http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Agosto 2018 - Radio L'Aquila 1

L’AQUILA - Quarantacinque anni fa segnò un punto fondamentale nella storia del cinema e da oltre venti anni è nell’olimpo del teatro musicale. “Jesus Christ Superstar” sarà rappresentato Venerdì, 24 agosto, alle 21.30, a piazza Duomo, nell’ambito degli appuntamenti della seconda giornata della 724esima Perdonanza Celestiniana. “E’ la storia di un mito che travolge con la sua passione gli spettatori di tutte le età – si legge sul sito ufficiale della rappresentazione – un uomo-simbolo che fa della spiritualità la propria bandiera rivoluzionaria, un personaggio unico nella storia di questo genere culturale. Il celebre lavoro di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice non subisce i segni del tempo, anzi raccoglie entusiasmo sempre maggiore anche grazie al protagonista, il famosissimo attore americano Ted Neeley, che ha interpretato Gesù nel film originale del 1973”.

Il Comitato Perdonanza ricorda che per questo spettacolo è necessaria la prenotazione on line attraverso il sito ufficiale www.perdonanza-celestiniana.it (indirizzo diretto http://www.perdonanza-celestiniana.it/it/news/168-prenotazioni-eventi-724a-perdonanza-celestiniana.html ). Le prenotazioni possono essere effettuate anche presso l’InfoPoint di piazza Battaglione degli Alpini che, fino al 29 agosto, dalle 9 alle 20.

Alle 10.30, a Palazzo Fibbioni (Sala Rivera) si svolgerà la tavola rotonda “Giustizia, misericordia e riconciliazione. Giustizia e perdono: una coesistenza possibile?”, a cura dell’Associazione “Scoppito senza confini”. Alle 16.30, ad Assergi (Hotel Cristallo), “San Giovanni Paolo II Papa e il Gran Sasso: ricordi e aneddoti dei protagonisti”, presentazione della Marcia del Perdono a cura del Centro Turistico del Gran Sasso d’Italia.

Alle 17.00, a Palazzetto dei Nobili, verrà presentato il volume “Inchiesta sullo Stemma dell’Aquila”, un’inchiesta giornalistica di Silvio Graziosi (il libro è edito da Portofranco editore). Interverranno Raffaele Colapietra, Errico Centofanti e Fabio Valerio Maiorano. Il coordinamento sarà a cura di Walter Capezzali. Sarà presente l’autore, che concluderà l’incontro.

Alle18.00, al Convento S. Amico, concerto scenico “Gocce di perdono uniscono i popoli”, a cura di Concentus Serafino Aquilano.

Alle 18.30, a Parco del Sole, concerto della Fanfara dei Carabinieri.

Il dettaglio delle iniziative del programma della 724esima Perdonanza Celestiniana è pubblicato sul sito internet del Comitato Perdonanza, a questo indirizzo http://www.perdonanza-celestiniana.it/programma-perdonanza-celestiniana-724.pdf .

Pubblicato in Arte e Cultura

L’AQUILA - Buone notizie dal Parco per la conservazione di due delle specie considerate dalla Direttiva Habitat come prioritarie. Nei giorni scorsi, infatti, grazie alle attività di monitoraggio autorizzate dall’Ente Parco, è arrivata la notizia della presenza di gambero di fiume lungo il corso del fiume Sangro. La specie, molto rara è stata segnalata in una località diversa da quella, nota da tempo, nella Piana di Opi. Ma le novità non sono finite qui: la notizia forse più importante è la presenza della Lontra lungo il fiume all’interno del territorio del Parco.

La lontra, come noto, è un mammifero carnivoro semiacquatico(7-12 kg di peso, con una lunghezza di 57-95 cm) con corpo allungato, pelliccia scura sul dorso, bianco-nocciola sul ventre, piedi palmati, coda larga e schiacciata in punta. Molto rara e minacciata, legata ai corsi d’acqua (fiumi, torrenti, aree umide) dove caccia pesci, ma anche piccoli uccelli e anfibi; presente in Italia con piccole popolazioni. Ha ricolonizzato negli ultimi dieci anni il fiume Sangro, dove la sua presenza era nota a valle della Foce di Barrea. La diga di Barrea sembrava costituire una barriera invalicabile per la specie viste le sue dimensioni e la collocazione in corrispondenza dell’imbocco della Foce dove le pareti verticali della gola stessa si reputavano un ostacolo difficile da superare.

