http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Ottobre 2019 - Radio L'Aquila 1
L'AQUILA - di Elio Ursini - Oggi a L'Aquila, Campo Imperatore e Campo Felice avremo cielo per lo più sereno durante l'intero arco della giornata.
Il vento sarà debole prevalentemente da Sud-Ovest.
La temperatura massima prevista a L'Aquila sarfà di 25 gradi, a Campo Imperatore di 15 e a Campo Felice di 21.


 
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Tre diversi momenti, ognuno carico di valori e di significato, saranno al centro dei convegni, tutti pomeridiani e tutti in Sala Rivera. Si inizierà alle 15,30 del 22 ottobre con i saluti delle autorità e della Presidente De Historia, Nicoletta Proietti, con il pomeriggio dedicato alla pagina degli Gli internati militari italiani. Moderati da Carlo Fonzi gli storici Walter Cavalieri, sul tema della resistenzadei 600.000 Internati, e Maria Teresa Giusti, quest’ultima tra l’altro autrice di una poderosa ricerca negli archivi ex-sovietici de secretati. Il 23 ottobre ricorrerà ‘anniversario della battaglia di El Alamein. Non poteva esserci altro tema che La Folgore ad El Alamein. Con inizio alle 16, con la moderazione di Angelo De Nicola, avremo i contributi di Ugo Barlozzetti, fiorentino, dell’Istituto di Storia Miliare, intervallate alle letture del narratore Giacomo Del Fante tratte dall’ultimo lavoro di Francesco Fagnani, basato sulla presenza ad El Alamein del reduce della Folgore, Leone di El Alamein, Santo Pelliccia, recentemente scomparso. Pelliccia verrà ricordato insieme al Tenente Gaetano Lenci. Dalla Sezione ANPdI di Napoli verrà trasmesso un breve video del nipote, Francesco Lenci, anch’egli in procinto di divenire Ufficiale. Francesco Fagnani introdurrà il tema della tipologia degli scontri a Deir El Munassib, in cui era presente Pelliccia, fino all’epilogo di El Karitha, con importanti contributi storici e multimediali. Il 24 ottobre, con inizio alle 16 la sala Rivera ospiterà il convegno Voci da Cefalonia, 1943. Walter De Berardinis modererà l’evento, che sarà aperto da video e contributi media sul difficile periodo dal luglio al settembre 1943. Verranno poi introdotti i temi relativo i punti di vista di un ufficiale a della Divisione Acqui stretto contatto del generale Gandin, il capitano Ermanno Bronzini, sviluppati da Elena Aga Rossi. A questi seguirà la visione di un fante, autiere, Giovanni Capanna, la cui testimonianza è stata raccolta da Francesco Fagnani in un volume di memorie. Il Tenente Colonnello Pietro Piccirilli tratterà del rapporto delle forze contrapposte sull’isola greca. Ai convegni si alterneranno, al mattino, due interessanti mostre. La prima, curata dal ricercatore e collezionista Giuseppe Pollice, il 23 ottobre dalle 10, vedrà esposte tutte le copertine delle pubblicazioni uscite su Cefalonia dal 1945 ad oggi. Si tratta di una raccolta unica nel suo genere. Il 24 l’archeologo ricostruttore Leonardo Landi esporrà i diorami dedicati alla ricostruzione degli ultimi momenti della Folgore ad El Alamein. Non esistendo documentazione fotografica, Landi ha ricreato le scene originali basandosi sulle memorie di alcuni reduci. Una esperienza davvero originale. Dice Nicoletta Proietti, De Historia “con questa manifestazione intendiamo valorizzare il contributo umano, militare e civile delle generazioni di Italiani coinvolti nella Seconda Guerra Mondiale. La scelta di contesti e significati tanto differenti vuole evidenziare come lo spirito di Patria sia stato comunque un riferimento assoluto e centrale, pur nel mutare delle situazioni e delle condizioni”. De Historia ringrazia il Comitato Cefalonia per non dimenticare”di Roseto degli Abruzzi per la collaborazione e la Fondazione Carispaq per il sostegno.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Terza giornata e terza vittoria per le Belve Neroverdi in Serie A femminile. Le ragazze neroverdi vincono 59-5 sul campo del Torre del Greco.

