http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Settembre 2018 - Radio L'Aquila 1
Domenica, 30 Settembre 2018 18:17

Strada Parchi, sospeso aumento pedaggi

L'AQUILA - Strada dei Parchi, concessionaria delle autostrade A24 e A25, annuncia che scatterà da domani, lunedì 1 ottobre, la momentanea sospensione degli aumenti tariffari, pari al 12,89%, disposti con decreto interministeriale del 29 dicembre 2017 ed entrati in vigore l'1 gennaio 2018. Nel prossimo trimestre, quindi, la tariffa agevolata sarà quella vigente nel 2017. Concertata con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, la sospensione, che durerà fino al 31 dicembre 2018, si legge in una nota, "è suggerita dall'ascolto delle esigenze dell'utenza verso cui Strada dei Parchi è sempre stata sensibile. La concessionaria ricorda che solo con l'approvazione del nuovo Piano economico e finanziario (PEF), atteso da anni, previsto dalla Legge 228 del 2012, si potranno definire per il futuro pedaggi più attenti alle attese degli utenti e la realizzazione degli importanti interventi di messa in sicurezza antisismica di A24 e A25".

Pubblicato in Economia
Domenica, 30 Settembre 2018 18:08

Cocaina, arrestato meccanico di Morino (AQ)

MORINO (AQ) - Non si è fermata l’attività di controllo da parte dei Carabinieri sui giovani della Marsica frequentatori di locali pubblici. La Stazione di Morino, nell’ambito di un servizio perlustrativo eseguito in quel Comune, durante la notte, ha tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente un 20enne del luogo. I militari operanti, nel transitare davanti ad un bar del centro del paese, hanno notato il giovane allontanarsi in modo furtivo nel tentativo di salire a bordo della propria autovettura. Immediatamente fermato e sottoposto a perquisizione personale veniva trovato in possesso di circa 3 grammi di  cocaina suddivise in dosi e banconote di diverso taglio per un elevato importo. Il controllo esteso anche all’officina meccanica da lui gestita ha permesso di rinvenire ulteriori grammi di cocaina occultati all’interno di una sigaretta elettronica, anche questi suddivisi in dosi, un bilancino di precisione e diverso materiale da confezionamento. Tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

L’arrestato è stato tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari, così come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Pubblicato in Cronaca

L’AQUILA - Corsi di efficienza energetica completamente gratuiti riservati a diplomati e laureati, per i quali sono previste anche borse di studio e il rimborso spese per gli studenti fuori sede: secondo dati statistici, 9 giovani su 10 entrano nel mondo del lavoro entro un anno dal termine dell’esperienza.

L'Istituto tecnico superiore "Efficienza Energetica", Itsee dell'Aquila, che raddoppia le propria offerta formativa e per il biennio 2018/2020 organizza due corsi gratuiti per diploma di V Livello EQF (Quadro europeo delle qualifiche), titolo valido anche per concorsi pubblici, presenta tutte le sue attività in un Open day in programma mercoledì prossimo, 3 ottobre, a partire dalle ore 15,00 all’Aquila nell'aula magna dell'Istituto d'istruzione superiore "Amedeo d'Aosta", in via Acquasanta. L’evento viene proposto in vista della scadenza dei termini, fissato per il 21 ottobre prossimo, per la presentazione delle iscrizioni. 

"Abbiamo fatto un lavoro molto importante che ci ha consentito di triplicare le nostre attività, ricevendo delle premialità dal Ministero dell'Istruzione, l'obiettivo oggi è quello di incrementare ancora gli iscritti", afferma il presidente dell'Itsee, Carlo Imperatore.

"Abbiamo progettualità importanti con grandi aziende che consentono sbocchi lavorativi certi. Tutti i nostri studenti hanno l'opportunità di svolgere stage in Italia o all'estero completamente finanziati, quindi gratuiti per gli iscritti - aggiunge Imperatore -. Gli studenti faranno due anni di corsi gratuiti e laboratori, tirocini compresi".

Attualmente il numero delle iscrizioni ha toccato quota 35 e rimangono 25 posti. 

"Siamo passati da due soli corsi, di cui uno in partenariato con l'Università dell'Aquila, ai quattro di oggi - spiega ancora il presidente - due regionali biennali che stanno iniziando, uno finanziato dal Ministero dello sviluppo economico sull'energia 4.0, ed un percorso tecnico su smart building di consulenza sull'energia, ciascuno da trenta iscritti".