Lo studio prodotto nell’ambito delle indagini su varie specie di direttiva, condotte per la redazione del Piano di Gestione dei siti della Rete Natura 2000 presenti nel Parco, aveva analizzato anche le possibili vie di penetrazione nel territorio del Parco stesso, individuando eventuali corridoi alternativi, che però apparivano molto problematici da utilizzare. Nelle settimane scorse, la dr.ssa Laura Lerone e dr. Simone Giovacchini, i due ricercatori  dell’Università del Molise autorizzati a effettuare un ulteriore monitoraggio sulla lontra, previsto periodicamente dalla Direttiva Habitat, hanno comunicato al Servizio Scientifico di aver trovato, in alcuni punti lungo il tratto di fiume Sangro che ricade entro i confini del territorio del Parco, i tipici segni di marcatura della specie, i cosiddetti spraints (escrementi), che sono un segno distintivo della specie sia per l’aspetto che per l’odore inconfondibile. Potrebbe trattarsi di qualche individuo in esplorazione ma la sua rinnovata presenza ci dice che la diga di Barrea non costituisce evidentemente una barriera invalicabile e che le condizioni dell’ecosistema fluviale possono consentire alla specie una presenza stabile, come confermato anche dalla nuova stazione di gambero di fiume.

“Si tratta di 2 buone notizie: una nuova stazione di gambero di fiume e la presenza certa della Lontra, che è tornata a frequentare il territorio del Parco dopo oltre 40 anni dall’ultima segnalazione certa, che risale al lontano 1975 – dichiara il Presidente del Parco Antonio Carrara. Ringrazio i due ricercatori, Lerone e Giovacchini, e l’Università del Molise per il lavoro fatto. Le presenze rilevate impegnano il Parco a un lavoro più intenso per migliorare le condizioni dell’habitat del fiume Sangro e consentire alle 2 specie una presenza stabile. Gli interventi per rendere più efficiente la depurazione e per ricostituire la vegetazione ripariale in alcuni tratti del fiume vanno sicuramente in questa direzione”. 

Pubblicato in Varie
L'AQUILA - Indicativamente fino ad ora di cena continua il rischio di piovaschi localmente intensi. In serata e durante la notte nubi sparse. Domani mattina cielo poco nuvoloso. Domani pomeriggio addensamenti nuvolosi con piovaschi localmente intensi.
VENTI: Domani deboli prevalentemente da Ovest.
TEMPERATURA: Minima prevista per la notte 13 gradi, massima prevista per domani 30 gradi.
 
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - Leggiamo sgomenti la presa di posizione del segretario regionale della Lega, nonché deputato, Giuseppe Bellachioma, che si erge a “difesa” del ministro dell’Interno Matteo Salvini, nei confronti niente di meno della magistratura: “Se toccate il capitano vi veniamo a prendere sotto casa”.

Un'affermazione gravissima che intendiamo stigmatizzare senza indugio, e che assume contorni preoccupanti se a pronunciarla è un parlamentare della Repubblica; arrivare a minacciare la magistratura è sintomo evidente di una situazione incancrenita, in cui gli esponenti della Lega sentono di poter dire e fare qualsiasi cosa pur di assecondare il culto del leader, leader che non esita a utilizzare il ruolo di ministro dell’Interno, che imporrebbe equilibrio e responsabilità, per strizzare l’occhio e assecondare da mesi gli istinti e le reazioni di pancia di una parte dell’elettorato, per lucrare consenso.

E’ evidente che Matteo Salvini e il suo movimento, attraverso l'esercizio dei ruoli di governo di loro competenza, stiano minando giorno dopo giorno le regole che disciplinano il funzionamento dello Stato e che ne rappresentano la garanzia di tenuta democratica.

L’uscita di Bellachioma è l’effetto di una propaganda perenne e ogni giorno più pericolosa. Facciamo appello a tutte le forze politiche progressiste e moderate, chiedendo loro di agire in difesa dello Stato democratico e delle sue regole, che impongono naturalmente il rispetto dell’autonomia della magistratura e dei diritti umani. E’ necessario uno scatto d’orgoglio, anche da parte delle forze moderate del centrodestra, di fronte a una deriva che lascia presagire scenari preoccupanti analoghi a quelli che abbiamo tragicamente conosciuto meno di un secolo fa, quando il disorientamento e il bisogno di protezione furono anticamera dell’autoritarismo e delle persecuzioni.

