http://www.rl1.it
http://www.rl1.it
Articoli filtrati per data: Giugno 2018 - Radio L'Aquila 1

L'AQUILA - Sono 55 i provvedimenti, per circa 25 milioni di euro, contenuti nel trentaduesimo elenco dei progetti ammessi a contributo per la ricostruzione privata. Lo annuncia il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi.

I provvedimenti riguardano sia il centro storico sia la periferia del capoluogo e diverse frazioni, tra cui Onna, Bazzano, Arischia, Roio, Monticchio, Camarda e San Gregorio.

L'elenco è pubblicato sul sito istituzionale del Comune, nella pagina "I contributi per la ricostruzione" della sezione "Ricostruzione", nell'area "Il Sisma" del sito, raggiungibile al seguente link http://www.comune.laquila.gov.it/pagina41_i-contributi-per-la-ricostruzione.html

Pubblicato in Cronaca
L'AQUILA - In serata nubi sparse. Durante la notte cielo limpido. Domani nubi sparse con possibilità di qualche locale addensamento.
VENTI: Moderati prevalentemente da Nord-Est (raffiche 20km/h).
TEMPERATURA: Minima prevista nella notte 10 gradi, massima prevista per domani 25 gradi.
Pubblicato in Varie

L'AQUILA - 11 ambulatori, servizio cup e ticket, centro prelievi, sala d’attesa e altri spazi spalmati su una superficie di circa 500 mq all’interno di locali antisismici: questa, in sintesi, la ‘nuova carta d’identità’ del poliambulatorio distrettuale di Bazzano (Aq), ubicato nella ex sede del tribunale, dove sono stati trasferiti tutti i servizi che fino a pochi giorni fa si trovavano a Paganica. La cerimonia d’inaugurazione dei nuovi locali si è svolta oggi pomeriggio alla presenza, tra gli altri, del manager della Asl, Rinaldo Tordera, affiancato dal direttore sanitario aziendale Teresa Colizza e dal direttore del distretto sanitario area L’Aquila, Luigi Giacco, del consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci, del sindaco Pierluigi Biondi, del vice Guido Liris.

Il trasferimento delle attività, da Paganica a Bazzano, segna un netto salto di qualità sia in termini di disponibilità di spazi sia di sicurezza strutturale. La nuova sede di Bazzano, infatti, che ha ospitato in passato il tribunale, fu realizzata secondo criteri antisismici e dispone di spazi tali da permettere di svolgere al meglio le diverse attività specialistiche e di sportello. La nuova ubicazione renderà maggiormente fruibile alla collettività i servizi ricompresi nel poliambulatorio distrettuale, migliorando nettamente anche le condizioni di lavoro degli operatori sanitari. La nuova sistemazione logistica, rispetto alla vecchia sede, consentirà inoltre di assicurare le migliori condizioni igienico-sanitarie. Il poliambulatorio di Bazzano occupa il piano terra (dove si trovano gli ambulatori) e il primo piano dei locali (riservato ai dirigenti medici).

Le specialità presenti sono: oculistica, urologia, endocrinologia, allergologia, dermatologia, neurologia, ortopedia, otorinolaringoiatria e cardiologia.

Tra medici, infermieri e personale amministrativo sono 20 gli operatori sanitari che lavorano al poliambulatorio, assicurando prestazioni nelle diverse specialità mediche, di natura infermieristica e di sportello.

Il trasferimento di tutte le prestazioni che si trovavano a Paganica è avvenuto gradualmente, in modo tale da ridurre al minimo i disagi dell’utenza nel passaggio dalla precedente alla nuova ubicazione. La vecchia sede del poliambulatorio di Paganica è stata chiusa e dimessa.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - "La Regione Abruzzo secondo la legge regionale n. 3/2014 prevede che i soggetti pubblici (Comuni ed Amministrazioni separate degli Usi civici) debbano redigere il Piano di gestione silvo-pastorale. In sostanza un piano regolatore dei boschi, primo elemento di prevenzione degli incendi, che ne prevede l’utilizzo, la manutenzione e la sicurezza attraverso la realizzazione, ad esempio, di fasce tagliafuoco. Ora, sebbene finanziati, ormai a oltre quattro anni dalla promulgazione della legge sembrerebbe che un solo Comune abbia concluso l’iter e abbia il piano operativo. Questo è un fatto grave e la responsabilità va alle amministrazioni inadempienti, ma anche alla Regione che non le ha messe in mora nominando eventualmente un commissario. Va detto che anche la stessa Regione ha ritardi inspiegabili e ancora oggi non si è dotata del Piano regionale delle foreste. Non eravamo la Regione Verde d’Europa?". E' l'interrogativo di Gianluca Ranieri, consigliere regionale del M5S.