"Benché l'Itsee sia una realtà ancora giovane, può rivelarsi strategica per il nostro territorio perché dà l'opportunità di mettere subito piede nel mondo del lavoro - afferma la dirigente scolastica dell'Istituto tecnico superiore Amedeo d'Aosta e componente del consiglio d'amministrazione dell'Itsee, Maria Chiara Marola - il nostro contributo è convinto e propositivo per far conoscere questa realtà, credo fermamente nell'istruzione tecnica".

"Il sapere - aggiunge la Marola - deve essere necessariamente coniugato con il saper fare, inoltre questa formazione può essere anche complementare".

I corsi, riconosciuti dalla Regione Abruzzo e dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, riguardano l'area tecnologica dell'efficienza energetica e rilasciano, rispettivamente, le qualifiche di "Tecnico superiore per la gestione e la verifica di impianti energetici" e "Tecnico superiore 4.0 per il risparmio energetico nella smart building".

La durata è di 2.000 ore, di cui 1.200 di attività d'aula o laboratorio e 800 ore di stage presso aziende del settore operanti in Italia e all'estero.

Obiettivo dell'Itsee, infatti, è quello di formare Tecnici Superiori in grado di inserirsi nei settori strategici del sistema economico-produttivo all'interno del Paese ma anche all'estero. La sede è all'Aquila, in via Acquasanta. Le domande di iscrizione devono essere presentate entro il 21 ottobre 2018, per le modalità è possibile consultare l'avviso integrale reperibile sul sito www.itsenergia.org

L'Itsee costituisce il canale di formazione superiore post-secondaria non universitaria ed è gestito da una fondazione partecipata da scuole, imprese, università, centri di ricerca, enti locali, enti accreditati che collaborano per una formazione di alto profilo tecnologico. 

Gli Istituti tecnici superiori, nati in attuazione della legge Finanziaria 2007 ed introdotti nell’ordinamento nazionale dal decreto del presidente del Consiglio dei ministri 25 gennaio 2008, sono scuole speciali di tecnologia, le cui finalità principali consistono nella diffusione della cultura tecnica e scientifica, nel sostegno alle misure per l’innovazione ed il trasferimento tecnologico alle piccole e medie imprese e nella formazione di figure professionali che rispondano alla domanda proveniente dal mondo del lavoro pubblico e privato in relazione al settore di riferimento scelto.

Gli Istituti tecnici superiori traggono origine da un’intesa fra Ministero dell’Istruzione, Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e Ministero dello Sviluppo economico nell’ambito del programma Industria 2015, per valorizzare la formazione tecnica per il rilancio delle attività produttive in Italia.

 

 

 

Dettaglio dei corsi

 

DIPLOMA TECNICO SUPERIORE PER LA GESTIONE E LA VERIFICA DI IMPIANTI ENERGETICI

Il percorso formativo è articolato in quattro semestri, per un totale di 2000 ore di cui 1200 dedicate ad attività d’aula e di laboratorio e 800 destinate ad attività di stage. Il corso è destinato a 25 aspiranti di nazionalità europea, di entrambi i sessi. È prevista la presenza di 5 uditori individuati secondo l’ordine di merito. Gli aspiranti devono essere in possesso di diploma di istruzione tecnica, professionale IPA, Liceo Scientifico Tecnologico; di competenze nell’uso della lingua inglese e dell’informatica di livello abbastanza elevato da consentire una proficua partecipazione alle attività formative. Possono fare domanda anche persone in possesso di un qualsiasi altro diploma di istruzione secondaria superiore purché dispongano delle competenze tecnico scientifiche che hanno, in esito al percorso di studi, i diplomati di cui al punto precedente. Gli aspiranti sono ammessi al corso a seguito di prove selettive. La selezione verte sulla verifica delle competenze di base linguistiche, scientifiche, tecniche e tecnologiche dei candidati e sulle loro motivazioni e attitudini.

Il diploma è rilasciato dall’ l’Istituto di Istruzione Superiore “Amedeo d’Aosta” – Via Acquasanta – L’Aquila, in qualità di Istituto scolastico di riferimento per la Fondazione ITS, sulla base del modello nazionale, previo superamento di un esame finale per la verifica delle competenze acquisite. Sono ammessi agli esami finali gli studenti che hanno frequentato i percorsi I.T.S. per almeno l’80% della loro durata complessiva, compresa l’attività di stage.

