula Magna del Convitto Delfico, la Diocesi di Teramo-Atri, l’Università di Teramo e i Centri di Ricerca abruzzesi si incontreranno di nuovo, a poco più di quattro mesi dalla sottoscrizione della Carta di Teramo, per discutere prospettive e sviluppi del documento. La Carta è stata firmata lo scorso 22 giugno – alla presenza del Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte – dal Coordinatore della Commissione per la Internazionalizzazione della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, Fabio Rugge, dal Rettore dell’Università di Teramo, Dino Mastrocola, e da tutti i Rettori convenuti alla Conferenza dei Rettori Africani tenuta durante il 2° Forum Internazionale del Gran Sasso, che ha posto le basi per nuovi modelli di cooperazione con l’Africa e le sue Università.

Giovedì 31 ottobre 2019 alle ore 18:00,presso la Sala Trevisan, la Piccola Opera Charitas organizza un incontro di alto livello culturale sui recenti avvenimenti che coinvolgono Hong Kong e che sono all'attenzione dell'opinione pubblica internazionale. Dopo l'intervento introduttivo di Sua Eccellenza il vescovo della diocesi di Teramo-Atri mons. Lorenzo Leuzzi, Gianni Criveller sinologo di fama mondiale, preside dello Studio Teologico del Pime di Monza e membro del Consiglio di presidenza dell'Associazione Teologica italiana, missionario in Cina per oltre 25 anni, terrà una conferenza dal titolo “Hong Kong e la Cina: le sfide e le speranze della gente e dei cristiani”. L'evento, che si svolge a conclusione del mese missionario straordinario indetto da Papa Francesco per l'ottobre 2019, precede la Veglia Missionaria conclusiva che si terrà alle ore 21:00 nella chiesa di Santa Maria degli Angeli a San Nicolò a Tordino.

La Veglia riprenderà il tema del Mese Missionario: battezzati e inviati. Attraverso la preghiera e la riflessione la comunità sarà chiamata a ravvivare la chiamata missionaria ricevuta al momento del battesimo. Ci sarà un momento in cui si rinnoveranno le promesse battesimali e uno in cui si accoglierà la croce come dimensione fondamentale che dona a ciascun battezzato un nuovo slancio missionario. Facendo il segno della croce con l'acqua benedetta della fonte battesimale saranno tutti chiamati a ricordare i doni ricevuti il giorno del battesimo.

Pubblicato in Varie

GIULIANOVA (TE) - Questa mattina, nella Sala Consigliare del Comune di Giulianova, si è tenuta una conferenza stampa per presentare il bilancio delle manifestazioni estive e fornire delle anticipazioni sui prossimi eventi in programma per Halloween, San Martino e per il periodo natalizio. Hanno presenziato all’incontro il Sindaco Jwan Costantini, la Vice Lidia Albani, l’Assessore alle Manifestazioni e Grandi Eventi Marco Di Carlo, l’Assessore alla Cultura Giampiero di Candido e i Consiglieri Comunali Paolo Giorgini ed Ernesto Ciafardoni. Nella passata stagione estiva sono stati più di 260 le manifestazioni del calendario “Giulia Eventi Estate 2019”, che hanno animato tutte le zone della città, senza tralasciare le frazioni di Villa Pozzoni e Colleranesco, realizzati in collaborazione con le varie associazioni giuliesi, i privati, la Consulta degli Eventi, il Comitato Commercianti ed Artigiani Giulianova Lido e l’Associazione Commercianti Piazza Buozzi, i Comitati di Quartiere Lido ed Annunziata e tutti coloro che, con passione e senso di appartenenza, si sono impegnati nella proposta e nel supporto delle iniziative. Volontà dell’amministrazione comunale è stata anche quella di riconfermare e ridare slancio ad appuntamenti settimanali a cui i giuliesi, ormai da anni, sono affezionati come il Ballo in Piazza, Calici e Musica al Chiaro di Luna, Balla con i Luppoli e Splendore Food Festival ed altre annuali come il Festival Internazionale delle Bande, sostenendo le associazioni organizzatrici e soprattutto quella di portare a Giulianova tanti gli artisti del panorama musicale e culturale italiano come Jo Squillo, i Datura, Tony Esposito, la Fanfara dei Bersaglieri, Mark Kostabi, Alexia, lo Zoo di 105, Sud Sound System, Cisco, Larry Mitchell, Ivan Cattaneo, Nino Bonocore, Morgan e tanti altri. Grande è stata anche l’offerta del Polo Museale Civico di Giulianova con iniziative culturali di grande spessore come “Giovedì in Terrazza” a Palazzo Bindi e “BRAvo BRAga!”. Tra gli eventi sportivi di grande affluenza si ricordano “Giulio Basket” e la “Notte Rosa dello Sport” con il torneo di basket femminile. Tra le eccellenze ospitate in città figura anche il Festival “Prima Secca”, a cura dell’Ente Porto di Giulianova, in collaborazione con le eccellenze locali e nazionali nell’ambito della cucina. Confermato successo di pubblico anche per la rassegna cinematografica “Blu Profondo”, ospitata al Porto di Giulianova.