 
Esordi vittoriosi in B maschile per l'Avezzano, in casa contro il Cus Catania, e per il Paganica, sul campo del Villa Pamphili.
 
In Serie C vince la Polisportiva Abruzzo in casa con l'Anconitana. Partenze false invece per il Pescara, che perde a Fano e per la Polisportiva L'Aquila, che cede di misura in casa contro il Rieti.
 
Nel campionato élite U18 per le abruzzesi una vittoria (Avezzano) e una sconfitta (Polisportiva L'Aquila).
 
Tutti i risultati della domenica ovale per le abruzzesi in attesa dell'omologazione del giudice sportivo.
 
 
Campionato femminile di Serie A | girone 4 | III giornata | 20 ottobre, ore 15:30
AR Torre del Greco – Belve Neroverdi 5-59
 
Campionato di Serie B | girone 4 | I giornata | 20 ottobre, ore 15:30
Avezzano Rugby – Cus Catania 48-26
Villa Pamphili – Polisportiva Paganica 7-12
 
Campionato nazionale di Serie C | girone E, poule 2 | I giornata | 20 ottobre, ore 15:30
Polisportiva Abruzzo – UR Anconitana 27-14
Fano Rugby – Pescara Rugby 24-10
 
Campionato nazionale di Serie C | girone G, poule 1 | I giornata | 20 ottobre, ore 15:30
Polisportiva L'Aquila – Arieti Rieti 17-18
 
Campionato interregionale di Serie C | I giornata | 20 ottobre, ore 15:30
L'Aquila Rugby Team – Rugby Perugia 14-26
Rugby Sulmona – Rugby Foligno 0-44
 
Campionato élite U18 | III giornata | 20 ottobre, ore 12
Avezzano Rugby – Cus Catania 32-12
Frascati RC – Polisportiva L'Aquila 27-24
 
Campionato interregionale Lazio-Abruzzo U18 | gir. A | II giornata | 20 ottobre, ore 12
Fiamme Oro – Adriatica RC 71-14
Nea Ostia – Paganica R. Experience 5-41
 
Campionato interregionale Marche-Abruzzo U18 | gir. 1 | III giornata | 20 ottobre, ore 12:30
Polisportiva Abruzzo – UR San Benedetto 29-48
 
Campionato interregionale U16 | Fase territoriale | III giornata | 20 ottobre, ore 11
Polisportiva Abruzzo – Rugby Experience 5-109
Polisportiva Paganica – Adriatica RC 14-25
Rugby Sulmona – Avezzano Rugby 10-41
 
Attività regionale U14 | L'Aquila | 20 ottobre, ore 9:30
Allenamento rappresentativa Abruzzo U14
Pubblicato in Sport
Lunedì, 21 Ottobre 2019 09:36

Rugby, Paganica vince in trasferta

L'AQUILA - Il Paganica parte con il piglio giusto e fa la voce grossa nel primo tempo finalizzando il dominio territoriale con tre calci piazzati e chiudendolo con il punteggio di 9 a 0. Nei primi dieci minuti della ripresa i rossoneri continuano a imporre il loro gioco finalizzando con un altro calcio piazzato di Stefano Rotellini ma sbagliando alcune occasioni per andare in meta. Non demordono i padroni di casa che sorprendendo il Paganica a seguito di una touche vanno in meta. Questo è l'unico errore difensivo dei paganichesi. Da qui in avanti è stata una sofferenza continua. Il Paganica troppo falloso concede una serie di calci di punizione agli avversari che si stabiliscono nella metà campo rossonera. I ragazzi di coach Rotellini mettono in campo sacrificio creando una linea difensiva impenetrabile e alla fine portano a casa il risultato per la loro soddisfazione e per quella dei tanti tifosi accorsi a Roma per sostenere i loro beniamini. 

Il commento di coach Rotellini: "Abbiamo giocato con una squadra difficile,  forte nei contenuti e speculare a noi come tipologia di gioco, intensità e velocità. Siamo stati bravi nella gestione del dominio territoriale nel primo tempo e in parte del secondo poi abbiamo perso un po' l'attenzione soprattutto nel regolamento concedendo troppi calci di punizione agli avversari. Di contro devo complimentarmi con i ragazzi per la grande attenzione e per lo spirito di sacrificio che hanno dimostrato. Lavoreremo in settimana per correggere gli errori fatti rafforzando anche i punti di forza emersi oggi."