 

La figura del Tecnico Superiore opera primariamente nel settore delle società e studi professionali, nelle imprese che offrono sul mercato servizi di consulenza, progettazione, realizzazione, gestione e manutenzione dei sistemi, apparati, impianti per il risparmio energetico e la produzione di energia. Potrà svolgere le attività di Energy Manager (analisi di fabbisogni energetici, monitoraggio ed elaborazioni dati sulle prestazioni energetiche di impianti e sistemi energetici; sovrintendenza e gestione di interventi orientati alla riduzione dell’intensità energetica e dell’impatto ambientale, ecc.); Libero professionista per aziende private o pubbliche, in qualità di consulente tecnico commerciale per interventi di adeguamento e miglioramento dell’efficienza energetica di impianti e sistemi energetici; Libero professionista per la redazione della certificazione energetica di edifici pubblici e privati; Consulente per la redazione della documentazione per l’applicazione della normativa tecnica in ambito energetico ed ambientale e per le procedure di accesso agli incentivi economici di settore; Monitoraggio e supervisione dei lavori di installazione di impianti e sistemi energetici; Vendita di impianti e sistemi energetici; servizi ed assistenza post vendita.

 

DIPLOMA TECNICO SUPERIORE 4.0 PER IL RISPARMIO ENERGETICO NELLA SMART BUILDING

Il corso si svolge in quattro semestri per un totale di 2000 ore. Possono accedere tutti i diplomati delle scuole secondarie di secondo grado, in particolar modo i diplomati degli Istituti Tecnici. La partecipazione al corso è subordinata al superamento di un test di selezione per verificare che l’allievo possieda le conoscenze di base per affrontare adeguatamente lo studio delle materie d’insegnamento. Il corso è gratuito e la mobilità degli studenti verso le sedi partner è finanziata dal progetto. È obbligatoria la frequenza alle lezioni per almeno l’80% delle ore previste. Al termine del corso di studi l’allievo dovrà sostenere un esame finale per il conseguimento del diploma di Tecnico Superiore di valore europeo.

 

Il Tecnico superiore 4.0 per il risparmio energetico nella Smart Building opera sia in fase di progettazione sia in fase operativa sul cantiere, interfacciandosi con il direttore lavori e/o il progettista e/o il committente e/o le autorità competenti per il rilascio delle autorizzazioni) su tutte le problematiche e azioni tecniche che garantiscono il risparmio energetico e l’efficienza energetica dell’edificio, progettato secondo le caratteristiche della edilizia sostenibile. Può essere impiegato sia in enti pubblici che in aziende private. Applica metodologie per la modellazione, il controllo e la verifica delle fasi del processo edilizio, anche attraverso l’uso di software specifici e strumenti o piattaforme di condivisione; ha le conoscenze teorico-strumentali per definire la fattibilità e l’efficacia di un’azione in ambito energetico e per individuare le soluzioni più idonee in relazione ad interventi di risparmio energetico includendo tecnologie a fonti rinnovabili. Inoltre, partendo dai principi base dell’edilizia sostenibile, e dall’analisi del ciclo di vita dell’edificio, ha le competenze per monitorare ed elaborare dati e valutare le prestazioni energetiche degli edifici anche attraverso strumenti di misura e controllo, nel rispetto delle indicazioni normative e legislative vigenti, e proporre, in accordo con i progettisti, interventi di manutenzione e ristrutturazioni che rispondano a requisiti di comfort termico, acustico e della qualità dell’aria indoor.

Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Le maggiori  problematiche relative alla strada SP 2 di Campotosto sono principalmente dovute ai movimenti tellurici che hanno interessato la zona a partire dal 2016. A seguito di questi eventi la strada ha subito un movimento franoso in località Arrigo – Poggio Cancello e accentuato criticità su due ponti. In tal senso è stato interessato il dipartimento della Protezione Civile Regionale, il quale, a seguito di sopralluoghi eseguiti anche con l'ausilio del Genio Civile Regionale,  prospettò la realizzazione di un intervento di somma urgenza, per consentire una riapertura della strada, nel frattempo inibita dal dirigente della viabilità, al transito veicolare.