La stagione invernale di manifestazioni si aprirà ufficialmente giovedì 31 ottobre con la grande festa di “Halloween a Giulianova”, che prevede la “Mostra dei Mostri”, con animazione ed intrattenimento per bambini ed adulti in piazza Fosse Ardeatine, dalle ore 15 e 30 e “Halloween in piazza Buozzi”, con spettacoli e djset, a partire dalle ore 19, in collaborazione con le associazioni dei commercianti giuliesi, mentre l’1, il 2 e il 3 novembrele strade del centro cittadino ospiteranno il “Festival Food Revolution” . Le stesse piazze giuliesi, al Lido ed al Paese, ospiteranno il “San Martino in Piazza”, con castagnata ed intrattenimento il 9, il 10 e l’11 novembre. Il 23 e 24 novembre ospiteranno, come da tradizione, i festeggiamenti in onore di San Flaviano e, tra le iniziative in merito, l’Associazione Unica Stella, con la Compagnia dei Criptomani, proporrà la rappresentazione del dramma medievale “Celestino V tra Spirito e Potere”, all’interno della cripta del Duomo della città alta. Il 24 ed il 25 novembre saranno anche due giornate dedicate alla Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, con una pedalata solidale a cura della Consulta degli Eventi e le iniziative della Commissione Pari Opportunità, in collaborazione con il Centro Antiviolenza “La Fenice”, “Casa Maia” e i commercianti di Giulianova

“Per quanto riguarda il periodo natalizio, l’amministrazione comunale sta già lavorando da mesi per regalare alla città un calendario di eventi che faccia vivere a cittadini e visitatori la magia e l’atmosfera del Natale – spiega l’Assessore Di Carlo - dai primi giorni di dicembre verrà istallato il villaggio di Babbo Natale con mercatini artigianali, dolciari e solidali in piazza Fosse Ardeatine, insieme alla collocazione di una pista di pattinaggio di 200 mq. Quest’anno ci siamo occupati anche di stilare un piano luminarie per tutte le vie principali”.

“Inoltre, vista la carenza in città di infrastrutture che possano ospitare almeno 1000 persone, anticipo che, dal 18 dicembre, allestiremo in Piazza del Mare il PalaEventi – continua Di Carlo – che ospiterà durante il giorno degli eventi dedicati ai bambini e ragazzi delle nostre scuole, mentre il pomeriggio e la sera verranno dedicati all’intrattenimento musicale ed artistico, con i concerti di Bandabardò, Après La Classe e Circo Manicomio Tour, una tombolata di beneficenza e tante altre iniziative. Con il Consigliere Giorgini siamo anche al lavoro per regalare alla città il Capodanno e per l’istallazione di una ruota panoramica in piazza Belvedere. Inoltre a partire dal mese di novembre, in accordo con i commercianti del Lido, vogliamo organizzare una serie di eventi dal titolo “Week Love”, da svolgersi ogni fine settimana dell’anno nel centro città, così da stimolare il passeggio e scongiurare la fuga verso i centri commerciali”.

“La sinergia tra cultura e manifestazioni turistiche ha dato i suoi frutti in questa grande estate di iniziative – dichiara l’Assessore alla Cultura Giampiero Di Candido – anche i nostri musei hanno registrato grande affluenza, con migliaia di presenze registrate e ringraziamo tutto il personale del Polo Museale Civico e degli Uffici comunali preposti per l’eccellente lavoro svolto. Nel periodo natalizio porteremo a Giulianova una mostra internazionale dedicata alle macchine realizzate dal genio di Leonardo Da Vinci, con progetti ed allestimenti in tutta la città”.

“La mostra del Progetto Leonardo, ad oggi, ha fatto il giro del mondo ed averla a Giulianova è per noi motivo di grande vanto – continua il Consigliere Comunale Paolo Giorgini – nel periodo natalizio l’avremo in città, in concomitanza con altre sei nazioni, con installazioni in tutti in punti strategici a rilevanza storica della città e visite speciali dedicate alle scuole. Per quanto riguarda l’istallazione della ruota panoramica, lunedì avremo un incontro importante in cui definiremo il tutto”.

“Sono grato alla mia squadra per la passione e l’entusiasmo con cui hanno lavorato per omaggiare la città di quasi 300 eventi estivi, coniugando magistralmente intrattenimento e cultura – dichiara il Sindaco Jwan Costantini – lo stesso impegno che stanno dimostrando con l’allestimento di un importante calendario di manifestazioni natalizie, come mai si era visto a Giulianova. Un ringraziamento sentito va anche alle associazioni giuliesi e a tutti coloro che si sono adoperati per la riuscita delle iniziative”.

Pubblicato in Politica

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo