http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Agosto 2018 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - Il 24 Agosto si conclude la stagione musicale della 34 edizione del Festival Internazionale di Mezza Estate con l’opera più bella di Giacomo Puccini: Madama Butterfly. Con il nuovo allestimento firmato da Giacomo Callari e i costumi della prestigiosa azienda lirica Tamagno di Torino, in Piazza Obelisco alle ore 21.00 va in scena l’opera più intensa di Puccini con un cast straordinario: nel ruolo di Cho Cho San il soprano pucciniano Silvana Froli, nel ruolo di Suzuki Irene Molinari, Florin Estefan sarà Sharpless, Hector Mendoza Pinkerton e Alberto Petricca Goro. Con loro il Coro Lirico d’Abruzzo preparato dal Maestro Fabio d’Orazio e l’Orchestra di Stato del Teatro Nazionale di Tbilisi - Georgia.

A dirigere il capolavoro del maestro toscano Jacopo Sipari invita il noto direttore d’orchestra internazionale Alberto Veronesi, presidente della Fondazione Festival Pucciniano, uno dei più grandi interpreti della musica di Puccini in Europa. Regista dell’Opera il Maestro Ognian Draganov, sovrintendente dell’Opera di Stara Zagora in Bulgaria.

Madama Butterfly è un'opera in tre atti (in origine due) di Giacomo Puccini, su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, definita nello spartito e nel libretto "tragedia giapponese" e dedicata alla regina d'Italia Elena di Montenegro.

La prima rappresentazione ebbe luogo al Teatro alla Scala di Milano, il 17 febbraio 1904, della stagione di Carnevale e Quaresima.

Puccini scelse il soggetto della sua sesta opera dopo aver assistito al Duke of York's Theatre di Londra, nel giugno 1900, alla tragedia in un atto Madame Butterfly di David Belasco.

Per la realizzazione del dramma, Puccini si documentò senza sosta e minuziosamente sui vari elementi orientali che aveva ritenuto necessario inserirvi. Lo aiutarono particolarmente una nota attrice giapponese, Sada Yacco, e la moglie dell'ambasciatore nipponico con la quale parlò in Italia facendosi descrivere usi e costumi del popolo orientale.

L’evento è patrocinato dalla Fondazione Festival Pucciniano e dalle Ambasciate di Romania, Messico e Turchia.

Pubblicato in Musica e Spettacolo
L'AQUILA - Nel pomeriggio addensamenti nuvolosi con rischio di rovesci localmente intensi. In serata cielo poco nuvoloso.
VENTI: Deboli prevalentemente da Nord-Est.
TEMPERATURA: Massima prevista 30 gradi.

CAMPO IMPERATORE - Nel pomeriggio addensamenti nuvolosi con rischio di rovesci localmente intensi. In serata cielo limpido.
VENTI: Deboli prevalentemente da Nord-Est.
TEMPERATURA: Massima prevista 19 gradi.
 
CAMPO FELICE - Nel pomeriggio addensamenti nuvolosi con rischio di rovesci localmente intensi. In serata cielo limpido.
VENTI: Deboli prevalentemente da Nord-Est.
TEMPERATURA: Massima prevista 24 gradi.
Pubblicato in Varie
Giovedì, 23 Agosto 2018 09:45

Domenica a L'Aquila "Ulrichs day"

L'AQUILA - Domenica 26 agosto alle 12,00 presso il cimitero monumentale di L'Aquila, si terrà la consueta commemorazione del nonno gay della comunità Lgbt internazionale, vissuto e morto nel capoluogo abruzzese, Karl Heinrich Ulrichs, la cui tomba fu scoperta nel 2000 dal compianto scrittore, storico e giornalista omosessuale Massimo Consoli.

Da allora, sono passati ormai diciotto anni e la Fondazione Luciano Massimo Consoli con alcuni rappresentanti della comunità Lgbt nazionale partecipano e organizzano la commemorazione per tenere vivo il ricordo del grande filosofo tedesco ritenuto il primo omosessuale dichiarato della storia e per questo denominato il nonno di tutta la comunità gay, vissuto nell'800.

L'incontro è aperto a chiunque voglia presenziare e dopo la commemorazione è previsto un pranzo conviviale con tutti i partecipanti.

Pubblicato in Eventi
Giovedì, 23 Agosto 2018 09:42

L'Uomo di Paglia, monologo teatrale

L'AQUILA - Lunedì 27 agosto alle ore 18 presso l'Auditorium del Parco dell'Aquila avrà luogo, all'interno di "L'Aquila suona" - 724a Perdonanza Celestiniana, la prima rappresentazione del monologo teatrale "L'Uomo di Paglia", interpretato e diretto da Ugo Capezzali su testo di Roberto Capezzali con musica composta ed eseguita dal vivo da Piercesare Stagni. La parabola di Pietro del Morrone, dalle origini umili fino all'elezione a Pontefice con il nome di Celestino V e alla successiva abdicazione viene ripercorsa da un punto di vista inusuale. La vita, i dubbi, i ricordi, l'eredità di questa figura fondamentale per la Chiesa e per la città dell'Aquila sono sussurrati allo spettatore dalla stessa voce del protagonista. Il racconto è inframezzato dalla narrazione delle vicende dell'epoca affidate a forme di linguaggio attualizzate ai giorni nostri, secondo una chiave di lettura originale che unisce lirismo, provocazione e rigorosa contestualizzazione storica. La storia è accompagnata dall'evocativo tappeto musicale elettronico intessuto da Piercesare Stagni fino alla metaforica rivelazione conclusiva ed alla conseguente chiusura del cerchio.

Testi di Roberto Capezzali
Suoni e musiche scritte ed eseguite dal vivo da Piercesare Stagni
Regia di Ugo Capezzali

Pubblicato in Eventi
Giovedì, 23 Agosto 2018 09:33

724° Perdonanza, oggi si alza il sipario

L'AQUILA - Con l'accensione del tripode della pace sul torrione della Basilica di Santa Maria Collemaggio, prenderà il via questa sera la 724esima Perdonanza Celestiniana dell'Aquila.

La cerimonia è prevista intorno alle 21.30. La fiaccola del Fuoco del Morrone, scortata dal Movimento Celestiniano, è partita dall'eremo di Sant'Onofrio sulla Maiella il 16 agosto e giungerà al piazzale di Collemaggio dopo aver attraversato, nei giorni scorsi, tutta la Valle Subequana, seguendo l'itinerario che Pietro Angelerio percorse alla fine di agosto del 1294 per raggiungere L'Aquila e ricevere le insegne papali, attribuendosi il nome di Celestino V.

Oggi il Fuoco del Morrone sarà a Paganica, Bazzano e Monticchio, prima di arrivare in serata al piazzale di Collemaggio. La fiaccola sarà consegnata al sindaco Pierluigi Biondi dagli ultimi tedofori, una famiglia di quattro persone per ribadire il tema della Perdonanza di quest'anno, la famiglia appunto: Marzio Iacobucci, Lucilla Giordani, con i figli Marco e Massimo Iacobucci.

L'attesa dell'arrivo del Fuoco del Morrone sarà allietata da personalità della musica e dello spettacolo di primissimo livello. L'Orchestra dell'Istituzione Sinfonica Abruzzese, l'Orchestra del Conservatorio Casella e le compagini corali dell'Aquila, la Corale Gran Sasso e la Corale Novantanove, con la direzione del Maestro Leonardo De Amicis, saranno protagonisti di una serata di musica e contenuti narrati che coinvolgerà artisti, attori, cantanti, performer di fama nazionale e internazionale. Partecipano Riccardo Cocciante, Red Canzian, Ted Neeley, Lisa, Suor Cristina, Jò Di Tonno, Maurizio Trippitelli con il Percussion Ensemble, Pierluigi Ruggero, Beatrice Coltella, Vittoriana De Amicis, Lorenzo Grante. Le voci narranti saranno Lorena Bianchetti e Flavio Insinna.

La commemorazione di Tullio dei Rubeis, fondatore della Perdonanza moderna

Questa mattina alle 10.30, nella sala del Consiglio Comunale (via Filomusi Guelfi, Villa Gioia), verrà commemorata la figura di Tullio De Rubeis, il Sindaco dell'Aquila che, agli inizi degli anni '80, ebbe il merito di valorizzare la Perdonanza attraverso la realizzazione di un programma consono al tenore dell'evento. L'iniziativa – denominata "La rinascita della Perdonanza nella commemorazione dell'ex Sindaco Tullio De Rubeis" – è stata organizzata dall'associazione Aquilae Urbis e dall'Anci Abruzzo. Interverranno il sindaco Pierluigi Biondi, il presidente del Consiglio comunale, Roberto Tinari, il presidente di Anci Abruzzo, Luciano Lapenna e il segretario di Aquilae Urbis Giuseppe Mangolini. Sarà presente Giampaolo De Rubeis, figlio di Tullio, personalità molto nota in città.

Il programma completo della Perdonanza può essere scaricato dal sito ufficiale dell'evento, www.perdonanza-celestiniana.it

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - Nel corso della conferenza stampa di ieri mattina, il Comitato Perdonanza ha spiegato le modalità per le prenotazioni agli eventi principali dell'edizione di quest'anno. Tutte le informazioni sono riportate sul sito ufficiale della Perdonanza, www.perdonanza-celestiniana.it specificatamente all'indirizzo http://www.perdonanza-celestiniana.it/it/news/168-prenotazioni-eventi-724a-perdonanza-celestiniana.html .

Lo stesso Comitato ha precisato che i diversamente abili potranno invece effettuare la prenotazione inoltrando un'email al Disability Manager del Comune, disability@comune.laquila.gov.it . In questo caso – osserva sempre il Comitato Perdonanza – sarà sufficiente presentarsi all'ingresso delle manifestazioni con un documento di identità, in quanto ai varchi saranno presenti i responsabili della sicurezza con l'elenco dei nomi di coloro che hanno inviato l'e mail per chiedere la prenotazione.

Pubblicato in Varie
Giovedì, 23 Agosto 2018 09:23

Giovane donna trovata morta ad Arischia

L'AQUILA - Una giovane donna di 31 anni è stata trovata morta in una pozza di sangue sotto una finestra con i vetri rotti nella casa dei genitori nella frazione aquilana di Arischia. A dare l'allarme è stato il fratello. Sul fatto sta indagando la Squadra Mobile ed è scattata l'inchiesta della procura della repubblica dell'Aquila. Per ora non si esclude nessuna pista anche se il chiarimento sul grave accadimento è legato alle risultanze dell'autopsia disposta per dopodomani che chiarirà le cause della morte. Da una prima ricognizione cadaverica l'anatomopatologo Calvisi che effettuerà l'autopsia, avrebbe escluso che le ferite siano state causate da un colpo di pistola o da un'arma da taglio. Sul posto si sono portati tra gli altri il pm Fabio Picuti e il capo della squadra mobile Tommaso Niglio. Le indagini mirano alla ricostruzione delle ultime ore della vittima. In particolare, in questura all'Aquila in queste ore saranno interrogati amici, parenti, vicini di casa e il convivente della donna che abitava a Pizzoli.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - E' stato siglato ufficialmente ieri mattina a Pescara, presso la sede provinciale, il passaggio delle strade della Provincia dell’Aquila all’ANAS, in attuazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20 febbraio 2018. Presenti il Presidente della Provincia dell’Aquila Angelo Caruso, il responsabile dell’area compartimentale dell’ANAS Abruzzo e Molise Ing. Antonio Marasco, il dirigente del settore viabilità della Provincia dell’Aquila Francesco Bonanni, il funzionario Monica Cirasa. I 179 chilometri di strade, oggetto di trasferimento, diventano ufficialmente proprietà dell’Ente statale il 5 settembre prossimo e tra queste alcune importanti arterie come la SR n. 83 e il ponte di “Gignano”, strada di accesso  alla città dell’Aquila. Questo l’elenco delle carrabili trasferite: 

Il Prsidente della Provincia dell’Aquila esprime piena soddisfazione per il risultato acquisito in tempi brevissimi, ringraziando per il lavoro svolto i consiglieri Luigi Del Signore e  delegati alla viabilità Gianluca Alfonsi, Pierluigi Del Signo e Mauro Tirabassi, unitamente al dirigente della viabilità Francesco Bonanni e l’intera settore. Ora la Provincia potrà dedicarsi con maggiore impegno alla sistemazione dell’intero asse viario, oggetto di programmazione nel prossimo triennio, con una dotazione di 11 milioni di euro provenienti dal masterplan. Questa amministrazione ha, tra l’altro,  avviato, le procedure per il trasferimento all’ANAS del. La strada SR 487 che collega Villetta Barrea a Scanno. 
Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Sono stati presentati stamani in Comune i figuranti principali del Corteo Storico della Bolla del Perdono, momento culminante della Perdonanza Celestiniana, che si svolgerà nel pomeriggio del 28 agosto e al termine del quale sarà aperta la Porta Santa della Basilica di Santa Maria di Collemaggio, per l'inizio del Giubileo più antico della storia, che durerà un giorno.

Paola Protopapa, Dama della Bolla. Atleta plurimedagliata nel canottaggio paralimpico, Paola Protopapa ha vinto l'oro alle olimpiadi di Pechino nel 2008 nel quattro con misti LTA, oltre ad aver conquistato numerosi piazzamenti di prestigio nelle rassegne iridate. Si è distinta anche in altre discipline, quali la vela e lo sci nordico. Da più di dieci anni si è stabilita nell'Aquilano e attualmente risiede a Tornimparte, comune a pochi chilometri dal capoluogo. Lavora presso la direzione generale di una compagnia di assicurazione. Sarà lei a portare l'astuccio in cui per secoli è stata custodita la Bolla del Perdono del Papa Santo Celestino V.

Andrea Piersanti, Giovin Signore. Frequenta il secondo anno di Lettere alla facoltà di Scienze umane dell'università dell'Aquila. Ha 22 anni ed è anche "digital composer" per il cinema. Toccherà a lui portare il ramo d'ulivo, sulla testa del quale è incastonato il sigillo civico dell'Aquila, che sarà utilizzato la sera del 28 agosto dal Cardinale Joao Braz de Aviz, Prefetto della Congregazione vaticana per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica, per percuotere tre volte la Porta Santa della basilica di Santa Maria di Collemaggio per ordinarne l'apertura e dare il via al Giubileo celestiniano.

Erika Ciotti, Dama della Croce. Iscritta al terzo anno della facoltà di Scienze motorie dell'università dell'Aquila. Ha 21 anni. Porterà la Croce, opera dell'artista aquilana Laura Caliendo, che sarà donata al Cardinale Joao Braz de Aviz,.

Alla presentazione di stamani, organizzata dal Comitato Perdonanza, erano presenti, tra gli altri, l'assessore alla Cultura, e vice presidente del Comitato stesso, Sabrina Di Cosimo, e il Direttore artistico della Perdonanza, Leonardo De Amicis.

Pubblicato in Eventi

L'AQUILA - La Sinfonia numero 9 in re minore per soli, coro e orchestra Opera 125, universalmente nota come la Nona sinfonia o Sinfonia corale, l'ultima sinfonia compiuta da Ludwig van Beethoven, risuonerà nelle rovine meravigliose dell’Anfiteatro Romano di Alba Fucens, giovedì 23 agosto, ore 21.15 per celebrare il 750° anniversario della Battaglia di Tagliacozzo, evento memorabile nella storia d’Europa.

La battaglia di Tagliacozzo, fu combattuta nei piani Palentini nei pressi di Tagliacozzo il 23 agosto 1268 tra i ghibellini sostenitori di Corradino di Svevia e le truppe angioine di Carlo I d'Angiò, di parte guelfa. Rappresenta l'ultimo atto della potenza sveva in Italia. La fine di Corradino segna infatti la caduta definitiva degli Hohenstaufen dal trono imperiale e da quello di Sicilia, aprendo, nel regno siciliano, il nuovo capitolo della dominazione angioina.

La battaglia è citata da Dante Alighieri nell'Inferno (XXVIII, 17-18) e l'accento è posto sulla vittoria per il consiglio di «Alardo sanz'arme», che è indice dell'atteggiamento anti-angioino del poeta, peraltro manifestato anche altrove e giustificato dal fatto che il poeta, nella sua vita, aveva avuto uno dei suoi maggiori avversari in Carlo di Valois, parente di Carlo I d'Angiò.

Oltre 500 gli ospiti invitati con 20 Ambasciatori attesi insieme a numerosi ospiti internazionali.

Il Festival Internazionale di Mezza Estate, in collaborazione con Comune di Tagliacozzo e Comune di Scurcola Marsicana con il patrocinio di Ambasciata di Germania, Ambasciata di Romania, Ambasciata del Messico e con Teatro Nazionale dell’Opera e del Balletto di Tbilisi Georgia presentano un evento memorabile con oltre 70 elementi dell’Orchestra di Stato del Teatro Nazionale di Tbilisi-Gerogia, 80 elementi del Coro Lirico d’Abruzzo preparati dal Maestro Fabio D’Orazio e con lo straordinario quartetto con Silvana Froli, Irene Molinari, Hector Mendoza  Lopez e Florin Estefan che saranno poi protagonisti di Madama Butterfly di Giacomo Puccini diretta dal Maestro Veronesi a Tagliacozzo il 24 agosto in chiusura del festival.

Dirige il concerto il Maestro Jacopo Sipari di Pescasseroli, direttore artistico del Festival di Tagliacozzo: “E’ un evento di straordinario livello artistico e culturale. Sono particolarmente contento di poter dirigere un concerto come questo insieme a colleghi di grande fama e con una grande orchestra che così bene ha fatto in tutta la stagione del Festival. Sono oltremodo felice di vedere con noi il Coro Lirico d’Abruzzo, una importantissima realtà musicale della nostra regione che va valorizzata profondamente. La Nona Sinfonia, probabilmente il capolavoro più grande della storia della musica mondiale, non può che essere l’inno più appropriato per una serata commemorativa così significativa”.

Eseguita per la prima volta venerdì 7 maggio 1824 a Vienna, il quarto tempo contiene una versione musicata dell'ode Alla gioia (An die Freude) di Friedrich Schiller, mentre i primi tre movimenti sono esclusivamente sinfonici.

È una delle opere più note ed eseguite di tutto il repertorio classico, ed è considerata uno dei massimi capolavori di Beethoven, se non la più grandiosa composizione musicale mai scritta. È stata inoltre per lungo tempo la maggiore composizione sinfonica con voci.

Il tema del finale, riadattato da Herbert von Karajan, è stato adottato nel 1972 come Inno europeo.

Nel 2001 spartito e testo sono stati dichiarati dall'Unesco Memoria del mondo, attribuendoli alla Germania.

“E’ un profondo onore per me e i miei colleghi - dice il soprano Silvana Froli, tra le più grandi interpreti pucciniane - poter prendere parte ad un capolavoro come la Nona Sinfonia in un luogo magico come Alba Fucens. Si percepisce una energia profonda che parla al cuore. E’ davvero profondamente emozionante”.

La Nona Sinfonia rende esplicito il messaggio ideologico presente in realtà in tutto Beethoven: la Gioia illuministicamente sentita quale slancio vitale, Impegno ottimistico a superare i propri egoismi in una fratellanza di tutti gli uomini, sicuri che sopra la volta stellata abita un caro Padre. La voga viennese di grandi composizioni sinfonico-corali (gli oratorii di Haydn, la ripresa ammirata di oratorii di Händel) può aver orientato Beethoven verso la cornice grandiosa, ma questa è maturata per necessità interiore dal terreno della Sinfonia: l'aver ordinato l'opera in modo tale che dopo tre movimenti radicati nella tradizione sinfonica, non sembrasse più sufficiente il discorso strumentale, ma bisognasse saltare il fosso verso la musica vocale, portatrice di significati ideologici indubitabili, fu un atto di straordinarie conseguenze per la storia culturale della musica nel suo complesso e in particolare del genere Sinfonia che qui, in pratica, concluse il suo corso in senso classico.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us