In questa situazione di stallo l'amministrazione provinciale di L'Aquila si proponeva per lo svolgimento degli adempimenti connessi al ripristino del fenomeno franoso, chiedendo l'attribuzione del finanziamento ma, ottenendo di contro, una nota con la quale la Protezione Civile richiedeva la progettazione che,  non poteva che essere redatta solo all'esito dell'ottenimento  dei fondi stanziati.
Il Presidente della Provincia dell'Aquila Angelo Caruso, interloquendo con il  dipartimento, formulava istanza di assegnazione della somma di 70 mila euro, onde poter procedere agli adempimenti previsti, consistenti nella progettazione delle opere di palificazione per la messa in sicurezza di almeno metà carreggiata. In attesa di riscontro è stato avviato il procedimento per le indagini geologiche, necessarie per approdare alla progettazione esecutiva dell'intervento. Nelle more di tale situazione è intervenuta la legge regionale n.19/2018, che stanziava la somma di euro 50 mila per risolvere le predette criticità. Infine, il Presidente della Provincia dell'Aquila Angelo Carsuo, accompagnato dal Consigliere delegato alla viabilità Pierluigi Del Signore si è recato, martedì 26 settembre, sulle strade dell'Alta Valle dell'Aterno per constatare personalmente la situazione delle carrabili e dei ponti che interessano  la SP 2 "del lago di Campotosto", della  Strada Provinciale 30 "di Cascina" e della Strada Regionale 577 " del Lago di Campotosto". Anche i Sindaci del territorio hanno partecipato al sopralluogo e condiviso linee programmatiche e possibilità di intervento sulle carrabili. Ricordiamo, a tal proposito, che la Direzione Generale Infrastrutture Stradali del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ha espresso parere favorevole all'integrazione del 4 stralcio attuativo del programma degli interventi per il ripristino e la messa in sicurezza della rete stradale nelle aree interessate dagli eventi sismici a partire da agosto 2016, tra cui la Strada Provinciale 2 "del Lago di Campotosto" e precisamente al km. 19+400 lavori di sistemazione del ponte e  ripristino del corpo stradale per un importo pari a € 369.875; km. 18+200 lavori per il ripristino e sistemazione del ponte e del corpo stradale per un importo di € 295.900; km. 5+200 lavori per il ripristino dei muri di contenimento a seguito di frane e sistemazione del corpo stradale per un importo di €739.750. Su questa strada sono dunque previsti interventi per un totale di € 1.405.525. Naturalmente, l'amministrazione è consapevole che questi ultimi interventi avranno un iter che le popolazioni non possono attendere per cui le azioni di questa amministrazione sono e saranno improntate a eseguire interventi di eliminazione delle cause che hanno determinato la chiusura della strada. In tal senso è il caso di precisare che si darà corso alla progettazione ed esecuzione degli interventi necessari per la eliminazione dello smottamento, nonché le opere di messa in sicurezza  dei due ponti. Ringraziamo per l'interessamento e il contributo il consigliere della regione Pietrucci – dichiara il consigliere provinciale delegato alla viabilità Pierluigi Del Signore – e, profondamente preoccupati per eclatanti azioni che potrebbero nuocere gravemente alla sua salute, assicuriamo che la presenza della Provincia e la condivisione con i Sindaci delle problematiche è costante e quotidiana; l'impegno fino a questo momento profuso e l'incontro dei giorni scorsi ne è chiara testimonianza e continueremo a cercare tutte le soluzioni e le risorse affinché questa area possa ritrovare lo slancio e le possibilità che competono a un territorio dalle infinite potenzialità economiche, culturali e sociali.

 

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - In occasione della festività di San Michele Arcangelo, Patrono della Polizia di Stato, il personale della Questura di L’Aquila ha reso omaggio al suo Santo protettore partecipando alla Messa, officiata da Giuseppe Petrocchi, Vescovo della Diocesi di L’Aquila, tenutasi presso la Chiesa di Santa Rita sita in Via Strinella, ed a cui hanno preso parte le autorità civili e militari della provincia.

Al termine della celebrazione religiosa, all’interno della Sala Calvitti della Questura, si è tenuto un incontro in occasione del “family day” al quale hanno partecipato anche i familiari delle vittime del dovere e dei caduti in servizio nonché i dipendenti ed i loro congiunti.

In tale circostanza, il Questore di L’Aquila, Antonio Maiorano, ha consegnato alcuni attestati di merito al personale  della Polizia di Stato che si è particolarmente distinto nello svolgimento dei compiti di istituto.

Sono stati premiati: con il riconoscimento dell’encomio solenne Tommaso Niglio, Dirigente della Squadra Mobile.

Con il riconoscimento dell’encomio sono stati premiati, altresì, il Sostituto Commissario Nazzareno Buccella e l’Assistente Capo Simplicio Ciminelli, in servizio presso la Squadra Mobile, ed il Vice Sovrintendente Giuseppe Tronca, in servizio presso il Commissariato di Sulmona.

Con il riconoscimento della lode è stato premiato il Primo Dirigente Paolo Cestra, dirigente della Sezione Polizia Stradale di L’Aquila.