"La mancata volontà della Regione di mettere in atto concrete politiche di prevenzione - aggiunge - è anche dimostrato dal fatto che nel PSR ( Piano di Sviluppo Rurale) solo lo 0,7% dei fondi è destinato alla misura '8.3.1-Investimenti a protezione delle superfici forestali' e il disinteresse verso questo importante settore è ulteriormente dimostrato dalla recente riorganizzazione degli uffici con lo smembramento delle attività di autorizzazione ai tagli boschivi trasferite sul territorio a chi fino ad ora si occupava di agricoltura e non ha competenze e preparazione in materia forestale. Anche la materia degli usi civici (tutti pascoli e foreste) è stata divisa dal settore forestale".

La Regione Abruzzo, a quasi un anno dagli incendi devastanti, è ancora inadempiente su questo fronte. Il Consiglio regionale, nei giorni scorsi, avrebbe dovuto discutere sulle disposizioni urgenti in materia di protezione civile per il sostegno finanziario delle attività antincendio, ma non è stato fatto, sarebbe stato comunque un intervento tardivo e poco efficace. Ormai è di dominio nazionale che il doppio incarico, presidente di Regione e Senatore, di Luciano D’Alfonso sta tenendo bloccata un’intera regione (per il dono dell’ubiquità pare si stia ancora attrezzando). Non sono state prese in considerazione nemmeno le denunce e le proposte emerse in due Convegni lo scorso anno, uno a Rieti e uno a Pescara, che hanno portato alla 'Carta per la lotta agli incendi boschivi' sottoscritta da tutte le Associazioni ambientaliste abruzzesi e cinque organizzazioni scientifiche e sono state completamente ignorate dalla Regione".

"Eppure - ricorda Ranieri - l’estate del 2017 resterà alla storia per il caldo insolito e per tutte le conseguenze che ne derivano. Come di prassi, nonostante la storia si ripeta, l’uomo è sempre impreparato ad affrontare l’emergenza ma è sempre pronto a gridare: 'A lupo, a lupo'. Tutto si spegne in autunno, come ogni anno, la stagione delle piogge torna provvidenziale e tutte le discussioni sulle soluzioni possono essere rinviate a data da destinarsi. Partiamo dal 5 agosto con l’incendio a Campo Imperatore. Gli incendi hanno interessato oltre 3.500 ettari di superficie boscata e 2.500 di superficie non boscata, quasi 1/3 in aree protette, in zone di particolare pregio ambientale, un record negativo per la Regione dei Parchi.

La Magistratura ha accertato solo le responsabilità colpose di coloro che materialmente hanno provocato l’incendio di Campo Imperatore. Successivamente ci sono stati gli incendi, di natura dolosa, sul Morrone, nel Parco del Sirente-Velino e nella Marsica, solo per citare i principali, ma nessun responsabile ed eventuali mandanti individuati così come nessuno è colpevole per le inadempienze e inefficienze degli Enti preposti, prima fra tutte la Regione ma anche gli Enti Parco.

Palesi sono state infatti le inefficienze e le inadempienze, per non parlare della scellerata riforma Madia (D. Lgs. 19 agosto 2016, n. 177) che ha, di fatto, cancellato il Corpo Forestale dello Stato.

Intanto, apprendiamo con favore che il Ministro per l’Ambiente Costa sta promuovendo la video sorveglianza, compreso l’uso di droni, nelle aree protette a partire da quella del Vesuvio.