Pubblicato in Sport

L'AQUILA - Si è svolta, sabato 19 ottobre, nella sede del PD dell’Aquila, l’assemblea provinciale delle iscritte alla Conferenza delle Democratiche. Una tappa del percorso che condurrà dopo la fase regionale, all’elezione, nel mese di novembre, della nuova portavoce nazionale. Le democratiche della provincia dell’Aquila sono le più numerose in Abruzzo. Tra le quattro province il maggior numero di iscritte sono proprio della provincia dell’Aquila.

“ Un risultato importante ottenuto grazie ad anni d’impegno sui territori, tra le persone. “ dice Gilda Panella, coordinatrice delle Democratiche per la provincia dell’Aquila “ Un lavoro di squadra, sempre aperto a nuove energie, col quale abbiamo affrontato e ci siamo impegnate su temi complessi che richiedevano l’attenzione urgentissima della politica: a cominciare dalle violenze di genere e i femminicidi. Abbiamo conquistato, tra l’altro, ad una legge che dà maggior tutela alle vittime di violenze, ma non basta. Dobbiamo fare di più. Il nostro lavoro prosegue con ancora maggior forza e determinazione; è un impegno morale che ci siamo assunte nei confronti di tutte quelle donne che quotidianamente subiscono violenze d’ogni sorta e in memoria delle donne che non hanno più voce, uccise da uomini che dicevano di amarle “.

E’ diventata nazionale la campagna “ Una targa per la vita “, iniziativa che, nata nel 2013 a L’Aquila, vede ora decine e decine di targhe poste nelle Aule consiliari di comuni, province e regioni italiane.

“ Una targa nei luoghi delle Istituzioni, un importante segnale di civiltà, un simbolo e un impegno delle Amministrazioni per mettere in atto tutte le buone pratiche necessarie a sconfiggere la violenza contro le donne “ dice l’onorevole Stefania Pezzopane, che prosegue “ Siamo assolutamente consapevoli che una targa non può certamente rappresentare la soluzione di un problema che è innanzitutto culturale, ma riteniamo essenziale l’assunzione di responsabilità di chi amministra perché si affermi la cultura del rispetto: questo è l’obiettivo che perseguiamo con tenacia. Inaccettabile che le donne debbano subire, ancora oggi, violenze, vessazioni, ingiustizie. Il mio impegno al fianco delle donne è assoluto e prosegue con convinta determinazione “ conclude la parlamentare.

Tra i temi che vedono impegnate le Democratiche della provincia dell’Aquila: il cyberbullismo, la questione ambientale, le donne e il lavoro.

“ C’è tanto da fare e noi non ci fermiamo” concludono le Democratiche “ Abbiamo assunto un impegno che intendiamo onorare, per le donne, per la civiltà, per il futuro delle nostre figlie e dei nostri figli. Ci adoperiamo per un mondo migliore e siamo grate a tutte le persone di buona volontà, donne e uomini, che vorranno impegnarsi con noi. Tutte e tutti insieme possiamo farcela. “

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - La dinamica del credito alle medie e piccole imprese, in Abruzzo, a giugno 2019, rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, registra il -3,2%, dato - il peggiore degli ultimi tre anni - che colloca la regione al 12esimo posto della classifica nazionale. In un contesto in cui tutte le regioni italiane presentano il segno meno, l'Abruzzo fa peggio della media del Paese, pari al -2,7%. Emerge da un'indagine del Centro studi di Confartigianato Chieti L'Aquila, che, in occasione della seconda Edizione del Mese dell'Educazione Finanziaria, ha analizzato i dati contenuti in un'elaborazione della Confederazione nazionale.

Confrontato a quello di marzo, il dato di giugno fa registrare una flessione dello 0,8%. Dall'indagine emerge che negli ultimi tre anni i dati sul credito alle piccole imprese in Abruzzo hanno sempre avuto segno meno: -0,6% a giugno 2016, -1,4% a giugno 2017, -2,9% a giugno 2018, -2,9% a settembre 2018, -3,1% a dicembre 2018 e -2,4 a marzo 2019.