Pubblicato in Politica

L’AQUILA -   Il Presidente della Regione Abruzzo Giuseppe Di Pangrazio ha salutato l'arrivo dell'ostensorio ligneo dell'artista Remo Brindisi che sarà esposto a partire da oggi e fino al 2 settembre, all'esterno del colonnato di Palazzo dell'Emiciclo.

Di Pangrazio ha accolto i rappresentanti dell'amministrazione comunale offrendo la disponibilità degli spazi esterni della sede dell'Assemblea legislativa: "L'Emiciclo conferma la sua recente vocazione di riapertura alla collettività abruzzese ed in particolare a quella dell'Aquila- ha detto Di Pangrazio - Le innumerevoli manifestazioni di interesse ricevute e gli eventi svolti in questi giorni con quelli che seguiranno sono la conferma del raggiungimento dell'obiettivo prefissato con il restauro del Palazzo delle Esposizioni insieme all'ex Gil."

L'ostensorio è stato realizzato nel 1983 per accogliere la Bolla del Perdono e fu utilizzato nelle prime due edizioni della "Perdonanza moderna", la cui prima edizione si fa risalire al 1983. Fu l'artista di fama internazionale. Remo Brindisi, a cui il sindaco Tullio De Rubeis si era rivolto, a realizzare un'opera che incorniciasse con la dovuta dignità l'antica pergamena, in modo che ogni aquilano accompagnandola a Collemmaggio potesse ammirarla. L'ostensorio era rimasto custodito negli anni a Palazzo Margherita ed è stato in seguito recuperato grazie all'interesse del Gruppo aquilano di Azione Civica "Jemo 'nnanzi".

Il restauro dell'ostensorio è stato affidato all'Accademia delle Belle Arti dell'Aquila che ha riportato l'opera all'originale splendore, inserendo anche una copia perfetta della Bolla del Perdono nella teca dove, per due edizioni del Corteo (1983 e 1984) sfilò addirittura l'originale.

Pubblicato in Arte e Cultura
Giovedì, 23 Agosto 2018 18:07

Quali linee guida per lo sviluppo?

L'AQUILA - (di Alberto Savastano) Nell’ Agosto del 2017 il Senato della Repubblica italiana ha avviato una importante innovazione in materia di sviluppo: ha costituito in seno al suo interno l UVI  “Ufficio di Valutazione d’Impatto finalizzato all’introduzione  della valutazione preventiva degli effetti  prodotti  dalle leggi sottoposte all’approvazione del Parlamento.

Già nel luglio del 2017, comunque, Il Senato  aveva manifestato un analogo interesse per innovazioni metodologiche specifiche da introdurre nella  preparazione e valutazione economica e finanziaria dei Progetti d’investimento dell’ Economia reale ( progetti pubblici e privati, produttivi, infrastrutturali e sociali).

Infatti, in una sua pubblicazione  sui “Grandi Progetti”  il Senato sosteneva: “nel nostro Paese si discute da anni sul ruolo dell’analisi e della valutazione economica degli investimenti pubblici ma che l’esperienza  2007-2013 ha dimostrato molte criticità: secondo i tecnici della Commissione europea, il 90% dei progetti aveva un’insufficiente analisi costi-benefici , il 70% problemi nella valutazione del mercato interno o nell’impianto progettuale, il 50% lacune nella valutazione ambientale” .

Il Senato si domanda, quindi, legittimamente: “ l’Italia sa valutare correttamente  le opere infrastrutturali, ottimizzare la spesa  e soddisfare al meglio i bisogni dei cittadini? “ (http://www.senato.it/application/xmanager/projects/leg18/attachments/documento/files/000/028/590/Focus_Grandi_progetti_DEF.pdf)

Il Governo si è, da tempo,  già pronunciato sull’ argomento: sostiene con maggiore determinazione rispetto al passato  la necessità dell’impiego di metodologie ad hoc di valutazione degli investimenti per avere una sana progettualità. Ne sono testimonianza  le molteplici  dichiarazioni rese alla stampa dal Presidente del Consiglio, Prof. Giuseppe CONTE, dall’On. Laura Castelli e  dal Ministro Danilo Toninelli sulla volontà di applicare l’ Analisi Costi Benefici  , dichiarazioni autorevolmente sintetizzate dallo stesso Ministro Paolo Savona: “L’azione del Governo sarà mirata a un programma di riduzione del debito pubblico non già per mezzo di interventi basati su tasse e austerità – politiche che si sono rivelate errate ad ottenere tale obiettivo – bensì per il tramite della crescita del PIL, da ottenersi con un rilancio della domanda interna dal lato degli investimenti ad alto moltiplicatore e politiche di sostegno del potere di acquisto delle famiglie, sia della domanda estera, creando condizioni favorevoli alle esportazioni.” (Comunicato di Paolo Savona, scenari economici.it maggio 27, 2018 https://scenarieconomici.it/comunicato-prof-paolo-savona/