Di norma, in Protezione civile, una volta definito il rischio (in questo caso rischio incendi boschivi) per diminuirlo vanno individuate le azioni di prevenzione e previsione da mettere in atto e per il rischio residuo si procede alla sua pianificazione. Naturalmente previsione e prevenzione hanno respiro poliennale e per i boschi sono rappresentate dalla corretta conduzione e manutenzione.

In questo, di certo, non aiuta il pessimo Decreto CM sul Testo Unico Forestale firmato, in 'zona Cesarini', dal Presidente Mattarella, nonostante i numerosi appelli contrari da parte del mondo scientifico e accademico".

"Auspichiamo - termina la nota di Gianluca Ranieri - che la prossima stagione estiva non ci faccia assistere a tragici avvenimenti come quelli dello scorso anno e che, davvero, questo sia l’inizio di una nuova era per una corretta gestione e salvaguardia dei boschi a livello nazionale, regionale e locale".

 

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Il Consiglio comunale si riunirà in seduta straordinaria di prima convocazione, lunedì 2 luglio, alle ore 9.00, nell’Aula “Tullio De Rubeis” della sede comunale di Villa Gioia, in via Filomusi Guelfi.

Verranno discusse le interrogazioni dei consiglieri Carla Cimoroni su “manufatti residenziali temporanei”, Paolo Romano su “viaggio istituzionale in Russia sostenuto dall’Amministrazione Comunale”, Stefano Albano su “nuova sede del Conservatorio di musica Alfredo Casella” e “realizzazione nel Comune dell’Aquila di strutture e servizi dedicati alla disabilità grave, Dopo di Noi”, Lelio De Santis su “assegnazione alloggi Progetto Case” e “applicabilità penali per il ritardo esecuzione lavori ricostruzione”, Elia Serpetti e Paolo Romano su “progetto per la riqualificazione urbana dell’area di Piazza d’Armi e potenziamento delle infrastrutture viarie a servizio dei quartieri limitrofi della città. Modifica dell’assetto viario di Viale Corrado IV. Bretella di collegamento accesso autostradale L’Aquila Ovest A24”.

Tra i punti all’ordine del giorno, le comunicazioni in merito ai provvedimenti di nomina e designazione dei nuovi Amministratori Unici delle Società Partecipate dal Comune dell’Aquila (art.3, comma 2 dell’Atto di Indirizzo), l’attivazione delle procedure del progetto “Resto al Sud” finalizzato alla nascita di nuove attività imprenditoriali, l'intitolazione della rotonda tra SS. 17 e via dei Medici a Eunice Kennedy Shriver, su proposta del consigliere Leonardo Scimia, l’adozione del regolamento comunale finalizzato ad incentivare l’adozione dei cani randagi e abbandonati, ospiti dei rifugi convenzionati con il Comune dell’Aquila, su proposta dei consiglieri Giancarlo Della Pelle e Leonardo Scimia.

All’esame dell’assemblea anche diverse proposte deliberative per lavori di riparazione, demolizione e ricostruzione, permesso di costruire in deroga, lavori di recupero e sostituzione edilizia all’interno degli aggregati edilizio in oggetto.

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Termineranno questa sera i lavori di ristrutturazione della Coop di L’Aquila-Torrione: a partire dalle 8,30 di domani infatti coloro che si recheranno nel supermercato Coop, sito in Via Ettore Moschino, troveranno un punto vendita completamente rinnovato, più accogliente e funzionale, perfetto per la spesa di tutti i giorni ed in linea con le più moderne realtà della grande distribuzione.

Lo storico supermercato, che ha da poco festeggiato i 20 anni di attività, dopo i lavori delle scorse settimane - volti a rendere più fruibile il punto vendita e più comoda e veloce la spesa - sarà in grado di soddisfare al meglio le accresciute esigenze dei soci Coop e dei clienti.