La giornata di festa si è protratta con la partecipazione della Polizia di Stato alla manifestazione internazionale della Notte Europea dei Ricercatori, iniziativa promossa dalla Commissione Europea, che si è svolta in contemporanea in 250 città europee.

In particolare in questo capoluogo ha avuto luogo l’evento “SHARPER” (Sharing Researchers’ Passions for Excellence and Results), progetto risultato vincitore presso la succitata Commissione ed organizzato dai Laboratori Nazionali del Gran Sasso in collaborazione con altri Enti, tra cui la Polizia di Stato che ha concesso il suo patrocinio.

Nella circostanza sono stati allestiti due stand, in cui il personale altamente qualificato di due importanti specialità dell’Amministrazione, come la Polizia Scientifica e la Polizia Stradale, hanno valorizzato e fatto conoscere più da vicino l’attività svolta dal personale dipendente, richiamando l’attenzione e la curiosità di numerosi visitatori.

In particolare, due Disegnatori Anatomici della Polizia Scientifica, il Sovrintendente Valter Capussotto, esperto nella ricostruzione facciale, che ha ridato il volto ad HARVA mummia di quasi tremila anni fa, e l’Ass. Capo Elena Pagani, esecutrice dell’identik del responsabile degli stupri avvenuti lo scorso mese di agosto a Rimini,  in danno di una giovane straniera  e di una trans, hanno illustrato le tecniche utilizzate per la realizzazione dei volti; mentre l’Ing. Luzi della Polizia Stradale  ha fatto un breve intervento su argomenti riguardanti l’“Analisi di dati dei flussi di traffico” e l’“Attività forense sui veicoli”. E’ stato  altresì dato risalto all’attività di prevenzione volta a prevenire gli incidenti stradali legati al consumo di bevande alcoliche e sostanze stupefacenti

 

Presente all’evento anche il Laboratorio Mobile della Polizia Scientifica (Moving Lab) e la Lamborghini della Polizia.

Pubblicato in Varie
Domenica, 30 Settembre 2018 17:49

Bar Italia Hub 2018, trionfa l'aquilano Moroni

L'AQUILA -  Il 24 e 25 settembre scorsi si è svolta al Palacongressi di Rimini la terza tappa dell'atteso evento nazionale "Bar Italia Hub", promosso e coordinato dalla rivista di settore Bargiornale che da circa 40 anni rappresenta un solido punto di riferimento per i barman e le figure professionali operanti nell'industria degli spirits e dell'ospitalità.

Il bartender aquilano Luca Moroni, in arte Devon, ha vinto come team per la Molinari, assieme al coach Salvatore Longo, brand Ambassador per Molinari, e al collega Marcello "Pisco" Toscano, ed è stato il più votato come competitor con il suo drink Gin X Sin, ispirato al pioniere della miscelazione David Augustus Embury, nella sezione specifica della miscelazione. Si è aggiudicato il primo posto tra i bartender che hanno rappresentato Embury, e con l'aiuto del coach Molinari Salvatore Longo, si è aggiudicato anche il premio come miglior Team.
La manifestazione, rivolta a bartender, gestori, consulenti, food & beverage manager, sommelier, è un luogo per conoscere i trend del mercato, per incontrarsi e confrontarsi: una vetrina nazionale delle innovazioni, sostenuta e sponsorizzata dalle più prestigiose aziende/compagnie del settore, dove ai workshop dimostrativi e a masterclass con la partecipazione dei migliori professionisti italiani e esteri, si affiancano importanti competizioni.
Grande soddisfazione è stata espressa da Luca Moroni che, pur nella sua giovane età, è considerato uno dei talenti emergenti nel panorama nazionale nel settore della Mixability. Formatosi in diverse città italiane ed estere, specializzatosi nella scuola EBS di Londra, allora diretta dal pluripremiato campione mondiale di flair bartending Tom Dyer, Moroni vanta già un curriculum di tutto rispetto come barmanager nell'ambito Michelin e bartender nel ramo Mixology, e intrattiene collaborazioni con importanti aziende italiane.
 