Alla luce di quanto sopra, ritengo che per realizzare l’auspicato “Cambiamento”  la  politica dello  Sviluppo e  la strategia attuativa da seguire  siano conformi ai dettami e ai principi scientifici e metodologici prescritti dall’ Economia dello  Sviluppo quali: 

  1. Elaborazione del Piano di sviluppo generale del Paese comprensivo degli studi settoriali nazionali  al quale vanno metodologicamente correlati  i Piani di sviluppo regionali
  2. Adozione della “Programmazione per progetti”  finalizzata all’ ottimizzazione del benessere sociale: massimizzazione dei benefici e minimizzazione dei costi;
  3. Introduzione , divulgazione e, soprattutto, applicazione sistematica e generalizzata dell’Analisi Costi/Benefici per l’ accertamento preventivo della capacità dei progetti d’investimento dell’Economia reale di produrre valore aggiunto e redditività finanziaria e sociale;
  4. Adozione del metodo dei “Prezzi ombra” per effettuare l’analisi economico-sociale dei Progetti d’investimento e il “Metodo degli effetti” (Marc  Cherve) per poter ripartire il valore aggiunto prodotto dai progetti dell’Economia reale tra le categorie sociali strutturate dalla Scienza statistica: Stato, Imprese non finanziarie, Imprese finanziarie e Famiglie;
  5. Previsione, a supporto delle innovazioni metodologiche richiamate,di una intensa attività di ricerca sia sul piano macroeconomico che microeconomico. Tra i supporti di Pianificazione più importanti da introdurre si segnalano
  • Sul piano macroeconomico, le attività di ricerca che devono riguardare in primis la quantificazione degli obiettivi generali e settoriali del Piano di sviluppo, le relative priorità e opzioni sia generali che settoriali;
  • Sul piano microeconomico, le attività di ricerca che devono riguardare, soprattutto, la selezione degli indicatori significativi di benefici settoriali, sub-settoriali, di branca, sottobranca nonché le relative  norme di quantificazione

I tristi fatti di Genova (sui quali avrò modo di ritornare) costituiscono un vero banco di prova per il Governo: il Paese -  ormai legittimato - si attende decisioni politiche ferme e indicazione di linee guida metodologiche concrete per attuare  l’ applicazione sistematica e generalizzata della “Programmazione per Progetti” e, soprattutto, dell’ Analisi Costi Benefici (quest’ ultima dallo steso Governo eletta quale strumento principe dell analisi tecnica, economico-finanziaria e sociale  degli investimenti) relativamente non solo e non tanto ai Progetti già realizzati nel passato,  quanto e soprattutto, a tutti i Progetti dell’ Economia reale che vivificheranno la Programmazione dello Sviluppo economico e sociale  futuro del Paese: Progetti pubblici e privati, produttivi, infrastrutturali e sociali.

 

 

Alberto Savastano

Moble: +39 328 7051894

albertomariasavastano@gmail.com

 

 

 
 

 

Pubblicato in Politica

AVEZZANO (AQ) - Il Comune di Avezzano ha emanato un avviso pubblico necessario all'individuazione di 9 figure per l’assunzione del ruolo di Rilevatore per la effettuazione del censimento 2018, come previsto dall’ISTAT.

L'ISTAT ha comunicato che il Comune di Avezzano parteciperà alla rilevazione campionaria annuale “Rilevazione Areale” e alla rilevazione campionaria “Rilevazione da lista” da svolgere nel IV trimestre 2018. La prima consiste nella rilevazione di 152 famiglie presenti in una determinata porzione di territorio consistente in una o più strade, in una o più sezioni censuarie. La seconda si riferisce invece alla rilevazione di una lista di 838 indirizzi. In entrambe le rilevazioni il lavoro consisterà nello svolgimento di una indagine con somministrazione di questionari ISTAT. Nella rilevazione areale in prima istanza saranno le famiglie a riempire il questionario tramite applicazione web; il rilevatore interviene solo in caso di inerzia della famiglia.