In occasione della ristrutturazione infatti sono stati rivisitati gli assortimenti per adeguarli alle nuove tendenze di consumo, come ad esempio la maggior attenzione alla salute e al territorio. Per questo è stata incrementata l’offerta di prodotti dedicati al benessere, biologici, vegani e free from, privi cioè di ingredienti specifici che per ragioni di salute o di gusto, vengono eliminati dall’alimentazione (lattosio, lievito, sale). Inoltre il rinnovato rapporto con il territorio e la continua ricerca e selezione di piccoli produttori di qualità permettono a Coop Centro Italia di offrire ai soci e clienti del punto vendita di Torrione prodotti della filiera abruzzese e tante specialità locali.

La ristrutturazione ha anche permesso di valorizzare maggiormente i prodotti freschi e freschissimi: la piazza dell'ortofrutta, con uno spazio interamente dedicato a frutta e verdura coltivata in Abruzzo; la gastronomia, con un più ampio assortimento di formaggi e salumi confezionati e tanti primi e secondi piatti caldi e freddi preparati dai nostri esperti gastronomi, il banco assistito delle carni, con una vasta offerta di prodotti provenienti da animali allevati senza l’uso di antibiotici, la pescheria con pesce proveniente dal Tirreno e dall’Adriatico e con una ricca proposta di sushi per tutti i gusti.

Novità anche nel reparto forneria, con dolci (con e senza glutine) realizzati freschi ogni giorno e nella cantina che ospita tante etichette del territorio e ottimi vini e birre da tutte le regioni d’Italia.

Per gli appassionati del pollice verde è disponibile un angolo dedicato a piante e fiori per arredare giardino, terrazzo e casa; per quest’ultima sono in vendita tanti accessori all’interno di un fornito angolo casalinghi che completa l’offerta di prodotti non alimentari insieme alla cartoleria ed al reparto libri.

Grazie ai lavori di ristrutturazione è stato possibile contenere al massimo l’impatto ambientale, con innovazioni strutturali e di macchinari come l’illuminazione del punto vendita, attraverso lampade a led a bassissimo consumo energetico; l’utilizzo di gas refrigeranti di ultima generazione; il recupero del calore prodotto dagli impianti frigoriferi per produrre acqua calda sanitaria.

Dopo la ristrutturazione del punto vendita di Avezzano Via Vidimari, Coop Centro Italia continua ad investire nella provincia dell’Aquila per efficientare e migliorare la propria rete commerciale ed offrire un’esperienza di acquisto ancora più completa.

Pubblicato in Cronaca

L'AQUILA - "L’arte e la storia che la nostra città esprime è di fondamentale importanza non solo per L’Aquila stessa ma anche per la nostra regione. Il Masterplan della Villa Comunale, con la restituzione del palazzo dell’Emiciclo della Regione Abruzzo, si può dire che è stato un risultato molto positivo di riqualificazione urbana, un punto di riferimento dal quale prendere spunto per i progetti futuri di riqualificazione". Lo afferma Luca Rocci (L’Aquila Futura), vicepresidente della seconda commissione consiliare al Comune dell'Aquila.

"L’emiciclo - aggiunge - è una imponente opera di restauro conservativo caratterizzata oltre che dall’uso delle più innovative soluzioni antisismiche anche dalla sua imponete bellezza ed eleganza, valorizzata anche dal nuovo manto stradale realizzato in corrispondenza di via Michele Jacoboni. Nonostante ciò c’è da constatare la situazione riguardante la parte alta di via Jacobucci che risulta essere non molto in linea con il decoro urbano ottenuto dalla riqualificazione della via stessa. Infatti i marciapiedi in asfalto che si trovano in corrispondenza del parco giochi risultano essere un vero pugno nell’occhio rispetto al contesto circostante".

"Essendo competenza nostra, quindi del Comune di L’Aquila e del Settore Opere Pubbliche, si chiede che che si possa tempestivamente provvedere a correggere questa piccola svista e a dare a questo angolo della nostra città la completa bellezza che merita", termina Rocci.

 

Pubblicato in Politica

L’AQUILA - "Gli Abruzzesi hanno la necessità di un progetto di rilancio chiaro della Regione e vogliono archiviare il malgoverno del centrosinistra che in questi anni li ha semplicemente illusi, con continui e infondati annunci. La coalizione di centrodestra deve essere in grado, quindi, di interpretare al meglio, anche con l’aggregazione di realtà civiche, la voglia di cambiamento degli Abruzzesi, attraverso l’elaborazione di un programma di governo capace di far fare all'Abruzzo il salto di qualità che merita". Inizia così una nota del coordinamento regionale di Fratelli d'Italia.