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - "Prendo atto che la IV sezione della Cassazione ha annullato le 10 condanne per disastro colposo inflitte agli ex manager della Montedison dalla Corte d'Appello dell'Aquila il 17 febbraio del 2017 in relazione alla tristemente nota vicenda della discarica di Bussi. Una sentenza, quella di due anni fa, che aveva ribaltato la discussa decisione assunta il 19 dicembre del 2014 dalla Corte d'Assise di Chieti e dal suo presidente Camillo Romandini, con la quale i 19 imputati venivano assolti dall'accusa di aver avvelenato le falde acquifere, derubricando in colposo il reato di disastro ambientale, e favorendone dunque la prescrizione. Lo stesso Romandini è stato di recente sanzionato dal Csm (ad onor del vero in maniera piuttosto "morbida") per avere svolto attività imprenditoriale incompatibile con la sua attività di magistrato e per aver tenuto comportamenti scorretti nei confronti dei giudici popolari prima della pronuncia della sentenza di primo grado" lo afferma l'onorevole Valentina Corneli.

"Nel dettaglio, quattro gli imputati assolti per non aver commesso il fatto e sei quelli che hanno visto cadere in prescrizione il reato, riconosciuto in appello, di disastro ambientale. Morale della favola: i responsabili, in un modo o nell'altro, l'hanno fatta franca. Siamo al cospetto di una vicenda oscura, in cui le singole responsabilità compongono un quadro devastante ai danni di un territorio violentato per decenni. Dagli anni '60 agli anni '90 sono state sversate illegalmente nella discarica più di 200 mila tonnellate di sostanze tossiche, provocando un disastro di proporzioni inimmaginabili, con la complicità, o quantomeno con la connivenza, della politica" dice la Corneli.

Al danno ambientale, gravissimo, si aggiunge ora, secondo l'onorevole, la beffa della prescrizione dei reati. Per questo si è messa già al lavoro per riformare questo istituto. Ogni anno in Italia si prescrivono più di 100 mila processi, con grave sperpero di denaro pubblico e con esiti paradossali come quello relativo alla vicenda di Bussi.

Inoltre, anche alla luce di quanto emerso dal comportamento del giudice Romandini, per la Corneli, occorre rafforzare l'imparzialità della magistratura, sulla qual cosa non rassicura affatto la recente nomina di David Ermini alla presidenza del Csm, uomo di Renzi e responsabile giustizia del Partito democratico, di cui è stato deputato sin dalla scorsa legislatura, dice la Corneli.

"Ancora, è notizia di oggi che sempre nella nostra regione, e nello specifico nei laboratori del Gran Sasso, i referenti dell'Infn avrebbero mantenuto in esercizio i laboratori senza verificare se vi fosse un adeguato isolamento idraulico delle opere di captazione e convogliamento delle acque destinate ad uso idropotabile e conseguentemente senza attuare le misure atte a scongiurare il rischio di contaminazione delle acque sotterranee destinate all'immissione in acquedotto ad opera delle sostanze inquinanti utilizzate nelle attività dei laboratori. A Strada dei Parchi, invece, la Procura contesta il fatto che non ci sarebbe stato un adeguato isolamento delle superfici dei tunnel autostradali e delle condutture di scarico a servizio delle gallerie rispetto alla circostante falda acquifera con l'esistenza di punti d'infiltrazione delle acque di falda potenzialmente contaminate. E infine ci sono i vertici della Ruzzo Reti ai quali si contesta anche il fatto di non aver vigilato sulla funzionalità dei sistemi di rilevazione precoce di eventuali contaminazioni, per lo più in un'area naturale protetta. Solo nei confronti di questi ultimi la Procura ipotizza anche l'accusa di getto pericoloso di cose, in riferimento al Cloroformio e al Toluene immessi nell'acqua del Gran Sasso. Se le accuse dovessero risultare fondate, ciò che è avvenuto a Bussi non dovrà ripetersi e questa volta i responsabili dovranno pagare" dice la Corneli.

 

Pubblicato in Politica

L’AQUILA – L’impiego del robot nella chirurgia epato bilio pancreatica e d’urgenza innalza ulteriormente il livello della qualità all’ospedale di L’Aquila: incisioni minuscole, tagli di estrema precisione, ecografie intraoperatorie per cogliere anche quelle piccolissime metastasi che ‘sfuggono’ agli esami preliminari. Le meraviglie della tecnologia, approdate all’Aquila un anno fa con l’arrivo del robot da Vinci, inizialmente utilizzato dall’urologia, stanno dando ottimi risultati  anche nella chirurgia addominale, per la quale, in pochi mesi, sono stati già effettuati diversi interventi, alcuni dei quali su pazienti provenienti da altre Regioni come Lazio e Molise. Il braccio chirurgico del robot, su cui la Asl ha investito per alzare la soglia delle prestazioni e tracciare nuovi orizzonti nella chirurgia del presidio aquilano, consente al chirurgo di usare il bisturi con eccezionale precisione, grazie a un campo visivo enormemente ingrandito. Una perizia che rende possibile rimuovere tumori (benigni e maligni) su fegato, stomaco, vie biliari, colon retto, riducendo sempre più ai minimi termini il tasso di invasività.