In occasione del Mese dell'Educazione Finanziaria, promosso dal Comitato per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria di cui è membro il Ministero dell'Economia e delle Finanze, Creditfidi - il confidi di emanazione Confartigianato - organizza un workshop dal titolo "Alleati contro l'usura a sostegno delle Pmi".

L'appuntamento è per domani, martedì 22 ottobre, alle ore 9.00, nella sede di Academy ForMe, a Chieti. Obiettivo dell'evento è quello di sensibilizzare la collettività sui comportamenti da tenere nella gestione appropriata delle risorse e degli strumenti finanziari.

Le quattro province abruzzesi, d'altronde, secondo un'indagine del Sole 24 Ore, sono tra i primi 15 posti per fenomeni di criminalità legati all'usura.

Il workshop sarà strutturato in due parti: la prima riservata ad Imprese, Commercialisti e scuole; la seconda, più pratica, solo per le scuole.

Introdurranno i lavori il direttore generale di Confartigianato Imprese Chieti L'Aquila e di Creditfidi, Daniele Giangiulli, e l'assessore regionale alle Attività produttive, Mauro Febbo. Poi interverranno il presidente di Abrex, Angelo D'Ottavio, la responsabile Credito di Creditfidi, Manuela Cinalli, il co-founder di Anticipay, Daniele Gardella, e il responsabile Agevolazioni di Artigiancassa, Daniele Sciarrini.

Pubblicato in Economia

L'AQUILA - "Il Ministro Fioramonti ha di recente dichiarato di aver provato vergogna per la lentezza della macchina burocratica nella ricostruzione delle scuole aquilane. Il suo comprensibile stupore sarebbe da condividere solo  se si potesse partire da un'analisi della normativa in materia di appalti e nel mettere a nudo ritardi e ascoltare le ragioni. Ma mi chiedo anche cosa dovrebbe pensare se sapesse che per l'individuazione del sito di declamata ricostruzione di una delle scuole in qualche modo assurta a simbolo per le famiglie e gli studenti aquilani, il Liceo Classico Cotugno, la Provincia dell'Aquila e il Comune portano avanti due idee diverse e contrastanti, suffragate in atti pubblici" lo dichiara in una nota l'ex assessore comunale alla Ricostruzione Pietro Di Stefano.  

"L'attuale vicepresidente alla Provincia, Vincenzo Calvisi, infatti continua a dichiarare, anche nella campagna elettorale che lo vede protagonista per il rinnovo del mandato da consigliere provinciale, che il Liceo Cotugno sarà ricostruito nell'area della ex caserma Rossi. D'altro canto il sindaco Biondi, che con il gruppo di Fratelli d'Italia appoggia la candidatura di Calvisi in provincia, ha recentemente deliberato il piano di dimensionamento dell'edilizia scolastica con l'inserimento nell'area della Rossi le scuole primarie del Torrione, di San Francesco, di San Giacomo e della scuola secondaria di primo grado Carducci. Nessuna traccia del Liceo Cotugno. È evidente che nell'area assegnata al Comune, semmai un giorno ancora da venire ne diventasse proprietario, nell'accordo attuativo sottoscritto con il Demanio, pari al 60% della superficie, non c'è ad oggi la previsione e in ultima analisi neppure lo spazio per inserire il progetto del Liceo Classico, volendo necessariamente tener conto del verde e parcheggi quantomai necessari quando si concentra una popolazione scolastica di qualche migliaio di persone. 
Sarebbe stato opportuno da parte del vicepresidente Calvisi riuscire ad arrivare, nei due anni di mandato già svolti in Provincia e grazie ai buoni uffici tra i due Enti, almeno ad un Protocollo d'Intesa che potesse delineare le basi di una dichiarata volontà di ricollocazione dell'istituto scolastico. 
Pare invece che neanche tra affinità politiche riescono ad avere una posizione coerente su un tema così delicato e importante per la città.
Come importante sarebbe da conoscere l'assetto della viabilità in un nodo di traffico che già oggi in più ore della giornata arriva alla completa paralisi", sostiene Di Stefano. 
Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "La Cgil è da sempre contraria al progetto dell'autonomia differenziata. C'è il rischio che alcune Regioni possano gestire servizi con più risorse e che altre, più piccole, come l'Abruzzo, con un residuo fiscale negativo, abbiano meno soldi per i servizi, con un aumento delle disuguaglianze. C'è da dire, però, che dal ministro Boccia arrivano rassicurazioni e nelle sue parole leggiamo segnali positivi". Così il segretario della Cgil Abruzzo Molise, Carmine Ranieri, commenta le dichiarazioni del ministro per gli Affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia, sabato scorso a Pescara per un incontro con il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.