"La corsa alla rivendicazione del candidato governatore, che  in questi giorni sta impegnando alcune forze politiche, rientra - si aggiunge - nelle logiche di una vecchia politica che se può magari appassionare alcuni addetti ai lavori, di certo sfiducia sempre più l'elettorato, alla ricerca, invece, di risposte concrete ai tanti problemi irrisolti della nostra Regione. Fratelli d’Italia ritiene prioritario, in questa fase, aprire da subito un confronto con tutte le forze che si riconoscono nel centrodestra, per l’elaborazione del programma di governo. Appare evidente che i criteri per l’individuazione del candidato di presidente dovranno privilegiare l’attitudine ad assicurare qualità amministrativa alla nostra regione e non la mera appartenenza politica".

"Porteremo all’attenzione degli alleati - termina il coordinamento regionale di Fratelli d'Italia - le proposte riguardanti il programma e il candidato Governatore e su queste chiederemo la convergenza delle forze politiche del centrodestra".

Pubblicato in Politica

L'AQUILA - Al termine della seduta odierna, il presidente della Commissione Attività produttive Antonio Innaurato si è dichiarato “ampiamente soddisfatto in merito al primo punto dell’ordine del giorno che prevedeva l’audizione del Presidente Arap (Azienda regionale attività produttive) Giampiero Leombroni e del Commissario liquidatore del Consorzio Industriale Val Pescara che hanno illustrato le attività poste in essere in merito alla gestione delle aree industriali con specifico riferimento allo stato attuale delle attività produttive insediate, dismesse e delle aree disponibili”.

“Le relazioni sono state molto accurate e dettagliate - ha spiegato Innaurato - e ritengo ci siano tutte le condizioni affinché si possa portare avanti un proficuo lavoro sinergico. Mi riferisco in particolare alla possibilità di creare tutti i presupposti affinché si possa efficientare la dotazione di fondi europei, destinati a incentivare le attività produttive e la formazione. In questo senso sarà determinante coinvolgere tutti gli attori che operano a livello regionale per favorire sia la diffusione di un’informazione omogenea, che oggi manca soprattutto nelle aree interne, sia la possibilità di usufruire delle strutture che sono a disposizione nei vari distretti industriali, rendendole accessibili ai soggetti pubblici e privati. Questo per essere meglio ricettivi rispetto alle esigenze dei territori e soprattutto stimolare l’attivazione di progetti destinati a intercettare le risorse comunitarie con l’obiettivo di creare nuove opportunità di lavoro”.

“A tal fine - conclude Innaurato - le tematiche che riguardano l’Arap, che segue da vicino le attività produttive regionali, saranno oggetto di ulteriori e specifiche sedute della Commissione che presiedo”.

Pubblicato in Politica

CAMPOTOSTO (AQ) - - di Nando Giammarini - La poesia estemporanea, un mondo da sostenere e difendere per mantenerla in auge, è rivolta soprattutto a coloro  che sono in grado di apprezzare le doti di semplicità, genuinità ed umanità dei poeti a braccio che, con animo nobile e sincero, sono vicini alla gente e alla poesia. Questo genere poetico sopravvive grazie agli estempori cantori che si esibiscono in occasioni di  ricorrenze religiose, matrimoni ed altre festose circostanze mettendo in bella evidenza la loro bravura nell’improvvisare in rima esprimendo contenuto.