“L’impiego del robot anche alla chirurgia addominale”, dichiara il manager della Asl, Rinaldo Tordera, “si sta rivelando estremamente efficace sia per l’elevata qualità delle prestazioni sia per la capacità di attrarre utenza da altri territori. Avere una risorsa come il robot significa essere competitivi e investire anche nella formazione di giovani chirurghi”.   I vantaggi di questa procedura robotica sono notevoli: meno sofferenza del paziente, recupero più rapido, degenze in ospedale più brevi e quindi meno costose. Tutti gli interventi finora eseguiti, nonostante l’alta complessità, non hanno fatto registrare complicanze né la necessità di convertire le operazioni alla tecnica tradizionale. Queste operazioni ad alto tasso di difficoltà riguardano resezioni del fegato e, in alcuni casi, anche di tipo combinato fegato-colon retto, compiute sempre con tecniche mininvasive. Questo tipo di   chirurgia, praticata al San Salvatore e diretta dal dr. Roberto Vicentini, consente di identificare metastasi di piccolissime dimensioni che potrebbero sfuggire agli esami pre-operatori. Con le modalità chirurgiche praticate, inoltre,  viene controllata la vascolarizzazione prima e dopo l’anastomosi intestinale (ripristino della comunicazione dei vasi dopo il taglio chirurgico), migliorando così il risultato oncologico, riducendo il rischio di complicanze e favorendo una rapida riabilitazione.  Il team della chirurgia epato-bilio-pancreatica e d’urgenza, diretta da Vicentini, è composto dai medici: Alessandro Ambrosio, Luigi Bonanni, Daniele Centi, Massimo De Benedictis e Paolo Polichetti.

Pubblicato in Cronaca

L’AQUILA - Il centro storico dell’Aquila, un bellissimo sole, un cielo azzurroemigliaia di palloncini colorati, hanno fatto da cornice a SHARPER - Notte Europea dei Ricercatori, evento che, alla sua quinta edizione, non perde di fascino agli occhi della città.

L’edizione SHARPER 2018, oltre a L’Aquila, ha coinvolto nella stessa giornata altre 11 città: Ancona, Cagliari, Caserta, Catania, Macerata, Napoli, Nuoro, Palermo, Pavia, Perugia e Trieste.

Sin dalla mattina, diverse sono state le iniziative dedicate agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado. Oltre 1000 ragazzi hanno partecipato a laboratori didattici, visite ai Planetari, conferenze, dimostrazioni e mostre, il tutto per avvicinare gli studenti al mondo della Scienza.

La conferenza di apertura dell’evento, che ha dato il via a tutte le attività, è stata "Le investigazioni scientifiche: tecniche e tecnologie per la tutela del patrimonio artistico” tenuta dal Reparto Investigazioni Scientifiche di Roma, presso la Sala Ipogea, alla presenza delle autorità e di tutte le istituzioni culturali e scientifiche

A partire dal primo pomeriggio un susseguirsi di laboratori e simulazioni a cielo aperto hanno animato Piazza Duomo fino a notte inoltrata.

Attività quali “Particles Zoo” (LNGS e GSSI), “Curious Mind” (Dompé), “Rumbling Earth” (INGV) e “Tinkering Arena” (FabLabAQ), hanno creato un’atmosfera di piacevole sintonia tra ricercatori e cittadini. Grande successo per l’attività “Un tuffo nella realtà virtuale” che ha permesso a grandi e piccoli di esplorare ambienti virtuali attraverso l’uso di visori 3D. “Crime Scenes” ha incuriosito il pubblico con simulazioni interattive realizzate da personale specializzato delle forze dell’ordine.

Il parco del Castello ha ospitato due Planetari in cui il pubblico, la mattina le scuole e il pomeriggio adulti e ragazzi, si è lasciato affascinare dalle animazioni riguardanti le stelle e le costellazioni nelle notti autunnali, l’orientamento degli astri e i miti e le leggende della volta stellata, viaggiando tra i pianeti del Sistema Solare e lo spazio-tempo.