"E' positivo, ad esempio – osserva il segretario – che il ministro ritenga opportuno parlare di Livelli essenziali di prestazioni (Lep) e fabbisogni standard prima ancora che di autonomia differenziata, perché c'è davvero bisogno di garantirli, diminuendo così le sperequazioni. La priorità, infatti, non è l'autonomia, ma sono i Lep: bisogna garantire servizi uguali a tutti i cittadini. Già oggi, ad esempio, un abruzzese non ha le stesse opportunità di cittadini di altre regioni più ricche in termini di offerta sanitaria, asili nido, diritto allo studio o aiuto alle persone non autosufficienti".

Per Ranieri, inoltre, "è positivo il fatto che il ministro veda le aree interne come priorità assoluta". Secondo il segretario regionale, per fare ciò sarà necessario "dare piena attuazione e sostegno alla strategia nazionale delle aree interne, dare forte impulso alla ricostruzione delle aree dei crateri sismici e attivare il corridoio trasversale Tirreno-Adriatico".

Ranieri ricorda che "abbiamo chiesto alla Regione Abruzzo di costruire delle priorità e una strategia che abbia al centro lo sviluppo del territorio a partire anche dalle aree interne, che si stanno spopolando per mancanza di opportunità, di lavoro e di servizi, con l'aggravante del terremoto".

Infine, secondo il segretario "è positivo tirare in ballo l'articolo 3 della Costituzione, secondo cui 'tutti i cittadini hanno pari dignità sociale' ed 'è compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale', perché significa che alcune materie, come, ad esempio, l'istruzione o le grandi infrastrutture, non possono essere delegate alle regioni".

"Bisogna lavorare nel migliore dei modi, perché uno dei rischi è che si allarghi ulteriormente il divario tra le regioni ricche del Nord e quelle del sud. Dovremmo invece lavorare per ridurre le disuguaglianze tra le regioni. Uno Stato in cui alcune regioni gestiscono delle materie ed altre ne gestiscono delle altre - conclude Ranieri - rischia di diventare uno Stato caratterizzato da disuguaglianze e confusione".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "Con quale faccia questi presunti rappresentanti dei cittadini torneranno nei loro territori di elezione?". Era il 29 maggio scorso quando il Pd aquilano concludeva così un ennesimo attacco all'allora governo Cinque Stelle-Lega, su presunte, poi smentite dai fatti, promesse non mantenute sulla ricostruzione post terremoto. Sarebbe molto interessante, oggi, capire con che faccia gli esponenti di Pd e Movimento Cinque Stelle possano farsi vedere nei loro territori di elezione".

Lo dichiara il deputato aquilano e coordinatore regionale della Lega, Luigi D'Eramo.