Una regola fissa è l’obbligo di “concatenamento” cioè riprendere la rima del poeta precedente. Generalmente, con un buon bicchiere di vino da sempre dei poeti amico,  loro si sfidano su temi a contrasto    dimostrando tutta la  propria bravura. Il nostro Abruzzo con la Toscana ed il Lazio  sono le tre Regioni ove   - rinnovando la magia di una poesia popolare che dopo sette secoli si pensava perduta sul finire degli anni ’80 con la scomparsa della civiltà contadina - ancora risuona indomita questa forma di cultura.  E’ un genere poetico in cui la creazione letteraria avviene di fronte a un pubblico sulla base di temi proposti al momento dell’esibizione. Il cantore estemporaneo riesce a mettere in rima, sul momento, le emozioni, il mondo, la vita, la natura, le relazioni umane. Non è  da tutti diventare cantori, ma  tutti possono partecipare ad un evento unico.

Per mantenere viva l’antica tradizione del bel canto a braccio sabato 30 giugno p.v. alle ore 17.30,  l’ARP (Associazione Radici Poiane) presieduta da Livio De Angelis, nipote del grande Paolo De Angelis, ACS (Abruzzo Circuito Spettacolo) con il patrocinio del Comune di Campotosto, organizza ”Alle Radici dell’Ottava Rima” una gara poetica a Poggio Cancelli di Campotosto. Una manifestazione di cultura popolare.

Giova ricordare che Poggio Cancelli è stata la culla della  poesia improvvisata con i suoi tanti campioni. Ultimo in ordine di tempo, recentemente scomparso, il grande vate mascionaro, Rinaldo Adriani, uomo dal carattere mite dotato di grande umanità ed una forte vena poetica amico di tanti di noi. Presenta Giampiero Giamocante, partecipano i poeti: Berardino Perilli ,decano di poesia estemporanea, che farà gli onori di casa, Alessio Checchi, Mauro Chechi, Marco Bitti, Donato De Acutis, Paolo Santini, Francesco Marconi e Irene Marconi. Al termine incontro conviviale in piazza.

La bella manifestazione di poesia estemporanea rientra nel contesto delle manifestazioni spettacolo promossa dalla Regione Abruzzo: Un Concerto in ogni centro del cratere con  la bella iniziativa “Abruzzo dal vivo” che si articola in una settantina di concerti e spettacoli. Per finire un concerto d’organetto  magistralmente  eseguito da Vittorio il Fenomeno.

Pubblicato in Musica e Spettacolo

Le più lette

05 Maggio 2017 12:58:09

Terremoto L'Aquila: governo richiede soldi a familiari vittime

in Politica
L'AQUILA - Il premier Paolo Gentiloni rivuole i soldi per i morti del terremoto…
24 Gennaio 2017 17:39:49

L'Aquila: caduta elicottero, proclamato giorno di lutto cittadino nel giorno dei funerali delle 6 vittime

in Cronaca
L'AQUILA: - “Esprimo, a nome dell’intera Municipalità aquilana, un incredulo dolore per…
10 Maggio 2016 09:57:18

L'Aquila: Giro d'Italia, venerdì 13 maggio scuole chiuse in città

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Come anticipato dalla Polizia Municipale, nel…
11 Agosto 2016 16:09:17

L'Aquila: i sotterranei del Castello si aprono per uno spettacolo ispirato ai racconti di Edgar Allan Poe

in Eventi
L'AQUILA: - Per I Cantieri dell’Immaginario, in via del tutto eccezionale, grazie al…
A sinistra la Basilica di Santa Maria Paganica all'Aquila dopo sisma 2009, a destra la chiesa di Sant'Agostino ad Amatrice
24 Agosto 2016 13:28:24

Terremoto Centro Italia: ecco il vero legame tra Accumoli, Amatrice e L'Aquila in una notte di dolore

in Cronaca
L'AQUILA: - di Cristina Parente - Quante volte è capitato ad ognuno di noi di essere…
24 Agosto 2016 16:34:20

L'Aquila: Perdonanza, annullati tutti gli eventi in segno di lutto. Resta forma ridotta del Corteo Storico e apertura Porta Santa

in Cronaca
L'AQUILA: - La giunta comunale, anche sulla scorta del parere della Conferenza dei…
right_3_1
right_0_1

Iscriviti alla nostra newsletter

Multimedia

CookiesAccept

Questo sito utilizza dei cookie per monitorare e personalizzare l'esperienza di navigazione degli utenti.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Approvo
Find us on Facebook
Follow Us