Il Comune provvede alla scelta del personale necessario alla effettuazione delle rilevazioni da individuare tra i dipendenti del Comune che volontariamente decideranno di operare al di fuori dell’orario di servizio, o all’esterno, previa verifica dei requisiti richiesti dall’ISTAT.

Il numero dei dipendenti comunali che ha risposto all'avviso è inferiore al necessario, pertanto si avvia il reclutamento di altre unità esterne al Comune.

Il Comune dovrà provvedere al pagamento delle attività svolte da coloro che realizzeranno le rilevazioni solo dopo che l’ISTAT verserà le relative somme nelle casse comunali.

I Rilevatori dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti: 1. età non inferiore a 18 anni 2. possesso di diploma di scuola superiore di secondo grado 3. conoscere e saper usare i più diffusi strumenti informatici 4. esperienza in materia di rilevazioni statistiche e di effettuazione di interviste 5. ottima conoscenza della lingua italiana parlata e scritta 6. godimento diritti politici 7. non aver subito condanne penali 8. cittadinanza italiana o di altro stato membro della UE o regolare permesso di soggiorno 9. Titolo preferenziale: laurea in discipline statistiche, economiche o sociali; precedenti esperienze di supervisione o coordinamento in indagini statistiche.

Gli interessati dovranno far pervenire richiesta di inserimento nel progetto di rilevazione entro il giorno 30 agosto all’indirizzo di posta elettronica: mdesanctis@comuneavezzano.it.

La richiesta dovrà contenere la dichiarazione inerente il possesso dei requisiti richiesti e dovrà essere completata da indicazioni su precedenti esperienze in materia di indagini statistiche, compresi censimenti, maturata sia in ambito pubblico che privato.

Pubblicato in Varie

L’AQUILA - Quarantacinque anni fa segnò un punto fondamentale nella storia del cinema e da oltre venti anni è nell’olimpo del teatro musicale. “Jesus Christ Superstar” sarà rappresentato domani, 24 agosto, alle 21.30, a piazza Duomo, nell’ambito degli appuntamenti della seconda giornata della 724esima Perdonanza Celestiniana. “E’ la storia di un mito che travolge con la sua passione gli spettatori di tutte le età – si legge sul sito ufficiale della rappresentazione – un uomo-simbolo che fa della spiritualità la propria bandiera rivoluzionaria, un personaggio unico nella storia di questo genere culturale. Il celebre lavoro di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice non subisce i segni del tempo, anzi raccoglie entusiasmo sempre maggiore anche grazie al protagonista, il famosissimo attore americano Ted Neeley, che ha interpretato Gesù nel film originale del 1973”.

Il Comitato Perdonanza ricorda che per questo spettacolo è necessaria la prenotazione on line attraverso il sito ufficiale www.perdonanza-celestiniana.it (indirizzo diretto http://www.perdonanza-celestiniana.it/it/news/168-prenotazioni-eventi-724a-perdonanza-celestiniana.html ). Le prenotazioni possono essere effettuate anche presso l’InfoPoint di piazza Battaglione degli Alpini che, fino al 29 agosto, rispetterà l’orario dalle 9.00 alle 20.00.

Domattina, alle 10.30, a Palazzo Fibbioni (Sala Rivera) si svolgerà la tavola rotonda “Giustizia, misericordia e riconciliazione. Giustizia e perdono: una coesistenza possibile?”, a cura dell’Associazione “Scoppito senza confini”. Alle 16.30, ad Assergi (Hotel Cristallo), “San Giovanni Paolo II Papa e il Gran Sasso: ricordi e aneddoti dei protagonisti”, presentazione della Marcia del Perdono a cura del Centro Turistico del Gran Sasso d’Italia.

Alle 17, a Palazzetto dei Nobili, verrà presentato il volume “Inchiesta sullo Stemma dell’Aquila”, un’inchiesta giornalistica di Silvio Graziosi (il libro è edito da Portofranco editore). Interverranno Raffaele Colapietra, Errico Centofanti e Fabio Valerio Maiorano. Il coordinamento sarà a cura di Walter Capezzali. Sarà presente l’autore, che concluderà l’incontro.

Alle18, al Convento S. Amico, concerto scenico “Gocce di perdono uniscono i popoli”, a cura di Concentus Serafino Aquilano.

Alle 18.30, a Parco del Sole, concerto della Fanfara dei Carabinieri.