"L'Aquila e il Cratere 2009 - dice D'Eramo - sono stati vergognosamente e indegnamente esclusi dal decreto sisma che lunedì prossimo sarà vagliato dal Consiglio dei Ministri. Fatto gravissimo perché dimostra la totale noncuranza dell'attuale governo nei confronti di questa terra, nonostante, stavolta sì, le tante promesse fatte nei mesi scorsi. Il premier Conte, i ministri Cinque Stelle, ma soprattutto i tanti esponenti del Pd, conoscono a menadito le problematiche e le criticità legate all'emergenza sisma. Conoscono le necessità e le priorità perché sono stati edotti, più volte, anche attraverso dossier e documenti. Questo è avvenuto soprattutto nel corso delle innumerevoli passerelle - a questo punto si possono definire solo così - in città, ma anche negli altri territori colpiti dal terremoto. Il governo, ai suoi provvedimenti d'esordio, dimostra di fregarsene altamente dell'Aquila: nulla sulla ricostruzione pubblica, nulla sul personale, nulla sulla semplificazione normativa, nulla sul sottosegretario con delega specifica. Uno sfregio che stupisce ancora di più vista la presenza, nel governo, di Paola De Micheli, esponente del Pd che conosce, o dovrebbe conoscere, le nostre problematiche. La Lega non si fermerà di fronte a nulla e così come ha fatto quando era al governo, anche ora lotterà in ogni modo per difendere il territorio".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - "E’ in dirittura d’arrivo il cambio del gestore della commessa del contact center Inps ed è iniziato il confronto sindacale con Comdata, l’azienda che gestirà il servizio a partire dal 2 dicembre prossimo, per l’applicazione della clausola sociale di garanzia occupazionale dei 482 attuali addetti nella sede dell’Aquila (71 di Transcom più 411 di Lavorabile). La battaglia per la garanzia del loro posto di lavoro, portata avanti con successo prima dall’associazione Lavoriamo per L’Aquila e poi dalla Cisal Comunicazione alla quale aderisce oltre il 70% del personale, ha fatto da apripista alla corretta applicazione della clausola sociale in altri grandi call center". Così Venanzio Cretarola, segretario nazionale della Cisal Comunicazione.

"Oggi - prosegue - denunciamo la illegittima e ingiustificata esclusione di Cisal Comunicazione dal confronto sulle effettive condizioni del subentro di Comdata (contratto applicato, profili orari, articolazione dei turni di lavoro, ecc,) nonostante le vigenti norme prevedano che l’unico sindacato abilitato alla stipula di accordi per la sede dell’Aquila è quello con la maggioranza di iscritti, e Cisal lo è ampiamente da due anni. Cisal viene regolarmente convocate sia ai tavoli nazionali dell’intero settore dei call center sia da Inps proprio sulla procedura di cambio di gestione della commessa".

"Abbiamo formalmente chiesto a Comdata - riferisce Cretarola - di porre fine a questa incredibile esclusione (motivata da inesistenti e fantasiosi problemi procedurali) ma l’azienda ritiene di limitarsi a informarci degli eventuali accordi sottoscritti in incontri svolti a Milano con l’avallo esplicito di Cgil, Cisl e Uil. Abbiamo annunciato decise azioni legali e abbiamo chiesto un intervento urgente al presidente dell’Inps Tridico. In assenza di riscontri immediati si rischia di invalidare ogni effetto di accordi sindacali illegittimi e soprattutto non approvati dai lavoratori aquilani. Ancora più grave e sconcertante il fatto che anche i rappresentanti aquilani della triplice stanno da tempo trattando solo a favore degli addetti Inps delle sedi di Napoli, Bari e Roma che chiedono aumento di orario di lavoro, telelavoro e compensazioni per raggiungere le nuove sedi di lavoro (escludendo la sede dell’Aquila, come apertamente ammesso nei loro comunicati nazionali)".

"Nonostante roboanti annunci, Cgil, Cisl e Uil dell’Aquila non sono nemmeno riusciti a discutere con Comdata dell’applicazione del contratto delle Telecomunicazioni agli attuali dipendenti delle Cooperative. Noi lo abbiamo chiesto perché conosciamo meglio di qualunque altro la commessa Inps e quindi in base a motivazioni 'oggettive' derivanti da budget aziendali precedenti e futuri che ne dimostrano la fattibilità. Forse per questo stanno tentando di escluderci? Perché si scoprirebbe che invece altri stanno prendendo in giro i lavoratori? Questo comportamento sleale, illegittimo e contrario agli interessi dei lavoratori aquilani rappresenta l’indecoroso epilogo della loro incredibile decisione di rompere da due anni l’unità di tutti i lavoratori, per meri interessi di bandiera e per tentare di recuperare una rappresentanza sindacale che nella sede dell’Aquila non hanno mai avuto".

"Denunciamo inoltre - termina la nota - l’incomprensibile ritardo di Comdata nell’acquisizione, dagli attuali gestori e dall’Inps, delle informazioni necessarie al passaggio di gestione che deve inderogabilmente avvenire fra poco più di un mese, senza alcuna interruzione del servizio. Non stanno escludendo la Cisal: stanno escludendo la città dell’Aquila e i legittimi interessi dei suoi lavoratori".

Pubblicato in Economia
Pagina 1 di 39

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us