Attività che hanno stuzzicato l’interesse e la curiosità di bambini e ragazzi sono state quelle proposte dalla Scuola di Robotica, il cui obiettivo è stato: imparare divertendosi. All’interno del GSSI, i partecipanti sono stati accompagnati e guidati nella costruzione di robot, attraverso l’utilizzo di mattoncini Lego, e all’interno del mondo della programmazione.

Di grande attrattiva la mostra “Lassù qualcosa ci protegge” (INGV) e il laboratorio di restauro “The Big Beauty” (Accademia di Belle Arti) realizzate all’interno della splendida navata del Palazzo dell’Emiciclo da poco riaperto alla città.

L’Auditorium del Parco, il rettorato del Gran Sasso Science Institute e il Palazzo dell’Emiciclo hanno ospitato spettacoli originali e coinvolgenti che hanno riscontrato grande partecipazione nonostante le basse temperature: da “Galassie sulla Sabbia” alle “Delizie molecolari” per finire con lo spettacolo “Sei Gradi” di Giobbe Covatta che, con la sua comicità travolgente, ha ammaliato i numerosi spettatori.

 

 

Ancora una volta Il centro dell’Aquila si è lasciato così conquistare dalla voglia di conoscere e imparare, a dimostrazione del grande interesse dei cittadini verso il mondo della scienza.

Perché SHARPER racconta quanto ci sia di più universale e condivisibile: SHARPER, oggi, ha raccontato emozioni.

Pubblicato in Eventi

L’AQUILA - "Avete mai danzato, ininterrottamente, senza accorgervi del trascorrere del tempo? Una sensazione che potrete provare solo assistendo al Live del CNA Next Lab Abruzzo, ci promette Marcello Prosperococco che ha organizzato l’aspetto artistico dell'evento dei Giovani Imprenditori della CNA.

Cosa c'entra un grande concerto con il Festival dell'Intelligenza collettiva? CNA Next Lab Abruzzo parla di Futuro e lo fa affrontando i temi della società e dell'economia che cambiano e dei fattori che determinano tale cambiamento.

Lunedì 1° ottobre a L'Aquila, dalle ore 17.30, nell'Auditorium del Parco ci sarà un laboratorio con economisti, sociologi, ospiti istituzionali e imprenditori per elaborare una proposta utile ad orientare parte della spesa pubblica sul sostegno e la diffusione di "modi nuovi di fare impresa", valutandone le ricadute positive in termini di benessere, sostenibilità ambientale, sociale ed economica.

A seguire su un grande palco esterno all’Auditorium, alle ore 21:00un live imperdibile, più che un semplice concerto, sarà infatti un evento speciale: l'intro è affidato ai The Soul Buddies, sonorità che strizzano l'occhio al Soul Americano degli anni '50 e '60, caratterizzate da arrangiamenti ed attinenze assolutamente moderne. D'altronde, non puoi scolpire il futuro senza attingere dal passato.

L'outro sarà condotto magistralmente dai Disko, band caratterizzata da suoni elettronici moderni, vibrazioni elettro/pop/dance e bassi penetranti che vi porterà verso un finale iperfuturista.

"I Giovani Imprenditori lavorano, si formano, si confrontano, fanno squadra, innovano e lo fanno divertendosi! La musica è uno dei veicoli della lingua e dell'intercultura: attraverso la musica si comunica, si diffonde e si approfondisce la conoscenza reciproca" per Luca Lecce e Silvio Calice, rispettivamente Presidente e Coordinatore dei Giovani Imprenditori CNA Abruzzo.

"Volevamo fortissimamente queste due band e quando abbiamo chiesto ai Disko di chiudere il concerto del CNA Next Lab Abruzzo e di dare un contributo al tema di discussione, ci rispose il tastierista Andrea Angelosante citando Nile Rodgers, produttore tra i più influenti negli ultimi cinquant'anni di storia musicale (David Bowie, Duran Duran, Madonna, Daft Punk...): "Accettiamo! … Sapete cosa fanno i grandi artisti quando vedono che il mondo intorno a loro è in subbuglio? Ti fanno sentire bene. Loro guardano al futuro" che dire ecco i Disko, l'innovativa ed energica band aquilana che vi farà ballare e divertire, per loro la musica non si fa per il pubblico, ma con il pubblico.

Pubblicato in Musica e Spettacolo
Pagina 1 di 52

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
24 Agosto 2016 16:34:20

L'Aquila: Perdonanza, annullati tutti gli eventi in segno di lutto. Resta forma ridotta del Corteo Storico e apertura Porta Santa

in Cronaca
L'AQUILA: - La giunta comunale, anche sulla scorta del parere della Conferenza dei…

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us