Il dettaglio delle iniziative del programma della 724esima Perdonanza Celestiniana è pubblicato sul sito internet del Comitato Perdonanza, a questo indirizzo http://www.perdonanza-celestiniana.it/programma-perdonanza-celestiniana-724.pdf .

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L’AQUILA - Si sta per avviare la 724esima edizione della Perdonanza Celestiniana che vedrà come ogni anno impegnato il gruppo Asd Bandierai dei Quattro Quarti L'Aquila.

Oggi 23 Agosto tamburini,bandiere, chiarine e figuranti saranno impegnati con orgoglio durante la consueta cerimonia di apertura che vedrà l'arrivo del fuoco del Morrone in Città.

L' associazione successivamente parteciperà allo spettacolo teatrale "La Dama della Bolla-la favola" che si terrà il 26 Agosto alle ore 21 e in replica alle 22.30  presso l'Emiciclo in collaborazione con la scuola di Teatro DRAMA.

Sarà possibile ammirare i giochi di bandiera, le coreografie dei musici e le danze medievali durante il Corteo storico del 28 e del 29 e dopo la chiusura della Porta Santa potrete assistere alle ore 21.30 circa ad uno spettacolo ai Quattro Cantoni creato ad hoc per il caloroso pubblico della Perdonanza.

Tutti i gioielli indossati durante le numerose uscite dai figuranti dei bandierai  sono creazioni della Cavallo Gioielli d'Abruzzo che ha messo a disposizione di questo gruppo di giovani aquilani il suo estro e la passione che da sempre li contraddistingue.

Per tutte le news degli eventi l'associazione è attiva su facebook nella pagina Ufficiale o potrete  scoprire il mondo dei bandierai  tutti i mercoledi e venerdì dopo le 20 e il sabato ore 16 c/o la Scuola Carducci.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

L'AQUILA - “Tra fantasia e storia abbiamo provato a svelare un’identità che cambia ogni anno... sapendo che soltanto la più meritevole del Contado potrà essere la vera Dama della Bolla”.

La Dama della Bolla, ispiratrice del brand “le dame – ritratti che raccontano storie”, è stata dapprima disegnata con matita e colore, per essere poi resa protagonista di una favola per bambine e bambini, e successivamente anche della Pièce teatrale “La Dama della Bolla”, tratta dall’omonima favola scritta nel 2016 da Francesca Ciccone e Laura Tinari.

Un racconto che narra di quei nobili sentimenti che una giovane donna deve avere per rappresentare la propria Città e la propria Terra e diventare così un simbolo per tante bambine e adolescenti aquilane che crescono anche nel suo mito

Drammaturgia, regia, costumi, scenografia, trucco scenico e naturalmente l’interpretazione sono stati affidati alla Scuola di Teatro DRAMA di Rosanna Lancione, con la partecipazione de I Bandierai dei Quattro Quarti con le loro bandiere, chiarine e tamburini.

La Pièce, inserita nell’ambito del Cartellone della 724^ Perdonanza Celestiniana, si terrà domenica prossima 26 agosto sotto il colonnato di Palazzo dell’Emiciclo (Villa Comunale) con due spettacoli previsti alle 21.00 e alle 22.30. Partecipazione gratuita.

L’evento, promosso dall’Associazione Future Factory, è patrocinato e realizzato in collaborazione con il Consiglio regionale dell'Abruzzo e con il contributo della Fondazione Carispaq.

 

 

Personaggi e interpreti:

Narratore: Rosanna Lancione - Dama: Romina Falone - Balia: Sara Urbano - Banditore: Maria Beatrice Lo Re -Isabella: Elena Pettorelli - Fiammetta: Eleonora De Gasperis - Isotta: Eleonora Nardecchia - Matilde: Sofia Climastone - Vittoria: Alessandra Cuzzolino - Maestro e Giovin Signore: Federico Corridore - Popolano: Andrea Ottaviani

 

Drammaturgia: 

Benedetta Mancini, Maria Beatrice Lo Re, Giovanni Luigi La Rocca, Vera Lazzaro, Sara Urbano

Con la supervisione di Annalisa Iagnemma

 

Regia: Rosanna Lancione

 

Costumi, Scenografia e trucco scenico: Caterina Cocciolone

Pubblicato in Eventi

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
11 Marzo 2019 12:07:03

Una legge per risarcire i familiari delle vittime dei terremoti 2009 e 2016

in Cronaca
ROMA - Una proposta di legge che intende dare finalmente una risposta a tutte le famiglie…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us